Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da marco61 il Dom 24 Mag 2009 - 20:42

Promemoria primo messaggio :

Oggi la squadra del T. C. Sanremo di cui sono capitano giocava il primo turno ad eliminazione diretta del tabellone regionale. L'episodio è accaduto durante il tie break del terzo set di un doppio. Per noi giocava anche mio figlio. Premetto che avevamo già vinto l'altro doppio e il risultato era acquisito, anche se, arrivati a giocarsi il tie break decisivo, a perdere non ci sta nessuno.
Niki serve una prima, l'avversario che sta a rete chiama l'out, mentre quello che risponde verifica il segno e lo cancella affermando che la palla è buona. A quel punto Niki e il suo compagno, come da regolamento, pretendono il punto. Nasce una discussione, gli avversari sostengono di non essere concordi tra loro su quale fosse il segno, io intervengo dicendo che nel momento stesso in cui uno dei due ha cancellato il segno giudicando la palla buona, il punto andava automaticamente ai miei giocatori, e loro non avevano diritto a chiedere, come avrebbero voluto, la ripetizione del punto.
Alla fine ci siamo comunque presi il punto ed abbiamo poi vinto l'incontro. Nel momento in cui, come sempre faccio, vorrei stringere la mano agli avversari, mi viene rifiutata e vengo imputato di dare ai ragazzi un pessimo insegnamento, perchè nel caso in questione, con la vittoria di squadra gà in tasca, avrei dovuto convincere i miei giocatori a ripetere il punto. Io sostengo che al contrario l'insegnamento che ho sempre dato ai ragazzi è che il regolamento, che dovrebbe evitare ogni sorta di discussione, va sempre applicato e che, prima di chiamare una palla fuori, bisogna esserne ben certi, perchè in caso di errata chiamata dobbiamo concedere il punto all'avversario senza fare discussioni, e così abbiamo sempre fatto.
Però onestamente il modo in cui sono stato ripreso mi ha fatto un pò riflettere e, nel caso in questione, non sono poi così certo di aver tenuto il comportamento più corretto. E' anche vero che se avessi concesso la ripetizione del punto, e se per caso questo avesse poi portato alla sconfitta, i miei ragazzi sarebbero stati ugualmente delusi perchè li avrei ingiustamente penalizzati.
Insomma, ho sbagliato o no?

marco61
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 995
Età : 55
Località : Sanremo
Data d'iscrizione : 07.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: I.T.R. 4.5, classifica fit 4.1
Racchetta: Volkl DNX 9

Tornare in alto Andare in basso


Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da federervito il Mer 3 Giu 2009 - 20:55

@Alex ha scritto:
@federervito ha scritto: Very Happy Very Happy Very Happy Ma che vi è preso litigate tutti adesso ..............

Hai visto cosa ha scritto rossano e che toni ha usato?

A tuo parere si dovrebbe lasciar correre senza neppure replicare?

Poi non mi sembra che si tratti di WAR, almeno per ora Wink .

Ciao.

Diciamo che in quest'ultima settimana ci sono stati 3 screzi, tanto per usare un eufemismo, comunque Alex non era un attacco verso di te credimi quanto piuttosto un modo per tagliare corto! la tua risposta ci sta! In più io sono il quarto, nel senso che sono dei vostri, la penso come te e faccio sempre '' 2 palle'' Wink Laughing

federervito
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 885
Data d'iscrizione : 29.11.08

Profilo giocatore
Località: Bari
Livello: 3,5
Racchetta: pro kennex ki 5 295g

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da max-max il Mer 3 Giu 2009 - 21:02

@federervito ha scritto:
@Alex ha scritto:
@federervito ha scritto: Very Happy Very Happy Very Happy Ma che vi è preso litigate tutti adesso ..............

Hai visto cosa ha scritto rossano e che toni ha usato?

A tuo parere si dovrebbe lasciar correre senza neppure replicare?

Poi non mi sembra che si tratti di WAR, almeno per ora Wink .

Ciao.

Diciamo che in quest'ultima settimana ci sono stati 3 screzi, tanto per usare un eufemismo, comunque Alex non era un attacco verso di te credimi quanto piuttosto un modo per tagliare corto! la tua risposta ci sta! In più io sono il quarto, nel senso che sono dei vostri, la penso come te e faccio sempre '' 2 palle'' Wink Laughing

troppo tardi! il numero tre è un numero chiuso.
ed è troppo tardi anche per la pace!
chi non è con noi è contro di noi.
oramai al seguito del comandante Alex, scateneremo l'inferno!!!

max-max
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 329
Data d'iscrizione : 29.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Mer 3 Giu 2009 - 21:04

@federervito ha scritto:
@Alex ha scritto:
@federervito ha scritto: Very Happy Very Happy Very Happy Ma che vi è preso litigate tutti adesso ..............

Hai visto cosa ha scritto rossano e che toni ha usato?

A tuo parere si dovrebbe lasciar correre senza neppure replicare?

Poi non mi sembra che si tratti di WAR, almeno per ora Wink .

Ciao.

Diciamo che in quest'ultima settimana ci sono stati 3 screzi, tanto per usare un eufemismo, comunque Alex non era un attacco verso di te credimi quanto piuttosto un modo per tagliare corto! la tua risposta ci sta! In più io sono il quarto, nel senso che sono dei vostri, la penso come te e faccio sempre '' 2 palle'' Wink Laughing

Figurati, avevo capito benissimo il tono del tuo post, è solo che non ce la faccio proprio a "lasciar andare" di fronte a certi post, ma cercherò di migliorare Wink

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Mer 3 Giu 2009 - 23:11

Gli ignavi:
"""Dante definisce queste anime come quelle di peccatori "che mai non fur vivi". Il disprezzo del poeta verso questa categoria di peccatori è massimo e completo. Tanto accanimento si spiega, dal punto di vista teologico, perché la scelta fra Bene e Male, deve obbligatoriamente essere fatta, secondo la religione cattolica. Dal punto di vista sociale, inoltre, nel Medio Evo lo schieramento politico e la vita attiva all'interno del Comune erano quasi sempre considerate tappe fondamentali ed inevitabili nella vita di un cittadino. Se l'uomo è un essere sociale, chi si sottrae ai suoi doveri verso la società non è degno, secondo la riflessione dantesca, di stima ed ammirazione."""

Bisogna scegliere tra bene e/o male. Quante palle vediamo uscire di 1/2 centimetro, ci sembra "male" chiamarle, e ci sembra "bene" dare due palle. Lo sappiamo che era fuori, anche se di poco. Noi l'abbiamo vista, ma il nostro avversario no. E allora ci sembra "bene" dare due palle, per non farlo pensare "male".
Non sappiamo scegliere tra il bene ed il male. Non sappiamo prendere una posizione.
Dante li chiamava ignavi. Io non sono Dante, e non vi dovevo chiamare ignavi. Chi si è sentito offeso, riceva le mie più sentite scuse. Ma, se invece di incaxxarsi subito dopo aver letto la parola "ignavo", preseguivate a leggere con attenzione il post, avreste trovato una riflessione in cui credo molto, e che vi somministro di nuovo: con la cultura del "fanne due", del "non prendere una decisione" ma "trovare sempre la via di mezzo" generiamo giocatori, ma ancor peggio figli, privi di personalità. E' l'immagine simbolo del tennis italiano, purtroppo: il bamboccio di 10-12-14 anni, timidino, chiuso di carattere, rimbambito dalle aspettative del padre, che ad ogni punto guarda fuori dal campo, che vuole vincere e vuole vincere onestamente, ma la palla fuori di poco quasi si vergogna di chiamarla. Se generiamo tennisti con il braccino, alla fine dei conti chi caxxo se ne frega. Ma sono padre anche io, anche se mia figlia ha solo 3,5 anni, e non voglio generare un figlio con il braccino. Voglio e devo essere capace di insegnare a mia figlia che deve avere personalità, che deve imparare a distinguere il bene dal male, il giusto dallo sbagliato. E che deve, con tutti ed in tutte le situazioni, pretendere il giusto, e combattere lo sbagliato.
E se il punto è mio, è mio. Quando sarà tuo, lo prenderai tu.
Ed ancora ribadisco: 30 anni...30 anni...30 anni...30 anni che in Italia, il paese dove lo sport è vita comune, dove eccelliamo in un sacco di discipline e nelle discipline dove non eccelliamo siamo capaci in pochi anni di arrivare ai massimi livelli, 30 anni che non abbiamo un tennista decente. Mentre Nadal lo vedi lì che vorrebbe prendere a morsi il suo avversario, prendergli la testa e ficcargliela sotto la terra rossa, durante il mach.
E questo non fa di lui uno stronzo, ma fa di lui un grande campione. Perchè prima, durante, e dopo il mach, è ed è sempre un signore, sportivo e leale.
Ma con la racchetta in mano è "cattivo", quella cattiveria con cui voglio che mia figlia affronti al vita. Quella forza di sudare per ottenere ciò che vuole, e, dopo tanto sudore, se alla fine la ottiene, deve pretendere che le venga data.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Gio 4 Giu 2009 - 1:18

@rossano ha scritto:Gli ignavi:
"""Dante definisce queste anime come
quelle di peccatori "che mai non fur vivi". Il disprezzo del poeta
verso questa categoria di peccatori è massimo e completo. Tanto
accanimento si spiega, dal punto di vista teologico, perché la scelta
fra Bene e Male, deve obbligatoriamente essere fatta, secondo la
religione cattolica. Dal punto di vista sociale, inoltre, nel Medio Evo
lo schieramento politico e la vita attiva all'interno del Comune erano
quasi sempre considerate tappe fondamentali ed inevitabili nella vita
di un cittadino. Se l'uomo è un essere sociale, chi si sottrae ai suoi
doveri verso la società non è degno, secondo la riflessione dantesca,
di stima ed ammirazione."""

Grazie, il termine lo conosco e avevo capito bene ciò che avevi detto.

@rossano ha scritto:

Bisogna scegliere tra bene e/o male. Quante palle vediamo uscire di
1/2 centimetro, ci sembra "male" chiamarle, e ci sembra "bene" dare due
palle. Lo sappiamo che era fuori, anche se di poco. Noi l'abbiamo
vista, ma il nostro avversario no. E allora ci sembra "bene" dare due
palle, per non farlo pensare "male".
Non sappiamo scegliere tra il bene ed il male. Non sappiamo prendere una posizione.


Qui c'è il primo errore di valutazione nei miei confronti che hai fatto.

Se vedo la palla fuori, fosse anche di 1 mm la chiamo fuori senza
neppure che mi passi per l'anticamera del cervello ciò che penserà
l'avversario (e onestamente non so da cosa hai potuto presumere
diversamente dal mio post), o di fare "2 palle". Se poi sono sulla
terra meglio ancora, controllo e mi accerto della situazione, se ho
torto dò il punto all'avversario (e non chiedo le "due palle"), se ho
ragione tiro dritto senza fiatare e marco il segno se vedo la faccia
interrogativa dall'altra parte.

Se però ho dei dubbi continuo a giocare senza dire nulla (e pensavo
fosse chiaro anche questo dal mio post), perché l'idea di poter vincere
grazie ad una chiamata dubbia mi leverebbe il gusto della vittoria, che
per me esiste solo nell'onestà. Quindi, come vedi, tra bene e male la
scelta la faccio eccome.

@rossano ha scritto:

Dante li chiamava ignavi. Io non sono Dante, e non vi dovevo
chiamare ignavi. Chi si è sentito offeso, riceva le mie più sentite
scuse.


Accettate, a patto che ti sia chiaro ciò che ho scritto sopra naturalmente Wink .

@rossano ha scritto:

Ma, se invece di incaxxarsi subito dopo aver letto la parola "ignavo"...


Diciamo che il dare dell'ignavo a qualcuno che da ciò che ha scritto
non vi si avvicina neppure lontanamente non è proprio il miglior modo di cominciare...

@rossano ha scritto:

...preseguivate a leggere con attenzione il post, avreste trovato una
riflessione in cui credo molto, e che vi somministro di nuovo: con la
cultura del "fanne due", del "non prendere una decisione" ma "trovare
sempre la via di mezzo" generiamo giocatori, ma ancor peggio figli,
privi di personalità.


Se intendi come cultura del "fanne due" il voler "non prendere una
decisione" concordo con te, ma per me il "fanne due" significa una cosa
molto diversa, come ho scritto nel mio post precedente e come ti ho
ribadito poco sopra.

@rossano ha scritto:

E' l'immagine simbolo del tennis italiano, purtroppo: il bamboccio di
10-12-14 anni, timidino, chiuso di carattere, rimbambito dalle
aspettative del padre, che ad ogni punto guarda fuori dal campo, che
vuole vincere e vuole vincere onestamente, ma la palla fuori di poco
quasi si vergogna di chiamarla.


Veramente il prototipo del tennista italiano è quello che cerca sempre
di rubare il punto, non è timido per nulla, del regolamento se ne frega
e dopo che ha vinto 2 partite crede di essere Federer. Se hai bambini
così nel tuo circolo, intendo che vogliono vincere onestamente,
dovresti esserne orgoglioso e farli prendere ad esempio a tua figlia.

@rossano ha scritto:

Se generiamo tennisti con il braccino, alla fine dei conti chi caxxo se ne frega.


Non capisco cosa c'entri il "braccino" con questo discorso. confused

Ma se per "avere il braccino" per te significa "non avere personalità"
non mi trovi d'accordo, dipende dalla così detta "fiducia" o
"confidence (sportivamente parlando)", e dipende dal periodo che stai attraversando agonisticamente.

@rossano ha scritto:

Ma sono padre anche io, anche se mia figlia ha solo 3,5 anni, e non voglio generare un figlio
con il braccino. Voglio e devo essere capace di insegnare a mia figlia
che deve avere personalità, che deve imparare a distinguere il bene dal
male, il giusto dallo sbagliato. E che deve, con tutti ed in tutte le
situazioni, pretendere il giusto, e combattere lo sbagliato.
E se il punto è mio, è mio. Quando sarà tuo, lo prenderai tu.


E' quello che ho sempre sostenuto, sia nel post per il quale mi hai dato dell'ignavo, sia poco sopra.

@rossano ha scritto:

Ed ancora ribadisco: 30 anni...30 anni...30 anni...30 anni che in
Italia, il paese dove lo sport è vita comune, dove eccelliamo in un
sacco di discipline e nelle discipline dove non eccelliamo siamo capaci
in pochi anni di arrivare ai massimi livelli, 30 anni che non abbiamo
un tennista decente. Mentre Nadal lo vedi lì che vorrebbe prendere a
morsi il suo avversario, prendergli la testa e ficcargliela sotto la
terra rossa, durante il mach.
E questo non fa di lui uno stronzo,
ma fa di lui un grande campione. Perchè prima, durante, e dopo il mach,
è ed è sempre un signore, sportivo e leale.
Ma con la racchetta in
mano è "cattivo", quella cattiveria con cui voglio che mia figlia
affronti al vita. Quella forza di sudare per ottenere ciò che vuole, e,
dopo tanto sudore, se alla fine la ottiene, deve pretendere che le
venga data.

Ti riporto le parole che lo "zio" Toni Nadal ha detto quando è venuto
in Italia per chiarirti un po' le idee su ciò che credo sia giusto, poi
se le vorrai fare tue mi farà solo piacere, altrimenti fa lo stesso:
"Voi in italia insegnate ad "odiare" l'avversario che avete davanti,
mentre noi in Spagna insegnamo ad "odiare" la pallina, così dal
colpirla il più forte possibile". E poi ha continuato: "Credo che
questo sia uno dei motivi principali per cui i vostri tennisti non
sempre hanno un comportamento/atteggiamento giusto in campo".

Questo è ciò che viene sostenuto (il concetto di "odiare la pallina")
anche in USA e lo so bene visto che sono cresciuto tennisticamente
anche là.

Credo e spero di essere stato chiaro nell'esposizione e che non ci siano incomprensioni questa volta.

Ciao.

P.S.= Mi ricollego ad un altro post dove hai scritto: "Qui tutti mi odiano".

Io, posso parlare solo per me naturalmente, non ti odio.

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da federervito il Gio 4 Giu 2009 - 9:31

Devo quotare Alex in tutto e per tutto! A rossà va bene una volta ignavi, possiamo far finta che tu abbia scritto preso dalla fretta e quindi esagerato nei toni e nelle parole ma, se addirittura ci tieni a specificare l'offesa affinchè sia più chiara , come se noi non l'avessimo capita...mi sembra troppo.Detto questo ha pienamente ragione Alex il nostro mondo tennistico è nella situazione opposta a quella descritta da te, io ho trovato molta più gente disposta a imbrogliare che a ''dare 2 palle'', è davvero superficiale pensare che il motivo della fase triste del tennis italino sia per mancanza di carattere!
Detto questo avere opinioni diverse non significa odiare qualcuno, daltra parte sei tu che hai offeso, considerando poi che senza offese si viene più presi in cosiderazione!

federervito
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 885
Età : 34
Località : Bari
Data d'iscrizione : 29.11.08

Profilo giocatore
Località: Bari
Livello: 3,5
Racchetta: pro kennex ki 5 295g

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da giascuccio il Gio 4 Giu 2009 - 11:28

Peace & Love :flower: lol!

giascuccio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1721
Età : 51
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 10.12.08

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: sublime
Racchetta: 2xVcore100s ; 2xRQS33

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Gio 4 Giu 2009 - 16:24

Accettate, a patto che ti sia chiaro ciò che ho scritto sopra naturalmente Wink .


Chiarissimo.

Diciamo che il dare dell'ignavo a qualcuno che da ciò che ha scritto
non vi si avvicina neppure lontanamente non è proprio il miglior modo di cominciare...


Rinnovo le scuse. Sincere.

Ma, caro Alex, ho riletto il tuo primo post: Marco61 chiede se ha sbagliato o no:
alla fine, la tua opinione é.....

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Gio 4 Giu 2009 - 16:55

@rossano ha scritto:

Ma, caro Alex, ho riletto il tuo primo post: Marco61 chiede se ha sbagliato o no:
alla fine, la tua opinione é.....

@Alex ha scritto:Loro si sono comportati male alla fine e credo che le
cose che ti hanno detto potevano sicuramente dirtele stringendoti la
mano, si sarebbero comportati molto più da uomini.

Se fossi
stato al tuo posto io avrei fatto ripetere il punto, ma io sono una
mosca bianca in queste cose, preferisco perdere per una chiamata errata
che vincere col dubbio di aver rubato qualcosa.

Credo che se la
tua squadra avesse perso per colpa di quel punto non si sarebbero
dovuti arrabbiare, proprio perché credo che la cultura sportiva giusta
sia quella che ho esposto prima.

Calcola però che io mi sono
emozionato (sportivamente parlando) per l'abbraccio che c'è stato tra
Guardiola e Hiddink (non so se l'hai visto), cercata dal primo, all'88'
della semifinale di ritorno a Londra, quando ancora il Chelsea stava
vincendo e andando in finale, nonostante tutto ciò che era successo
durante l'incontro.

Aggiungo che quando giocavo a calcio (il mio
ruolo era centravanti) ero quello che se cadeva in area senza essere
toccato lo diceva all'arbitro, anche se quest'ultimo aveva decretato il
rigore (anche se era decisivo) e non ti dico per questo quante parole
mi prendevo dai compagni e dall'allenatore, però ho sempre avuto il
rispetto massimo da tutti loro per le cose che veramente contano.

Però, a termini di regolamento, naturalmente, sei stato ineccepibile e quindi non hai sbagliato.

L'ho messa in grassetto alla fine perché forse ti era "ri-sfuggita" Wink

Ciao.

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da guido76b il Gio 4 Giu 2009 - 17:26

Quoto Alex.
Mi è piciuto molto il punto in cui, riportando le parole dello zio di Nadal, evidenzia le differenze culturali fra noi e gli americani. Abbiamo molto, ma davvero molto da imparare... Wink

guido76b
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 193
Età : 40
Località : Lombardia (a est di Milano)
Data d'iscrizione : 08.04.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5...
Racchetta: Babolat Pure Drive Cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Gio 4 Giu 2009 - 18:00

Ah!!! Ma va benissimo allora!!!
Secondo te non ha sbagliato, e secondo me ha ragione.
Ma allora cosa abbiamo litigato a fare?...

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da oedem il Gio 4 Giu 2009 - 20:04

@rossano ha scritto:Ah!!! Ma va benissimo allora!!!
Secondo te non ha sbagliato, e secondo me ha ragione.
Ma allora cosa abbiamo litigato a fare?...
Vabbé, si porta ultimamente litigare

ora chi vuole litigare con me? Laughing

oedem
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1289
Località : sulle falde di un vulcano
Data d'iscrizione : 18.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarserrimo
Racchetta: BB Delta Core pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Gio 4 Giu 2009 - 20:22

Oedem...accomodati pure.
Dacci un po' di paglia, che a dare fuoco ci pensiamo noi! Very Happy

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Ven 5 Giu 2009 - 0:00

@rossano ha scritto:Ah!!! Ma va benissimo allora!!!
Secondo te non ha sbagliato, e secondo me ha ragione.
Ma allora cosa abbiamo litigato a fare?...

Ti rispondo subito. Smile

Alla domanda di Marco: "Ho sbagliato a comportarmi così?", io risposi:

@Alex ha scritto:Loro si sono comportati male alla fine e credo che le
cose che ti hanno detto potevano sicuramente dirtele stringendoti la
mano, si sarebbero comportati molto più da uomini.

Se fossi
stato al tuo posto io avrei fatto ripetere il punto, ma io sono una
mosca bianca in queste cose, preferisco perdere per una chiamata errata
che vincere col dubbio di aver rubato qualcosa.

Credo che se la
tua squadra avesse perso per colpa di quel punto non si sarebbero
dovuti arrabbiare, proprio perché credo che la cultura sportiva giusta
sia quella che ho esposto prima.

Calcola però che io mi sono
emozionato (sportivamente parlando) per l'abbraccio che c'è stato tra
Guardiola e Hiddink (non so se l'hai visto), cercata dal primo, all'88'
della semifinale di ritorno a Londra, quando ancora il Chelsea stava
vincendo e andando in finale, nonostante tutto ciò che era successo
durante l'incontro.

Aggiungo che quando giocavo a calcio (il mio
ruolo era centravanti) ero quello che se cadeva in area senza essere
toccato lo diceva all'arbitro, anche se quest'ultimo aveva decretato il
rigore (anche se era decisivo) e non ti dico per questo quante parole
mi prendevo dai compagni e dall'allenatore, però ho sempre avuto il
rispetto massimo da tutti loro per le cose che veramente contano.

Però, a termini di regolamento, naturalmente, sei stato ineccepibile e quindi non hai sbagliato.

Evidentemente ti è "sfuggita" la frase finale e quindi tu hai replicato così:

@rossano ha scritto:Siete in tre, ma siete tre ignavi.
Qui c'è da
prendere una posizione: risposte del tipo "sì, avrei...però si
poteva...ma dopo cosa pensava lui...cosa pensavano loro...la prima
sconfitta....etc. etc." non portano a niente.
Nel mach, dove c'è
in palio qualcosa, il "...dai...fanne due..." non esiste. E non deve
esistere. E' una malsanissima abitudine del tennista italiano, finto
sportivo il "dai fanne due" perchè poi dentro di sè, se si sa di aver
pizzicato la linea, ed é stato chiamato un "out", ci si sorride, tu gli
dici "fanne due" e sotto i denti le vostre rispettive madri si portano
a casa i peggiori spergiuri.
Io sono nemico del "fanne due". Non lo
chiedo mai e non lo voglio. E me ne chiamano di "out" quando pizzico la
riga. (porto gli occhiali...ma lo sapete anche voi com'é la storia: sul
lungolinea, il diritto di parlare è del tuo avversario, ma tu, che stai
con i piedi sopra la riga, la palla lo sai dove ha preso...)
Basta
con il "fanne due". O non si chiama, o quando si chiama si è chiamato.
Se poi, come si puo' fare sulla terra, si chiama, e si verifica il
segno, c'è un regolamento,
e tutto il resto é una triste prassi
accomodante che, insieme a tante altre cose, certo, da 30 anni non
produce in Italia un tennista italiano decente.

(Tra l'altro mi sono accorto che hai modificato il tuo messaggio originale). Rolling Eyes

Quindi credo che il tutto sia successo perché non hai letto bene il mio messaggio di risposta a Marco (giusto per dovere di cronaca e per rispondere alla tua domanda naturalmente Wink ).

Sai, il cercare di far passare la gente per rimbambita e per quello che non è non è poi così bello.

Comunque ti ribadisco che per me tutto a posto solo, quando scrivi certe cose, almeno accertati prima di avere letto bene tutto il post. Laughing

Ciao.

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Ven 5 Giu 2009 - 0:02

@giascuccio ha scritto:Peace & Love :flower: lol!

Ti quoto e aggiungo...

...e chiarezza Very Happy .

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Ven 5 Giu 2009 - 9:11

E allo adesso adesso vedo se riesco a spiegarmi io, visto che tu hai
postato per ben tre volte il tuo intervento (il primo), pensando che non riesco a capirlo.
Lo capisco bene. Quello che penso è che, in quel post, ad ogni alinea, viene proposta un'opinione diversa ed alternativa: "loro potevano"...."tu hai fatto bene" " non hai sbagliato" "ma io avrei fatto diverso"....
Me lo posti, me lo posti e me lo riposti, e mi metti in grassetto le ultime tre parole. Che oltretutto sono una negazione e non un affermazione.
Ho letto 4-5 post, sotto la domanda di Marco61, che avevano tutti questo tenore, gli davate 1/2 ragione e 1/2 torto. E ho detto: "Oh, diamogli un'opinione che sia tale, diciamogli cosa pensiamo, senza mezze misure". Da qui una leggera provocazione sull'ignavia (che, sì, ho tolto dal post).
Ribadendo le scuse, spero che si arrivi ad una conclusione, un giorno.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da giascuccio il Ven 5 Giu 2009 - 13:09

@rossano ha scritto:E allo adesso adesso vedo se riesco a spiegarmi io, visto che tu hai
postato per ben tre volte il tuo intervento (il primo), pensando che non riesco a capirlo.
Lo capisco bene. Quello che penso è che, in quel post, ad ogni alinea, viene proposta un'opinione diversa ed alternativa: "loro potevano"...."tu hai fatto bene" " non hai sbagliato" "ma io avrei fatto diverso"....
Me lo posti, me lo posti e me lo riposti, e mi metti in grassetto le ultime tre parole. Che oltretutto sono una negazione e non un affermazione.
Ho letto 4-5 post, sotto la domanda di Marco61, che avevano tutti questo tenore, gli davate 1/2 ragione e 1/2 torto. E ho detto: "Oh, diamogli un'opinione che sia tale, diciamogli cosa pensiamo, senza mezze misure". Da qui una leggera provocazione sull'ignavia (che, sì, ho tolto dal post).
Ribadendo le scuse, spero che si arrivi ad una conclusione, un giorno.

Il mio modesto parere: moderazione.

Anche io mi sarei urtato, se qualcuno mi dava dell' ignavo.
Ecco, magari moderazione nei termini.
Per il resto, sono opinioni.
Ognuna rispettabile, magari non condivisibile, ma questo ci stà.
MA resta pur sempre un opinione da rispettare.



IMHO, naturalmente Wink

giascuccio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1721
Età : 51
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 10.12.08

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: sublime
Racchetta: 2xVcore100s ; 2xRQS33

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Ven 5 Giu 2009 - 14:56

@rossano ha scritto:E allo adesso adesso vedo se riesco a spiegarmi io, visto che tu hai
postato per ben tre volte il tuo intervento (il primo), pensando che non riesco a capirlo.
Lo capisco bene. Quello che penso è che, in quel post, ad ogni alinea, viene proposta un'opinione diversa ed alternativa: "loro potevano"...."tu hai fatto bene" " non hai sbagliato" "ma io avrei fatto diverso"....
Me lo posti, me lo posti e me lo riposti, e mi metti in grassetto le ultime tre parole. Che oltretutto sono una negazione e non un affermazione.
Ho letto 4-5 post, sotto la domanda di Marco61, che avevano tutti questo tenore, gli davate 1/2 ragione e 1/2 torto. E ho detto: "Oh, diamogli un'opinione che sia tale, diciamogli cosa pensiamo, senza mezze misure". Da qui una leggera provocazione sull'ignavia (che, sì, ho tolto dal post).
Ribadendo le scuse, spero che si arrivi ad una conclusione, un giorno.

E' una negazione perché ho risposto alla sua domanda e se la domanda è: "Ho sbagliato?" si risponde o "hai sbagliato" o "non hai sbagliato".

E' dura arrivare ad una conclusione se si continua a provocare e, come ti ho scritto, non ho nessuna intenzione di passare da imbecille quindi.

Credi che non abbia capito cosa hai scritto dicendo: "Ma allora perché abbiamo litigato?"

A me sembra che questo tipo di comportamento sia quello di tirare il sasso e poi nascondere la mano e quindi non potevo esimermi dal rispondere.

Nei post che hai letto tu vedi 1/2 ragione a Marco e 1/2 no.

Io vedo invece delle risposte articolate con opinioni ben spiegate da tutti: il mondo non è o bianco o nero, si può arrivare alla vetta della stessa montagna prendendo strade diverse.

Quindi se, come in questo caso, c'è un regolamento e lo si segue non si sbaglia, ma un'altra persona può tranquillamente non sbagliare prendendo altre strade.

Credo che Marco, ma forse sbaglio io (e sono serio, bisognerebbe chiedere a lui) non cercasse risposte di 1 riga con scritto: "Si, hai fatto bene" o "No, non hai fatto bene", ma cercasse le nostre opinioni in merito.

Ho postato 3 volte tutto il mio post solo per chiarezza, ma d'ora in poi non ci penserò più a postartelo ci mancherebbe.

Il discorso vale anche sui telai, se chiedi se un telaio va bene non ti aspetti come risposta si o no, ma una bella recensione e più è lunga, almeno per me e meglio è.

Per me la discussione era chiusa con l'ultimo post, però non puoi scrivere, dopo l'ennesimo "attacco velato" (e te lo cito "Ho letto 4-5 post, sotto la domanda di Marco61, che avevano tutti questo tenore, gli davate 1/2 ragione e 1/2 torto." di non ricevere più risposte.

Ricordati, come peraltro ti ho già scritto e come ti hanno ribadito anche gli altri, che tutto è cominciato perché tu non ti sei limitato a dare la tua opinione ma ti sei scagliato contro le opinioni altrui, cosa che altri non hanno fatto.

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da rossano il Ven 5 Giu 2009 - 15:13

Ok.
Se credete alle mie scuse sincere, e non avete altro da aggiungere Voi,
per me possiamo chiudere qui.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da oedem il Ven 5 Giu 2009 - 22:23

@rossano ha scritto:Ok.
Se credete alle mie scuse sincere, e non avete altro da aggiungere Voi,
per me possiamo chiudere qui.

evviva, forse siamo vicini alla tregua, all'armistizio!!!



oedem
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1289
Località : sulle falde di un vulcano
Data d'iscrizione : 18.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: Scarserrimo
Racchetta: BB Delta Core pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Skorpion il Sab 6 Giu 2009 - 10:38

@marco61 ha scritto:Nel momento in cui, come sempre faccio, vorrei stringere la mano agli avversari, mi viene rifiutata e vengo imputato di dare ai ragazzi un pessimo insegnamento, perchè nel caso in questione, con la vittoria di squadra gà in tasca, avrei dovuto convincere i miei giocatori a ripetere il punto. Io sostengo che al contrario l'insegnamento che ho sempre dato ai ragazzi è che il regolamento, che dovrebbe evitare ogni sorta di discussione, va sempre applicato e che, prima di chiamare una palla fuori, bisogna esserne ben certi, perchè in caso di errata chiamata dobbiamo concedere il punto all'avversario senza fare discussioni, e così abbiamo sempre fatto. Però onestamente il modo in cui sono stato ripreso mi ha fatto un pò riflettere e, nel caso in questione, non sono poi così certo di aver tenuto il comportamento più corretto. E' anche vero che se avessi concesso la ripetizione del punto, e se per caso questo avesse poi portato alla sconfitta, i miei ragazzi sarebbero stati ugualmente delusi perchè li avrei ingiustamente penalizzati.
Insomma, ho sbagliato o no?

Agassi per aver riconosciuto il punto all'avversario dopo errori arbitrali anche in finali del Grande Slam forse ha sprecato l'occasione per fare qualche record ma è rimasto coerente al suo spirito sportivo. Di gente che imbroglia ce n'è a bizzeffe, molti ci campano. L'essere umano in fondo è sporco. Ricordo che quando iniziai giocare avevo si e no 13 anni feci due match con un tipo sui 30 anni di età che tra l'altro sapeva giocare. Dopo averlo battuto 2 volte di fila il 3° match iniziò a chiamare fuori tutte le palle sistematicamente.

Skorpion
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1109
Data d'iscrizione : 09.12.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5 Autovalutazione
Racchetta: Babolat Aero pro drive 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Sab 6 Giu 2009 - 13:54

@Skorpion ha scritto:L'essere umano in fondo è sporco.

Mi piace pensare, o forse sperare, che a fronte di una minoranza "sporca" ci sia una maggioranza, magari silente, ma pulita. Wink

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Skorpion il Sab 6 Giu 2009 - 14:00

@Alex ha scritto: Mi piace pensare, o forse sperare, che a fronte di una minoranza "sporca" ci sia una maggioranza, magari silente, ma pulita. Wink

Non basta a fare dello sport un mondo pulito Embarassed

Skorpion
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1109
Data d'iscrizione : 09.12.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5 Autovalutazione
Racchetta: Babolat Aero pro drive 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Sab 6 Giu 2009 - 14:04

@Skorpion ha scritto:
@Alex ha scritto: Mi piace pensare, o forse sperare, che a fronte di una minoranza "sporca" ci sia una maggioranza, magari silente, ma pulita. Wink

Non basta a fare dello sport un mondo pulito Embarassed

E' vero, però ti dico che ad alto livello, tipo in II categoria ad esempio, si pensa molto di più a giocare che a barare, quindi ho comunque molta speranza a riguardo...

...poi le mele marce ci sono sempre, ma spero che l'albero sia sano. :o

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Skorpion il Sab 6 Giu 2009 - 14:20

@Alex ha scritto:E' vero, però ti dico che ad alto livello, tipo in II categoria ad esempio, si pensa molto di più a giocare che a barare, quindi ho comunque molta speranza a riguardo ... poi le mele marce ci sono sempre, ma spero che l'albero sia sano. :o

Da come approfittano i Pro ATP dei time out ad esempio non direi proprio che ad alto livello siano tutti stinchi di santo Very Happy

Skorpion
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1109
Data d'iscrizione : 09.12.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5 Autovalutazione
Racchetta: Babolat Aero pro drive 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ditemi sinceramente: ho sbagliato?

Messaggio Da Alex il Sab 6 Giu 2009 - 14:31

@Skorpion ha scritto:
@Alex ha scritto:E' vero, però ti dico che ad alto livello, tipo in II categoria ad esempio, si pensa molto di più a giocare che a barare, quindi ho comunque molta speranza a riguardo ... poi le mele marce ci sono sempre, ma spero che l'albero sia sano. :o

Da come approfittano i Pro ATP dei time out ad esempio non direi proprio che ad alto livello siano tutti stinchi di santo Very Happy

Non so, io credo che se si vuole vedere il marcio lo si può sempre fare.

A me non sembra così, vedo molte più scorrettezze nei tornei di IV categoria.

Alex
Aiutante
Aiutante

Numero di messaggi : 6106
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Mondo
Livello: ITR : 5.5
Racchetta: Wilson N-Six One Tour

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum