Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Multifilo. Differenze dsui calibri

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da andrea77ve il Lun 9 Ago 2010 - 9:32

Una domanda:

Sui multifilo, è meglio stare sui calibri grossi o fini?

La differenza è solo nella durata (sia fisica che di tensione) oppure un calibro grosso, a parità di energia ricevuta, risponde meglio (= spinge di più)?

Di solito ho sempre fatto 1.25 vert su mono e 1.30 orizz. su multi

In realtà non so perché metto il 1.30 e non altri calibri.

HELP!!

Esempio pratico: Però trovo X-One a calibro 1.24 e mi sorge il dubbio: lo vendono così perché altrimenti spingerebbe troppo oppure perché hanno comperato una "nave" di quel calibro pagandola così pochissimo?

andrea77ve
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 886
Età : 39
Località : Mestre
Data d'iscrizione : 27.02.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 3.5 - N.C.
Racchetta: Wilson Blx 6.1 Tour 90 (custom)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da JoK3R il Lun 9 Ago 2010 - 17:11

Trovi l'x-one 1,24 perchè se non erro è il più venduto, il motivo credo sia commerciale per il venditore, e per il compratore prestazionale dovrebbe essere il calibro più performante dell'x-one o comunque quello che ti garantisce il miglior rapporto qualità/durata...
In generale sui multi si sta su calibri più grossi perchè sono meno durevoli sopratutto se messi in ibrido si tagliano con più velocità...
Una corda più sottile normalmente è più giocabile più potente in generale la trovo migliore, anche se una corda di calibro più grosso a pari tensione secondo me è meno dannosa per il braccio... i problemi mi sono sempre venuti e solo quando ho montato monofili di calibro molto sottile, io credo sia perchè trasmettono di più le vibrazioni, in quanto applicando un determinato carico dalla macchina essendo di sezione più piccola siano più tese, questo non lo so di preciso meglio chiedere a un fisico a un'esperto ... maestro a te la parola !

JoK3R
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 180
Età : 30
Data d'iscrizione : 30.04.10

Profilo giocatore
Località: Zëna (per i foresti Genova)
Livello: Resettato
Racchetta: Head Tgk237.2

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 10 Ago 2010 - 0:22

Non è che siano più tese..il fatto è che la minor sezione fa passare più facilmente (ed a frequenza più alta e dannosa) le vibrazioni.
E non è necessariamente vero l'assioma corda sottile=corda più potente.
La corda meccanicamente più potente in assoluto (cioè quella con il più alto coefficente di ritorno di energia) è un 16L/1,30 in poliestere...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da andrea77ve il Mar 10 Ago 2010 - 8:59

Riassumo, se sbaglio correggetemi!

sottile = + potenza (in genere) - durata + dolori.
grossa = - potenza + durata - dolori

Le grosse si scelgono solo per avere più durata.

Ma questo discorso lo sapevo per i mono. Mi pare di capire che vale anche per i multi!

andrea77ve
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 886
Età : 39
Località : Mestre
Data d'iscrizione : 27.02.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 3.5 - N.C.
Racchetta: Wilson Blx 6.1 Tour 90 (custom)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da JoK3R il Mar 10 Ago 2010 - 11:48

@Eiffel59 ha scritto:Non è che siano più tese..il fatto è che la minor sezione fa passare più facilmente (ed a frequenza più alta e dannosa) le vibrazioni.
E non è necessariamente vero l'assioma corda sottile=corda più potente.
La corda meccanicamente più potente in assoluto (cioè quella con il più alto coefficente di ritorno di energia) è un 16L/1,30 in poliestere...

Ah ecco... per più tese intendevo che essendo di sezione più piccola la corda opporrà meno resistenza e si deformerà di più stirandosi di più a parità di carico applicato, era questo che intendevo dire...

JoK3R
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 180
Età : 30
Data d'iscrizione : 30.04.10

Profilo giocatore
Località: Zëna (per i foresti Genova)
Livello: Resettato
Racchetta: Head Tgk237.2

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da andrea77ve il Mar 10 Ago 2010 - 12:07

@JoK3R ha scritto:
@Eiffel59 ha scritto:Non è che siano più tese..il fatto è che la minor sezione fa passare più facilmente (ed a frequenza più alta e dannosa) le vibrazioni.
E non è necessariamente vero l'assioma corda sottile=corda più potente.
La corda meccanicamente più potente in assoluto (cioè quella con il più alto coefficente di ritorno di energia) è un 16L/1,30 in poliestere...

Ah ecco... per più tese intendevo che essendo di sezione più piccola la corda opporrà meno resistenza e si deformerà di più stirandosi di più a parità di carico applicato, era questo che intendevo dire...

Ma l'energia restituita dalla deformazione (minore per calibri grossi, maggiori per i più fini) è uguale o minore/maggiore di una con diametro superiore? Cambia solo il tocco ed i parametri dati sopra?

andrea77ve
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 886
Età : 39
Località : Mestre
Data d'iscrizione : 27.02.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 3.5 - N.C.
Racchetta: Wilson Blx 6.1 Tour 90 (custom)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 11 Ago 2010 - 0:26

Come ho detto, entrano in ballo una miriade di variabili, e non è sempre e necessariamente detto che una corda più sottile abbia più resa energetica...c'entrano, appunto , i materiali, la lavorazione, il diametro, la finitura superficiale, la tensione applicata...può essere calcolata con precisione quasi totale, ma non segue regole "granitiche" specie coi materiali moderni..

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da andrea77ve il Mer 11 Ago 2010 - 8:59

@JoK3R ha scritto:Trovi l'x-one 1,24 perchè se non erro è il più venduto, il motivo credo sia commerciale per il venditore, e per il compratore prestazionale dovrebbe essere il calibro più performante dell'x-one o comunque quello che ti garantisce il miglior rapporto qualità/durata...

Quindi con x-one 1,24 che trovo alla decathlon non piglio il bidone!! Bene, almeno 'sta volta!

andrea77ve
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 886
Età : 39
Località : Mestre
Data d'iscrizione : 27.02.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 3.5 - N.C.
Racchetta: Wilson Blx 6.1 Tour 90 (custom)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da doppiofallo il Mer 11 Ago 2010 - 12:45

@Eiffel59 ha scritto:Non è che siano più tese..il fatto è che la minor sezione fa passare più facilmente (ed a frequenza più alta e dannosa) le vibrazioni.
E non è necessariamente vero l'assioma corda sottile=corda più potente.
La corda meccanicamente più potente in assoluto (cioè quella con il più alto coefficente di ritorno di energia) è un 16L/1,30 in poliestere...
Ciao , per poliestere, intendi un qualunque poliestere oppure un modello in particolare. Mi spiego, le hurricane 1.30 che usavo prima mi sembravano abbastanza potenti, a parità di tensione, le sensation multifilo mi sembrano un filo più reattive, ma a onor del vero quelle che uso adesso sono 1.25. Un caso oppure il calibro in questa situazione incide parecchio. Una domanda: Su un post precedente mi sembra di aver letto calibri sottili= +più potenza - durata + dolori, ma i calibri sottili non dovrebbero essere più confortevoli per il braccio? Essendo più sottili dovrebbero essere meno rigidi (in linea di massima) cioè dovrebbero trasmettere meno vibrazioni ....credo..... attendo lumi

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Mer 11 Ago 2010 - 23:49

Il solito vecchio malinteso del credere che velocità equivalga a potenza...non è così purtroppo, altrimenti giocheremmo tutti con corde in budello da 1,20 a 20 chili...e faremmo forse meno fatica, ma di certo meno vincenti, perchè una palla più pesante è più difficile da rinviare, e mette in migliore posizione per colpire la palla seguente con un colpo "definitivo"...

Una corda molto elastica (come per esempio un budello) ha una resa energetica elevata a tensioni mediobasse, perchè oltre un certo limite (di solito 26/27 chili) la stessa cala e così pure il tempo di contatto palla/corda. Con le corde in poliestere gli stessi aumentano col progredire della tensione. Questo ovviamente in generale, anche se esistono eccezioni.

Ciò spiega perchè molti pro preferiscono ormai le corde di nuova generazione (o al limite gli ibridi per godere dei vantaggi delle due tipologie): oltretutto, se nei colpi di scambio le code naturali ed i multi più pregiati mantengono un minimo margine di vantaggio in velocità ("mangiato" però dalla maggiore "botta" dei nuovi copoly, e come se non bastasse sempre più esiguo mano a mano che la tecnologia evolve...) nei colpi da fermo come il servizio l'effetto muro dei mono annulla o capovolge questo vantaggio. Non a caso i recordman di ace usano tutti mono o ibridi...

Tutta questa pappardella Smile per spiegare che i vecchi assiomi (tipo "calibri sottili=+ potenza-durata") hanno ormai un valore relativo, e semmai all'interno di uno specifico modello di corda (e già non è sempre così...potrei farti decine di esempi...).

Il tennis si evolve, ed i materiali..anche di più Wink

P.S la corda di cui si parla è uno"specifico" copoliestere di cui ovviamente non posso fare il nome (Pacific Poly Force Black Series ATP) Very Happy

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da doppiofallo il Mer 11 Ago 2010 - 23:54

Grazie Eiffel.... esauriente e chiaro. P.s. hai un MP

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Hammer72 il Gio 12 Ago 2010 - 0:36

@Eiffel59 ha scritto:Il solito vecchio malinteso del credere che velocità equivalga a potenza...non è così purtroppo, altrimenti giocheremmo tutti con corde in budello da 1,20 a 20 chili...e faremmo forse meno fatica, ma di certo meno vincenti, perchè una palla più pesante è più difficile da rinviare, e mette in migliore posizione per colpire la palla seguente con un colpo "definitivo"...

Una corda molto elastica (come per esempio un budello) ha una resa energetica elevata a tensioni mediobasse, perchè oltre un certo limite (di solito 26/27 chili) la stessa cala e così pure il tempo di contatto palla/corda. Con le corde in poliestere gli stessi aumentano col progredire della tensione. Questo ovviamente in generale, anche se esistono eccezioni.

Ciò spiega perchè molti pro preferiscono ormai le corde di nuova generazione (o al limite gli ibridi per godere dei vantaggi delle due tipologie): oltretutto, se nei colpi di scambio le code naturali ed i multi più pregiati mantengono un minimo margine di vantaggio in velocità ("mangiato" però dalla maggiore "botta" dei nuovi copoly, e come se non bastasse sempre più esiguo mano a mano che la tecnologia evolve...) nei colpi da fermo come il servizio l'effetto muro dei mono annulla o capovolge questo vantaggio. Non a caso i recordman di ace usano tutti mono o ibridi...

Tutta questa pappardella Smile per spiegare che i vecchi assiomi (tipo "calibri sottili=+ potenza-durata") hanno ormai un valore relativo, e semmai all'interno di uno specifico modello di corda (e già non è sempre così...potrei farti decine di esempi...).

Il tennis si evolve, ed i materiali..anche di più Wink

P.S la corda di cui si parla è uno"specifico" copoliestere di cui ovviamente non posso fare il nome (Pacific Poly Force Black Series ATP) Very Happy

ovazione ragazzi !!

Hammer72
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4709
Età : 43
Località : Alessandria / Torino
Data d'iscrizione : 25.05.10

Profilo giocatore
Località: Alessandria
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: BABOLAT PURE AERO E APD GT ROLAND GARROS

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da doppiofallo il Gio 12 Ago 2010 - 21:12

@Eiffel59 ha scritto:Il solito vecchio malinteso del credere che velocità equivalga a potenza...non è così purtroppo, altrimenti giocheremmo tutti con corde in budello da 1,20 a 20 chili...e faremmo forse meno fatica, ma di certo meno vincenti, perchè una palla più pesante è più difficile da rinviare, e mette in migliore posizione per colpire la palla seguente con un colpo "definitivo"...

Una corda molto elastica (come per esempio un budello) ha una resa energetica elevata a tensioni mediobasse, perchè oltre un certo limite (di solito 26/27 chili) la stessa cala e così pure il tempo di contatto palla/corda. Con le corde in poliestere gli stessi aumentano col progredire della tensione. Questo ovviamente in generale, anche se esistono eccezioni.

Ciò spiega perchè molti pro preferiscono ormai le corde di nuova generazione (o al limite gli ibridi per godere dei vantaggi delle due tipologie): oltretutto, se nei colpi di scambio le code naturali ed i multi più pregiati mantengono un minimo margine di vantaggio in velocità ("mangiato" però dalla maggiore "botta" dei nuovi copoly, e come se non bastasse sempre più esiguo mano a mano che la tecnologia evolve...) nei colpi da fermo come il servizio l'effetto muro dei mono annulla o capovolge questo vantaggio. Non a caso i recordman di ace usano tutti mono o ibridi...

Tutta questa pappardella Smile per spiegare che i vecchi assiomi (tipo "calibri sottili=+ potenza-durata") hanno ormai un valore relativo, e semmai all'interno di uno specifico modello di corda (e già non è sempre così...potrei farti decine di esempi...).

Il tennis si evolve, ed i materiali..anche di più Wink

P.S la corda di cui si parla è uno"specifico" copoliestere di cui ovviamente non posso fare il nome (Pacific Poly Force Black Series ATP) Very Happy
92 minuti di applauso

doppiofallo
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1025
Età : 40
Data d'iscrizione : 02.08.10

Profilo giocatore
Località: A sud di goteborg
Livello: Mai più bravo di un 4.1 ma non oltre 4,5
Racchetta: si si , ne ho due!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 30 Mar 2014 - 19:09

@Eiffel59 ha scritto:Non è che siano più tese..il fatto è che la minor sezione fa passare più facilmente (ed a frequenza più alta e dannosa) le vibrazioni.
E non è necessariamente vero l'assioma corda sottile=corda più potente.
La corda meccanicamente più potente in assoluto (cioè quella con il più alto coefficente di ritorno di energia) è un 16L/1,30 in poliestere...
ciao eiffel, non mi sono inventato nulla, ho solo preso spunto da questo tuo post, magari avessi l'esperienza per stabilire autonomamente cosa è meglio e cosa è peggio in determinate situazioni. quanto a tutto il resto, è frutto di mie deduzioni, che possono essere anche sbagliate, ma, credo, ugualmente esternabili. lo scopo era solo quello di dare maggiore attendibilità possibile ad una casistica che ho vissuto in prima persona, supportato dall'ottimo negozio tennis world, in modo da dare completezza alle informazioni che richiedeva l'utente in questione.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Dom 30 Mar 2014 - 19:19

O non capisci, o non vuoi capire....  No non puoi far valere la proprietà transitiva del comportamento specifico di UNA corda per TUTTE le corde...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 30 Mar 2014 - 19:20

potresti spiegarti meglio ?

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Dom 30 Mar 2014 - 19:45

Non capisco se ci fai o ci sei...il comportamento dinamico e meccanico di una corda , una specifica corda, non è mutuabile ad un'altra.


Oltretutto, il post fa riferimento a quattro anni fa...nel frattempo, alcune marche hanno cambiato addirittura la costruzione di certi modelli, li hanno adattati ai telai di ultima uscita, o li hanno addirittura eliminati...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da babolat94 il Dom 30 Mar 2014 - 21:43

Standing ovation  per Mario!!!

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6162
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da serve&volley74 il Dom 28 Dic 2014 - 23:05

e, quindi, cosa consigli per avere maggiore reazione??

serve&volley74
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 12
Località : palermo
Data d'iscrizione : 16.03.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Lun 29 Dic 2014 - 8:29

Ormai esistono macchinari sempre più precisi e capaci di calcolare modulo elastico e -appunto- tempi di ritorno allo stato iniziale (resilienza).

Una corda con elevato modulo elastico e basso tempo di ritorno è ovviamente reattiva; ormai anche siti gratuiti come TWU danno idee abbastanza precise, per quanto approssimate, del comportaento dinamico di una corda alle diverse tensioni.

Apparecchi di misurazione avanzati possono misurare la specifica reattività di una singola corda su un singolo telaio ad una determinata tensione; rispetto a tempi passati, però, la regola generale "tensione bassa e calibro sottile" non è sempre applicabile, proprio perchè ormai, lasciando perdere la qualità "nel tempo" dei telai, si riescono ad ottenere reattività elevate anche con calibri più grossi e tensioni medie pure da telai da controllo, proprio perchè le corde sono avanzate molto di più dei telai nello stesso lasso di tempo...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da drichichi@alice.it il Ven 9 Gen 2015 - 9:36

@Eiffel59 ha scritto:Ormai esistono macchinari sempre più precisi e capaci di calcolare modulo elastico e -appunto- tempi di ritorno allo stato iniziale (resilienza).

Una corda con elevato modulo elastico e basso tempo di ritorno è ovviamente reattiva; ormai anche siti gratuiti come TWU danno idee abbastanza precise, per quanto approssimate, del comportaento dinamico di una corda alle diverse tensioni.

Apparecchi di misurazione avanzati possono misurare la specifica reattività di una singola corda su un singolo telaio ad una determinata tensione; rispetto a tempi passati, però, la regola generale "tensione bassa e calibro sottile" non è sempre applicabile, proprio perchè ormai, lasciando perdere la qualità "nel tempo" dei telai, si riescono ad ottenere reattività elevate anche con calibri più grossi e tensioni medie pure da telai da controllo, proprio perchè le corde sono avanzate molto di più dei telai nello stesso lasso di tempo...
Quindi quale multi e quale calibro dà peso palla maggiore e quale dà velocità di palla in rapporto al peso ed alla rigidità del telaio ed a quale tensione? Grazie

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5477
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da Eiffel59 il Ven 9 Gen 2015 - 12:31

Domenico, ti rendi conto che senza almeno un parametro è una domanda destinata a restare senza risposta, si?  Suspect

La resa non è mai "a prescindere" ma sempre collegata ad un insieme di fattori.

NON ESISTE una corda "più potente" o "più veloce" di un altra in assoluto ma solo relativamente a telaio/tensione/giocatore. La stessa corda sullo stesso telaio a tensioni diverse in un caso può avere più velocità di uscita ed in un altro peso di palla; al tempo stesso, due corde diverse su telai diversi a tensioni diverse possono avere pari velocità e peso di palla...e via discorrendo.
 
Gli esempi possono essere pressochè infiniti....

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40393
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da drichichi@alice.it il Ven 9 Gen 2015 - 14:21

@Eiffel59 ha scritto:Domenico, ti rendi conto che senza almeno un parametro è una domanda destinata a restare senza risposta, si?  Suspect

La resa non è mai "a prescindere" ma sempre collegata ad un insieme di fattori.

NON ESISTE una corda "più potente" o "più veloce" di un altra in assoluto ma solo relativamente a telaio/tensione/giocatore. La stessa corda sullo stesso telaio a tensioni diverse in un caso può avere più velocità di uscita ed in un altro peso di palla; al tempo stesso, due corde diverse su telai diversi a tensioni diverse possono avere pari velocità e peso di palla...e via discorrendo.
 
Gli esempi possono essere pressochè infiniti....
Allora: 
Telaio A 305/100/32/27 spessore costante 21 16x19 rigidità 62
Telaio B 305/100/32/27 spessore costante 21 16x19 rigidità 70
Telaio C 300/105/32,5/27,5 spessore costante 25 16x19 rigidità 72

Non palla veloce (la palla lo è già con i suddetti telai) ma palla pesante. Grazie

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5477
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da SidVicious il Ven 9 Gen 2015 - 14:28

NON ESISTE una corda "più potente" o "più veloce" di un altra in assoluto ma solo relativamente a telaio/tensione/giocatore.
che domande assurde..almeno leggessi quando ti rispondono..

SidVicious
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 76
Data d'iscrizione : 25.05.14

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Wilkinson

Tornare in alto Andare in basso

Re: Multifilo. Differenze dsui calibri

Messaggio Da drichichi@alice.it il Ven 9 Gen 2015 - 14:34

@SidVicious ha scritto:
NON ESISTE una corda "più potente" o "più veloce" di un altra in assoluto ma solo relativamente a telaio/tensione/giocatore.
che domande assurde..almeno leggessi quando ti rispondono..
Eiffel59Domenico, ti rendi conto che senza almeno un parametro è una domanda destinata a restare senza risposta, si?  Suspect

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5477
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum