Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Problematiche riavvincinamento al Tennis

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 2 Mar 2016 - 11:46

Ciao a tutti,

sono nuovo di questo forum e mi presento (sperando di aver beccato la sezione giusta). Matteo, 45 anni, provincia di Torino.
Ho giocato a tennis (in modo molto dilettantistico) dai 16 ai 22 anni, partecipando a qualche all'epoca "coppa Italia" (mi pare si chiamasse così), e a qualche torneo (NC  fino a limitai C2). Non sono mai stato un classificato.
Ho sempre giocato serve & volley, anche se ero più performante come giocatore da fondocampo, questo semplicemente perchè il gioco a rete mi piaceva (e mi piace) di più, e in una filosofia tutta mia del gioco lo ritenevo più stimolante.
A 22 anni ho abbandonato, militare prima, poi ho iniziato a giocare più seriamente all'altro sport della mia vita, la pallavolo e il beach volley, e praticando questi due in maniera decisamente agonistica (categorie nazionali) non ho più avuto tempo per il tennis.

Ora, a 45 anni, ho ripreso in mano le racchette, per piacere e per cercare di riprendere una forma fisica decente. Non cerco successi, ma divertimento e relax.

Ma iniziano i problemi. Stecco una quantità indicibile di palle, specie con il il rovescio in back e la voleè di rovescio. A mente fredda del dopo partita, la mia anlisi è che sono troppo in ritardo sul colpo, e mi pare di non guardare la palla correttamnete fino all'impatto ma di abbandonarla prima. Il rovescio in top non sta in campo (ne tengo dentro si e no uno su 3), il che mi porta a giocarlo piatto e senza forza.

Da ex agonista seppur in altri sport, non vi dico il nervosismo nel giocare così.

Uso racchette ovviemente dell'epoca, una coppia di magnifiche Pro Kennex destiny ceramic che ho fatto reincordare a 24/24, ma ho l'impressione che il profilo e la potenza siano penalizzanti, la steccata è sempre in agguato e per tenere il colpo teso e in campo devo passare a filo rete sempre.

Dunque, avete consigli per esercitare il colpo (specie il rovescio) senza ricorrere ai maestri (non ho tempo, riesco a malapena a ritagliare un'ora a settimana per fare 4 palleggi e 4 games ) ?

Grazie e un saluto a tutti.

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Theo_84 il Mer 2 Mar 2016 - 11:50

Io userei quell'ora con il maestro!

Theo_84
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 214
Età : 32
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.06.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4 NC
Racchetta: Yonex VCore Duel G 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 2 Mar 2016 - 11:54

In realtà ci avevo pensato, ma non è fattibile. Io risiedo in provincia di Torino, ma in settimana lavoro a Monza ( ho un appartamento anche li), e prenoto (quando trovo un campo) dall'oggi al domani o dopodomani. Il mio lavoro mi porta a trasferte in tutta Italia, con programmazione a 2/3 gg, quindi non posso impegnare prenotando una serie di lezioni. Rischierei di non riuscire a farne nemmeno il 50% di quelle che andrei a pagare.

Quindi, devo fare da me....

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da maurotrevi il Mer 2 Mar 2016 - 11:56

credo che prima di esercitare bisognerebbe reimpostare, dopo tutto questo tempo sicuramente ci sono errori tecnici che con qualche ora di lezione spariscono. 
per un paio di mesi alterni una lezione alla partitella settimanale ed hai risolto molto.... al limite prendi lezioni a monza

io ho fatto così dopo un percorso simile al tuo.

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Paolo999 il Mer 2 Mar 2016 - 14:54

se non hai tempo a disposizione e stai in trasferta , forse una soluzione può essere il muro Smile
Anche io lavoro in trasferta e non ho mai tempo per organizzare con qualcuno , per cui ogni tanto gioco al muro.
Il problema è che nessuno ti controlla e se sbagli nessuno ti corregge...
ma se hai una buona conoscenza teorica del colpo puoi provare al muro alla MINIMA velocità possibile.
Il trucco è sempre quello di essere di sicuro alla velocità X , quando sei sicuro passi a X + 1 e così via...

puoi  sempre provarci e vedere come va Smile  
ti lascio il link di uno bello forte..puoi provare a vedere gli esercizi base e replicarli alla minima velocità, ciao !

https://www.youtube.com/watch?v=mNiXrgAtjxc

Paolo999
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 01.06.15

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello:
Racchetta: Pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Mer 2 Mar 2016 - 15:16

Bello il muro... del resto io ho imparato molto dal muro, ma quello della mia casa paterna, che aveva un muro (più stretto) che si affacciava su un cortile lungo in cemento. Ho anche distrutto qqualche racchetta in legno ...

La problematica trasferta è decisamente un problema. Gli orari per giocare sono dalle 20 in avanti, e a quell'ora ho visto maestri solo per gruppi, non so proprio se fanno lezioni individuali.
Poi il problema è anche di "conoscere" i club. Per ora sono riuscito a prenotare solo tramite un sito di prenotazioni on line, un paio di volte ho trovato un campo in terra, le ultime sempre campi in erba sintetica (che ovviamente ha accentuato i problemi, in quanto il ritardo piedi, gambe, caricamento , swing aumetnava).

Di circoli con il muro non ne ho visto, ma proverò a cercare meglio...

Fossi a Torino non avrei problemi, ne per  il muro ne per i maestri... dai, inizio a mandare CV in Piemonte... ;-)

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da blackbishop il Mer 2 Mar 2016 - 22:20

Se sei esperto di pallavolo hai gia' i fondamenti giusti per il Tennis che sono l'equilibrio, la ricerca della palla con il corpo, la lettura dei movimenti del corpo dell'avversario. Nella tua situazione particolare ti consiglio di praticare il piu' possibile SENZA fare partita. La partita e' letale per l'apprendimento, scambia invece cercando di far durare il piu' possibile ogni pallina, vedrai che col tempo acquisirai i meccanismi e l'attitudine corretta. E' un discorso lungo ma gli autodidatti imparano così ed e' valido per tutti, per questo nessuno lo fa mai o quasi. E pazienza, ti ricordo che il Tennis e' sport molto difficile: se dai un pallone a qualche bagnante sulla spiaggia vedrai che una partitella di beach riescono a mandarla avanti, se gli metti la racchetta in mano non riusciranno a scambiare nemmeno due colpi senza che finiscano in rete o sugli spalti in continuazione.

blackbishop
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 11.12.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: NC
Racchetta: Prince Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Paolo999 il Mer 2 Mar 2016 - 22:32

Circoli col muro che io sappia ce ne sono pochi....io avevo trovato un muro scassato in un parcheggio e ho giochicchiato là non era male.. A parte che le palle volano ovunque!!Smile

Paolo999
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 01.06.15

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello:
Racchetta: Pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Maffa il Mer 2 Mar 2016 - 23:14

muro a Torino: DLF in corso rosselli Smile

Maffa
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 24.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Pasquale s il Gio 3 Mar 2016 - 17:09

Il consiglio è quello di fare delle lezioni individuali con il maestro. In genere le lezioni singole le puoi organizzare direttamente con il maestro e fissare in base a disponibilità anche uno o due giorni prima. Ovviamente l ideale sarebbe appoggiarsi sempre allo stesso circolo.....

Pasquale s
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 17.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Più scarso che no itr 3 , 3,5
Racchetta: Wilson steam 99 - pacific pro lite

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da gp75 il Gio 3 Mar 2016 - 18:05

Ciao, anche io ho giocato a a pallavolo fino a 35 anni, poi ho impugnato la racchetta, da autodidatta ci ho messo circa 6-7 mesi a riuscire a fare quello che vorresti tu giocando un paio di ore la settimana.
Il consiglio è  trova un compagno che sbaglia poco e cerca di sbagliare poco anche tu. Col tempo tutto si aggiusta.
Il rovescio in top lo sto imparando ora, quindi io non metterei troppa carne al fuoco.
Certo sei avvantaggiato perchè avvevi giocato da giovane, ma un po' di pratica ci vorrà.

gp75
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 41
Data d'iscrizione : 25.10.12

Profilo giocatore
Località: dove c'è da giocare
Livello: sempre da migliorare, ora FIT 4.1, ITR sempre 4.0
Racchetta: Babolat Aereoprodrive 2013 e PD Team 2005

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Mar 2016 - 18:13

...è più difficile correggere un errore fissato dall'uso continuato che impostare un movimento per farlo poi fissare con la pratica....

La nonna diceva che era meglio prevenire che curare (anche se mia nonna in doppio misto faceva schifo!)

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 4 Mar 2016 - 10:50

@gp75 ha scritto:Ciao, anche io ho giocato a a pallavolo fino a 35 anni, poi ho impugnato la racchetta, da autodidatta ci ho messo circa 6-7 mesi a riuscire a fare quello che vorresti tu giocando un paio di ore la settimana.
Il consiglio è  trova un compagno che sbaglia poco e cerca di sbagliare poco anche tu. Col tempo tutto si aggiusta.
Il rovescio in top lo sto imparando ora, quindi io non metterei troppa carne al fuoco.
Certo sei avvantaggiato perchè avvevi giocato da giovane, ma un po' di pratica ci vorrà.


beh, non è che voglio risolvere il problema in un mese.... volevo capire se c'erano degli esercizi o se ci sono particolari accorgimenti da prendere per correggere più che altro l'occhio sulla palla e la steccata....

So bene quanto sudore necessita reimparare a fare qualcosa....

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Veterano il Ven 4 Mar 2016 - 14:10

Bisognerebbe vedere perche' stecchi,lo steccare ha diverse cause,la prima e' quella di non guardare la palla mentre si colpisce,la seconda essere in ritardo con la preparazione,la terza non ci si cerca bene la palla e posiziona bene in campo.......se il movimento e' corretto si risolve incomminciado a guardare la palla quando si colpisce......bueno il tutto detto molto semplicemente e' collegato al timing.....cioe' prendi il tempo con il tuo avversario, quando colpisce split step..........e si bisogna steppare perche' e da li che si incomincia bene o male......ok step quando l'avversario colpisce,preparo la racchetta e cerco la palla per diagonali,poi fermo i piedini e guardo la palla quando colpisco......il maestro e' fondamentale per farti capire cosa non va,poi da li in avanti avendo una strada da seguire puoi anche allenarti con qualce compagno di gioco.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Veterano il Ven 4 Mar 2016 - 14:17

Dimenticavo......un esercizio che ti obbliga a concentrarti sulla palla e il bounce and hit,ora non mi viene piu' in mente come si dice in italiano,ma l'idea e che bisogna allenare l'attenzione,che non puo essere al 100% per tutta la partita,ma deve essere ben focalizata sulla palla quando colpisci.......percio rilassato mentalmte,ma veloce nel preparare, quando aspetti per colpire,e massima attenzione a guardare la palla quando  rimbalza nel tuo campo (bounce)e a colpire (hit).
Bueno da qua sembra un casino,come ripeto il maestro e' fondamentale per capire le tue problematiche ....................poi tanta voglia e pazienza.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Adolfo il Ven 4 Mar 2016 - 14:18

@Veterano ha scritto:Bisognerebbe vedere perche' stecchi,lo steccare ha diverse cause,la prima e' quella di non guardare la palla mentre si colpisce,la seconda essere in ritardo con la preparazione,la terza non ci si cerca bene la palla e posiziona bene in campo.......se il movimento e' corretto si risolve incomminciado a guardare la palla quando si colpisce......bueno il tutto detto molto semplicemente e' collegato al timing.....cioe' prendi il tempo con il tuo avversario, quando colpisce split step..........e si bisogna steppare perche' e da li che si incomincia bene o male......ok step quando l'avversario colpisce,preparo la racchetta e cerco la palla per diagonali,poi fermo i piedini e guardo la palla quando colpisco......il maestro e' fondamentale per farti capire cosa non va,poi da li in avanti avendo una strada da seguire puoi anche allenarti con qualce compagno di gioco.

tutto giusto, in più aggiungo: fai attenzione a quando inizi a fare l'apertura (sia di dritto che di rovescio). A volte non ci si fa caso e si inizia ad aprire quando la palla è gia quasi arrivata What a Face

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Veterano il Ven 4 Mar 2016 - 14:19

@Adolfo ha scritto:
@Veterano ha scritto:Bisognerebbe vedere perche' stecchi,lo steccare ha diverse cause,la prima e' quella di non guardare la palla mentre si colpisce,la seconda essere in ritardo con la preparazione,la terza non ci si cerca bene la palla e posiziona bene in campo.......se il movimento e' corretto si risolve incomminciado a guardare la palla quando si colpisce......bueno il tutto detto molto semplicemente e' collegato al timing.....cioe' prendi il tempo con il tuo avversario, quando colpisce split step..........e si bisogna steppare perche' e da li che si incomincia bene o male......ok step quando l'avversario colpisce,preparo la racchetta e cerco la palla per diagonali,poi fermo i piedini e guardo la palla quando colpisco......il maestro e' fondamentale per farti capire cosa non va,poi da li in avanti avendo una strada da seguire puoi anche allenarti con qualce compagno di gioco.

tutto giusto, in più aggiungo: fai attenzione a quando inizi a fare l'apertura (sia di dritto che di rovescio). A volte non ci si fa caso e si inizia ad aprire quando la palla è gia quasi arrivata What a Face
Grazie Adolfo molto gentile  Very Happy Very Happy Very Happy

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Adolfo il Ven 4 Mar 2016 - 14:22

@Veterano ha scritto:
Grazie Adolfo molto gentile  Very Happy Very Happy Very Happy

Mi sono permesso di intervenire solo perchè, dal BASSO del mio livello, capisco che magari le cose più banali possono essere proprio quelle che non si fanno Laughing

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Veterano il Ven 4 Mar 2016 - 14:23

Nessuna polemica Adolfo,ci mancherebbe,era per  scherzare un po......un abbraccio.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Ven 4 Mar 2016 - 14:30

Grazie ragazzi. Ora cerco su google un glossario per tradurre le vostre definizioni e poi cerco di capire come metterle in pratica. Laughing

Scherzi a parte, mi avete aiutato, ad alcuni aspetti non avevo proprio pensato... i tempi di apertura ad esempio, lo split step, ed altro..

Credo che l'occhio sulla palla che fatico a tenere (per essere generosi) sia dato anche da un vizio del beach volley, dove si allena molto la periferica a individuare il muro e le finte del difensore...  ma devo togliermelo!!!

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Lun 7 Mar 2016 - 17:21

Mentre ci sono, approffitterei ancora della vostra pazienza/gentilezza/sincerità.

Vorrei prendere delle racchette un pelo più moderne... ho partecipato ad una discussione sulla VCore Duel G 330 perchè ho letto bene di questa racchetta, e sopratutto perchè YONEX mi ha sempre ben impressionato e anche affascinato, ma in realtà non l'ho mai provata.

Anche qui, non ho tempo di mettermi a cercare chi me le faccia provare (avrei chi, ma non riesco mai a passare, e comunque mi troverei a dover tenere le racchette in prova per troppo tempo e non mi piace l'idea, me sentirei in difetto con chi le presta). Il lavoro e la famiglia vengono prima di tutto.

Quindi vado alla cieca, ma magari posso seguire qualche consiglio (premettendo che sono talmente scarso che credo sia più semplice che io mi adatti alla racchetta rispetto al trovare la racchetta adatta a me.. )

Io ho reiniziato con le vecchie, ovvero Pro Kennex Destiny Ceramic (355g da incordare). Le ho fatte reincordare con un monofilo 1.25 a 24/24 2 nodi (non so la marca).
Forse causa la pallavolo, ho il braccio forse un pelo troppo veloce, fatico a rallentarlo di fatto perdendo il controllo se ci provo. Solo a rete riesco a giocare colpi di appoggio. Quindi mi servirebbe un attrezzo che non spinga troppo di suo. Ho letto di questa VCore Duel, ma leggendo parrebbe che la Vcore Tour G330 spingesse molto meno...forse sarebbe meglio per me?

Le caratteristiche mie le ho scritte sopra, ma riassumendo:
h 185, peso 74 kg.
Destrimane, diritto top spin non esasperato, rovescio back (80/85%) e top (scarsissimo), discreto a rete anche se sto steccando tanto la volee di rovescio. Prediligo S&V e gioco a rete, cerco molto l'attacco per la discesa.
Servizio forse è il gesto migliore ( ovviamente...) , seconda da riprendere in mano (mi penalizza anche qui il colpo "controllato")

Grazie a chi vorrà suggerire...

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da kingkongy il Lun 7 Mar 2016 - 18:22

Sinceramente non acquisterei mai una racchetta "alla cieca". Me ne hanno regalate diverse e le ho accolte con gioia (è un regalo fantastico per chi ama tutto)...però un conto è giocare con un regalo e un conto è farselo e/o, soprattutto, farselo andar bene. Autoconvincersi di avere la racchetta perfetta e' solo pari a credere che esista. 
Se poi non hai mai "giocato Yonex"...guardati bene di provarci con la 330! O ti piace o ci fai un paio di ciaspole costosette!
Vai con le prove...credimi. Col tuo gioco prova una Solinco... Esotica? Tanto! Ma almeno hai un parametro qualitativo reale.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Lun 7 Mar 2016 - 20:55

mi sembra una situazione troppo confusa per risolverla chiedendo consigli a chi sta dietro a un computer. ad esempio parli di fatica a rallentare il braccio, ma nel tennis non bisogna rallentare il braccio, anzi, più attraversi velocemente la palla e più hai probabilità di fare un colpo che rimane in campo. usi corde monofilo a tensione alta, ma lo sai che vanno cambiate dopo una quindicina di ore di gioco per non rischiare problemi al braccio ? prendi una qualsiasi racchetta da 300 grammi con piatto 100 e falla incordare da una persona competente. tutto il resto lo puoi ottenere solo su un campo da tennis con il supporto di persone che ti sappiano dire dove sbagli, sia partners di gioco che eventuali maestri. per i movimenti di base puoi aiutarti con internet, ad esempio tennis world italia è un sito ben fatto, ricco di spiegazioni e video sulla tecnica

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da Matteo1970 il Lun 7 Mar 2016 - 21:25

Ti ringrazio. I consigli ovviamente non li vorrei per risolvere la situazione, per oltre 12 anni della mia vita ho lavorato su uno sport alla media di 10 ore a settimana, so bene qual'è la strada per sistemare le lacune, correggere gli errori, migliorare e competere. Ed ero per di più in un ambiente dove ero un tappo fisicamente scarso. Quindi il lavoro tecnico e fisico era oro.
Ora sto cercando qualche consiglio non per risolvere, ma per avere idee per imboccare la strada giusta risparmiando magari ore che non ho. Potessi provare racchette, palleggiare 4 ore a settimana, lo farei anziché star qui a scrivere. Avessi tempo per passare dall'incordatore ad imparare lo farei. Invece pensa che le lascio a chi può passare e le riprendo la settimana dopo.

Sicuramente sto sbagliando tutto, probabilmente sono troppo 'amatore' per questo forum , mi scuso pertanto per la puerilità delle mie domande e vi ringrazio per i gentili consigli che mi avete dispensato

Matteo1970
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 413
Età : 46
Località : Trofarello
Data d'iscrizione : 02.03.16

Profilo giocatore
Località: Trofarello (TO)
Livello: scarso
Racchetta: W PS 97 S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Problematiche riavvincinamento al Tennis

Messaggio Da VANDERGRAF il Lun 7 Mar 2016 - 23:29

@Matteo1970 ha scritto:Ti ringrazio. I consigli ovviamente non li vorrei per risolvere la situazione, per oltre 12 anni della mia vita ho lavorato su uno sport alla media di 10 ore a settimana, so bene qual'è la strada per sistemare le lacune, correggere gli errori, migliorare e competere. Ed ero per di più in un ambiente dove ero un tappo fisicamente scarso. Quindi il lavoro tecnico e fisico era oro.
Ora sto cercando qualche consiglio non per risolvere, ma per avere idee per imboccare la strada giusta risparmiando magari ore che non ho. Potessi provare racchette, palleggiare 4 ore a settimana, lo farei anziché star qui a scrivere. Avessi tempo per passare dall'incordatore ad imparare lo farei. Invece pensa che le lascio a chi può passare e le riprendo la settimana dopo.

Sicuramente sto sbagliando tutto, probabilmente sono troppo 'amatore' per questo forum , mi scuso pertanto per la puerilità delle mie domande e vi ringrazio per i gentili consigli che mi avete dispensato
sono un amatore anche io, proprio per questo considero adeguata la risposta che ti ho dato. strade giuste non esistono nel tennis perchè dipende da chi le percorre e da come le percorre; conosco persone che hanno dedicato 7 mesi a prendere lezioni tutte le settimane e non hanno migliorato nulla !  conosco maestri che non sarebbero in grado nemmeno di dirti se stai sbagliando impugnatura sul rovescio e non so' se lo fanno per convenienza o per aver scelto un mestiere sbagliato. qualsiasi strada che vuoi intraprendere richiede tempo e dedizione, se tu poni come condizione imprescindibile il fatto di non avere tempo per praticare cose diverse da quelle che già stai praticando, mi spieghi che tipo di consigli ti aspetti ? ti ho proposto un sito dove puoi vedere comodamente da un computer tutto quello che puoi ripetere in campo per migliorare e correggere eventuali errori. ti ho proposto anche una tipologia di racchetta. il resto ce lo devi mettere tu, non esistono altre scorciatoie

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum