Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

tennis e lenti a contatto specifiche

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da orlovfmj il Lun 23 Feb 2015 - 17:56

Promemoria primo messaggio :

Buonasera a tutti,
(prima di tutto chiedo scusa se la sezione in cui porre questa domanda non è corretta.)
essendo miope da una vita sono obbligato a giocare con occhiali o lenti a contatto che preferisco di gran lunga agli occhiali.
C'è qualcuno che ha trovato in commercio delle lenti a contatto specifiche per il tennis che siano adatte alla miopia?? In quanto i prodotti generici li ho provati tutti ma non trovo una lente che mi offra un confort visivo ottimale specie in termini di timing in quanto molte volte, aldilà dei limiti tecnici Sad , noto un certo ritardo soprattutto nel colpire la pallina.
Per intenderci un prodotto simile alle nike maxsight by Bausch & Lomb che sono andate fuori commercio. Sad
Grazie

orlovfmj
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 30
Età : 25
Località : biella
Data d'iscrizione : 25.06.12

Profilo giocatore
Località: biella
Livello: moooolto scarso
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da chiaralt il Mar 24 Feb 2015 - 12:48

@orlovfmj ha scritto:Ne approfitto visto che sono arrivati degli esperti di ottica opinioni in merito alle lenti dailies total 1?? Mi hanno consigliato queste dopo aver provato dailies Aqua confort plus

Le usa la ragazza che mi fa fisioterapia. Mi hanno detto che è un po' personale la scelta delle lenti a contatto, pero' mi diceva che ne ha provate tante e quelle riesce a tenerle su ore senza aver problemi e senza mai mettere le lacrime artificiali

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 890
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 14:44

@drichichi@alice.it ha scritto:Buongiorno, premetto che sono un medico e sono oculista. 
Prima di parlare di interventi sugli occhi, cerchiamo di essere ben informati e di non generalizzare: non tutti gli occhi possono essere operati e non tutti si possono chiamare professionisti. Per quanto riguarda le lenti a contatto, non esistono lenti a contatto specifiche per lo sport, esistono occhialini graduati per chi nuota, maschere graduate per chi fa pesca sub, e montature ultraleggere per gli sportivi. lenti a contatto ad hoc non esistono, quindi attenzione agli specchietti per le allodole. 
Buon Tennis a tutti.

Benissimo, non generalizziamo, entriamo nello specifico.
Dottore saprebbe spiegare al forum la differenza tra la ormai obsoleta cheratotomia radiale, la vecchia PRK e la nuovissima LasiK con tecnologia laser a femtosecondi?
Saprebbe indicare quali soggetti possono essere sottoposti alle prime e quali all'ultima tecnologia? Anche fino a quante diottrie e a che spessore corneale?
Ammette che i soggetti che non hanno uno spessore idoneo sono nell'ordine del 4-5%?
Anche per rispondere al 23enne operato anni fa: nessun chirurgo opererebbe adolescenti. Il difetto visivo deve essersi assestato da almeno 3 anni, quindi vi prego di non raccontare bugie.
Io parlo per esperienza: avevo miopia ed astigmatismo ad entrambi gli occhi, con difetto molto accentuato e nessuna lente a contatto mi ha MAI permesso di vedere la pallina come la vedo ora dopo l'operazione.
Ho speso meno di quanto chiede la maggioranza degli oculisti che affittano i macchinari perchè sono andato da un onesto e preparatissimo professore all'avanguardia che ha acquistato (uno dei pochissimi) le macchine dalla Germania.
Informatevi www.leccisotti.com
A me ha cambiato il tennis... e la vita.

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mar 24 Feb 2015 - 15:34

haas81... io mica ho capito il punto... è chiaro ed è in linea con quanto si sa della tecnica che qualcuno con la chirurgia ha risolto ed è contento, altri han risolto meno e sono meno contenti... 

... ma qui provavamo a vedere se ci sono strumenti in ausilio senza chirurgia che ci facciano fare 2 punti in più... ed è emerso unicamente che c'è da provare le lenti a contatto cosmetiche di color ambra Smile

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 15:43

Il punto è che chi non è stato contento, è stato operato con tecnologie ormai obsolete. La ricerca è andata avanti e a costi accessibilissimi offre ormai una pratica chirurgica sicura ed affidabile, con risultati nemmeno paragonabili a quelli delle lenti a contatto: hai mai fatto i conti di quanto spendi (tu) e di quanto guadagnano (loro) con le lenti a contatto?
E ancor più con quelle 'ambrate' che promettono 2 punti in più...
No, davvero, per troppo tempo (20 anni) ho dato retta agli ottici e agli oculisti vedendo male e regalando Lire ed euro.
Sono finalmente davvero SODDISFATTO di aver RISOLTO il problema!
Twisted Evil

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mar 24 Feb 2015 - 16:06

haas81, adesso capisco, certo, se nel tuo caso è andata bene siamo (immagino) tutti contenti... purtroppo non è così per tutti e dalla casistica non solo italiana non c'è nulla di strano che emerga, io non l'ho fatta tantissimi anni fa, poi recentemente ho ri-fatto valutazione e sono sereno nel sostenere che è meglio non averla fatta, ma come scritto sopra, è una questione PURAMENTE individuale...

altra vicenda il costo degli occhiali, lenti etc... ma lì, è chiaro che in questo paese gira così... qui mi mordo le mani che quando potevo andarmene non me ne sono andato------

le ambrate non promettono nulla, come già scritto più volte è una pura questione di divertimento, visto che non siamo neanche a livello di sicurezza individuale tipo maschera da sci... tant'è che sono giustamente chiamate "cosmetiche"... se voglio divertirmi a fare lo scienziato allora potrei chiedermi: "ma se aumentano il contrasto, il cervello è sottoposto ad uno stress elaborativo maggiore per la messa a fuoco dell'oggetto in movimento?"... lascerei perdere non vorrei finire su Lancet USA  Very Happy

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mar 24 Feb 2015 - 17:22

... parlando di vista:

http://mashable.com/2015/02/23/second-sight-first-trial/#:eyJzIjoidCIsImkiOiJfNG5keWJqZHBweXo1N3RrdSJ9

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da motombo il Mar 24 Feb 2015 - 17:31

@haas81 ha scritto:Il punto è che chi non è stato contento, è stato operato con tecnologie ormai obsolete. La ricerca è andata avanti e a costi accessibilissimi offre ormai una pratica chirurgica sicura ed affidabile, con risultati nemmeno paragonabili a quelli delle lenti a contatto: hai mai fatto i conti di quanto spendi (tu) e di quanto guadagnano (loro) con le lenti a contatto?
E ancor più con quelle 'ambrate' che promettono 2 punti in più...
No, davvero, per troppo tempo (20 anni) ho dato retta agli ottici e agli oculisti vedendo male e regalando Lire ed euro.
Sono finalmente davvero SODDISFATTO di aver RISOLTO il problema!
Twisted Evil
Generalizzare e' sempre sbagliato.........
cmq informati bene prima di parlare..tanto non sono qua per venderti lenti a contatto o altro.
Una conf di lenti a contatto in media costa diciamo 20 euro lo sai quanto ci guadagno levando spese di spedizione ecc....
2/3 euro ti sembra un guadagno enorme??
Se non fosse indispensabile venderle per mantere la cliente non lo farei mai!!!!!!!!
Ordini 3-4 mila euro per guadagnarci 3 euro.
Per curiosita' quante diottrie ti mancavano?
Io ho sempre consigliato l'operazione a clienti con gradazioni fortissime diciamo sopra al -9D,anche se non e' detto che tutti siano operabili.La consiglio perche' anche a livello estetico capisco il loro disagio,cmq ricorda nel modulo che hai compilato prima dell'operazione c'e' scritto che non ti garantiscono che non porterai piu' occhiali.
Per una persona che porta un -9d passare a -1D ad esempio e' una conquista.
Ora pero' non facciamo passare l'ottico e l'oculista come il male per i vostri occhi.......anche perche' chi ti opera e' un oculista.

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da Dave71 il Mar 24 Feb 2015 - 17:36

Questo è il consenso informato che deve firmare chi intende farsi operare di miopia; ad ognuno la sua scelta:



In pieno possesso delle mie facoltà mentali, acconsento a sottopormi ad intervento di chirurgia



rifrattiva con la metodica del Laser ed eccimeri dopo essere stato edotto delle caratteristiche dell’intervento ed avere attentamente valutato, sulla base di quanto ampiamente illustrato dalla



Signoria Vostra e riassunto in uno specifico memorandum da me sottoscritto per presa visione (ed allegato al presente consenso informato), i possibili vantaggi così come gli eventuali rischi, generici e specifici, dell’intervento stesso.



Dichiaro al riguardo di essere stato posto a conoscenza, tra l’altro:



a) delle conseguenze derivanti da una eventuale negligenza nel seguire i consigli tecnici sulle pratiche post-operatorie, quali indicati nelle istruzione consegnatemi e da me sottoscritte per conoscenza ed accettazione;



b) che i vantaggi per il paziente saranno connessi con la riduzione del potere delle sue lenti per occhiale con la loro utilizzazione solo in condizioni particolari o la loro possibile eliminazione totale;



c) che per il raggiungimento del miglior possibile risultato finale potrà essere necessario eseguire uno o più trattamenti di PRK;



d) che qualora non sia mia intenzione seguire in modo completo l’iter chirurgico e terapeutico l’intervento, mi è stato consigliato ............................................................................................



Dichiaro inoltre e in particolare, essendo stato informato del fatto che fattori estranei alla mano del chirurgo ed alla precisione del laser possono comunque influenzare la guarigione e quindi il risultato, con la conseguenza della impossibilità di formulare una previsione assoluta circa la correzione ottica raggiungibile, di sollevare fin d’ora l’operatore, fermo il suo dovere professionale di diligenza, da responsabilità civili di qualsiasi ordine in relazione ad un mancato conseguimento del risultato prefisso.

Il/la paziente che intende sottoporsi ad un intervento di chirurgia rifrattiva con laser ed Eccimeri è indispensabile che legga con attenzione quanto scritto sul presente foglio. In esso sono riportate informazioni sulla metodica chirurgica e sono descritti i principali problemi di un intervento di PRK (Photo RefractiveKeratectomy). Il consenso deve essere firmato solo quando pienamente convinti di sottoporsi all’intervento e dopo una consapevole valutazione dei vantaggi e degli svantaggi.



Informazione propedeutica alla firma del consenso all’intervento di PRK con Laser ed Eccimeri





I difetti visivi che hanno sino ad oggi trovato soluzioni negli occhiali e nelle lenti a contatto possono ora avere una alternativa terapeutica da un intervento chirurgico o attraverso un trattamento effettuato con laser ad Eccimeri.



La chirurgia rifrattiva (cheratotomia radiale, epicheratofachia, cheratomileusi, cheratectomia laser ed altri) trova le applicazioni più vantaggiose quando, escluso il semplice desiderio estetico di non portare una correzione ottica, vi siano caratteristiche dei parametri oculari e dell’ambienti che impediscano al paziente la capacità di utilizzo della sua funzione visiva al meglio. Tale intendimento è più evidente nei forti difetti di vista, che legano indissolubilmente il paziente all’occhiale, nelle elevate differenze di rifrazione tra un occhio e l’altro, specie dove non vi è tolleranza alle lenti a contatto ed in alcuni tipi di attività lavorativa in cui i sussidi ottici creano innegabili svantaggi.



La accurata selezione delle caratteristiche cliniche e dei motivi che conducono all’intervento, nonché del tipo di intervento, è resa necessaria dalla considerazione che l’atto chirurgico non è

reversibile e dalla possibilità, sia pure remota, del verificarsi di complicazioni, modificazioni secondarie o residui indesiderati, inconvenienti peraltro comuni a tutti gli interventi chirurgici. Va

inoltre rilevato che ogni atto di chirurgia rifrattiva, quale che sia la tecnica adoperata, si rivolge alla risoluzione delle sole caratteristiche ottiche, ma non modifica quelle patologie che possono essere associate al difetto di vista.



In altre parole, ad esempio, un miope con alterazioni retiniche che compormettono parte della sua funzionalità visiva non può sperare di vedere risolto questo problema da un intervento chirurgico a scopo rifrattivo, né questo può costituire una “assicurazione” verso complicanze successive.



L’intervento potrà, però, ragionevolmente mirare ad una riduzione del potere dell’occhiale, o nei casi più favorevoli, alla sua completa eliminazione con diminuzione dei fastidi e delle distorsioni d’immagine che ad essi si accompagnano. Quindi, per non andare incontro ad errori o incomprensioni sui programmi prefissi e sui risultati raggiungibili, è indispensabile che il paziente venga informato in modo esauriente dal medico, cosicché il suo consenso all’intervento sia motivato e convinto. Il suo caso, a giudizio del medico oculista che lo ha in cura, può trarre vantaggio dall’uso della tecnica del modellamento corneale eseguita con Laser ad Eccimeri.



Il Laser ad Eccimeri è in grado di asportare tessuto in modo estremamente fine (in frazioni di micron) con una riproducibilità non raggiungibile da nessun altro mezzo: la correzione viene

realizzata asportando strati superficiali della cornea (PRK o cheratectomia superficiale) o più profondi (cheratomileusi) in modo da modificarne la curvatura e quindi il potere rifrattivo.



Fattori estranei alla mano del chirurgo ed alla precisione del laser possono influenzare la guarigione e quindi il risultato, per cui non è possibile fare una previsione assoluta circa la correzione ottica raggiungibile: modesti scostamenti dal risultato ricercato sono pertanto possibili e non debbono essere considerati come insuccessi, scostamenti più elevati possono sempre essere ritrattati, ma le riserve che sono state espresse per il primo trattamento valgono anche per il successivo.

Le condizioni che limitano il risultato di una PRK sono: l’ipocorrezione (rara; residua una parte del difetto di vista), la regressione (dal 5% al 10% dei casi totali; per un processo di ristrutturazione della cornea ritorna una parte del difetto di vista), l’ipercorrezione duratura (molto rara; consiste

in una correzione eccessiva per cui un miope può diventare ipermetrope ed un ipermetrope può diventare miope. Si può considerare ipercorrezione duratura quella che è ancora presente dopo 12 mesi dato che nei primi mesi è normale e previsto un certo grado di ipercorrezione).



In questi casi è opportuno ed indispensabile procedere ad una ulteriore intervento di PRK in modo da raggiungere la correzione ottimale. Alcuni rari casi possono ripresentare dopo il secondo intervento gli stessi problemi avuti nel primo; in questi casi vale quanto detto in precedenza data che l’iter da seguire è identico.



Come effetto secondario al trattamento laser possono insorgere opacità transitorie della cornea nell’ambito del processo di cicatrizzazione (Haze). Queste opacità, che determinano iniziali riduzioni dell’efficienza visiva, regrediscono progressivamente in un arco di tempo che oscilla intorno ai sei mesi ma possono a volte richiedere periodi più lunghi, in casi eccezionali anche 24

mesi. Nel caso in cui queste opacità si protraggano è opportuno eseguire con il laser ad Eccimeri un nuovo trattamento. Una complicazione molto rara è il decentramento del trattamento ed anche in questo caso, se il paziente accusa disturbi, è necessario eseguire con il laser ad Eccimeri dei trattamenti aggiuntivi. Altri problemi sono rappresentati da sensazioni di abbagliamento e fotofobia (accompagnano di frequente le prime fasi postoperatorie nella cheratectomia superficiale) e da difficoltà della visione in caso di bassa luminanza (disturbo molto raro ma che può durare a tempo indeterminato. Questo può comportare difficoltà in caso di ambienti poco illuminati e nella guida di autoveicoli). Del tutto normali sono invece i disturbi legati al cambiamento della condizione rifrattiva dell’occhio per cui un miope che sia anche presbite avrà necessità di lenti per lettura.



Dato che il risultato finale è influenzabile in senso positivo dal trattamento medico o da ulteriori trattamenti chirurgici è di importanza basilare seguire l’iter terapeutico che il chirurgo stabilirà; il paziente che non sia seriamente intenzionato a seguire quanto verrà prescritto è opportuno che non si sottoponga all’intervento.



DOPO AVERLO LETTO affraid HO COMPRATO LE LENTI A CONTATTO

Dave71
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 183
Località : Lucca / Torino
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Lucca | Torino
Livello: ITN 6?
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 17:54

Bravo. Io non le compro più e ci vedo benissimo...
E come me, altri 5 o 6 amici.
Per noi 100% di riuscita e piena soddisfazione.
La prk è la vecchia tecnologia, anch'io avevo deciso di non farla. Informati sulla nuova Lasek a femtosecondi: altra storia.

@mutombo: chiaramente per ottici intendevo le catene di ottica, non certo il venditore al dettaglio...
Io cmq spendevo 40 euro al mese di lenti. Avevp -5.50 e -5 ma soprattutto astigmatismi da -1.75: la pallina la vedevo 'traslata' dove in realtà non era.
Ora finalmente ho risolto. Ecco perchè sono così deciso.
scusatemi, entusiasmo da gioia per soluzione di problema ventennale
Very Happy

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 17:58

FEMTO-LASIK e ADVANCED PRK
 
Il laser a eccimeri viene impiegato ormai da 25 anni per la correzione dei difetti visivi. Produce raggi UV che vaporizzano con estrema precisione il tessuto corneale, rimodellandone la curvatura: la cornea viene resa più piatta per correggere le miopie, più curva per trattare le ipermetropie, resa sferica (invece che ovale) per correggere l'astigmatismo. Esistono due varianti fondamentali della tecnica con laser a eccimeri.
FEMTO-LASIK: questo intervento (che non comporta tagli meccanici) è oramai il "gold standard" della chirurgia refrattiva, superiore per precisione, sicurezza e velocità rispetto a tutte le altre tecniche. Il laser a femtosecondi a infrarossi crea uno strato di bollicine di aria che separano delicatamente lo strato superficiale della cornea ('flap'). Il flap viene sollevato (vedi figura), sullo strato sottostante viene effettuata la correzione del difetto con il laser a eccimeri e, infine, il flap viene riposizionato e lasciato aderire (in circa 1 minuto). Il femto-Lasik si caratterizza per laguarigione molto rapida (poche ore di fastidio), la ripresa delle attività il giorno successivoe una terapia post-operatoria con colliri brevissima. Le indicazioni sono la miopia fino circa a -10, l'ipermetropia fino a circa +6, l'astigmatismo miopico e ipermetropico fino a circa 6 diottrie.
ADVANCED PRK: con questo nome si indica la moderna PRK, eseguita con laser a eccimeri di ultima generazione e con uso, se necessario, di sostanze anti-cicatrizzanti. L'avvento della femto-Lasik ne ha ridimensionato l'importanza. Viene eseguita sulla superficie della cornea dopo la rimozione dell'epitelio (la 'pellicina' che la ricopre). L'epitelio guarisce con l'aiuto di una lente a contatto di protezione in 4-5 giorni, durante i quali è necessario il riposo a casa e sono possibili fastidio, irritazione, a volte dolore. Il recupero visivo è graduale, perché l'epitelio, una volta guarito, deve diventare una superficie liscia e regolare nell'arco di 1-3 mesi; è necessaria una terapia con colliri antiinfiammatori di qualche mese. Le indicazioni sono la miopia fino a circa -5 (in qualche caso anche superiore) e l'astigmatismo miopico fino a -3. Il vantaggio è unicamente rappresentato dal costo più contenuto. Varianti (ma con risultati assolutamente identici, per cui attualmente in disuso) della PRK sono la Lasek (in cui l'epitelio viene rimosso con alcool) e l'epi-Lasik (in cui l'epitelio viene rimosso con una lama di plastica).

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da motombo il Mar 24 Feb 2015 - 18:04

@haas81 ha scritto:Bravo. Io non le compro più e ci vedo benissimo...
E come me, altri 5 o 6 amici.
Per noi 100% di riuscita e piena soddisfazione.
La prk è la vecchia tecnologia, anch'io avevo deciso di non farla. Informati sulla nuova Lasek a femtosecondi: altra storia.

@mutombo: chiaramente per ottici intendevo le catene di ottica, non certo il venditore al dettaglio...
Io cmq spendevo 40 euro al mese di lenti. Avevp -5.50 e -5 ma soprattutto astigmatismi da -1.75: la pallina la vedevo 'traslata' dove in realtà non era.
Ora finalmente ho risolto. Ecco perchè sono così deciso.
scusatemi, entusiasmo da gioia per soluzione di problema ventennale
Very Happy
ok cmq preciso una cosa.........ci sono lenti della baush e lomb mensili che si chiamano purevision2 hd toric costano 55 euro a scatola essendo tu astigmatico chiaramente dovrai prendere 2 conf per una spesa di 110,00 € ogni 6 mesi

110/6=18,33 di spesa mensile per le lenti a contatto.

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da Dave71 il Mar 24 Feb 2015 - 18:04

Credo che tutto dipenda dal grado di soddisfazione della correzione con occhiali/lenti e dalla propensione al rischio.

Io sono andato vicino all'operazione, poi ho trovato delle lenti a contatto mensili che mi soddisfano pienamente e ho deciso di posticipare ogni soluzione definitiva come l'operazione.
Sono comunque contento per te, per curiosità a che età hai fatto l'intervento?

Dave71
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 183
Località : Lucca / Torino
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Lucca | Torino
Livello: ITN 6?
Racchetta: Head Graphene XT Speed MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 18:08

Una si rompeva, una la perdevo, una mi bruciava...
Sad Embarassed
Andavo meglio con le giornaliere e per gli occhi non badavo a spese.
Cmq mi ripeto: scusate il mio 'wow effect'. Eccesso di entusiasmo!
Very Happy

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 18:10

@Dave71 ha scritto:Credo che tutto dipenda dal grado di soddisfazione della correzione con occhiali/lenti e dalla propensione al rischio.

Io sono andato vicino all'operazione, poi ho trovato delle lenti a contatto mensili che mi soddisfano pienamente e ho deciso di posticipare ogni soluzione definitiva come l'operazione.
Sono comunque contento per te, per curiosità a che età hai fatto l'intervento?

A 33 anni. Questa nuova tecnologia ha davvero molti meno rischi della prk precedente.
Oltre ai normali disagi, io avvertivo il problema nei viaggi, in aeroporto, sull'aereo, coi liquidi.. etc.. etc...

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mar 24 Feb 2015 - 20:34

@chiaralt ha scritto:
@drichichi@alice.it ha scritto:Buongiorno, premetto che sono un medico e sono oculista. 
Prima di parlare di interventi sugli occhi, cerchiamo di essere ben informati e di non generalizzare: non tutti gli occhi possono essere operati e non tutti si possono chiamare professionisti. Per quanto riguarda le lenti a contatto, non esistono lenti a contatto specifiche per lo sport, esistono occhialini graduati per chi nuota, maschere graduate per chi fa pesca sub, e montature ultraleggere per gli sportivi. lenti a contatto ad hoc non esistono, quindi attenzione agli specchietti per le allodole. 
Buon Tennis a tutti.
Ciao Domenico, chiedo a te visto che puoi parlare con cognizione di causa....
che tu sappia, come diceva Gio2012, esistono lenti a contatto ambrate per astigmatici?
Io è da molto poco che sto provando le lenti a contatto e gia' da subito mi sono accorta della differenza di visione rispetto agli occhiali, se poi ci fossero degli accorgimenti che ci permettono una visione migliore ancora meglio.
Quando riprendero' a giocare, spero entro l'inizio dell'estate visto che sono ferma per tendinite alla spalla, provero' lenti a contatto e occhiali fotocromatici, a me purtroppo il sole da abbastanza fastidio
Allora le lenti a contatto per proteggere dagli uv non è propriamente necessario che siano colorate, anzi, l'importante che qualunque prescrizione sia fatta da un medico chirurgo specialista in oftalmologia e regolarmente iscritto all'ordine dei medici della provincia dove esercita o dove risiede.
Ottici, Optometristi ed Ortottisti si devono attenere esclusivamente alla prescrizione dello specialista. E' il medico che decide se ci si può sottoporre ad intervento di chirurgia refrattiva indicando quello più idoneo da caso a caso. Meglio lenti a contatto ed occhiali da sole o lenti a tempiale fotocromatiche, piuttosto che LAC colorate che costano il triplo delle lac normali quindi a sicuro scopo di lucro. Non è il luogo adatto per parlare di presidi medici. Ognuno è necessario che si sottoponga a visita, unico modo per trovare la misura ed il mezzo correttivo più idoneo per l'ametropia. Grazie

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5531
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mar 24 Feb 2015 - 20:54

Gradirei che non si parlasse di interventi chirurgici senza alcuna cognizione di logica, non ci sono interventi obsoleti o interventi all'avanguardia, ci sono solo interventi chirurgici o parachirurgici e non mi sembra il luogo più adatto per discutere di questo, per cui chiedo ai moderatori di rimuovere i post inappropriati. Grazie

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5531
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mar 24 Feb 2015 - 21:06

@haas81 ha scritto:
@drichichi@alice.it ha scritto:Buongiorno, premetto che sono un medico e sono oculista. 
Prima di parlare di interventi sugli occhi, cerchiamo di essere ben informati e di non generalizzare: non tutti gli occhi possono essere operati e non tutti si possono chiamare professionisti. Per quanto riguarda le lenti a contatto, non esistono lenti a contatto specifiche per lo sport, esistono occhialini graduati per chi nuota, maschere graduate per chi fa pesca sub, e montature ultraleggere per gli sportivi. lenti a contatto ad hoc non esistono, quindi attenzione agli specchietti per le allodole. 
Buon Tennis a tutti.

Benissimo, non generalizziamo, entriamo nello specifico.
Dottore saprebbe spiegare al forum la differenza tra la ormai obsoleta cheratotomia radiale, la vecchia PRK e la nuovissima LasiK con tecnologia laser a femtosecondi?
Saprebbe indicare quali soggetti possono essere sottoposti alle prime e quali all'ultima tecnologia? Anche fino a quante diottrie e a che spessore corneale?
Ammette che i soggetti che non hanno uno spessore idoneo sono nell'ordine del 4-5%?
Anche per rispondere al 23enne operato anni fa: nessun chirurgo opererebbe adolescenti. Il difetto visivo deve essersi assestato da almeno 3 anni, quindi vi prego di non raccontare bugie.
Io parlo per esperienza: avevo miopia ed astigmatismo ad entrambi gli occhi, con difetto molto accentuato e nessuna lente a contatto mi ha MAI permesso di vedere la pallina come la vedo ora dopo l'operazione.
Ho speso meno di quanto chiede la maggioranza degli oculisti che affittano i macchinari perchè sono andato da un onesto e preparatissimo professore all'avanguardia che ha acquistato (uno dei pochissimi) le macchine dalla Germania.
Informatevi www.leccisotti.com
A me ha cambiato il tennis... e la vita.

http://www.leccisotti.com/curriculum-interventi-tariffe
Io collaboro con lui, pensi che si parla a sproposito? La chirurgia non è argomento da forum.
http://www.scorciaoculistica.it/images/files/CV.pdf


drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5531
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da haas81 il Mar 24 Feb 2015 - 21:58

Non ho accusato nessuno di parlare a sproposito, ma suggerivo solo di chiarire (dato che ne hai le competenze) alcuni aspetti generali di pratiche chirurgiche su cui ognuno può e deve informarsi.
Nessuna polemica. Raccontavo solo la mia esperienza. Forse con troppo entusiasmo...
Buon tennis!

haas81
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1017
Località : Lombardia
Data d'iscrizione : 15.12.13

Profilo giocatore
Località: Lombardia
Livello: imbarazzante...
Racchetta: Blade 98 16M

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mar 24 Feb 2015 - 22:38

Non basta un link per chiarire un intervento.

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5531
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mer 25 Feb 2015 - 9:15

infatti è stato scritto più volte: nel post si parla di lenti a contatto e se uno vuole proprio provare qualcosa per il tennis OLTRE alla normale correzione come da prescrizione del medico e non dell'optometrista/ottico, c'è la questione del colore che potrebbe aiutare nel migliorare i contrasti e quindi i contorni degli oggetti e quindi visione delle palline...

se parliamo di visione/disturbi della vista e tennis, mi pare poi che ci siano ben più di un top ten con problemi alla vista, quindi putroppo la colpa del colpo mal riuscito andrà data alla racchetta, come faccio di solito...

una questione che riguarda i miopi (e che drichichi potrebbe dettagliare meglio) potrebbe essere una maggiore sensibilità e sensazione di fastidio in casi di pieno sole causa curvatura bulbo oculare... correggibile con un ombreggiante (cappellino) o con occhiali stile Stosur...

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da motombo il Mer 25 Feb 2015 - 10:42

nel momento in cui indossi lenti che correggono perfettamente l'ametropia con un ottimo comfort non ci sono disagi in piu' che non abbia anche una persona sensa problemi visivi,quindi bisogna usare occhiali da sole,cappellino ecc... per proteggersi dal sole.
Lenti a contatto non migliorano niente nel tennis fidati

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mer 25 Feb 2015 - 10:52

motombo... i disagi ci sono, è una protesi, poi alcuni ritengono i disagi così insignificanti da non preoccuparsene, immagino li conosci bene.

rimangono da provare le lenti ambrate per farsi due risate.

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da motombo il Mer 25 Feb 2015 - 10:58

come scritto se trovi l'abbinamento comfort/visione ottimo non ci sono disagi.
Controlla anche che tra un produttore e un altro ci sono diametri di lenti per le usa e getta,e anche quello puo' dare fastidi

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da gio2012 il Mer 25 Feb 2015 - 11:23

va bene, (oltre che io le lenti a contatto non le uso) ma le ambrate si possono comprare facilmente? qui dobbiamo farci due risate...

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da motombo il Mer 25 Feb 2015 - 17:15

le ordini in qualsiasi negozio

motombo
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2225
Età : 39
Località : roma
Data d'iscrizione : 28.02.11

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: Yonex Si 98

http://www.otticaalfa.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: tennis e lenti a contatto specifiche

Messaggio Da orlovfmj il Gio 26 Feb 2015 - 10:54

Buongiorno, ho trovato un prodotto della zeiss. Si tratta di lenti a contatto trimestrali, si chiamano Zeiss Sport Contrast, vengono fornite con in confezione con una lente. Sono disponibili in tre diverse colorazioni giallo, arancio e marrone. A parere del mio ottico sono preferibili quelle arancioni per l'attività indoor (quella che mi arreca più fastidio ) con luci artificiali. Il costo al pubblico in Italia è di circa 45 €, ma si trovano su internet a circa 25-30€.
Il mio dubbio è circa sulla colorazione più adatta tra le tre disponibili, quale è secondo voi la più appropriata??

orlovfmj
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 30
Età : 25
Località : biella
Data d'iscrizione : 25.06.12

Profilo giocatore
Località: biella
Livello: moooolto scarso
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum