Passionetennis - Il portale del tennista
Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Accedi
Ultimi argomenti
nuove Yonex VCORE Oggi alle 10:19fa
Novak DjokovicIeri alle 13:45nicpett
Pure drive 2018Dom 19 Ago 2018 - 23:45pinimbe


Ultime dal mercatino
Link Amici

Condividi
Andare in basso
avatar
fil27t
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 446
Data d'iscrizione : 15.05.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: steel colander pro

ARTECH / pro-stock Artengo

il Dom 29 Mag 2016 - 12:01
Promemoria primo messaggio :

Mi sono imbattuto in questo articolone  e ve lo riporto http://tennistaste.com/artengo-la-voce-grossa-progetto-artech


L’immagine di unRaffaello Barbalonga, un grande esperto di evoluzione delle racchette nella storia, ma soprattutto di tecniche costruttive della grafite, porta avanti da qualche anno una ricerca il cui scopo è quello di valorizzare la tecnicità dei servizi e delle competenze nel comparto tennis. In relazione a queste considerazioni, non potevo esimermi dal chiedergli come stesse procedendo e quali fossero gli out-put, perché il progetto mi piace, è ambizioso ed ha a che fare con il tennis giocato, quello dedicato agli appassionati.
Raffaello Barbalonga davanti alla sua famosa rastrelliera di telai storici
Come nasce il Progetto? Qual è il principio ispiratore?

Il progetto Artech nasce dalla necessità di scollegare il marchio Artengo dalla percezione di prodotto economico, come viene ingiustamente etichettato. Ci stiamo concentrando sul vero fruitore del prodotto, l’appassionato, che ha esigenze diverse rispetto al professionista e che vuole, allo stesso tempo, un telaio di qualità, giocabile, solido e appagante su tutti i fronti.



Qual è l’obiettivo? Cosa volete realizzare con le nuove Artech?

L’obiettivo è unico, fornire un prodotto sviluppato in campo, con e per gli appassionati di tennis, che piaccia per la resa e che sia soddisfacente anche a livello estetico, con scelte cromatiche che ricalchino il carattere agonstico delle nuove racchette. Allo stesso tempo, la base di partenza è quella di offrire una prodotto di qualità, per materiali impiegati e comportamento dinamico, e per questo abbiamo sviluppato un prodotto che non è votato all’economia, ma alla prestazione. In poche parole, abbiamo voluto realizzare le Pro Stock di Artengo, materiali di qualità e telai messi a punto da una squadra di tecnici.

A parte te, chi ha lavorato al progetto?

In Decathlon Modena si è creato una sorta di laboratorio dove facciamo ricerca e sviluppo e privilegiamo i servizi tecnici come l’incordatura e la customizzazione. In questa direzione abbiamo presto coniugato le nostre progettualità con il know how di Pro-T-One, dell’Ing. Gabriele Medri, dando vita a tante idee nel cassetto. Parallelamente é nato il gruppo ”Quindicizero” che si occupa di eventi che hanno l’obiettivo di dare consapevolezza al tennista contemporaneo.

Dal punto di vista delle racchette, da dove siete partiti?

Il tutto è cominciato quando ho visto come fossero all’interno le nuove Artengo TR990. Completamente piene e con la balsa e core foam, una manifattura assolutamente di alto alto livello. Mi sono chiesto quanto costasse produrre un telaio di quel genere. Le ho fatte analizzare a Gabriele Medri ed anche lui è rimasto di stucco. In effetti l’aspetto tecnologico di questi telai era troppo in ombra. Ho chiesto in azienda e mi hanno fatto parlare direttamente col capo prodotto a Shenzhen. Lui mi ha confermato che i prodotti erano realizzati con stuoie complesse, non semplici plain wave, ma twill di origine Japan, i migliori in circolazione. A quel punto abbiamo pensato che forse era giusto evidenziare questi prodotti ingiustamente etichettati come ”economici”.

Materiali di qualità, ma su quali telai li avete applicati?

Abbiamo fatto diverse prove e sono in arrivo altri telai definitivi, ma per ora posso dirti che il telaio che presenteremo a breve è basato su uno stampo H21, 97,5 pollici, già presente nella linea Artengo, sotto il nome di TR930, ma non valorizzato a dovere. Si tratta di una racchetta boxed beam, dal gusto classico e agonistico, pastosa e stabile, con un dato di flessibilità pari a 57 punti Ra, che garantisce quella sensibilità dell’attrezzo, che gli appassionati vogliono ritrovare nel proprio telaio. Abbiamo allo studio, poi, un modello profilato, per coprire la fascia di utenti che ricercano un telaio, sempre di qualità, ma più facile da gestire.



Riguardo al peso della racchetta, cosa avete scelto?

Tre pesi diversi, 305, 315 e 325, di cui l’ultima è denominata “Nos”, per l’effetto spinta che consente la massa del telaio.



Quindi, state tentando anche di cambiare l’appeal del marchio, ma l’estetica del prodotto?

Esatto. Abbiamo ridefinito i parametri di un telaio che sarebbe stato pienamente degno del mercato,  ma forse a causa di alcuni particolari, non era stato apprezzato. Abbiamo lavorato sulle caratteristiche tecniche e dinamiche, quelle che devono costituire il vero appeal del prodotto e che devono rappresentare il motivo di scelta di una racchetta rispetto ad un’altra. Ovviamente, abbiamo rivisitato anche il look, con delle livree più austere e meno vivaci, perché l’estetica deve trasmettere quel senso di agonismo per cui è stata creata. Ho avuto modo di far vedere le nuove racchette ad alcuni clienti e subito mi hanno chiesto se potessero acquistarle.

Considerando il lavoro che c’è dietro al progetto Artech e i materiali adoperati, il prezzo non sarà in linea con lo spirito Decathlon?

Assolutamente, qualora il progetto prendesse vita commerciale, il prezzo resterebbe contenuto, ben oltre ogni aspettativa e nella filosofia del brand. Questo è un segnale che dovrebbe far riflettere gli appasionati sul rapporto qualità/prezzo dei prodotti che acquistano.







Innanzitutto faccio un grande plauso agli ideatori e all'iniziativa, assolutamete speciale e interessante che spero incontri il successo che merita. Dalle foto delle racchette mi pare chiaro che siete partiti da 2 stampi, uno di quelli proprietari di Artengo (inconfondibili gli steli) ed un'altro che sembra il classico Head MP.
Visto che sul forum è presente Raffaello Barbalonga colgo l'occasione per rivolgergli qualche domanda su questa linea di prodotti
che mi viene spontanea dopo aver letto l'articolo che mi ha instillato molta curiosità.

Dal sito del Decathlon ho notato che non sono più listate le 920/930 che erano quelle fatte con uno stampo simil-prestige, quindi quella racchetta viene cessata come prodotto Artengo (sul sito non è più listata) e reincanalata nella linea Artech? Se è possibile saperlo si tratta di un'operazione di valorizzazione del medesimo prodotto o a seguito degli studi hai fatto introdurre delle modifiche di costruzione? In sostanza andate a valorizzare meglio le qualità esistente e non adeguatamente commercializzate o andate ad aggiungere altra qualità e innovazione a prodotti già buoni?

Nell'articolo dici di rivolgerti agli appassionati, partendo dall'assunto che l'appassionato ha esigenze diverse (e implicitamente inferiori) rispetto all'agonista/professionista. Secondo me questo punto di vista, commercialmente parlando, è un grosso errore.
Nello sport c'è sempre l'elemento competitivo e a nessuno piace essere inquadrato, anche se sa di esserlo, come amatore di turno perchè taglia le gambe alla potenzialità, alla speranza di miglioramento, motore dell'impegno della persona, e questa tendenza è palesemente riflessa sul mercato degli attrezzi sportivi, viceversa non vedresti principianti e amatori armati di PS97, Blade, Radical, PD-APD, Prestige e quant'altro circola in ATP. Da qui lancio una domanda e un suggerimento. Il progetto è interessante, alle spalle ci sono persone valide e intelligenti, è un'iniziativa senza precedenti. Probabilmente avete già in mente un lancio coi fiocchi, ma sei sicuro che una linea di racchette del genere non meriti di godere di un traino commerciale in competizioni ufficiali di medio livello dove ancora non girano troppi soldi ma hanno un seguito vicino all'utente finale appassionato? La contestualizzazione del prodotto, l'inserimento fra una concorrenza selezionata è propaganda esso stesso. Al sodo, perchè non provate a metterle in mano ai terza categoria? Le caratteristiche intrinseche dell'attrezzo lo permetterebbero o si tratta di telai materialmente inadeguati per quel livello di giocatori? Scusa le tante domande ma il progetto è veramente interessante e mi ha animato molta curiosità

In definitiva: "cosa volete fare da grandi"?
Volete fare la Artengo "deluxe" confinata nel mondo Decathlon o volete uscire dalla cuccia e andare a giocare con gli altri?

Tanti Auguri, e buona fortuna cheers

gabr179
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1826
Data d'iscrizione : 08.08.12

Profilo giocatore
Località: Monza Brianza - Como
Livello: Scarso
Racchetta: Wilson Burn 100 CV custom

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Lun 6 Nov 2017 - 14:47
il 4 Novembre c'è stata la presentazione della gamma Artech, quindi dovrebbero essere pronti. Sarebbe bello avere maggiori informazioni da Raffaello e da chi ha partecipato all'evento.
avatar
Gian_MO
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
Numero di messaggi : 18
Età : 53
Località : Modena
Data d'iscrizione : 14.10.17

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Pure Drive 2018

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Sab 18 Nov 2017 - 23:51
10 gg fa sono andato ad incordare la mia racchetta e c’erano 4 telai appoggiati sul bancone. Se non sono pronte manca pochissimo
andrea scimiterna
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1119
Data d'iscrizione : 26.01.14

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Dom 19 Nov 2017 - 20:05
Per banalissima curiosità e per ovvio cazzeggio da forum.....nelle Artech che stiamo aspettando c'è qualcosa del telaio di Oliver Marach o viceversa? Nondimeno sinceri complimenti per la partecipazione alle ATP Finals. Twisted Evil
avatar
Tholos66
Fedelissimo
Fedelissimo
Numero di messaggi : 1418
Località : Cagliari
Data d'iscrizione : 30.05.09

Profilo giocatore
Località: Cagliari
Livello: Non capace
Racchetta: 2 Wilson PS 97S 2015, 2 Yonex VC Duel G 310 - 2 Yonex Ezone AI98 - 2 Yonex VCT 89 - e molte altre...

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mer 24 Gen 2018 - 22:31
Ciao, a che punto è il progetto? Da un po' non si hanno più notizie....
avatar
gabr179
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1826
Età : 39
Località : Monza Brianza Como
Data d'iscrizione : 08.08.12

Profilo giocatore
Località: Monza Brianza - Como
Livello: Scarso
Racchetta: Wilson Burn 100 CV custom

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Gio 25 Gen 2018 - 7:53
Boh... sembra quasi che stiano diventando delle racchette "mistiche", "leggendarie", di cui ogni tennista si chiede: esisteranno davvero? Per averle occorre rubare la mappa del tesoro a Raffaello Barbalonga?? Ma se riuscirò ad averne una, diventerò il giocatore più forte di tutti i tempi?? Più di Federer? Un po' come la spada EXCALIBUR che rendeva invincibili...

Cazzaeggio a parte: su Facebook è parecchio che non se ne parla più (da fine Novembre) anche se in realtà sembrerebbero già pronte. Magari Decathlon non vuole ancora commercializzarle...
GIANNI67
Utente attivo
Utente attivo
Numero di messaggi : 234
Data d'iscrizione : 03.03.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.1
Racchetta: PRO STAFF 97 e 97LS CUSTOM

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Gio 25 Gen 2018 - 13:28
In realtà proprio oggi raffaello ha postato su Fb che verranno presentate ufficialmente il 22 marzo a Milano
VANDERGRAF
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 4372
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Gio 1 Feb 2018 - 23:41
scusate ma queste racchette sono già state vendute in qualche modo o nessun comune mortale potrebbe
averle in qualità di legittimo e normale possessore ?
avatar
Mauro 66
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 979
Età : 52
Località : Milano
Data d'iscrizione : 14.03.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Zus 100

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Ven 2 Feb 2018 - 6:45
Non penso siano state vendute al pubblico 

puó essere che qualcuno abbia un prototipo o qualche racchetta di test anticipata per fare le prove, anche se in questo caso solo Raffaello potrebbe dire se sono uguali a quelle che verranno commercializzate definitivamente
avatar
Mauro 66
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 979
Età : 52
Località : Milano
Data d'iscrizione : 14.03.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Zus 100

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Dom 25 Feb 2018 - 22:10
22 Marzo...
st13
Assiduo
Assiduo
Numero di messaggi : 786
Età : 38
Data d'iscrizione : 03.01.14

Profilo giocatore
Località: Cosenza e dintorni
Livello: itr 3.5 - fino a 4.3 me la gioco
Racchetta: ai 98 - prince classic response 97

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mar 15 Mag 2018 - 22:17
Di oggi la prova su tennistaste
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Gio 17 Mag 2018 - 20:42
Bellissima!

Da comprare per giocarci o anche solo X averla!

Bravi!
avatar
Paolo070
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 3238
Età : 48
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: MDC
Livello: ndo cojio cojio. So' tuttu'n taio !
Racchetta: Ora Radical G Xt MP

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Ven 18 Mag 2018 - 10:49
Si ! Ho pensato anch'io la stessa cosa ! Fa tanto bene senza pesare sul portafoglio. Grande idea !
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Ven 1 Giu 2018 - 19:47
Reputazione del messaggio: 100% (2 voti)
E alla fine è arrivata!
Bellissima, veramente fatta bene anche nelle finiture.
308 g , 317 mm bilanciamento e 287 kg/cm2 swing weight nuda, manico 2 con cuoio.

Purtroppo mi sono fatto male a correre sui kart con gli amici e non sono riuscito ancora a provarla......ma non vedo l’ora!
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mer 6 Giu 2018 - 21:06
Appena è stata presentata ho seguito la crescita del progetto, fiducioso della professionalità e passione di Raffaello Barbalonga e dell’ing . Medri.

Quando ne hanno annunciato l’uscita mi sono deciso e anche il prezzo favorevole mi ha convinto ad acquistare la mia prima custom.

Graphite Toray made in japan e controllo qualità eccelso sono biglietti da visita che uniti alla grafite a vista il colore nero traslucido e il cuoio me l’hanno fatta amare al primo sguardo.

Per le specifiche,basandomi su pesi e inerzie delle racchette che utilizzo , ho chiesto a Raffaello di darmi consigli.

Alla fine ho scelto
308g , 287 kg/cm2 inerzia, 317 bilanciamento nuda con un flex di 64,5 e manico in cuoio 2

Appena arrivata mi ha colpito la qualità dell’attrezzo,le specifiche perfette ma anche le scritte in nero vedo non vedo fatte benissimo con il numero della racchetta/ lotto in rosso.

Incordata con le mie solite Diadem Solstice Pro 1,25 con prestretch 5% a 20/19 4 nodi

Premetto che non sono I grande forma fisicamente e che a causa di un incidente ho il costato dolorante che non mi permette di servire.

Ieri sera un’ora di corso con maestro e altri due allievi ( 4,1 e 3,5)

In palleggio la prima sensazione è stata simile a quella con la Donnay: “ che spettacolo di racchetta è questa?!” Mi sono detto.

Flessibile,si sente che è un telaio old style, impatto pieno e sensazioni ottime ma la cosa che mi ha colpito di più rispetto alla APD incordata con stesse corde è che spinge di più.

Non è una on off come ad esempio la Radical Mp Touch, è più graduale ma è una bestia.

A me non piacciono molto le racchette che spingono da sole ma qst è molto sincera, se picchi la palla va, se giochi sciolto la palla resta profonda.

Ottima presa delle rotazioni che sono leggermente influenzate dall’inerzia e dal bilanciamento che incordata è andato quasi a 33 ( 32,7 circa)

Rovescio a una mano pazzesco per velocità e precisione

Insomma una Donnay dual Silver con gli anabolizzanti!??!?

Purtroppo non ho potuto servire ma ci sono un paio di cose che mi hanno fatto capire che è una racchetta che vuole braccio.

Lo sweet spot è molto buono ma non è una profilata .
Se si colpisce verso l’esterno del piatto arrotando la palla, si sente la differenza.
Colpendo in mezzo o in alto la palla fila via alla grande.

Il back lo devo capire meglio come le volée.

Oggi riprovata un’ora insieme a Fulvione ( che tra l’altro ha la Srixon cx 2.0 che è ottima) con lo sparapalle.

La racchetta mi è piaciuta ancora di più.
Va bene, andrebbe valutata al servizio ma paragonata alla APD si sente che spinge di più, anche se tollera un po’ meno.

La volée oggi l’ho giocata bene. Con qst basta impattare la palla e lei la manda profonda. La APD è meno comunicativa e serve lavorare di più la palla .

La Srixon provata insieme è un po’ più rigida incordata con Yonex polytour g e fire a 20 kg risulta meno potente ma comunque molto bella.

Per ovviare alla leggera difficoltà a muoverla ho messo 6g al manico e è diventata ancora migliore sia a rete che nel rovescio non perdendo niente in spinta.

Insomma una racchetta coi fiocchi al costo di un usato.

Va provata al servizio che penso sia una delle armi migliori vista la spinta e la direzionalita.

Che dire, c’è la farà a scalzare la APD!? Non lo so obiettivamente, perché quella è una racchetta che sento mia.

Di certo ha soppiantato la Donnay della quale mantiene i pregi e seppur meno semplice ne amplifica le qualità .

Speriamo che continuino a farne perché mi sa che mi faccio la coppia.....
geriko007
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 99
Età : 46
Località : Milano
Data d'iscrizione : 17.02.17

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: In definizione
Racchetta: Head radical mp xt

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mer 6 Giu 2018 - 21:42
Uella Massimiliano che recensione... Altro che quelle dei bellimbusti di TWH...   Very Happy
Ti piace proprio è ...? 
Sai l'inerzia incordata?
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mer 6 Giu 2018 - 22:15
La macchina diagnostica aveva l’imerzia rotta purtroppo.

Grazie per il complimento ma io mi limito a descrivere le mie sensazioni .

Di racchette poi ne provo tante ma poche fanno qst effetto sinceramente
avatar
VonKurt
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 80
Età : 63
Località : Torino
Data d'iscrizione : 26.02.11

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: Amatore N.C.
Racchetta: Wilson BLX Pro Open 2011; Prince EXO 3 Tour 100 16x18; Head Graphene Radical Pro; Head Graphene Prestige Pro; Yonex Si 100 G;2 Tecnifibre T-Fight 315 Ltd 16M; Yonex Ai98 G; Yonex 97 Tour F 290 gr custom; Zus 100 310 0/315; Mantis Pro 295 custom; Donnay Pro One GT 97 16M; Donnay X Dual Silver 99, Donnay 100 Formula Pentacore; Artech Proto.

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Gio 14 Giu 2018 - 17:10
Ordinataaaaaaaaa. In versione 59 cm. 305 Gr. bil 328, SW 290...Tutta "nuda". Peccato però che le versioni XL siano opache e non lucide (mi piaceva un sacco lucida, mannaggia).
Se tutto va bene martedì la testerò con un bell'ibrido. Vi farò sapere.
avatar
VonKurt
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 80
Età : 63
Località : Torino
Data d'iscrizione : 26.02.11

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: Amatore N.C.
Racchetta: Wilson BLX Pro Open 2011; Prince EXO 3 Tour 100 16x18; Head Graphene Radical Pro; Head Graphene Prestige Pro; Yonex Si 100 G;2 Tecnifibre T-Fight 315 Ltd 16M; Yonex Ai98 G; Yonex 97 Tour F 290 gr custom; Zus 100 310 0/315; Mantis Pro 295 custom; Donnay Pro One GT 97 16M; Donnay X Dual Silver 99, Donnay 100 Formula Pentacore; Artech Proto.

Incordata....

il Mar 19 Giu 2018 - 11:23

Pronta per la battaglia. Un grazie all'Ing. Gabriele Medri e al mio incordatore Andrea Candusso (plurititolato incordatore).
La racchetta è (su mie specifiche e consiglio dell'Ing): lunghezza 69 Cm. Peso 305 Bil. 328 mm/mm Sw 290 (nuda) Ra 64. Incordata in ibrido con mono Head Hawk 1.25 grey sulle verticali (20 Kg. prestretch 10%) e Multi Hiper String Photon 1.30 sulle orizzontali (20,5 Kg. prestretch 10%).
Sono curioso di provare il multi perché appartiene alle corde selezionate e con specifiche appositamente studiate da Andrea Candusso. La sua collezione consta di vari Mono e Multi molto interessanti. Appena finisco la matassa di Hawk proverò sicuramente i suoi mono. Domani prime impressioni.
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mar 19 Giu 2018 - 13:34
Azz Von.....328 di bilanciamento nuda????!!!!! Una blade ancora più tosta da far ruotare con tutta questa massa in testa.

NB....la mia che è 317 spinge come una belva. Immagino codesta che bombe tiri!

Comunque complimenti!
avatar
tempesta
Veterano
Veterano
Numero di messaggi : 1786
Età : 47
Località : Prato
Data d'iscrizione : 08.11.13

Profilo giocatore
Località: Prato
Livello: 4a cat....
Racchetta: APD 2013-Donnay XDual Silver 2016!!!!

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mar 19 Giu 2018 - 13:36
nb Un appunto ai progettisti...... come si può ben vedere dalla foto sopra quando la tieni in mano con la dx le scritte sobno sempre al contrario...... sembra

 una racchetta progettata per i mancini..... Very Happy
avatar
VonKurt
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 80
Età : 63
Località : Torino
Data d'iscrizione : 26.02.11

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: Amatore N.C.
Racchetta: Wilson BLX Pro Open 2011; Prince EXO 3 Tour 100 16x18; Head Graphene Radical Pro; Head Graphene Prestige Pro; Yonex Si 100 G;2 Tecnifibre T-Fight 315 Ltd 16M; Yonex Ai98 G; Yonex 97 Tour F 290 gr custom; Zus 100 310 0/315; Mantis Pro 295 custom; Donnay Pro One GT 97 16M; Donnay X Dual Silver 99, Donnay 100 Formula Pentacore; Artech Proto.

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mar 19 Giu 2018 - 15:56
Calcola che la mia è più lunga di 5mm/mm e quindi il bilanciamento è meno avanti di quanto sembri.
avatar
VonKurt
Frequentatore
Frequentatore
Numero di messaggi : 80
Età : 63
Località : Torino
Data d'iscrizione : 26.02.11

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: Amatore N.C.
Racchetta: Wilson BLX Pro Open 2011; Prince EXO 3 Tour 100 16x18; Head Graphene Radical Pro; Head Graphene Prestige Pro; Yonex Si 100 G;2 Tecnifibre T-Fight 315 Ltd 16M; Yonex Ai98 G; Yonex 97 Tour F 290 gr custom; Zus 100 310 0/315; Mantis Pro 295 custom; Donnay Pro One GT 97 16M; Donnay X Dual Silver 99, Donnay 100 Formula Pentacore; Artech Proto.

Re: ARTECH / pro-stock Artengo

il Mer 20 Giu 2018 - 9:14
Allora: provata in partita ieri sera su terra. Me lo permettete un "francesismo"? MINCHIA!!!! la pensavo difficile e precisa con sweetspot limitato...mi sono dovuto presto ricredere; Si trova profondità con una certa facilità. Grandissimo dritto, sul rovescio mi son trovato meno bene ma quello è un problema mio. Dove sono riuiscito a colpire con buon timing e precisione sono uscite delle belle palle. Il mio sparring ha notato una bella pesantezza di palla. Io una estrema precisione direzionale, buona presa delle rotazioni (che non sono parte integrante del mio gioco) estrema precisione dell'altezza di palla dal suolo, tanto che all'inizio ho preso qualche volta di troppo il nastro; corretto il colpo, tutto perfetto. Sui colpi bloccati la palla trovava un'ottima profondità. Unica pecca...e vorrei vedere: braccetto vietato nel modo più assoluto. Gradisce molto il gioco d'attacco grazie anche alla facilità di aprirsi gli angoli con colpi precisi e profondi. Le caratteristiche della racchetta nuda sono: lunghezza 69 cm. manico in cuoio; 305 Gr. di peso; bilanciamento 328 mm/mm; Sw 290 Kg/Cm2. Un grazie specialissimo e molto sentito a Raffaello Barbalonga per aver reso disponibile il suo progetto e avermi "customizzato" alla perfezione il telaio. Ha centrato in pieno la racchetta sulle mie caratteristiche.
Torna in alto
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum