Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Un maestro che deprime

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Mer 14 Set 2016 - 9:05

Promemoria primo messaggio :

Salve vorrei raccontarvi quanto successo a mio figlio che quest'anno vorrebbe cambiare club tennis dopo 4 anni che ne frenta uno, il motivo non è perché si trova male con i maestri ma perché organizzano pochi tornei. Quindi ha fatto il provino in un altra scuola ed è uscito depresso e in lacrime. Questo maestro dopo averlo fatto palleggiare due minuti ha incominciato a trovargli ogni sorta di difetti: dall'impugnatura del rovescio, all'apertura del dritto ecc. Insomma non andava bene niente neanche la racchetta acquistata in un negozio specializzato e sotto consiglio del negoziante per la fisicità di mio figlio molto magro e alto 1.65 gli aveva consigliato una babolat drive lite, questo nuovo maestro la definita troppo leggera per mio figlio e anche le corde le ha definite "da spiaggia". Insomma sinceramente far fare 9 mesi di tennis con un maestro così decisamente non mi convince. Sto pensando di iscriverlo alla scuola che ha sempre frequenrato anche se farà poche gare non fa niente ma almeno gioca divertendosi e le lezioni non diventano un incubo . Aspetto un vostro parere.

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso


Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da albs77 il Mer 14 Set 2016 - 17:42

Meglio che non scrivo cosa penso va la.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Mer 14 Set 2016 - 17:45

Secondo me il secondo maestro ha sbagliato, la parola provini indica proprio che tu devi guardare come gioco e non correggere non è una lezione ma tipo un test di cosa io sappia fare, se dopo due palleggi tu ti fermi e mi fai lezione non è più un provino

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Attila17 il Mer 14 Set 2016 - 17:50

@kingkongy ha scritto:Supponendo, con tutto rispetto, che tuo figlio sia l'anti-materia del tennis... l'impugnatura del rovescio non si contesta in un test!
Quoto KK, anche perchè se gioca da 4 anni ormai è pressochè formato almeno nell impugnatura e nello swing, si può lavorare per cambiarla, ma la domanda è perchè?
Se il movimento è congruo, e soprattutto come dice la mamma efficace allora mi domando perchè si deve cambiare.
Ci sono anche dei pro con movimenti e impugnature che sono " sbagliate" a caso cito il dritto di Paire e altri, ma sono efficaci.
Secondo me cmq dovresti cercare una terza o anche quarta scuola, e cmq fargli fare la tessera fit, se poi non regge la pressione provando a fare tornei amen , a 16 anni sei in grado di gestire un evento agonistico , almeno ci ha provato, in caso continuerà come la maggior parte di noi a giocare per divertirsi.
Almeno la mia opinione.
Ciao

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1473
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Mer 14 Set 2016 - 17:54

Ti ringrazio si io penso che tu abbia ragione e con tutta probabilità sarà la cosa che faremo

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Veterano il Mer 14 Set 2016 - 18:37

L'impugnatura si tocca solo se e' veramente necessario specialmente dopo quattro anni.Percio' come gi'a ti hanno detto informati e vai a vedere in qualche altro club.In ogni caso ce modo e modo di dire le cose,anche se avesse giocato con un impugnatura austroungarica.
Mai deprimere ma motivare....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1990
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da chiaralt il Gio 15 Set 2016 - 12:45

Secondo me ci sono vari aspetti da considerare

 

In effetti mi pare una cosa un po’ strana che il circolo non sia interessato a fargli fare la tessere agonistica, pero’ magari i maestri si rendono conto che con il suo tennis attuale in tornei agonistici FIT prenderebbe delle batoste e secondo me bisogna essere pronti psicologicamente a perdere 6-0 6-0. Uno potrebbe anche mollare il tennis… o al contrario buttarsi a capofitto per migliorare, ma in questo caso devi avere maestri/scuola tennis che siano in grado di supportarti

Tu dici che la gente dice che tuo figlio gioca bene, pero’ dici che è in una fase stazionaria e se giocasse cosi’ bene come dice la gente sarebbero stati per primi i maestri a proporgli la tessera agonistica.

Il fatto che la gente dica che gioca bene ci sta eccome, ma forse bisogna contestualizzare il tutto.

Ti faccio il mio esempio: io ho 39 anni e sono 4.5 e gioco da 8 anni ormai, anche a me la gente dice che sono brava, forse perché gioco meglio di tante donne che giocano al mio circolo e ovviamente sono contenta quando me lo dicono, soprattutto quando me lo dice gente brava e che gioca da tanto, pero’ in tutta onesta’ come si fa a dire che un  4.5 e’ bravo a giocare a tennis? Io faccio fatica a tenere un palleggio di rovescio e se fossi davvero brava anche a 39 anni dovrei essere un pochettino piu’ avanti di livello.. non vi pare?

Purtroppo nel tennis si arriva ad un punto sia da giovani che da adulti in cui bisogna scegliere se giocare per divertirsi e quindi i miglioramenti saranno lenti e l’impegno fisico e mentale relativo, ma il divertimento tanto o se abbassare la testa e lavorare, magari anche con maestri un po’ “severi”, ma quando arriveranno i primi risultati il divertimento sara’ ancora maggiore e la fatica ripagata

Io ho visto sia lezioni di tennis amatoriali che agonistiche fatte ai ragazzini e sono diverse. Le seconde oltre a durare di piu’ sono impostate anche piu’ “seriamente” in un ottica agonistica di gente che deve affrontare partite e tornei
scusate se sono stata lunga

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 889
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Gio 15 Set 2016 - 13:16

Si forse non è pronto per fare agonismo, ma quello che vuole mio figlio è fare partite e tornei a set anche a livello non agonistico, lui non le ha mai fatte, ha sempre fatto tornei ai sette punti, qualche volta in allenamento ha fatto partite a set con i suoi compagni di corso, lui ora vuole confrontarsi con altri esterni, come si può dire che non è pronto per l'agonismo se non si fanno partite e tornei a set, così non lo sarà mai (secondo me). Sicuramente non è un fenomeno perché se no lo avrebbero già tesserato però ha diritto di fare la sua esperienza

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da chiaralt il Gio 15 Set 2016 - 13:47

Un buon maestro ha l'occhio per vedere certe cose a mio avviso, innanzitutto si rende conto del livello tecnico e sa a cosa potra' andare incontro.
Come ha detto qualcuno nei post precedenti se giocasse in tornei under 18 troverebbe gente che fa tornei da piu' anni sicuramente con classifica piu' alta e forse con un fisico differente.
Purtroppo che io sappia non c'è un circuito di tornei amatoriali per gli Under, o insiste con il circolo per la tessera agonistica e fa tornei di Quarta Categoria dove sicuramente giochera' anche contro adulti.
Ha la preparazione fisica per affrontare una partita? In torneo si gioca due set su tre e se la partita e' combattuta potresti stare in campo anche due ore.
Provare non costa nulla, basta saper affrontare mentalmente la sconfitta e non scoraggiarsi, ma anzi capire cosa manca al nostro tennis e da li' ripartire

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 889
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Gio 15 Set 2016 - 14:04

Questo non lo sapevo che non esistono tornei che non siano agonistici. Credo che due ore di partita le reggerebbe non so se riuscirebbe a battere un adulto di quella categoria che hai detto ma se non prova mai lo sapremo. Vedremo quest'anno come andrà non credo comunque che anche cambiando club gli rilasciano la tessera agonistica in fondo non conoscono il ragazzo. Vedremo

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da kingkongy il Gio 15 Set 2016 - 14:37

Scusa Mony...ma io continuo a capire poco perché son gorillone, peloso e un po' vintage. Mi stai dicendo che gioca tornei al meglio dei 7 punti (o magarii all'11 o al 21)?
Ma quante ore gioca alla settimana? Una, ogni tanto, immagino ma, soprattutto, SPERO.

Francamente mi accodo a quanti mi hanno preceduto: fossi in te mi informerei per un altro club/scuola. Per carità, non auguro a nessun tennisbabbo metodi didattici spartani-darwiniani (anche se...ogni tanto...), però, porca puzzola, 'sto ragazzino si perde il bello del Tennis. Ekkekakkio!

Supponiamo si chiami Tobia. Ecco, io prenderei Tobia, lo porto a guardare un po' di gente che fa viaggiare la palla, CocaCola in mano con cannuccia masticata e gli direi:
Papi = "Senti Tobia, lo sai che lo puoi fare anche tu?".
Tobia = "Ma figurati papi...! Questi sfidano la fisica di Star Trek...".
Papi = "Beh, un po' sì...ma dopo un po' questi ti sembreranno il rallenty di Djokovic"
Tobia = "...ma io non ciò (trad. non ho) il fisico...e manco l'occhio...e 100mila altre cosette. Forse devo cambiare scarpe e racchetta?".
Papi = "Tobia, senti a babbo (trad. ascolta il tuo amato genitore), il negozio di Harry Potter ha già finito i saldi. Se vuoi ti compro i calzini nuovi da Decathlon o dal Leroy Merlin che fa lo stesso. Ma la questione è che al Centro ludico diurno Biancaneve e i 7 Nani: che ammucchiata da favola, dove sei iscritto e hai giocato negli ultimi quattro anni, mi sa che son ancora fermi al Giro e l'Australiana. Magari si potrebbe passare ad altri giochi. Per esempio una Croce Spagnola...".
Tobia = "Papi, guarda che io vado già a dottrina il venerdì da Don Gaetano..."
Papi = "Opporcatr....! (trad. perdindirindina!). Ma no Tobia, la chiamano così non perché ti fa dire il rosario sottovoce (con campanile che trema e statua della Madonnina che lacrima), bensì perché è un allenamento - tosto - Made in Spagna e ti muovi avanti, indietro, sinistra e destra..."
Tobia = "Ah, come quando raccogliamo le palle del cesto! Lo faccio anche io..."
Papi = "Seeeee, ciao! Tutto sua madre! Più o meno...più o meno..."
Tobia = "Ma mi insegnano anche il servizio di Federer?"
Papi = "Ecco, bravo il mio fiulin (trad. 'mo ci siamo). Partite più lughe, qualche garetta e un sacco di quei trucchetti che appena li mostri ai tuoi amici li fai impazzire! Insomma Tobia, se hai voglia di impegnarti un po' di più, si possono fare un sacco di cose! Hai visto questi due? Tu il prossimo anno li fai piangere, perché hai un bel tocco e pure il rovescio!"
Tobia = "E se poi perdo sempre? Hai sentito quel maestro? Ha detto che faccio pena! Io ho pianto..."
Papi = "Toby (trad Tobia), guarda che si vince e si perde: è normalissimo. Però, se uno vuole può fare cose, straordinarie. Manco te lo immagini quante cose puoi imparare in un anno! Però io non ti voglio forzare: scegli tu. Se hai voglia di imparare un po' di Tennis divertente, si potrebbe provare con quel club che mi hanno detto ieri...come si chiama...ah, Jack Sparrow Pirate's Academy... un po' eccentrici...ma dicon siano bravi"
Tobia = "Mmmm ok Papi, ma devo farmi il segno della croce con quella roba spagnola?"
Papi = "No Toby, no.... tranquillo. Oppure sì. Ricordati l'acqua e la bombola dell'ossigeno".

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Gio 15 Set 2016 - 14:47

Gioca due volte a settimana quarantacinque minuti l'una. E ha fatto sempre tornei ai sette punti qualche partita a set con amici della scuola tennis.

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da SuperGeo il Gio 15 Set 2016 - 14:53

Mah, sto assistendo in questi giorni ai campionati regionali assoluti e ci sono ragazzine e ragazzini di 13 anni. Classificati da 4.4 a 3.5. Perché tuo figlio non potrebbe o dovrebbe fare un torneo FIT? Dopo 4 anni di scuola a voglia di avere le basi per sostenere una partita regolamentare. Wink

SuperGeo
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 642
Data d'iscrizione : 06.03.13

Profilo giocatore
Località: Thatari
Livello: Asino dell'Asinara
Racchetta: Head Speed MP - Wilson 6.1 332 - Yonex VCore 97 Tour - Zus 100 Custom - Prince Tour Pro 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Gio 15 Set 2016 - 14:55

Già hai ragione

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da kingkongy il Gio 15 Set 2016 - 15:01

Per fortuna! "Ben" un'ora e mezza, Ero preoccupato: giocasse tre-quattro ore la settimana potevi serenamente risolvere la questione con un panetto di Semtex piazzato nel cofano dell'auto del maestro...

Ok Mony, tuo figlio NON gioca a tennis: passa del tempo in spiaggia con della terra rossa.
Povero cucciolo, così non può imparare un fico secco! Non ha il "tempo-macchina" per acquisire movimenti e tecnica. Fa conto che alla sua età la "memoria muscolare" fa miracoli e si fissano immediatamente gli swing. Però bisogna ripeterli! Quanto? Fai conto che studi sul golf, che è parente del tennis, definiscono necessari 7 swing CORRETTI consecutivi per fissare un movimento. Ne fai 7 NON CORRETTI e fissi un errore.
Non so se lo studio abbia avuto un seguito e sia applicabile al tennis...però, dimmi tu, quante palle "tocca" tuo figlio in una settimana del suo tennis. Ti prego, contale! In 45 minuti di lezione, quante palle colpisce... Cinquanta? Cento?

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da kingkongy il Gio 15 Set 2016 - 19:15

In PM mi hanno fatto "la" domanda... per la quale, ritengo, sia più qualificato Veterano.
Ma quante palle colpisce un giocatore agonista in una settimana?
Risposta: dipende a quale livello e dal tipo di giocatore e coach (c'è chi ha bisogno di tanta continuità-quantità e chi preferisce andare di lima).
Azzarderei, a livello Under 14, 1.500/3.000 alla settimana. Ma proprio come curiosità perché non credo sia un parametro considerato "interessante".

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 16 Set 2016 - 11:47

Mony70 (forse siamo coetanei se 70 è l'anno di nascita) , il gorillone KingKongy a volte è difficle da capire... ma ti sta indicando che 1.5 ore sono molto poche, per lui sarebbe più opportuno farne di più (molte).

Ora, io non lo so. Nel senso, ovvio se si pratica uno sport, più ci si allena, più ci si migliora.
Ma io sono pratico, e se bene che costa caro e che per determinate famiglie può essere uno sforzo far fare anche 1.5 ore di maestro a settimana.

Dal mio punto di vista ti posso dire alcune cose senza temere di essere smentito.

La prima è che due alenamenti a settimana da un'ora cadauno sono si pochini, ma per imparare (non dico diventare professionista) possono andare se non si riesce ad aumentarle . Ma andrebbero aggiunte alcune ore di gioco anceh con un compagno di corsi.

A 16 anni, se non si hanno patologie, si gioca tranquillamente la partita 2 su 3 di un torneo, anche con scarso allenamento (ovvio che allenti, si ottengono risultati diversi).

Tornei di 4°. Se gioca da 4 anni, credo che a livello 4NC - 4.5 per quanto poco possa avere imparato, se la gioca tranquillamente (sempre che i maestri gli abbiano insegnato tuti i fondamentali, compreso il servizio).

Come dici tu, il maestro che ha fatto il provino non va bene, almeno anche per me non andrebbe bene, perchè come dice VET, si deve motivare e non umiliare, e se faccio un provino tu non  mi devi insegnare, devi guardare, testare, e a fine ora devi dire al genitore:
i problemi sono questi
le soluzioni ci sono si/no
mi piacerebbe insegnare a suo figlio si/no
questo potrebbe essere il programma
suggerisco x ore settimane
costo x euro ora


Ma altresì, da quanto hai detto, scappa dal vecchio maestro...

Io ho 2 nipoti, uno di 16 e l'altro di 14, giocano da 2 anni, e dopo il primo anno tessera FIT e pedalare... ovvio che prendono mazzate, il più grande però ora è salito di categoria, entrambe si divertono come pazzi.

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 16 Set 2016 - 11:49

@kingkongy ... non ti facevo esperto di esplosivi made in CZ.... devo aver paura...?  Very Happy

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Ven 16 Set 2016 - 11:55

Si Matteo siamo coetanei. Lui non gioca solo a scuola tennis appena ha un amico disponibile lui gioca. Hai ragione non vanno bene entrambe le scuole stiamo pensando di rivolgerci ad una terza scuola anche se molto più cara, ci ha chiesto 850€ per due volte a settimana, lezioni di 50 minuti. Ti ringrazio

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 16 Set 2016 - 12:03

Un consiglio, se scrivi qui in che provincia siete comodi, secondo me sicuro qualcuno può indirizzarti...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Ven 16 Set 2016 - 12:06

Provincia sud di Milano, San Giuliano Milanese, San Donato Milanese, Melegnano in questa zona

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 16 Set 2016 - 12:08

Vedrai che non tarderanno ad arrivare.... Wink

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Ven 16 Set 2016 - 12:10

OK grazie

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Attila17 il Ven 16 Set 2016 - 12:16

In questo momento dove sta giocando?
Io ho un amico che allena al TC Bonacossa ma mi sa che è fuori mano per te, siamo in zona P.zza Firenze, a spanne.

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1473
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Ven 16 Set 2016 - 12:19

Si è lontano. Lui fino ad ora ha giocato a San Giuliano Milanese

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Attila17 il Ven 16 Set 2016 - 12:23

Vado a memoria perchè è da un po di anni che sono fuori da Milano, mi pare ci sia a San Donato un TC chredo si chiami Le Vele.
Oppure una volta giocavo spesso al TC Corvetto che è in via Fabio Massimo se nn ricordo male.
Queste come strutture non erano male, non ti so dire costi o altro ma sono cmq due centri per il tennis.
Ciao

Attila17
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1473
Età : 47
Località : Albissola Marina
Data d'iscrizione : 18.05.13

Profilo giocatore
Località: Albissola Marina , ma sun de Milan
Livello: NC. ITR 3,5-4,0
Racchetta: Prince POG 4 stipes 1987; Prince Tour Pro 100; Prince Warrior 107;Yonex Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un maestro che deprime

Messaggio Da Mony70 il Ven 16 Set 2016 - 12:30

Corvetto credo di conoscerlo c'è andato a giocare mio figlio perché voleva provare la terra battuta, se stiamo parlando dello stesso, Le Vele non lo conosco mai sentito

Mony70
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 14.09.16

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum