Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Racchette di legno vs Profilate

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Orion19 il Mar 3 Feb 2015 - 11:07

Promemoria primo messaggio :

Qualche giorno fa ho comprato per 5 euro la Pro Kennex Grapower 70, una racchetta di legno, che avevano trovato nella spazzatura (!!!). E così per scherzare l'ho usata in una partita contro un 4.5 e sono rimasto folgorato. Lui usava una Wilson Pro Open ed è il classico avversario che ti rimanda tutto indietro. Fin dai primi scambi sono rimasto folgorato, la mia racchetta da fondo campo pesava ed imprimeva uno spin veramente fastidioso ed a rete era letale. L'avversario era sbigottito e pure io ero senza parole. Va bene che ho un tennis classico, ma era come si ci avessi sempre giocato (per dire avevo più naturalezza di gioco con quel pezzo di legno che con la Prestige Pro con cui giocavo da più di un anno). Vinco il primo set con grandissima facilità sul punteggio di 6-2 giocando un tennis fatto di volate a rete, passanti e chirurgiche smorzate (tra cui una stop volley voluta che una volta ribalzata è caduta sulla riga ad un millimetro dalla rete). Ma la cosa che mi ha impressionato era la pesantezza da fondocampo e soprattutto lo spin che di solito faccio fatica ad imprimere con costanza. Vinco la partita molto facilmente e il mio avversario concorda con me che qualcosa non quadra. Non avevo manco dolore al braccio. Mad Mad


Ecco in sostanza la mia folle domanda è questa. Siamo sicuri che siamo andati veramente avanti per quanto riguarda i telai? E che i budelli di oggi siano migliori di quelli di ieri (non si muoveva neppure...). Una racchetta di legno di concezione moderna è ipotizzabile? Perché non credo di essere diventato di colpo un mostro e leggendo in giro questa Pro Kennex era pure una racchetta abbastanza economica per l'epoca. Ergo c'è qualcosa che non capisco e che anzi mi ha lasciato parecchie domande. confused


Ve ne sarei grato se Eiffel o qualcun altro sapesse illuminarmi su questo argomento ed a proposito delle caratteristiche tecniche di questo telaio (non so neanche quanto pesa).

Orion19
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 380
Età : 24
Data d'iscrizione : 19.01.14

Profilo giocatore
Località: La Spezia
Livello: Non avrai altro rovescio che quello ad una mano
Racchetta: Angell tc100, Wilson Pro Staff 6.0 85, Dunlop Max 200G pro England

Tornare in alto Andare in basso


Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Mer 18 Mar 2015 - 2:20

@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Mer 18 Mar 2015 - 2:39

@Cesare ha scritto:Pazzesco! ti faccio i miei complimenti,sia per la meravigliosa collezione di Dunlop, che per il coraggio con cui,incurante degli sguardi sbigottiti degli astanti, ti sei presentato in campo con questi magnifici ma datatissimi attrezzi. E pure per la tua conoscenza cosi' approfondita delle racchette in legno in generale,ma di queste in particolare. Sulla Fort Graphite, confesso che ci ho giocato non piu' d'un paio d'anni,.direi dai 12 ai 14 se ben ricordo. Pero',stranamente,la trovavo piu' "facile" di tutte le altre racchette in legno che avevo adoperato fino a quel momento, forse proprio perche' sentivo che la palla usciva bene dal piatto corde e se impattavi al centro era una vera gioia.. Forse all'epoca non facevo tante storie sul provarne altre perche' ero proprio innamorato di quell'attrezzo e di quel budello nero,tutto sfilacciato ma efficacissimo.. Che tempi..
Grazie! Ecco, per completezza, vi rendo partecipi di quel che c'è sui muri del soggiorno... Smile






Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Dagoberto il Mer 18 Mar 2015 - 12:48

@Paoloraz ha scritto:
@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Ciao Paolo, come già detto, io ho ricominciato da qualche settimana a giocare qualche colpo (magari nei palleggi prepartita) con una racchetta in legno, tant'è sto andando un po' in confusione con l'altra più attuale con cui gioco abitualmente non tenendo dentro più una palla Rolling Eyes, ma il trip del wood racquet mi ha ormai preso. Se non ho capito male sei anche tu di Milano, se ti fa piacere possiamo organizzare due tiri, anche perchè la sfida tra legno e graffite può anche reggere in termini di capacità di spinta, ma nei recuperi è decisamente un confronto impari e se non sei messo più che bene con i piedi la palla è complicato rimetterla, ancor più rimetterla bene. Legno contro legno, invece, potrebbe essere uno vero spasso, anche se tra età e livello dichiarato, temo, ci possa essere un bel gap tra noi Neutral. Fammi sapere  che, eventualmente, di faccio avere le mie coordinate per programmare qualche ora insieme.

p.s. compimenti per la collezione

Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: amatore - ITR 4
Racchetta: Graphite: Yonex Wood: Wilson JK e Dunlop oversize

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Cesare il Mer 18 Mar 2015 - 14:36

@Paoloraz ha scritto:
@Cesare ha scritto:Pazzesco! ti faccio i miei complimenti,sia per la meravigliosa collezione di Dunlop, che per il coraggio con cui,incurante degli sguardi sbigottiti degli astanti, ti sei presentato in campo con questi magnifici ma datatissimi attrezzi. E pure per la tua conoscenza cosi' approfondita delle racchette in legno in generale,ma di queste in particolare. Sulla Fort Graphite, confesso che ci ho giocato non piu' d'un paio d'anni,.direi dai 12 ai 14 se ben ricordo. Pero',stranamente,la trovavo piu' "facile" di tutte le altre racchette in legno che avevo adoperato fino a quel momento, forse proprio perche' sentivo che la palla usciva bene dal piatto corde e se impattavi al centro era una vera gioia.. Forse all'epoca non facevo tante storie sul provarne altre perche' ero proprio innamorato di quell'attrezzo e di quel budello nero,tutto sfilacciato ma efficacissimo.. Che tempi..
Grazie! Ecco, per completezza, vi rendo partecipi di quel che c'è sui muri del soggiorno... Smile






Invidia a livelli altisimi! Sembrano anche conservate in modo impeccabile..Una curiosita', i 2 "diamanti" che stavano sul fusto della Jack Kramer che funzione avevano?

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Mer 18 Mar 2015 - 14:47

@Cesare ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@Cesare ha scritto:Pazzesco! ti faccio i miei complimenti,sia per la meravigliosa collezione di Dunlop, che per il coraggio con cui,incurante degli sguardi sbigottiti degli astanti, ti sei presentato in campo con questi magnifici ma datatissimi attrezzi. E pure per la tua conoscenza cosi' approfondita delle racchette in legno in generale,ma di queste in particolare. Sulla Fort Graphite, confesso che ci ho giocato non piu' d'un paio d'anni,.direi dai 12 ai 14 se ben ricordo. Pero',stranamente,la trovavo piu' "facile" di tutte le altre racchette in legno che avevo adoperato fino a quel momento, forse proprio perche' sentivo che la palla usciva bene dal piatto corde e se impattavi al centro era una vera gioia.. Forse all'epoca non facevo tante storie sul provarne altre perche' ero proprio innamorato di quell'attrezzo e di quel budello nero,tutto sfilacciato ma efficacissimo.. Che tempi..
Grazie! Ecco, per completezza, vi rendo partecipi di quel che c'è sui muri del soggiorno... Smile






Invidia a livelli altisimi! Sembrano anche conservate in modo impeccabile..Una curiosita', i 2 "diamanti" che stavano sul fusto della Jack Kramer che funzione avevano?

Mah, nessuno direi...puro scopo decorativo...già la kramer di suo aveva come logo la corona, alla versione pro staff (insomma quella 'robba seria') ci ha messo anche i diamanti...tipo tesoro della corona per veri campioni! cheers

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Mar 2015 - 16:23

Decorativo di moda...

La corona associata al nome Jack Kramer comparve sulla Wilson "Match Play" (legno e rosso), anche se molto stilizzata. Tanto è vero che prima ancora c'era la Imperial firmata JK.

I rombi, comunque, compaiono anche sulle Wilson Valiant e King (le due campionesse), prima ancora come unica losanga su Wilson (e poi su Spalding). Insomma, questa simbologia "monarchica" è un po' ricorrente.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Dagoberto il Gio 19 Mar 2015 - 11:43

@Dagoberto ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Ciao Paolo, come già detto, io ho ricominciato da qualche settimana a giocare qualche colpo (magari nei palleggi prepartita) con una racchetta in legno, tant'è sto andando un po' in confusione con l'altra più attuale con cui gioco abitualmente non tenendo dentro più una palla Rolling Eyes, ma il trip del wood racquet mi ha ormai preso. Se non ho capito male sei anche tu di Milano, se ti fa piacere possiamo organizzare due tiri, anche perchè la sfida tra legno e graffite può anche reggere in termini di capacità di spinta, ma nei recuperi è decisamente un confronto impari e se non sei messo più che bene con i piedi la palla è complicato rimetterla, ancor più rimetterla bene. Legno contro legno, invece, potrebbe essere uno vero spasso, anche se tra età e livello dichiarato, temo, ci possa essere un bel gap tra noi Neutral. Fammi sapere  che, eventualmente, di faccio avere le mie coordinate per programmare qualche ora insieme.

p.s. compimenti per la collezione

Paolo, quindi, non ti interessa la proposta vintage :-)?

Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: amatore - ITR 4
Racchetta: Graphite: Yonex Wood: Wilson JK e Dunlop oversize

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Gio 19 Mar 2015 - 12:55

@Dagoberto ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Ciao Paolo, come già detto, io ho ricominciato da qualche settimana a giocare qualche colpo (magari nei palleggi prepartita) con una racchetta in legno, tant'è sto andando un po' in confusione con l'altra più attuale con cui gioco abitualmente non tenendo dentro più una palla Rolling Eyes, ma il trip del wood racquet mi ha ormai preso. Se non ho capito male sei anche tu di Milano, se ti fa piacere possiamo organizzare due tiri, anche perchè la sfida tra legno e graffite può anche reggere in termini di capacità di spinta, ma nei recuperi è decisamente un confronto impari e se non sei messo più che bene con i piedi la palla è complicato rimetterla, ancor più rimetterla bene. Legno contro legno, invece, potrebbe essere uno vero spasso, anche se tra età e livello dichiarato, temo, ci possa essere un bel gap tra noi Neutral. Fammi sapere  che, eventualmente, di faccio avere le mie coordinate per programmare qualche ora insieme.

p.s. compimenti per la collezione

Paolo, quindi, non ti interessa la proposta vintage :-)?

Ciao! Scusa se non ti ho risposto, volevo farlo in mp con un minimo di tranquillità ma ieri son stato abbastanza incasinato... Vediamo, io sto a milano, zona città studi, anche se sono spesso via per lavoro e impegni familiari nel we...se si riesce a organizzare operò volentieri! Smile

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Dagoberto il Gio 19 Mar 2015 - 14:58

@Paoloraz ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Ciao Paolo, come già detto, io ho ricominciato da qualche settimana a giocare qualche colpo (magari nei palleggi prepartita) con una racchetta in legno, tant'è sto andando un po' in confusione con l'altra più attuale con cui gioco abitualmente non tenendo dentro più una palla Rolling Eyes, ma il trip del wood racquet mi ha ormai preso. Se non ho capito male sei anche tu di Milano, se ti fa piacere possiamo organizzare due tiri, anche perchè la sfida tra legno e graffite può anche reggere in termini di capacità di spinta, ma nei recuperi è decisamente un confronto impari e se non sei messo più che bene con i piedi la palla è complicato rimetterla, ancor più rimetterla bene. Legno contro legno, invece, potrebbe essere uno vero spasso, anche se tra età e livello dichiarato, temo, ci possa essere un bel gap tra noi Neutral. Fammi sapere  che, eventualmente, di faccio avere le mie coordinate per programmare qualche ora insieme.

p.s. compimenti per la collezione

Paolo, quindi, non ti interessa la proposta vintage :-)?

Ciao! Scusa se non ti ho risposto, volevo farlo in mp con un minimo di tranquillità ma ieri son stato abbastanza incasinato... Vediamo, io sto a milano, zona città studi, anche se sono spesso via per lavoro e impegni familiari nel we...se si riesce a organizzare operò volentieri! Smile

Nessun problema, ci mancherebbe, gli impegni personali prima di tutto.
Comunque, io gioco abitualmente il mercoledì sera subito dopo l'orario d'ufficio e per ottimizzare il tempo a disposizione mi servo dei campi disponibili più vicini al lavoro, proprio in zona est di Milano, chissà forse riusciamo a conciliare le reciproche esigenze. Contattami pure con mp,  presto

Dagoberto
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Data d'iscrizione : 10.03.15

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: amatore - ITR 4
Racchetta: Graphite: Yonex Wood: Wilson JK e Dunlop oversize

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Lun 23 Mar 2015 - 0:56

@Dagoberto ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Dagoberto ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:
@kingkongy ha scritto:Perché spingeva...e sembrava di tirare forte. 
Ma se tiravi forte davvero...aveva un sacco di limiti, a cominciare dalla sweet area un po' "troppo" ridotta è una sensibilità sul tocco degna di un vaso di gerani.

Very Happy:D...ecco, un po' fuor di metafora, quello che intendevo io...!! Very Happy Very Happy  di fatto, rigida come un blocco di marmo...al pari della predecessora maxply superfort 'carbon reinforced' (che pure aveva ancora il placcaggio sulle spalle di legno e non di fibra di vetro).

basta, mi avete sfrucugliato: tiro fuori dal borsone nel soppalco una maxply fort LM4 e la faccio incordare...tanto devo far fuori un paio di matasse di gosen 'a-glio-cippa' oliate da 10.8 metri che tanto sono troppo corte per telai non standard e in un afflato di masochismo vado a immolarmi contro qualche energumeno toppatore munito di zazzolat purdraive!! Spero solo non mi si stacchi la spalla dopo mezz'ora di servizi...

E che lo spirito di johnny mac sia con me!! cheers cheers

Ciao Paolo, come già detto, io ho ricominciato da qualche settimana a giocare qualche colpo (magari nei palleggi prepartita) con una racchetta in legno, tant'è sto andando un po' in confusione con l'altra più attuale con cui gioco abitualmente non tenendo dentro più una palla Rolling Eyes, ma il trip del wood racquet mi ha ormai preso. Se non ho capito male sei anche tu di Milano, se ti fa piacere possiamo organizzare due tiri, anche perchè la sfida tra legno e graffite può anche reggere in termini di capacità di spinta, ma nei recuperi è decisamente un confronto impari e se non sei messo più che bene con i piedi la palla è complicato rimetterla, ancor più rimetterla bene. Legno contro legno, invece, potrebbe essere uno vero spasso, anche se tra età e livello dichiarato, temo, ci possa essere un bel gap tra noi Neutral. Fammi sapere  che, eventualmente, di faccio avere le mie coordinate per programmare qualche ora insieme.

p.s. compimenti per la collezione

Paolo, quindi, non ti interessa la proposta vintage :-)?

Ciao! Scusa se non ti ho risposto, volevo farlo in mp con un minimo di tranquillità ma ieri son stato abbastanza incasinato... Vediamo, io sto a milano, zona città studi, anche se sono spesso via per lavoro e impegni familiari nel we...se si riesce a organizzare operò volentieri! Smile

Nessun problema, ci mancherebbe, gli impegni personali prima di tutto.
Comunque, io gioco abitualmente il mercoledì sera subito dopo l'orario d'ufficio e per ottimizzare il tempo a disposizione mi servo dei campi disponibili più vicini al lavoro, proprio in zona est di Milano, chissà forse riusciamo a conciliare le reciproche esigenze. Contattami pure con mp,  presto

Ottimo! Io gioco di solito il mercoledì sera 22-23 al Crespi (non so se conosci, vicino a Lambrate). Per questa settimana ho già un socio, ma per la prossima (se non vado a sciare...)...pensaci, ci aggiorniamo! :-)

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da panchosegura il Mer 25 Mar 2015 - 10:38

Con la Prince Woodie continuo a giocarci e mi diverto a tal punto che ho fatto incordare anche la PK Golden Ace e ho acquistato anche una Snauwaert La Grande...
Il tutto in un contesto di giocatori "della domenica" di livello artigianale...in un contesto più tecnico e agonistico i limiti della racchetta si farebbero probabilmente sentire di più...
Nel mio caso la maggiore massa si traduce in colpi un pò più consistenti del solito che mi danno un filino di divertimento in più.
Inoltre c'è il vantaggio che se non mi riesce qualche recupero posso sempre dare la colpa alla racchetta...

panchosegura
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 89
Data d'iscrizione : 17.10.11

Profilo giocatore
Località: Provincia di Venezia
Livello: ITR 3.0 più o meno...più meno che più
Racchetta: Prince Exo 3 Tour 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Mer 25 Mar 2015 - 14:59

@panchosegura ha scritto:Con la Prince Woodie continuo a giocarci e mi diverto a tal punto che ho fatto incordare anche la PK Golden Ace e ho acquistato anche una Snauwaert La Grande...
Il tutto in un contesto di giocatori "della domenica" di livello artigianale...in un contesto più tecnico e agonistico i limiti della racchetta si farebbero probabilmente sentire di più...
Nel mio caso la maggiore massa si traduce in colpi un pò più consistenti del solito che mi danno un filino di divertimento in più.
Inoltre c'è il vantaggio che se non mi riesce qualche recupero posso sempre dare la colpa alla racchetta...

Ottimo! Io ho portato a incordare sia la Maxply Fort sia la Maxply McEnroe...ovviamente in budello...l'incordatore - anche lui appassionato - quasi quasi piangeva dalla commozione! Meno male, altri incordatori si sarebbero messi a piangere ma per il casino di incordare una racchetta di legno ovale standard...un trionfo di fori condivisi in spazi minimi di lavoro...altro che i telaio 16x14 piatto 100 con tutti i passaggi separati verticali-orizzontali di oggi.... Very Happy

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Orion19 il Lun 30 Mar 2015 - 14:48

Dai gente! Che specifiche ha la Prokennex Grapower70? Dicono somigli alla Head Villas, ma 0 informazioni in merito.

Orion19
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 380
Età : 24
Data d'iscrizione : 19.01.14

Profilo giocatore
Località: La Spezia
Livello: Non avrai altro rovescio che quello ad una mano
Racchetta: Angell tc100, Wilson Pro Staff 6.0 85, Dunlop Max 200G pro England

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Lun 30 Mar 2015 - 15:15

Mah, è una rappresentante abbastanza 'standard' della prima generazione di racchette in legno composite a cuore aperto...
- ovale standard (no mid), 18x20
- rivestimento in grafite (nero lucido) sino a metà testa
- inserto di una lamina in grafite (nero) tra il 'sandwich' dei vari strati di legno

La head vilas era diversa nel senso che lo spessore dell'inserto in grafite tra i vari strati di legno cresceva andando verso la testa della racchetta, dove era bello 'ciccio', rendendo la racchetta più rigida e potente in quella zona, ossia adatta a reggere ed esasperare i 'topponi' di vilas, appunto.

Per il resto, nelle racchette di legno peso e bilanciamento variavano...suppongo esista in varie classi di peso (L = Light; LM = Light Medium; M = Medium). All'epoca si diceva che L era per ragazzi (attorno a 350g); LM per le donne (365g) e M per gli uomini (380-385gr). In generale, al crescere della larghezza del manico cresce anche il peso (3 per gli infanti; 4 per ragazzi e donne; 5 minimo per gli uomini): ad esempio, non è detto che si trovi un L5 (lo standard era almeno LM5) o un M3 (L3 o LM lo standard)...

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Orion19 il Lun 30 Mar 2015 - 16:43

@Paoloraz ha scritto:Mah, è una rappresentante abbastanza 'standard' della prima generazione di racchette in legno composite a cuore aperto...
- ovale standard (no mid), 18x20
- rivestimento in grafite (nero lucido) sino a metà testa
- inserto di una lamina in grafite (nero) tra il 'sandwich' dei vari strati di legno

La head vilas era diversa nel senso che lo spessore dell'inserto in grafite tra i vari strati di legno cresceva andando verso la testa della racchetta, dove era bello 'ciccio', rendendo la racchetta più rigida e potente in quella zona, ossia adatta a reggere ed esasperare i 'topponi' di vilas, appunto.

Per il resto, nelle racchette di legno peso e bilanciamento variavano...suppongo esista in varie classi di peso (L = Light; LM = Light Medium; M = Medium). All'epoca si diceva che L era per ragazzi (attorno a 350g); LM per le donne (365g) e M per gli uomini (380-385gr). In generale, al crescere della larghezza del manico cresce anche il peso (3 per gli infanti; 4 per ragazzi e donne; 5 minimo per gli uomini): ad esempio, non è detto che si trovi un L5 (lo standard era almeno LM5) o un M3 (L3 o LM lo standard)...

In che senso varia il bilanciamento?

Orion19
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 380
Età : 24
Data d'iscrizione : 19.01.14

Profilo giocatore
Località: La Spezia
Livello: Non avrai altro rovescio che quello ad una mano
Racchetta: Angell tc100, Wilson Pro Staff 6.0 85, Dunlop Max 200G pro England

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Lun 30 Mar 2015 - 17:22

@Orion19 ha scritto:
@Paoloraz ha scritto:Mah, è una rappresentante abbastanza 'standard' della prima generazione di racchette in legno composite a cuore aperto...
- ovale standard (no mid), 18x20
- rivestimento in grafite (nero lucido) sino a metà testa
- inserto di una lamina in grafite (nero) tra il 'sandwich' dei vari strati di legno

La head vilas era diversa nel senso che lo spessore dell'inserto in grafite tra i vari strati di legno cresceva andando verso la testa della racchetta, dove era bello 'ciccio', rendendo la racchetta più rigida e potente in quella zona, ossia adatta a reggere ed esasperare i 'topponi' di vilas, appunto.

Per il resto, nelle racchette di legno peso e bilanciamento variavano...suppongo esista in varie classi di peso (L = Light; LM = Light Medium; M = Medium). All'epoca si diceva che L era per ragazzi (attorno a 350g); LM per le donne (365g) e M per gli uomini (380-385gr). In generale, al crescere della larghezza del manico cresce anche il peso (3 per gli infanti; 4 per ragazzi e donne; 5 minimo per gli uomini): ad esempio, non è detto che si trovi un L5 (lo standard era almeno LM5) o un M3 (L3 o LM lo standard)...

In che senso varia il bilanciamento?

In vari sensi, che dipendono dal fatto che la densità del legno non è mai la stessa. A parità di peso, la distribuzione della massa 'legnosa' può variare lungo il fusto (es, perché il livello di umidità o la stagionatura possono essere diversi...es: le ossa e il corpo umano, in età diverse o situazioni diverse possono pesare in modo diverso). Ovviamente i legni venivano selezionati in modo tale da rispettare dei range di bilanciamento.

Se questo effetto non fosse presente, comunque un manico 5 peserebbe di più di un manico 3 (perché per ottenere un manico 5 occorre 'asportare meno materiale' dal manico) e sarebbe più bilanciato nel manico.

Siccome la densità può variare, è possibile che un 3 e un 5 abbiano lo stesso peso 'finiti'. Se il tre è fatto da legno più denso ovunque, sarà più bilanciato in testa perché ho asportato materiale nel manico. Ovviamente le combinazioni sono molteplici. Per rispettare i range di peso e bilanciamento richiesti, le case inserivano con colla nella cavità del manico dei pesi tipo quelli da pesca.

Le oscillazioni possono essere considerevoli: a parità di manico e peso, io ho delle Dunlop maxply fort bilanciate (incordate) a 32cm e altre bilanciate a 34,5...


Ultima modifica di Paoloraz il Lun 30 Mar 2015 - 17:25, modificato 1 volta

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette di legno vs Profilate

Messaggio Da Paoloraz il Lun 30 Mar 2015 - 17:24

PS: ovviamente tutto questo nasce dal fatto che il legno è un materiale naturale...le stesse oscillazioni sono molto meno tollerabili oggi, in cui le racchette sono il frutto di processi industriali che usano stampi e un procedimento controllato...

Paoloraz
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 181
Età : 43
Località : Milano
Data d'iscrizione : 11.03.13

Profilo giocatore
Località: Milano
Livello: 4.3 FIT...a giugno!
Racchetta: Dunlop max 200g, Dunlop Maxply McEnroe, Dunlop Bio Max 200g, Wilson Pro Open, etc etc...

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum