Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da DrDivago il Mar 21 Gen 2014 - 19:41

Promemoria primo messaggio :

D'accordo con Agam, l'autore del bel libro "Lo zen e l'arte di giocare a tennis", apro questo thread. Buona conversazione!

@agambernardini ha scritto:ciao a tutti, una domanda per provocare una bella discussione. Diciamo la verità, a parte che con lo Zen giochiamo  soprattutto per divertirci, a tutti piace anche vincere, tirare bei colpi e giocare bene.

La domanda da un milione di dollari è: Cosa ci fa giocare bene, tirare bei colpi e quindi di conseguenza vincere?

In attesa delle vostre risposte un saluto pieno di simpatia a tutti, ciao e a presto, Agam

DrDivago
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6416
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.it/

Tornare in alto Andare in basso


Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da agambernardini il Mar 25 Mar 2014 - 21:10

ciao rispondo alla domanda sul doppio. Spesso bisogna guardare cosa fa il nostro compagno di gioco anche per capire che tipo di colpo farà ed essere più pronti soprattutto a rete, ma in generale seguire la pallina e automaticamente cercare di includere sia gli avversari che tutto il campo nella nostra visione. Questo accade quando la nostra attenzione è totale, guardiamo la palla ma siamo anche consapevoli di tutto quello che accade intorno a noi e niente ci disturba.......facile facile, ma ci potete arrivare tutti esercitando l'attenzione.

Oggi ho giocato con un socio del mio club con cui non avevo mai giocato e so che gioca bene e tutti mi dicevano, stai attento è molto difficile giocarci contro. In palleggio non ho notato nessun punto debole, sbagliava poco o niente e non capivo se aveva meglio il dritto o il rovescio. Allora mi sono detto, quale migliore occasione per mettere tutta la mia attenzione sulla palla, guardarla fino a che tocca le corde e vedere cosa succede: ho giocato una partita quasi perfetta e ho vinto 6-1 3-1 senza nessuna fatica e nessuna tensione. Viva l'attenzione e lo Zen, ciao a tutti, Agam

agambernardini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 05.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da tictac il Mar 25 Mar 2014 - 22:04

Penso che questa possa essere la risposta ad un mio problema....
Quando gioco mi deconcentro con facilità...quindi mi innervosisco...quindi peggioro....
Durante l'ultimo torneo sociale, perdevo 60, poi ho iniziato a fissare un punto della rete, a ripetermi che mi mancavano solo 4 punti, poi solo 3, poi ricominciavo (cioè senza portare il punteggio della partita ma solo dei punti che mi servivano per il game!)....e alla fine ho recuperato e vinto al 3!
Dite che leggere questo libro mi possa aiutare?? Dove si compra??

Se avete altri consigli ditemi pure.....avevo pensato di andare anche dallo psicologo direttamente Smile))

tictac
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 74
Età : 28
Località : profondo sud
Data d'iscrizione : 19.05.13

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da agambernardini il Gio 27 Mar 2014 - 8:07

rispondo a tictac. Bravo che hai trovato un modo per riportare la tua attenzione sul giocare un punto alla volta. Non credo ci sia bisogno di andare dallo psicologo. I problemi che hai in partita sono del tutto normali e puoi risolverli con gli esercizi che propongo nel libro. Certo il lavoro sul campo aiuta moltissimo anche dopo aver letto il libro, perché ti fa toccare con mano come sia sempre la mente a interferire con la nostra naturale capacità di giocare a tennis e a farci sbagliare. Questo è il lavoro che faccio fare sul campo: vedere che la mente ci fa sbagliare e imparare a non darle retta e rimanere centrati sugli esercizi e sulla palla. I risultati sono davvero incredibili e quando i miei allievi riescono a stare in quello che chiamo "lo spazio" in inglese "in the zone", giocano in maniera praticamente perfetta. Ti faccio gli auguri di trovare anche te questo spazio e dare il meglio di te in partita e divertirti sempre di più giocando a tennis. Mi fa piacere se mi fai sapere come andranno le cose in futuro. Ciao a tutti Agam

agambernardini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 05.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da agambernardini il Mer 2 Apr 2014 - 19:55

ciao ragazzi, ci siamo un po' addormentati. Nessuno ha più domande da fare? Siete diventate tutti fortissimi? A parte gli scherzi vorrei lanciare una nuova idea per un dibattito. Come vi trovate e cosa fate con le palle difficili e quelle facili, soprattutto quelle da attaccare. Ieri giocando il mio avversario mi ha detto che lo ho sorpreso molto come passavo dalla fase difensiva a quella offensiva molto velocemente e soprattutto per come gestivo le palle lente e a metà campo che fanno impazzire tanti giocatori. Un saluto a tutti, Agam

agambernardini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 05.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da alby69 il Gio 10 Apr 2014 - 11:33

Un saluto a tutti e in particolare ad Agam.
Non ho letto il libro ma mi propongo di farlo a breve; mi piacerebbe avere la versione per kindle è disponibile?
Volevo porre una domanda.
Mi capita spesso di "accendermi" nella partita, solo al secondo set; il primo lo perdo facile.
Non avverto timore, quanto un'assenza mentale sul campo; non sono presente.
Poi dopo una mezzoretta mi sveglio ed inizio ad avere un rendimento molto buono.
In effetti anche gli amici/avversari lo notano e rimangono stupiti come il mio livello tecnico muti radicalmente.
Ho ripreso a giocare dopo 25 anni di stop (ne ho 45) e dopo aver risolto i problemi tecnici, leggi racchetta e scarpe, e preso qualche lezione per rientrare in palla, ora mi pongo delle questioni più mentali.
Sto finendo di leggere Winning Ugly di Brad Gilbert in inglese perchè per kindle in italiano non c'è; mi è piaciuto molto, ma è chiaro che trascura tutto l'aspetto mentale che invece mi interessa molto.
Nel forum ho letto del rapporto 70% mente, 30% tecnica, sono assolutamente daccordo.

alby69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 12
Località : Galatina (LE)
Data d'iscrizione : 10.02.14

Profilo giocatore
Località: Galatina (LE)
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson Blade 98 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da alby69 il Gio 10 Apr 2014 - 11:54

Scusate, onde evitare fraintendimenti.
Mi sono espresso male sul fatto che il libro di Gilbert trascuri l'aspetto mentale; anzi ne fa il punto centrale di tutto il libro infatti consigli tecnici ve ne sono pochi.
Intendevo dire che imposta molto il discorso sull'avversario e poco sull'aspetto zen di estraniarsi per eliminare pensieri negativi.

Grazie degli eventuali consigli e suggerimenti.

Buon tennis a tutti

alby69
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 12
Località : Galatina (LE)
Data d'iscrizione : 10.02.14

Profilo giocatore
Località: Galatina (LE)
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson Blade 98 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Marcotop65 il Gio 10 Apr 2014 - 14:05

@agambernardini ha scritto:ciao ragazzi, ci siamo un po' addormentati. Nessuno ha più domande da fare? Siete diventate tutti fortissimi? A parte gli scherzi vorrei lanciare una nuova idea per un dibattito. Come vi trovate e cosa fate con le palle difficili e quelle facili, soprattutto quelle da attaccare. Ieri giocando il mio avversario mi ha detto che lo ho sorpreso molto come passavo dalla fase difensiva a quella offensiva molto velocemente e soprattutto per come gestivo le palle lente e a metà campo che fanno impazzire tanti giocatori. Un saluto a tutti, Agam

Molto semplice, o le tiro a rete, o almeno mezzo metro oltre la riga di fondo.... Very Happy 


Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Marcotop65 il Gio 10 Apr 2014 - 14:10

Invece volevo chiedere , seriamente, ad Agam :
Per me il momento peggiore della settimana riguardo il tennis giocato e' il venerdi' pomeriggio ( ovviamente lavorativo ), perche' al tempo stesso non riesco a concentrarmi e mi viene da tirare la palla il piu' forte possibile !
Non c' e' verso , mi devo sfogare.
Se ho la pazienza di resistere , poi dopo circa 30-40 minuti mi calmo un po' e inizio a ragionare sullo scambio.
Posto che il lavoro non lo posso cambiare e lo stress me lo devo tenere, come fare ?

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da chiros il Gio 10 Apr 2014 - 15:37

adesso che lo so, domani ti mando tutti campanili arrotati! Smile

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da KevinKline il Gio 10 Apr 2014 - 16:36

Ho appena finito il libro, che ho trovato molto interessante.
Non vedo l'ora di mettere in pratica gli insegnamenti di agam, ma devo attendere ancora un pò, perchè devo ancora riprendermi del tutto dall'infortunio alla spalla....Poi magari riscriverò le mie sensazioni di gioco, applicando gli esercizi suggeriti.

KevinKline
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 583
Età : 46
Data d'iscrizione : 26.03.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4a scarso, sempre Infortunato
Racchetta: In cerca di quella perfetta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Marcotop65 il Gio 10 Apr 2014 - 20:52

@chiros ha scritto:adesso che lo so, domani ti mando tutti campanili arrotati! Smile

L'altra volta , con Mario966 , ho attentato alla vita della fauna sugli alberi... Very Happy 

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da agambernardini il Lun 14 Apr 2014 - 11:53

rispondo a Marcotop65 e a Alby69. Il problema è molto simile. E' chiaro che quando andiamo a giocare a tennis ci portiamo dietro tutto lo stress del lavoro e della giornata e per questo il primo set lo giochiamo male.
Quello che si può e direi si deve fare è allentare la tensione prima di entrare in campo. Una tecnica molto utile è, se andate in macchia mettere la musica a tutto volume scatenarvi urlando, cantando a squarciagola ecc. Se non andate in macchina cercate di arrivare un po' prima e se c'è un muro prendete a pallate il muro o correte, saltate, insomma permettete al corpo di scaricare la tensione prima di entrare in campo, non state fermi e compassati.
Invece non ho capito a cosa si riferisce chiros con i pallonetti arrotati.
Sono d'accordo che il libro di Gilbert è tutto focalizzato sull'avversario e non da consigli o esercizi su come stare noi centrati e rilassati.
Attendo i commenti di chi deve ancora leggere il libro e mettere in pratica gli esercizi di attenzione.
Buon divertimento a tutti e guardiamo sempre la palla e non dove la vogliamo mandare. Ciao a presto, Agam

agambernardini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 05.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da tictac il Mar 15 Apr 2014 - 21:02

Libro ordinato....arriva giovedì!!

tictac
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 74
Età : 28
Località : profondo sud
Data d'iscrizione : 19.05.13

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Turbolz il Gio 17 Apr 2014 - 11:58

Ciao Agam.Sto leggendo il libro.Devo dire che riesco abbastanza (coi miei limiti) ad applicarlo con gli amici nelle partitelle.Infatti ho subito migliorato il mio gioco.Una cosa non ho ancora trovato nel libro (magari e' alla fine), qualche esercizio psicologico da applicare durante il servizio per continuare ad escludere la mente Smile

Ciao

Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da nanobabbo8672 il Gio 17 Apr 2014 - 12:27

io nel servizio seguo il consiglio del mio maestro, faccio 4 (quanti ne vuoi, 4 è un numero medio) palleggi con la pallina prima di servire e li conto, 1... 2... 3... 4... così la mia mente è impegnata a contare invece che a pensare "e se sbaglio?"
inoltre prendi un tuo ritmo e ti crei una routine sempre uguale!!!
sia per la prima che per la seconda...
cosa ne dici agam, ti piace?

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Turbolz il Gio 17 Apr 2014 - 12:36

Molto ZEN mi piace...pensavo anche a visualizzazioni sulla pallina o cose simili Wink

Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Turbolz il Gio 17 Apr 2014 - 16:14

Una volta un mio maestro voleva che, mentre servivo, contassi mentalmente "uno" (lancio, caricamento e sosta col braccio del lancio teso) e quindi "due" (espirazione slancio con le gambe e impatto)...era allora piu' x la coordinazione, ma secondo me si puo' applicare anche x rimanere centrati

Turbolz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1691
Località : Verona-Cremona
Data d'iscrizione : 27.07.10

Profilo giocatore
Località: Verona-Cremona
Livello: 4.3 Fit (infortunato
Racchetta: ZUS 100 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da agambernardini il Gio 17 Apr 2014 - 20:37

Sono tutte ottime idee, basta scegliere quella più adatta per ognuno di noi. Io faccio campo - su anche per la battuta. Dico campo quando lancio la palla e su quando la colpisco. Un'altra cosa che mi aiuta molto è pensare: lanciala alta e guarda la palla fino all'impatto con la racchetta. Fra poco non avrete più bisogno dei miei consigli perché vedo che state imparando davvero bene e questo sarebbe davvero un vero successo per me.
Divertitevi sempre di più e entrate in campo per fare l'esercizio di attenzione che avete scelto e i punti cresceranno da soli. Ciao e a presto, Agam

agambernardini
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 05.04.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da gio2012 il Gio 17 Apr 2014 - 21:55

Ciao,
grazie del tempo che dedichi a questo thread. Non ho letto il libro, sul tennis giocato ho letto The inner game of tennis, winning ugly, open e you cannot be serious, gli altri erano sulla tecnica costruttiva, la fisica, etc... mi pare che il tuo libro possa avere delle similitudini con the inner game of tennis... lo hai per caso letto? 
sul servizio invece mi sono convinto che "l'azzeramento" dei pensieri mi aiuta, meglio pensare ad una immagine estremamente tranquilla(es. un isolato lago alpino) e poi visualizzare ripetendo a mente i punti che sono chiave per me (ginocchio sx , braccio sx, impugnatura,  rotazione) a me pare mi aiuti tantissimo, la parte che mi lascia perplesso è che spesso non ho voglia di fare questa procedura, sembro colto dal raptus del servizio fatto prima possibile... mah!

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da smorzatore95 il Dom 27 Apr 2014 - 20:42

Se stai fisicamente bene,stai in palla come si dice e la testa è dalla tua

smorzatore95
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 486
Età : 21
Località : Roma
Data d'iscrizione : 21.04.14

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: tra un 3.0 e un 3.5
Racchetta: Wilson Blade98 2013 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da Tibia il Dom 27 Apr 2014 - 21:12

Trovo molto utile "contare" i colpi, sia i miei sia quelli dell'avversario, in allenamento come in partita, perchè:

1) aiuta a mantenere alta l'attenzione ( non si perde il filo...)
2) aiuta a respirare regolarmente ( nella frenesia dello scambio si ha la tendenza a giocare "in apnea" )affraid 
3) allenta la tensione e favorisce la decontrazione muscolare
4) dà ritmo
5) concentra l'energia al momento giusto

Volevo sapere se qualcuno ha provato e come si trova.

T

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da braided il Dom 27 Apr 2014 - 21:39

il libro è semplicemente splendido
però va ripassato spesso, nel senso che va letto, lasciato, riletto, lasciato e riletto
l'esercizio più semplice, campo - su (ma io uso 1 - 2), è semplicemente fantastico per i bambini
si sprecano ore e ore per insegnare agli under 10 come colpire la palla, avanti al corpo ecc ecc
ebbene, provate con l'1-2, passato il primo momento di assestamento, troveranno da soli il ritmo giusto e, così, il punto ideale di impatto
altre esercizio splendido per i bambini è il rosso, giallo e verde
più difficile da applicare con i bambini più piccoli, ma quando lo assimilano vi stupirete nel vedere come in gara riescono, valutando preventivamente la difficoltà della palla, ad imbastire un colpo di risposta più appropriato

grazie Adam

braided
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1100
Data d'iscrizione : 16.02.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: da 4.2 in su FIT
Racchetta: yonex AI 100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 27 Apr 2014 - 22:01

@agambernardini ha scritto:ciao rispondo alla domanda sul doppio. Spesso bisogna guardare cosa fa il nostro compagno di gioco anche per capire che tipo di colpo farà ed essere più pronti soprattutto a rete, ma in generale seguire la pallina e automaticamente cercare di includere sia gli avversari che tutto il campo nella nostra visione. Questo accade quando la nostra attenzione è totale, guardiamo la palla ma siamo anche consapevoli di tutto quello che accade intorno a noi e niente ci disturba.......facile facile, ma ci potete arrivare tutti esercitando l'attenzione.

Oggi ho giocato con un socio del mio club con cui non avevo mai giocato e so che gioca bene e tutti mi dicevano, stai attento è molto difficile giocarci contro. In palleggio non ho notato nessun punto debole, sbagliava poco o niente e non capivo se aveva meglio il dritto o il rovescio. Allora mi sono detto, quale migliore occasione per mettere tutta la mia attenzione sulla palla, guardarla fino a che tocca le corde e vedere cosa succede: ho giocato una partita quasi perfetta e ho vinto 6-1 3-1 senza nessuna fatica e nessuna tensione. Viva l'attenzione e lo Zen, ciao a tutti, Agam
forse semplicemente perche' sei piu' forte di lui? uno puo' guardare la palla quanto vuole e vedere cosa succede  Suspect ,ma con uno piu' forte nn ci sarebbe niente da fare in ogni caso  Smile

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da nw-t il Dom 27 Apr 2014 - 23:13

@abracadabra78 ha scritto:
@agambernardini ha scritto:ciao rispondo alla domanda sul doppio. Spesso bisogna guardare cosa fa il nostro compagno di gioco anche per capire che tipo di colpo farà ed essere più pronti soprattutto a rete, ma in generale seguire la pallina e automaticamente cercare di includere sia gli avversari che tutto il campo nella nostra visione. Questo accade quando la nostra attenzione è totale, guardiamo la palla ma siamo anche consapevoli di tutto quello che accade intorno a noi e niente ci disturba.......facile facile, ma ci potete arrivare tutti esercitando l'attenzione.

Oggi ho giocato con un socio del mio club con cui non avevo mai giocato e so che gioca bene e tutti mi dicevano, stai attento è molto difficile giocarci contro. In palleggio non ho notato nessun punto debole, sbagliava poco o niente e non capivo se aveva meglio il dritto o il rovescio. Allora mi sono detto, quale migliore occasione per mettere tutta la mia attenzione sulla palla, guardarla fino a che tocca le corde e vedere cosa succede: ho giocato una partita quasi perfetta e ho vinto 6-1 3-1 senza nessuna fatica e nessuna tensione. Viva l'attenzione e lo Zen, ciao a tutti, Agam
forse semplicemente perche' sei piu' forte di lui? uno puo' guardare la palla quanto vuole e vedere cosa succede  Suspect ,ma con uno piu' forte nn ci sarebbe niente da fare in ogni caso  Smile
 Very Happy ma che zen  Rolling Eyes  basta giocare con uno più pollo di te.. Smile 

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15462
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da massimiliano.derespinis il Lun 28 Apr 2014 - 11:21

in tutti i casi 6-1 3-1 non hai vinto niente....le partite si vincono quando arbitro fischia...beh insomma la citazione per il buon Boskov da il senso di quello che volevo dire!

massimiliano.derespinis
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2631
Età : 46
Data d'iscrizione : 12.04.13

Profilo giocatore
Località: MASSA
Livello: 4.3
Racchetta: Yonex VCore SV100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennista domanda... lo zen risponde! [thread a cura di Agam Bernardini]

Messaggio Da nanobabbo8672 il Lun 28 Apr 2014 - 11:34

@massimiliano.derespinis ha scritto:in tutti i casi 6-1 3-1 non hai vinto niente....le partite si vincono quando arbitro fischia...beh insomma la citazione per il buon Boskov da il senso di quello che volevo dire!

apprezzando davvero la citazione a boskov da poco scomparso, ti faccio però notare che non si sta parlando di vittoria o sconfitta, ma di attenzione e consapevolezza!   

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum