Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 10:40

Sono nuovo qui ma volevo approfittare per condividere una mia esperienza che probabilmente anche altri avranno vissuto, pur con le particolarità del caso. Bene cominciamo. Ho iniziato a giocare a tennis a 4 anni, forse 5, era il lontano 1997. Niente di eccezionale, forse ero all'ultimo anno delle scuole materne e non ricordo molto di quel periodo. Mi ci iscrissero i miei genitori, anch'essi giocatori amatoriali in passato, e cominciai con dei piccoli esercizi, con delle piccole padelle di legno del diametro di un centrino legate ai palmi delle mani con cui dovevo palleggiare. Pian piano, col passare dei mesi, passai alle racchette vere e proprie, anche se, guardandole adesso, sembrano dei giocattolini. La vera svolta cominciò quando iniziai ad avere la forza sufficiente per mandare la pallina al di là della rete. Da lì ne seguì un impostazione tecnica del tutto classica per l'epoca. Dopotutto il mio maestro era già un over 50 ed era stato un giocatore abbastanza fortino in gioventù. Feci anni di esercizi, anni in cui mi divertivo pur non essendoci niente di esaltante nel colpire birilli. Il movimento più complicato da imparare fu sicuramente quello del servizio. La posizione da tenere coi piedi era molto frontale e i piedi dovevano essere messi su una specie di y tracciata sul terreno. Dopo molti sforzi per coordinare tutti i vari movimenti riuscii a mandare la palla di là con costanza. Per quanto riguarda gli altri colpi, c'è da ricordare che non esistevano top spin, Back o mazzi vari. C'eri tu che dovevi mandare quella palla di là, senza sbagliare, e indirizzandola bene. Dopo di che arrivai in agonistica ad 11/12 anni. Progredii vertiginosamente in tutto e, col senno di poi, capisco che se per anni ti dicono di buttarla di là dandole una buona direzione e senza sbagliare o tirare catenate sui tendoni, forse c'è un buon motivo. Come dicevo progredii in tutto, tutto tranne il servizio. Passarono un anno o due e cominciai a fare tornei a squadre under 14, a fare i primi punticini e ad avvicinarmi ai tornei di quarta. Niente di esaltante sia chiaro ma anche passare il primo turno ogni tanto era una soddisfazione incredibile. Però un bel giorno in un torneo di quarta, al primo turno incontrai un vecchio di sessant'anni. Chiaramente lo presi sottogamba, dall'alto dei miei 13 anni, quale vecchietto poteva avere qualche possibilità di battermi? Beh il risultato chiaramente fu una sconfitta, non abbastanza disastrosa da essermi di lezione. Qualche mese dopo, lo ritrovai al primo turno in un altro torneo, questa volta ancora più sicuro di batterlo perché alla fine, se l'altra volta avessi giocato meglio l'avrei battuto facile. Beh diciamo che Pasqua arrivò in anticipo per me quell'anno: ricevetti due begli ovetti. E alla fine della partita mi disse: tu perdi per colpa della tua seconda. 
Ebbene questa volta non potevo nascondermi dietro a una scusa. Ero incazzato, e decisi di imparare un servizio non attaccabile. Sono alto 1.70 per cui sapevo che la battuta non poteva essere un colpo d'attacco definitivo come per altri, ma volevo che se l'avversario avesse voluto attaccarmi sul mio servizio, lo facesse a suo rischio e pericolo. Ma da dove cominciare? L'illuminazione arrivò non da Federer o Sampras o Nadal ma da Lleyton Hewitt. Il suo servizio mi sembrava il più lineare, il più facile da capire, il più facile da replicare come movimenti. E così cominciai, stravolsi gli appoggi, cambiai impugnatura, passando da continental ad una leggera eastern di rovescio, iniziai ad inarcare la schiena e copiai la sua caratteristica trophy position con il congiungimento dei due piedi in fase di caricamento. I risultati pian piano arrivarono. Cominciai ad avere un'idea su dove lanciare la pallina, su come indirizzarla e su come coprirla dall'alto. Ero contento, avevo abbandonato la prima piatta ma ora potevo contare su un servizio affidabile. E così arrivarono i primi tornei dove mettere in pratica quanto imparato. Disastro. Il braccino e la tensione mi facevano commettere valanghe di doppi falli, e persi fiducia nel colpo. Finché non capii una cosa. Il servizio in kick capisce se hai paura. E se hai paura di sbagliarlo lo sbagli, perché, diversamente da qualsiasi altro colpo, la velocità del braccio è direttamente proporzionale alla sua efficacia. E questa è la mia lunga e tediosa storia. Un saluto a tutti!

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Marcotop65 il Mer 2 Lug 2014 - 20:23

Bel racconto !
Pero' , peró,non dirmi che ti sei fermato cosí.... Laughing Laughing Laughing 

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 20:39

Beh mi sono fermato più avanti in realtà. Avevo perso un po' la passione, o meglio, si era sopita. Ora ho ripreso, perchè certe passioni tornano sempre, più forti di prima  Smile

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da migratore il Mer 2 Lug 2014 - 20:44

Perfetto la tua analisi non fà una piega....non sono un grandissimo tennista però la battuta e in special modo la seconda palla è uno dei miei colpi migliori,il segreto  della seconda palla in kick è che và colpita con la stessa forza impressa alla prima palla variando il lancio della palla ( dietro la testa) e il punto di impatto (ore 6/7 se raffiguriamo la pallina ad un un orologio) se però colpisci la palla con poca forza ma nel punto giusto ti và irrimediabilmente in rete, se invece  la colpisci  con la dovuta potenza ma non nel punto giusto ti và lunga...tantissimo aiuta anche il braccio sinistro diritto e alto fino all'ultimo ma questo accorgimento è valido per tutti i tipi di battuta....

migratore
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 71
Età : 56
Data d'iscrizione : 08.12.10

Profilo giocatore
Località: perugia
Livello: i.t.r. 4/4,5
Racchetta: prince 03tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 20:48

Esatto è proprio questo quello che intendevo! Sei riuscito a spiegarlo molto meglio di me Very Happy

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Mer 2 Lug 2014 - 21:50

Io non concordo. La palla non va lanciata lì...non c'è abbastanza spinta e il taglio è "obbligato" dalla schiena. Piazzata più avanti consente più varietà, compreso il kick-slice, che attualmente piace a tutti...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 22:02

@kingkongy ha scritto:Io non concordo. La palla non va lanciata lì...non c'è abbastanza spinta e il taglio è "obbligato" dalla schiena. Piazzata più avanti consente più varietà, compreso il kick-slice, che attualmente piace a tutti...
Il problema è che senza lanciarla all'indietro e senza l'effetto frusta la palla s'ammoscia. Sicuramente sono io che sbaglio però è l'unico modo con cui riesco a farla viaggiare Wink  Ma dici che possa comportare dei problemi alla schiena a lungo andare?

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Mer 2 Lug 2014 - 22:08

Con buona probabilità.
Nel tempo la schiena perderà elasticità e il tuo servizio starà dentro con l'esperienza e il tipico colpetto di polso che, magari, compensa...però non è il massimo.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 22:11

Beh intanto grazie mille degli interventi Smile A questo punto magari si può cominciare a rivedere un po' il movimento!

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Mer 2 Lug 2014 - 22:12

Non solo. La eastern di rovescio, su un colpo più disteso e picchiato può portare problemi all'articolazione della spalla.
Quindi ok per il kick...ma non per la prima piatta. Ora lo so che molti campioni la preferiscono...però hanno una bella tecnica...e il massaggiatore.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 2 Lug 2014 - 22:19

Su quello lo pensavo anch'io. Sto cominciando ad usare la Continental sulle piatte per perchè mi escono più veloci Smile

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Angelo Macera il Mer 2 Lug 2014 - 22:35

Salve a tutti voto KingKongy No 
Caio Angelo

Angelo Macera
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 85
Data d'iscrizione : 13.04.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Marcotop65 il Gio 3 Lug 2014 - 14:48

@Angelo Macera ha scritto:Salve a tutti voto KingKongy No 
Caio Angelo

Ave Caio Angelo !!!!  Laughing Laughing Laughing 

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da ronwelty il Gio 3 Lug 2014 - 14:58

Dopo aver lanciato per una vita la palla sulla seconda leggermente più dietro mi sono reso conto che è una grandissima cavolata.. Nel senso: fare ciò ti costringe a compensare di polso (che non è il massimo) e caricare molto sulle spalle invece che sulle gambe... Risultato è che la palla prende spin ma poca velocità... Da qualche tempo mi sto forzando di lanciare la palla nello stesso punto della prima e secondo me l'efficacia del colpo ne ha molto giovato!

_____________________________________________________________

ronwelty
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2259
Età : 31
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.09.12

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.NC
Racchetta: Yonex Vcore Tour G 310

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Lun 7 Lug 2014 - 11:28

@ronwelty ha scritto:Dopo aver lanciato per una vita la palla sulla seconda leggermente più dietro mi sono reso conto che è una grandissima cavolata.. Nel senso: fare ciò ti costringe a compensare di polso (che non è il massimo) e caricare molto sulle spalle invece che sulle gambe... Risultato è che la palla prende spin ma poca velocità... Da qualche tempo mi sto forzando di lanciare la palla nello stesso punto della prima e secondo me l'efficacia del colpo ne ha molto giovato!
Ci devo provare anch'io! Mercoledì ho allenamento e provo a fare un cesto stando attento al lancio di palla..la sensazione però è che così facendo si rischi di coprire di meno la palla col kick aumentando il rischio di mandarla lunga! Però proverò e poi ti dirò le mie impressioni Cool

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Lun 7 Lug 2014 - 11:36

"Impressione" corretta, soprattutto quando si sta cambiando una cosa così importante come il lancio-palla. Però bisogna "crederci", perché il lancio più avanti consente una migliore distensione....e se c'è più distensione, la testa della racchetta viaggia più veloce, e se la testa è più veloce c'è più spin....
Più spin e più spinta. Opplà!
 Smile

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Lun 7 Lug 2014 - 11:44

@kingkongy ha scritto:"Impressione" corretta, soprattutto quando si sta cambiando una cosa così importante come il lancio-palla. Però bisogna "crederci", perché il lancio più avanti consente una migliore distensione....e se c'è più distensione, la testa della racchetta viaggia più veloce, e se la testa è più veloce c'è più spin....
Più spin e più spinta. Opplà!
 Smile
Beh detta così sembra facile! Il che vuol dire che se tutto va bene ci impiegherò mesi a farlo diventare un automatismo! Mannaggia Very Happy  Però grazie mille! Se anche solo mi hai evitato qualche fastidio alla schiena ti meriti come minimo un'ottima bionda belga (birra intendo Laughing )

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Lun 7 Lug 2014 - 11:48

e tu ti meriti di correggere il servizio in un mesetto anziché due...hihihiihihi
Perché ci vuole tanta dedizione alla rossa (terra rossa, intendo)...
Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Lun 7 Lug 2014 - 11:59

@kingkongy ha scritto:e tu ti meriti di correggere il servizio in un mesetto anziché due...hihihiihihi
Perché ci vuole tanta dedizione alla rossa (terra rossa, intendo)...
Very Happy
Ahah troppo buono Cool  Beh ti dirò quanto schifo avrò fatto mercoledì a battere la bionda (pallina) davanti invece che dietro.  Very Happy

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Lun 7 Lug 2014 - 12:05

Io mercoledì sera mi farò delle grasse risate...perché alla fine Ciàula scopre la Luna...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Lun 7 Lug 2014 - 12:11

@kingkongy ha scritto:Io mercoledì sera mi farò delle grasse risate...perché alla fine Ciàula scopre la Luna...
 Very Happy

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Simoneshake il Mer 9 Lug 2014 - 13:36

@Amedeo9287 ha scritto:Sono nuovo qui ma volevo approfittare per condividere una mia esperienza che probabilmente anche altri avranno vissuto, pur con le particolarità del caso. .... Il servizio in kick capisce se hai paura. E se hai paura di sbagliarlo lo sbagli, perché, diversamente da qualsiasi altro colpo, la velocità del braccio è direttamente proporzionale alla sua efficacia. E questa è la mia lunga e tediosa storia. Un saluto a tutti!
Grazie della condivisione e auguri per il rinnovato fervore!  Smile 
viva le braccia che non rallentano!
@kingkongy ha scritto:Io non concordo. La palla non va lanciata lì...non c'è abbastanza spinta e il taglio è "obbligato" dalla schiena. Piazzata più avanti consente più varietà, compreso il kick-slice, che attualmente piace a tutti...
@kingkongy ha scritto:"Impressione" corretta, soprattutto quando si sta cambiando una cosa così importante come il lancio-palla. Però bisogna "crederci", perché il lancio più avanti consente una migliore distensione....e se c'è più distensione, la testa della racchetta viaggia più veloce, e se la testa è più veloce c'è più spin....
Più spin e più spinta. Opplà!
 Smile
Eccomi anche qui. Alcuni soffrono la mia seconda (qualche volta anche prima) in kick. Ma a me non basta  Twisted Evil
Prossimi passi per il kick:

  1. lancio palla avanti
  2. maggior velocità di palla

come si lavora sul secondo punto? forse mi aiuta il primo?
se lancio la palla indietro faccio un servizio alla Errani, mentre vorrei farlo alla Federer  Embarassed  ...di quarta  Wink 
Secondo te, con un lancio più avanti trovo anche la velocità di palla (intendendo invece per "peso" la palla carica di effetto)?
Un dubbio: se lancio la palla avanti, oltre allo swing della racchetta per il kick, il corpo come si muove: si inarca "sotto" la palla o è sufficiente il ribaltamento dei piani e lo swing della racchetta?
N.B.:

  1. sono 1.83cm di altezza e salto da terra 2,3cm  Embarassed ; mi avevi già detto, vedendo il video caricato, che ci sarebbe da lavorare pure sulle caviglie (questo magari lo vediamo più in là)
  2. dopo lo stop invernale, ho ripreso spingendo molto al servizio con buoni risultati...però la schiena, in effetti, ha sofferto un bel po'

Simoneshake
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 818
Età : 43
Località : Roma
Data d'iscrizione : 20.09.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5? - Fit: no tessera
Racchetta: Prince EXO3 Rebel 98 con ibrido reverse budello/mono o mono a 21 + in borsa Prince EXO3 Graphite 100 [le migliori x me: Blackburn PentaTwisted (BBPT) 1,27 23/23]

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Amedeo9287 il Mer 9 Lug 2014 - 19:32

Beh dovevo riportare al simpatico King (Donkey Very Happy ) Kong come andava oggi col lancio di palla giusto Smile Beh nemmeno un doppio fallo il che è buono e tutto sommato fare il servizio un po' kick e un po' slice non è male. Però mi dispiace dover rinunciare a coprire tanto la palla perchè alla lunga sicuramente questo lancio porterà ad una fallosità più alta.
Che poi comunque sei un oracolo perchè prima ancora che iniziassi a servire su uno smash ho inarcto la schiena e track, fitta in zona lombare. Per cui penso che opto per la tua soluzione che ci tengo alla schiena Laughing

Amedeo9287
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 50
Età : 24
Data d'iscrizione : 26.06.14

Profilo giocatore
Località: Vicenza
Livello: Ora scarsetto
Racchetta: Head Graphene Prestige Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da kingkongy il Gio 10 Lug 2014 - 0:55

Xxx Amedeo...mi spiace per il dolorino alla schiena. Sulla fallosità, boh!? Se lo alleni imparerai a coprirlo a piacimento. E ti convincerà.

Xxx Simoneshake... Nein! L'azione della schiena, gambe e caviglie son sempre necessari....solo che il colpo ha una dinamica differente, meno severa per la schiena perché è più "distesa". La velocità della testa della racchetta aumenta e, pertanto, anche la complessità generale della palla: + velocità + spin +  "sporca".
Va da se che, come swing, se ha l'ernia del disco e qualche infiammazione alle lombari...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Storia di un servizio in kick. Quando una sconfitta aiuta.

Messaggio Da Simoneshake il Gio 10 Lug 2014 - 8:52

@kingkongy ha scritto:Xxx Amedeo...mi spiace per il dolorino alla schiena. Sulla fallosità, boh!? Se lo alleni imparerai a coprirlo a piacimento. E ti convincerà.

Xxx Simoneshake... Nein! L'azione della schiena, gambe e caviglie son sempre necessari....solo che il colpo ha una dinamica differente, meno severa per la schiena perché è più "distesa". La velocità della testa della racchetta aumenta e, pertanto, anche la complessità generale della palla: + velocità + spin +  "sporca".
Va da se che, come swing, se ha l'ernia del disco e qualche infiammazione alle lombari...
Grazie, ti farò sapere gli sviluppi; per fortuna la schiena è messa bene (per quanto può essere quella di un sedentario 40enne) ma mi sembra giusto preservarla  Smile

Simoneshake
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 818
Età : 43
Località : Roma
Data d'iscrizione : 20.09.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5? - Fit: no tessera
Racchetta: Prince EXO3 Rebel 98 con ibrido reverse budello/mono o mono a 21 + in borsa Prince EXO3 Graphite 100 [le migliori x me: Blackburn PentaTwisted (BBPT) 1,27 23/23]

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum