Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Maledetta epicondilite

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Maledetta epicondilite

Messaggio Da natking il Dom 10 Nov 2013 - 19:57

Vorrei agganciarmi al discorso fatto da Leutonio che  mi sembra molto competente per avere ulteriori consigli per combattere la maledetta epicondilite.

41 anni, gioco a tennis da autodidatta dall'età di 13 anni.
Servizio e dritto potenti, rovescio per lo più tagliato. Scarso a rete.

Nel 2010 ho cambiato racchetta: da Wilson Staff 750 Serie 95 con manico indecente (enorme per la mia mano) alla Wilson K Blade Team 104. Ok fino al 2012 quando è scoppiato di nuovo il gomito in concomitanza con il passaggio da corde multifilo a monofilo.
Da allora non ho pace nonostante il cortisone (intramuscolo non le infiltrazioni). Mi è venuta la felice/infelice idea di provare per alcuni mesi la Wilson Pro Staff Six One 95 che trovo splendida per alcuni versi ma il braccio duole.
Negoziante, maestro tutti in coro a dirmi che devo cambiare racchetta e questi sono i consigli:
- racchetta più leggera, la Wilson "Federer" è troppo pesante e troppo rigida;
- racchetta con profilo più doppio;
- corde monofilo con bassa tensione (20 Kg.)
- mi stanno facendo provare la Babolat Pure drive perchè ha il sistema corteh che assorbe le vibrazioni;
- il negoziante mi vorrebbe anche far provare la Wilson Steam.

Io ho l'impressione che ci siano troppi incompetenti in giro (tra cui io) e non so cosa fare.

In particolare vorrei sapere se è necessario cambiare racchetta o se con un settaggio più idoneo (corde e tensione)  potrei utilizzare ancora le mie Wilson soprattutto la "Federer" che mi da sensazioni positive di goco  ma mi reca fastidio al gomito.
Adesso monto  corde monofilo parecchio tese (24-25 Kg)-

Accetto volentieri qualsiasi consiglio purchè competente. Se possibile un consiglio di Leutonio.
Ciao e grazie.

natking
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 10.11.13

Profilo giocatore
Località: andria (BT)
Livello: n.c.
Racchetta: Wilson Pro Staff 6.1 95 BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da Zagreus60 il Dom 10 Nov 2013 - 20:01

Usa budello, fai esercizi con la flexbar rossa tutti i giorni, rinforza tutti i muscoli della spalla e del braccio con esercizi mirati, usa una tensione delle corde più bassa di quella che utilizzi normalmente e continua a giocare. A me è passata in un paio di mesi, facendo così.

Zagreus60
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1130
Età : 56
Località : Reggio Calabria
Data d'iscrizione : 28.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0
Racchetta: Blade 98 16X19 - Prince Rebel 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da alfredo scigliano il Dom 10 Nov 2013 - 20:35

@Zagreus60 ha scritto:Usa budello, fai esercizi con la flexbar rossa tutti i giorni, rinforza tutti i muscoli della spalla e del braccio con esercizi mirati, usa una tensione delle corde più bassa di quella che utilizzi normalmente e continua a giocare. A me è passata in un paio di mesi, facendo così.
Condivido in pieno...e aggiungo...hai fastidio al gomito e giochi con mono a 24/25?
Questo è masochismo!!! Inizia a scendere con la tensione, 20/21 kg max e fai esercizio, prepara il braccio allo sforzo con riscaldamento ed esercizi, ma soprattutto non smettere di giocare e non cambiare telaio se ti dà buone sensazioni, semmai torna al multi.
Dai le giuste pause di recupero senza giocare tutti i giorni, ma non smettere di giocare!!!
A me è passata abbassando la tensione e giocando...poi è ovvio che si tratta di un discorso soggettivo.
NON MOLLARE....

Saluti

alfredo scigliano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1564
Età : 40
Località : Messina
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Messina
Livello: I.T.R. 4.0/FIT 4.1
Racchetta: Angell TC95-63 ra-16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da alfredo scigliano il Dom 10 Nov 2013 - 20:35

@Zagreus60 ha scritto:Usa budello, fai esercizi con la flexbar rossa tutti i giorni, rinforza tutti i muscoli della spalla e del braccio con esercizi mirati, usa una tensione delle corde più bassa di quella che utilizzi normalmente e continua a giocare. A me è passata in un paio di mesi, facendo così.
Condivido in pieno...e aggiungo...hai fastidio al gomito e giochi con mono a 24/25?
Questo è masochismo!!! Inizia a scendere con la tensione, 20/21 kg max e fai esercizio, prepara il braccio allo sforzo con riscaldamento ed esercizi, ma soprattutto non smettere di giocare e non cambiare telaio se ti dà buone sensazioni, semmai torna al multi.
Dai le giuste pause di recupero senza giocare tutti i giorni, ma non smettere di giocare!!!
A me è passata abbassando la tensione e giocando...poi è ovvio che si tratta di un discorso soggettivo.
NON MOLLARE....

Saluti

alfredo scigliano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1564
Età : 40
Località : Messina
Data d'iscrizione : 20.12.10

Profilo giocatore
Località: Messina
Livello: I.T.R. 4.0/FIT 4.1
Racchetta: Angell TC95-63 ra-16x19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da marco olivieri il Dom 10 Nov 2013 - 21:05

ciao anche io ho lo stesso problema che potrai risolvere piu velocemente con corde multifilo, piu gentili con le articolazioni
Il problema potrebbe essere il feeling tra la racchetta e il multifilo perche secondo le mie prove e personali sensazioni non sempre riesci a trovare buon feeling con la racchetta.
Posso anche aggiungere che con  la Babolat PD si riesce a giocare molto bene anche con il multi mentre ad esempio io usavolo la Head speed pro e con 9il multi non mi trovo .....
Quindi prova prima la tua racchetta con il multi .... ma nel caso non ti trovassi bene ......

marco olivieri
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 15
Località : monza
Data d'iscrizione : 10.05.12

Profilo giocatore
Località: monza
Livello: 4^a
Racchetta: Head Speed Pro Graphene / Babolat PD

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da drichichi@alice.it il Dom 10 Nov 2013 - 21:06


drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5474
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da natking il Dom 10 Nov 2013 - 21:08

@alfredo scigliano ha scritto:
@Zagreus60 ha scritto:Usa budello, fai esercizi con la flexbar rossa tutti i giorni, rinforza tutti i muscoli della spalla e del braccio con esercizi mirati, usa una tensione delle corde più bassa di quella che utilizzi normalmente e continua a giocare. A me è passata in un paio di mesi, facendo così.
Condivido in pieno...e aggiungo...hai fastidio al gomito e giochi con mono a 24/25?
Questo è masochismo!!! Inizia a scendere con la tensione, 20/21 kg max e fai esercizio, prepara il braccio allo sforzo con riscaldamento ed esercizi, ma soprattutto non smettere di giocare e non cambiare telaio se ti dà buone sensazioni, semmai torna al multi.
Dai le giuste pause di recupero senza giocare tutti i giorni, ma non smettere di giocare!!!
A me è passata abbassando la tensione e giocando...poi è ovvio che si tratta di un discorso soggettivo.
NON MOLLARE....

Saluti

OK per un tiraggio minore delle corde e sul multifilo ma sulla racchetta mi dite che posso proseguire ad usare la Wilson Pro Staff 95 o anche quello è masocismo come mi dicono?

natking
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 10.11.13

Profilo giocatore
Località: andria (BT)
Livello: n.c.
Racchetta: Wilson Pro Staff 6.1 95 BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da drichichi@alice.it il Dom 10 Nov 2013 - 21:17

Io sto giocando con six.one team RA 63 peso incordata 303 gr, Ok? ma tu stai giocando con si RA 65 ma peso incordata 357.2!!!!!!!!! sei folle!!! massimo 300!!! Hai mai pensato a Yonex?? Se vuoi Wilson, non per adesso la pro staff 90, prendi la 95 la nuova six.one, OK?
http://www.tenniswarehouse-europe.com/descpageRCWILSONH-W6O95R-IT.html

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5474
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da marco olivieri il Dom 10 Nov 2013 - 21:24

prendilo per quello che é, cioé una mia sensazione, ma le racchette poco profilate come la tua Wilson trasmettono piú sollecitazioni alle articolazioni quindi sono da utilizzare con riserva nella fase + acuta ...  magari tira un po meno forte se vuoi continuare ad utilizzarla

marco olivieri
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 15
Località : monza
Data d'iscrizione : 10.05.12

Profilo giocatore
Località: monza
Livello: 4^a
Racchetta: Head Speed Pro Graphene / Babolat PD

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da Matley il Dom 10 Nov 2013 - 21:46

@natking ha scritto:Vorrei agganciarmi al discorso fatto da Leutonio che  mi sembra molto competente per avere ulteriori consigli per combattere la maledetta epicondilite.

41 anni, gioco a tennis da autodidatta dall'età di 13 anni.
Servizio e dritto potenti, rovescio per lo più tagliato. Scarso a rete.

Nel 2010 ho cambiato racchetta: da Wilson Staff 750 Serie 95 con manico indecente (enorme per la mia mano) alla Wilson K Blade Team 104. Ok fino al 2012 quando è scoppiato di nuovo il gomito in concomitanza con il passaggio da corde multifilo a monofilo.
Da allora non ho pace nonostante il cortisone (intramuscolo non le infiltrazioni). Mi è venuta la felice/infelice idea di provare per alcuni mesi la Wilson Pro Staff Six One 95 che trovo splendida per alcuni versi ma il braccio duole.
Negoziante, maestro tutti in coro a dirmi che devo cambiare racchetta e questi sono i consigli:
- racchetta più leggera, la Wilson "Federer" è troppo pesante e troppo rigida;
- racchetta con profilo più doppio;
- corde monofilo con bassa tensione (20 Kg.)
- mi stanno facendo provare la Babolat Pure drive perchè ha il sistema corteh che assorbe le vibrazioni;
- il negoziante mi vorrebbe anche far provare la Wilson Steam.

Io ho l'impressione che ci siano troppi incompetenti in giro (tra cui io) e non so cosa fare.

In particolare vorrei sapere se è necessario cambiare racchetta o se con un settaggio più idoneo (corde e tensione)  potrei utilizzare ancora le mie Wilson soprattutto la "Federer" che mi da sensazioni positive di goco  ma mi reca fastidio al gomito.
Adesso monto  corde monofilo parecchio tese (24-25 Kg)-

Accetto volentieri qualsiasi consiglio purchè competente. Se possibile un consiglio di Leutonio.
Ciao e grazie.
Non fa piacere constatare parecchia ignoranza da parte di parecchi negozianti e per quanto riguarda i maestri di tennis, a meno di una valida certificazione, sono gentilmente invitati a dare consigli esclusivamente alla gestualità tecnica dei colpi sovente risolutiva in questi casi.
Detto questo la "Federer", al di là della difficoltà di gestione  perchè impegnativa, è un attrezzo molto più adatto di tante altre racchette per il tuo problema senza dovere per forza cambiare l'attrezzo.
Il  settaggio corretto non solo di corde e tensioni (da evitare mono a quelle a dir poco esagerate tensioni) ma anche di bilanciamento e controllo misura del manico dovrebbe aiutarti parecchio se non risolvere la situazione.
Ti sconsiglio di proseguire con infiltrazioni, tecar, laser e quant'altro: una sola seduta dall'osteopata ti fa capire la strada da percorrere.
buona fortuna!

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da drichichi@alice.it il Dom 10 Nov 2013 - 22:01

Della federer non va il peso, il braccio va riabilitato e potenziato con esercizi mirati, sennò il colpo pesa su polso e spalla in modo antalgico, protezione al polso con polsino in neoprene e tutore aircast a 3 cm dalla piega del gomito, la tensione dovrebbe spiegartela il fisiatra, non l'osteopata considerato che parliamo di infiammazione di legamento, epicondilo, con queste precauzioni, il ghiaccio dopo la partita, e se necessario l'uso di fans, no cortisone perchè fa passare dolore ma polverizza i legamenti. Ci sono esercizi specifici atti a rinforzare muscoli estensori, pronosupinatori e incicloduttori del braccio. Il percorso è lungo, io per 1 ora di tennis devo lavorare tutti i giorni ed un'ora prima di giocare riscaldamento, e dopo stretching per braccio, gomito e spalla. Adesso sarebbe troppo lunga da spiegare, ma dovresti farti seguire da fisiatra o medico dello sport, comunque non è di certo una cura tipo fai da te. A me non mi hanno fatto smettere di giocare, ripeto RA basso sotto 65, tensione corde massimo 23 e solo multifilo o budello, peso racchetta non oltre 300 gr, sul profilo è ovvio che più spessa è meglio, ma il peso non deve superare i 300. Di epicondilite, se non si fanno cazzate, se ne esce,ma ci vuole tempo, molto tempo e molta pazienza. per qualunque cosa puoi mandarmi PM quando vuoi.
P.S. io sono un medico, ma per non essere come i soliti sottutto, mi sono fatto seguire da una collega che fa riabilitazione anche per poli-traumatizzati, una di quelle che fa "miracoli".

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5474
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da Matley il Dom 10 Nov 2013 - 23:40

@drichichi@alice.it ha scritto:Della federer non va il peso, il braccio va riabilitato e potenziato con esercizi mirati, sennò il colpo pesa su polso e spalla in modo antalgico, protezione al polso con polsino in neoprene e tutore aircast a 3 cm dalla piega del gomito, la tensione dovrebbe spiegartela il fisiatra, non l'osteopata considerato che parliamo di infiammazione di legamento, epicondilo, con queste precauzioni, il ghiaccio dopo la partita, e se necessario l'uso di fans, no cortisone perchè fa passare dolore ma polverizza i legamenti. Ci sono esercizi specifici atti a rinforzare muscoli estensori, pronosupinatori e incicloduttori del braccio. Il percorso è lungo, io per 1 ora di tennis devo lavorare tutti i giorni ed un'ora prima di giocare riscaldamento, e dopo stretching per braccio, gomito e spalla. Adesso sarebbe troppo lunga da spiegare, ma dovresti farti seguire da fisiatra o medico dello sport, comunque non è di certo una cura tipo fai da te. A me non mi hanno fatto smettere di giocare, ripeto RA basso sotto 65, tensione corde massimo 23 e solo multifilo o budello, peso racchetta non oltre 300 gr, sul profilo è ovvio che più spessa è meglio, ma il peso non deve superare i 300. Di epicondilite, se non si fanno cazzate, se ne esce,ma ci vuole tempo, molto tempo e molta pazienza. per qualunque cosa puoi mandarmi PM quando vuoi.
P.S. io sono un medico, ma per non essere come i soliti sottutto, mi sono fatto seguire da una collega che fa riabilitazione anche per poli-traumatizzati, una di quelle che fa "miracoli".
Molto tempo e molta pazienza?!?
Polsino in neoprene e tutore aircast?
Facciamo così, io non sono un medico e ti riporto soltanto la mia esperienza personale di due epicondiliti trascorse: la prima riuscivo a giocare soltanto con Wilson Original 85 S.Vincent e non sono certo un campione di tennis.
La seconda, dovuta ad un sovraccarico perchè "costretto" a giocare ogni giorno e probabilmente perchè mi portavo dietro ancora i postumi della prima ,ho chiesto ad un mio amico medico pure lui giocatore.
Sono entrato in una clinica con una fila di medici che non finiva più, dopo 5 sedute di laser, onde d'urto ed elettrostimolazione ne sono uscito come se avessi bevuto un caffè con l'unica differenza che al bar probabilmente l'avrei pagato molto meno di 600€!!!
Sono entrato da un'osteopata, mi ha letteralmente fatto piangere dal male per scaricarmi la muscolatura della schiena/spalla/braccio con due sedute: dopo due-tre giorni sono andato a giocare per due ore di fila! Tutto questo perchè nel mio caso si tratta di postura scorretta, masticazione compresa.
In sostanza, essendo il tema di difficile argomentazione e data la natura molto complessa resa ancora più difficile da trattare su di un forum, è meglio rivolgersi sì ad un medico dello sport, assolutamente no altre categorie tipo fisiatri od ortopedici.
Polsini lacci tutori ghiaccio e menate varie sono soltanto paliativi, è necessario trovare e risolvere LA CAUSA e non curarne gli effetti.
Non ce l'ho con i medici, ce l'ho con la loro ostinazione a seguire in via esclusiva il metodo scientifico a 360° e a questo proposito vorrei far notare che l'agopuntura negli ospedali non è entrata da molti anni....

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da Matley il Dom 10 Nov 2013 - 23:49

@Matley ha scritto:
@drichichi@alice.it ha scritto:Della federer non va il peso, il braccio va riabilitato e potenziato con esercizi mirati, sennò il colpo pesa su polso e spalla in modo antalgico, protezione al polso con polsino in neoprene e tutore aircast a 3 cm dalla piega del gomito, la tensione dovrebbe spiegartela il fisiatra, non l'osteopata considerato che parliamo di infiammazione di legamento, epicondilo, con queste precauzioni, il ghiaccio dopo la partita, e se necessario l'uso di fans, no cortisone perchè fa passare dolore ma polverizza i legamenti. Ci sono esercizi specifici atti a rinforzare muscoli estensori, pronosupinatori e incicloduttori del braccio. Il percorso è lungo, io per 1 ora di tennis devo lavorare tutti i giorni ed un'ora prima di giocare riscaldamento, e dopo stretching per braccio, gomito e spalla. Adesso sarebbe troppo lunga da spiegare, ma dovresti farti seguire da fisiatra o medico dello sport, comunque non è di certo una cura tipo fai da te. A me non mi hanno fatto smettere di giocare, ripeto RA basso sotto 65, tensione corde massimo 23 e solo multifilo o budello, peso racchetta non oltre 300 gr, sul profilo è ovvio che più spessa è meglio, ma il peso non deve superare i 300. Di epicondilite, se non si fanno cazzate, se ne esce,ma ci vuole tempo, molto tempo e molta pazienza. per qualunque cosa puoi mandarmi PM quando vuoi.
P.S. io sono un medico, ma per non essere come i soliti sottutto, mi sono fatto seguire da una collega che fa riabilitazione anche per poli-traumatizzati, una di quelle che fa "miracoli".
Molto tempo e molta pazienza?!?
Polsino in neoprene e tutore aircast?
Facciamo così, io non sono un medico e ti riporto soltanto la mia esperienza personale di due epicondiliti trascorse: la prima riuscivo a giocare soltanto con Wilson Original 85 S.Vincent e non sono certo un campione di tennis.
La seconda, dovuta ad un sovraccarico perchè "costretto" a giocare ogni giorno e probabilmente perchè mi portavo dietro ancora i postumi della prima ,ho chiesto ad un mio amico medico pure lui giocatore.
Sono entrato  in una clinica con una fila di medici che non finiva più, dopo 5 sedute di laser, onde d'urto ed elettrostimolazione ne sono uscito come se avessi bevuto un caffè con l'unica differenza che al bar probabilmente l'avrei pagato molto meno di 600€!!!
Sono entrato da un'osteopata, mi ha letteralmente fatto piangere dal male per scaricarmi la muscolatura della schiena/spalla/braccio con due sedute:  dopo due-tre giorni sono andato a giocare per due ore di fila! Tutto questo perchè nel mio caso si tratta di postura scorretta, masticazione compresa.
In sostanza, essendo il tema di difficile argomentazione e data la natura molto complessa  resa ancora più difficile da trattare su di un forum,  è  meglio rivolgersi sì ad un medico dello sport, assolutamente no altre categorie tipo fisiatri od ortopedici.
Polsini lacci tutori ghiaccio e menate varie sono soltanto paliativi, è necessario trovare e risolvere LA CAUSA e non curarne gli effetti.
Non ce l'ho con i medici, ce l'ho con la loro ostinazione a seguire in via esclusiva il metodo scientifico a 360° e a questo proposito vorrei far notare che l'agopuntura negli ospedali non è entrata da molti anni....
Dimenticavo: questo è un esercizio utilissimo
http://www.guidedolomiti.com/wp/arrampicata/epicondilite/2302?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=epicondilite

Matley
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 531
Data d'iscrizione : 27.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da drichichi@alice.it il Lun 11 Nov 2013 - 8:42

@Matley ha scritto:
@Matley ha scritto:
@drichichi@alice.it ha scritto:Della federer non va il peso, il braccio va riabilitato e potenziato con esercizi mirati, sennò il colpo pesa su polso e spalla in modo antalgico, protezione al polso con polsino in neoprene e tutore aircast a 3 cm dalla piega del gomito, la tensione dovrebbe spiegartela il fisiatra, non l'osteopata considerato che parliamo di infiammazione di legamento, epicondilo, con queste precauzioni, il ghiaccio dopo la partita, e se necessario l'uso di fans, no cortisone perchè fa passare dolore ma polverizza i legamenti. Ci sono esercizi specifici atti a rinforzare muscoli estensori, pronosupinatori e incicloduttori del braccio. Il percorso è lungo, io per 1 ora di tennis devo lavorare tutti i giorni ed un'ora prima di giocare riscaldamento, e dopo stretching per braccio, gomito e spalla. Adesso sarebbe troppo lunga da spiegare, ma dovresti farti seguire da fisiatra o medico dello sport, comunque non è di certo una cura tipo fai da te. A me non mi hanno fatto smettere di giocare, ripeto RA basso sotto 65, tensione corde massimo 23 e solo multifilo o budello, peso racchetta non oltre 300 gr, sul profilo è ovvio che più spessa è meglio, ma il peso non deve superare i 300. Di epicondilite, se non si fanno cazzate, se ne esce,ma ci vuole tempo, molto tempo e molta pazienza. per qualunque cosa puoi mandarmi PM quando vuoi.
P.S. io sono un medico, ma per non essere come i soliti sottutto, mi sono fatto seguire da una collega che fa riabilitazione anche per poli-traumatizzati, una di quelle che fa "miracoli".
Molto tempo e molta pazienza?!?
Polsino in neoprene e tutore aircast?
Facciamo così, io non sono un medico e ti riporto soltanto la mia esperienza personale di due epicondiliti trascorse: la prima riuscivo a giocare soltanto con Wilson Original 85 S.Vincent e non sono certo un campione di tennis.
La seconda, dovuta ad un sovraccarico perchè "costretto" a giocare ogni giorno e probabilmente perchè mi portavo dietro ancora i postumi della prima ,ho chiesto ad un mio amico medico pure lui giocatore.
Sono entrato  in una clinica con una fila di medici che non finiva più, dopo 5 sedute di laser, onde d'urto ed elettrostimolazione ne sono uscito come se avessi bevuto un caffè con l'unica differenza che al bar probabilmente l'avrei pagato molto meno di 600€!!!
Sono entrato da un'osteopata, mi ha letteralmente fatto piangere dal male per scaricarmi la muscolatura della schiena/spalla/braccio con due sedute:  dopo due-tre giorni sono andato a giocare per due ore di fila! Tutto questo perchè nel mio caso si tratta di postura scorretta, masticazione compresa.
In sostanza, essendo il tema di difficile argomentazione e data la natura molto complessa  resa ancora più difficile da trattare su di un forum,  è  meglio rivolgersi sì ad un medico dello sport, assolutamente no altre categorie tipo fisiatri od ortopedici.
Polsini lacci tutori ghiaccio e menate varie sono soltanto paliativi, è necessario trovare e risolvere LA CAUSA e non curarne gli effetti.
Non ce l'ho con i medici, ce l'ho con la loro ostinazione a seguire in via esclusiva il metodo scientifico a 360° e a questo proposito vorrei far notare che l'agopuntura negli ospedali non è entrata da molti anni....
Dimenticavo: questo è un esercizio utilissimo
http://www.guidedolomiti.com/wp/arrampicata/epicondilite/2302?utm_source=rss&utm_medium=rss&utm_campaign=epicondilite
Appunto, dipende dalla causa, puoi dire che per te ha funzionato, per altri non ha avuto alcun effetto, quindi attenzione a non generalizzare, quello può funzionare per uno, non è detto che funzioni per qualcun'altro , ok? I forum servono a questo, a confrontare i percorsi che portano ad una meta comune, ma attenzione a non prendere per proprie soluzioni altrui, potrebbe essere pericoloso.

drichichi@alice.it
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 5474
Età : 48
Località : Cirò marina (KR)
Data d'iscrizione : 22.09.13

Profilo giocatore
Località: Terronia!
Livello: Scarsissimo ed anche di più!!!
Racchetta: Tante ma veramente tante!!!!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da marco olivieri il Lun 11 Nov 2013 - 9:59

Oggi mi organizzo e provo a fare l'esercizio proposto dall'alpinista ...
Grazie

marco olivieri
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 15
Località : monza
Data d'iscrizione : 10.05.12

Profilo giocatore
Località: monza
Livello: 4^a
Racchetta: Head Speed Pro Graphene / Babolat PD

Tornare in alto Andare in basso

Re: Maledetta epicondilite

Messaggio Da natking il Lun 11 Nov 2013 - 15:01

Preciso che la racchetta che vorrei continuare ad usare non è la Federer ma la Pro Staff piatto 95.
Ho consultato un chiropratico che in tre sedute mi ha fatto quasi sparire il dolore. Mi ha detto quali esercizi  fare e anche la postura da tenere. Il problema è che appena tornato in campo il dolore torna.

Ora penso proprio che farò come mi avete consigliato circa gli esercizi da fare per potenziare i muscoli del braccio e della spalla (tra l'altro confermati dal chiropratico).

E cambierò il settaggio della Wilson Pro Staff 95 con corde multifilo a 20 Kg. e vi farò sapere.

Ditemi in bocca al lupo!

natking
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 3
Data d'iscrizione : 10.11.13

Profilo giocatore
Località: andria (BT)
Livello: n.c.
Racchetta: Wilson Pro Staff 6.1 95 BLX

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum