Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da albs77 il Gio 29 Gen 2015 - 11:45

Classica scena:

l'avversario accorcia, e tu ti ritrovi nella terra di nessuno , o con i piedi sulla linea di servizio.
Si aprono due orizzonti:il primo più definitivo, la botta di chiusura , ma comporta dei rischi.
Il secondo è il colpo di approcio e successiva discesa a rete per la volee.

Ultimamente sto apprezzando maggiormente la soluzione approcio + gioco al volo, salvo i casi in cui la chiusura sia comoda.

Ora si tratta di capire come gestire al meglio il colpo di approcio:

- che tipo di colpo si presta per l'approcio a rete in modo da rendere il successivo passante più complicato?
- quali sono i colpi di approcio che ,generalmente, producono in risposta passanti e quelli che producono pallonetti, così che io mi possa posizionare nel modo migliore?
- che tipo di taglio conviene usare? (topspin/backspin) per limitare se soluzioni passanti del mio avversario?

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da b52_ste il Gio 29 Gen 2015 - 11:54

1° obiettivo (per me): non sparacchiarlo sui teloni, cosa che succede fin troppo spesso purtroppo  Evil or Very Mad

Dopodichè, in base alla mia poca esperienza nel gioco a rete, non esiste un colpo "giusto" ed uno "sbagliato"... va solo pensato l'approccio in base a quello che vuoi fare dopo, e viceversa...

Se metti di là una botta piatta o una rasoiata in back, aspettati di giocare una volée in un tempo più o meno breve, se angoli molto la palla aspettati un cross stretto, se metti di là un super top profondo probabilmente ti troverai a dover giocare uno smash... 

Tendenzialmente però, io giocherei sul colpo debole dell'avversario, in modo che abbia meno "ARMI" per organizzare un passante degno di nota  Wink

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da Roger66 il Gio 29 Gen 2015 - 12:09

Secondo me dipende molto a che altezza trovi la palla.
Altro fattore se te la trovi sul rovescio o sul dritto.
Nel caso di palla a media altezza sul dritto o botta incrociata per ridurre il rischio di farla scappare lunga,o colpo più controllato lungolinea.
Il lungolinea è sempre e comunque l'attacco che ti permette di posizionarti al meglio a rete,la parte da coprire maggiormente a rete è tendenzialmente appunto il lungolinea.
Sul rovescio,io avendo un back decente ed essendo monomane,uso quello,cercando di giocarla più lunga possibile e lungo linea (ma tieni conto che sono mancino,per cui il mio lungolinea va sul rovescio del dx Laughing  ).
Sulla palla bassa back più lungo possibile,a volte anche la variante in centro per non dare angoli può essere una scelta redditizia.
Se hai buona mano e sulla terra anche la smorzata e attacco ha il suo perchè. Smile

Roger66
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 326
Età : 50
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 01.02.10

Profilo giocatore
Località: Bologna
Livello: FIT 4.1 O45 2015
Racchetta: Pro Kennex QTOUR

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da andyvakgj il Gio 29 Gen 2015 - 12:24

secondo me è una domanda che non ha senso fatta così. dipende da troppi fattori. da dove si trova il tuo avversario sia in orizzontale sia in verticale, dall'altezza della palla (come dice Roger66), da dove ti trovavi tu quando hai dovuto raggiungere quella palla.
in ogni caso se arriva una palletta morbida (che abbia un rimbalzo normale) all'altezza della linea del servizio va chiusa. è come battere un rigore.

ciao
andy

andyvakgj
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 717
Età : 48
Località : Rimini
Data d'iscrizione : 04.02.14

Profilo giocatore
Località: Rimini
Livello: del mare
Racchetta: zus custom 100 - pt57a XL - pt57a - tgk 238.1 XL - tgt 307.2 e tante altre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da kingkongy il Gio 29 Gen 2015 - 12:43

Ciao Bombardiere! Come va con tua moglie, ti sopporta ancora tennisticamente parlando (colpa mia)?
Roger, in effetti, ha detto quasi tutto...perché tu hai un po' generalizzato.
Il discorso è un po' vario.

Partiamo dal rovescio.
Chip and charge è un'idea ma ci vuole un back profondo perché se giocato sul rovescio avversario lo costringe a un doppio spostamento e a piegarsi molto. Se giochi con uno spillungone o un bradipo funziona benissimo anche se non perfetto. Aspettati di tirare uno smash.
Se giocato sul dritto, l'ideale sarebbe "entrare col gomito" (chop), perché questo ti assicura una rotazione a uscire. Se il tipo gioca con sicurezza il top, quasi sicuraramente proverà un "banana"; considerato il fatto che siamo in Quarta, giocherà un lungolinea. Essendo un colpo a uscire, non avrà tanti angoli. Escluderei il cross: troppo difficile. Possibile il lob se ci arriva col fiatone, quindi ancora smash (ricordati che il campo è alla tua destra...lo dico perché è un classico caso da smash alla cavolo).
MAAAAAAA...se il back non è il tuo punto forte, altre due alternative (multiple): ti sposti sul dritto per un inside in/out - ampiamente preferibile. Se invece rimani sul rovescio, giochi, senza forzare (!!!!), uno stretto incrociato. La "botta" la tiri quando sei sicuro di quello che fai.

Passiamo al dritto.
Qui Roger ha proprio ragione (nel senso che è ancora più evidente): come fare a dare un consiglio? Dipende tutto da come arriva la palla. Su una palla moscetta e corta, senza fare il fenomeno, puoi fintare un tiro aggressivo e tirare un piattino incrociato, anche senza forza ma di precisione. L'avversario minimo deve fare 10 metri di corsa, tu segui la palla e vai a coprire gli angoli anche vicino alla rete. La possibilità è un pallonetto in extremis, quindi preparati a indietreggiare perché sei anche vicino alla rete...ma di angoli ne ha pochini pochini.
Palla bassa: non facilissima la scelta. Cerca di non aspettarla, piegati al massimo e cerca top spin. Un'idea è l'attacco centrale, dove si presume tu abbia il prurito da volée! Altrimenti dipende tutto dalla profondità del tuo colpo. Se poco efficace...sei nella pupù.
Se la palla è attaccabile, anche come rimbalzo, affiancati e gioca un top con molta velocità di braccio. Lungolinea (come diceva Roger)? Mi sembra logico...però deve essere una palla davvero comoda, perché la logica dice di scegliere il campo, ovvero dove ne vedi di più: incrociato. Se vai sui teloni, non c'è suggerimento che valga...
Abbraccione!


Ultima modifica di kingkongy il Gio 29 Gen 2015 - 12:56, modificato 1 volta

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da kingkongy il Gio 29 Gen 2015 - 12:54

Beh, sì Andy...però ci provo lo stesso. Almeno c'è un po' di materiale per chiacchierare. Mica siamo all' "Esperto Risponde" ... hehehheheheheh

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da andyvakgj il Gio 29 Gen 2015 - 12:58

infatti hai ragione kingkongy. possono sempre emergere spunti interessanti..

andyvakgj
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 717
Età : 48
Località : Rimini
Data d'iscrizione : 04.02.14

Profilo giocatore
Località: Rimini
Livello: del mare
Racchetta: zus custom 100 - pt57a XL - pt57a - tgk 238.1 XL - tgt 307.2 e tante altre

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da b52_ste il Gio 29 Gen 2015 - 13:28

Ehilà KK, bentrovato!!! La moglie si è più o meno rassegnata, anche perchè ora abbiamo un'altra (piccola) donna da gestire!!! Ma preferisce già il tennis in TV a Peppa Pig, quindi siamo (io e la piccola) sulla buona strada per far definitivamente impazzire la mamma!  Cool

E poi... lo sai che sono cintura nera di generalizzazione, no?  Rolling Eyes Rolling Eyes Rolling Eyes

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da albs77 il Gio 29 Gen 2015 - 14:59

Ok restringiamo il campo con degli esempi precisi:

Caso A.

Sto spingendo sul rovescio avversario,sto giocando di dritto inside out.
L'avversario in difficoltà ripiega sulla difesa e prova la palla corta lungolinea che però non riesce bene, piuttosto che un chop difensivo con taglio ad uscire in mezzo al campo.

La palla quindi arriva da me con traiettoria alta e molto underspin, cade spiovente ma rimbalza non molto alta e sul posto, morbida e assolutamente senza peso.

Probabilmente la peggior palla da chiudere, quindi decido per l'attacco.

Sto correndo in diagonale e arrivo quando la palla è poco più alta del nastro.

Credo sia una situazione piuttosto classica.

Qual'è il miglior attacco che possa creare difficoltà per il passante e che renda poco praticabile il lob,essendo io un tappo?
Sui piedi, lungolinea, superstrettino? corto, lungo, controsmorzata?


Caso B.


Stiamo dialogando sulla diagonale di dritto dove di solito ho la meglio, a pari livello.
La sua risposta è corta ma in mezzo al campo, non ho molti angoli e non faccio a tempo a girarci intorno, quindi ci arrivo di rovescio.
Lui probabilmente è tornato al centro ,io ho il rovescio una mano con cui non mi azzardo a chiudere nemmeno morto da metà campo.

Solito obiettivo: voglio giocare la volee e impedire che si coordini per il lob.

Cosa mi consigliate?

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Transizione dalla terra di nessuno alla rete

Messaggio Da Lenders999 il Ven 30 Gen 2015 - 13:28

consigliarti non so, dico cosa farei io Smile

CASO A: dritto incrociato a chiudere, senza forzare da morire ma manco pensarci troppo. se pensi che è troppo una pallaccia per rischiare io giocherei uno strettino ovviamente incrociando, che non vada troppo lontano: se ha buone gambe e c'arriva ha comunque una palla complicata da gestire, il lob è difficile perché è a metà campo e in avanzamento, se è proprio bravo gioca un dritto in chop sul tuo rovescio ma in quarta mi pare fantascienza, per me o sbaglia o chiudi facile con la voleè.

CASO B: senza dubbio back se lo sai fare bene, sui piedi: se rimbalza bassa è difficilissimo calibrare un buon lob con la palla davanti a se, se è proprio rapido di gambe e ce la fa..ti fai scavalcare e gli fai un tweener Very Happy

Lenders999
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 225
Età : 32
Data d'iscrizione : 19.04.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: Pensavo meglio
Racchetta: Donnay XDual Silver 99 - TF Tfight 300

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum