Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Wimbledon e velocità dei campi

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da Adolfo il Mar 17 Giu 2014 - 18:18

Partendo da questo articolo:

http://www.federtennis.it/DettaglioNews.asp?IDNews=68106

mi chiedo: ma chi ci guadagna a rendere wimbledon un torneo dove si vede lo stesso tennis dei master 1000 americani?

In effetti oggi come oggi wimbledon ha perso tutto quello che lo rendeva unico, ammesso pure che sia colpa dei nuovi attrezzi e non solo della qualità del prato, perchè non compensare con quest'ultimo invece di peggiorare ancora la situazione?  Shocked 

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3306
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da SW1985 il Mar 17 Giu 2014 - 18:37

Campi più lenti --> più scambi --> più spettacolo --> più soldi (forse per i diritti tv)

Credo che abbiano fatto questo ragionamento gli inglesi

SW1985
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Località : Provincia d Modena
Data d'iscrizione : 28.01.14

Profilo giocatore
Località: Provincia di Modena
Livello: 4.2
Racchetta: Mah

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da andreatennis98 il Mar 17 Giu 2014 - 18:50

@SW1985 ha scritto:Campi più lenti --> più scambi --> più spettacolo --> più soldi (forse per i diritti tv)

Credo che abbiano fatto questo ragionamento gli inglesi
Sinceramente trovo molto più spettacolare Edberg-Becker che Nadal-Djokovic

andreatennis98
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2398
Età : 18
Località : Bagheria(Palermo)
Data d'iscrizione : 10.07.13

Profilo giocatore
Località: Bagheria(Palermo)
Livello: 4.5 FIT
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da babolat94 il Mar 17 Giu 2014 - 19:35

@andreatennis98 ha scritto:
@SW1985 ha scritto:Campi più lenti --> più scambi --> più spettacolo --> più soldi (forse per i diritti tv)

Credo che abbiano fatto questo ragionamento gli inglesi
Sinceramente trovo molto più spettacolare Edberg-Becker che Nadal-Djokovic
Ti quoto! Ne è una dimostrazione i match di Brawn di questi ultimi giorni. Non è che ci voglia tanto ormai a creare spettacolo: basta scendere a rete ( suicidio per i tennisti moderni perché si rischia di essere passati ) e giocare sul l'erba ( un' altra cosa facilissima, no ?... 

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da andreatennis98 il Mar 17 Giu 2014 - 19:43

Io per esempio non riesco a fare a meno di vedere gli official film di wimbledon degli anni '90, spettacolo pure (anche nel tennis femminile  Very Happy )

andreatennis98
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2398
Età : 18
Località : Bagheria(Palermo)
Data d'iscrizione : 10.07.13

Profilo giocatore
Località: Bagheria(Palermo)
Livello: 4.5 FIT
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da abracadabra78 il Mar 17 Giu 2014 - 20:46

@Adolfo ha scritto:Partendo da questo articolo:

http://www.federtennis.it/DettaglioNews.asp?IDNews=68106

mi chiedo: ma chi ci guadagna a rendere wimbledon un torneo dove si vede lo stesso tennis dei master 1000 americani?

In effetti oggi come oggi wimbledon ha perso tutto quello che lo rendeva unico, ammesso pure che sia colpa dei nuovi attrezzi e non solo della qualità del prato, perchè non compensare con quest'ultimo invece di peggiorare ancora la situazione?  Shocked 
secondo me e' stato solo un bene avvicinare di piu' la velocita' delle superfici,almeno si da' una chance anche agli altri che nn sono specialisti delle varie superfici,a wimbledon per esempio negli ultimi 4 anni hanno vinto 4 giocatori diversi anche nn specialisti della superficie(vedi nadal x esempio).........sai che palle vedere sampras e federer che negli ultimi 20 anni ne vincono 7 a testa(e lo dico pur essendo due miei idoli,oltre a becker)............stesso discorso per lo us open,zitti zitti hanno rifatto i campi piu' lenti infatti negli ultimi anni hanno vinto quasi tutti i migliori,almeno un'edizione a testa,mentre prima federer era il re incontrastato........la terra invece pur essendo piu' veloce vede sempre nadal alzare la coppa,simpatie e critiche a parte vince sempre e solo lui,farla un po' piu' veloce ancora toglierebbe un po' il fascino della superficie ma darebbe piu' possibilita' a chi nn si chiama nadal.......insomma,ognuno poi ha le proprie preferenze,fascino delle superfici molto distanti come velocita' oppure piu' lotta x il titolo?io come detto,preferisco la seconda

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da andreatennis98 il Mar 17 Giu 2014 - 21:34

E invece secondo me nel tentativo di dare più possibilità di fare bene hanno tolto a tutti l'opportunità di vincere.
Vincono sempre quei quattro, nessuna chance per gli outsider, gerarchizzando i ranking, e facendo sì che i giovani incontrino più difficoltà nello scalare le classifiche

andreatennis98
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2398
Età : 18
Località : Bagheria(Palermo)
Data d'iscrizione : 10.07.13

Profilo giocatore
Località: Bagheria(Palermo)
Livello: 4.5 FIT
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da Adolfo il Mar 17 Giu 2014 - 22:24

Non so abra, io penso che omologare tutte le superfici in realtà produca l'effetto opposto, cioè far vincere sempre gli stessi.
Se ci fai caso ormai la maggior parte delle finali sono tutte Nadal - Djokovic, magari con l'erba di 30 anni fa (ma lo stesso discorso vale anche per il cemento) avremmo potuto vedere anche un Loodra - Stepaneck come finale di wimbledon o un Isner - dolgopolov in finale agli us open.

Oltre questo c'è anche un altro fatto: a prescindere dagli attori, una volta cambiavi superficie e sapevi che ti saresti gustato un tennis diverso, e godervi proprio dall' alternanza. Adesso vedo sempre lo stesso tennis e prima o poi ti viene a noia

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3306
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da babolat94 il Mar 17 Giu 2014 - 22:27

Infatti io da più di un anno mi piace molto più il tennis femminile, molto più vario e imprevedibile nei parziali oltre che più bello perché a essere in campo c'è il gentil sesso  pig

babolat94
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6161
Data d'iscrizione : 14.01.12

Profilo giocatore
Località: della Capitale
Livello: tra Federer e un 4.6
Racchetta: ?????? xchè una alla fine vale l'altra

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mar 17 Giu 2014 - 22:52

Credo che chiunque abbia giocato almeno una volta sull'erba, magari Oltremanica, sappia che c'è gualcosa di magico.
Io so solo che la prima volta sono impazzito e impazzirei tutte le volte e mi godrei ogni secondo e ogni rimbalzo.
Heyyy ma vi rendete conto? Wimbledon! Mi sa che stiamo parlando di due sport diversi: statistiche? superfici? vince troppo questo o quello? Ma che sto leggendo? Lo devo riscrivere? WIMBLEDON !!! Ragazzi a Wimbledon Borg si tuffava sulle volée di rovescio! Borg! Ma avete mai visto Borg dal vero? Ecco Borg che gioca una demi-volée!!!! Io capisco che a voi non ve ne importi una s....a delle demi-volée e che manco vi importa farle, che non vi importa di Mac e Borg o Connors o la Evert e la Navratiolova...ma stiamo parlando di Wimbledon! Lacoste! Kramer! Laver! Tilden! Edberg! Perry! Newcombe!
Ragazzi, scusate, ma il tennis è lo sport più "darwiniano" pensato da mente umana: vince il migliore. Che cavolo me ne frega di farlo diventare più "spagnolo" o di farlo vincere uno a testa tanto per!!!!!
Wimbledon è una pallina bianca che viaggia in linea retta, rimbalza 5 cm e tu hai un battito di ciglia per decidere cosa fare. Winbledon è tocco puro, è classe, è istinto tennistico assoluto, è fantasia. Se non hai il tennis dentro non vinci Wimbledon: basta. O cambi sport o speri di vincere un altro torneo. Ma chi se ne frega di renderlo "accessibile". Ma avete mai visto qualcuno che spiana Kitzbuhel per rendere meno difficile la discesa libera lungo la Streif????  Perché nessuno mette qualche curva e sposta qualche tonnellata di neve per rendere un po' più lenta quella pista?
Mi spiace: Wimbledon deve tornare ad essere quello del 1877: è il Tennis.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da abracadabra78 il Mar 17 Giu 2014 - 23:53

@Adolfo ha scritto:Non so abra, io penso che omologare tutte le superfici in realtà produca l'effetto opposto, cioè far vincere sempre gli stessi.
Se ci fai caso ormai la maggior parte delle finali sono tutte Nadal - Djokovic, magari con l'erba di 30 anni fa (ma lo stesso discorso vale anche per il cemento) avremmo potuto vedere anche un Loodra - Stepaneck come finale di wimbledon o un Isner - dolgopolov  in finale agli us open.

Oltre questo c'è anche un altro fatto: a prescindere dagli attori, una volta cambiavi superficie e sapevi che ti saresti gustato un tennis diverso, e godervi proprio dall' alternanza. Adesso vedo sempre lo stesso tennis e prima o poi ti viene a noia
si ma infatti cosi' si e' tolto lo spettacolo di ogni superficie,che era ben diversa l'una dall'altra,su questo sono d'accordo,ma l'intento era quello di dare la possibilita' a tutti di fare bene su ogni superficie ....poi ovviamente per adesso questo ha favorito lo strapotere di nadal e djokovic che hanno vinto anche sull'erba e penso che vinceranno ancora......pero',visto che questi due nn sono eterni,in un futuro neanche troppo lontano(tra 3-4 anni diciamo)ci sara' una bella lotta tra vari giovani tennisti che stanno emergendo e prima o poi dovranno consacrarsi e che su qualsiasi superficie si adatteranno e lotteranno........penso che quei due anche con le superifici molto diverse tra loro,sono talmente piu' avanti fisicamente e mentalmente,che avremmo visto ugualmente molte finali tra di loro.....insomma,mi auguro per primo che questo cambiamento possa tra nn molti anni,quando i due mostri invecchieranno un pochino,portare i suoi frutti e favorire anche lo spettacolo per il pubblico dal vivo e televisivo,sono il primo ad annoiarmi eh...ma sono fiducioso per un futuro nn troppo lontano....

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 18 Giu 2014 - 0:13

@kingkongy ha scritto:Credo che chiunque abbia giocato almeno una volta sull'erba, magari Oltremanica, sappia che c'è gualcosa di magico.
Io so solo che la prima volta sono impazzito e impazzirei tutte le volte e mi godrei ogni secondo e ogni rimbalzo.
Heyyy ma vi rendete conto? Wimbledon! Mi sa che stiamo parlando di due sport diversi: statistiche? superfici? vince troppo questo o quello? Ma che sto leggendo? Lo devo riscrivere? WIMBLEDON !!! Ragazzi a Wimbledon Borg si tuffava sulle volée di rovescio! Borg! Ma avete mai visto Borg dal vero? Ecco Borg che gioca una demi-volée!!!! Io capisco che a voi non ve ne importi una s....a delle demi-volée e che manco vi importa farle, che non vi importa di Mac e Borg o Connors o la Evert e la Navratiolova...ma stiamo parlando di Wimbledon! Lacoste! Kramer! Laver! Tilden! Edberg! Perry! Newcombe!
Ragazzi, scusate, ma il tennis è lo sport più "darwiniano" pensato da mente umana: vince il migliore. Che cavolo me ne frega di farlo diventare più "spagnolo" o di farlo vincere uno a testa tanto per!!!!!
Wimbledon è una pallina bianca che viaggia in linea retta, rimbalza 5 cm e tu hai un battito di ciglia per decidere cosa fare. Winbledon è tocco puro, è classe, è istinto tennistico assoluto, è fantasia. Se non hai il tennis dentro non vinci Wimbledon: basta. O cambi sport o speri di vincere un altro torneo. Ma chi se ne frega di renderlo "accessibile". Ma avete mai visto qualcuno che spiana Kitzbuhel per rendere meno difficile la discesa libera lungo la Streif????  Perché nessuno mette qualche curva e sposta qualche tonnellata di neve per rendere un po' più lenta quella pista?
Mi spiace: Wimbledon deve tornare ad essere quello del 1877: è il Tennis.
hai dimenticato uno che adesso mi sta simpatico come un un dobermaan incaxxato,ma che era il mio idolo tennistico un certo boris becker  Smile .......cmq i tempi cambiano,subentra la nostalgia,ma rispetto ai tempi passati sono cambiati gli attrezzi e il modo di giocare,forse anche per questo hanno rallentato un po' la superficie,che piaccia o no......

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da nw-t il Mer 18 Giu 2014 - 0:16

Sull'erba di una volta...vinceva davvero chi "giocava" da erba. Il vero Wimbledon è morto anni fà..

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15453
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 18 Giu 2014 - 0:24

@nw-t ha scritto:Sull'erba di una volta...vinceva davvero chi "giocava" da erba. Il vero Wimbledon è morto anni fà..
dai che se ai due robot gli si inceppano i meccanismi magari vediamo un bel tennis gia' quest'anno  Smile

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da Cesare il Mer 18 Giu 2014 - 0:26

L'ultimo vero specialista del tennis su erba e' stato il mitico "Aspirina" Prinosil  Smile

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:30

Sull'erba puoi giocare solo "da erba". Non ci sono alternative...e, secondo me, quel modo di giocare non morirà mai: basta giocare su erba vera e non su terra.
Sette o sei anni fa c'erano attrezzi molto simili agli attuali e si giocava "da erba". Sull'erba non serve a una beata il nuovo swing e i nuovi attrezzi, proprio perché gli angoli di attacco delle palle e le traiettorie sono differenti. Una parabola con molto overnet viene poi "uccisa" in rimbalzo dalla mancanza di attrito (grip) sul terreno e perde una percentuale enorme di efficacia. Non ricordo le tabelle sugli RPM ma era da sganasciarsi! Luca, Abra, a voi la meccanica e la fisica del back spin dice nulla mi sa....
Quindi, devi giocare sotto i 30 gradi: è la regola aurea dell'erba, la prima cosa che ti dicono appena entri in campo.
Chissà poi perché ha vinto Murray?...Lendl gli ha rifatto il dritto per giocare in side spin...
Quindi, vostro onore (hehehheheh) respinta la petizione sui materiali.
Per giocare a Wimbledon (quello VERO) ci vogliono due balotas tecniche come due cocomeri. Tutto qui.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da nw-t il Mer 18 Giu 2014 - 0:33

@abracadabra78 ha scritto:
@nw-t ha scritto:Sull'erba di una volta...vinceva davvero chi "giocava" da erba. Il vero Wimbledon è morto anni fà..
dai che se ai due robot gli si inceppano i meccanismi magari vediamo un bel tennis gia' quest'anno  Smile
Il tennis da erba è solo serve...molto serve e anche tante volley ...mancano le discese a rete tipo assalto all'arma bianca...con tuffo compreso  Razz Cool 

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15453
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da nw-t il Mer 18 Giu 2014 - 0:39

@kingkongy ha scritto: Luca, Abra, a voi la meccanica e la fisica del back spin dice nulla mi sa....
Guarda che dove gioco io abbiamo un campo in erba sintetica fatto x il tennis...dove AMO giocare...i servizi in slice tirati come si deve sono praticamente ingiocabili...come la maggior parte del back di rovescio e pure di dritto..

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15453
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:41

Ecco, bravo Luchino! hehhehehe
Fai conto che l'erba vera è quella sintetica al quadrato. L'unico vantaggio è che non ti smerigli le ginocchia quando ti tuffi.
Attenzione però, che la base con erba vera è più lenta!!!!! E' la superficie che è più veloce. Quindi alcuni colpi son più prendibili, mentre altri son più difficili da realizzare (chop e chip a correre).

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da Cesare il Mer 18 Giu 2014 - 0:45

@kingkongy ha scritto:Ecco, bravo Luchino! hehhehehe
Fai conto che l'erba vera è quella sintetica al quadrato. L'unico vantaggio è che non ti smerigli le ginocchia quando ti tuffi.
Attenzione però, che la base con erba vera è più lenta!!!!! E' la superficie che è più veloce. Quindi alcuni colpi son più prendibili, mentre altri son più difficili da realizzare (chop e chip a correre).

Curiosita',ma tu ci hai giocato su erba vera? estero o anche in italia?

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:46

Sì, in Inghilterra una volta è quattro estati di fila in Irlanda.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:47

E da ragazzino in Brianza due volte ma non ricordo assolutamente dove!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da Cesare il Mer 18 Giu 2014 - 0:48

@kingkongy ha scritto:Sì, in Inghilterra una volta è quattro estati di fila in Irlanda.

Meraviglioso! immagino poi la bellezza dell'erba irlandese, l'isola smeraldo.. Dice tutto.

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:51

Minkiaz...preso tanta di quell'acqua!
"It's raining dogs and cats!!!!". du marron
Ero disperato perché avevo le corde in budello che pesavano mezzo chilo in più da quanta cera gli passavo....
 Very Happy


Ultima modifica di kingkongy il Mer 18 Giu 2014 - 0:53, modificato 1 volta

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Wimbledon e velocità dei campi

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 18 Giu 2014 - 0:53

@nw-t ha scritto:
@abracadabra78 ha scritto:
@nw-t ha scritto:Sull'erba di una volta...vinceva davvero chi "giocava" da erba. Il vero Wimbledon è morto anni fà..
dai che se ai due robot gli si inceppano i meccanismi magari vediamo un bel tennis gia' quest'anno  Smile
Il tennis da erba è solo serve...molto serve e anche tante volley ...mancano le discese a rete tipo assalto all'arma bianca...con tuffo compreso  Razz Cool 
sara' solo una speranza e nn so se si avverera' il sogno,ma,anche se gli avversari saranno ben diversi da halle,ho visto un roger allenarsi bene a rete anche rischiando un po',vuole wimbledon a tutti i costi,dajeeee roger  cheers

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum