Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Partite perse bene e partite vinte male

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da GIANLUINI DICA il Ven 10 Set 2010 - 14:48

A nessuno sicuramente piace perdere e questo è assodato però per esempio ieri sera dopo una delle mie tante sconfitte in un torneo estivo sono uscito dal campo soddisfatto perchè sapevo di aver disputato una buona partita e di aver cercato soluzioni di gioco più tecniche: prima di scendere in campo mi ero ripromesso di giocare in tranquillità,senza paura di sbagliare e di non non cercare inutili forzature.Tengo a precisare che il mio avversario non era "Attila il flagello di Dio"ma un normalissimo nc e molto probabilmente penso che giocando più di rimessa la partita avrei anche potuto portarmela a casa eppure ieri rispetto alle partite degli altri turni precedenti ho pensato più a giocare che a vincere.Sia chiaro quello uscito dal campo sconfitto sono stato io quindi il mio avversario è risultato più forte, però rispetto a tante volte dove risultavo vincente ma infelice moralmente per una mia prestazione non soddisfacente,ieri sera nel complesso ero positivamente soddisfatto. A mio parere quando si è a un livello mediocre di gioco come nel mio caso e non si hanno particolari ambizioni agonistico sportive "vincere"nel vero senso della parola una partita significa esprimere un buon gioco mettendo in difficoltà l'avversario e indurlo all'errore e creare situazioni tali da poter chiudere con un colpo vincente;vincere grazie agli innumerevoli errori gratuiti del nostro avversario è pur sempre una vittoria ma noi dentro noi stessi ci sentiamo ugualmente gratificati ?? Ecco perchè non riesco a capire anche quando sento parlare di punti rubati...... Rolling Eyes

_____________________________________________________________


Bookmark and Share

GIANLUINI DICA
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3667
Età : 44
Località : CREMONA
Data d'iscrizione : 08.11.09

Profilo giocatore
Località: CREMONA
Livello: 3.0 ITR. 4.2
Racchetta: Wilson Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da boris75 il Ven 10 Set 2010 - 16:32

Guarda è il discorso un pò di tutti , io ti posso dire che hai fatto bene a perdere giocando come " si " dovrebbe giocare , se giochi solo di rimessa arrivi ad un certo punto e ti fermerai lì , mentre se osi provi ad allargare i tuoi orizzonti tennistici forse non subito ma i risultati arriveranno e nel lungo periodo sarai di sicuro un tennista migliore. Io me lo sono detto in questi giorni " Marco se vuoi imparare a giocare a tennis " inizia a giocare a tennis e non me ne frega se adesso ho perso qualche partita ma almeno provo a forzare e no ho scusanti del se avessi tirato più forte ..... adesso tiro più forte ed è capitato che abbia perso ma che mi sia divertito più di tante volte che ho vinto....

boris75
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 599
Età : 41
Località : Siena
Data d'iscrizione : 25.12.09

Profilo giocatore
Località: Siena
Livello: giocatore di club 3.5
Racchetta: Aerostorm GT custom, Volkl DNX9

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da Alessandro il Ven 10 Set 2010 - 16:38

Tra le due soluzioni, preferisco di gran lunga perdere avendo giocato davvero bene.

_____________________________________________________________

Alessandro
Amministratore
Amministratore

Numero di messaggi : 2749
Età : 39
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Head Graphene Touch Pro - Fischer Black Granite N°1

http://www.passionetennis.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da chiros il Ven 10 Set 2010 - 17:27

Siccome quando perdo mi prende in giro tutto l'ufficio, ora preferisco vincere.
Comunque dobbiamo essere sicuri su che significa giocare bene. Tirare per cercare di far entrare tutti i nostri colpi può aiutare la nostra tecnica molto.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Ven 10 Set 2010 - 18:27

Ragazzi cosa vuol dire giocare bene!??!?

Se s'intende, ogni tanto tirare un missile terra aria sull'incrocio delle righe, o cacciare un passante su 5 al rivale sceso a rete, beh questo NON E' GIOCARE BENE!

Se invece, s'intende tenere una velocità di palla discreta, essere abbastanza costanti e sbagliare poco... beh questo E' GIOCARE BENE!

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da GIANLUINI DICA il Ven 10 Set 2010 - 21:11

"esprimere un buon gioco mettendo in difficoltà l'avversario e indurlo all'errore e creare situazioni tali da poter chiudere con un colpo vincente"
Questo per me significa gocare bene Smile

_____________________________________________________________


Bookmark and Share

GIANLUINI DICA
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3667
Età : 44
Località : CREMONA
Data d'iscrizione : 08.11.09

Profilo giocatore
Località: CREMONA
Livello: 3.0 ITR. 4.2
Racchetta: Wilson Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Ven 10 Set 2010 - 23:00

@GIANLUINI DICA ha scritto:"esprimere un buon gioco mettendo in difficoltà l'avversario e indurlo all'errore e creare situazioni tali da poter chiudere con un colpo vincente"
Questo per me significa gocare bene Smile

ANche per me è giocare bene

Il tennis è fatto di statistiche... tirare bene, vuol dire, tirare bene per tutta la partita... chiaro che per tenere sempre la palla dentro, alle volte bisogna ridurre i giri e la velocità... o meglio:
a tennis, bisogna cercare di tenere un ritmo costante che noi stessi siamo in grado di poter mantenere per tutta la partita... quindi anche se sono capace di tirare forte... ma ne tengo in campo 3 su 10... dovrò ridurre tale colpo, affinchè, la mia palla 8 volte su 10 stia in campo!


cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da GIANLUINI DICA il Ven 10 Set 2010 - 23:21

Penso che il punto sia proprio qui ossia la continuità nel gioco:questa sera ho giocato contro un classificato 4.2 e logicamente perso 6/1 6/1....appena dopo alcuni scambi il mio ritmo si abbassava lui lo sfruttava per andare a cercare di chiudere il punto......la differenza fra me e lui?Lui i cali d'intensità li ha avuti solo nei 2 game che gli ho strappato(meritatamente What a Face )
Quindi riflettendo nel dopo partita ho capito che se voglio progredire dal punto di vista del gioco non posso permettermi di giocare a "pallette"con un pari livello pur di portare a casa il risultato.

_____________________________________________________________


Bookmark and Share

GIANLUINI DICA
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3667
Età : 44
Località : CREMONA
Data d'iscrizione : 08.11.09

Profilo giocatore
Località: CREMONA
Livello: 3.0 ITR. 4.2
Racchetta: Wilson Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Ven 10 Set 2010 - 23:58

Ciao. Giocare bene....bella questione. Ex. L'inter a Barcellona ha giocato bene? Mha! Vediamo, se l'obiettivo era evitare il dialogo stretto tra gli avanti del Barça per non subire 2 gol, allora è stata una partita perfetta, ma davvero perfetta, perchè il pasaggio del turno si gioca in 180 minuti. Fosse stata una finale secca, L'inter..... ha giocato bene ? Forse, nel senso che si può giocare di "rimessa", ma almeno un pò devi ripartire, quindi la risposta sarebbe stata ...NO Exclamation Nel tennis le cose però si devono dividere in due, ossia :1- Ho giocato bene tatticamente? 2- Ho giocato bene tecnicamente? Perchè si può vincere o perdere allo stesso modo anche se le due cose non vanno insieme. Tecnicamente perfetti si può perdere perchè si è sbagliata la tattica, e viceversa. Io personalmente parto in ordine di importanza da:1 - Fisicamente come stavo? 2 - Riuscivo a portare tutti i colpi come dico io (tecnica) ? 3- Ho messo la palla dove dovevo (tattica) ? Se la prima condizione è buona, ma una delle altre due non funziona , allora ho giocato male, se la prima condizione è pessima, allora posso chiudere un occhio su come ho giocato indipendentemente da come sono andate tecnica e tattica.
"esprimere un buon gioco mettendo in difficoltà l'avversario e indurlo all'errore e creare situazioni tali da poter chiudere con un colpo vincente"
Questo per me significa gocare bene Smile
Questa frase racchiude il tennis perfetto, nel senso che ci vedo un pò di Wilander , (indurre l'avversario all'errore) un pò di Agassi o Kuerten o Curier (creare situazioni tali da poter chiudere con un colpo vincente) e ovviamente tutti gli altri a seconda dei gusti (esprimere un buon gioco) . Va da se quindi che la tecnica e la tattica si mescolano , Non è divertente vedere Nadal incastrare Federer nell'angolo sinistro del campo,ma, tatticamente è perfetto (a dire la verità pure tecnicamente Laughing ) Chiedo scusa se mi sono dilungato, ho portato molti esempi di campioni perchè siccome li conosciamo e li abbiamo visti per anni ,era più facile trasportarlo come esempio sul campo, dopotutto il discorso fatto per loro vale anche per noi "che" ovviamente ci scegliamo avversari al nostro livello. P.S. Scusami Gianluini solo una cosa, non dire "livello mediocre come nel mio caso" , basta dire "il mio livello". Scusa ma io sono fatto così non mi dire niente, ma se vuoi iniziare a progredire come dici tu, oltre ad evitare le "pallette" , devi evitare anche certi giudizi negativi, perchè se ti vede un'altro che con un 4.2 ci perde 6-0 6-0 6-0 , magari tu per lui non sei mediocre..... Ciaooo

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da GIANLUINI DICA il Sab 11 Set 2010 - 0:39

tutti gli esempi fatti sono giusti però sono rapportati a grandi squadre con campioni dove la posta in palio è molto alta e dove le persone in questione non hanno più niente da imparare.... io realisticamente parlando a livello di quarta nc penso che si possano distinguere in 2 sottocategorie:quelli che hanno lacune tecnico tattiche e quindi più o meno giocano in maniera mediocre e quelli che avendo un buon gioco non rispecchiano assolutamente la loro posizione di classifica ..in effetti nei tornei nei primi giorni abbiamo la classica "scrematura"... Wink
Io se potessi scegliere veramente cercherei di affrontare spesso avversari di livello superiore perchè è qui che possiamo ,insieme all'allenamento,cercare dei miglioramenti e darci un 'idea reale del nostro livello di gioco...poi guarda io sarò forse un pò anche negativo ma perdere 6/0 o 6/1 per me non ha molto valore....ciao Smile

_____________________________________________________________


Bookmark and Share

GIANLUINI DICA
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3667
Età : 44
Località : CREMONA
Data d'iscrizione : 08.11.09

Profilo giocatore
Località: CREMONA
Livello: 3.0 ITR. 4.2
Racchetta: Wilson Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Sab 11 Set 2010 - 1:05

Ciao. In effetti giocare con i più bravi si migliora e questo è risaputo, però devi trovare anche quello bravo che ti fa giocare, ......altrimenti...diventa un monologo. Se ti ci metti e migliori però la scrematura arriverà sempre più tardi Wink Sul discorso negatività , io capisco che perdere 6-0 o 6-1 piò non fare differenza ( che poi per qualcuno fa un enorme differenza) il senso è ,anzi era, di giudicarsi comunque in maniera positiva anche se si è raggiunto il minimo miglioramento, poi è da vedere se sei davvero un 2.5 o magari ti sei sottovalutato alla grande, nel dubbio non giudicarti mediocre, perchè per qualcuno potresti essere bravo e non lo sai. Per esempio, per te quelli bravi chi sono? I terza categoria? Che però rispetto ai 2a alti, sono un po' mediocri, seguendo questa scala allora tu dovresti essere scarso, e così via a salire. Io ho visto che hai 35 anni, non so se hai leto in qualche mio post che un nostro amico al campo, ha iniziato le lezioni con il maestro a 36 anni, ha ancora le wilson 6.1 di 15 anni fà, ancora se la gioca con i 4a alti ora che ha 50 anni, devi vedere come si carica e si diverte quando picchia la palla, ed ancora fa lezioni per migliorare il gioco a rete Shocked Shocked tu ne hai 35 e gia giochi da un pò, sei messo meglio no? L'osservazione che hai fatto sui campioni che ho portato negli esempi, è vera in parte, nel senso che innanzittutto c'è sempre da imparare, sopratutto ai loro livelli in cui si devono "imparare" i dettagli, poi ...come hai detto tu stesso, le cose vanno rapportate, tu puoi avere un patos da torneo, loro hanno il patos da torneo dello slam. E' la stessa cosa. ;)Ciaoo

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 2:18

@doppiofallo:

L'esempio sull'inter nn calza... xchè si parla di calcio!
A calcio funziona così... se vinci sei bravo, se perdi sei scarso!

L'inter nn meritando (parere oggettivo, visto gli errori arbitrali che hanno sfavorito il barsa), è passata come la squadra che ha fatto l'impresa!
Se gli arbitri avessero fatto il loro lavoro... l'inter sarebbe stata massacrata... ed ancor di più il Mou... avrebbero detto, catenacciaro, contropiedista privo di gioco!

Idem lo scorso anno col barsa... il chelsea che meritava (parere oggettivo, visto almeno i due rigori nn dati) contro il barsa, è uscito, il barsa ha vinto la champions e da qua, è partita la sviolinata per il calcio di guardiola e bla bla... ma il vecchio goose li aveva ingabbiati, facendo una specie di catenaccio... poi se dopo nn ti danno due rigori ed inesta fa gol al 93"... che vuoi che ti dica!!!

Fine OT Cool

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Sab 11 Set 2010 - 9:37

Cristiano l'esempio dell'Inter era per mettere in evidenza la differenza tra il gioco (o il bel gioco visto che stavamo parlando di questo) e la tattica che può essere tranquilamente efficace ma non necessariamente bella . Poi l'esempio era riferito alla partita nello specifico, senza andare a vedere e contare le partite precedenti o le precedenti edizioni della coppa con errori arbitrali etc etc. perchè se poi di errori arbitrali si vuole parlare, allora si "deve" anche parlare di uno del Barça che casca come uno che ha un calo di zuccheri ed inganna l'arbitro che butta fuori Motta dell'inter. Mi sembrava abastanza azzeccato come esempio visto che si parlava di giocare "bene", ma il giocare "bene" è molto aleatorio come concetto e secondo me quella partita "in particolare" ne è una dimostrazione lampante.
A calcio funziona così... se vinci sei bravo, se perdi sei scarso!
Permettimi amichevolmente di dissentire, altrimenti l'esempio portato da te di Barcellona Chelsea dell'anno precedente indicherebbe che una delle due ...(quella eliminata) è scarsa...cosa che onestamente faccio fatica a credere Wink Fine O.T.

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 10:47

@doppiofallo ha scritto:Cristiano l'esempio dell'Inter era per mettere in evidenza la differenza tra il gioco (o il bel gioco visto che stavamo parlando di questo) e la tattica che può essere tranquilamente efficace ma non necessariamente bella . Poi l'esempio era riferito alla partita nello specifico, senza andare a vedere e contare le partite precedenti o le precedenti edizioni della coppa con errori arbitrali etc etc. perchè se poi di errori arbitrali si vuole parlare, allora si "deve" anche parlare di uno del Barça che casca come uno che ha un calo di zuccheri ed inganna l'arbitro che butta fuori Motta dell'inter. Mi sembrava abastanza azzeccato come esempio visto che si parlava di giocare "bene", ma il giocare "bene" è molto aleatorio come concetto e secondo me quella partita "in particolare" ne è una dimostrazione lampante.
A calcio funziona così... se vinci sei bravo, se perdi sei scarso!
Permettimi amichevolmente di dissentire, altrimenti l'esempio portato da te di Barcellona Chelsea dell'anno precedente indicherebbe che una delle due ...(quella eliminata) è scarsa...cosa che onestamente faccio fatica a credere Wink Fine O.T.

n sono stato chiaro... volevo dire... che purtroppo nel calcio per molte persone ed addetti ai lavori funziona così:
A calcio funziona così... se vinci sei bravo, se perdi sei scarso!
Nn certo per me!

Secondo me l'esempio tra calcio e tennis nn funziona.. xchè a tennis vincerà sempre il più forte... e per più forte nn vuol dire il più bello da vedere... mentre a calcio, conta tanto ogni singolo episodio!

Insomma quello che volgio dire... è che se a tennis pensate di essere battuti da uno più scarso che però la tirava ssempre di la... ebbene sbagliate! Avete semplicemente perso con uno più forte di voi! E' un concetto difficile da digerire, però è così... il pallettaro che tira palla morte dall'altra parte e vince... nn è lui scarso, ma è chi perde contro di lui che è scarso! La dura legge del tennis...

OT/PS. Motta andava fuori col doppio giallo, sempre inter in 10 era! Alza il braccio sulla faccia del giocatore... in champions è sacrosanto il giallo! Quindi cambiava poco!E cmq, ho lasciato perdere anche i 3/4 rigori che doveva avere il chelsea contor l'inter tra milano e londra (+ espulsione di samuel). PPS. Sei interista?!? Question

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Sab 11 Set 2010 - 12:32

è che se a tennis pensate di essere battuti da uno più scarso che però la tirava ssempre di la... ebbene sbagliate!
Io però non ho mai detto una cosa del genere Shocked anzi se rileggi con attenzione i post, non c'è propio traccia di una cosa del genere, semmai ho detto propio il contrario,che giocare bene è una cosa opinabile , per giocare bene subbentrano altri fattori che esulano dalla spettacolarità, il pallettaro che vince gioca bene ( se poi riesce a vincere) se prende uno che lo massacra di pallate mentre lui continua a dare pallette morte...rimane pallettaro e in quel caso perde pure, quindi ....non ha giocato bene in quel caso. Wilander era un pallettaro, ma se vinceva molto vuol dire che spesso indovinava la tattica e in quel caso giocava bene, anche Edberg giocava bene penso che 8 persone su 10 ritenevano più spettacolare il gioco di Edberg rispetto a quello di Wilander ( che ha vinto anche un titolo in più di Edberg), la stessa cosa si potrebbe dire di Lendl, stesso discorso ed una prova dello slam in più dello svedese. Per questo il paragone con Inter barça mi sembrava azzeccato (spettacolarità contro essenzialità) senza andare a prendere episodi rigori etc, il mio era solo un esempio e tra l'altro non sono neanche lontanamente interista, forse è per questo che nella partita Inter Barcellona c'ho visto solo un esempio e nient'altro........ ( juventino o milanista Laughing ??? Question ) Ciaoo

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 13:04

@doppiofallo ha scritto:
è che se a tennis pensate di essere battuti da uno più scarso che però la tirava ssempre di la... ebbene sbagliate!
Io però non ho mai detto una cosa del genere Shocked anzi se rileggi con attenzione i post, non c'è propio traccia di una cosa del genere, semmai ho detto propio il contrario,che giocare bene è una cosa opinabile , per giocare bene subbentrano altri fattori che esulano dalla spettacolarità, il pallettaro che vince gioca bene ( se poi riesce a vincere) se prende uno che lo massacra di pallate mentre lui continua a dare pallette morte...rimane pallettaro e in quel caso perde pure, quindi ....non ha giocato bene in quel caso. Wilander era un pallettaro, ma se vinceva molto vuol dire che spesso indovinava la tattica e in quel caso giocava bene, anche Edberg giocava bene penso che 8 persone su 10 ritenevano più spettacolare il gioco di Edberg rispetto a quello di Wilander ( che ha vinto anche un titolo in più di Edberg), la stessa cosa si potrebbe dire di Lendl, stesso discorso ed una prova dello slam in più dello svedese. Per questo il paragone con Inter barça mi sembrava azzeccato (spettacolarità contro essenzialità) senza andare a prendere episodi rigori etc, il mio era solo un esempio e tra l'altro non sono neanche lontanamente interista, forse è per questo che nella partita Inter Barcellona c'ho visto solo un esempio e nient'altro........ ( juventino o milanista Laughing ??? Question ) Ciaoo

Moggiano! affraid

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da blwi85 il Sab 11 Set 2010 - 13:33

mah sono solo in parte d'accordo, poichè si vede neanche tanto raramente giocatori di tennis vincere 6-3 sull'avversario, e se vai a vedere il totale dei punti fatti magari trovi che quello che ha vinto ne ha fatto solo uno o due in più dell'avversario, quindi possiamo veramente dire che quello lì è più forte dell'avversario? inoltre se a tennis vince sempre il più forte , allora i tornei dovrebbe vincerli sempre la testa di serie numero uno, invece non è così ovviamente ( e io aggiungo, per fortuna). Insomma io penso che così come nel calcio, anche in tutti gli altri sport contano gli episodi, altrimenti se fosse una legge scritta che gusto ci sarebbe?!
per tornare all'esempio dell'inter, premettendo che io sono interista, ammetto che l'inter l'anno scorso ha giocato male dal punto di vista squisitamente calcistico, ammetto che guardare giocare la Roma ad esempio era molto più divertente perchè oggettivamente giocava meglio, però l'inter ha vinto tutto e la Roma niente, quindi a chi è andata meglio? anche in questo caso, come nel tennis nell'esempio citato , c'è la dura controversia: meglio giocare bene o vincere?
p.s.
@cristiano75 ha scritto:
OT/PS. Motta andava fuori col doppio giallo, sempre inter in 10 era! Alza il braccio sulla faccia del giocatore... in champions è sacrosanto il giallo!
perchè in champions le regole sono diverse?? a me non risulta !

Wink

blwi85
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 254
Località : Pescara
Data d'iscrizione : 15.08.10

Profilo giocatore
Località: Pescara
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: yonex DR100 - starburn T6

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Sab 11 Set 2010 - 13:41

Moggiano! affraid
Vabbè , Wink comunque per essere corretti non tifo per nessuna delle tre grandi Wink Per blwi85- Ciao anche a te. Si concordo sul fatto che se vincesse sempre il più forte sarebbe una noia mortale, la cosa divertente è che il più forte lo si scopre sul campo mano mano che la partita va avanti, e mi piace pensare che ci siano regole universali per tutti gli sport, tant'è vero che ho tirato in ballo la partita di champions,di un altro sport Laughing :Per rimanere in tema, tornando al discorso bello o vincente o più forte etc etc, secondo voi per esempio, cosi per chiacchierare, chi gioca meglio tra Federer e Nadal e chi dei due è più forte?

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 14:30

@blwi85 ha scritto:mah sono solo in parte d'accordo, poichè si vede neanche tanto raramente giocatori di tennis vincere 6-3 sull'avversario, e se vai a vedere il totale dei punti fatti magari trovi che quello che ha vinto ne ha fatto solo uno o due in più dell'avversario, quindi possiamo veramente dire che quello lì è più forte dell'avversario? inoltre se a tennis vince sempre il più forte , allora i tornei dovrebbe vincerli sempre la testa di serie numero uno, invece non è così ovviamente ( e io aggiungo, per fortuna). Insomma io penso che così come nel calcio, anche in tutti gli altri sport contano gli episodi, altrimenti se fosse una legge scritta che gusto ci sarebbe?!
per tornare all'esempio dell'inter, premettendo che io sono interista, ammetto che l'inter l'anno scorso ha giocato male dal punto di vista squisitamente calcistico, ammetto che guardare giocare la Roma ad esempio era molto più divertente perchè oggettivamente giocava meglio, però l'inter ha vinto tutto e la Roma niente, quindi a chi è andata meglio? anche in questo caso, come nel tennis nell'esempio citato , c'è la dura controversia: meglio giocare bene o vincere?
p.s.
@cristiano75 ha scritto:
OT/PS. Motta andava fuori col doppio giallo, sempre inter in 10 era! Alza il braccio sulla faccia del giocatore... in champions è sacrosanto il giallo!
perchè in champions le regole sono diverse?? a me non risulta !

Wink

Ho detto che a tennis vince il più forte... ed aggiungo, chiaramente che questa frase ci sta al 90%... poi è chiaro ch eogni tanto basta un let che ti alza l apalla e la fa andare fuori per cambiare la partita... ma di questi episodi ce ne sono pochi!
Per comprendere: vince il più forte, certo nn mi riferisoc al più ofrte in classifica, ma il più forte che ha disputato quell'incontro! Ogni tanto, (come anche a noi) capita anche ai big, di nn giocare al 100%... quindi per più forte io mi riferisco, relativamente al più forte in quell'incontro! (mi sembrava ovvio scratch )

Per tornare all'inter... la roma nn è che gioca meglio, altrimenti avrebbe vinto il campionato e tutto il resto... per essere più precisi, diicamo che la roma, a livello offensivo ha un bel gioco, e questo accade infortuni permettendo... ma dato che a calcio la fase difensiva ha il suo xchè, e la rosa dell'inter è due volte quella della roma, ecco spiegato il mistero!
Gli episodi nel calcio, sono molto più importanti, basti pensare ad un rigore che può cambiare la partita... Inter-Chelsea al 44" del primo tempo, c'era rosso per samuel e rigore per il chelsea... ti sembra una cosa da poco (neanche lo zio aveva la forza di negarlo)? Sarebbe cambiato tutto!
Sul discorso delle regole della champions... il discorso è questo: A livello internazionale, gli arbitri nn concedono nulla e nn chiudono occhi... nn è come in italia che totti può spingere chi vuole, mandare a quel paese tutti quanti... Materazzi in champions farebbe 2 partite su 8... nn di più!etc... insomma le grandi e i grandi sono molto aiutati, ed ogni tanto si chiude un occhio!

Il secondo me, nn ce lo metto, xchè è proprio così!!! Cool

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 14:33

@doppiofallo ha scritto:
Moggiano! affraid
Vabbè , Wink comunque per essere corretti non tifo per nessuna delle tre grandi Wink Per blwi85- Ciao anche a te. Si concordo sul fatto che se vincesse sempre il più forte sarebbe una noia mortale, la cosa divertente è che il più forte lo si scopre sul campo mano mano che la partita va avanti, e mi piace pensare che ci siano regole universali per tutti gli sport, tant'è vero che ho tirato in ballo la partita di champions,di un altro sport Laughing :Per rimanere in tema, tornando al discorso bello o vincente o più forte etc etc, secondo voi per esempio, cosi per chiacchierare, chi gioca meglio tra Federer e Nadal e chi dei due è più forte?

A livello assoluto è più forte sicuramente Mastro Roger...

In questo momento, probabilmente nadal, 2 anni fa roger...
Adesso penso che federer si sia 1pò rilassato, ha vinto tutto, sta ampliando la famiglia, e sono cose che capitano una volta nella vita... insomma ha la panza piena e lo posso pure capire!

Sicuramente nadal è il più forte terraiolo che abbia mai visto!

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da GIANLUINI DICA il Sab 11 Set 2010 - 14:49

@doppiofallo ha scritto:Ciao. In effetti giocare con i più bravi si migliora e questo è risaputo, però devi trovare anche quello bravo che ti fa giocare, ......altrimenti...diventa un monologo. Se ti ci metti e migliori però la scrematura arriverà sempre più tardi Wink Sul discorso negatività , io capisco che perdere 6-0 o 6-1 piò non fare differenza ( che poi per qualcuno fa un enorme differenza) il senso è ,anzi era, di giudicarsi comunque in maniera positiva anche se si è raggiunto il minimo miglioramento, poi è da vedere se sei davvero un 2.5 o magari ti sei sottovalutato alla grande, nel dubbio non giudicarti mediocre, perchè per qualcuno potresti essere bravo e non lo sai. Per esempio, per te quelli bravi chi sono? I terza categoria? Che però rispetto ai 2a alti, sono un po' mediocri, seguendo questa scala allora tu dovresti essere scarso, e così via a salire. Io ho visto che hai 35 anni, non so se hai leto in qualche mio post che un nostro amico al campo, ha iniziato le lezioni con il maestro a 36 anni, ha ancora le wilson 6.1 di 15 anni fà, ancora se la gioca con i 4a alti ora che ha 50 anni, devi vedere come si carica e si diverte quando picchia la palla, ed ancora fa lezioni per migliorare il gioco a rete Shocked Shocked tu ne hai 35 e gia giochi da un pò, sei messo meglio no? L'osservazione che hai fatto sui campioni che ho portato negli esempi, è vera in parte, nel senso che innanzittutto c'è sempre da imparare, sopratutto ai loro livelli in cui si devono "imparare" i dettagli, poi ...come hai detto tu stesso, le cose vanno rapportate, tu puoi avere un patos da torneo, loro hanno il patos da torneo dello slam. E' la stessa cosa. ;)Ciaoo

Grazie per avermi tolto 3 anni Razz ,diciamo che io parto dal presupposto di considerarmi un principiante prima di tutto perchè lo sono realmente Embarassed e poi perchè caratterialmente sono una persona che cerca sempre stimoli nuovi per non sentirsi appagato dei propri risultati positivi;Potrò sembrare retorico però secondo me i giocatori bravi sono quelli che giocano bene!! Tutti con un minimo di cognizione in materia sanno cosa significa vedere un buon gioco e non sempre si può identificare un buon giocatore solo attraverso la categoria di appartenenza perchè ci sono troppi fattori che ne determinano la classifica: Forma fisica,infortuni,scelte personali,patos da torneo come hai citato,.....
A una certa età ,riprendendo il discorso iniziale,abbiamo 2 scelte:
Gioco per divertimento ma con l'obiettivo di portarmi sempre a casa il risultato con ogni mezzo possibile,pallette incluse.
Gioco per divertimento con l'obiettivo di vincere sempre cercando di esprimere al meglio tutte le mie conoscenze tecnico-tattiche che in quel momento sono in grado di offrire e soprattutto di non sentirmi mai pago per i miei miglioramenti in termini di gioco.
E comunque voto per Roger prima di tutto perchè mi è simpatico Razz ,poi perchè ha dimostrato in questi anni che per essere numeri uno non bisogna essere cyborg programmati per uccidere Cool

_____________________________________________________________


Bookmark and Share

GIANLUINI DICA
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3667
Età : 44
Località : CREMONA
Data d'iscrizione : 08.11.09

Profilo giocatore
Località: CREMONA
Livello: 3.0 ITR. 4.2
Racchetta: Wilson Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da blwi85 il Sab 11 Set 2010 - 14:55

@cristiano75 ha scritto:
Gli episodi nel calcio, sono molto più importanti, basti pensare ad un rigore che può cambiare la partita...

esattamente, nel calcio gli espisodi sono più importanti, non è che nel calcio sono tutto e nel tennis non contano niente (come magari si poteva superficialmente capire dal post precedente, ma alla fine è ovvio che non sia così).. e questo se ci pensi è anche assolutamente logico, poichè tutto dipende dal numero di punti in una partita: ponendo nel calcio in una partita un numero di punti pari a 3 (non lo so, me lo sono inventato ma poniamo che sia così) , fare un punto per un episodio favorevole (o sfavorevole è la stessa cosa) ha un peso del 33%, mentre nel tennis ad esempio, ponendo che c'è un numero medio di punti di 120 (non so se è vero, ma il numero è verosimile), un episodio equivale al 0,83% del totale, quindi nel calcio, in prima approssimazione, l'episodio conta 38 volte di più che nel tennis, ed ecco che in effetti torniamo al discorso di prima. Morale della favola: giocare bene a tennis paga di più che giocare bene a calcio, ma cmq le considerazioni generali (ossia tutto il discorso di vincere giocando male o perdere giocando bene) possono essere fatte ugualmente per l'uno come per l'altro sport, e in generale, si può estendere a tutti gli sport.
[p.s.: com'è in europa non si chiudono gli occhi, mentre in Italia sì, e infatti in Italia l'inter ha vinto, e in Europa invece... pure. quindi forse forse non è questione di arbitri o occhi che si chiudono Rolling Eyes ]

blwi85
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 254
Località : Pescara
Data d'iscrizione : 15.08.10

Profilo giocatore
Località: Pescara
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: yonex DR100 - starburn T6

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da cristiano75 il Sab 11 Set 2010 - 15:05

@blwi85 ha scritto:
@cristiano75 ha scritto:
Gli episodi nel calcio, sono molto più importanti, basti pensare ad un rigore che può cambiare la partita...

[p.s.: com'è in europa non si chiudono gli occhi, mentre in Italia sì, e infatti in Italia l'inter ha vinto, e in Europa invece... pure. quindi forse forse non è questione di arbitri o occhi che si chiudono Rolling Eyes ]

In effetti lo scorso anno, l'inter ha avuto più favori in champions che in campionato... è l'eccezione che fa la regola! Cool
Cmq... e la chiudo qua... una serie di episodi così eclatanti, a favore di 1squadra in champions... nn l'avevo mai vista!
Setssa cosa si può dire di moggi... moggi comandava il calcio italiano, in europa nn aveva alcun potere, e la juve vinceva grazie ai favori arbitrali! Ma come?!?! Ma se la juve di moggi in 10 anni, ha fatto 4 finali di champions?!? Com'è possibile?!? pig

cristiano75
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 41
Data d'iscrizione : 17.06.09

Profilo giocatore
Località: Pordenone
Livello: 4.0
Racchetta: Head Radical MG Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da Aerogel il Sab 11 Set 2010 - 15:07

Secondo me va anche detto che ad un livello medio-basso uno non è che può avere un "proprio gioco" definito in termini sia tecnici che tattici.

Il risultato è che la tipologia di avversario fa molta differenza in quanto a queste condizioni si è più portati ad adattare il proprio gioco a quello dell'avversario cercando delle contromisure (il che non esclude una ottima performance) piuttosto che ad imporre il proprio.

Almeno nel mio caso è così e la soddisfazione è vedere che pian piano mi sto costruendo una "identità" e a volte, avversario permettendo, riesco in toto a decidere io come giocare e a vincere...

Morale della favola, se gioco per portare a casa il risultato e c'è da fare il pallettaro, ad oggi faccio anche il pallettaro, altrimenti se mi voglio divertire, gioco brillante, scendo a rete alla prima occasione e raccolgo il 20% dei punti e sono ugualmente felice come un ragazzino Very Happy

Aerogel
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 729
Età : 31
Località : prov. LT
Data d'iscrizione : 27.11.09

Profilo giocatore
Località: Gaeta - Roma
Livello: I.T.R. "3.75"
Racchetta: Dunlop M-fil 300 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: Partite perse bene e partite vinte male

Messaggio Da doppiofallo il Sab 11 Set 2010 - 15:13

Per Gianluini-- Ti quoto, mi verrebbe da chiederti ...cioè mi viene da chiederti : Tu che giocatore vuoi diventare, è ovvio che stiamo parlando sempre di divertirci con questo bellissimo gioco, :cheers:però gli obbiettivi sono importanti, tu ? Quali cerchi? Perchè poi scopri che raggiungerli era più facile di quanto sembrava, io fino a qualche anno fa pensavo (visto che ho avuto uno stop di 5 anni), "mammamia ...i classificati"....invece è un pò come dici tu, alla fine sono numeri su un pezzo di carta e la carta non va in campo (come dice Montali) Wink Per quanto riguarda la domanda Federer Nadal Cool Cool bhe...hai la mia risposta Very Happy Very Happy

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum