Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

(The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

(The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Tibia il Mer 11 Feb 2015 - 20:24

Promemoria primo messaggio :

Negli ultimi mesi - sempre più di frequente - mi sono imbattuto in videoanalisi del diritto dei PRO dove si fa riferimento al concetto di SSC "Stretch Shorten Cycle", non importa se giocato open, semi-open o neutral.
 
Io mi sto applicando da solo - con tutti i miei limiti - a introdurre questo movimento nel diritto, non mi sembra difficile ed ho trovato un sacco di vantaggi, non ultimo una correzione ad un movimento troppo circolare che impattava sul gomito.

Tanto per essere chiaro, ecco cosa si intende per SSC : https://www.youtube.com/watch?v=aVQqtdqv4PE

Ci sono parecchi altri video e siti sull'argomento, ne ho trovati anche un paio molto interessanti del mitico Ricky Macci.

Visto il modello di esecuzione - standard e vincente - mi è sorta la domanda se a livello di club questo concetto viene spiegato oppure è lasciato ai soli giocatori agonisti, indipendentemente dall'età.
 
Grazie mille.

Tibia

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso


Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da lorenz90 il Ven 13 Feb 2015 - 23:27

@Veterano ha scritto:Perche' quello di Murray non e' un dritto Atp........
si però più semplificato

lorenz90
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3587
Data d'iscrizione : 23.10.13

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: I.T.R 4 - in miglioramento :D
Racchetta: Yonex SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Ven 13 Feb 2015 - 23:31

E solo un certo tipo di scuola,dove credo abbiano ripettato molto di piu' la naturalezza dell'esecuzione che troppe imposizioni ultratecniche,poi non so cosa intendete voi per dritto Atp,ma se vedi bene il video le basi ci sono tutte,altro che dritto bbc eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Ven 13 Feb 2015 - 23:42

Eh Vet, telepatia...Murray!
Che non è il dritto di Macci ma quello di Clay.
Perché la chiave di lettura è proprio il polso e quella frazione di secondo in cui la racchetta da alta (apertura) "cade" per la chiusura.
Nel primo video c'è proprio tanto di freccia che mostra la testa della racchetta che va / rimane per inerzia dietro. Se in apertura l'avambraccio supina (nel senso che il peso della racchetta la fa cadere girandoti il polso), la testa della racchetta guarda l'angolo sinistro basso del campo (zona scope, rullo e rete per tirare il campo hehehehe). A questo punto il braccio - basso - mostra il polso al palo destro della rete. Quando chiudi questo dritto si introduce (più o meno) un pelino di Side Spin, proprio alla Murray (ma è Atp??).
Il dritto "alla Macci" si sofferma sulle geometrie del gomito. Se tieni il gomito alto (non altissimo), la testa della racchetta e' inclinata all'interno (guarda il lato destro del campo). È uno swing più compatto. Quando si va in chiusura, Macci chiede di far cadere il braccio e la testa della racchetta cade di taglio. E....la supinazione è inferiore! Il braccio mostra il polso frontale alla rete. La traiettoria e' più lineare in questa fase. 
Se il gomito rimane vicino al corpo, hai un piano verticale con tanto lift. Ma, se la racchetta cade dietro hai anche Side. Se distendi il braccio, hai tanto drive. Per dare Side spin alla Nadal, la testa della racchetta e' totalmente "trascinata" dal tappo della racchetta e....fa quel movimento "buggy" del polso con il finish "reverse" destra-destra (il cosiddetto sombrero). 
Detto sinceramente è molto interessante, perché in una frazione di secondo, pochi gradi di inclinazione della testa della racchetta vanno a cambiare parecchio l'effetto finale sulla palla.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Ven 13 Feb 2015 - 23:46

L'unica differenza e che Murray lascia il polso molto morbido e non tiene la testa della racchetta alta fino alla fine della preparazione,praticamente perde molto prima l'angolo polso racchetta rispetto ad altri giocatori che accompagnano fino alla fine la preparazione con la mano destra.
IN questo video si nota bene.
https://www.youtube.com/watch?v=Ww9pArYPK4A

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Ven 13 Feb 2015 - 23:46

Hihihihi evvaiiii lo hai detto tu! È un Atp il dritto di Murray? Hahahaha e' qui il punto... 
Ma sì, mi piace quando dici "naturale"! La penso come te Vet!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Ven 13 Feb 2015 - 23:51

@kingkongy ha scritto:Eh Vet, telepatia...Murray!
Che non è il dritto di Macci ma quello di Clay.
Perché la chiave di lettura è proprio il polso e quella frazione di secondo in cui la racchetta da alta (apertura) "cade" per la chiusura.
Nel primo video c'è proprio tanto di freccia che mostra la testa della racchetta che va / rimane per inerzia dietro. Se in apertura l'avambraccio supina (nel senso che il peso della racchetta la fa cadere girandoti il polso), la testa della racchetta guarda l'angolo sinistro basso del campo (zona scope, rullo e rete per tirare il campo hehehehe). A questo punto il braccio - basso - mostra il polso al palo destro della rete. Quando chiudi questo dritto si introduce (più o meno) un pelino di Side Spin, proprio alla Murray (ma è Atp??).
Il dritto "alla Macci" si sofferma sulle geometrie del gomito. Se tieni il gomito alto (non altissimo), la testa della racchetta e' inclinata all'interno (guarda il lato destro del campo). È uno swing più compatto. Quando si va in chiusura, Macci chiede di far cadere il braccio e la testa della racchetta cade di taglio. E....la supinazione è inferiore! Il braccio mostra il polso frontale alla rete. La traiettoria e' più lineare in questa fase. 
Se il gomito rimane vicino al corpo, hai un piano verticale con tanto lift. Ma, se la racchetta cade dietro hai anche Side. Se distendi il braccio, hai tanto drive. Per dare Side spin alla Nadal, la testa della racchetta e' totalmente "trascinata" dal tappo della racchetta e....fa quel movimento "buggy" del polso con il finish "reverse" destra-destra (il cosiddetto sombrero). 
Detto sinceramente è molto interessante, perché in una frazione di secondo, pochi gradi di inclinazione della testa della racchetta vanno a cambiare parecchio l'effetto finale sulla palla.
No fa un piega King........ nel post di Murray rispondevo a Lorenz,anche perche' onestamente non ho mai sentito parlare di un dritto atp,ossia cosa mi differenzia un dritto atp da un non atp,io vedo solo differenti prese e diferenti tipi di preparazione e di trattare la palla, e chiaramente diferenti tipi di swing e resa del colpo.......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Ven 13 Feb 2015 - 23:54

Bo poi magari ce un dritto atp standar del quale non avevo mai sentito parlare eh eh eh.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Ven 13 Feb 2015 - 23:58

Sì sì Vet, è che stavo per scrivere io di Murray perché mi piace l'idea di fondo. Poi lo hai scritto tu benissimo e mi ha fatto piacere! Infatti lo collego direttamente al discorso che ho fatto ieri sulla scuola italiana.... Soliti discorsi ...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Sab 14 Feb 2015 - 0:00

Ma lascia stare Vet, mi son fatto due balotas così con 'sta menata del Dritto Atp....
Very Happy


Ultima modifica di kingkongy il Sab 14 Feb 2015 - 0:03, modificato 1 volta

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Sab 14 Feb 2015 - 0:02

Ma cosa hanno sti maestri italiani che non va......ma dai che di bravi ce ne......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Sab 14 Feb 2015 - 0:06

Vet il problema è che ci sono i maestri bravi...non la scuola! Ma non possono "obbligare" a insegnare i fondamentali? Hehehehe tu devi fare un tour a caso, non andare in visita dai tuoi amici... Allora lì ti spaventi...!


Ultima modifica di kingkongy il Sab 14 Feb 2015 - 0:22, modificato 1 volta

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Sab 14 Feb 2015 - 0:09

Dai quando vengo giu' in italia ci facciamo un giro assieme cosi vedo come e' il livello di base attuale.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Konrad63 il Sab 14 Feb 2015 - 0:11

ma infatti...i primi 10 al mondo ATP giocano il dritto in 10 modi differenti!
chi lo dice a questo ragazzone, famoso per il lancio di jacuzzi, che il suo dritto non era abbastanza "ATP"?  Very Happy Very Happy

Konrad63
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1730
Data d'iscrizione : 13.05.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: T-Flash

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da emish89 il Sab 14 Feb 2015 - 9:23

@Konrad63 ha scritto:ma infatti...i primi 10 al mondo ATP giocano il dritto in 10 modi differenti!
chi lo dice a questo ragazzone, famoso per il lancio di jacuzzi, che il suo dritto non era abbastanza "ATP"?  Very Happy Very Happy

se qualcuno gliel'ha detto per me si è preso uno scaldabagno in faccia Very Happy
comunque anche a me piace vedere i tutorial fatti sui video di murray , non so... li vedo come più "replicabili" di molti altri.

emish89
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 522
Età : 27
Località : pianura padana
Data d'iscrizione : 10.08.14

Profilo giocatore
Località: VC NO
Livello: na schifezz
Racchetta: Head i.Prestige

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Sab 14 Feb 2015 - 10:28

@Konrad63 ha scritto:ma infatti...i primi 10 al mondo ATP giocano il dritto in 10 modi differenti!
chi lo dice a questo ragazzone, famoso per il lancio di jacuzzi, che il suo dritto non era abbastanza "ATP"?  Very Happy Very Happy
Bueno il primo video didatticamente parlando non e' il massimo,perche' praticamente il nostro ciccio Soderling schiaccia la palla dal basso verso l'lato,ovviamente il tutto dipende dalle sue caratteristiche,siccome 'e molto alto puo permettersi di andare ben sopra la palla  sulle palle alte ma abbordabil, schiaccia la palla dall alto verso il basso,MOlto piu didattica la seconda secuenza dove dovendo affrontare una palla piu bassa scende bene con la racchetta e clpisce dal basso verso l'alto.Sono stili differenti e poi adattati dal giocatore e sul giocatore.Ecco nel secondo video si vede anche bene come estende il braccio indietro a fine preparazione ma in fase di contatto con la palla come siano presenti i famosi angoli,polso racchetta e gomito .

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Paolo070 il Sab 14 Feb 2015 - 13:55

@Tibia ha scritto:Negli ultimi mesi - sempre più di frequente - mi sono imbattuto in videoanalisi del diritto dei PRO dove si fa riferimento al concetto di SSC "Stretch Shorten Cycle", non importa se giocato open, semi-open o neutral.
 
Io mi sto applicando da solo - con tutti i miei limiti - a introdurre questo movimento nel diritto, non mi sembra difficile ed ho trovato un sacco di vantaggi, non ultimo una correzione ad un movimento troppo circolare che impattava sul gomito.

Tanto per essere chiaro, ecco cosa si intende per SSC : https://www.youtube.com/watch?v=aVQqtdqv4PE

Ci sono parecchi altri video e siti sull'argomento, ne ho trovati anche un paio molto interessanti del mitico Ricky Macci.

Visto il modello di esecuzione - standard e vincente - mi è sorta la domanda se a livello di club questo concetto viene spiegato oppure è lasciato ai soli giocatori agonisti, indipendentemente dall'età.
 
Grazie mille.

Tibia

Allora mi sono riletto tutto questo appassionante thread e ci sono delle cose mi sono venute in mente (tantissime) partendo da Tibia e dalla sua domanda principale. Prima di andare oltre devo fare un complimento a Clay Ballard, sempre molto chiaro nelle sue spiegazioni e che seguo da tempo su Youtube. Tra l'altro ha appena lanciato un programma di affiliazione tipo "accademy" a pagamento (ma sono poche decine di dollari l'anno ) per cui chi volesse approfondire può accedere a contenuti più tecnici e specifici e a programmi di allenamento on line. 
Oltre ai già citati mi permetto di consigliare di seguire, se foste interessati, anche Peter Freeman, Ian Westerman (essential tennis), e Florian Meier (Online Tennis instruction), qui non citato ma è uno dei migliori secondo me. Il bello è che questi "ragazzi" spesso collaborano tra di loro con interventi e Webinar insieme e a volte vengono fuori delle cose molto interessanti (vedere ad esempio i video di Peter Freeman con Rod Laver e Jhon Newcomb)  ! 

Va da se che la risposta (in parte già anticipata dagli interventi) è che generalmente fino a poco tempo fa questi concetti venivano spiegati solo ai giocatori agonisti e di buon livello, diciamo dopo i 14/15 anni di età, nelle accademy e nei centri federali (a meno che non fossero dei fenomeni precoci e ben seguiti) e alla fine nemmeno a tutti (sopratutto le donne) mentre i buoni giocatori di club, anche agonisti (parlo di quarta e terza categoria) difficilmente avevano accesso a determinate informazioni. Ora invece vedo spiegare e vedo nella pratica i ragazzini che in tutto o in parte giocano il dritto seguendo questi concetti per cui evidentemente, almeno qui in Toscana, ci stiamo avvicinando al core del problema.


I concetti comunque sono tanti e complessi...io sinceramente non vedo tutta questa differenza tra quello che dice Macci e quello che afferma Clay Ballard...anche se in effetti nella fase del "take back" e della caduta ci sono alcune differenze e anche nel follow trough, ma il tipo di movimento, di swing, è sostanzialmente lo stesso.
Però capisco cosa dice King quando parla di quell'effetto side spin che Federer, Murray, Nadal danno di recente anche se in modo molto diverso....

C'è poi la questione di definire il dritto atp: affermare se un determinato tipo di swing è atp style o non è atp style secondo me non ha senso, è solo una definizione usata dallo stesso Macci e anche da altri (tipo Christophe Delavaut ad esempio) per definire le caratteristiche comuni di un tipo di swing che è in voga nell'ATP al momento ma si sa, a tutti i livelli il dritto è comunque un colpo molto personale per cui figuriamoci se a quei livelli non viene "costruito su misura" sull'atleta di riferimento. E' chiaro ad esempio che se un atleta è molto alto e potente sarà in grado di colpire spesso la palla dall'alto vero il basso schiacciandola come dice vet e anticipando la parabola del top spin avversario. E non è un caso che questi giocatori come Soderling, Delpo, Berdich, Raonic e anche Isner abbiano dei movimenti abbastanza ampi e un back swing fatto con la testa della racchetta abbastanza alta con la racchetta che non scende mai molto e in questo caso il "wrist snap" sarà come si vede dal video di Soderling, meno pronunciato. Attenzione il fatto che sia poco pronunciato non significa che non ci sia affatto. Infatti tutto il movimento viene fatto in modo fluido e naturale e anche l'ampiezza del prestrecth del polso che viene fatta è funzionale al tipo di colpo che si vuole giocare, alla quantità di top spin che si vuole dare e al tempo che si ha per colpire la palla.
Questo è un concetto non di poco conto per imparare questo tipo di movimento e ha un importanza essenziale anche in fase di apprendimento sia per i ragazzi che per qualsiasi giocatore che volesse inziare ad includere questi concetti nel proprio swing.
In sostanza non è necessario "spezzare il polso" sempre a 90° come fanno Nadal e soci se non si è in grado di farlo ne tecnicamente ne fisicamente ma si può via via cominciare per gradi a "girare la manopola tanto quanto è necessario per acquisire il giusto timing sulla palla.

In questo momento mi viene in mente una precisazione sul concetto di ritardo del polso (wrist leg). Mentre è più facile e intuitivo capire il concetto di spezzare il poso (wrist snap) è più difficile capire cos'è nella realtà sia il ritardo del polso (wrist lag). Ma secondo me è fondametale. Ritardo rispetto a che cosa ??? E qual'è il giusto Timing con cui eseguire la caduta della testa della racchetta e di conseguenza spezzare il polso ? Vet in un certo modo ha già risposto prendendo come esempio il dritto di Murray (che a me piace molto) e anche King ne ha parlato quando afferma che se il polso è rilassato è totalmente passivo. E' questo ha senso.
Però non è un concetto ne semplice ne automatico perchè questo swing funziona solo con un determinato timing e a determinate condizioni......e questo problema si accentua tanto più quanto più si carica il polso in fase di caduta della racchetta (ossia più si gira la manopola più è critica questa fase). Vorrei sapere il vostro parere a riguardo prima di andare avanti.

Scusate la pappardella !!! Smile

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2811
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Tibia il Sab 14 Feb 2015 - 14:23

Beh, che dire, ho scatenato un vespaio... ma penso positivo!! cheers

Paolo70, grazie per la risposta, ho anch'io questa sensazione di "si sa ma non si dice" oppure di dice solo se ne vale la pena.

Nono ho esperienza diretta, ma mi piacerebbe provarci, di ragazzini "normali" a cui fin dall'inizio introdurre il concetto di SSC, con le debite progressioni e rispettando i temi di crescita, in tutti i sensi.

Bene così!!

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Sab 14 Feb 2015 - 15:00

Pappardella molto appetitosa...
Ordunque io la differenza te la spiego rinunciando a un po' di terminologia, così non mi scrivono in PM che parlo in codice.... Hihihihi
Momento di massima apertura: sliding doors (il Film), nel senso di destino.
1) fai cadere la racchetta a destra ma con la testa davanti-petto 2) la lasci cadere dietro-schiena. Tra 1 e 2 il polso è ruotato di 45 gradi o più. È sempre flesso, è sempre passivo è sempre Atp...ma NON È lo stesso swing. Perché in base allo stance, hai un passaggio della racchetta differente. E il gomito se sta vicino al corpo fa "una cosa", ma se si distanzia, ne fa una ben diversa. 
E, quando mesi fa ho guardato Federer con la nuova racchetta ho fatto un salto sulla poltrona perché il "bastardo svizzero" aveva deciso di mettere in repertorio anche queste varianti. 
Io lo so che sono un po' un affettatore di capelli in senso longitudinale...però, se lo devi spiegare a un bambino o a un Quarta, Terza vrooooommmm! "L'e' minga l'istess"!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da ThirdEye_ il Sab 14 Feb 2015 - 16:57

@Paolo070 ha scritto:E non è un caso che questi giocatori come Soderling, Delpo, Berdich, Raonic e anche Isner abbiano dei movimenti abbastanza ampi e un back swing fatto con la testa della racchetta abbastanza alta con la racchetta che non scende mai molto
Sono d'accordo. Dal momento che sono tutti e cinque giocatori molto alti è come se giocassero costantemente una palla schiacciata piuttosto che una a parabola. E' un po' quel che fanno i giocatori un po' più bassi quando gli capita una palla piuttosto alta:



Ovviamente per mandare in crisi giocatori così alti basta giocare palle basse e farli piegare e muovere il più possibile. Non credo sia un caso che, a memoria, non ricordi giocatori da primo posto della classifica ATP sopra i 190cm di altezza.

ThirdEye_
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1399
Età : 38
Data d'iscrizione : 26.09.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.5 - 4.0
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 16M Ltd; 2x Wilson Pro Staff 97 RFA.

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Veterano il Sab 14 Feb 2015 - 20:10

Bueno il wrist lag sembra molto complicato da capire ma non lo e',sono solo le terminologie che usano gli americani per farci credere di aver scoperdo chissa quale diavoleria,ma in realta' il wrist lag o ritardo del polso e' dovuto semplicemente al rilasamento muscolare.
https://www.youtube.com/watch?v=ecyViTE_mkU

ora vediamo questo video partendo dalla slow motion al minuto 2:28,perche' a velocita normale magari non si riesce a percepire bene cosa succede,bueno,siamo a fine preparazione con il braccio ben disteso ed il polso rilassato,si puo notare che come incomincia ad avvanzare per colpire la palla il braccio rachetta  vada a colpire con la punta della racchetta ancora indietro sino a portare la racchetta molto vicino alla linea delle spalle e del piede in appoggio con il polso rilassato  permettergli di fare quel movimento che sembra una frustata ma in realta non lo e',ricordiamoci che la racchetta ha un peso e che questo peso si puo sfruttare a nostro favore,se tradotto in forza elastica e velocita' di movimento,ma il tutto fatto con i muscoli decontratti ed usati solo al momento giusto.Allora questo famoso lag si puo fare intenzionalmente,cioe' prolungarlo un po di piu',ma si tratta gia' di un intenzione tecnica non da poco oppure farlo lavorare il piu naturalmente possibile assecondando il naturale spezzarsi del polso.Bueno per non incasinare troppo le cose vedendo il video Nadal lo ritada il piu possibile portando molto avanti il braccio e mantenendo indietro la testa della racchetta per piu tempo possibile ,per appunto sfuttare di piu' questo giochetto che si fa con il polso.Infatti talmente il braccio le gira veloce che persino in slow motion,perlomeno in questa non e' facile riuscire a capire bene quando contrae i muscoli,tradoto in parole povere aspetta a contrarre i muscoli il piu a lungo possibile sfrutando al massimo questo tipo di leva  andando ben avanti con il braccio, e solo all ultimo contrae per sfruttare al meglio questo tipo di colpo,e' un breve momento infatti contrae i muscoli per un breve istante il necessario per rendere la racchetta piu stabile,ed immediadamente appena colpito sta gia' decontrando i muscoletti come si deve fare  infatti non e 'raro che appena dopo l'impatto se non centra ben la palla si veda il piatto corde prendere delle inclinazioni non prorpio volute.Spero di non aver creato troppa confusione.Facendo il punto della situazione avvanza il braccio a colpire con il polso rilassato il piu' avanti possibile contraendo i muscoli all ultimo momento per riuscire ad ottenere quell effetto che fa spezzare il polso con il conseguente ulteriore arretramento della racchetta,che puo far sembrare che il polso sia parte attiva del colpo ma che invece non lo e'.
Bueno speriamo di non avere creato ancora piu' confusione.Lo stesso si vede nel video di Murray e di tutti pro,solo che  in Nadal si no ta di piu' perche' va molto avanti con il bracio prorpio per rallentare sino all' ultimo l'avvanzamento della racchetta sfruttando cosi al massimo il colpo in questione.Facile ehhhhh....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da ThirdEye_ il Dom 15 Feb 2015 - 12:34

@Veterano ha scritto:Bueno il wrist lag sembra molto complicato da capire ma non lo e',sono solo le terminologie che usano gli americani per farci credere di aver scoperdo chissa quale diavoleria,ma in realta' il wrist lag o ritardo del polso e' dovuto semplicemente al rilasamento muscolare.
https://www.youtube.com/watch?v=ecyViTE_mkU

ora vediamo questo video partendo dalla slow motion al minuto 2:28,perche' a velocita normale magari non si riesce a percepire bene cosa succede,bueno,siamo a fine preparazione con il braccio ben disteso ed il polso rilassato,si puo notare che come incomincia ad avvanzare per colpire la palla il braccio rachetta  vada a colpire con la punta della racchetta ancora indietro sino a portare la racchetta molto vicino alla linea delle spalle e del piede in appoggio con il polso rilassato  permettergli di fare quel movimento che sembra una frustata ma in realta non lo e',ricordiamoci che la racchetta ha un peso e che questo peso si puo sfruttare a nostro favore,se tradotto in forza elastica e velocita' di movimento,ma il tutto fatto con i muscoli decontratti ed usati solo al momento giusto.Allora questo famoso lag si puo fare intenzionalmente,cioe' prolungarlo un po di piu',ma si tratta gia' di un intenzione tecnica non da poco oppure farlo lavorare il piu naturalmente possibile assecondando il naturale spezzarsi del polso.Bueno per non incasinare troppo le cose vedendo il video Nadal lo ritada il piu possibile portando molto avanti il braccio e mantenendo indietro la testa della racchetta per piu tempo possibile ,per appunto sfuttare di piu' questo giochetto che si fa con il polso.Infatti talmente il braccio le gira veloce che persino in slow motion,perlomeno in questa non e' facile riuscire a capire bene quando contrae i muscoli,tradoto in parole povere aspetta a contrarre i muscoli il piu a lungo possibile sfrutando al massimo questo tipo di leva  andando ben avanti con il braccio, e solo all ultimo contrae per sfruttare al meglio questo tipo di colpo,e' un breve momento infatti contrae i muscoli per un breve istante il necessario per rendere la racchetta piu stabile,ed immediadamente appena colpito sta gia' decontrando i muscoletti come si deve fare  infatti non e 'raro che appena dopo l'impatto se non centra ben la palla si veda il piatto corde prendere delle inclinazioni non prorpio volute.Spero di non aver creato troppa confusione.Facendo il punto della situazione avvanza il braccio a colpire con il polso rilassato il piu' avanti possibile contraendo i muscoli all ultimo momento per riuscire ad ottenere quell effetto che fa spezzare il polso con il conseguente ulteriore arretramento della racchetta,che puo far sembrare che il polso sia parte attiva del colpo ma che invece non lo e'.
Bueno speriamo di non avere creato ancora piu' confusione.Lo stesso si vede nel video di Murray e di tutti pro,solo che  in Nadal si no ta di piu' perche' va molto avanti con il bracio prorpio per rallentare sino all' ultimo l'avvanzamento della racchetta sfruttando cosi al massimo il colpo in questione.Facile ehhhhh....


ThirdEye_
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1399
Età : 38
Data d'iscrizione : 26.09.14

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: ITR 3.5 - 4.0
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 16M Ltd; 2x Wilson Pro Staff 97 RFA.

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da Paolo070 il Mer 18 Feb 2015 - 17:04

@Veterano ha scritto:Bueno il wrist lag sembra molto complicato da capire ma non lo e',sono solo le terminologie che usano gli americani per farci credere di aver scoperdo chissa quale diavoleria,ma in realta' il wrist lag o ritardo del polso e' dovuto semplicemente al rilasamento muscolare.
https://www.youtube.com/watch?v=ecyViTE_mkU

ora vediamo questo video partendo dalla slow motion al minuto 2:28,perche' a velocita normale magari non si riesce a percepire bene cosa succede,bueno,siamo a fine preparazione con il braccio ben disteso ed il polso rilassato,si puo notare che come incomincia ad avvanzare per colpire la palla il braccio rachetta  vada a colpire con la punta della racchetta ancora indietro sino a portare la racchetta molto vicino alla linea delle spalle e del piede in appoggio con il polso rilassato  permettergli di fare quel movimento che sembra una frustata ma in realta non lo e',ricordiamoci che la racchetta ha un peso e che questo peso si puo sfruttare a nostro favore,se tradotto in forza elastica e velocita' di movimento,ma il tutto fatto con i muscoli decontratti ed usati solo al momento giusto.Allora questo famoso lag si puo fare intenzionalmente,cioe' prolungarlo un po di piu',ma si tratta gia' di un intenzione tecnica non da poco oppure farlo lavorare il piu naturalmente possibile assecondando il naturale spezzarsi del polso.Bueno per non incasinare troppo le cose vedendo il video Nadal lo ritada il piu possibile portando molto avanti il braccio e mantenendo indietro la testa della racchetta per piu tempo possibile ,per sfuttare di piu' questo giochetto che si fa con il polso.Infatti talmente il braccio le gira veloce che persino in slow motion,perlomeno in questa non e' facile riuscire a capire bene quando contrae i muscoli,tradoto in parole povere aspetta a contrarre i muscoli il piu a lungo possibile sfrutando al massimo questo tipo di leva  andando ben avanti con il braccio, e solo all ultimo contrae per sfruttare al meglio questo tipo di colpo,e' un breve momento infatti contrae i muscoli per un breve istante il necessario per rendere la racchetta piu stabile,ed immediadamente appena colpito sta gia' decontrando i muscoletti come si deve fare  infatti non e 'raro che appena dopo l'impatto se non centra ben la palla si veda il piatto corde prendere delle inclinazioni non prorpio volute.Spero di non aver creato troppa confusione.Facendo il punto della situazione avvanza il braccio a colpire con il polso rilassato il piu' avanti possibile contraendo i muscoli all ultimo momento per riuscire ad ottenere quell effetto che fa spezzare il polso con il conseguente ulteriore arretramento della racchetta,che puo far sembrare che il polso sia parte attiva del colpo ma che invece non lo e'.
Bueno speriamo di non avere creato ancora piu' confusione.Lo stesso si vede nel video di Murray e di tutti pro,solo che  in Nadal si no ta di piu' perche' va molto avanti con il bracio prorpio per rallentare sino all' ultimo l'avvanzamento della racchetta sfruttando cosi al massimo il colpo in questione.Facile ehhhhh....

Grazie Vet, illuminante come sempre ! Quindi l'affetto Lag & Snap perchè sia naturale ed efficace si basa sulla decontrazione e sulla gravità sul leverage e sull'inerzia della racchetta. La contrazione dei muscoli dell'avambraccio ed il bloccaggio del polso quindi viene fatto solo il minimo indispensabile e durante l'impatto con la pallina per renderlo stabile ma poi appena colpito il polso è già di nuovo decontratto come si vede anche in slow motion.

Qui l'ultimo video di Clay Ballard che in sostanza spiega le stesse cose che ha detto Vet. Vi rimetto questo contributo in modo che sia tutto chiaro. Poi c'è una cosa che vorrei approfondire ancora sul concetto di lag. Intanto guardatevi questo viedeo

https://www.youtube.com/watch?v=rmSkYTPBD8w&feature=em-subscription-upload

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2811
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Feb 2015 - 18:06

Guarda gli ultimi 10 secondi del video di Clay che hai messo in coda al tuo intervento... Noti forse "qualcosa" di diverso? Hihihi Son giorni che parlo di come "QUELLA" parte dello swing faccia tanta tanta differenza!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da alessandrofalco-1963 il Mer 18 Feb 2015 - 19:49

Non si è capito che è ssc

alessandrofalco-1963
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 133
Età : 53
Località : campania sannio
Data d'iscrizione : 11.02.15

Profilo giocatore
Località: sannio
Livello: nc -itr 4
Racchetta: pro kennex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da alessandrofalco-1963 il Mer 18 Feb 2015 - 20:15

Wikipedia alzata frontale dopo la nota 21 cuffia dei rotatori influenza del sovraspinato ..movimento prima interno del braccio come ha detto king e poi esterno.diritto dentro fuori..ed i suoi effetti

alessandrofalco-1963
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 133
Età : 53
Località : campania sannio
Data d'iscrizione : 11.02.15

Profilo giocatore
Località: sannio
Livello: nc -itr 4
Racchetta: pro kennex

Tornare in alto Andare in basso

Re: (The Forehand) Stretch Shorten Cycle

Messaggio Da alessandrofalco-1963 il Mer 18 Feb 2015 - 20:38

In termini muscolari dicevo per far capire viceversa i riferimenti degli altri e di veterano bene paradossalmente ci si potrebbe allenare a sentire la effetto allenamento con manubri facendo un alzava frontale e a metà strada chiudere laterale

alessandrofalco-1963
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 133
Età : 53
Località : campania sannio
Data d'iscrizione : 11.02.15

Profilo giocatore
Località: sannio
Livello: nc -itr 4
Racchetta: pro kennex

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum