Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Kmore il Sab 6 Giu 2015 - 15:22

Promemoria primo messaggio :

Ragazzi ho letto pagine e pagine su argomenti correlati, avrei ora bisogno di chiarirmi un po' le idee per dare soluzione al mio (e di tantissimi quarta alti) problema corde.

Allora, partiamo:

1) l'agonista medio di quarta (che non sia impallinato da telai iper agonistici) trova redditizio e si esprime al meglio con un telaio profilato ... piu' o meno 300 x 100
2) questi telai rendono al meglio con monofilamenti
3) per non avere problemi dall'interazione telaio rigido + mono occorre che quest'ultimo non sia troppo rigido (o meglio morbido), che venga subito tagliato al termine della sua vita dinamica ed inoltre incordato a tensioni basse
4) a questo punto quali potrebbero essere i mono migliori sotto quest'ottica?

Andando per svariati tentativi il mio mono ideale dovrebbe essere morbido, 1.25, sagomato e che durasse almeno una dozzina d'ore con un prezzo sui 60/70 € per matassa 200mt...facile? Mica tanto: per darvi un'idea la maggior parte dei mono mi muoiono in 6/7 ore (tenete presente che ho un gioco "spagnoleggiante") e diventano economicamente "devastanti" sia per il costo dell'incordatore, sia per lo sfruttamento (sfibramento) dei (due) telai.

Help me ...  Very Happy

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da nikuz il Mer 10 Giu 2015 - 15:44

già.. è pazzesco... ovviamente è un 4.1 in forte ascesa.. gioca un top esasperato

nikuz
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1246
Data d'iscrizione : 02.06.11

Profilo giocatore
Località: Verona
Livello:
Racchetta: Babolat pure drive pro stock

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da lorenz90 il Mer 10 Giu 2015 - 15:45

@nikuz ha scritto:già.. è pazzesco... ovviamente è un 4.1 in forte ascesa.. gioca un top esasperato
prova a dargli il calibro 1.41 Laughing

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3605
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Matley il Mer 10 Giu 2015 - 15:48

@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@lcdg ha scritto:per ovviare ai problemi di comfort (soffro di una leggera forma di epitrocleite) sulla mia pro open gioco con l'ibrido, base di partenza sempre tgv 1.30 sulle orizzontali a 24 kg., attualmente sulle verticali sto usando le black code 1.24 a 22,5 kg, mi piacciono molto, così come le blast. per massimizzare il comfort però sto valutando altri mono più morbidi.
22,5kg sulle black code non sono pochi, vista la rigidità di quelle corde

io ti consiglierei di provare volck clyclone o head sonic pro edge, nel calibro 1.25, più potenti e morbide delle black code e con pure più spin

le sto usando con soddisfazione sulla pro open

Per cortesia evitiamo di consigliare monofilamenti a chi soffre di dolori o patologie, non siete professionisti. Tra l'altro le Cyclone sono MOLTO rigide.
Grazie
e chi fa il professionista... i professionisti sono quelli che incordano monofili a 26kg ad amatori...

se soffre di problemi e usa le black code possono solo peggiorare, metterei il tgv in full finché i fastidi non compaiano 

io ero propenso solo a dare una alternativa alle black code che per me sono fil di ferro

Io sono un incordatore professionista certificato che ha chiesto un favore, magari non ci siamo capiti. Se non sai che la Cyclone è più rigida della Black Code con dati scientifici alla mano non sarebbe meglio consigliare l'ibrido o meglio ancora come dici il TGV in full?
forse mi sono spiegato male, io intendevo sostituire la black code con qualcosa di più facile e morbido mantenendo sempre le tgv 

se ha fastidi la cosa migliore da fare sarebbe il tgv in full, volendo stare sull'ibrido cmq cambierei le black code

sul discorso rigidità della black code contro le cyclone mi farebbe piacere vedere i tuoi dati, perché i dati di tw-tennis dicono Black code 238si, cyclone 191si Suspect ... io non essendo un incordatore posso vedere solo quelli pubblici di tw-tennis
Ah,ok. Tieni presente che i dati di TW non sono sempre realistici o almeno non sono affidabili al 100%.
Quelli che ho io li conservo per i miei clienti, spero tu mi capisca.

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da lorenz90 il Mer 10 Giu 2015 - 15:53

@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@lcdg ha scritto:per ovviare ai problemi di comfort (soffro di una leggera forma di epitrocleite) sulla mia pro open gioco con l'ibrido, base di partenza sempre tgv 1.30 sulle orizzontali a 24 kg., attualmente sulle verticali sto usando le black code 1.24 a 22,5 kg, mi piacciono molto, così come le blast. per massimizzare il comfort però sto valutando altri mono più morbidi.
22,5kg sulle black code non sono pochi, vista la rigidità di quelle corde

io ti consiglierei di provare volck clyclone o head sonic pro edge, nel calibro 1.25, più potenti e morbide delle black code e con pure più spin

le sto usando con soddisfazione sulla pro open

Per cortesia evitiamo di consigliare monofilamenti a chi soffre di dolori o patologie, non siete professionisti. Tra l'altro le Cyclone sono MOLTO rigide.
Grazie
e chi fa il professionista... i professionisti sono quelli che incordano monofili a 26kg ad amatori...

se soffre di problemi e usa le black code possono solo peggiorare, metterei il tgv in full finché i fastidi non compaiano 

io ero propenso solo a dare una alternativa alle black code che per me sono fil di ferro

Io sono un incordatore professionista certificato che ha chiesto un favore, magari non ci siamo capiti. Se non sai che la Cyclone è più rigida della Black Code con dati scientifici alla mano non sarebbe meglio consigliare l'ibrido o meglio ancora come dici il TGV in full?
forse mi sono spiegato male, io intendevo sostituire la black code con qualcosa di più facile e morbido mantenendo sempre le tgv 

se ha fastidi la cosa migliore da fare sarebbe il tgv in full, volendo stare sull'ibrido cmq cambierei le black code

sul discorso rigidità della black code contro le cyclone mi farebbe piacere vedere i tuoi dati, perché i dati di tw-tennis dicono Black code 238si, cyclone 191si Suspect ... io non essendo un incordatore posso vedere solo quelli pubblici di tw-tennis
Ah,ok. Tieni presente che i dati di TW non sono sempre realistici o almeno non sono affidabili al 100%.
Quelli che ho io li conservo per i miei clienti, spero tu mi capisca.
giusto per spiegarti il perché del mio consiglio, capisco che i dati di tw-tennis non sn sempre affidabili e non tengono conto del telaio in oggetto 

li uso come base di partenza poi provo in campo Wink

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3605
Età : 26
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Matley il Mer 10 Giu 2015 - 15:59

@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@Matley ha scritto:
@lorenz90 ha scritto:
@lcdg ha scritto:per ovviare ai problemi di comfort (soffro di una leggera forma di epitrocleite) sulla mia pro open gioco con l'ibrido, base di partenza sempre tgv 1.30 sulle orizzontali a 24 kg., attualmente sulle verticali sto usando le black code 1.24 a 22,5 kg, mi piacciono molto, così come le blast. per massimizzare il comfort però sto valutando altri mono più morbidi.
22,5kg sulle black code non sono pochi, vista la rigidità di quelle corde

io ti consiglierei di provare volck clyclone o head sonic pro edge, nel calibro 1.25, più potenti e morbide delle black code e con pure più spin

le sto usando con soddisfazione sulla pro open

Per cortesia evitiamo di consigliare monofilamenti a chi soffre di dolori o patologie, non siete professionisti. Tra l'altro le Cyclone sono MOLTO rigide.
Grazie
e chi fa il professionista... i professionisti sono quelli che incordano monofili a 26kg ad amatori...

se soffre di problemi e usa le black code possono solo peggiorare, metterei il tgv in full finché i fastidi non compaiano 

io ero propenso solo a dare una alternativa alle black code che per me sono fil di ferro

Io sono un incordatore professionista certificato che ha chiesto un favore, magari non ci siamo capiti. Se non sai che la Cyclone è più rigida della Black Code con dati scientifici alla mano non sarebbe meglio consigliare l'ibrido o meglio ancora come dici il TGV in full?
forse mi sono spiegato male, io intendevo sostituire la black code con qualcosa di più facile e morbido mantenendo sempre le tgv 

se ha fastidi la cosa migliore da fare sarebbe il tgv in full, volendo stare sull'ibrido cmq cambierei le black code

sul discorso rigidità della black code contro le cyclone mi farebbe piacere vedere i tuoi dati, perché i dati di tw-tennis dicono Black code 238si, cyclone 191si Suspect ... io non essendo un incordatore posso vedere solo quelli pubblici di tw-tennis
Ah,ok. Tieni presente che i dati di TW non sono sempre realistici o almeno non sono affidabili al 100%.
Quelli che ho io li conservo per i miei clienti, spero tu mi capisca.
giusto per spiegarti il perché del mio consiglio, capisco che i dati di tw-tennis non sn sempre affidabili e non tengono conto del telaio in oggetto 

li uso come base di partenza poi provo in campo Wink

Bravissimo!

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Kmore il Mer 10 Giu 2015 - 18:28

@Matley ... tornando in tema...cosa mi consiglieresti in base alla mia premessa iniziale ?
p.s.
trattasi ovviamente di consiglio "disinteressato" in quanto trovandomi a Torino difficilmente verro' ad incordare a Verona Wink

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Kmore il Mer 10 Giu 2015 - 18:34

@nikuz ha scritto:già.. è pazzesco... ovviamente è un 4.1 in forte ascesa.. gioca un top esasperato

...al confronto io, alla palla, do una "piacevole grattatina" (che dopo mi ringrazia pure  chiedendomi di insistere un po' piu' a ore sei:D) ... e infatti i mono non li spacco mai Very Happy Very Happy Very Happy anche se, a onor del vero, un po' devo "stressarli" perche' dopo 6/7 ore sono da tagliare Very Happy Very Happy Very Happy ...d'altra parte la mia "ascesa" e' partita piuttosto da distante  ed e' molto "graduale" lol!

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da rebs il Mer 10 Giu 2015 - 19:12

le rpm team non sono tra quelle con durata e mantenimento di tensione migliori?...oltrett molti che le han provate le considerano abbast confortevoli nonostante l'alta rigidita...

rebs
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 406
Età : 40
Località : Brescia-Cremona
Data d'iscrizione : 17.03.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5 ITR
Racchetta: yonex vcore Sv100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Matley il Mer 10 Giu 2015 - 22:19

@Kmore ha scritto:@Matley ... tornando in tema...cosa mi consiglieresti in base alla mia premessa iniziale ?
p.s.
trattasi ovviamente di consiglio "disinteressato" in quanto trovandomi a Torino difficilmente verro' ad incordare a Verona Wink

Difficile se non impossibile darti una risposta plausibile. Questo perchè con ogni probabilità le tue prestazioni sono di un certo livello o almeno il tuo modo di giocare sollecita abbastanza le corde. Oltre a questo presumo che tu abbia una racchetta con pattern cosiddetti abbastanza aperti sul genere Wilson Pro Open e di conseguenza limitano la durata delle corde.
Bisogna anche dire che superate le  6-7 ore di gioco è praticamente impossibile trovare un mono in grado di superare quella soglia mantenendo nei limiti del possibile le caratteristiche iniziali.
Inoltre il mono "morbido" tende a irrigidirsi prima di quello "tradizionale".
Qualche soluzione:
1) Cambi racchetta
2) usi mono economici e cambi spesso le corde
3) L'ibrido allunga la vita di entrambe, potrebbe essere la soluzione finale
4) Monofilo morbido usando il prs per stabilizzare la tenuta di tensione tenendo presente che riduce la vita dinamica della corda, ma magari funzionare benissimo per te.
5) Hai provato a fare incordare la racchetta con due e quattro nodi e valutarne la differenza?

Spero di esserti stato d'aiuto.

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da blwi85 il Mer 10 Giu 2015 - 22:35

Occhio con l'assunzione del pre-stretch che riduce la vita dinamica della corda: io non sono incordatore quindi non ne so nulla, ma ho sentito altri incordatori professionisti che non sono per niente d'accordo con questa affermazione. O meglio lo sono ma solo in alcuni casi.
Ovviamente non per fare polemica, tanto per dare una completezza di informazioni Wink

blwi85
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 254
Località : Pescara
Data d'iscrizione : 15.08.10

Profilo giocatore
Località: Pescara
Livello: 4.3 FIT
Racchetta: yonex DR100 - starburn T6

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Matley il Mer 10 Giu 2015 - 23:18

@blwi85 ha scritto:Occhio con l'assunzione del pre-stretch che riduce la vita dinamica della corda: io non sono incordatore quindi non ne so nulla, ma ho sentito altri incordatori professionisti che non sono per niente d'accordo con questa affermazione. O meglio lo sono ma solo in alcuni casi.
Ovviamente non per fare polemica, tanto per dare una completezza di informazioni Wink
Io sono uno di quelli. Sono dell'avviso che se tolgo quell'elasticità che tanto mi piace di una corda preferisco usarne un'altra con diverse capacità resilienti . Considero il fatto che è meglio rimanere comunque con un certo tipo di mentalità aperta per non chiudersi da soli le porte delle infinite possibilità, quindi anche se non si è d'accordo su di una certa linea è lecito provare a seguirla, si sa, mai, si può anche cambiare idea .

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 11 Giu 2015 - 7:17

Le corde moderne, specie i soft poly di piccolo calibro sono eccezionali col prestretch. addirittura alcune aziende cominciano a proporre armeggi di quel tipo con prestiratura in fase di finissaggio.
Ma certamente, mono più "antichi" soffrono di più quel trattamento o non lo sopportano proprio, per cui come dice Gianni meglio orientarsi su altri armeggi.


Come accennato, la rigidità statica ha un'importanza relativa: restando ad alcune delle corde citate, la Volkl Cyclone ha una statica bassa, ma plasticizza dopo pochi cicli e diventa molto peggio di una BC a pari tensione che ha un andamento dinamico particolare, partendo "secca", ammorbidendosi dopo il break-in e poi irrigidendosi col tempo (ma mai fino al limite iniziale).
La RPM Team ha uno statico elevatissimo e va incordata a tensioni mai superiori ai 23 kg ma a causa della sua costruzione si ammorbidisce da subito pur restando estremamente reattiva. per queste sue caratteristiche però è più soggetta di altre alla rottura da decentraggio...


L'ibrido -da stabilire rispetto a telaio e giocatore caso per caso come fosse un abito sartoriale- potrebbe essere la soluzione ideale...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Considerazioni economiche di un 4.1 su qualita'/prezzo delle corde e durata dinamica

Messaggio Da lcdg il Ven 12 Giu 2015 - 16:36

chiedendo scusa per l'ot, approfitterei dell'occasione per chiedere quale possa essere un mono morbido con il quale sostituire le black code sulla mia pro open, ricordo che sulle orizzontali uso sempre tgv 1.30 a 24 kg. 
ecco la lista dei mono disponibili presso il mio incordatore:
- black code 1.24
- pro red code
- poly code
- enduro
- rip spin 1.30, 1.35
- adrenaline
- alu power
- tornado 1.25
- poly plasma
- plasma pure
- hyperion 1.24
- poly deluxe 1.25
- blast 1.25
- lynx 1.25 (grigie)
- revolve 1.25 (arancioni, grigie)
- pro hurricane 1.25
quale scegliere? e a quale tensione?
come già spiegato nel precedente post comfort, controllo e tocco sono le priorità, spinta e spin (non sono un arrotino) in secondo piano.
in ogni caso prometto, sperando che il gioco non ne risenta troppo, di provare le tgv 1.30 in full, a proposito, tensione 24/23 4 nodi, o 24 kg. 2 nodi?
ultima cosa, come multifilo hanno anche l'HDX sempre di tecnifibre, potrebbe essere meglio delle tgv?
grazie e scusate ancora per l'ot

lcdg
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Data d'iscrizione : 02.05.12

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.5 itr
Racchetta: yonex dr 98, tecnifibre hdx 1.30 23,5/23

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum