Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Syn gut vs monofilo morbido

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da babolat94 il Dom 17 Gen 2016 - 13:31

Premetto che gioco con yonex rdis 200 hg con black spin discho di cui apprezzo molto potenza e confort che conferisco molta giocabilità. Ecco volevo riflettere proprio su questo e su gli usi del mono.. Il mono (nella mia trattazione prendo ad esempio la black spin per esperienza diretta) mi piace un casino e continua a piacermi.. Per me ha tutto! Dalla 5 ora in poi ho avvertito un primo irrigidimento che mi ha fatto perdere un po in giocabilità. Dopo la 10h ho sentito il piatto un pochino mollo senza ulteriore irrigidimento.. Quale è il problema? Il problema è che la perdita di sensibilità in parte è dell'elasticità non ha fatto altro che aumentare lo sforzo in un periodo in cui le palle con i campi pesanti non camminano per niente.. 
Riflettevo allora su quello che si è sempre detto: il fine per cui è stato creato il mono, ovvero picchiare e tenerla dentro! Dopodiché mi sono detto:" ma quanto vuoi che ti picchi?" Bene, scavando dentro di me mi sono reso conto che è vero spesso punto al vincente, ma mi piace anche giocare il punto e mentre il mono secondo me può assicurare un buon compromesso per qualche ora, nelle successive non è più così.. Anzi sembra deleterio nel senso che spingi, ma la palla non va è leggera e corta e a fronte di uno sforzo maggiore rischi pure di farti impallinare...chi è chi picchia allora? Giocatori che tirano sicuramente più forte di me o comunque che giocano ad una velocità di crociera elevata e di ritmo.. Ma io non gioco così! Certo posso alzare il mio ritmo ma non lo posso mantenere a lungo.. A livelli bassi infatti si varia di più il ritmo alternando alti e bassi. 
In pratica mi chiedevo cosa potrei ottenere da un Syn gut rispetto ad un mono? 
Cioè il mono che qualità ha: controllo e durata meccanica.. 
Ho bisogno di tutto questo controllo? No.. Ho bisogno di resistenza? No tanto non ho mai rotto( a parte ibridi).
Allora cosa potrei giocare da un Syn gut? Tocco migliore e più duraturo ( non guasterebbe), migliore predisposizione a spingere la palla anche dopo 5-6 ore di gioco( non sarebbe male) . Si rinuncerei un po a quel controllo gratis ma non è che mi importi più di tanto.. Basta adattarsi. Con il mono 2 giorni fa ho odiato che dovessi rendere più classica la mia impugnatura per tutto il tempo, altrimenti la palla era corta( non andava più ).. E siccome questo prevedeva una perdita di fiducia nei miei mezzi la cosa non mi è piaciuta..

Vi chiedo appunto ora: ha senso passare o comunque provare un Syn gut dal momento che ricordo che anno scorso ne provai uno secco ,intagliato, e tiravo più forte .. Nel senso che avevo un spalla più reattiva.. La sentivo meglio e riuscivo a controllare anche la lunghezza. In più mi sembrava che la palla prendesse anche più giro.. La parabola veniva più alta...
Boh sono confuso.. Non sono molto convinto di giocare ancora con i mono..

Vorrei solo sapere quanto un Syn gut possa durare in ore e quanto lo si possa tenere su prima di tagliare.. 
Come sono i syn gut babolat wilson e tf che stanno sui 40 a matassa? Possono fare al caso mio nel senso che potrei provare perché c'è la possibilità che mi possa trovare veramente meglio non tanto nel brave periodo ma comunque riesca ad essere più costante nel tempo anche io come modo di giocare?

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da Kmore il Dom 17 Gen 2016 - 14:00

Ciao Babo l'altr'anno ho sperimentato un syngut prince su una profilata: ci sta discretamente bene (rotazioni oneste, ma nulla piu'), ma l'ho rotto alla 7°/8° ora. Tieni presente che uso molto le rotazioni,ma che i mono non li rompo mai e mi durano piu' o meno le stesse ore.

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2656
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da PistolPete il Dom 17 Gen 2016 - 15:13

Ciao Babo, ci conosciamo quindi colgo l'occasione per dirti la mia esperienza in merito.
"Anticamente" Very Happy giocavo col syngut (all'epoca manco c'erano i mono, comunque c'erano i multi, le corde in kevlar etc.). Ok usavo un telaio classico, 90 sq.in. per 22 mm di profilo... Difficilmente rompevo la corda (difficilmente rompo anche ora), durava taaaaaaaaaaante ore. Poi in termini di giocabilità le caratteristiche le sai, meno spin, meno controllo/sensibilità. Magari se usi un sygut textured (credo ci siano) perdi un po' meno in spin. Vedi tu...

Ah recentemente ho giocato 5 min con una extreme mpa con l'icordatura gratuita in syngut... mooooooooolto meno spin di quanto mi aspetterei da un telaio di quel tipo...

PistolPete
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 427
Località : Roma Garbatella
Data d'iscrizione : 09.09.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Head Extreme MPA

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da Robbyc il Dom 17 Gen 2016 - 18:26

Infatti credo anch'io che la mancanza principale sia la drastica diminuzione di spin potential.... sennò ci si potrebbe giocare eccome con i syngut!
io uso spesso quello della wilson in ibrido reverse con le firestorm a 23/22 kg e vanno a meraviglia

Robbyc
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 829
Età : 40
Data d'iscrizione : 12.03.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.3 fit
Racchetta: PD 2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da fero il Lun 1 Feb 2016 - 19:32

Ciao Babolat...
guarda io ho fatto il tuo stesso ragionamento ed ho testato mono morbido,wilson extreme synth gut e multi sulle pure drive 2015 che ho preso da un mese abbondante.
Le mie conclusioni sono che col mono sento meglio la palla rispetto al multi ma col synthetic gut ho avuto decisamente meno feeling....
ho avvertito questa sensazione praticamente in tutti i colpi e personalmente ritengo che le profilate vadano incordate con mono,o ibrido almeno.
Su racchette più di controllo può starci benissimo la tua affermazione,ma un syngut non mi ha mai dato le prestazioni ad esempio di un rip control.

fero
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 575
Località : BS
Data d'iscrizione : 16.10.10

Profilo giocatore
Località: BS
Livello: 4.3 fit
Racchetta: head G XT instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da VANDERGRAF il Lun 1 Feb 2016 - 21:45

tra le qualità del mono hai messo la durata meccanica, ma non mi sembra che sia una cosa tipica del mono, anzi, quasi tutti i mono dopo 10/12 ore sono da sostituire sia per decadimento prestazionale che per pericolosità nei confronti della salute del braccio. non hai parlato nè di tensione, nè di calibro, due cose che possono influire sulla resa, sul comfort e sulla durata

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da Mauro978 il Mar 2 Feb 2016 - 0:52

@VANDERGRAF...quella a cui ti riferisci è la durata dinamica...viceversa, quella meccanica(resistenza alla rottura) è prerogativa tipica dei mono...solo una questione terminologica.  Smile

Mauro978
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Data d'iscrizione : 11.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da VANDERGRAF il Mar 2 Feb 2016 - 10:03

@Mauro978 ha scritto:@VANDERGRAF...quella a cui ti riferisci è la durata dinamica...viceversa, quella meccanica(resistenza alla rottura) è prerogativa tipica dei mono...solo una questione terminologica.  Smile
ok, grazie, ma che te ne fai di quella qualità se poi subentra il difetto di doverla comunque sostituire in breve tempo ?

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da Mauro978 il Mar 2 Feb 2016 - 10:23

sono assolutamente d'accordo...naturalmente il discorso vale per i rompitori estremi di corda e questo solo per la contrapposizione tra durata dinamica e durata meccanica. Poi, ovviamente, entrano in gioco tutti gli altri parametri in base al tipo di gioco, al telaio e al budget...l'unico modo è testare in campo i vari set-up e trovare la soluzione migliore, magari partendo dalle indicazioni degli esperti che abbiamo la fortuna di leggere gratuitamente qui e che ringrazio(Eiffel59 in primis).  cheers

Mauro978
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Data d'iscrizione : 11.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da fil27t il Mar 2 Feb 2016 - 12:54

Sono stato nella tua stessa situazione per diverso tempo, oscillavo fra mono morbidi e syngut senza trovare la quadra, in entrambi i casi dovevo rinunciare a qualcosa. Vantaggi e svantaggi di entrambe le soluzioni sono stati esaurientemente trattati, riguardo i monofili vorrei solo aggiungere che anche ai soli fini di conservazione del telaio è assurdo dover reincordare ogni 10 ore al massimo, risulterebbe in telai sfibrati in appena 100 ore.

Detto questo io considererei una terza opzione

1) mono morbido
2) syngut
3) multimono

Io con quest'ultimo tipo di corda mi trovo benissimo. Ce ne sono diversi e di varie marche, l'offerta è relativamente ampia, sarebbe difficile indirizzarti, dipende molto anche dai tuoi gusti. L'unico consiglio che mi sento di darti è di provarne diverse e prenderle in calibro consistente perchè rendono meglio.

In generale si sta registrando anche in ambito professionistico un graduale ritorno ad armeggi meno rigidi. La corda monofilo sta iniziando a perdere affezionati per tanti motivi, non ultimo il prezzo spesse volte esagerato se rapportato all'esiguo costo dei materiali ed estema semplicità di produzione.

PS le Weiss Cannon New Element 500 / Genesis Thunder sono la stessa identica corda.

fil27t
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 446
Data d'iscrizione : 15.05.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: steel colander pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Syn gut vs monofilo morbido

Messaggio Da babolat94 il Mar 2 Feb 2016 - 13:56

Innanzitutto grazie a tutti per aver condiviso le vostre esperienze. Approfondendo il discorso multi mono.. Quante ore può essere usato prima di morte dinamica (almeno da un punto di vista teorico).?
Il problema infatti era proprio quello.questo mese ho giocato se vogliamo pochissimo per ho dovuto fare sempre un incordatura (mono portata a 14 ore).. Il fatto è che ora che si va avanti con la tenperatura e con le ore giocate.. Da 1 incordatura mensile dovrei passare a minimo 2. Di questo passo in 1 anno il telaio è andato!
Basta pensare che ci gioco da 4 mesi stabilmente e ha già fatto 5 incordature.. 
Il problema è accentuato dal fatto che se si sceglie telai fuori produzione diventa un problema.. Si pagano di meno, raggiungi un ottimo feeling ma poi dove li ritrovi?? Invece i telai nuovi costano tanto costano tanto anche i cambi frequenti ma se li scassi li hanno tutti i negozi. Si contrappone quindi il fattore  economico che pende dalla parte dei telaio vecchi ( nel senso che se paghi di meno il telaio avrai sicuramente un costo totale alla fine minore.. Ed un fattore affettivo che va verso i nuovi telai( te ne sbatti, costano tanto cambi quando ti pare ma alla fine puoi prenderne uno nuovo è solo questione di tempo).

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum