Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Mer 2 Apr 2014 - 10:27

Praticamente nella grande maggioranza di tutti gli sport ove esista una componente strumentale si tende a dare delle regole tali che le caratteristiche di materiale, di peso, di forma di tale  strumento  sia uguale per tutti . Nel calcio i palloni sono praticamente tutti uguali tanto sono risibili le tolleranze ammesse, così come nella pallavolo, nel basket, nel calcio a 5 e nel baseball, tanto per citare gli sport più diffusi. Nel tennis, lo strumento chiave è ovviamente la racchetta. Leggo che l'ovale può variare da 548 a 871 cmq, la lunghezza da 68,5 a 74 cm, il telaio penso possa essere costruito sia in marmo di Carrara che in cartapesta e le corde non hanno limiti (almeno credo). Tra una racchetta da 548 e una da 871  balla un 60% di differenza (giusto? Con i conti sono come nel tennis: una frana), insomma è come se fosse consentito giocare a calcio anche con palloni da spiaggia. Penso che sia esclusivamente un aspetto commerciale. Se la regola dice: le racchette devono avere tot lunghezza e tot cmq di ovale sicuramente i modelli di racchette non sarebbero più di 3, 4 per marca, però è anche vero che il numero di venduto dipende dal numero di praticanti che sarebbe sempre quello e la contrazione di vendite non sarebbe eccessiva. Certo per  coloro  affetti da sindrome da cambio racchetta compulsiva avere meno scelte sarebbe un problema  ma col tempo sparirebbe anche questo.  Tutti gli sport più popolari, col tempo sono cambiati assumendo nuove regole. Penso il calcio con le nuove norme sul fuorigioco, sul fallo da ultimo uomo ecc, il basket con i 4 periodi e i 3 punti da fuori, la pallavolo rivoluzionata da cima a fondo, la formula 1 che cambia al passo con i tempi. Il tennis è rimasto come i politici Italiani: immutabile. Le regole basilari sono sempre le stesse perlomeno a mia memoria (tranne sistemi di controllo più accurati nei grossi tornei). Solo gli strumenti sono cambiati e pure tanto. Chiaramente non si può tornare indietro e del resto se un prodotto tira non c'è motivo di modificarlo anche se a volte un po' "monocorde".  La legge dello sport dovrebbe essere quella di  mettere sullo stesso piano i contendenti e poi vinca il migliore.

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da lollo__87 il Mer 2 Apr 2014 - 11:26

Ciao Incompetennis, ho piacevolmente letto diversi tuoi post e mi hanno sempre strappato un sorriso, ma se posso dire la mia, trovo parecchie forzature in ciò che hai scritto stavolta. Mi sembra che i paralleli fatti tendano a cozzare uno con l'altro, credo ad esempio che sarebbe più azzeccato un parallelo fra palloni (da calcio, basket o pallavolo) e palline da tennis, mentre per quanto riguarda le racchette vedo più affinità con baseball e golf, ma purtroppo non so una cippa degli ultimi due ed il mio parallelo si limita a "in tutti e tre i casi (tennis, golf, baseball) una persona colpisce un qualcosa di sferico con un oggetto".

Questione telai: non credo si possa attribuire solo al marketing la presenza di così tante tipologie di attrezzo presenti sul mercato oggi, in questo caso vedo più analogie con il mondo della chitarra: vuoi una chitarra a 6/7/8 corde? Manico da 22 o 24 tasti? 1-2-3 pickup? Quali legni? Bene, scegli quella che vuoi, ma l'importante è che tu sappia suonare (e come nel tennis, non esiste chitarra che ti faccia suonare bene senza che tu ci metta del tuo). Per le racchette è la stessa cosa, infiniti parametri fra cui scegliere con l'unico obiettivo di buttare la palla oltre la rete: il resto ce lo devi mettere tu. Chiaro che anche il marketing ha il suo peso, ma non lo vedo come unico responsabile.

Parlando invece di cambiamenti, forse hai sottovalutato il passaggio dalle partite al meglio dei cinque a quelle giocate su tre set, o il super tiebreak nel doppio (disciplina che non seguo, quindi non so in quali occasioni si usi questa formula). Sempre parlando di cambiamenti, credo si possano mettere sullo stesso piano l'evoluzione tecnologica della F1 e quella che ha investito corde e racchette nel corso degli anni, semplicemente basandosi sul binomio tecnologia=prestazioni.

Tutto ciò per dire che a mio avviso anche il tennis è cambiato, forse in modo meno palese e con il valore aggiunto di una componente mancante ad altri sport:il rispetto delle tradizioni. Per questo motivo non penso che nei prossimi anni assisteremo ad una rivoluzione come quella che tempo fa ha investito la pallavolo. E lo spero...

Ciao!

lollo__87
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 319
Età : 29
Località : castiglione d'adda (LO)
Data d'iscrizione : 24.08.12

Profilo giocatore
Località: castiglione d'adda (LO)
Livello:
Racchetta: ce l'ho!

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Mer 2 Apr 2014 - 14:11

Ma una mazza da Baseball può essere più lunga e più larga, e un bastone da hockey e una racchetta da ping pong? Il mio discorso verte sull'infinita differenza che c'è tra la racchetta più piccola (ovale) e quella più grande eppure entrambe omologate, differenza che non trovo in altri sport . Tutti gli altri sport hanno parametri ben definiti. Se in formula 1 l'alettone è 1 cm più largo sei squalificato. Effettivamente non avevo pensato ai cambiamenti che dici ma mi sembrano ben piccola cosa se paragonati a tutti gli altri sport di massa  . Le tradizioni rispettate nel tennis sono  quelle regolamentari, dimmi dove sono i completini immacolati, le racchette di legno, le palline bianche. Il tennis è cambiato e va bene così. Il mio disappunto è che per lo meno le misure delle  racchette dovrebbero avere molti meno tolleranze.
Grazie per gli apprezzamenti sui miei post.
Ciao

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mer 2 Apr 2014 - 14:57

nel baseball le regolo sono peggio che immutabili, le mazze sono diventate in lega, poi sono ritornati alle vecchie regole reintroducendo il legno!
nel golf le palline di oggi fanno almeno 20/30m in più di 20 anni fa, i materiali sono cambiati moltissimo ed è molto più semplice tirare molto lontano!
se guardi qualche gara di golf vedi giocare con putter di dieci tipi differenti!
nel tennis le regole non sono mutate di molto, ma i materiali, palline, racchette e corde, e superfici, sono cambiati così tanto che il tennis cambia continuamente, basta guardare partite di 10 anni fa, per non parlare di 30 anni fa!
il tennis e il golf sono sport ad altissima componente tecnica, quindi non c'è molta necessità di uniformare troppo le racchette, tanto se il manico non ce l'hai hai voglia di cambiare racchetta!
vuoi scommettere che noi contro un terza perdiamo anche se lui gioca con una racchetta da junior???  Very Happy 
anche a me piacciono i tuoi post incompe!!!

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Mer 2 Apr 2014 - 15:05

IO ci perdo anche se gioca con la racchetta del Visconte Giangiacomo De Pisellis del 1907 ed una sola palla di servizio
 Wink 
Grazie anche a te.

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da lollo__87 il Mer 2 Apr 2014 - 15:06

Ora capisco meglio il tuo punto di vista, mi sa che sono saltato ad alcune conclusioni staccandomi troppo da quello che stavi dicendo...  drunken 

Quando parlo di tradizione nel tennis, non mi riferisco solo ad elementi direttamente collegati ai due contendenti (completini o le palline bianche), ma anche ad un certo "codice etico": il silenzio durante gli scambi, l'applauso all'avversario, la stretta di mano a fine partita, il rispetto da parte del pubblico etc. tutto questo attribuisce al "nostro" sport un fascino diverso da quello di altri più "rudi". Tolte rare eccezioni, mi sembra che questa componente, anche se in maniera meno determinante che negli anni passati (che purtroppo ho avuto modo di conoscere un pochino tramite youtube, questo forum ed un libro di Clerici che prima o poi finirò di leggere...), sia rimasta.

Per la dimensione delle racchette ti direi anch'io che mi farebbe piacere vedere un regolamento chiaro al riguardo (ad esempio limitando ai '95 le dimensioni dei piatti), ma mi autocensurerei subito dopo visto che dando un'occhiata ai primi 100 classificati troveresti poche racchette dal piatto non compreso fra i 95 ed i 100. In pratica, la vedo come una sorta di selezione naturale, per prestazioni e resa questi sono gli ovali più diffusi, vietarne l'uso lo troverei scorretto. Di OS se ne trovavano già parecchi anni fa, eppure oggi fra i pro non vedo molta gente in campo con dei 107. Mi dispiace per l'ormai inesorabile scomparsa dei mid, quello sì, ma se non se lo può più permettere nemmeno Roger, mi sa che ci tocca rassegnarci...

lollo__87
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 319
Età : 29
Località : castiglione d'adda (LO)
Data d'iscrizione : 24.08.12

Profilo giocatore
Località: castiglione d'adda (LO)
Livello:
Racchetta: ce l'ho!

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da b52_ste il Mer 2 Apr 2014 - 15:09

Io ho già perso contro un sessantenne con la racchetta di legno... sapendo dopo che con quella racchetta "le suona" a parecchi quarta dalle nostre parti!!!  Shocked 

Comunque... effettivamente è singolare la differenza tra gli attrezzi, ma secondo me quello che rende affascinante uno sport è il fatto di essere un po' "unico" nel suo genere, quindi... a me va benissimo così  Wink 

ne approfitto anch'io per fare i complimenti a Incompetennis... I post hanno sempre quel delicato equilibrio tra serio e assurdo che mi piace un sacco!  Very Happy

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Mer 2 Apr 2014 - 15:57

Ad esempio noto che nella formula 1 si sta standardizzando quasi tutto. Motori, pneumatici, flussometri. Insomma si sta cercando di dare tanti parametri comuni  e poi vince chi ha la forza e l'abilità di lavorare meglio in quei settori dove c'è libertà di movimento. 
Tempo fa ho giocato in doppio contro una coppia che aveva in dotazione due padelloni (credo P.K. Q 30). Hanno sì perso ma hanno anche  chiuso dei colpi solo mettendo la racchetta davanti la palla. Se la partita fosse stata giocata su 3 o 4 punti avremmo rischiato di perdere a causa di qualche colpo scentrato ma che è passato lo stesso. Sarò monotono, ma fissare un limite umano ( che so 100)  nella grandezza dell'ovale credo sia più giusto. 
Grazie anche a te b52 ... Se solo sapessi giocare a tennis ....

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da ronwelty il Mer 2 Apr 2014 - 16:06

@incompetennis ha scritto:Ad esempio noto che nella formula 1 si sta standardizzando quasi tutto. Motori, pneumatici, flussometri. Insomma si sta cercando di dare tanti parametri comuni  e poi vince chi ha la forza e l'abilità di lavorare meglio in quei settori dove c'è libertà di movimento. 

E lì si crea il problema (enorme) del "chi li fissa questi parametri?". Se richiedono le sospensioni X vince Tizio perché le fa meglio, se richiedono quelle Y vince Caio perché le produce dal 1248.. Il solito problema: chi controlla i controllori? La risposta è sempre la stessa: nessuno.
Preferisco sempre e comunque meno regole Wink

_____________________________________________________________

ronwelty
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2259
Età : 31
Località : Roma
Data d'iscrizione : 15.09.12

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.NC
Racchetta: Yonex Vcore Tour G 310

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da RaTPlayer il Mer 2 Apr 2014 - 16:12

A livello di regolamento condividi con l'avversario le dimensioni del campo, l'altezza della rete, e le dimensioni della pallina (per essere omologate devono rientrare in determinati parametri). La racchetta per un giocatore è quasi l'estensione del braccio ed è giusto che venga lasciata libertà di personalizzazione. I'evoluzione tecnica della racchetta dalla grafite in poi non fa sta differenza tant'è che i top giocano con racchette di nmila anni fa e si rimpiangono le racchette che si facevano una volta. Forse e dico forse, avrebbero potuto regolamentare le corde... Ma poi ti immagini che polemiche anche nei circoli con tizio che accusa Caio di usare la corda illegale? Meglio lasciar perdere...

RaTPlayer
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Età : 34
Località : Livorno
Data d'iscrizione : 29.01.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: quale livello?
Racchetta: 2x yonex ai 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Mer 2 Apr 2014 - 17:20

Mi rimane la certezza che un regolamento non dovrebbe fissare limiti esageratamente larghi come per le racchette.

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da smorzatore95 il Dom 27 Apr 2014 - 20:00

Venerdi al circolo si disputava appunto il torneo del circolo :Dscusate il lapsus e un 28-30 max in otima forma le ha prese da un 60enne con la panza,il tennis non è solo un fatto d muscoli e fisico se poi sei na pippa e c'hai 0 tecnica sei fottuto.
Mi è rimasto in mente perchè c'aveva la ragazza che glie stavano a cade le braccia  Very Happy  Very Happy  Very Happy

smorzatore95
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 486
Età : 21
Località : Roma
Data d'iscrizione : 21.04.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: tra un 3.0 e un 3.5
Racchetta: Wilson Blade98 2013 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da bolla il Sab 3 Mag 2014 - 12:31

....ci manca che mi tolgano le racchette. già posso scegliere solo tra le yonex!!!

bolla
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 777
Età : 47
Località : milano
Data d'iscrizione : 30.12.12

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: 4.4fit; 4.5 itr
Racchetta: yonex...dinne una ed io ce l'ho!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da kingkongy il Sab 3 Mag 2014 - 13:25

Incomp, abbiamo parlato di questo diversi mesi fa (c'era anche Veterano) e discutevamo proprio di "parametri" tecnici riguardanti l'attrezzatura.
Per esempio, nel golf, esiste un meccanismo di salvaguardia rappresentato dalla Commissione sui materiali del Royal & Anciest Golf Club di St. Andrews.
Per capirci, la commissione, al di là del nome molto col mignolino alzato, è composta da gente che la fisica la conosce "benino" e, ancor meglio, il valore economico dello spettacolo non disgiunto dal fascino delle tradizioni.
Essendo il golf uno sport economicamente più interessante del tennis...anche gli sforzi tecnologici sono parecchio superiori. E la ricerca di materiali e tecnologie ben più spinta.
Facendo un parallello, il golf è la F1 e il tennis la Formula Indy.
Una quindicina di anni fa, alcuni produttori introdussero dei "driver" (il bastone con cui si fa più strada) con "Effetto trampolino". Per farla corta la testa si deformava all'impatto con la palla e la stessa veniva scagliata un bel 10-15% più distante rispetto al passato. Per circa un anno, tutti i praticanti del mondo (pro, semi pro, dilettanti, megapippe e scaccolatori) comprarono i nuovi super Drive.Un ottimo affare per i produttori!
Poi, alla R&A fecero due calcoli e suonarono la campanella per dire che la ricreazione era terminata.
Troppo accessibili da chiunque certe distanze e percorsi (campi di gioco) inadatti ai nuovi materiali. Meglio porre dei limiti o rifere tutti i campi di gioco del mondo e tutti i calcoli sugli handicap (il meccanismo che consente al casalingo di Voghera di giocari alla pari con Tiger Woods ....sulla carta)???
Visto che gli Scozzesi hanno un certo affetto nei riguardi del tintinnio delle monete d'oro, in pochi giorni (facciamo settimane ma NON mesi)...vararono una modifica al regolamento (che è Legge) per introdurre parametri tecnici (scientifici, misurabili e non soggetti a interpretazioni) che salvaguardassero l'intero sistema: show mediatico, agonismo, tradizione, business.
Lo stesso vale per le zigrinature dei "club", gli "shaft" e le buchette delle palline.
Ah, per intenderci, i produttori sono stati entusiasti di questa storia: vendi milioni di nuovi legni da Superman e poi, dopo solo un anno, devi introdurre quelli "limitati": una pacchia!
Ah, dal lato utilizzatore, se la tua attrezzatura non è "Omologata R&A", beh, semplice: sanzione, squalifica, provvedimento disciplinare, radiazione. Di certo non metti piede manco alla gara sociale con in palio la famosa Coppa Fragola. In alternativa, giochi - da solo - nel tuo giardino di casa.

Non è impossibile....basta volerlo...

Ha un senso porre dei limiti all'attrezzatura del tennis? Secondo me sì. O, per lo meno, a breve sì.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da incompetennis il Sab 3 Mag 2014 - 14:51

Ho cercato disperatamente di trovare qualcosa che non vada nel tuo discorso. Odio dire che avrei scritto le stesse cose (tranne che quando parli del golf in termini per me sconosciuti)  però mi trovi d'accordo su tutto. 
 secondo il regolamento odierno queste racchette sono entrambe omologate.

incompetennis
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 669
Località : Etna
Data d'iscrizione : 04.01.13

Profilo giocatore
Località: Etna
Livello: N.C (Non Cagato)
Racchetta: Babbolatt

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da Simonb il Lun 5 Mag 2014 - 16:34

Io nella foto vedo una racchetta e un retino per le farfalle!ahahahahh

Simonb
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1627
Età : 26
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 08.01.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Boh!
Racchetta: Wilson PS90 - Yonex 89 - Volkl Ox10 Mid

Tornare in alto Andare in basso

Re: La racchettina, la racchetta e il racchettone.

Messaggio Da nanobabbo8672 il Lun 5 Mag 2014 - 17:44

il retino per farfalle è quello giallo-nero, vero?

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum