Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Il senso.......delle corde!

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Dom 13 Set 2015 - 20:06

Premetto che non voglio ne alzare un polverone, né alimentare una guerra tra negozianti e consumatori. Vorrei che l'argomento venisse trattato in un ambiente disteso e tranquillo.. 
Parto allora descrivendo la mia esperienza:
Da luglio ho iniziato a provare corde definite economiche, le discho per la precisione. 
Ho provato come modelli su una apd in successione
- black spin
- mamba 4
- mamba gear
- carbon 8
Il post nasce dal fatto che ieri ho provato per la prima volta l'ultimo modello del mio assortimento( carbon Cool. A parte le black spina che erano un po' diverse, le altre 3 le ho trovate quasi identiche: le mamba 4 molto più rigide agonistiche, la Gear è la carbon più giocabili e universali. Il fatto è che quando cambio modello il mio gioco non ne risente come con le altre marche: per esempio con poly spin non ho più trovato feeling e costanza.allora mi chiedo in questo momento come posso preferire corde da 50 euro a matassa e anche meno rispetto ad altre più costose. O meglio che differenza c'è tra scegliere tra meno caro è più caro. Qualcuno potrebbe dire le prestazioni, ma io trovo molto più performanti queste corde per 2 motivi:
- le trovo essere corde ready to go: le monti la mattina e il pomeriggio puoi scendere in campo anche un torneo senza nessun periodo di assestamento 
- le trovo oneste e costanti perché magari non trattengono, ne ti danno overboost sulla palla, ma la metti dove vuoi tu ed hanno quindi una risposta omogenea. Come durata si potrebbe discutere: a me come media sono durate 7 ore dopodiché si sentono poiché la mano comincia a formicolare( non so se sia uno svantaggio poiché almeno sono certo quando cambiarle). Quindi vorrei capire il perché si dovrebbe spendere per corde più costose dal momento che si tratta sempre di fili di plastica e in caso come il mio gioco meglio con le sotto Marche che con quelle di prima fascia.
Cercando di analizzare sappiamo che il prezzo di mercato delle corde è intorno agli 80-90 euro( lasciando perdere quelle che hanno costi da brevetto come lxn e forse anche babolat. Parlo  dei 80-90 delle corde ribrandizzate più o meno simili). Obiettivo dell'impresa sappiamo che è il profitto. Le corde sono inserite da quel che si vede in un mercato perfettamente concorrenziale ( il prezzo di mercato è un  dato). Allora non mi spiego perché esistano corde a diverse fascia di prezzo: 30 euro ( le pro'pro), 40 le discho, 80-90-100 ( la maggior parte), dai 120 in su le più blasonate. Ecco dal momento che una corda è sempre una corda è un pezzo di plastica è sempre un pezzo di plastica mi spiego come si faccia ad avere un prezzo diverso su prodotti che sono sostituti perfetti. Poi che si venga a dire quello dentro ha il filo d'oro a spirale che fa il doppio salto carpiato rovesciato con avvitamento, quello è un aspetto pubblicitario. Quindi a parte le tecnologie sono protette da brevetti come si può giustificare uno sbalzo di prezzo se entrambe saranno costituite più del 80 percento dallo stesso materiale? Aiutatemi a capire perché non ci riesco. Si potrebbe rispondere che i trattamenti speciali hanno un costo. Risposta plausibile. Per questo allora i costi saranno alti e per abbassarli l'unico modo è produrre in grande quantità in modo da abbassare il costo medio. Ma produrre così tanto non ha senso: ci dovrà essere quindi una grossa impresa madre che rifornisce anche altre imprese i quali rimarchiMo sotto il proprio brand la corda. E siamo tutti consapevoli di questo.. Quello che resta ancora arcano per me è perché differenza a livello di prezzo. Perché una 40 e l'altra 80? Una alterazione nella composizione fisica può portare ad un costo doppio rispetto ad una non trattata ? Boh vorrei capire di più, ma temo non mi sarà permesso approfondite l'argomento. L'unica cosa spiegabile e che le marche più note hanno costi d'immagine e quindi pubblicità, cataloghi ecc che altre non hanno. Questo potrebbe giustificare il prezzo ma non cambiare la composizione del prodotto. Ricordatevi questa frase:" così come un impresa non uscirebbe mai fuori da un mercato se non venisse a conoscenza di un mercato migliore, così il consumatore: se non venisse mai a conoscenza di un bene equivalente meno caro continuerebbe ad acquistare il solito.

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da nw-t il Dom 13 Set 2015 - 20:26

Quà da me usano la grande maggioranza dei soci/giocatori del club le Oehms... O Classic, o Rough o Extreme e TUTTI (dal 2.8 al giocatore di club) ci si trovano alla grandissima.

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Dom 13 Set 2015 - 20:41

Appunto...a maggior ragione non riesco a spiegarmi alcune cose dal momento che le differenze nel gioco sono minime e trascurabili, però a livello economico a fine anno, risultano avere un'influenza notevole.

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da lorenz90 il Dom 13 Set 2015 - 20:45

io mi trovo davvero bene con le discho carbon8 1.20, hanno un feeling secco ma mai rigido(ed a me piace un sacco), controllano bene e spinnano bene... dei difetti eclatanti non ne ho trovati, corde valide senza dubbio

se montate sotto ai 22kg e prestirate danno il meglio come tenuta di tensione e sono subito pronte a giocare

ovviamente peccano magari un pò in durata ma quelle 6ore si fanno e visto il prezzo io consiglio di provarle sicuramente Wink

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3601
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Dom 13 Set 2015 - 20:52

ma le pearl rough, sono fatte ad ingranaggio?

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da nw-t il Dom 13 Set 2015 - 21:10

Si... si sente la sagomatura ad "ingranaggio". I mono PURTROPPO hanno vita limitata...se usate da un agonista VERO (un seconda..) dopo una partita di 2/3 ore son da cambiare (x avere sempre prestazioni top...) quel mio amico 2.8 di 26 anni con cui m'alleno spesso...dopo 5/6 ore non giocando mai al massimo delle sue possibilità, rompe lo stesso...non gli durano mai di più...ha 3 racche (ora diventate solo 2 Smile ) stile Delpo con più di 40 incordature sul groppone Sad ed usa le Oehms Extreme da 1,27






nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Dom 13 Set 2015 - 21:16

allora dovrebbero essere uguali alle mie amate discho gear, che confermo essere il massimo come bilanciamenti prestazionali

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da Kmore il Dom 13 Set 2015 - 21:24

Scusa, ma i telai quanto gli durano? Se e' rimasto con due telai incordera' ogni 2/3 giorni...se va bene What a Face

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da nw-t il Dom 13 Set 2015 - 21:39

Ne aveva 3 erano seminuove, c'ha fatto quest'anno...ha ricominciato a rigiocare dopo 7 anni di stop...adesso stà già cercando un altro "telaio" che gli dia la stessa giocabilità della RQis 1Tour 95

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Dom 13 Set 2015 - 21:44

scusate ragazzi se rompo, siamo andati già off topic me compreso.. Vorrei rimanere in tema a quello da  me scritto.

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da nw-t il Dom 13 Set 2015 - 22:18

Quando un mono ha ottima tenuta di tensione e sulla racca montata controllo ottimale è PERFETTO. Se poi abbina pure confort (che non guasta) e costo ridotto è ancor meglio. La potenza vien tutta dal giocatore....

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da Leutonio il Lun 14 Set 2015 - 0:37

@babolat94 ha scritto:Vorrei rimanere in tema a quello da  me scritto.

Ciao caro, provo a spiegarti personalmente il mio punto di vista: credo che intanto esistano differenze tra negoziante e negoziante riguardo l'assortimento di marche di corde e dei modelli trattati per ogni marca, anche in base alla propria strategia di mercato.
Queste scelte saranno vincolate/assecondate anche dalle stesse anziende e perchè no anche dalle richieste dei clienti, che col passare del tempo ti fanno capire cosa non deve mai mancare e cosa invece rimane sempre lì imbobinato e poco richiesto...

I produttori di corde sono veramente tanti e i modelli tantissimi, quindi, è cmq impossibile tenere tutto e accontentare tutti.
La via più semplice, da noi adottata e che egregiamente da anni funziona, non è tanto quella di "stordire" il cliente/pippaiolo/professionista/amatore/novello con mille tipi di corde, con mille colori, prezzi, calibri, lunghezze, rigidezze, ecc, ma quello di saperle consigliare attentamente come miglior scelta disponibile tra un discreto assortimento.
Chi chiede cerca fiducia, non necessariamente un prodotto che chissà cosa ti darà. Una volta si era più "stupidi" e si abboccava meglio, ora si arriva già preparati e determinati.

Chi si rivolge in un determinato negozio, da tempo, conosce perfettamente le principali marche e modelli di corde presenti, ma magari non sa che al negoziante fa comodo piazzare un ordine verso una determinata azienda (esempio Babolat) ed ordinare da essa telai, palline, abbigliamento e corde, piuttosto che ordinare solo telai e le corde da aziende "secondarie".
Troppe aziende, troppi vincoli, troppi intoppi, troppi guai.
Da fuori sembra facile, ma gestire un negozio comporta non pochi pensieri... C'è una differenza abissale tra negozio e laboratorio.

I costi delle corde sono probabilmente diversi per motivi di lavorazione e dei materiali impiegati.
Un nylon di Babolat costa 25 euro come un nylon della Pro Tennis, ma la Blast di Babolat costa 6 volte di più rispetto alle ritorte della Pro's Pro...e via dicendo.
La tenuta della tensione è decisamente migliore, così come le qualità della corda. Ovvio che la marca la paghi, ma le differenze ci sono.

Wink

Leutonio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2416
Età : 38
Data d'iscrizione : 28.07.11

Profilo giocatore
Località: Senigallia (AN)
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex RDS 001 MP

http://www.michelefabbretti.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da lorenz90 il Lun 14 Set 2015 - 1:06

le differenze ci sono ma spesso non giustificano il doppio/triplo del prezzo...

purtroppo nelle marche famose non paghi solo la qualità della corda superiore ma pure tutta la pubblicità che devono farci e i vari guadagni che vogliono farci eheh

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3601
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da VANDERGRAF il Lun 14 Set 2015 - 1:07

nel tennis si tende a capire solo quello che si vede tra le nostre mani, è per questo che non riesci a spiegarti tante cose. e lo stesso potrebbe valere anche per i telai, visto che ce ne sono a partire da 30 euro fino a 300 e anche oltre per quelli di alto livello professionistico. pensi che un giocatore di quarta categoria possa arrivare a capire tutto di ogni corda limitandosi ad osservare come si comporta sulle sue racchette ? io penso che sia difficile anche per i terza categoria e richieda comunque doti di sensibilità notevoli applicate a ritmi di gioco e di allenamento piuttosto intensi e di un certo livello. solo arrivando a quei livelli si possono apprezzare completamente le caratteristiche di una corda e le differenze tra le varie corde, potendo fare un bilancio del rapporto tra il prezzo e la resa. per tutto il resto esistono corde economiche che permettono di giocare serenamente senza farsi troppe paranoie, compresi i syntgut molto spesso ignorati. il problema nasce quando si attribuisce alla corda un rapporto di contributo spropositato rispetto al contributo del giocatore, quindi quasi sempre, nel caso degli utenti di questo forum. è normale che tu ti possa trovare bene con corde economiche come e' normale che possa accadere lo stesso con corde costosissime, oppure hai avuto esperienze che ti hanno fatto propendere da una parte o dall'altra, ma questo non c'entra molto con il discorso del costo in rapporto alla qualità costruttiva. costo che, come tu stesso hai fatto notare, dipende anche, come per tutti i prodotti, dal marchio, da strategie di mercato, da testimonial e via dicendo. in tutte le categorie possono esistere sul mercato prodotti di qualità a prezzi bassi e prodotti scadenti a prezzi elevati, salvo poi eventuali rimodulazioni dei valori dovute a risposte dei clienti che possono esserci oppure no, in base anche al livello di esigenza o di situazione in cui il prodotto va ad essere usato. un conto è che tu ti compri un jeans per andare a passeggio e un conto è che ti compri un pantalone tartan scozzese originale o un pantalone per cerimonie, ma sempre di pantaloni si tratta. di corde ne esistono un'infinità e se ti fermi a leggere ogni scheda tecnica noterai notevoli differenze, soprattutto nei materiali e negli schemi di assemblamento dei multifilamenti; ne consegue altrettanta varietà di prezzi, vuoi per reputazione acquisita, vuoi per effettivi costi di lavorazione, eccetera. se pensi che una racchetta prince negli anni 80 costava anche seicentomila lire e lo stipendio base era di un milione circa e ora trovi le riedizioni di quei modelli a 150 euro con stipendio di 1200 ti rendi conto facilmente che i prezzi variano in base anche a situazioni logistiche e temporali. quindi impossibile dare una risposta netta ai tuoi quesiti, ci sono tante situazioni diverse tra le quali muoversi necessariamente in relazione alle proprie esigenze, senza farsi contaminare troppo dalle tendenze se non si hanno soldi e voglia per stargli appresso, oppure cercando costantemente alternative valide a prezzi contenuti, che per fortuna esistono anche quelle

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da jagui il Lun 14 Set 2015 - 11:54

Io circa 3 anni fa mi misi a provare molti dei modelli discho... e mi fecero schifo. Prestazioni, feeling, durata e qualità decisamente inferiore alle marche premium. Ma io ho una sensibilità superiore alla media.

Alcune marche intermedie da me provate mi hanno lasciato buone impressioni (volkl, kirschbaum, signum pro), ma anche rispetto a queste sono perfettamente in grado di apprezzare la migliore qualità di prodotti come tecnifibre, luxilon, etc.

jagui
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1460
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma Nord
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Babolat Pure Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da lorenz90 il Lun 14 Set 2015 - 12:07

io la sensibilità ce l'ho anche se sono scarso e dico tranquillamente che le carbon 8 sono tutto tranne che una schifezza

per rendere al meglio vanno incordate basse e lasciate in trazione più tempo

le altre discho non le ho mai provate

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3601
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Lun 14 Set 2015 - 13:01

Fin'ora le dischi da me provate sembrano quasi tutte uguali, ma io ho un gioco fisico e di rotazione e gioco con una apd no cortex quindi non faccio molto caso. Quello che vedo in una corda sono spin rigudità e giicabilità. La durata e la tensioni ormai sono relative perché con il mio gioco e la produzione meno pregiata ci sarà sicuramente una minor durata ma 7 ore ce l'ho fatte. Poi ne ho fatte pure altre 2 ma erano morte ed inerti, ma ho vinto uguale quindi non mi sono cambiate più di tanto le cose...

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il senso.......delle corde!

Messaggio Da babolat94 il Lun 14 Set 2015 - 13:04

Se smollano un po' mi fanno pure un favore perché mi prendono più rotazione e la controllo meglio. I piatti secchi e duri non riesco tanto a giocarci perché richiede molto fisico e con tutte le ore che faccio nonostante sono allenato non sono un pro, per questo valuto molto adesso il fattore giocabilità e universalità nelle varie situazioni di gioco. Se scappa aumento rotazioni e tiro sulla riga di fondo o poco prima

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6164
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum