Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Il giro di vite alla Pure Drive..

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Sp3CtR3 il Mer 19 Mar 2014 - 17:56

Promemoria primo messaggio :

Ciao a tutti apro questo post perché volevo condividere questa piccola esperienza con voi!

Oggi pomeriggio ho giocato con un ragazzino, quindicenne (che gioca da 4 anni), che usava la Puredrive (ultima versione credo) incordata con Luxilon Alu Power presumibilmente a una tensione bassa..

Bene non c'è che dire che tirava dei piattoni davvero penetranti! Sono rimasto molto sorpreso perché appena ho visto la racchetta ho detto fra me e me "Sarà il solito arrotino.." invece con mia grande sorpresa tirava davvero tutto e con un'intensità paurosa!

Però dopo i 15 minuti si sono intravisti i primi punti deboli.. il piccolo picchiatore non controllava per niente la palla anzi sparava palle a destra e a sinistra anche da posizioni in cui neanche Federer tenterebbe un vincente.. insomma dopo le prime 3 o 4 palle le successive erano sistematicamente fuori.. e il piccolo tecnicamente era davvero bravo anche se ovviamente arrotava poco o cmq arrotava in situazioni in cui non era necessario. Abbiamo iniziato a fare dei game e alla fine della mezz'ora mi sono ritrovato per 9 game a 0 (ottimo anche il suo servizio)! Forse l'unica sua debolezza e che non aveva ancora giocato tornei quindi l'esperienza conta molto. Poi ovviamente soffriva molto il mio back di rovescio e le variazioni di ritmo. Anche se devo dire che non ho mai perso uno scambio sulla diagonale di diritto  bounce 

Ma aldilà del risultato poco importante premettendo che io adeso ho 22 anni e gioco da quando ne avevo 9.. ovviamente in qualche periodo lasciavo per poi riprendere ho sempre usato racchette in casa Head e a 15 anni io usavo ancora la Radical Junior per poi ovviamente passare alla Prestige. Non posso che pensare che se avessi usato qualche simil pure drive adesso avrei all'attivo molte più vittorie! Semplicemente perché cmq quasi tutti i maestri che ho frequentato dai 10 ai 15 anni hanno saputo trasmettermi un'ottima tecnica e io a 15 anni non tiravo le bombe che tirava sto ragazzino.. a quell'età cercavamo più il controllo che la potenza ai maestri interessava vedere la regolarità e non la potenza.. ora mando la mia domanda provocatoria non è che queste racchette siano proprio i valore aggiunto per chi è dotato di una buona o ottima tecnica?? Spesso leggo che sono considerate facili ma sinceramente avrei qualche dubbio.. io le ho anche provato diverse pure drive e aero pro drive e sono telai che definirei CONCRETI invece che facili.

Premetto che non sto pensando minimamente di passare a queste racchette però se volessimo essere più concreti ci converrebbe fare questo passaggio? Voglio dire anche i campioni lo fanno.. magari un fondo di verità in quello che dico c'è!  Neutral

Sp3CtR3
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 934
Data d'iscrizione : 08.05.12

Profilo giocatore
Località: Basta che c'è una rete..
Livello: più infimo di quello di king!
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da nw-t il Mer 26 Mar 2014 - 12:27

@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da steno68 il Mer 26 Mar 2014 - 12:33

@nw-t ha scritto:
@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...
E le donne? 

Ma comunque i pro non si fermano ai primi 30 e aggiungi pure Jano e Tsonga che hanno appena dipinto di rosso la loro APD...
E ti dirò di più, i primi 30 (ma anche dopo) scelgono la racchetta in base ai contratti con gli sponsor. Tra quelli che scelgono da soli ci sono camionate di PD, APD in mano e ... ASICS ai piedi  Smile

steno68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 359
Età : 48
Località : Friuli
Data d'iscrizione : 22.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Babolat Pure Drive Plus 2015, Head Prestige XT S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da nw-t il Mer 26 Mar 2014 - 12:37

@steno68 ha scritto:
@nw-t ha scritto:
@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...
E le donne? 

Ma comunque i pro non si fermano ai primi 30 e aggiungi pure Jano e Tsonga che hanno appena dipinto di rosso la loro APD...
E ti dirò di più, i primi 30 (ma anche dopo) scelgono la racchetta in base ai contratti con gli sponsor. Tra quelli che scelgono da soli ci sono camionate di PD, APD in mano e ... ASICS ai piedi  Smile
Steno...x favore...Janowicz e Tsonga non giocano con le APD...Janowicz gioca da sempre con la AeroStorm e Tsonga ha una Strike...son racchette COMPLETAMENTE diverse dalle APD e PD

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da chiaralt il Mer 26 Mar 2014 - 12:46

@nw-t ha scritto:
@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...

Anche io stavo facendo un ripasso mentale, e a parte Nadal non mi veniva in mente nessun altro.
Tra le donne, mi viene in mente Radwanska, e Li

Poi aggiungerei anche che qua sul forum ho letto piu' volte che le Babolat dei pro sono molto diverse dalle retail. gente che le ha usate ha dichiarato che no sembrava nemmeno di giocare con una Babolat

Per me è una questione di sponsor la diffusione di certi marchi, fino ad un paio di anni fa al mio circolo meastri e agonisti giovani usavano babolat che chiaramente veniva consigliata ai principianti, poi devono aver cambiato sponsor e dall'anno scorso sono cambiate le palline e maestri e agonisti hanno cambiato racchetta

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 890
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da steno68 il Mer 26 Mar 2014 - 12:52

@chiaralt ha scritto:
@nw-t ha scritto:
@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...

Anche io stavo facendo un ripasso mentale, e a parte Nadal non mi veniva in mente nessun altro.
Tra le donne, mi viene in mente Radwanska, e Li

Poi aggiungerei anche che qua sul forum ho letto piu' volte che le Babolat dei pro sono molto diverse dalle retail. gente che le ha usate ha dichiarato che no sembrava nemmeno di giocare con una Babolat

Per me è una questione di sponsor la diffusione di certi marchi, fino ad un paio di anni fa al mio circolo meastri e agonisti giovani usavano babolat che chiaramente veniva consigliata ai principianti, poi devono aver cambiato sponsor e dall'anno scorso sono cambiate le palline e maestri e agonisti hanno cambiato racchetta

Non voglio fare una crociata, manco ce l'ho sta racchetta...  Razz 

Comunque fra le donne: Li Na, Bouchard, Errani, Radwanska, Georges, Schiavone, Flipkens e ultimamente pure Wozniacki.
Puoi che non siano quelle retail ok, ma giocatori di più bassa classifica (diciamo oltre i 100?) spesso usano racchette normali preparate.

steno68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 359
Età : 48
Località : Friuli
Data d'iscrizione : 22.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Babolat Pure Drive Plus 2015, Head Prestige XT S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da drichichi@alice.it il Mer 26 Mar 2014 - 14:45

@nw-t ha scritto:
@steno68 ha scritto:Ok, ok, ma il fatto che PD e APD siano diffusissime (anche tra i professionisti) non può essere solo una moda...
Forse te non guardi bene le classifiche...ma nei primi 30 al mondo...della APD e la PD ce ne sono solo 2...APD Nadal...PD Fognini...
infatti!

1Novak Djokovic head
2Rafael Nadal babolat apd
3Andy Murray head
4David Ferrer prince
5Tomas Berdych head
6Juan Martin Del Potro wilson
7Roger Federer wilson
8Jo-Wilfried Tsonga babolat strike
9Richard Gasquet head
10Stanislas Wawrinka yonex

se contiamo i primi 20 babolat resta a 3 mentre head e wilson raddoppiano!!!

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5523
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da steno68 il Mer 26 Mar 2014 - 15:07

Scusate ma possibile che solo io le veda in giro?
Ecco qua, mi limito a PD e APD e ai nomi più famosi, cercate di far meglio  Very Happy 

Uomini:
Adrian Mannarino – Babolat AeroPro Drive (2013)
Albert Ramos Vinolas – Babolat Pure Drive Plus
Andy Roddick (ritirato) – Babolat Pure Drive Roddick Plus
Benoit Paire – Babolat AeroPro Drive (2013)
Brian Baker – Babolat AeroPro Drive (2013)
Edouard Roger Vasselin – Babolat Pure Drive Plus
Fabio Fognini – Babolat Pure Drive Plus
Fernando Verdasco – Babolat AeroPro Drive
Jack Sock – Babolat AeroPro Drive (2013)
Jesse Levine – Babolat Pure Drive GT Roddick
Julien Benneteau – Babolat Pure Drive Plus (2012)
Kenny De Schepper – Babolat AeroPro Drive (2013)
Marcelo Melo – Babolat AeroPro Drive GT
Marcin Matkowski – Babolat Pure Drvie
Michael Russell – Babolat Pure Drive
Nikolay Davydenko – Babolat AeroPro Drive
Rafael Nadal – Babolat Aero Pro Drive GT
Ruben Ramirez Hidalgo – Babolat Pure Drive Plus
Sam Querry – Babolat AeroPro Drive (2013)
Simone Bolelli - Babolat AeroPro Drive
Somdev Devvarman – Babolat Pure Drive
Stevie Johnson – Babolat AeroPro Drive (2013)
Viktor Troicki – Babolat AeroPro Drive Plus

Donne:
Aleksandra Wozniak – Babolat Pure Drive Plus
Anastasia Pavlyuchenkova – Babolat Pure Drive Lite
Angieszka Radwanska – Babolat Pure Drive Lite 2012
Caroline Wozniacki – Babolat AeroPro Drive 2013
Eugenie Bouchard - Babolat AeroPro Drive 2013
Fancesca Schiavone – Babolat AeroPro Drive 2013
Julia Goerges – Babolat Pure Drive 2012
Kristen Flipkens – Babolat Pure Drive 2012
Li Na – Babolat Pure Drive 2012
Sara Errani – Babolat Pure Drive Plus 2012
Vania King – Babolat AeroPro Drive Plus
Yanina Wickmayer – Babolat Pure Drive 2012


Ultima modifica di steno68 il Mer 26 Mar 2014 - 15:11, modificato 1 volta

steno68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 359
Età : 48
Località : Friuli
Data d'iscrizione : 22.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Babolat Pure Drive Plus 2015, Head Prestige XT S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Mer 26 Mar 2014 - 15:08

Lasciamo perdere il discorso pro...... e poi secondo me dobbiamo fare una grossa distinzione tra uomii e donne e non per discriminare i sessi ma per vedere la realtà com'è....senza identificare Babolat con APDe e PD perché ci sono altre racchette molto buone della Babolat che usano i pro come le Storm (ora Control) e le Aero Storm (veramente ottima racchetta) e ora la strike (che per altro mi sembra non stia riscuotendo tutto questo successo nemmeno tra i pro.

Per la precisione comunque tra i maschi :

1) Fognini gioca con una PD di seconda generazione totalmente customizzata
2) Nadal con una APD no cortex anche questa custom
3) Jano sembra passato alla control
4) Tsonga dopo aver usato per circa 2 anni la APD + (penso con cortex) customizzata secondo le sue specs (e Luca lo sa bene) ora gioca con la Strike 100 longbody totalmente customizzata

Però poi ci sono Verdasco e ora Davidenko che penso giochino con APD mentre Querry e ora Bolelli che giocano con Aerostorm customizzate ma con APD 2013 Pj....

Insomma un grande casino. Per le donne invece è diverso per le donne che credo usino modelli più simili alle retail seppur con le consuete personalizzazioni di modelli e customizzzazioni di specie

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Mer 26 Mar 2014 - 15:11

Comnque si tra veri e presunti sono una sbarrica !!!!!!

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da chiaralt il Mer 26 Mar 2014 - 15:56

@Paolo070 ha scritto:Lasciamo perdere il discorso pro...... e poi secondo me dobbiamo fare una grossa distinzione tra uomii e donne e non per discriminare i sessi ma per vedere la realtà com'è....senza identificare Babolat con APDe e PD perché ci sono altre racchette molto buone della Babolat che usano i pro come le Storm (ora Control) e le Aero Storm (veramente ottima racchetta) e ora la strike (che per altro mi sembra non stia riscuotendo tutto questo successo nemmeno tra i pro.

Per la precisione comunque tra i maschi :

1) Fognini gioca con una PD di seconda generazione totalmente customizzata
2) Nadal con una APD no cortex anche questa custom
3) Jano sembra passato alla control
4) Tsonga dopo aver usato per circa 2 anni la APD + (penso con cortex) customizzata secondo le sue specs (e Luca lo sa bene) ora gioca con la Strike 100 longbody totalmente customizzata

Però poi ci sono Verdasco e ora Davidenko che penso giochino con APD mentre Querry e ora Bolelli che giocano con Aerostorm customizzate ma con APD 2013 Pj....

Insomma un grande casino. Per le donne invece è diverso per le donne che credo usino modelli più simili alle retail seppur con le consuete personalizzazioni di modelli e customizzzazioni di specie

Mah anche per le donne secondo me vale lo stesso discorso. Io sapevo che Flavia Pennetta usa una Wilson H22 (letto qua sul forum) e dubito che Serena Williams giochi con una Blade 104 custom, pero' sicuramente qua c'è qualcuno che ci puo' togliere queste curiosita'.

Pero' in effetti il marchio Babolat è diffuso e soprattutto le racchette simil profilate sono diffuse

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 890
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da albs77 il Mer 26 Mar 2014 - 16:56

La domanda da porsi è: perchè comprare una racchetta che non ha sensibilità, che richiede corde ipertese altrimenti buchi teloni, che anche con le suddette corde ha un controllo pessimo e che l'unica cosa che sa far bene è tirare forte?
Da quando in qua si vince a tennis tirando comodini a casaccio?

Punto, fine. Non credo serva aggiungere altro.

Se vi trovate bene con la PD, è semplicemente perchè avete cercato poco, oppure siete un seconda categoria e avete un controllo tale da poter giocare anche con un mestolo di legno, e volevate il non plus ultra della potenza.



albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Mer 26 Mar 2014 - 16:58

Si certo per quanto riguarda Wilson sono tutti telaio prostock come le H19, H22, e penso anche H25 che dovrebbe essere la profilata......la Williams penso che giochi proprio con una Blade 104 Custom ma a detto di Mario Eiffel con un custom così spinto (manico peso ballance) che costerebbe due volte il telaio...ma Babolat ha almeno sulla carta una politica diversa ovvero da la possibilità di decidere ai Pro quale telaio usare anche scegliendo tra vecchi modelli retail (magari usando anche materiali più nobili ???) e di personalizzare altre cose come ad es il manico...

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Mer 26 Mar 2014 - 17:03

@albs77 ha scritto:La domanda da porsi è: perchè comprare una racchetta che non ha sensibilità, che richiede corde ipertese altrimenti buchi teloni, che anche con le suddette corde ha un controllo pessimo e che l'unica cosa che sa far bene è tirare forte?
Da quando in qua si vince a tennis tirando comodini a casaccio?

Punto, fine. Non credo serva aggiungere altro.

Se vi trovate bene con la PD, è semplicemente perchè avete cercato poco, oppure siete un seconda categoria e avete un controllo tale da poter giocare anche con un mestolo di legno, e volevate il non plus ultra della potenza.


Ma non è mica vero che le profilate sono così sprecise come dici........il motivo è che a parità di condizione fisica e di tecnica si fa meno fatica a mantenere un certo ritmo di gioco per un periodo più lungo e che a parità di condizioni danno più peso di palla e spin, aiutano nei recuperi etc......bisogna in sostanza imparare a far lavorare il telaio senza andare fuorigiri cosa che per chi è abitato alle racchette tradizionali o alle players racquest con cui devi spingere molto di più non è affatto automatica. Se poi questo porti benefici o meno al proprio tennis è estremamente soggettivo......

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Mer 26 Mar 2014 - 17:11

Poi comunque sul mercato ci sono molte altre profilate simili e con caratterstiche diverse e anche migliori per quanto riguarda controllo stabilità e confort......come le Yonex AI e Xi 100, le T-flash ATP di Tecnifibre e le Head Extreme e isntinct graphene (ottimi per colpi piatti e approccio più tradizionale) ad esempio.......poi vie di mezzo come la Aì 98, le nuove radical, telai semiprofilati che dovrebbero coniugare il meglio dei due mondi. Poi ancora lo stesso risultato di avere più potenza e spin senza sacrificare troppo controllo e confort lo si può ottenere con i pattern più aperti come fa Wilson con lo spin effect anche su racchette tradizionali e Prince con le ESP.....Sono tutti accorgimenti che vanno incontro all'esigenza di avere più facilità di gioco rispetto al classico telaio tradizionale senza perderne il feeling ma di aumentare potenza e controllo intrinseca per andare incontro al giocatore amatoriale sia esso un giocatore di club o un seconda catergoria (mediobassa)...

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Mario92 il Gio 27 Mar 2014 - 9:15

@albs77 ha scritto:La domanda da porsi è: perchè comprare una racchetta che non ha sensibilità, che richiede corde ipertese altrimenti buchi teloni, che anche con le suddette corde ha un controllo pessimo e che l'unica cosa che sa far bene è tirare forte?
Da quando in qua si vince a tennis tirando comodini a casaccio?

Punto, fine. Non credo serva aggiungere altro.

Se vi trovate bene con la PD, è semplicemente perchè avete cercato poco, oppure siete un seconda categoria e avete un controllo tale da poter giocare anche con un mestolo di legno, e volevate il non plus ultra della potenza.


Quotone!!! A parte quel suono orrendo che fanno, poi io non ho notato tutta sta differenza di pesantezza nei miei colpi comparando una profilata alla mia attuale racchetta.. Non c'è mica bisogno di una babolat per tirare forte..

Mario92
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 149
Età : 24
Data d'iscrizione : 29.01.14

Profilo giocatore
Località: Napoli (provincia)
Livello: Si migliora :)
Racchetta: Donnay x-dual gold 94/99

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Gio 27 Mar 2014 - 9:45

Come ho detto è estremamente soggettivo. Io ho una splendida coppia di T-figth 315 LTD 16x19. Chi conosce questa racchetta è stata definita Prostock retail. Sono customizzate con 2+2 gr ore 3 & 9. Ci ho giocato di fisso per qusi otto mesi.....sono delle gran racchette. Ci tiro forte e preciso ma deve essere tutto al top, gambe (spinta), velocità di braccio, corpo rilassato coordinazione psicomotoria. Quando sono allenato e in forma non c'è problema. Ma quando mi stanco calo e mi irrigidisco le prerstazioni decadono vertiginosamete e le palle diventano mozzarelle e se non comando lo scambio e vado in affanno faccio una gran fatica a passare dalla fase difensiva a quella offensiva.....ecco un altro punto a favore delle profilate....come dice Chris di TW "I can turn defense into offense in one shot"........

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Mario92 il Gio 27 Mar 2014 - 10:02

@Paolo070 ha scritto:Come ho detto è estremamente soggettivo. Io ho una splendida coppia di T-figth 315 LTD 16x19. Chi conosce questa racchetta è stata definita Prostock retail. Sono customizzate con 2+2 gr ore 3 & 9. Ci ho giocato di fisso per qusi otto mesi.....sono delle gran racchette. Ci tiro forte e preciso ma deve essere tutto al top, gambe (spinta), velocità di braccio, corpo rilassato coordinazione psicomotoria. Quando sono allenato e in forma non c'è problema. Ma quando mi stanco calo e mi irrigidisco le prerstazioni decadono vertiginosamete e le palle diventano mozzarelle e se non comando lo scambio e vado in affanno faccio una gran fatica a passare dalla fase difensiva a quella offensiva.....ecco un altro punto a favore delle profilate....come dice Chris di TW "I can turn defense into offense in one shot"........
Certo io parlavo di confronto a parità di condizione fisica e mentale.. però credo che nel tuo caso si passi troppo da un estremo all'altro ahaha le t-fight da quel che ho sentito hanno bisogno di un bel po di custom per risultare incisive.. quindi mi sembra ovvio che nel momento in cui tu non spinga piu a dovere la palla rimanga corta.. cmq si tratta di sensazione soggettive, com'è giusto che sia.. per quanto mi riguarda, la donnay mi da sensazioni uniche  cheers  

Mario92
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 149
Età : 24
Data d'iscrizione : 29.01.14

Profilo giocatore
Località: Napoli (provincia)
Livello: Si migliora :)
Racchetta: Donnay x-dual gold 94/99

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da drichichi@alice.it il Gio 27 Mar 2014 - 10:11

@Mario92 ha scritto:
@albs77 ha scritto:La domanda da porsi è: perchè comprare una racchetta che non ha sensibilità, che richiede corde ipertese altrimenti buchi teloni, che anche con le suddette corde ha un controllo pessimo e che l'unica cosa che sa far bene è tirare forte?
Da quando in qua si vince a tennis tirando comodini a casaccio?

Punto, fine. Non credo serva aggiungere altro.

Se vi trovate bene con la PD, è semplicemente perchè avete cercato poco, oppure siete un seconda categoria e avete un controllo tale da poter giocare anche con un mestolo di legno, e volevate il non plus ultra della potenza.


Quotone!!! A parte quel suono orrendo che fanno, poi io non ho notato tutta sta differenza di pesantezza nei miei colpi comparando una profilata alla mia attuale racchetta.. Non c'è mica bisogno di una babolat per tirare forte..
beh Donnay e Donnay!! non dimentichiamolo! e poi molti marchi sponsorizzano a suon di soldoni altri non scendono a compromessi, io preferisco Pro kennex, prince , donnay, dunlop, tecnifibre o yonex a telai come babolat e head troppo rigidi e poco protetti che fanno saltare articolazioni...

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5523
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da chiaralt il Gio 27 Mar 2014 - 10:17

Io l'ho avuta e non mi è piaciuta per niente, pero' vedo chè è una racchetta che divide.....c'è chi la ama e chi la odia

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 890
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Gio 27 Mar 2014 - 10:19

Si hai ragione io ti sto parlando di due casi estremi. Ci sono molte vie di mezzo e infatti mi sto guardando intorno. Ho una APD 2013 diciamo in "prova" perché me la sono comprata sul mercatino per provarla per bene. Bada bene è una profilata da controllo, chi conosce bene questa ultima versione sa di cosa sto parlando. E ti assicuro è una gran raccheta ! Con tutti i pro e i contro. Ha un impatto pieno non vibra e non fa rumori strani......unici downsizes, è rigida come tutte le profilate e non ha un gran tocco. Ma controllo e anche precisione sono buoni. Tutto il resto ottimo !

Per le t-figth....ni. Cioè secondo me per avere il max delle prestazioni devi portarle da 315 a circa 330 gr. Bil e SW sono a discrezione di chi se le customizza.....ma già retail o con custom minimo e con le corde giuste (io ho su le Klip rosse che regalano una gran pesantezza di palla) sono ben giocabili. Se ti devo dire la verità il mio problema non è di rimanere corto perché non faccio fatica a trovare profondità ma se non metti bene il peso del corpo sulla palla la racca con quel profilo e quella morbidezza non restituisce abbastanza energia alla palla per farla camminare a dovere....

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Gio 27 Mar 2014 - 10:24

@ chiaralt : hai avuto cosa ? La T-figth 315 LTD ?

@ Doc      : son d'accordo con te con i marchi da te scelti ma guarda che di head rigide ce ne sono poche !

                 giusto le profilate (extreme e Instinct) e ora la Rad Pro Graphene.........per il resto tutte rigidità mediobasse

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Gio 27 Mar 2014 - 10:25

Ad esempio una racca che ho trovato ottima è la Pure Drive Fo modello 2013 !

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Paolo070 il Gio 27 Mar 2014 - 10:34

@Paolo070 ha scritto:Si hai ragione io ti sto parlando di due casi estremi. Ci sono molte vie di mezzo e infatti mi sto guardando intorno. Ho una APD 2013 diciamo in "prova" perché me la sono comprata sul mercatino per provarla per bene. Bada bene è una profilata da controllo, chi conosce bene questa ultima versione sa di cosa sto parlando. E ti assicuro è una gran raccheta ! Con tutti i pro e i contro. Ha un impatto pieno non vibra e non fa rumori strani......unici downsizes, è rigida come tutte le profilate e non ha un gran tocco. Ma controllo e anche precisione sono buoni. Tutto il resto ottimo !

Per le t-figth....ni. Cioè secondo me per avere il max delle prestazioni devi portarle da 315 a circa 330 gr. Bil e SW sono a discrezione di chi se le customizza.....ma già retail o con custom minimo e con le corde giuste (io ho su le Klip rosse che regalano una gran pesantezza di palla) sono ben giocabili. Se ti devo dire la verità il mio problema non è di rimanere corto perché non faccio fatica a trovare profondità ma se non metti bene il peso del corpo sulla palla la racca con quel profilo e quella morbidezza non restituisce abbastanza energia alla palla per farla camminare a dovere....


Scusate l'autoquote. Ciòe mi spiego meglio: La T-figth richiede uno swing quasi perfetto per rendere al meglio, non a caso è una simil-prostock......io dico sempre che è come avere un coach sempre con te.....ti dice sempre come stai colpendo. Se colpisci bene parono sassate. Se male... amen.

Però e questo mi riaggancia al Doc.....sempre nel max rispetto delle articolazioni. Quando gioco con la profilata ho sempre la sensazione che le mie articolazioni siano state sollecitate (si sono fragili). Se gioco con la T-figth, che pesa 20 gr di più minimo, non ho mai avuto un dolore al braccio, nessun indolenzimento o stanchezza articolare. Solo al limite muscolare. Ma mi sento molto più stanco fisicamente perché si deve spingere molto di più con tutto il corpo !

Paolo070
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2828
Età : 46
Località : Carrara
Data d'iscrizione : 10.08.12

Profilo giocatore
Località: Mud City by nigth
Livello: condizionate dalla pubalgia...
Racchetta: 2 x Ai100 ; 2 x APD 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da chiaralt il Gio 27 Mar 2014 - 10:42

@Paolo070 ha scritto:@ chiaralt : hai avuto cosa ? La T-figth 315 LTD ?

@ Doc      : son d'accordo con te con i marchi da te scelti ma guarda che di head rigide ce ne sono poche !

                 giusto le profilate (extreme e Instinct) e ora la Rad Pro Graphene.........per il resto tutte rigidità mediobasse

Ho avuto la pure drive.

chiaralt
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 890
Età : 39
Località : treviglio
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località: treviglio
Livello: Fit 4.5
Racchetta: 2 Head Instinct Graphene MP, Head radical Classic MP + Babolat Pure drive (in pensione) + Prince Cts Precision 110 (la vecchia gloria, ma non è ancora detto...)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da Mario92 il Gio 27 Mar 2014 - 13:16

Ho sempre ritenuto la t-fight una gran racchetta, purtroppo inerzia e peso son troppo bassi, rapportati al flex, e quindi è dura spingere tenendola così com'è..d'accordissimo con quanto da te espresso sullo swing ecc.. e d'accordissimo sui marchi.. non a caso io ho cominciato con una prince, e mio padre cominciò con una prince.. Tornando alla questione profilate.. io la mia Donnay l'ho customizzata, e posso assicurarti che non ho alcun problema di profondità, pesantezza palla, maneggevolezza, anzi a volte devo star bene attento a coprire la palla per non andar lungo. Quindi non potrei mai avvertire l'esigenza di passare ad una profilata quando dal mio telaio ho tutto ciò che voglio, con la differenza che senti la palla in maniera eccezionale e sono di una qualità assolutamente superiore  cheers poi che la giallona sia una buona racchetta, non lo metto in dubbio  Very Happy  Very Happy  se non fossero scelte soggettive avremmo tutti lo stesso attrezzo

Mario92
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 149
Età : 24
Data d'iscrizione : 29.01.14

Profilo giocatore
Località: Napoli (provincia)
Livello: Si migliora :)
Racchetta: Donnay x-dual gold 94/99

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il giro di vite alla Pure Drive..

Messaggio Da maxfabo il Gio 27 Mar 2014 - 19:23

Io ho sempre avuto tutti i modelli d pure drive dalla team All ultima..direi che la migliore é senza dubbio la penultima..l azzurra...fantastica..mentre ultimo modello la nera non mi piace x nulla...sembra vuota...non ho mai avvertito nessun tipo d dolore...usando anche corde rigide come le alu power..
Bisogna trovar il giusto compromesso tra controllo e Potenza ...e quando Lo si trova per me é una gran racchetta ..non c sono storie..
Ho avuto anche la aero pro drive gt ultimo modello.devo dire che si sente la racchetta ...il problema che secondo me non spinge abbastanza e non Arrota...e si sente sul braccio...troppo rigida x me...infatti é anche in vendita...
Viva la pure drive gt.....azzurra

maxfabo
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 750
Località : Bergamo
Data d'iscrizione : 21.02.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.3 FIT
Racchetta: apd gt 2013

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum