Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

una strana partita.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

una strana partita.

Messaggio Da coccodrillo il Lun 30 Nov 2015 - 11:07

Ciao a tutti.
Volevo raccontarvi della partta di ieri.
il mio maestro mi ha organizzato un match con il classico giocatore di circolo, cioè il 60enne che gioca tutto in back non dandoti ritmo.
Il primo set è durato 20 minuti: gli ho dato 6-1 facendo il mio solito gioco, cioè il gioco alla spagnola (palla alta sul rovescio sempre e comunque).
Nel secondo set ho deciso di cambiare tattica e ho cercato di fare degli strettini e di venire a rete; ho perso 6-0!!!

Domenica prossima lo risfido; però faccio questa domanda: è giusto quando si ha la partita in mano cambiare tattica e cercare cose nuove oppure bisogna insistere sulla solita tattica vincente? E' rispettoso nei confronti dell'avversario cambiare così platealmente gioco (sembra quasi che uno dica "se gioco come prima, ti asfalto. Vediamo di cambiare gioco e di darti una possibilità"; la mia presunzione è stata però fortemente punita.).

coccodrillo
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 05.10.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Veterano il Lun 30 Nov 2015 - 11:28

Tattica vincente non si cambia,non ce niente di irrispettoso,ognuno gioca come meglio crede.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1989
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da andrea scimiterna il Lun 30 Nov 2015 - 11:39

Avendoti dato 6-0 non credo si sia posto il problema, concediamo qualcosa anche al tuo avversario, pur cambiando tattica magari anche lui ha inquadrato un pò la partita, detto questo dove sta scritto che bisogna cambiar tattica esclusivamente quando si perde sarà che io non ho un forte spirito competitivo, per esempio non ho mai fortemente penalizzato il rovescio non all'altezza del dritto per giocare di dritto colpo più affidabile e sostanzioso. Vedi tu cosa ti dà più soddisfazione vincere o essere capaci di variare il gioco gestendo partita e punteggio, insomma ti piace imparare, metterti in discussione o "vincere facile". Smile

andrea scimiterna
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 948
Data d'iscrizione : 26.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da kingkongy il Lun 30 Nov 2015 - 12:15

Tutte le volte che ho pronunciato la frase "Che palle! così mi annoio a morte"...ho rimediato le più ingloriose (e meritate) sconfitte.... Per carità, si può perdere anche giocando in maniera stupenda e spuntando sangue, ma perdere per "sfizio"...e' offensivo verso noi stessi.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da coccodrillo il Lun 30 Nov 2015 - 12:25

In tutta onestà devo riconoscere che finito il primo set ho pensato "che palle, non c'è partita con questo, ma con chi mi fa giocare il maestro,  meglio che andavo a fare una passeggiata. Vabbè, facciamo qualcosa di diverso, faccio finta che è un allenamento in cui provo le volee e gli strettini"
Giustamente la mia presunzione è stata punita.

coccodrillo
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 05.10.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Maffa il Lun 30 Nov 2015 - 12:29

@kingkongy ha scritto:Tutte le volte che ho pronunciato la frase "Che palle! così mi annoio a morte"...ho rimediato le più ingloriose (e meritate) sconfitte.... Per carità, si può perdere anche giocando in maniera stupenda e spuntando sangue, ma perdere per "sfizio"...e' offensivo verso noi stessi.
però è anche vero che si gioca per divertirsi...

Maffa
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 24.11.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da maurotrevi il Lun 30 Nov 2015 - 12:47

ma dopo il 3-0 perchè non sei tornato alla tattica precedente? sicuro che fosse solo tattica e non altro?

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da kingkongy il Lun 30 Nov 2015 - 13:02

Certo che si gioca per divertirsi! A volte si gioca divertendosi. E a volte si gioca solo per vincere. Però cercare di vincere è anche una forma di rispetto nei riguardi del nostro avversario. Così come "fare accademia" è irrispettoso. 
Dopo due game deve scattare l'allarme rosso. 
Questo detto con tutta la leggerezza del caso!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Michele Forni il Lun 30 Nov 2015 - 13:32

Probabilmente gli "strettini" ti uscivano un po' "larghini" e ti infilava come un pollo... Se hai preso 6/0 con quella tattica da un sessantenne, hai motivo di allenare di più quel tipo di gioco...

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da doma12 il Lun 30 Nov 2015 - 13:36

Dipende da qual'è l'obiettivo. Se è una partita di allenamento intesa con lo scopo di lavorare sul proprio gioco, sulla varietà, su uno schema, o qualunque altra cosa la priorità non è tanto il risultato ma il cercare di mettere in atto ciò che si vorrebbe sperimentare.

Se invece è banalmente una partita, uno contro l'altro, allora bisogna mettere in campo la tattica vincente, anche dovesse essere poco brillante o poco divertente. Se funziona palla alta sul rovescio (e ha funzionato se gli hai dato 61 nel primo) si va avanti con quello fino a quando l'avversario non inizia a trovare le contromisure

doma12
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 03.11.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.2 FIT
Racchetta: Head Speed Graphene MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Michele Forni il Lun 30 Nov 2015 - 13:37

@kingkongy ha scritto:Certo che si gioca per divertirsi! A volte si gioca divertendosi. E a volte si gioca solo per vincere. Però cercare di vincere è anche una forma di rispetto nei riguardi del nostro avversario. Così come "fare accademia" è irrispettoso. 
Dopo due game deve scattare l'allarme rosso. 
Questo detto con tutta la leggerezza del caso!
Beati voi che vi divertite.... Io mi diverto solo a giocare con tale Alberto Fiore, 4.2 che si crede 2.4.... Te ruba 6 palle a game, si incita in tedesco quando sbaglio, ti offende quando prendi un nastro (la riga no, perché te la chiama fuori) ma alla fine perde ed è un amico....

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Michele Forni il Lun 30 Nov 2015 - 13:41

Non doma12 ha scritto:Dipende da qual'è l'obiettivo. Se è una partita di allenamento intesa con lo scopo di lavorare sul proprio gioco, sulla varietà, su uno schema, o qualunque altra cosa la priorità non è tanto il risultato ma il cercare di mettere in atto ciò che si vorrebbe sperimentare.

Se invece è banalmente una partita, uno contro l'altro, allora bisogna mettere in campo la tattica vincente, anche dovesse essere poco brillante o poco divertente. Se funziona palla alta sul rovescio (e ha funzionato se gli hai dato 61 nel primo) si va avanti con quello fino a quando l'avversario non inizia a trovare le contromisure
Ok... Ma pure in una partita 1 contro 1 non di torneo, dovresti cercare tutte le soluzioni per ampliare il tuo "bagaglio" tecnico... Non puoi sempre e solo fare il tuo gioco: devi avere delle varianti!!

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da doma12 il Lun 30 Nov 2015 - 13:53

@Michele Forni ha scritto:
Non doma12 ha scritto:Dipende da qual'è l'obiettivo. Se è una partita di allenamento intesa con lo scopo di lavorare sul proprio gioco, sulla varietà, su uno schema, o qualunque altra cosa la priorità non è tanto il risultato ma il cercare di mettere in atto ciò che si vorrebbe sperimentare.

Se invece è banalmente una partita, uno contro l'altro, allora bisogna mettere in campo la tattica vincente, anche dovesse essere poco brillante o poco divertente. Se funziona palla alta sul rovescio (e ha funzionato se gli hai dato 61 nel primo) si va avanti con quello fino a quando l'avversario non inizia a trovare le contromisure
Ok... Ma pure in una partita 1 contro 1 non di torneo, dovresti cercare tutte le soluzioni per ampliare il tuo "bagaglio" tecnico... Non puoi sempre e solo fare il tuo gioco: devi avere delle varianti!!

Dipende qual'è l'obiettivo. Se è una sfida, uno contro l'altro, anche non in torneo e si vuole giocare per vincere la sfida quello non è il momento per provare varianti. Soprattutto se un determinato gioco risulta essere produttivo. Cosa diversa è provare qualche variante in situazioni di punteggio favorevole. Poi soprattutto a inizio secondo set si deve ammazzare la partita! Se hai vinto il primo 61 devi cercare, se possibile, di continuare come hai finito il primo set, tenera almeno il tuo turno di servizio. Se riesci e in linea con il primo set ti porti a casa un break allora puoi iniziare a gestire il vantaggio e proporre qualche variazione che ne so sul 2 a 0 0/30 (in risposta dopo un break). Allora in quella situazione ho margine per provare qualcosa. Ma il tennis è lo sport del diavolo e l'avversario non è mai morto fino a quando non gli hai stretto la mano alla fine.

Poi è ovvio che se le priorità sono altre quanto detto sopra non vale. Chi non è interessato a sacrificare la varietà e il gioco brillante per la vittoria è giusto che giochi come crede e soprattutto come più si diverte a fare. Ma se parliamo di gestione della partita allora è sbagliata la scelta fatta dal nostro amico che ha ringalluzzito l'avversario, magari ha alzato il numero di errori e ha invertito il trend della partita perdendo fiducia e dandone all'avversario che ha iniziato a crederci

doma12
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 03.11.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.2 FIT
Racchetta: Head Speed Graphene MP

Tornare in alto Andare in basso

.

Messaggio Da coccodrillo il Lun 30 Nov 2015 - 14:20

@maurotrevi ha scritto:ma dopo il 3-0 perchè non sei tornato alla tattica precedente? sicuro che fosse solo tattica e non altro?

In effetti un pò hai ragione.

Il mio servizio è giusto una rimessa in gioco, ma nel secondo set ho cercato di servire in modo più aggressivo. Ho fatto qualche doppio fallo e mi sono innervosito.

Circa gli strettini ci avevo lavorato con il maestro il giorno prima e volevo provarli in partita; in realtà non è che mi passava; gli strettini in back di rovescio mi uscivano piuttosto bene; gli strettini in top di diritto invece erano un pò lunghi.

Ma il problema più grande è che non sono riuscito a tornare indietro nel senso che non sono riuscito a dirmi "ok, torna alla tua tattica"; mi sono solo innervosito e cercato soluzioni ancora più difficili.

coccodrillo
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 127
Data d'iscrizione : 05.10.15

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da maurotrevi il Lun 30 Nov 2015 - 14:51

allora assimila la lezione, l'esperienza conta.

maurotrevi
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 231
Località : trieste
Data d'iscrizione : 16.11.13

Profilo giocatore
Località: Trieste
Livello: 4.0 itr
Racchetta: PS 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Sonny Liston il Lun 30 Nov 2015 - 16:26

Siamo di fronte, probabilmente, all'errore di credere di essere "da soli" in campo.

E se il vecchietto avesse preso le tue misure?

E se tu, andando sotto di punteggio, ti fossi "cagato addosso"?

Scusami, ma io non credo che tu ti sia rifiutato di cambiare gioco, una volta sotto di 3-0 nel secondo set!

Tu mi vuoi dire che hai preso un OVETTO dal vecchietto solo perché hai continuato a fare strettini?

Non esiste al mondo. 

È il " vecchietto" che ti ha cucinato a fuoco lento...

E, con tutta probabilità, la prossima partita ti batterà in due set.

Comunque aspettiamo il reportage della rivincita.

E sarò lietissimo di aver sbagliato il pronostico.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da gianlugi1978 il Lun 30 Nov 2015 - 16:57

@Sonny Liston ha scritto:Siamo di fronte, probabilmente, all'errore di credere di essere "da soli" in campo.

E se il vecchietto avesse preso le tue misure?

E se tu, andando sotto di punteggio, ti fossi "cagato addosso"?

Scusami, ma io non credo che tu ti sia rifiutato di cambiare gioco, una volta sotto di 3-0 nel secondo set!

Tu mi vuoi dire che hai preso un OVETTO dal vecchietto solo perché hai continuato a fare strettini?

Non esiste al mondo. 

È il " vecchietto" che ti ha cucinato a fuoco lento...

E, con tutta probabilità, la prossima partita ti batterà in due set.

Comunque aspettiamo il reportage della rivincita.

E sarò lietissimo di aver sbagliato il pronostico.
Ovviamente, la tua osservazione non fa una piega!!! Era quello che avrei voluto scrivere prima, ma non l'ho fatto per pigrizia!!!

gianlugi1978
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1411
Età : 38
Località : Palagiano (Ta)
Data d'iscrizione : 30.06.10

Profilo giocatore
Località: Palagiano (Ta)
Livello: 4.2
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 Ltd 16X19

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da jasper il Lun 30 Nov 2015 - 17:07

Secondo me il "vecchietto" era d'accordo col tuo maestro!!!!

Ti ha illuso di aver imparato a giocare, per poi farti capire che di lezioni ne devi fare ancora tante!!

Very Happy

jasper
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4006
Età : 42
Località : Liguria
Data d'iscrizione : 21.02.10

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.5 - Arrotino monomane
Racchetta: Babolat PA

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da Michele Forni il Mar 1 Dic 2015 - 13:31

@Sonny Liston ha scritto:Siamo di fronte, probabilmente, all'errore di credere di essere "da soli" in campo.

E se il vecchietto avesse preso le tue misure?

E se tu, andando sotto di punteggio, ti fossi "cagato addosso"?

Scusami, ma io non credo che tu ti sia rifiutato di cambiare gioco, una volta sotto di 3-0 nel secondo set!

Tu mi vuoi dire che hai preso un OVETTO dal vecchietto solo perché hai continuato a fare strettini?

Non esiste al mondo. 

È il " vecchietto" che ti ha cucinato a fuoco lento...

E, con tutta probabilità, la prossima partita ti batterà in due set.

Comunque aspettiamo il reportage della rivincita.

E sarò lietissimo di aver sbagliato il pronostico.
Sonny, vacci piano con il termine vecchietto a 60 anni... Il macaco, che di anni né ha 78 potrebbe offendersi...

Michele Forni
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2138
Età : 42
Località : San Giovanni in Persiceto (BO)
Data d'iscrizione : 17.11.13

Profilo giocatore
Località: Monteporzio Catone
Livello: 4.1 tendente al 3.3
Racchetta: Prestige MP 100% graphene

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da kingkongy il Mar 1 Dic 2015 - 16:02

Se non mi fate correre...sono un satanasso!
Very Happy Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: una strana partita.

Messaggio Da andyvakgj il Mer 2 Dic 2015 - 15:52

...e da giovane saltavi i fossi per la lunga.. Very Happy

andyvakgj
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 713
Età : 48
Località : Rimini
Data d'iscrizione : 04.02.14

Profilo giocatore
Località: Rimini
Livello: del mare
Racchetta: zus custom 100 - pt57a XL - pt57a - tgk 238.1 XL - tgt 307.2 e tante altre

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum