Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da kromagnon il Gio 7 Nov 2013 - 10:11

Promemoria primo messaggio :

Questa dovevo proprio scriverla.
Ieri sera il maestro col quale mi alleno, eccellente dal punto di vista tecnico, ma un pò "carente" dal punto di vista della conoscenza, chiacchierando negli spogliatoi su alcuni telai dice: "secondo me molti maestri e molti ragazzi usano le Babolat perchè sono telai molto comodi per giocarci diverse ore di seguito".
Ma non finisce qui, aggiunge poi:"secondo me Babolat fa racchette più facili e comfortevoli, Head racchette un pò più tecniche, mentre Wilson....eh si Wilson fa racchette solo per chi sa veramente giocare a tennis"affraid ....io non ce l'ho fatta a replicare....ma ho voluto condividere con voi questa perla di saggezza.

kromagnon
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 558
Data d'iscrizione : 22.10.10

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello:
Racchetta: Pk ki5 315 - Babolat Pure drive GT - Yonex XI 100 -

Tornare in alto Andare in basso


Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da kingkongy il Mar 12 Nov 2013 - 0:20

eh no Doma! E' qui che ti sbagli!!!! Noi travisiamo proprio tutto...altrimenti che divertimento c'è?
Anzi, se vuoi essere gentile, dovresti per cortesia fare un po' l'offeso e l'arrabbiato. Per finta, s'intende! Insomma, una scenataccia da malavita....
Very Happy Very Happy Very Happy 
Sul rapporto racchetta-bipede...siam tutti d'accordo. Diciamo tutti le stesse cose e il concetto è quello: gioca a tennis, divertiti e trastullati di meno che ti cala la vista...
Sulle categorie kantiane, invece, non ci troviamo. Proprio perché - chi più e chi meno - ci siam rotti le scatole di associare una marca al tipo di giocatore. Io mi conosco, lo so, se andiamo avanti così va a finire che compro davvero un paio di Artengo. Quando mi girano...mi girano... hihihiihihi

Hem, ricordati la scenata! Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da doma12 il Mar 12 Nov 2013 - 0:34

@kingkongy ha scritto:eh no Doma! E' qui che ti sbagli!!!! Noi travisiamo proprio tutto...altrimenti che divertimento c'è?
Anzi, se vuoi essere gentile, dovresti per cortesia fare un po' l'offeso e l'arrabbiato. Per finta, s'intende! Insomma, una scenataccia da malavita....
Very Happy Very Happy Very Happy 
Sul rapporto racchetta-bipede...siam tutti d'accordo. Diciamo tutti le stesse cose e il concetto è quello: gioca a tennis, divertiti e trastullati di meno che ti cala la vista...
Sulle categorie kantiane, invece, non ci troviamo. Proprio perché - chi più e chi meno - ci siam rotti le scatole di associare una marca al tipo di giocatore. Io mi conosco, lo so, se andiamo avanti così va a finire che compro davvero un paio di Artengo. Quando mi girano...mi girano... hihihiihihi

Hem, ricordati la scenata! Very Happy
Non sono categorie Kantiane, ogni marchio, anche di altri settori, ha volutamente, un brand identity (è un concetto studiato in economia, non me lo invento io). Lo sci Head è famoso per essere molto pastoso e più facile, lo sci Fisher invece è duro e massacra le gambe, le Alfaromeo hanno tenute di strada incredibili che fanno il culo a molte tedesche ecc ecc. E non c'è nulla di male che sia così! Le stesse case vogliono così!

La scenata:

Ma basta! I soliti discorsi da giocatori da tastiera! You cannot be serios!!!   



(Sono stanco, ho perso in allenamento e non mi veniva nessuna scenata migliore di questa)

doma12
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 136
Data d'iscrizione : 03.11.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.2 FIT
Racchetta: Head Speed Graphene MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da kingkongy il Mar 12 Nov 2013 - 0:39

Sei uno spompato! In allenamento si perde molto malvolentieri, è vero. Ti rovini la serata.
Ok, ti sta bene! hahhahahahahahahah
Sul banding sono un drago. Ho capito cosa stai dicendo...ma un conto sono le caratteristiche generali e di tocco e un altro è mettere in relazione diretta l'abilità del tennista con la marca: "Chi sa giocare usa Wilson". E' questa l'affermazione più farlocca. Tutto qui. Ti lascio nel tuo brodino di fiele...
Very Happy Twisted Evil

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da angiulinuzzo il Gio 14 Nov 2013 - 16:26

a giocare si gioca con tutto dalla padella all brace:D 

in parte mi viene di comprendere il discorso del maestro...diciamo che il tennis "agonistico" una volta si giocava con telai un pò più difficilotti...

una quindicina di anni fa un pò tutti i seconda del mio circolo usavano prestige, addirittura le pro staff erano considerate più difficili di queste ultime..girava qualche graphite...ma di babolat neanche a parlarne ad esempio...

missà che è per questo motivo che non mi è mai neanche sfiorata l'idea di prenderne una Very Happy 

morale della favola: è tutto un luogo comune...de gustibus punto e basta

angiulinuzzo
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 390
Data d'iscrizione : 11.09.12

Profilo giocatore
Località: napoli
Livello: 2.8 fit
Racchetta: six one ninety five 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da chris8 il Gio 14 Nov 2013 - 16:34

io ho preso una prostaff 95 e stasera ci faccio il secondo giro della carriera,già provata in estate,non vedo l'ora e sinceramente se è difficile o facile non me ne può fregare di meno perchè è bella hihihiiihii

detto questo il mio maestro mi ha fatto capire una cosa,per rendervi un paragone reale è come quando allacci le scarpe,sai sempre quanto stringere,lo stesso per le corde la tensione giusta rende facile e difficili le racchette......confermate?

chris8
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1176
Età : 33
Data d'iscrizione : 30.01.12

Profilo giocatore
Località: basso salento
Livello: 4 NC
Racchetta: Wilson RF97 Autograph-wilson six-one 95 6.1 332gr-babolat aeropro drive gt

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da kingkongy il Gio 14 Nov 2013 - 19:51

Beh, questa e' carina come analogia.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da GeEnO il Mar 19 Nov 2013 - 17:00

Posso dire la mia anche io? (tanto la disco lo stesso!)

io sono il RE dei principianti (inteso che sono il più principiante di tutti).
gioco ma non ho mai preso lezioni (la prima la farò questa settimana!!).. in pratica gioco come un aborigeno, eppure... eppure la differenza tra una racchetta e un'altra è mostruosa... per me vuol dire buttare le palle in campo o alle stelle (o sotterrarle tutte in rete).

e vi assicuro che non è un effetto placebo.. perchè a me di avere la racchetta nuova non me ne è mai fregato nulla.

GeEnO
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 13
Località : Firenze
Data d'iscrizione : 11.11.13

Profilo giocatore
Località: Firenze
Livello: 3.0 (credo...)
Racchetta: Prince O3 tour+

http://www.unseentuscany.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da robertonvl il Mer 20 Nov 2013 - 11:06

certo è che dovrai cambiare maestro se viene meno la fiducia che hai in lui Smile 

Ieri parlavo col mio perchè voglio cambiare telaio e contrariamente al tuo diceva che a differenza di quanto si pensi babolat fà telai troppo rigidi,ma torniamo alla generalizzazione e quindi...siamo da punto a capo

robertonvl
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 104
Età : 37
Località : Roma Lunghezza Ponte di Nona
Data d'iscrizione : 12.06.13

Profilo giocatore
Località: Roma Lunghezza Ponte di Nona
Livello: un due tre stella
Racchetta: Extreme Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da mp4/18 il Dom 24 Nov 2013 - 22:01

ok doma, io capisco il tuo discorso.
ma non possiamo ritenere giusto il discorso del maestro perchè "un tempo" era così. si è vero, una volta la prestige pro era la signature di head, la pro staff 85 quella di wilson e la pure drive, anche se più avanti, quella di babolat. ma se già andiamo negli anni 90 head diffondeva massicciamente la pro tour e wilson la 6.1.
io dico che essere dei bravi maestri, magari anche degli ottimi giocatori, 2a cat o giù di lì, non debba dare diritto a poter sparare delle sciocchezze sui materiali se non si conosce il mercato e la storia.


affermare che le babolat sono telai "molto comodi" può voler dire tutto o nulla. comodi per chi? al massimo si può dire che le babolat sono funzionali per il gioco moderno fatto di rotazioni e pressing da fondo. ma comode è tutto relativo. anzi.

poi, "la head è una racchetta molto tecnica, ma la wilson è fatta per chi sà giocare a tennis" ...a casa mia vogliono dire più o meno la stessa cosa, presumento che essere molto tecnici significhi anche saper giocare a tennis.

io deduco che sto maestro di materiali ne sa pochino e l'unica cosa che abbia fatto sia stata quella di vedere federer con una wilson in mano e trarne quella conclusione.

mp4/18
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 11.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da mp4/18 il Dom 24 Nov 2013 - 22:02

@doma12 ha scritto:
La verità è che chi sa giocare a tennis, chi sa giocare davvero, non si fa tutte le pippe mentali che spesso leggo su telai. Quando sento un 4.5 che sposta il bilanciamento di zero virgola qualcosa e magari chiede mezzo kg in più o in meno di tensione mi faccio delle grosse e grasse risate. Chi lo fa per il piacere di lavorare sul proprio telaio fa benissimo a farlo, ma chi è convinto che per questo livello quel tipo di accorgimento possa fare la differenza vive nel mondo dei sogni. Chiaro che la racchetta e soprattutto le corde sono importanti e ognuno deve ricercare gli strumenti più adatti al proprio gioco, ma poi finisce li. Il 4.5 che non sente la palla e cambia corde e aggiunge 1 grammo di qua e uno di là perde tempo che a mio avviso sarebbe più utile investire in ore di gioco e di allenamento!
Con questo non intendo dire che la personalizzazione dei telai e soprattutto dell'incordatura sia inutile, anzi! Sostengo solo che è apprezzabile solo da un certo livello in poi. Se un terza categoria mi parla di sentire la palla, di bilanciamento ecc sono certo che sa di cosa sta parlando (con il nuovo sistema di punteggio neanche tutti i terza, qui in Liguria 3.5 e 3.4 sono livelli raggiungibili dai vecchi 4.2 e 4.1 di una volta solo partecipando a tantissimi tornei, ma qui il livello è più basso rispetto a Lombardia e Toscana, di conseguenza anche i valori delle classifiche), tutti gli altri scelgano la racchetta che più gli piace e daranno il loro massimo con quella senza il bisogno di modificare nulla.
il mio pensiero a riguardo non è così radiacale, ma in linea di massima concordo appieno.

mp4/18
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Data d'iscrizione : 11.04.10

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da vitali il Lun 25 Nov 2013 - 12:34

@kingkongy ha scritto:Nw-t non ha assolutamente torto...perché se fosse vero l'assioma del maestro di cui sopra "Wilson = racchetta per chi sa giocare", allora essendo la Babolat una sola "racchetta comoda" non dovrebbe stare in mano a un 3.1 o a un Seconda. E per la proprietà transitiva, tutti i Seconda dovrebbero usare una Wilson. Se hai una Prestige (racchetta davvero tecnica) cosa sei, uno bravino ma non bravissimo...altrimenti giocheresti con una Wilson? Se usi una Babolat e sei un 3.1 lo fai solo perché giochi tante ore...
Se usi una Yonex in quale categoria kantiana devi essere inquadrato?
Se hai un paio di Donnay minimo sei gay.
Con una Kneissel sei affetto da gozzo e cretinismo.
L'impiego della Volki, lo ha detto anche il Lombroso, è per i tennisti cleptomani.
Onestamente non c'è logica. E, come vedi, ci divertiamo un po' a scerzarci sopra!
Per la competenza tecnica dei maestri...beh, non solo corde ma anche telai, un minimo sindacale sì! Un esempio? Solo un anno fa c'era una bambina 13 enne il cui padre spiegava al Forum che una BB e Luxilon Alu a 27 Kg andavano benissimo a detta del maestro... Che fai doma, spari al papà o all'istruttore?
a tutti e due   lol

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da vitali il Lun 25 Nov 2013 - 12:36

@kingkongy ha scritto:Nw-t non ha assolutamente torto...perché se fosse vero l'assioma del maestro di cui sopra "Wilson = racchetta per chi sa giocare", allora essendo la Babolat una sola "racchetta comoda" non dovrebbe stare in mano a un 3.1 o a un Seconda. E per la proprietà transitiva, tutti i Seconda dovrebbero usare una Wilson. Se hai una Prestige (racchetta davvero tecnica) cosa sei, uno bravino ma non bravissimo...altrimenti giocheresti con una Wilson? Se usi una Babolat e sei un 3.1 lo fai solo perché giochi tante ore...
Se usi una Yonex in quale categoria kantiana devi essere inquadrato?
Se hai un paio di Donnay minimo sei gay.
Con una Kneissel sei affetto da gozzo e cretinismo.
L'impiego della Volki, lo ha detto anche il Lombroso, è per i tennisti cleptomani.
Onestamente non c'è logica. E, come vedi, ci divertiamo un po' a scerzarci sopra!
Per la competenza tecnica dei maestri...beh, non solo corde ma anche telai, un minimo sindacale sì! Un esempio? Solo un anno fa c'era una bambina 13 enne il cui padre spiegava al Forum che una BB e Luxilon Alu a 27 Kg andavano benissimo a detta del maestro... Che fai doma, spari al papà o all'istruttore?
hehe  e chi usa le alto cosa é??  uno storpio??  LOL

vitali
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1057
Data d'iscrizione : 06.11.11

Profilo giocatore
Località: Oceano Indiano
Livello: 4.0 ITR 4.1 fit
Racchetta: Volkl organix 10 295, Donnay academy pro os,Dunlop 500 tour, PD2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: Un "maestro" dice la sua sulle racchette.

Messaggio Da Andrea78 il Dom 1 Dic 2013 - 11:24

@abracadabra78 ha scritto:"secondo me molti maestri e molti ragazzi usano le Babolat perchè sono telai molto comodi per giocarci diverse ore di seguito".
Ma non finisce qui, aggiunge poi:"secondo me Babolat fa racchette più facili e comfortevoli, 


oddio,un paio di caxxate megagalattiche le ha dette eh....le babo confortevoli???????a parte la pure storm le altre sono molto rigide e trasmettono brutte vibrazioni che hanno smontato decine di gomiti...alla faccia della comodita'....
mmm... effettivamente nella maggior parte dei corsi di tennis per principianti, soprattutto di ragazzi, la racchetta più presente è BABOLAT, in particolare la Pure Drive.. motivo? non tanto il comfort data la rigidità, anche se giocando con palle praticamente sgonfie di fastidi non ce ne sono e quindi si riesce anche a giocare per ore... in realtà è la maggior giocabilità in top e la maggior facilità di apprendimento dei colpi..
la Head fa racchette sia impegnative che meno (tipo le extreme che stanno facendo concorrenza alle Pure Drive ..)..
La Wilson fa racchette essenzialmente impegnative.. difficile reperirne ai vari corsi tra i principianti... Razz

Andrea78
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 258
Località : Cremona
Data d'iscrizione : 23.04.13

Profilo giocatore
Località: Cremona
Livello:
Racchetta: Wilson Kobra Tour

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum