Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

racchetta per incontrista

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

racchetta per incontrista

Messaggio Da vitali il Sab 24 Gen 2015 - 6:26

Ciao a tutti e buon anno a tutti i partecipanti di questo utilissimo forum.
avrei un quesito per tutti voi e per Mario di cui stimo molto i sui consigli..  che racchetta si adatta bene a un gioco di incontrista? e che setup con quali corde e tensioni per favore?
grazie in anticipo
ciao

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Sab 24 Gen 2015 - 23:27

dovresti specificare qualcosa in più. se per incontrista intendi ad esempio impattare come agassi, con rovescio a due mani, potrebbe andar bene un oversize. se invece usi il rovescio a una mano, meglio un piatto da 95 a 98. se ti occorre potenza una racchetta profilata e rigida, se cerchi controllo uno schema corde fitto. se giochi spesso sotto rete inerzia bassa e bilanciamento al manico. sono tante le variabili, non esiste una risposta universale ad una domanda così generica

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da vitali il Dom 25 Gen 2015 - 11:18

ok grazie vandergraf... attacco poco sto per lo piu a fondo campo... rovescio a una mano bene in back un po meno in top....  preferisco i piatti da 100.

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Dom 25 Gen 2015 - 12:34

Definisci meglio "incontrista".
Se intendi che sei uno che ama "appoggiarsi" sul colpo dell'avversario, allora ti serve un telaio con una buona inerzia (quindi pesante) e allora andrei su qualcosa tipo Vcore tourG 330 oppure, se il footwork non è perfetto un bel oversize con custom.

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Sonny Liston il Dom 25 Gen 2015 - 12:39

@Ziryab ha scritto:

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?

Questa è la classica "leggenda metropolitana " da Forum.

Ora ti faccio qualche esempio di rovescio monomano di ECCELLENZA (rigorosamente con piatto 100'):

Youzny
Ljubicich
Gasquet
Roberta Vinci
Gabriela Sabatini (110!)

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8052
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da vitali il Dom 25 Gen 2015 - 14:19

si Ziryab in effetti mi appoggio sul colpo dell avversario...hai tradotto bene quello che io non sono riuscito a spiegare... e il mio footwork non é perfetto!!  strano si direbbe che mi hai visto giocare  lol...  una nuova babolat pure drive potrebbe essere la soluzione per un incontrista?  attualmente ho le racchette che vedete in firma..  la donnay academy pro est un OS ma un po pesante, poi ho la volkl org 10 295, una dunlop 500 tour, e anche una w blade 98 quella del 2013...

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Dom 25 Gen 2015 - 14:48

.Sonny Liston ha scritto:
@Ziryab ha scritto:

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?

Questa è la classica "leggenda metropolitana " da Forum.

Ora ti faccio qualche esempio di rovescio monomano di ECCELLENZA (rigorosamente con piatto 100'):

Youzny
Ljubicich
Gasquet
Roberta Vinci
Gabriela Sabatini (110!)
In effetti non quadra.
Il rovescio mono è più complicato e impegnativo per timing e coordinazione quindi ben vengano i piattoni..

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 20:53

nessuna leggenda metropolitana, semplicemente ho visto che per me e per alcuni miei amici il rovescio a una mano viene fuori meglio con piatti di quel tipo, perchè meno ingombranti. toglietevi il vizio di citare i campioni per fare il bastian contrario. è ovvio che un campione di quel livello non c'entri nulla col discorso che si fa ad un utente di un forum che non si qualifica come campione. proprio perchè ci vuole timing e coordinazione un piatto più piccolo si presta meglio ed è più facilmente gestibile.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 25 Gen 2015 - 21:01

@Ziryab ha scritto:Definisci meglio "incontrista".
Se intendi che sei uno che ama "appoggiarsi" sul colpo dell'avversario, allora ti serve un telaio con una buona inerzia (quindi pesante) e allora andrei su qualcosa tipo Vcore tourG 330 oppure, se il footwork non è perfetto un bel oversize con custom.

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?
con un piatto piu' piccolo e magari racca nn profilata il rovescio esce in genere con piu' controllo e anche piatto o semipiatto,con racche col piatto piu' grande e magari profilate si deve arrotare di piu' per tenerla in campo,questo in linea generale

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da gino's il Dom 25 Gen 2015 - 21:04

@vitali ha scritto:si Ziryab in effetti mi appoggio sul colpo dell avversario...hai tradotto bene quello che io non sono riuscito a spiegare... e il mio footwork non é perfetto!!  strano si direbbe che mi hai visto giocare  lol...  una nuova babolat pure drive potrebbe essere la soluzione per un incontrista?  attualmente ho le racchette che vedete in firma..  la donnay academy pro est un OS ma un po pesante, poi ho la volkl org 10 295, una dunlop 500 tour, e anche una w blade 98 quella del 2013...
Secondo me hai bisogno di un piatto 95-100 ma pesantuccia e bilsnciata in testa non profilata ma boxed....

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Becker il Dom 25 Gen 2015 - 21:19

Incontrista OS che passione!!!

Becker
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2315
Località : Pesaro
Data d'iscrizione : 30.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: EX
Racchetta: Japan

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Dom 25 Gen 2015 - 21:40

@VANDERGRAF ha scritto:nessuna leggenda metropolitana, semplicemente ho visto che per me e per alcuni miei amici il rovescio a una mano viene fuori meglio con piatti di quel tipo, perchè meno ingombranti. toglietevi il vizio di citare i campioni per fare il bastian contrario. è ovvio che un campione di quel livello non c'entri nulla col discorso che si fa ad un utente di un forum che non si qualifica come campione. proprio perchè ci vuole timing e coordinazione un piatto più piccolo si presta meglio ed è più facilmente gestibile.
Io ci ho perso un anno e mezzo con il rovescio a una mano e la mia prima racca è stata una prestige flexpoint LM mid.
Il rovescio in quel periodo è stato il mio incubo.
Poi sono passato a piatti 98 e finalmente al rovescio bimane e oggi il rovescio va meglio del dritto.
Ok: a impatto buono sono meglio i piatti piccoli (lo sanno anche le pietre), ma cosa succede quando sei in recupero oppure non imposti bene il colpo?
Semplice: la palla non passa la rete!!!
Ultimamente c'è stato uno bravino col rovescio a una mano che è passato a piatto più 
grande...come si chiama...ah ecco...Roger Federer mi pare...

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 22:41

se sei passato al rovescio bimane è tutto un altro discorso, io mi sto riferendo al rovescio a una mano in topspin.  non penso che federer ti abbia telefonato per confidarti che passava a un piatto più grande per ottenere vantaggi sul rovescio. ho appena detto che i campioni sono tutto altro contesto e tu mi parli di federer ?!  senza contare che è passato, se non ricordo male a un piatto 98, che rientra tra quelli da me citati, non a un 100 o un oversize.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 22:44

poi è normale che influiscono anche altre cose, come l'inerzia e il bilanciamento, quindi il discorso andrebbe affrontato su più parametri. il suggerimento che ho dato si basa sulle mie esperienze, senza la pretesa che debbano essere uguali a quelle di tutti gli altri.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 22:48

@Ziryab ha scritto:
@VANDERGRAF ha scritto:nessuna leggenda metropolitana, semplicemente ho visto che per me e per alcuni miei amici il rovescio a una mano viene fuori meglio con piatti di quel tipo, perchè meno ingombranti. toglietevi il vizio di citare i campioni per fare il bastian contrario. è ovvio che un campione di quel livello non c'entri nulla col discorso che si fa ad un utente di un forum che non si qualifica come campione. proprio perchè ci vuole timing e coordinazione un piatto più piccolo si presta meglio ed è più facilmente gestibile.
Io ci ho perso un anno e mezzo con il rovescio a una mano e la mia prima racca è stata una prestige flexpoint LM mid.
Il rovescio in quel periodo è stato il mio incubo.
Poi sono passato a piatti 98 e finalmente al rovescio bimane e oggi il rovescio va meglio del dritto.
Ok: a impatto buono sono meglio i piatti piccoli (lo sanno anche le pietre), ma cosa succede quando sei in recupero oppure non imposti bene il colpo?
Semplice: la palla non passa la rete!!!
Ultimamente c'è stato uno bravino col rovescio a una mano che è passato a piatto più 
grande...come si chiama...ah ecco...Roger Federer mi pare...
se sei in recupero imposti un rovescio in back, non in topspin. ed in quel caso non sono certo i pochi millimetri di differenza sul punto di impatto a trasformare un colpo errato in un colpo efficace. se non imposti bene il colpo idem. un piatto grande non fa miracoli sull'esecuzione del colpo. poi stai parlando di un piatto 98, che rientra tra quelli da me citati, quindi non capisco dove sta questa differenza che vuoi evidenziare rispetto a me

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 22:51

@abracadabra78 ha scritto:
@Ziryab ha scritto:Definisci meglio "incontrista".
Se intendi che sei uno che ama "appoggiarsi" sul colpo dell'avversario, allora ti serve un telaio con una buona inerzia (quindi pesante) e allora andrei su qualcosa tipo Vcore tourG 330 oppure, se il footwork non è perfetto un bel oversize con custom.

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?
con un piatto piu' piccolo e magari racca nn profilata il rovescio esce in genere con piu' controllo e anche piatto o semipiatto,con racche col piatto piu' grande e magari profilate si deve arrotare di piu' per tenerla in campo,questo in linea generale
condivido pienamente. il piatto grande può tornare utile per chi gioca molto arrotato o con impugnature estreme. il piatto piccolo è più "tranquillo" ossia ti garantisce una resa più costante se il gesto tecnico è lineare e fluido. ovviamente si parla di gesti tecnici corretti ma correlati a livelli medio-bassi, perchè un livello alto può fare efficacemente il rovescio a una mano , a prescindere dal piatto corde.

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Dom 25 Gen 2015 - 23:41

Trattasi di un piatto da 97 pollici (La RF97 appunto).
Pochi millimetri possono fare la differenza tra un colpo al margine dello ss e uno fuori centro ossia una mozzarella a metà campo se va bene oppure una palla in rete.
Io i recuperi cerco di tirarli comunque in top ammenocchè non siano proprio estremi, per il resto uso il back più che altro per spezzare il ritmo.
Siamo d'accordo che è tutta una roba personale ma io qua ho agonisti di seconda o terza buona che mi danno del matto perché mi ostino a giocare con piatto 98, mentre loro non prenderebbero mai un telaio che non sia 100 sq. Inches...
Detto questo, il tennis è bello perché è vario.
P.s. Con Federer ho litigato quindi se non mi chiama lui resterai col dubbio ^_^

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da drichichi@alice.it il Dom 25 Gen 2015 - 23:54

Peso e bilanciamento? 300/32,5 - 305/32 - 310/31,5 - 315/31 oppure?

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5528
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Dom 25 Gen 2015 - 23:56

@Ziryab ha scritto:Trattasi di un piatto da 97 pollici (La RF97 appunto).
Pochi millimetri possono fare la differenza tra un colpo al margine dello ss e uno fuori centro ossia una mozzarella a metà campo se va bene oppure una palla in rete.
Io i recuperi cerco di tirarli comunque in top ammenocchè non siano proprio estremi, per il resto uso il back più che altro per spezzare il ritmo.
Siamo d'accordo che è tutta una roba personale ma io qua ho agonisti di seconda o terza buona che mi danno del matto perché mi ostino a giocare con piatto 98, mentre loro non prenderebbero mai un telaio che non sia 100 sq. Inches...
Detto questo, il tennis è bello perché è vario.
P.s. Con Federer ho litigato quindi se non mi chiama lui resterai col dubbio ^_^
dipende anche dalle abitudini. chi parte con piatto 100 difficilmente cambia per un piatto più piccolo perchè potrebbe avvertire maggiormente la differenza. chi invece ha cominciato a giocare tanti anni fa, quando i piatti erano piccolissimi, si è abituato da subito a quelle dimensioni e si trova benissimo anche con piatti 95 o 98. ultimamente sto giocando con un piatto 93, l'ho sovrapposto ad un piatto 100 e la differenza è minima, ovviamente dipende anche dal modello. poi dipende anche dalle esigenze di spinta e di sensibilità, chi predilige il controllo e vuole sentire la racchetta sceglie piatti piccoli e profilo sottile, chi invece ama la potenza piatti grandi e profilo spesso. sono tante le variabili da considerare. ma, ripeto, se dai il tempo al braccio di abituarsi e non hai impostato una programmazione intensiva a fini agonistici con piatti grandi, puoi ottenere ottimi risultati anche dai piatti piccoli, soprattutto per quanto riguarda il rovescio a una mano. citare quello che fanno i campioni ha poco senso ai fini di queste discussioni perchè chi si pone il problema è quasi sempre un quarta categoria o un amatore e di certo non diventerà bravissimo a fare il rovescio pensando che uno di quei campioni lo fa così bene usando determinate caratteristiche del telaio. tra l'altro sono stati citati esempi molto diversi tra loro e tutti di alto livello, se ci fosse una direzione netta da prendere gli esempi sarebbero stati tutti simili, quindi a cosa serve ? divento bravo se uso il piatto di murray o la tensione corde di nadal o il bilanciamento di fognini ? la risposta può essere solo NO. divento bravo se trovo le caratteristiche a me più congeniali, sperimentandole con criterio e scrupolo, dopo aver dedicato tutto il tempo che serve a imparare i gesti tecnici, perchè senza quello non esistono racchette che si trasformano in bacchette magiche

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da drichichi@alice.it il Lun 26 Gen 2015 - 0:03

@VANDERGRAF ha scritto:
@Ziryab ha scritto:Trattasi di un piatto da 97 pollici (La RF97 appunto).
Pochi millimetri possono fare la differenza tra un colpo al margine dello ss e uno fuori centro ossia una mozzarella a metà campo se va bene oppure una palla in rete.
Io i recuperi cerco di tirarli comunque in top ammenocchè non siano proprio estremi, per il resto uso il back più che altro per spezzare il ritmo.
Siamo d'accordo che è tutta una roba personale ma io qua ho agonisti di seconda o terza buona che mi danno del matto perché mi ostino a giocare con piatto 98, mentre loro non prenderebbero mai un telaio che non sia 100 sq. Inches...
Detto questo, il tennis è bello perché è vario.
P.s. Con Federer ho litigato quindi se non mi chiama lui resterai col dubbio ^_^
dipende anche dalle abitudini. chi parte con piatto 100 difficilmente cambia per un piatto più piccolo perchè potrebbe avvertire maggiormente la differenza. chi invece ha cominciato a giocare tanti anni fa, quando i piatti erano piccolissimi, si è abituato da subito a quelle dimensioni e si trova benissimo anche con piatti 95 o 98. ultimamente sto giocando con un piatto 93, l'ho sovrapposto ad un piatto 100 e la differenza è minima, ovviamente dipende anche dal modello. poi dipende anche dalle esigenze di spinta e di sensibilità, chi predilige il controllo e vuole sentire la racchetta sceglie piatti piccoli e profilo sottile, chi invece ama la potenza piatti grandi e profilo spesso. sono tante le variabili da considerare. ma, ripeto, se dai il tempo al braccio di abituarsi e non hai impostato una programmazione intensiva a fini agonistici con piatti grandi, puoi ottenere ottimi risultati anche dai piatti piccoli, soprattutto per quanto riguarda il rovescio a una mano. citare quello che fanno i campioni ha poco senso ai fini di queste discussioni perchè chi si pone il problema è quasi sempre un quarta categoria o un amatore e di certo non diventerà bravissimo a fare il rovescio pensando che uno di quei campioni lo fa così bene usando determinate caratteristiche del telaio. tra l'altro sono stati citati esempi molto diversi tra loro e tutti di alto livello, se ci fosse una direzione netta da prendere gli esempi sarebbero stati tutti simili, quindi a cosa serve ? divento bravo se uso il piatto di murray o la tensione corde di nadal o il bilanciamento di fognini ? la risposta può essere solo NO. divento bravo se trovo le caratteristiche a me più congeniali, sperimentandole con criterio e scrupolo, dopo aver dedicato tutto il tempo che serve a imparare i gesti tecnici, perchè senza quello non esistono racchette che si trasformano in bacchette magiche
Semplicemente perfetto!

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5528
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da jjoe81 il Lun 26 Gen 2015 - 10:08

@Sonny Liston ha scritto:
@Ziryab ha scritto:

@Vandergraf: mi spieghi perché associ al rovescio mono un piatto piccolo?

Questa è la classica "leggenda metropolitana " da Forum.

Ora ti faccio qualche esempio di rovescio monomano di ECCELLENZA (rigorosamente con piatto 100'):

Youzny

Premettendo appunto il fatto che loro sono fenomeni, e fanno discorso a sè,
io mi ricordo che Youzhny quando vinse la coppa Davis nel 2002, utilizzava addirittura una Head Radical Oversize, con paintjob Intelligence


jjoe81
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 613
Età : 35
Località : Ivrea (Torino)
Data d'iscrizione : 23.08.11

Profilo giocatore
Località: Ivrea (Torino)
Livello: ITR 3.75
Racchetta: Wilson nCode Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Lun 26 Gen 2015 - 10:35

Io faccio spesso il bastiancontrario e continuo a dire che, aldilà delle abitudini e dei gusti personali, ci sono anche i dati oggettivi.
La logica suggerisce: piatto grande=facile, piatto piccolo= difficile.
Un giocatore dotato di ottima tecnica e buone gambe riesce a colpire lo sweetspot con molta regolarità;malgrado la tecnica e la preparazione questa regolarità scende Man mano che aumenta il livello dell'avversario e del gioco. 
Esasperiamo il concetto: cosa succederebbe se giocassimo con racchette dotate di piatto grande quanto lo ss stesso? O centro o niente!
Dato che lo ss è sempre un punto fermo a prescindere dalle dimensioni del piatto, quello che aiuta è...la dimensione dello ss stesso che indovinate un po': cresce con le dimensioni del piatto (in linea di massima eh...).
È per questo che hanno inventato i power pads!
Tutto questo per dire che le racche con piatto più grande SONO PIÙ FACILI punto.
A prescindere da che tipo di colpo giochi e da come giochi, sempre più facili restano.
La differenza tra un mid e un piatto 100 è considerevole, altroché.
Poi c'è chi è abituato al piatto piccolo e odia i padelloni e chi (come il maestro federale del mio circolo) appena gli dai in mano qualcosa che non sia piatto 100 la posa immediatamente.

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da VANDERGRAF il Lun 26 Gen 2015 - 10:42

purtroppo la logica conta poco nel tennis.  gli oversize nacquero principalmente per favorire impatti diversi, vedi agassi, poi furono estesi al discorso dei principianti in quanto potenzialmente più facili. per contro hanno  minore controllo e maggiore ingombro, quindi quello che ti regalano da una parte te lo tolgono da un'altra, come avviene per quasi tutte le cose che riguardano racchette e corde. il concetto di facilità è relativo perchè come ti ho detto la combinazione dei parametri di una racchetta deve andarsi a sposare con le attitudini fisico-tecniche di chi ci gioca e quindi ogni racchetta rende in modo diverso in base a chi ci gioca

VANDERGRAF
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2802
Località : roma
Data d'iscrizione : 20.03.14

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4 nc
Racchetta: becker - tecnifibre -slazenger

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da Ziryab il Lun 26 Gen 2015 - 11:26

Si, ma quando vai fuori ss della precisione del mid cosa ti resta?
Io ho giocato con piatti mid e posseggo ancora la prestige con sui ho iniziato (praticamente nuova) e una Vcore tour89; siamo d'accordo che quando centri con un mid non c'è paragone, ma se non centri? E quanto è piccolo il centro?

Ziryab
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1896
Data d'iscrizione : 16.11.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: racchetta per incontrista

Messaggio Da vitali il Lun 26 Gen 2015 - 14:13

boni ragazzi..aoo  state boni.... 
scusate  io non volevo scatenare tutto questo... la mia era una semplice domanda di un giocatore (non campione) che cerca di analizzare al meglio che puo il suo gioco per decidere quale atrezzo fa per lui... comunque grazie per le vostre riflessioni che sono sempre interessanti ....

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 5 1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum