Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Quello che cambierei nel tennis

Pagina 5 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 6 Gen 2016 - 10:54

Promemoria primo messaggio :

Ecco quello che cambierei nel tennis, ed il perché:

1. Una sola palla di servizio

- Ormai i Pro servono prime palle ingiocabili: quando entrano sono ace, ace sporchi, o dritti vincenti.
- Lunghissimi tempi morti tra prima e seconda palla che verrebbero eliminati.


2. Niente pause asciugamano tenuti dai raccattapalle

- Odiosissime, lunghe pause.
- Igienicamente una schifezza.
- Immorale.


3. Niente intervento medico

- Stai male? Ti ritiri!
- Eliminate le sceneggiate tattiche, soprattutto femminili


4. Superfici diversificate

- Niente superfici omogeneizzate che favoriscono i soliti noti.
- Erba veloce, come un tempo (con un solo servizio il gioco sarebbe interessante).
- Terra lenta come una volta
- Indoor veloce, per vedere le volèe
- Chi vince il RG, non lo troviamo a Wimledon (a meno non si chiami Borg).

5. Palline come una volta, più veloci

- Si tornerebbe a vedere gioco di rete, e i vari stili di gioco, sarebbero di meno i "robot spara-palle.


6. Vietati TOTALMENTE i monofilamenti

- O, comunque, tutte le corde con rigidità superiore a SI 120.
- Se vuoi tirare mazzate, le devi sapere controllare.





Questo il mio punto di vista... e il vostro?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da MB66 il Gio 7 Gen 2016 - 19:37

Caro Bruciatore,
seguo e gioco a tennis più o meno dal 75, quindi sono circa 8 lustri. Se di questi ne scelgo 2, sottolineando la varietà del gioco di quel periodo, puoi non essere d'accordo ma prova a esporre qualche argomento più solido di un po' di pseudo psicologia.
Ero giovane anche ai tempi di Borg, Vilas e Connors ma il periodo tra il 75 e l'80-82 non l'ho trovato vario e interessante come gli anni successivi. Quindi la memoria selettiva non c'entra un tubo.
E aggiungo che, pur non avendoli visti dal vivo al contrario degli altri, partite come Laver-Rosewall a Dallas sono di un altro pianeta rispetto a un Nadal-Djokovic odierno.
Se ti capita guardati un 37enne Laver con un 22enne Connors su youtube per capire cos' è lo spettacolo.

MB66
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 29.04.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da MB66 il Gio 7 Gen 2016 - 19:40

@ThirdEye_ ha scritto:
@MB66 ha scritto:Oggi giocano tutti uguali.

Giocano tutti allo stesso modo perché le superfici ormai sono tutte uguali: dalla terra di Parigi all'erba di Londra cambia poco. Se le superfici, come suggeriva Sonny, tornassero a essere diverse a) vedresti specialisti a più non posso, ergo giocatori totalmente diversi tra loro e b) vincere 3 slam all'anno sarebbe molto più complicato.

Vero.

MB66
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Età : 50
Data d'iscrizione : 29.04.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 19:48

Ho visto tutte le tue partite di tennis e forse anche più...
Sei tu che hai contestato una mia affermazione peraltro in un ambito particolare del discorso e se hai l'umiltà (parola che probabilmente non conosci ma esiste sul vocabolario che te la spiegherà certo meglio di me) di tornare indietro di qualche riga noterai che in contemporanea quasi, abbiamo risposto in due la stessa cosa a narciso. Poi anche per me Laver è il miglior giocatore di tutti i tempi,quindi non sprecare ulteriore preziosissimo tuo tempo a consigliarmi...

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 19:56

@MB66 ha scritto:
@ThirdEye_ ha scritto:
@MB66 ha scritto:Oggi giocano tutti uguali.

Giocano tutti allo stesso modo perché le superfici ormai sono tutte uguali: dalla terra di Parigi all'erba di Londra cambia poco. Se le superfici, come suggeriva Sonny, tornassero a essere diverse a) vedresti specialisti a più non posso, ergo giocatori totalmente diversi tra loro e b) vincere 3 slam all'anno sarebbe molto più complicato.

Vero.


L'omologazione delle superici, insieme alle nuove corde ha omologato al ribasso il tennis, non lasciando spazio alla differenza di stili.

Ormai per questioni legate alla biomeccanica del gesto, sono costretti tutti a giocare lo stesso tipo di tennis.

Qual era la cosa piu' bella del tennis, se non il contrasto degli stili di gioco?

Il nuovo "power tennis" li ha semplicemente ammazzati.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da abracadabra78 il Gio 7 Gen 2016 - 20:13

@Burner69 ha scritto:Era quello che mi aspettavo da un dittatore come te...A parte che se tu non condividi le mie frasi non significano siano baggianate.Come preferisci, addio immaturo narciso...
burner,di baggianate cmq ne avevi gia' scritte abbastanza,magari nn tutti si ricordano,ora vedo che hai tolto la tua classifica   Laughing  http://www.passionetennis.com/t39076p220-linea-radical-graphene#586960

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da wetton76 il Gio 7 Gen 2016 - 20:34

@Sonny Liston ha scritto:
@MB66 ha scritto:
@ThirdEye_ ha scritto:
@MB66 ha scritto:Oggi giocano tutti uguali.

Giocano tutti allo stesso modo perché le superfici ormai sono tutte uguali: dalla terra di Parigi all'erba di Londra cambia poco. Se le superfici, come suggeriva Sonny, tornassero a essere diverse a) vedresti specialisti a più non posso, ergo giocatori totalmente diversi tra loro e b) vincere 3 slam all'anno sarebbe molto più complicato.

Vero.


L'omologazione delle superici, insieme alle nuove corde ha omologato al ribasso il tennis, non lasciando spazio alla differenza di stili.

Ormai per questioni legate alla biomeccanica del gesto, sono costretti tutti a giocare lo stesso tipo di tennis.

Qual era la cosa piu' bella del tennis, se non il contrasto degli stili di gioco?

Il nuovo "power tennis" li ha semplicemente ammazzati.

Dobbiamo allora ringraziare Agassi! No ovviamente, si sapeva che sarebbe finita così già dai primi anni '90 ... cmq per i "nostalgici" guardate che punto (il set-point) gioca McEnroe con Sanchez agli US Open del 1990 (a 2:55:10 circa)



Al massimo Federer ci fà una demi-voleè a set e finisce lì ... ma Federer è sempre il RE (dicono però che quest'anno giocherà meno tornei sulla terra).

wetton76
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 871
Località : bufalotta-talenti-conca d'oro (Roma)
Data d'iscrizione : 01.06.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: giocatore di club
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 20:35

@abracadabra78 ha scritto:
@Burner69 ha scritto:Era quello che mi aspettavo da un dittatore come te...A parte che se tu non condividi le mie frasi non significano siano baggianate.Come preferisci, addio immaturo narciso...
burner,di baggianate cmq ne avevi gia' scritte abbastanza,magari nn tutti si ricordano,ora vedo che hai tolto la tua classifica   Laughing  http://www.passionetennis.com/t39076p220-linea-radical-graphene#586960


Cosa vuol dire, Abra?

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 20:36

@DAVIDE72 ha scritto:...Renderei anche OBBLIGATORIO da parte dei costruttori il dichiarare esattamente le percentuali usate di grafite ed altri materiali, rispetto al peso totale dell'attrezzo...
Nono.... È il graphene "creato" con le nuove frontiere della nanotecnologia che permette ad un djokovic qualunque di essere numero uno al mondo...

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 20:38

@MB66 ha scritto:Caro Bruciatore,
seguo e gioco a tennis più o meno dal 75, quindi sono circa 8 lustri. Se di questi ne scelgo 2, sottolineando la varietà del gioco di quel periodo, puoi non essere d'accordo ma prova a esporre qualche argomento più solido di un po' di pseudo psicologia.
Ero giovane anche ai tempi di Borg, Vilas e Connors ma il periodo tra il 75 e l'80-82 non l'ho trovato vario e interessante come gli anni successivi. Quindi la memoria selettiva non c'entra un tubo.
E aggiungo che, pur non avendoli visti dal vivo al contrario degli altri, partite come Laver-Rosewall a Dallas sono di un altro pianeta rispetto a un Nadal-Djokovic odierno.
Se ti capita guardati un 37enne Laver con un 22enne Connors su youtube per capire cos' è lo spettacolo.
Giochi a tennis dal 75 e sei 4.2: hai la Wii??

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 20:40

@Michele Forni ha scritto:
@MB66 ha scritto:Caro Bruciatore,
seguo e gioco a tennis più o meno dal 75, quindi sono circa 8 lustri. Se di questi ne scelgo 2, sottolineando la varietà del gioco di quel periodo, puoi non essere d'accordo ma prova a esporre qualche argomento più solido di un po' di pseudo psicologia.
Ero giovane anche ai tempi di Borg, Vilas e Connors ma il periodo tra il 75 e l'80-82 non l'ho trovato vario e interessante come gli anni successivi. Quindi la memoria selettiva non c'entra un tubo.
E aggiungo che, pur non avendoli visti dal vivo al contrario degli altri, partite come Laver-Rosewall a Dallas sono di un altro pianeta rispetto a un Nadal-Djokovic odierno.
Se ti capita guardati un 37enne Laver con un 22enne Connors su youtube per capire cos' è lo spettacolo.
Giochi a tennis dal 75 e sei 4.2: hai la Wii??
Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
sei sempre il solito sagace miché

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 20:41

MB, scherzo sai??!!

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 20:43

se ti legge capisce, anche se scherzando scherzando pulcinella dice sempre la verità!!!

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Burner69 il Gio 7 Gen 2016 - 20:46

Abra non l'ho mai scritta la classifica....Cmq vedo che qui se uno attaccato si difende viene pure deriso...Cmq abra se ti vuoi giocare qualcosa, ma di serio, scegli pure tu la superficie, coniglio....

Burner69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Data d'iscrizione : 28.04.11

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ...121 metri sul mare...
Racchetta: Solo Fischer e forse ora Zus

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da MB66 il Gio 7 Gen 2016 - 21:00

@Michele Forni ha scritto:MB, scherzo sai??!!

Lo so ragioniere, lo so.  Smile Smile Smile

MB66
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Età : 50
Data d'iscrizione : 29.04.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Gen 2016 - 21:01

Non credo proprio che la nostalgia faccia pendere l'ago della bilancia verso il tennis del passato contro il tennis moderno....a livello spettacolo non ce proprio paragone.......io ormai sono anni che uso il tennis come sonnifero....non e'una questione di quale sia il tennis piu' tecnico o migliore,ma a livello spettacolo il tennis attuale e' veramente una noia......come gia' scritto da Giovanni e da altri utenti il cambio di materiali,racchette,palline,e superfici,fa si che si veda lo stesso tipo di tennis da tutte le parti.......per carita' bello vedere le grandi sfide sulle diagonali tra Roger,Nole,Raffa,etc etc,ed aprezzare il gesto atletico......ma per il resto e veramente una montonia........per il servizio non sono daccordo,ma per quello che riguarda asciugamano fuori da los cojones,medico,e un cambio nei vari materiali sicuramente mi trova daccordo.Il problema e' che bisognerebbe proprio fare un lavoro ben fatto,nel senso che,tanto per dirne una,se si ritornasse al legno,con una velocita' di campi corde e palle inadeguate,gli scambi al posto di 10 potrebbero diventare 35,visto il livello di preparazione e condizione fisica dei giocatori attuali......ma facendo un lavoro ben fatto,senza essere condizionati da gli sponsor......qualcosa di migliore si potrebbe fare.........poi per carita' e solo una questione di gusti.....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 7 Gen 2016 - 21:11

Veterano: ma tu che sei stato solo B4, e insegni in un'Accademia in Spagna, che ne sai Rispetto a Burner?

E' un ex 2.1, sceso a 2.5, poi 3.3, che non fa tornei per non prendere 6-1 dalle pippe!

Salvo prendere appuntamento al forum per allenarsi con un tennista principiante...

Un altro fenomeno da tastiera...

Troppi, ne abbiamo visti!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Gen 2016 - 21:19

No Sonny io ero B3......Michele era B4.......cioe' piu' scarso di me  Very Happy Very Happy Very Happy scherzo ovviamente......onestamente non ne so nulla......ultimamente sono venuti dei ragazzi italiani da noi a chiedere lavoro,con tanto di curriculum da 2.8 e giu di li.....per il resto Giovanni il mondo e bello perche' e' vario..........e se per questo come sempre evidenzia Abra neanche io ho mai postato un mio video.......dai magari un giorno o l'altro ne facio uno tanto per far vedere ha chi ha dei dubbi che la racchetta in mano la so tenere.......un abraccio e buone feste a tutti.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 21:20

@Sonny Liston ha scritto:Veterano: ma tu che sei stato solo B4, e insegni in un'Accademia in Spagna, che ne sai Rispetto a Burner?

E' un ex 2.1, sceso a 2.5, poi 3.3, che non fa tornei per non prendere 6-1 dalle pippe!

Salvo prendere appuntamento al forum per allenarsi con un tennista principiante...

Un altro fenomeno da tastiera...

Troppi, ne abbiamo visti!
Ex B3 Sonny....

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Gen 2016 - 21:20

Comunque bello il video del mio capo contro Mac.....avevo dei dubbi....sul suo rovescio slice eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 21:24

@MB66 ha scritto:
@Michele Forni ha scritto:MB, scherzo sai??!!

Lo so ragioniere, lo so.  Smile Smile Smile
Azzo!!! Sai pure che sono ragioniere!!! Abra sa che quando m'incazzo lanciò la racchetta!! Mo te... Ma che mi pedinate???

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Gen 2016 - 21:27

Be comunque se e' stato veramente un 2.1 non credo che ci sia storia per nessuno.......Michele tu che sei ancora giovane e ruspante,fatti due colpi......mi raccomando graphene in borsa....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da kingkongy il Gio 7 Gen 2016 - 21:28

"Fare le cose per benino" dice Vet.... Ora io non cspisco perché non si possa copiare le regole del gioco da chi, per secoli, si è organizzato perfettamente per questo. Tra l'altro le case costruttrici di attrezzi Son quasi le stesse...pertanto son già abituati alla "ricetta"...!!!
Sto parlando del Golf e della Commissione tecnica del Royal and Anciest Golf Club di St. Andrews.
Prima di produrre palline, bastoni o shaft...si passa tutti da St. Andrews e se il COR - Cefficiente di restituzione non è nei parametri fissati....ciao! Torna a casa Lessie. 
Questo ha permesso a questo sport di mantenere business, contratti TV, spettacolo. 
Basta fare le cose per benino...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 21:29

@Burner69 ha scritto:Abra non l'ho mai scritta la classifica....Cmq vedo che qui se uno attaccato si difende viene pure deriso...Cmq abra se ti vuoi giocare qualcosa, ma di serio, scegli pure tu la superficie, coniglio....
Tranquillo Burner, Abra sta ore e ore in campo: si occupa di manutenzione campi in terra rossa...
Dai, fate i bravi!!!
@Veterano, considerati sfidato!!!!

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da matador66 il Gio 7 Gen 2016 - 21:31

miché, veterano intende che una sfidarella con bruner te la devi fare tu !!

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Michele Forni il Gio 7 Gen 2016 - 21:32

@kingkongy ha scritto:"Fare le cose per benino" dice Vet.... Ora io non cspisco perché non si possa copiare le regole del gioco da chi, per secoli, si è organizzato perfettamente per questo. Tra l'altro le case costruttrici di attrezzi Son quasi le stesse...pertanto son già abituati alla "ricetta"...!!!
Sto parlando del Golf e della Commissione tecnica del Royal and Anciest Golf Club di St. Andrews.
Prima di produrre palline, bastoni o shaft...si passa tutti da St. Andrews e se il COR - Cefficiente di restituzione non è nei parametri fissati....ciao! Torna a casa Lessie. 
Questo ha permesso a questo sport di mantenere business, contratti TV, spettacolo. 
Basta fare le cose per benino...
GRANDE MACACO !!!!!
accipicchiolina hai scritto!!??

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: Quello che cambierei nel tennis

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Gen 2016 - 21:34

@Michele Forni ha scritto:
@Burner69 ha scritto:Abra non l'ho mai scritta la classifica....Cmq vedo che qui se uno attaccato si difende viene pure deriso...Cmq abra se ti vuoi giocare qualcosa, ma di serio, scegli pure tu la superficie, coniglio....
Tranquillo Burner, Abra sta ore e ore in campo: si occupa di manutenzione campi in terra rossa...
Dai, fate i bravi!!!
@Veterano, considerati sfidato!!!!
Grande Michele,ma il campo lo scelgo io eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 5 di 14 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6 ... 9 ... 14  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum