Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Problematiche riavvincinamento al Tennis

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 2 Mar 2016 - 11:46

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti,

sono nuovo di questo forum e mi presento (sperando di aver beccato la sezione giusta). Matteo, 45 anni, provincia di Torino.
Ho giocato a tennis (in modo molto dilettantistico) dai 16 ai 22 anni, partecipando a qualche all'epoca "coppa Italia" (mi pare si chiamasse così), e a qualche torneo (NC  fino a limitai C2). Non sono mai stato un classificato.
Ho sempre giocato serve & volley, anche se ero più performante come giocatore da fondocampo, questo semplicemente perchè il gioco a rete mi piaceva (e mi piace) di più, e in una filosofia tutta mia del gioco lo ritenevo più stimolante.
A 22 anni ho abbandonato, militare prima, poi ho iniziato a giocare più seriamente all'altro sport della mia vita, la pallavolo e il beach volley, e praticando questi due in maniera decisamente agonistica (categorie nazionali) non ho più avuto tempo per il tennis.

Ora, a 45 anni, ho ripreso in mano le racchette, per piacere e per cercare di riprendere una forma fisica decente. Non cerco successi, ma divertimento e relax.

Ma iniziano i problemi. Stecco una quantità indicibile di palle, specie con il il rovescio in back e la voleè di rovescio. A mente fredda del dopo partita, la mia anlisi è che sono troppo in ritardo sul colpo, e mi pare di non guardare la palla correttamnete fino all'impatto ma di abbandonarla prima. Il rovescio in top non sta in campo (ne tengo dentro si e no uno su 3), il che mi porta a giocarlo piatto e senza forza.

Da ex agonista seppur in altri sport, non vi dico il nervosismo nel giocare così.

Uso racchette ovviemente dell'epoca, una coppia di magnifiche Pro Kennex destiny ceramic che ho fatto reincordare a 24/24, ma ho l'impressione che il profilo e la potenza siano penalizzanti, la steccata è sempre in agguato e per tenere il colpo teso e in campo devo passare a filo rete sempre.

Dunque, avete consigli per esercitare il colpo (specie il rovescio) senza ricorrere ai maestri (non ho tempo, riesco a malapena a ritagliare un'ora a settimana per fare 4 palleggi e 4 games ) ?

Grazie e un saluto a tutti.

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso


Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Theo_84 il Mar 15 Mar 2016 - 10:11

@Matteo1970 ha scritto:Ieri sera non riuscivo a scrivere con il cell... scusate. Mi salvava solo la prima riga... boh

Si, testa quadra mi si addice abbastanza, in generale, in questo caso secondo me un po' meno.

Quando parlo di essere vecchio è semplicemente per dire che non conosco tutte le nuove definizioni. Quando giocavo non so nemmeno se c'erano, o se c'erano erano poco "utilizzate" ( o semplicemente a 20 anni non ci si badava).

Io capisco che la vostra esperienza sia importante, frutto di centinaia di ore sul campo, di prove, di studi, ma non capisco la radicalità di determinati concetti. Una racchetta è uno strumento. In ogni cosa dove ci sia di mezzo uno strumento entrano in gioco sensibilità, confort, gusti, tecnica, forza, resistenza, etcc... tutti fattori personali che messi insieme rendono praticamente unica ogni persona, ed ogni esigenza. Questo credo sia innegabile.

Ora, quello che sinceramente non capisco (ignoro), è perchè questo strumento che ho preso in prova sia tanto sbagliato. Magari lo è, non lo metto in dubbio, ma perchè lo è già in fase teorica?
Ho parzialmetne seguito i consigli dati qui (No Yonex, no troppo sotto i 100) e parzialmente quelli del negozio ( le corde, la tensione, la scelta tra i modelli proposti).
Non vedo nemmeno motivo per il negoziante di farmi provare una racchetta particolare, i costi sono tutti li da quanto vedo, e sopratutto se mi trovo bene ci torno, se mi trovo male gli lascio la racchetta e vado da un'altro...
Tra 8 modelli, mi sono fatto evidenziare quelli più votati al controllo a discapito della potenza, più simili possibile come caratteristiche alle mie vecchie (perchè partire stravolgendo ? )  ed ho scelto quello che sentivo meglio in mano... proviamolo!

Ora, io sto giocando con un paio di attrezzi che pesano circa 370 grammi incordati , rigidi come assi, e potrei continuare pure a giocarci, di certo mi ci trovo ancora alla grande. Cerco qualcos'altro perchè non so quanto possono reggere (inizio a sentire il manico un po' ballerino e delle vibrazioni strane). Non ho metri di paragone in assoluto con racchette moderne.
Ritengo che senza metri di paragone iniziare con una rispetto ad un'altra sia praticamente la stessa cosa... tanto o hai fortuna (10%) o devi fare altre prove (90%) .... voi no?

Se è come dite voi, io stasera provandola mi dovrei accorgere dell'errore fatto, non mi troverò bene, la riporverò qualche altra ora e avrò maggiormente chiare le mie esigenze. Sbagliato? In base alla mia esperienza, sbagliando si impara... magari divento pure forte se è vero il detto...

Non fa una grinza, secondo me fai benissimo a provare quello che ti senti di provare! Alla peggio non ti ci trovi e buonanotte. Non vedo il dramma. Secondo me teoricamente nessuno strumento è "sbagliato" perché non esiste proprio il concetto di giusto o sbagliato applicato alle racchette, semplicemente c'è roba con cui ti trovi bene per la combinazione delle tue personalissime caratteristiche fisiche e di gioco, e roba con cui non ti trovi bene. E puoi capirlo solo provandoci (un po' come per tutto nella vita).

E poi via, fino a 30-40 anni fa si davano le clave di legno da 4 etti anche a bimbi e donnette Laughing Altri tempi d'altra parte...


Theo_84
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 214
Data d'iscrizione : 11.06.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4 NC
Racchetta: Yonex VCore Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mar 15 Mar 2016 - 10:27

@gabr179 ha scritto:secondo me la PS97S è sbagliata IN VIA TEORICA perchè è un telaio abbastanza pesante e soprattuto sbilanciato in testa che lo rende poco manovrabile se non si ha un bel braccio; farlo girare per dare topspin non è alla portata di tutti. Quindi non hai preso il telaio più facile e nemmeno il più versatile facendo una scelta piuttosto estrema.
Nulla vieta però che tu ti ci possa trovare bene. Nella peggiore delle ipotesi, se invece tu non riuscissi ad esprimere il tuo miglior tennis, sai che un telaio con quelle caratteristiche non è adatto a te. Così puoi provare un telaio con caratteristiche opposte.
Comunque io piuttosto che la PS97S avrei preso la RF97 che rimane più manovrabile nonostante i 340 gr di peso ma bilanciati al manico.


Ops.... il sentirlo meglio in mano era proprio dato dal bilanciamento.... magari ho fatto una cavolata... ma i telai con bilanciamneto più arretrati non li sento in mano...

Dopo questi ultimi due interventi mi sento meno "alieno" nel modo di pensare...  Smile

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Mar 15 Mar 2016 - 21:26

evidentemente hai il vizio di leggere in modo disattento. ti ho parlato di inerzia come parametro fondamentale: significa che se uno strumento (come lo chiami tu) ha una inerzia elevata sarà più difficile muoverlo con fluidità per un'ora o più perchè oppone più resistenza al movimento. tra l'altro l'inerzia è anche considerata come attitudine alla spinta e più è alta e più, generalmente, si addice a una racchetta potente. potenza e controllo sono quasi sempre in opposizione, quindi hai teoricamente una racchetta potente e non da controllo (come hai scritto). idem per lo schema corde, che essendo meno fitto dei più diffusi, genera maggiore uscita di palla a discapito del controllo. ti sembrano cose soggettive ? è soggettivo il modo in cui vai ad interagire con la racchetta e anche con le corde, ma non sono soggettivi i parametri di una racchetta. non avendoti mai visto giocare (apposta ti si parlava di un maestro come cosa necessaria) ti si consigliano racchette con valori di inerzia bassi o intermedi, perchè ci sono più probabilità di muoverle facilmente e margini di aumentare la stessa inerzia con del semplice nastro piombato. poi se pensi che tutto sia soggettivo che li hai chiesti a fare i consigli ? mi sembra un pò una presa per il .....

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mar 15 Mar 2016 - 22:53

non è che uno deve per forza ascoltare tutti i consigli, ne terrà conto e inizierà a farsi una cultura. in fin dei conti la sta solo provando non comprando, è una racchetta estrema per molte cose e può aiutare a capire se quella strada gli piace o meno. 
poi non mi sembra che non sia una racchetta da controllo, flex basso, profilo strattissimo, piatto e peso medio, probabilmente è della media dei 300x100

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Mar 15 Mar 2016 - 23:20

Mauro, il flex della PS97S a me basso non sembra. Ma posso sbagliarmi.
Detto questo (Bar Sport) hehehehehe io penso che Matteo abbia il dovere (non solo il diritto) di fare i propri sbagli. Sbagliare fa benissimo...infatti io mi son "auto-raccontato" non per dire che le ho fatte tutte giuste, bensì che ero uno che quando sbagliava...lo faceva alla grande! Ovvero non volevo e non voglio sembrare "saputo & imparato". E manco farlo credere!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mar 15 Mar 2016 - 23:24

hai ragione è 67, io ricordavo 62

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Mar 15 Mar 2016 - 23:34

Mauro, ridi! Intendevo il flex point... la fiera degli equivoci hahahahahah

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Mar 15 Mar 2016 - 23:55

@maurotrevi ha scritto:non è che uno deve per forza ascoltare tutti i consigli, ne terrà conto e inizierà a farsi una cultura. in fin dei conti la sta solo provando non comprando, è una racchetta estrema per molte cose e può aiutare a capire se quella strada gli piace o meno. 
poi non mi sembra che non sia una racchetta da controllo, flex basso, profilo strattissimo, piatto e peso medio, probabilmente è della media dei 300x100
è sottinteso, ma se nessuno si preoccupa di evidenziare certi rischi nelle scelte, ognuno di noi potrebbe provare racchette all'infinito senza mai capire in che direzione orientarsi e perchè succedono certe cose sul campo. siccome era stato evidenziato fin dall'inizio che il tempo a disposizione era poco, chi ha già provato racchette si sente in un certo senso legittimato a dire "guarda che se procedi in questo modo rischi questo e quest'altro". non si tratta di limitare la libertà di scelta ma di renderla consapevole in modo tale da massimizzare la consapevolezza e la successiva autonomia nell'orientamento. della serie "ti potrebbe tornare molto utile sapere queste cose perchè se no poi ti ritrovi a chiedere ogni volta perchè ti trovi male con una racchetta". conoscere per orientarsi invece che ignorare e chiedere consigli senza la capacità di analizzarli

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 16 Mar 2016 - 9:26

Bene, ieri sera ho fatto le prime ore con il nuovo strumento. Ho palleggiato ma anche fatto alcuni game, visto che il mio socio ci tiene a giochicchiare un po (e a me comunque, nonostante sia controproducente per la "ripresa" normale, non dispiace, siamo sempre li per divertirci).

Vi darò le mie sensazioni, ricordate che sono un superprincipiante, non vuole essere una recensione perchè non ne ho ne competenza, ne capacità, ma vorrebbe esseere una raccota di sensazioni/impressioni.
 La sensazione in mano è piacevole, molto meno peso delle mie precedenti, e si sente. L'ho trovata estremamente maneggevole specie nei cambi rapidi sottorete. Nei colpi da fondocampo mi è parso perdoni un pelo di più delle mie Kennex, sul diritto, e se non prendo un granchio credo sia dato dalla maggior capacità che ho avvertito nel dare spin alla palla. Il rovescio in back invece cambia molto, esce teso,  con la Kennex mi parrebbe sia meno incisivo ma più permissivo, con questa mi è parso che se le gambe non sono messe bene, esce una schifezza.
Ho avuto una sensazione molto piacevole nei colpi piatti di opposizione (controbalzo sui colpi vicino alla linea di fondo), permettendomi di  tenerli lunghi.
Qualche probelma sulla voleè bassa di rovescio, che mi stava troppo lunga, ma l'impatto mi piace molto, devo registrare le gambe per assorbire un po' la spinta. Con gli altri colpi di rete mi sono trovato benissimo, come con la kennex ma con più leggerezza di manovra.
Spettacolare il servizio, ho provato nel primo turno il solito servizio piatto con leggera rotazione alle 2, e mi ha dato l'impressione di far molto meno sforzo. Poi ho provato il servizio coperto (ore 1) è si imprime un top che non avevo mai provato. Questo permette una seconda molto più veloce, e la leggerezza permette una chiusura di polso che prima non riuscivo a dare.

Quindi , per ora, direi un bel passo in avanti (ma non vorrei fosse "la novità"), la prossima prova spero di farla sulla terra rossa (se trovo le ore) per poter testare meglio i colpi "picchiati", purtroppo sul veloce non riesco ad arrivare con il giusto tempismo per provarli (arrivo sempre un po' troppo tardi, specie per il rovescio in top).

Questo per la racchetta.

Per il resto, mi sono filmato per 10/12 minuti. Faccio veramente schifo.... sono in ritardo mostruoso su tutte le palle, ho notato che non faccio il saltino di preparazione come mi avevate detto (non ricordo il nome, lo faccio quasi sempre solo in risposta), sono rivettato al campo. Parto tardi sempre (e forse devo iniziare a pensare di usare gli occhiali per giocare, sono sempre di più le palle che fatico a leggere la lunghezza, quindi se il gioco accellera rimango sempre "sorpreso" dalla palla) e sul'erba coma ieri diventa un supplizio. Sul rovescio ho spesso i piedi troppo vicini, e piego poco le gambe compensando con la schiena... già solo così, ho individuato una marea di errori... devo trovare le ore con il maestro perchè mi sono accorto degli errori, è vero, ma la sensazione dal campo è diversa, quindi non potrei riuscire a correggermeli senza uno che mi prende a parole e a pallate...


Un aiuto... conoscete clubs in zona MB che abbiano un minimo di disponibilità di ore serali e campi in terra? Nelle ultime settimane ho trovato campi in ERba, in Vetro (!!) ma in terra manco l'ombra...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Theo_84 il Mer 16 Mar 2016 - 15:45

@Matteo1970 ha scritto:

Un aiuto... conoscete clubs in zona MB che abbiano un minimo di disponibilità di ore serali e campi in terra? Nelle ultime settimane ho trovato campi in ERba, in Vetro (!!) ma in terra manco l'ombra...

A nord dovrebbero averli Arcore e Concorezzo (non so gli orari, però), a sud c'è il solito Quanta (ultima ora prenotabile 23:00 - 00:00) oppure il Garden di Novate!

Theo_84
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 214
Età : 32
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.06.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4 NC
Racchetta: Yonex VCore Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 16 Mar 2016 - 16:07

@Theo_84 ha scritto:
@Matteo1970 ha scritto:

Un aiuto... conoscete clubs in zona MB che abbiano un minimo di disponibilità di ore serali e campi in terra? Nelle ultime settimane ho trovato campi in ERba, in Vetro (!!) ma in terra manco l'ombra...

A nord dovrebbero averli Arcore e Concorezzo (non so gli orari, però), a sud c'è il solito Quanta (ultima ora prenotabile 23:00 - 00:00) oppure il Garden di Novate!

Ancora Grazie Theo, sempre disponibile! ci provo

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 18 Mar 2016 - 16:56

Visto che ho filmato qualche minuto, inserisco 3 micro/video ,  rovescio, diritto e servizio (diritto e rovescio sono tra i pochi dove: 1) Non ho il fiato sotto le scarpe 2) non inciampo in gradini immaginari 3) vedo la pallina arrivare Smile Smile Smile )

Nella speranza di non essere bannato per "oltraggio al tennis", mi piacerebbe ricevere qualche commento, in attesa di trovare le ore di maestro...


Grazie
 
Rovescio:


Diritto:



Servizio:

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Theo_84 il Ven 18 Mar 2016 - 17:05

Il mio maestro ti direbbe che sul rovescio non "punti" abbastanza la spalla, non pieghi le gambe abbastanza e lo "tiri" via un po' troppo presto. Sul diritto ti direbbe che apri un po' tardi (e poco) e resti un po' troppo frontale.

Io invece sono 10 volte più schiappa di te quindi non avrei la più pallida idea di cosa dire né oserei farlo (o meglio, ti direi solo:  che bravo!). 

Laughing

Theo_84
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 214
Età : 32
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.06.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4 NC
Racchetta: Yonex VCore Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Ven 18 Mar 2016 - 17:09

Pro Open: poca spesa tanta resa. 
La Federer ti inchioderebbe gli swing tranne il servizio (che ci guadagnerebbe...).
Da provare Volkl e la nuova Prince da 100".

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 18 Mar 2016 - 17:18

King, ma lasciando perdere il discorso racchetta, movimenti così tanto errati? da rivoluzionare? errori più macroscopici?

Per la racchetta, per ora mi sono trovato bene, faccio ancora qualche ora, poi decido se provarne un'altra o se mi piace a tal punto da comprarne una. Comprata,  potrò continuare i test, e magari sarò più allenato e potrò inizare a spingere, per ora il servizio cerco di falo andare senza troppo impegno muscolare, prima di usare i muscoli in quel movimento devo riattivare la cuffia dei rotatori (la pallavolo ha voluto il suo prezzo).

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Ven 18 Mar 2016 - 21:09

@Matteo1970 ha scritto:King, ma lasciando perdere il discorso racchetta, movimenti così tanto errati? da rivoluzionare? errori più macroscopici?

Per la racchetta, per ora mi sono trovato bene, faccio ancora qualche ora, poi decido se provarne un'altra o se mi piace a tal punto da comprarne una. Comprata,  potrò continuare i test, e magari sarò più allenato e potrò inizare a spingere, per ora il servizio cerco di falo andare senza troppo impegno muscolare, prima di usare i muscoli in quel movimento devo riattivare la cuffia dei rotatori (la pallavolo ha voluto il suo prezzo).
il tennis è uno sport che si basa sulle percentuali di riuscita, se ci fai vedere solo 3/4 colpi è impossibile trovare errori ricorrenti. ad esempio il rovescio nel video è in slice-back su palla facile, quindi non si vede come giochi il rovescio in top e non si vede come affronti palle più complesse. seppure quello che si vede fosse valutato perfetto, non ti servirebbe a nulla. posso solo dire che il servizio mi sembra buono nella gestualità.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Ven 18 Mar 2016 - 22:04

Matteo, fammi strofinare la sfera di cristallo! Se hai mandato questi 3 video...vuol dire che ce ne sono altri peggiori... Hihihihi
Dai, un po' di allegria; non prendiamoci troppo sul serio.
Ho problemi di CELL, pertanto uno swing per volta.
Una nota generale: hai il Bostik sotto la suola delle scarpe! Vigliacca schifa se ti muovi prima, ma chessò, un saltello, tanto per dare dinamica... Ok, consiglissimo: devi splittare, ovvero fare lo split step. Sul Tubo ci saranno 3mila video didattici dedicati all'argomento. Scegline 3 a caso e vedi di comprenderne il meccanismo. È un fondamentale.
Ok. Partiamo col rovescio.
No split. Ovvero ritardissimo nell'aprire. Arrivi camminando sulla palla (mitico bradipo!) e non ti appoggi: niente caviglia e compressione su ginocchio destro. 
Spalla destra alta, gomito troppo alto. Se abbassi la spalla migliori la compressione e la linea del busto. 
Attenzione al polso: devi accelerare sulla manetta del gas. Se acceleri, il gomito si abbassa; spalla migliora e migliori gli angoli del braccio.
Quando colpisci, nel back-slice, il petto si apre e le braccia (entrambe, simmetricamente) si aprono a croce.  In pratica ti crocifiggi e ti blocchi: non devi ruotare il corpo per accompagnare la palla. Non è nemmeno un chop. Bene il finish alto. 
Se ci lavori un po' potrebbe funzionare.
Circa il rovescio in top...non sono fiducioso perché devi prima migliorare polso e gomito.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 18 Mar 2016 - 22:19

Mi hai fatto scassare...

Gli altri sono molto peggio, ho preso quelli dove sono arrivato sulla palla in condizioni semistabili... Tutto verissimo... I difetti spalla gomito ginocchio caviglia non li conoscevo, per il resto si... Solita step non mi viene... E sono fermo come un gatto... Di ghisa...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Sab 19 Mar 2016 - 1:17

Okkkk Matteo, spirito giusto!
Andiamo di S&V.
Il servizio, va guardato anche da dietro, in linea con la direzione di tiro (oltre che frontale e dal lato dx). Premetto: è una rogna da valutare! 
Non sono sicuro, ma i piedi mi sembrano messi male. 
La punta del piede sinistro che si alza (peso sul tallone) è un chicca niente male. Vuol dire che ti hanno massacrato di sberle sul coppino quando eri giovane. La spalla scorre e il servizio sembra esserci. Se sei in linea, e' questione di poco. Bene!
Volée. Benissimo che ti fermi nella discesa a rete. Non fai lo split (e vabbè lo farai), ma tieni le gambe poco divaricate e finisci per colpire a piedi uniti: bleah!! Hehehe 
Conseguenza è un colpo con la racchetta a paletta, stile Alt, etilometro del sabato sera. Patente e libretto, prego. In questo caso, di sberle sul coppino ne hai prese  troppo poche! Hahaha

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Sab 19 Mar 2016 - 8:09

Veniamo alla ricezione. Una risposta al servizio avversario non è "un dritto" perché potrebbe anche non assomigliarci di lontano.
Domanda: ma quando facevi volley, in ricezione, stavi dritto come un asparago oppure pronto-compresso-reattivo? Hihihi ok, nel tennis il peso è sulle punte dei piedi, con la racchetta vicino al petto per accorciare il raggio di apertura. Stance (piedi) aperto frontale. Testa bassa, fronte alta.
Split step (mi spiace, ma ti tocca...!) rigorosamente in avanti e apertura prima del prima del prima. 
Per dirti qualcosa del dritto...mi servirebbe vederlo... Sorrissimo.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Lun 21 Mar 2016 - 8:51

A tutti gli effetti, quando ero giovane la tecnica non l'ho curata, il maestro non badava alla tecnica ma al risultato (erano più allenamenti per il match di squadra, quindi si soffermava più sulla tattica).

Mi fanno molto piacere questi consigli, ed anche il tono, perchè è diretto ma giustamente molto ironico, come secondo me vanno prese le cose "virtuali" e anche quelle reali nello sport , visto e considerato che deve essere un divertimento, non mi farà guadagnare dei soldi... Smile 

Dire le cose, schiettamente, ma ridendoci su è sintomo di serenità.

Ora, devo imparare questo Split Step. Ho seguito il suggerimento, cercando video e "pagine" di consigli su come e in quale momento metterlo in pratica. In effetti nel volley dinamicamente si fa qualcosa di simile. Diverso, ma la logica è simile.

Ho trovato un campo mercoledì su terra, li i tempi della palla dovrebbero permettermi di allenare meglio questo aspetto, come i consigli sul rovescio, ci si prova.
Per il rivescio in top, tolti quelli in palleggio (ed un passante miracolosamente riuscito), non ne ho proprio fatti. Arrivando troppo tardi sulla palla, vedendo tardi la profondità, su questo campo veloce, non riesco a trovare il tempo per tirarne...

Credo che ritrovare una condizione fisica appena decente, unitamente all'abituarmi allo Split Step siano condizioni fondamentali prima ancora di colpire. Viste le difficoltà visive sabato sono andato dall'oculista... e (maledetta l'età) mi ha trovato ipermetrope e presbite, quindi occhiali.... arriveranno la prossima setitmana, spero mi aiutino con il problema di valutazione delle palle in arrivo...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Gio 24 Mar 2016 - 8:41

Ieri sera ho riprovato la PS97S, questa volta giocando sulla terra rossa. Mi piace molto (anche se sono sincero, probabilemnte mi piacerebbero molti altri prodotti di concezione moderna). E' vero ceh spinge più di quanto mi apettassi, ma mantiene a mio scarso parere un ottimo controllo, e mi trovo facilitato con il far girare la palla sia in top che in slice.

Ho cercato di "splittare" più possibile, in risposta diventa subito automatico, nello scambio molto meno, specie quando subentra la stanchezza nelle gambe (che con la mia forma atletica subentra presto) ed effettivamente, specie in risposta, si avverte subito giovamento nell'arrivare sulla palla.

Mi sono però trovato in situazioni, splittando quando il mio avversario sta per colpire (ovvero quando io giudicavo stesse impattando) , a dover eseguire un rapido secondo split... forse splitto troppo basso? dovrei mettere più cm tra me e il suolo? i miei split erano bassi, a sollevare appena le suole di quel tanto che mi permettesse di atterrare sulle punte, non mi sembrava errata come esecuzione...

Posto 5 min di palleggio integrali, ci sono delle vaccate bibliche, minorenni accompagnati e astenersi deboli di stomaco...

Ps. mi scuso anticipatamente per il linguaggio non adatto ad un pubblico sensibile (non ricordo se...ma meglio mettere le mani avanti... Laughing )


Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Gio 24 Mar 2016 - 11:55

Hihihi daiiii! Con lo split se già più fiko.
Non ti preoccupare per gli errori di timing: ci metterai ancora un po'. Alzare la suola va benissimo, il saltello lo lasciamo ai ragazzini, tipo gli Under 50. Opsss! Scusa! Gli under 45. 
Hahahahah
Adesso devi concentrarti bene su una cosa: salto, atterri, APRI! Perché sei sempre in ritardo. L'automatismo è Salta-Apri.
Sul rovescio sei teso come uno Stradivari!

Una cosa alla volta...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12076
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Darren Cahill il Gio 24 Mar 2016 - 12:24

se posso dire, io fossi in te mi troverei un socio un po' più performante ... Smile

Darren Cahill
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 62
Età : 51
Località : TO
Data d'iscrizione : 26.07.11

Profilo giocatore
Località: TO
Livello: ex 4.2
Racchetta: Slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Gio 24 Mar 2016 - 17:31

Grazie KK, in effetti mi sono sentito molto fiko per i primo 20 minuti, poi un po' meno, poi ancora meno, poi mi sono messo ad urlare "SPLITTA !!! SPLITTA!!! " ....


Ok, ora split-landing-open (per restare sul monolingua internazionale)... Laughing


Darren, è molto meglio di me... qui ha fatto un po' di errori, ma è cosa rara rispetto a me...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 24 Giu 2016 - 10:24

Sono passati 3 mesi, ho giocato una media di 1 volta a settimana.
Che dire, ho ripreso molto fiato (da un mese e qualche giorno ho anche mollato le sigarette per riuscire a tornare a correre per più di 5 minuti...).

Il gioco ha ripreso, il rovescio è un po' migliorato da quando ho postato il video, il servizio anche, come anche il gioco di volo. Ninete di eccezionale ovviamente, ma comunque un filo meglio. Tutto questo fino a 2 settimane fa.
Le ultime 3 orette, 1 la scorsa settimana e 2 questa settimana, sono state un disastro, involuzione mostruosa, tando da chiedere scusa mestamente all'avversario di turno, poichè realemente mi ono reso conto di non farlo divertire per nulla.

Mi aspettavo un momento di "panico" tecnico, ma le ultime 3 orette di gioco mi sono stupito di quanto sono crollato.

Forse (anzi, direi probabilmente) è un processo mentale che mi porta ad una involuzione del gioco, dovuto al non affrontare correttamente un fisiologico calo.

Ma fatico veramente a tenere in campo le palline. Specie sul dritto, mio colpo più naturale, se provo a palleggiare senza spingere esco di lungo costantemente, e ho enormi problemi ad incorciare ( perchè? Mad Question ). Le difficoltà sul colpo forte si riperquotono ovviamente su tutti gli altri colpi, perchè nel momento in cui si gioca con il pensiero di non avere certezze, sono ca@@i.

Come affrontare il momento? una pausa di scarico di un paio di settimane?

Per aiutarmi psicologicamente, faro reincordare le racchette. Sicuramente è una mia sensazione, ma mi pare la palla esca con effetto un po' elastico, non sarà così, è sicuramente solo una mia impressione sbagliata, ma se può aiutare il mio subconscio perchè non farlo (hanno circa 8/10 ore cad di monofilo Black Code, non credo abbia perso così tanto, ma liberiamoci dal pensiero).

Qualcuno può aiutarmi a capire come resettare il tutto, ovvero la confusione mentale che mi porta all'involuzione tecnica nonostante la crescita di capacità aerobica ?

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum