Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mar 29 Dic 2015 - 9:14

Promemoria primo messaggio :

Apro questo thread per raccontarvi alcune cose in merito.
Negli ultimi due anni avevo deciso di passare al lato oscuro della forza, e contrariamente a quello che il mio stile di gioco suggeriva, avevo deciso di imbracciare la moderna spada laser di Babolat, la Aero Pro.
L’avevo presa in versione Wimbledon Team da 280 grammi e me la ero sistemata con silicone nel manico ed overgrip pesante 10 grammi fino a portarla a 315 grammi nuda.
Con le corde c’era poco da scegliere e quindi avevo optato per le black code 1,18 a 22 kili.
Rispetto alle mazze che avevo utilizzato in precedenza, quasi sempre con profilo sottile e pesantucce, questa mi sembrava davvero il sacro graal.
Pregi e difetti come tutte, per carità, niente nasce perfetto per lo stile di gioco imperfetto che abbiamo a questo livello, però era veramente easy, e mi consentiva tantissime soluzioni.
Soprattutto di governare con facilità situazioni difficili e di ribaltare il gioco da difensivo a gioco di attacco in pochi scambi.
Come prototipo massimo della racchetta moderna mi ha lasciato davvero stupito in senso positivo.
Tra i difetti maggiori che le posso imputare e’ che effettivamente c’è un qualcosa di intrinsecamente incontrollabile in questa racchetta, proprio come il lato oscuro della forza……
In cosa consiste questa attitudine un po’ scontrosa?
Nel fatto che i colpi vanno oltre il tuo pensiero ed il tuo movimento.
Ha un extra in tutto, nella rotazione che tu vuoi imprimere, nell’altezza del colpo sopra la rete, nella profondità, e nella direzionalità.
Queste caratteristiche si possono leggere con la logica del bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto, e questo dipende dalla soggettività di ognuno di noi e dalla capacità tecnica di generare rotazione, profondità e direzionalità che ognuno di noi ha e quindi cerca oppure no nel suo attrezzo.
Io alla lunga ho trovato fastidioso il complesso di questi extra offerti dalla racchetta.
Nella mia testa infatti ho già molte soluzioni possibili su ogni colpo, se poi quella che riesco a scegliere in quei pochi istanti prima di colpire la pallina viene trasformata in qualcos’altro dal mio attrezzo, allora un po’ mi infastidisco, anche se l’esito del colpo poi è positivo.
Ma non è nemmeno questa la caratteristica che più mi ha innervosito di questo attrezzo (cosa che anche molti anni fa mi capito imbracciando al PD swirly).
Alla lunga infatti ho notato che per gestire proprio tutti questi extra offerti gratuitamente dall’attrezzo, ho dovuto modificare la tecnica dei colpi, in particolare per gestire la profondità.
Come con altre tipologie di racchette moderne, profilate 100x300, con cui ho provato a giocare, la difficoltà maggiore sta nel trovare con regolarità la giusta profondità dei colpi sullo scambio lungo e lavorato.
Se colpisci male o con poca convinzione rimani troppo corto, se ci vai con troppa foga senza troppo giro, finisci lungo.
Risultato finale: sul dritto strappavo il colpo, sul rovescio invece del backspin giocavo un underspin meno efficace, quando tiravo il rovescio in top a tutto braccio chiudevo gli occhi e pregavo.
Alla fine la resa era comunque buona, mi sono divertito, e mi sono tolto le mie soddisfazioni vincendo con chi dovevo vincere e perdendo comunque con chi dovevo perdere. 
Ma questa sensazione continua di sfarfallamento dei colpi e di continuo impegno tecnico per gestirli mi ha estenuato, fino a che a settembre, in uno stato di forma fisico non buono, e quindi da gestire essenzialmente con la tecnica, ho giocato alcune partite rendendomi conto di quanto tecnicamente fossi tornato indietro.
All’ennesimo disastro, invece di spaccare la racchetta sul paletto della rete, ho deciso il giorno stesso di mettere in vendita tutto e di ribellarmi al lato oscuro della forza.
Ed ecco il ritorno dello Jedi…..mica tanto facile.
Scorrendo sulle racchette in vendita su TW, praticamente tutte, alla ricerca di qualcosa di classico, tolta la solita Prestige con la quale non mi sono mai trovato, ed esclusa la nuova RF per la sua rigidità, non è che abbia trovato ampi margini di scelta, alla fine ero indeciso tra la Yonex di Wawrinka, la Yonex F, oppure il ritorno al buon vecchio e caro POG.
Invece mi sono imbattuto nell’offerta delle nuove (vecchie) Pro Staff 85 con le quali avevo giocato per 4 anni (record per me) in gioventu’ e non ho resistito, piu’ per emozione che per ragione, perché la ragione mi diceva la Yonex 330 grammi (ma l’arancione è l’unico colore che mi fa vomitare su una racchetta, tutti abbiamo le nostre debolezze).
Ho visto la videoreview su TW e siccome mi fido solo di Granville nelle loro recensioni, ho cliccato ed ho preso una coppia matched pair (servizio che si paga 15 euri in più).
Dopo tre mesi di gioco posso dirvi qualcosa in merito.
Passando dal top della modernità, al top delle classiche, il primo risultato visibile è stato che i risultati non sono cambiati, cioè continuo a vincere con chi di solito vincevo e più o meno con lo stesso score, e continuo a perdere con chi perdevo con degli score a volte migliori.
In quanto ai colpi, beh devo confessarvi che a parte la goduria dell’impatto, le prime settimane sono state un po’ combattute, l’effetto della Babolat si faceva sentire e con i colpi così strozzati come impostati con la APD con questa diventava tutto più complicato, al di là del risultato dei match.
Ho dovuto fare un paio di sessioni di messa a punto col maestro per ritrovare la giusta fuidità e correggere i movimenti.
Questa racchetta ti fa sentire quanto sei sega.
Non c’è altra racchetta che ti possa far rendere conto di quanto tecnicamente sei scarso.
Ed uno si può domandare: allora perché dovrei usarla? Per smettere di giocare a tennis?
No, semplicemente perché è terapeutica.
Con questo Stradivari del tennis (lascio perdere se sia meglio o peggio di quelle vecchie, se la grafite è meglio o peggio ed altre menate sul tema) hai la esatta percezione di dove sbagli i movimenti.
Non ci sono né santi né madonne da imprecare, lei ti dice: sei tu una pippa, se non finisci il movimento io non la metto dove vuoi tu, se la prendi dietro te la sparo sulla rete di fondo campo, se abbassi le spalle invece delle gambe te la tiro in mezzo alla rete, se arrivi tardi la prendo con il PWS e non con le corde.
Insomma è davvero impietosa e cattiva dove la APD perdonava ed era generosa.
Sono due modi di educare differenti, una è severa l’altra è comprensiva.
Cosa è meglio?
Al momento non lo so, non ho ancora deciso, non ho deciso se la PS85 sia la scelta finale o la transizione terapeutica per poi passare a qualcosa di permissivo e moderno, magari aspetto la nuova Yonex Dual G 330 grammi non so, però ci sono aspetti di questo super classico che inizio ad apprezzare.
Innanzitutto la sincerità dell’attrezzo, che è una grande dote.
Indirizza esattamente la pallina dove vuoi, sempre che tu abbia portato il colpo correttamente, e ti costringe a farlo perché altrimenti col cavolo che va comunque dentro.
La palla gira che è una meraviglia ma esattamente per quanti giri gli vuoi e gli sai far fare.
Il servizio è micidiale, manco con un cannone come la APD.
Ti costringe a piantare bene i piedi ed a dosare il peso del corpo, perché come vai indietro o scappi dalla pallina mentre colpisci rimani corto oppure non passi la rete.
Ti costringe alla fluidità, è vero che è pesante ma è anche piccola e maneggevole, e se imposti bene il colpo, lei fa il resto trascinandoti il braccio via fino alla fine donando ai tuoi colpi un efficacia dimenticata.
Al contrario, se strappi o sei scomposto, quello che con la APD entrava comunque, qui va dritto due metri fuori dal campo, perché di potenza ne ha tantissima dato il peso e ti stupisci di quanto possa tirare forte soprattutto quando vai fuori controllo.
Stesso discorso nel gioco a rete, dove la APD era molto permissiva qui siamo alla severità assoluta, si passa dal missile perfetto alla cagata mostruosa in relazione a come arrivi sulla palla.
Certo che con la PS85 adottare un gioco di difesa e di pigrizia è un suicidio, cosa che si può invece fare con serenità con una APD, il piatto da 85 rischia di ridicolizzare i tuoi sforzi di correre da una parte all’altra del campo per rincorrere le palline del tuo avversario.
Inoltre ti fa anche rendere conto del perché un certo RF preferisse giocare di anticipo in mezza volata da fondo campo piuttosto che stare due metri fuori da campo e randellare alla spagnola soprattutto sul rovescio.
D’incontro infatti il punch di questa racchetta è mostruoso, dove invece pecca di pienezza la APD.
Mentre la APD sotto pressione ti dice “non ti preoccupare, in qualche modo di là la ributtiamo”, la PS85 ti dice “ma ndo caxxo vai? Guarda che se non prendi il gioco in mano qui finisce male”.
Ora tornando alla premessa iniziale sui risultati, con quelli con cui vincevo, continuo a vincere con la PS85 divertendomi ma stando sempre molto attento e concentrato sui colpi e sul creare gioco senza subirlo.
Ma in questo caso parliamo di un livello di gioco “normale” di quarta categoria, dove c’è tempo e spazio per impostare bene i colpi e per gestire le difficoltà tecniche che una PS85 ti impone.
Quando passo a giocare al livello superiore invece, e parlo di terza categoria anche al top di gamma, sia bombardieri che regolaristi, il discorso cambia.
Nel senso che la APD ti garantiva grandi difese ma anche grandi perdite di controllo sul ritmo più elevato imposto da questi giocatori e sulla velocità di palla più elevata, mentre la PS85 ti garantisce meno spazi difensivi ma molta più solidità nella gestione dello scambio dritto per dritto, e come mi girano sul dritto riesco a prendere in mano l’inerzia del punto mettendoli in difficoltà.
In questo senso la APD era molto più erratica e naturalmente capace di colpi meno “pesanti”.
Ripeto, con chi facevo due games, spesso faccio ancora due games, ma qualche volta con la PS85 riesco a farne pure 5, mi è capitato di vincere anche dei set (non il match), laddove con la APD facevo fatica a schiodarmi dal punteggio standard.
Paragonare due racchette così diverse non era lo scopo di questo racconto, ma volevo fare il punto su un argomento classico dei forum, cioè il paragonare la giocabilità di un attrezzo moderno con la tecnicità di un attrezzo classico al nostro livello di gioco.
Sono meravigliato del fatto che ancora oggi è difficile fare una scelta.
Non pensavo di poter essere ancora così efficace con in mano una PS85.
Con questo attrezzo capisci la differenza tra il piacere di essere un giocatore di tennis e l’essere un giocatore per il piacere di giocare a tennis. Puoi affermare:
1) Io sono un giocatore di tennis.
2) A me piace giocare a tennis.
Mentre con la APD potresti affermare le due cose contemporaneamente con una discreta possibilità di essere credibile, con la PS85 fai fatica a credere alle due cose separatamente, figurati a coniugarle insieme.
Ma è giusto, essere un Jedi implica controllo, disciplina, allenamento e conoscenza, mentre il lato oscuro della forza è più permissivo, emozionale, facile come percorso.
Certo dopo aver provato i due estremi, forse una via di mezzo sarebbe ancora la scelta migliore e più intelligente, ammesso che esista. 



spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso


Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da lorenz90 il Mer 30 Dic 2015 - 14:22

io penso che ognuno di noi deve usare la racchetta più pesante che riesce a gestire in partita senza andare in difficoltà

nel mio caso 325g con sw 325

chiaro se prendo in mano la RF tiro bombe ma per quanto? 15/30minuti forse, se poi le gambe iniziano a girare male e serve l'aiuto del braccio tanti saluti

dipende sempre dalle capacità tecniche e fisiche che abbiamo

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3587
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mer 30 Dic 2015 - 14:30

A tutti....se leggete il mio post non prendo posizione nettamente nè per l'una nè per l'altra tipologia di racchetta, faccio una constatazione per cui al netto di pregi e difetti, il risultato sul campo da tennis non cambia, i valori non sono alterati dal telaio utilizzato.

Cambia invece l'attitudine al match, l'atteggiamento mentale e strategico.

Con la pS85 in mano spesso mi ritrovo a dire a me stesso: trova il gioco, non lasciarti portare via da lui, impostalo tu alla tua velocità.

Con la APD invece mi ero impigrito e venivo un pò trascinato dagli eventi, entravo in campo senza uno canovaccio tattico da svolgere.

Poi vinco e perdo allo stesso mod, quasi, con una e con l'altra, e questo un pò mi stupisce, giocando anche due ore di fila, pensa un pò, e fiscamente non sono nè un mostro nè uno allenatissimo visto che gioco solo a tennis due volte alla settimana.

Per KK: la POG è stata utilizzata in diverse maniere da diversi giocatori, tra cui un certo Gene Mayer che di ricami se ne intendeva eccome. Agassi ne ha sublimato le doti di incontrista.
Le tensioni di cui parli erano necessarie con i budelli e le sintetiche del suo tempo, adesso con un poliestere ci giochi anche a 25 kili, cioè quanto una PD o APD. provala poi mi dici se non controlla.

Il mio discorso non includeva il fatto che la Head e la Wilson non abbiano mai modificato i lori telai da giocatore, se leggi bene ho scritto che li hanno modificati nel tempo conservandone la ottima base, cosa che avrebbe dovuto fare anche la Prince quando la usavano quasi tutti mentre la PK Destiny (alias PD) veniva schifata da tutti.

Il problema di adesso è che già da piccolo ti abituano alla racchetta leggera e rigida, per cui continuerai a giocare con la leggera e rigida, per questo la nuova Federer non è molto diffusa.
La vecchia Federer invece non è più usata mica per il peso, ma per l'ovale poco permissivo che alle loro velocità signifca una tecnica sopra la media, media tecnica che invece è davvero bassa, anche trai pro.



spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 14:32

Vecchio KK, continui ad affermare cose azzardate.

POG non per cesellatori, dici...

E la Sabatini? Cesellava eccome!

E Gene Mayer? Era talento cristallino!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mer 30 Dic 2015 - 14:51

Giova' quella della Sabatini aveva il grafregne....

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da matador66 il Mer 30 Dic 2015 - 15:06

Questo argomento somiglia molto alle discussioni che faccio spesso con mia moglie su il passato e l'odierno.
io dico che, in tutti i campi, i professionisti del passato erano migliori di quelli odierni (faccio l'esempio dei conduttori televisivi Mike, Baudo, Tortora, Corrado etc., dei comici Totò, Sordi, Fabrizi etc., della musica, troppi esempi).
Mia moglie, forse per prendermi in giro, forse no, dice che è soltanto la nostalgia dei tempi in cui ero bambino/ragazzo, tempi a me molto cari.
Non so, ma io dico con convinzione che i giocatori di una volta come Borg, Mc Enroe, Connors, Lendl, Edberg, fino a Sampras ed Agassi, erano forti come, se non di più dei giocatori attuali.    
Questo però se lo racconti ad un ragazzo ti prende per matto e ti dice che Nadal, Federer e qualcun altro se li sarebbe mangiati in un boccone.
Sta di fatto che le due correnti di pensiero non si incontreranno mai e questo credo che valga anche per la preferenza sui due tipi di telai.
Anche se, come già detto, la discussione è stata aperta da Spalama non per contrapporli, ma per  dare una sua personale sensazione.

matador66
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1610
Località : Roma - Eur
Data d'iscrizione : 20.04.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: itr 4.0 (quasi)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 15:10

@spalama ha scritto:Giova' quella della Sabatini aveva il grafregne....

In dosi massicce!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 15:44

La Sabatini non ha usato solo la POG...e il suo attrezzino pesava un cincinin sopra i 400 gr. Stiamo parlando di un'altra racchetta...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da VANDERGRAF il Mer 30 Dic 2015 - 15:51

@Sonny Liston ha scritto:Vecchio KK, continui ad affermare cose azzardate.

POG non per cesellatori, dici...

E la Sabatini? Cesellava eccome!

E Gene Mayer? Era talento cristallino!
senza offesa, ma state facendo il solito errore di analizzare le cose su due mondi totalmente distanti che non si incontreranno mai nemmeno per mandarsi a cag.... .  ma come può quello che fa un pro con la - sua - racchetta, incidere anche solo in minima parte con quello che quel modello destinato al pubblico consente di fare in relazione alla tipologia di utenza che lo va ad usare ?  tu sonny parli della stazza fisica, che nessuno arriva a capire una cosa così logica, ma pure tu mi sembra che fai lo stesso con questi paragoni. un conto è quello che riescono a fare i campioni con una racchetta e un altro conto è quello che ci si riesce a fare a livello di quarta, mediamente, dando poi per scontato che sia una racchetta avvicinabile in tutto e per tutto a quella usata a livello pro, avendo come costante nota solo il nome del modello.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 15:53

Ma in sostanza avvalorate quello che dico io: se giochi alla Mayer...prenditi una POG...con gli anni è passato alla SpeedPort. Perché ? Insomma, sarebbe dovuto rimanere alla 110 !!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 15:54

Stavolta ha ragione Vander: ceteris paribus. 
Confronti alla pari....

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 16:02

@VANDERGRAF ha scritto:
@Sonny Liston ha scritto:Tu sonny parli della stazza fisica, che nessuno arriva a capire una cosa così logica, ma pure tu mi sembra che fai lo stesso con questi paragoni. un conto è quello che riescono a fare i campioni con una racchetta e un altro conto è quello che ci si riesce a fare a livello di quarta, mediamente, dando poi per scontato che sia una racchetta avvicinabile in tutto e per tutto a quella usata a livello pro, avendo come costante nota solo il nome del modello.


Pensa un po' VANDERGRAF, che io perno proprio che dire che i Pro siano un altro mondo, nelle racchette, sia una CAGATA PAZZESCA, come le Corazzata Potemkin.

Le racchette che usano loro, in relazione al loro tipo di gioco, sono (o dovrebbero essere) le stesse che usiamo noi.

Negli anni '80, chi giocava con la F200 non usava la stessa Racca di Wilander?
E chi usava il POG non era quella di Agassi?
Chi usava la Prestige, non usava la stessa di Emilio Sánchez?
Chi usava la PS 85, non usava la stessa di Edberg?

La risposta è siiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Non esistevano queste "seghe mentali" da Forum secondo le quali uomini di 80 kg debbano usare racchettoni da 280 grammi.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 16:10

Sonny, quanto pesa la racchetta di una ragazza oggigiorno? 405 grammi? Dai, il calendario gira...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mer 30 Dic 2015 - 16:12

KK oggi ne hai dette troppe non ti pare???

Se mi pagassero anche io giocherei con quello che volgiono loro.

Hanno smesso praticamente di farla 20 anni fa la POG e vuoi che facciano giocare i loro testimonial con la POG?

Ferrer passa alla Babolat? Beato lui chissà quanto lo pagano.

Ve l'ho detto che questi della Prince non sanno dove sbattere la testa in quanto a marketing.

E poi sul discorso POG-Sabatini si sentono le tue unghie stridere sul vetro dove stai tentando di arrampicarti.

Con la POG ci giocavano dai professionisti, agli amatori, ai vecchietti, avvocati e commendatori dei doppi della domenica, chi tirandoci sberle terrificanti, chi ubriacandoti di palle corte, o chi semplicente alzando pallonetti a palombella.

E' stata la prima vera racchetta all-around ed universale per ogni livello di gioco della storia del tennis di una così grande diffusione a livello planetario.

Ancora se ne parla infatti e se ne vendono, questo per rispondere anche a Vandergraaf, la POG non è mai stata riservata ai professionisti e basta.

Non serve essere Wawrinka per giocare con la Yonex da 330 grammi, questa è una falsa convinzione, come non serve essere RF per giocare con la sua 340, e nemmeno Nadal per giocare con la APD che è molto più tecnica di quanto tanti teorici forumisti possano pensare.

Tra l'altro caro mio KK, se vuoi cesellare, ci vuole racca pesante, profilo stretto e flex basso.

E se molti cesellassero con controllo invece di sparacchiare palle a caxxo di cane tre volte sui teloni ed una in campo urlando VAMOS a suqarciagola, per poi perdere 61 61 in tre quarti d'ora, il tennis di quarta categoria sarebbe anche più divertente.




spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 16:17

@kingkongy ha scritto:Ma in sostanza avvalorate quello che dico io: se giochi alla Mayer...prenditi una POG...con gli anni è passato alla SpeedPort. Perché ? Insomma, sarebbe dovuto rimanere alla 110 !!!

Perché Prince vuole spingere i Buconi.

Non vuole spingere la POG.

Marketing....

Se, dopo anni, i giocatori avessero ripreso i POG sarebbe stato, per Prince ammettere implitamente che le nuove Racche non valessero niente.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 16:21

@kingkongy ha scritto:Sonny, quanto pesa la racchetta di una ragazza oggigiorno? 405 grammi? Dai, il calendario gira...

Hantuchova: 340 nuda
Schiavone: 340 nuda

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 16:42

Non c'è peggior sordo...

Chi se ne frega di cesellare???!!! Ma cesello io che gioco da 40 anni e che le racchette le prendevo a Kennelbach. Qui non si tratta di cesellare. Tu e Sonny vi state avvitando su voi stessi. 
Però io non voglio proprio litigare (ci mancherebbe!).
Continuo a pensare che ogni epoca ha il suo swing e ogni swing ha la sua racchetta.
Giocare con una vecchia gloria è fantastico...ma è come guidare la Bugatti di Tamara de Lempicka. Parcheggiare all'Ipercoop è un casino.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da felipe il Mer 30 Dic 2015 - 16:47

mi sono allenato assiduamente con una due top wta 500, una top 250 in doppio e saltuariamente con una ex 150 in singolo... racche mediamente pese 320 plus strung...
niente di extra... nulla di nulla...
la media delle racchette delle donne pesa 325 più corde... e non può essere altrimenti, se vuoi giocare veloce a tutto campo...

a parte questo piccolo inciso, sto preparando la seconda tesi di laurea e devo proprio in questi giorni sostenere l'esame di diritto comparato... la prima regola è: si compara ciò che è comparabile, ossia istituti che abbiano una percettibile somiglianza ed affinità...

se si vuole paragonare il vecchio al nuovo si devono comparare telai simili...
paragonare una ps85 ad una APD non ha senso...
eventualmente la ps85 può essere paragonata a qualche telaio moderno tecnico.. non certo profilato...
se vuoi trovare un paragone alla APD devi andare a prendere le old profilate.. tipo la Genesis della Head o altro...

felipe
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 836
Data d'iscrizione : 03.03.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: prima nmm (non mollare mai) ora mdcv (ma dove caxxo vado)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da kingkongy il Mer 30 Dic 2015 - 16:54

Beh almeno c'è uno che ha ben presente il ceteris paribus...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12073
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mer 30 Dic 2015 - 17:12

Gentilissimo KK non stiamo mica litigando, si discute, ed il titolo Guerre Stellari nel post era anche riferito al fatto che sicuramente tanti filosofi avrebbero sparato le loro sentenze sull'argomento non avendo la minima percezione pratica derivante da prove fatte sul campo e si sarebbe scatenato il putiferio nel post.

Però mi dirai tu cosa c'entra lo swing di un tennista di venti anni fa che usava la pro staff classic con quello dei giocatori di oggi che utilizzano la stessa racchetta pittata in altro modo, stesso discorso per la Pro Tour declinata in varei versioni e sotto mentite spoglie di Head Prestige e Wilson Blade.

Ma di che cosa stai parlando???

Probabilmente per andare al supermercato meglio una Golf, ma per il resto girare in Bugatti non ha prezzo.

Per Felipe: un peso medio di 325 grammi per una donna atp è comunque un buon peso, ma interesserebbe sapere anche dove sta il bilanciamento di queste racchette.
Inoltre come scrive anche Sonny, ci sono dei fuscelli come la Schiavone e la Hantuchova che giocano con pesi ben maggiori, quindi il peso è un falso problema, è solo nella mente di chi non ha mai provato racchette pesanti e di chi trova più comodo giocare con racchette leggere e permissive per i più disparati motivi, ad esempio motivi fisici, mtoivi di limitata mobilità per scarso allenamento o infortuni pregressi, o semplicemente per motivi tecnici, cioè sono impostati talmente male che con una racchetta differente non supererebbero la metà campo mai, o anche chi è nato con queste racchette e si trova bene, o chi invece ne ricava giovamento anche essendo allenato bene e tecnicamente a posto.

Poi visto che sei studente e quindi abituato a leggere e studiare, io nno ho paragonato le due racchette, ho confrontato l'effetto che hanno fatto su di me in diversi mesi di utilizzo.

Non ho detto che è meglio l'una o l'altra, ho detto perchè ho abbandonato la APD ma ho anche detto che non ho adottato la ps85 in via definitiva, ho espresso i dubbi che ti lasciano in testa le due racchette ognuna per i pregi ed i difetti che hanno.

Non ho parlato di materiali ed altri argomenti triti e ritriti in vari post di questo forum.

Dal mio punto di vista sarebbe stato più banale un parallelo tra una ps85 ed una Prestige Graphene Pro, come tra la APD e la Genesis.

Se vuoi te ne posso fare altri ad esempio tra la PS85 e la Yonex RDS001 Mp, oppure tra la APD Plus e la EXO3 Tour Longbody di Prince, oppure tra diverse altre racchette che ho provato non per tre giorni ma per mesi e mesi.

Ma qui si parlava di cosa ti offrono e cosa ti tolgono le racchette moderne e di cosa ti offrono oggi e ti tolgono oggi le racchette classiche, a parità di tecnica, giocatore ed avversari.

E se hai letto bene, il risultato sportivo sul campo non cambia, pur utilizzando due estremi opposti di telaio.

Interessante no?

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da felipe il Mer 30 Dic 2015 - 17:19

aridaje....

è fuorviante la frase: cosa ti offrono le racchette moderne e cosa ti tolgono quelle classiche...
sembra che le 'racchette moderne' siano solo profilate ma non è così...

felipe
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 836
Data d'iscrizione : 03.03.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: prima nmm (non mollare mai) ora mdcv (ma dove caxxo vado)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da spalama il Mer 30 Dic 2015 - 17:32

Tra l'altro sarebbe anche interessante se vi andaste a leggere i Customer Feedback della PS85 o della POG 107 su TW (sito internazionale non TWE), di molta gente che le ha prese, come io ho preso la PS85, e di come ne parla, anche rapportandole a telai moderni che avevano utilizzato fino ad oggi.

Forse una riflessione in merito potrebbe essere fatta con più serenità.

Se avessi voluto fare un paragone tra gli attrezzi moderni e quelli classici, avrei potuto utilizzare le automobili come metafora.
Quelle moderne ti portano da A a B con un comfort, una guidabilità ed una sicurezza di gran lunga superiore ad un auto degli anni 70, 4 marce ed uno sterzo, freni a tamburo etc...
Ma probabilmente il tempo impiegato per andare da A a B sarebbe comunque lo stesso, rispettando i limiti di velocità.
Chi non ha mai guidato una macchina anni 70 potrà solo dire che è una cagata rispetto a quelle moderne, chi invece ha guidato quelle macchine ti dirà che davano emozioni che con quelle moderne te le sogni, e che dovevi essere anche un pò pilota per saperle gestire bene.
Sarebbe stato facile impostare il discorso in questi termini, oppure dirvi che sulla Mercedes di Hamilton avrei vinto pure io il mondiale di Formula 1, mentre sulla Alfa Romeo di Fangio non so se Hamilton avrebbe vinto il mondiale, ma non l'ho fatto.

Non sono qui per promuovere le vintage rispetto alle moderne, ne viceversa.

Per Felipe: trovo l'attuale prestige, moderna, difficile quanto quella "classica", stesso mold ma probabilmente con qualcosa di differente in termini di flex e bilanciamento, trovo la Blade una copia della prestige e per me inutilizzabile in versione stock, anche se era nata per contrastare il successo della radical, trovo la pro staff classic 6.1 impegnativa al pari della ultima Six.One 95, volgiamo continuare?



spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 17:45

Meno male che Felipe ci ha illuminato con la sua cultura.

È bello usare il Forum per crescere intellettualmente...

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 17:52


  • La media delle Racche femminili dice (correttamente) Felipe è 325 senza corde.


Caxxo: vi sembra poco?
Senza contare le inerzie, MAI sotto i 345/350 punti.

Racche che "chiavi in mano" arrivano a 355 grammi, SW 350.

(La Petko aveva inerzia 360)...

Salvo eccezioni (Serenona, Pavlichenkova, Stosur)... avete idea di che SCRICCIOLI siano le giocatrici?

Avete visto le loro braccia esili?

Il loro peso corporeo medio è ben sotto i 60 kg.

Ed usano Racche da 355 grammi finite, con inerzia 350.



Quod Erat deminstrandum.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 18:07

Demonstrandum

(Errore di battitura)

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da DrDivago il Mer 30 Dic 2015 - 18:15

@felipe ha scritto:aridaje....

è fuorviante la frase: cosa ti offrono le racchette moderne e cosa ti tolgono quelle classiche...
sembra che le 'racchette moderne' siano solo profilate ma non è così...
Credo che il senso della riflessione di Spalama sia comparare le sensazioni (più che le prestazioni) date dalla racchetta "tipo" di 20 anni fa (PS85) e quelle date dalla racchetta "tipo" di oggi (profilata "300/100").

Se invece vogliamo fare dei paragoni ceteris paribus, possiamo sempre mettere a confronto la PS85 all'attuale 90 e, dall'altro lato, la PK Destiny alla Pure Aero, no?

DrDivago
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6416
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Moderne Vs. Racchette Classiche: Guerre Stellari???

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 30 Dic 2015 - 18:25

Questi paragoni li ho fatti già decine di volte:

Le profilate top di oggi, quali PD, APD, Ai 100 non possono neppure avvicinarsi ad una Legend Classic Estusa, una Head Ventoris o una Volkl Speed 35.

Una Prestige odierna, una Pure Stile o una Blade è SPAZZATURA rispetto ad una Pro Tour, un POG Mid, o una Black Ace 98 (quella vera).

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum