Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Racchette Retail......LA VERITA'

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Ven 3 Gen 2014 - 15:26

Salve ragazzi, non credo che in tanti possano rispondere a questo mio quesito, ma ovviamente è gradito il parere di chiunque, anche solo per sentito dire.....
Ma secondo voi, sotto le (alcune, altre un po' meno) bellissime verniciature, specifiche  (flex, peso, balance, punto di flessione etc) a parte, quanto sono uguali o no le attuali racchette??
Ognuno pubblicizza un tipo di tecnologia e materiale, ma in realta', visto i costi abbastanza allineati, quanto sono diverse od uguali? Marca e qualita' della grafite, tecnologia e metodi di produzione, avanguardia degli stabilimenti e vari macchinari per la produzione.....insomma, esiste come per le macchine, ad esempio,  la Mercedes (chi ha detto Yonex/Bridgestone?? Laughing ) e la Dacia ( ho detto Babolat?!! Twisted Evil ) oppure (controllo delle specifiche a parte) sono tutte allineate e siamo noi a farci mille seghe mentali ed a decantare una o l'altra solo in base a quanto ci siamo trovati bene???

p.s. Eiffel hai per caso visitato qualche azienda? conosci qualche "dettaglio" a noi sconosciuto che possa permetterti di stilare una classifica??  bounce  bounce  Basketball

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da Pintia il Ven 3 Gen 2014 - 15:31

Buona sera.
Premetto che ne so men che nulla, ma proprio qui nel forum, non mi ricordo dove ma se non erro proprio Mario ne parlò, che nello stesso stabilimento in Cina producevano due dei più famosi marchi in commercio, se non erro Head ed un altro...e cmq il ragionamento tuo a parer mio fila eccome...di certo di pippe mentali ce ne si fa un pò troppe almeno a livello di materiali e qualità costruttiva, però penso che almeno per quanto riguarda i sistemi utilizzati dai vari marchi le differenze ci siano...tipo nell'assemblaggio delle varie stratificazione di carbonio o kevlar o di parmigiana di melanzane !!!
 

Pintia
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1159
Età : 36
Località : Napoli
Data d'iscrizione : 04.10.13

Profilo giocatore
Località: Napoli
Livello: Sensazionale...nel senso che vado a sensazioni ...
Racchetta: Yonex : v-core 97 T - e-zone xi 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da spalama il Ven 3 Gen 2014 - 17:10

Mah...la domanda è anche pertinente perchè è giusto che chi compra e spende soldi sul tennis almeno non venga preso in giro.

Io però formulo la domanda in una altro modo: se in giro non ci fosse un mercato parallelo di pro stock, quanto ci interesserebbe?

E faccio un altra domanda, da ex possessore di pro stock: avendo a disposizione tanti soldi per acquistare una pro stock o pro room, quanto pensate possa incidere sul nostro gioco ed al nostro livello giocare con una pro sotck piuttosto che con una retail?

Io per mia esperienza rispondo NIENTE a tutte e due le domande.

Alla secondo per onestà intellettuale devo rispondere meglio: POCHISSIMO in relazione a QUALITA'/PREZZO E PROGRESSI RAGGIUNTI.

Di superfiche Mercedes/yonex mal riuscite ce ne sono state molte e di superbistrattate Dacia/Babolat ben funzionanti altrettanto.

Alla fine un telaio ben sfruttato da un giocatore e/o appassionato che svolge una regolare attività agonistica e amatoriale ha una vita efficace di due anni, diciamo 12-18 incordature, e al di là della peggiore o migliore qualità, quasit utti i prodotti in commercio ci arrivano serenamente e qualcuno supera egregiamente anche questo traguardo.

Sicuramente tutti i prodotti in commercio durano molto di più della nostra voglia di giocare sempre con la stessa racchetta per un certo periodo di tempo.

A quel punto, avere in mano un "cesso" di racchetta o una racchetta "galattica" cambia davvero poco, anzi a quella "galattica" dovrai fare un funerale più doloroso.

Anzi lo svantaggio di una racchetta galattica è che non te la puoi prendere nemmeno con lei per i tuoi disastri in campo.

La tecnologia o pseudo-tale sbandierata dai fabbricanti di racchette va provata sul campo, e non in laboratorio o giudicata dalla fabbrica più o meno performante e tecnologica.

Ciò che disturba maggiormente è la mancanza di controllo di qualità a livello di specifiche di prodotto in uscita, peso, bilanciamento, inerzia etc... che nel campo retail è davvero un problema e lascia il cliente alle prese con smanettamenti vari soprattutto se si ha bisogno di una coppia di racchette uguali.

In questo alcune casi sono ben migliori delle altre, tra cui yonex e volkl su tutti, ma è anche vero che potresti avere per le mani due "cessi" ma identici.

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da KevinKline il Ven 3 Gen 2014 - 17:15

In questo alcune casi sono ben migliori delle altre, tra cui yonex e volkl su tutti, ma è anche vero che potresti avere per le mani due "cessi" ma identici.  Very Happy 

KevinKline
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 583
Età : 46
Data d'iscrizione : 26.03.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4a scarso, sempre Infortunato
Racchetta: In cerca di quella perfetta

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da alfredo scigliano il Ven 3 Gen 2014 - 18:07

Sono d'accordo con Spalama...alla fine si gioca sostanzialmente bene anche con le retail, a patto di prenderne confidenza principio valido per ogni attrezzo.
La cosa che infastidisce davvero è la mancanza di controllo qualità, o totale inefficienza a riguardo, visto come si trovano le racchette nei negozi, troppo spesso con tutti i valori "sballati" fuori specifica che costringono alla personalizzazione (almeno questa è la mia esperienza..).
Paghiamo troppo le racchette specie in relazione a queste deficienze!
Ma alla fine basta andare sul penultimo modello...e con 180/200 euro si riesce a fare una coppia... Very Happy 

Saluti

alfredo scigliano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1564
Età : 40
Località : Messina
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Messina
Livello: I.T.R. 4.0/FIT 4.1
Racchetta: Angell TC95-63 ra-16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 18:21

Ciao a tutti, si sono d'accordo con l' affermazione di Pintia parlando con autorevole maestro Fit lo stesso alla domanda posta sulla qualita costruttive dei nuovi telai, rispose ;
Costruiscono ormai tutte le racchette in Cina dove esistono 2 grandi stabilimenti produttìvi che le fabbricano per i più grandi marchi , successivamemte con pochi spiccioli si attaccano dei begli adesivi nei paesi di origine della casa et voila' il gioco e' fatto...
TUTTO IL RESTO E' MARKETING.....
Per quel che mi riguarda non so se vero o falso e sinceramente non mi interessa granche', posso capire la passione di molti, e anche le possibilità economiche che permettono di acquistare pt57 e varie che non conosco perché  mai provate.
Sempre per esempio per quel che mi riguarda ho reiniziato dopo uno stop di quasi 5 anni post divorzio e conseguente salasso a rigiocare a tennis,sport iniziato all'ta di 12 anni ( ne ho 47 ora ) sono un discreto 4 cat ma non eccelso mi diverto molto ancora a giocare tra impegni di lavoro e figlia.
Leggendo qua e la ho provato all' inizio a riprendere telai che usavo a 20 anni precisamente una bellissima Prestige Pro Microgel presa nuova udite udite a 50 euro in una rastrelliera di negozio sportivo abbandonata a se stessa.
Provata e riprovata ma mai utilizzata e capita a fondo perché telaio troppo agonistico per le mie capacita', questo capito dopo molto e molto tempo e soprattutto dopo innumerevoli sconfitte sul campo.
Azz pero' leggendo il forum tutti ne decantano le qualita' ,... mah a questo punto saro' , sono io il brocco.
Prese 2 extreme 300x100 ci ho giocato per altri 2 anni finche' il mio livello non e tornato a essere definito dal mio grande maestro e amico buono.
Solo a quel punto ho pensato seriamente di cambiare telaio perché avevo bisogno di precisione con un ovale piccolo, ma mi piacevano anche i 16x19 per facilita di spinta e rotazioni, e possibilmente non profilata ma max 21-21 mm di spessore.
Sono abbastanza maniaco vi garantisco ma non seriale come molti, e alla fine provati i piu grandi marchi le più blasonate racchette, quella che mi e piaciuta di più, che appena presa in mano mi ha dato confidenza, e che ho pagato pure il giusto e' stata Tecnifibre 295 gr. t-fight.
Mai avrei pensato di giocare con una racchetta a me e ai più sconosciuta ma garantisco che a livello qualita' e fatta molto e molto meglio di altri grandi e grandi marchi che si trovano appese in rastrelliera di negozi.
Ho fatto praticamente una degustazione alla cieca, applicando domopack sull' etichetta delle varie bottiglie di vino tra le quali volevo scegliere...e preso quella che gradiva al momento il mio palato/braccio senza pensare e nemmeno leggere caratteristiche ad esclusione del peso, flex, balance, punto di flessione e balle varie.... 
Non penso che una Pro-stock o una Pro-Room possano fare differenza per un 4 cat come me, che al massimo in un anno fara 3-4 tornei Fit e un sociale, penso invece che tra le varie racchette retail in commercio Head ad esempio possa vantare il 50% in meno di qualità costruttive e qualità dei materiali rispetto a 20 anni fa,e che ci siano marchi che invece costruendo anche magari in Cina spendano qualcosina in più per verniciarle e renderle gradevoli come materiali in prova ad utenti normali, quelli che comprano alla fine.
Ma che ci volete fare, il mondo e cambiato, ora si pensa al ciclo di vita del prodotto....e questo e diventato su tutto molto...troppo breve.
Approvo anche al 100 % il discorso di Spalama ragazzi, meno seghe mentali e più gambe braccio e cuore sulla palla.
Pintia la tua racchetta: basta che non sia cinese... mi sa tanto che ......sono tutte cinesi quelle appese nelle rastrelliere dei negozi ormai.

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 18:30

Alfredo Scigliano sono perfettamente d'accordo con te hai centrato il problema con la stessa mia risoluzione.  cheers  cheers  cheers 
A proposito del maniaco seriale che definivo cosi simpaticamente prima ( un ragazzo al mio circolo che gira con almeno 6-7 telai diversi in borsa, pure simpatico ma pippone ) ) l' ultima volta incontro con lui in campo che sfoggiava ed elogiava una bellissima pt57 semi nuova, che a dir suo gli fa giocare il miglior tennis della vita e addirittura si segna in un taccuino tutti gli incontri al circolo che fa,  si e' preso un bel doppio 6-2 in un ora scarsa.
il merito ovviamente e' dato esclusivamente alla mia coppia di racchette retail.

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da alfredo scigliano il Ven 3 Gen 2014 - 19:33

@gino's ha scritto:Alfredo Scigliano sono perfettamente d'accordo con te hai centrato il problema con la stessa mia risoluzione.  cheers  cheers  cheers 
A proposito del maniaco seriale che definivo cosi simpaticamente prima ( un ragazzo al mio circolo che gira con almeno 6-7 telai diversi in borsa, pure simpatico ma pippone ) ) l' ultima volta incontro con lui in campo che sfoggiava ed elogiava una bellissima pt57 semi nuova, che a dir suo gli fa giocare il miglior tennis della vita e addirittura si segna in un taccuino tutti gli incontri al circolo che fa,  si e' preso un bel doppio 6-2 in un ora scarsa.
il merito ovviamente e' dato esclusivamente alla mia coppia di racchette retail.
 Very Happy  Very Happy 
Grande Gino...

saluti

alfredo scigliano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1564
Età : 40
Località : Messina
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Messina
Livello: I.T.R. 4.0/FIT 4.1
Racchetta: Angell TC95-63 ra-16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da Kmore il Ven 3 Gen 2014 - 20:12

Bellissimi interventi..., non solo rispettabili, ma anche condivisibili.
@gino ... con me , sull'argomento, sfondi una porta aperta  Very Happy 

...nessun altro... forza dai  cheers

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da Marcotop65 il Ven 3 Gen 2014 - 20:29

Che dire...io ho piu' di venti telai....tutti rigorosamente retail !!!!  Very Happy Very Happy Very Happy 

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Ven 3 Gen 2014 - 20:38

Ragazzi....scusate, nonostante gli ottimi ed interessanti interventi, devo/vorrei farvi notare che siete un po' OT....in effetti L'OT è partito dopo l'intervento di Spalama che, ripeto, trovo interessante, ma anche "fuorviante"......il mio trhead era/è nato per confrontare le retail tra di loro e non con una pro stock o una pro room, ancor meno per capire quanto giochiamo meglio con una retail piuttosto che con una pro stock (oltretutto argomento trattato e stratrattato  Laughing )......scusate ....Smile  Wink

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da renatolib il Ven 3 Gen 2014 - 21:06

@DinoP ha scritto:Ragazzi....scusate, nonostante gli ottimi ed interessanti interventi, devo/vorrei farvi notare che siete un po' OT....in effetti L'OT è partito dopo l'intervento di Spalama che, ripeto, trovo interessante, ma anche "fuorviante"......il mio trhead era/è nato per confrontare le retail tra di loro e non con una pro stock o una pro room, ancor meno per capire quanto giochiamo meglio con una retail piuttosto che con una pro stock (oltretutto argomento trattato e stratrattato  Laughing )......scusate ....Smile  Wink
Per alcuni aspetti(statistiche di difformita') ha gia' risposto Mario nel mio post di 2 righe sotto su TWU.


Eiffel59 ha scritto:...la seconda che hai detto 
 Se un pezzo su tre (ho ricontrollato...) è fuori specifica è il 33%, su 36 dovrebbero essere 12..e malgrado gli standard attuali, la vedo molto dura  

Il problema semmai è che in un singolo batch si potrebbero concentrare più pezzi difettosi -o l'invrso-, mentre su tre a caso la media è più ponderata.

P.S. oltretutto ho erroneamente scritto "su 30" quando avrei dovuto scrivere "su 36" 

E allora mettiamola cosi', perche' mi fido al 100% di te, Maestro, 
secondo la tua PERSONALE  esperienza su 100 racche quanto ne trovi in media FUORI SPECIFICA? E potresti x favore farmi una classifica sui brand x accuratezza media su vari parametri?
Perche' 'sta cosa mi ha colpito molto, stiamo qui a parlar del sesso degli angeli e di quanto pesino i loro capelli   e poi ci troviamo pezzi di legno al posto di fioretti!!!


renatolibUtente attivo


Numero di messaggi: 240
Età: 48
Banning Level:


Data d'iscrizione: 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro
 



 














 Re: Racquet Selection Guide SPECS-tacular
 Da Eiffel59 Oggi a 14:57

Su tutte le marche, fuori specifica -ovvero non entro un range di 7 grammi (1/4 di oncia)-  circa una quindicina. Allargando fino ad una tolleranza */- 3.50 grammi (1/8 di oncia), circa 60, ma siamo entro gli standard definibili come "ottimali".
Le altre circa 40 appartengono ai brands noti per il maggior rispetto delle specifiche. In ordine sparso, Yonex, Donnay, TF, Volkl (anche se nel periodo di passaggio dalla vecchia alla nuova proprietà c'è stato qualche svarione), Pacific, Mantis. Sull'onda di Mantis e Donnay, ultimamente è risalito Dunlop che si rivolge allo stesso OEM. Le note negative (presumo a causa dei numeri) vengono, al solito, dai "grandi"...anche se i "si dice" parlano di un rialzo di qualità in tempi mediobrevi anche per questi...

renatolib
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 51
Data d'iscrizione : 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da Kmore il Ven 3 Gen 2014 - 21:20

Ok, adesso abbiamo un'idea dei marchi piu' attenti al rispetto delle specifiche...ed e' gia' una bella cosa   ...,ma rispetto alla qualita' dei materiali utilizzati ed al grado tecnologico dei progetti e della produzione come siamo messi?

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Ven 3 Gen 2014 - 21:35

@Kmore ha scritto:Ok, adesso abbiamo un'idea dei marchi piu' attenti al rispetto delle specifiche...ed e' gia' una bella cosa   ...,ma rispetto alla qualita' dei materiali utilizzati ed al grado tecnologico dei progetti e della produzione come siamo messi?

   cheers ....ecco Kmore, questo è "l'andazzo" che vorrei prendesse il thread.....ovvio che occorre/urge un intervento di Mario, almeno per la "teoria", poi praticamente, penso possano essere sicuramente utili anche le nostre esperienze personali.... Wink

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 21:55

Scusa DinoP da quello che leggo quindi circa un terzo dei telai prodotti sono fuori specifica?

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 22:01

Da quello che leggo dalla voce di Eiffel quindi circa 1\3 
Non male come controllo qualita' 
Come nascondersi dietro a un dito ....

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da Kmore il Ven 3 Gen 2014 - 22:02

Si , Gino da quello che ho capito ed anche dalla mia esperienza.
Ma il punto, al di la' del rispetto delle specifiche e' che quello della "qualita'" in senso generale. Cioe' qualita' dei materiali, dei progetti, dei flussi produttivi...
Sintetizzando, qualcuno prima diceva all'incirca che se rispetti le specifiche, ma tutto il resto non e' all'altezza il risultato e' che hai "due cessi perfettamente uguali"  Very Happy ...ok sara' anche un paradosso (perche' se si cura tanto il rispetto delle specifiche e' difficile che manchi un minimo di qualita' in tutto il resto) ma rende l'idea della problematica

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2657
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da renatolib il Ven 3 Gen 2014 - 22:18

@Kmore ha scritto:Si , Gino da quello che ho capito ed anche dalla mia esperienza.
Ma il punto, al di la' del rispetto delle specifiche e' che quello della "qualita'" in senso generale. Cioe' qualita' dei materiali, dei progetti, dei flussi produttivi...
Sintetizzando, qualcuno prima diceva all'incirca che se rispetti le specifiche, ma tutto il resto non e' all'altezza il risultato e' che hai "due cessi perfettamente uguali"  Very Happy ...ok sara' anche un paradosso (perche' se si cura tanto il rispetto delle specifiche e' difficile che manchi un minimo di qualita' in tutto il resto) ma rende l'idea della problematica
Ok, ma qual e' il criterio, se c'e', per poter DEFINIRE, al di la' del rispetto delle specifiche, LA QUALITA'? 
Perche' non e' affatto scontato dire che la qualita' aumenta progressivamente nel tempo; sarebbe come dire CHE E' SICURO( e non lo e' per niente, secondo me) CHE IL NUMERO 1 DI OGGI BATTEREBBE CON L'ATTUALE TECNOLOGIA IL NUMERO 1 DI 20 FA CON QUELLA DI ALLORA!

renatolib
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 628
Età : 51
Data d'iscrizione : 09.03.13

Profilo giocatore
Località: Palermo
Livello: amatoriale
Racchetta: head graphene speed pro.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 22:19

Kmore parlando con un negoziante lo stesso mi diceva che la differenza nei processi produttivi tra i pezzi di 15 anni fa ca e' data dalla colla in misura maggiore per attaccare i vari fogli di materiale tipo grafite o altro materiale se non dice una cazz....
Quindi usando piu' materiale "povero" si risparmia e aumenta la produzione di materiale scarso qualitativamente, ma con un maggiore profitto.
La differenza la fa il marketing.
Mah resta il fatto che compriamo grandi marchi ma prodotti di scarsa qualita', proprio polli altro che racchettite propongo lo sciopero della racchetta nuova  Very Happy  Very Happy  Very Happy  Very Happy  Very Happy

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Ven 3 Gen 2014 - 22:26

@renatolib ha scritto:
@Kmore ha scritto:Si , Gino da quello che ho capito ed anche dalla mia esperienza.
Ma il punto, al di la' del rispetto delle specifiche e' che quello della "qualita'" in senso generale. Cioe' qualita' dei materiali, dei progetti, dei flussi produttivi...
Sintetizzando, qualcuno prima diceva all'incirca che se rispetti le specifiche, ma tutto il resto non e' all'altezza il risultato e' che hai "due cessi perfettamente uguali"  Very Happy ...ok sara' anche un paradosso (perche' se si cura tanto il rispetto delle specifiche e' difficile che manchi un minimo di qualita' in tutto il resto) ma rende l'idea della problematica
Ok, ma qual e' il criterio, se c'e', per poter DEFINIRE, al di la' del rispetto delle specifiche, LA QUALITA'? 
Perche' non e' affatto scontato dire che la qualita' aumenta progressivamente nel tempo; sarebbe come dire CHE E' SICURO( e non lo e' per niente, secondo me) CHE IL NUMERO 1 DI OGGI BATTEREBBE CON L'ATTUALE TECNOLOGIA IL NUMERO 1 DI 20 FA CON QUELLA DI ALLORA!

Non a caso ho menzionato i materiali, le attrezzature per la produzione, investimenti nelle ricerche, avanguardia tecnologica, avere gli umomini giusti nei posti giusti (ingegneri e ricercatori piu' blasonati, magari sottratti da tizio a caio etc etc....certo forse cosi' entriamo in discorsi dove dare una risposta, diventa impossibile pure per Eiffel).....insomma, credo funzioni come in altri settori, tipo avevo fatto l'esempio delle automobili.....ma non solo....

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Ven 3 Gen 2014 - 22:37

@gino's ha scritto:Kmore parlando con un negoziante lo stesso mi diceva che la differenza nei processi produttivi tra i pezzi di 15 anni fa ca e' data dalla colla in misura maggiore per attaccare i vari fogli di materiale tipo grafite o altro materiale se non dice una cazz....
Quindi usando piu' materiale "povero" si risparmia e aumenta la produzione di materiale scarso qualitativamente, ma con un maggiore profitto.
La differenza la fa il marketing.
Mah resta il fatto che compriamo grandi marchi ma prodotti di scarsa qualita', proprio polli altro che racchettite propongo lo sciopero della racchetta nuova  Very Happy  Very Happy  Very Happy  Very Happy  Very Happy

gino's perdonami, ma ad un "semplice" negoziante, che non sia un vero appassionato, o "addentrato" nel settore, di quelli tipo Eiffel, non darei molto ascolto....indipendentemente da quello che ti ha detto, che puo' essere vero o no...anche perchè molte volte parlano senza sapere quanto veramente ne sa' chi hanno di fronte....NOI   Laughing

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da SempreesoloSuperMac il Ven 3 Gen 2014 - 23:23

io guardo spesso su youtube incontri di mac, di edberg, becker ,etc etc etc. e secondo me sia Nadal che gli altri top 20 li spazzerebbero via. 
Viaggiano ai 300 all'ora rispetto a 20 anni fa. Hanno una fisicita' completamente diversa.
Ma ovviamente questa è la mia opinione e mi piacerebbe sapere la vostra.

Quanto alle racchette : credo sia un problema di qualita' dei fogli di graphite. Se usate racchette di 20 anni fa vi accorgete che sono molto piu' pastose e meno "secche" e che sono molto piu' gentili col braccio.
Ci si gioca con maggior soddisfazione a mio parere , ma sicuramente per un giocatore medio scarso , con meno risultati che con il classico 100 300 tipo Babolat .
Io vorrei comprare una babolat e convertirmi (uso solo racchette vecchissime tipo max200g , prestige mid made in austria e wilson pro staff st vincent ) ma ogni volta che provo mi fa male la spalla .
e poi la sento vuota e mi sembra che sia un giocattolino da bambini invece che una racchetta....e non ce la faccio ! :-( ma sono convinto che se mi abituassi il mio tennis migliorerebbe .

SempreesoloSuperMac
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 428
Data d'iscrizione : 12.03.13

Profilo giocatore
Località: RIMINI
Livello: ITR 4.5
Racchetta: Wilson RF97 Autograph

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da gino's il Ven 3 Gen 2014 - 23:49

Il negoziante in questione vende tennis da tempo, ma non e' questo il punto DinoP, il punto e' che al prezzo imposto dai costruttori alla vendita i telai dovrebbero avere standard qualitativi migliori, e non vendere 3 telai e mezzo su 10 diversi uno dall'altro in modo così inequivocabile.
È a mio parere imbarazzante pesare 3 telai di fronte a un cliente che differiscono anche 10 gr. + o - 
Sono d'accordo sul noi  Smile ma quanto bello era acquistare nel 1990 una coppia identica di Prestige Classic e non doversi preoccupare di altro che incordare o meno con un buon budello naturale Tanto i telai erano quasi perfettamente uguali.
E se ci pensi bene in lire grandi differenza di prezzo con i modelli attuali non esistevano.
Teoricamente i miglioramenti dei sistemi costruttivi rispetto a 20 anni fa dovrebbero portare a un consistente miglioramento QUALITATIVO ma solo se imposto dal produttore, che tornando a quanto detto finora CI MARCIA ALLA GRANDE   
e il margine di guadagno si impenna !!!!
La penso cosi porta pazienza, non saro tecnicamente preparato come Eiffel, ma in mano giocando, le differenze per chi Ha qualche anno in piu' come me e avuto la fortuna di giocare con telai FATTI COME SI DEVE . . Si sente eccome.

gino's
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 908
Età : 50
Località : Padova
Data d'iscrizione : 08.03.13

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: Buono
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da DinoP il Sab 4 Gen 2014 - 0:03

@gino's ha scritto:Il negoziante in questione vende tennis da tempo, ma non e' questo il punto DinoP, il punto e' che al prezzo imposto dai costruttori alla vendita i telai dovrebbero avere standard qualitativi migliori, e non vendere 3 telai e mezzo su 10 diversi uno dall'altro in modo così inequivocabile.
È a mio parere imbarazzante pesare 3 telai di fronte a un cliente che differiscono anche 10 gr. + o - 
Sono d'accordo sul noi  Smile ma quanto bello era acquistare nel 1990 una coppia identica di Prestige Classic e non doversi preoccupare di altro che incordare o meno con un buon budello naturale Tanto i telai erano quasi perfettamente uguali.
E se ci pensi bene in lire grandi differenza di prezzo con i modelli attuali non esistevano.
Teoricamente i miglioramenti dei sistemi costruttivi rispetto a 20 anni fa dovrebbero portare a un consistente miglioramento QUALITATIVO ma solo se imposto dal produttore, che tornando a quanto detto finora CI MARCIA ALLA GRANDE   
e il margine di guadagno si impenna !!!!
La penso cosi porta pazienza, non saro tecnicamente preparato come Eiffel, ma in mano giocando, le differenze per chi Ha qualche anno in piu' come me e avuto la fortuna di giocare con telai FATTI COME SI DEVE . . Si sente eccome.

Certo, so bene cosa intendi per "telai fatti come si deve", sono abbastanza "vecchio" ed appassionato anch'io.....comunque io per il discorso "teali gemelli" ho gia' risolto con Yonex.....ho preso, a caso ed in momenti e venditori diversi, 3 vcore tour 89 è tra le 3, due sono assolutamente gemelle ed in specifica, una è mezzo grammo piu' pesante ed un punto di flex in piu' (chissa' perchè solo senza corde).....
Quello che non mi convince è il discorso dei materiali migliori.......ti spiego il perchè.
Prendiamo il caso di Head....se hai trovato il "sacro gral" venti e piu' anni fa', che senso ha spendere in ricerche e nuovi materiali, quando puoi fare telai migliori, battere tutti gli altri con progetti e materiali gia' testati che non hanno piu' bisogno di nessuna ricerca.....quanto diavolo puo' costare in piu' la grafite di una classic rispetto al fullerene/graphene e tutte le diavolerie di oggi......mmmmm....io credo che un po' siano anche "leggende metropolitane"...

DinoP
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2444
Età : 40
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 27.08.11

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: Primo Carnera
Racchetta: basta che non sia cinese!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette Retail......LA VERITA'

Messaggio Da ale.lorenz il Sab 4 Gen 2014 - 0:54

@SempreesoloSuperMac ha scritto:Quanto alle racchette : credo sia un problema di qualita' dei fogli di graphite. Se usate racchette di 20 anni fa vi accorgete che sono molto piu' pastose e meno "secche" e che sono molto piu' gentili col braccio.
Ci si gioca con maggior soddisfazione a mio parere , ma sicuramente per un giocatore medio scarso , con meno risultati che con il classico 100 300 tipo Babolat .
Io vorrei comprare una babolat e convertirmi (uso solo racchette vecchissime tipo max200g , prestige mid made in austria e wilson pro staff st vincent ) ma ogni volta che provo mi fa male la spalla .
e poi la sento vuota e mi sembra che sia un giocattolino da bambini invece che una racchetta....e non ce la faccio ! :-( ma sono convinto che se mi abituassi il mio tennis migliorerebbe .

 cheers  cheers  cheers  cheers  cheers  cheers  cheers  cheers

ale.lorenz
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3113
Età : 39
Località : Milano
Data d'iscrizione : 03.07.11

Profilo giocatore
Località: Milano - Pro Patria -
Livello: 4.1 (bye bye Abracadabra78)
Racchetta: 3 TGT 307,2 Radical Graphene MP con Head Lynx 1,25 a 24/23

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum