Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da Joefalchetto il Gio 31 Ott 2013 - 8:52

Buongiorno a tutti, vi racconto brevemente l'esperienza che sto avendo con le Sonic Pro Edge incordate sulla Prestige S. Al primo impatto (tensione 23 kg) non mi erano proprio piaciute, complice sicuramente anche il fatto che in quel periodo non centravo bene spesso la palla, mi mancava parecchio controllo e sensibilità, le trovavo piuttosto rigide, mentre potenza e spin in più che avevo rispetto alle corde precedenti non riuscivano a compensare la mancanza di precisione sui colpi (gioco con poco spin e faccio il rovescio ad una mano). 
Poi avvenne il miracolo. A distanza di 2 mesi (le avevo montate a fine agosto), con un totale di almeno 35-40 ore sulle spalle, le trovo eccezionali: sono più morbide (sensibilità al tocco eccezionale, almeno per i miei standard), riesco a sfruttare molto meglio la potenza senza perdere il controllo, la capacità di spin ormai diminuita non rappresenta un grosso problema. 
La prima domanda è ovvia: com'è possibile?? confused 
Può essere solamente conseguenza di un miglioramento tecnico da parte mia? Riprovando la mia vecchia racchetta però, Radical MP, non provavo affatto sensazioni simili (incordata con budello sintetico head)..
La seconda domanda è forse altrettanto ovvia..mi conviene cambiare corde, pur avendo trovato un feeling del genere con queste vecchie e usurate Head?

Joefalchetto
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 13
Età : 22
Località : San Donà di Piave
Data d'iscrizione : 22.04.13

Profilo giocatore
Località: San Donà di Piave
Livello: ..Lentamente in crescita
Racchetta: Wilson N-code 6.1 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 31 Ott 2013 - 9:04

Bisognerebbe vedere "come" in realtà sono state montate.
C'è più di un parametro che non torna, rispetto alle tue sensazioni. Potenti? Corde da controllo non dovrebbero esserlo a quelle tensioni. Spinnose? Le Sonic "spin-friendly" sarebbero una novità Very Happy  Rigide? Su quel telaio, a quella tensione, non dovrebbero. A meno che -e spero vivamente di no, visto che se ne è parlato milioni di volte- non sia stata montata a due nodi. Quello sparametra tutto, e quel che è peggio, su un telaio a fori condivisi, può essere addirittura dannoso. Specia poi mantenendola per tutto quel tempo. Ma nessuno ti ha detto che dopo non più di 20 ore i mono si cambiano?Suspect 

Spera che tutto sia andato per il meglio, o quell' "ammorbidimento" di cui parli potrebbe essere sfibramento del telaio...

Sarebbe utile avere altri input.
Che corde montavi precedentemente sulla p
Prestige? In che calibro e tensione? Due o quattro nodi?

Con qualche informazione in più (magari anche livello e frequenza di gioco...) potremo essere più precisi, ma nel contempo la prima corda da fare è cambiare corde..e sperare Rolling Eyes

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40511
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da Joefalchetto il Gio 31 Ott 2013 - 9:39

Intanto ti ringrazio per la risposta, vedrò di fare un minimo di chiarezza. 
Sono stato decisamente ingenuo a non precisare che, purtroppo, la racchetta è stata incordata a due nodi (calibro 1.25 ma di questo non posso dirti con sicurezza, tensione di 23kg), da poco ho saputo della gravità di questo fatto.. Dunque di certo il cambio corde è urgente (le corde che avevo prima erano quelle montate di fabbrica, non so quali fossero purtroppo). Delle 20 ore non ne sapevo niente, sebbene sapessi che mediamente la vita dei mono si aggira sulle 12 ore, non vedevo motivo di cambiarle visto che mi trovavo bene!
Gioco e prendo lezioni da poco più di un anno, fino a metà settembre ero in campo o al muro mediamente 3 o 4 volte distribuite durante la settimana mentre ora solo il weekend.

Joefalchetto
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 13
Età : 22
Località : San Donà di Piave
Data d'iscrizione : 22.04.13

Profilo giocatore
Località: San Donà di Piave
Livello: ..Lentamente in crescita
Racchetta: Wilson N-code 6.1 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da DAVIDE72 il Dom 10 Nov 2013 - 12:52

Vorrei che Eiffel mi spiegasse con termini tecnici come e perche'  incordare a 4 nodi e' sempre preferibile, anche nel caso non si voglia differenziare le tensioni tra verticali ed orizzontali.
Poi vorrei sapere per quale motivo un telaio si dovrebbe sfibrare gia' dopo pochissime incordature, perdipiu' a tensioni non elevatissime: ho sempre pensato che incordando a 2 nodi, lo stesso spezzone di corda "tira" in manieta omogenea su tutto il telaio, perdendo tensione nel tempo in maniera altrettanto omogenea, e sento il piatto corde piu' omogeneo ed elastico, mentre a 4 nodi ci sono appunto 2 nodi in piu', che introducono elementi di rigidita' addizionale. Insomma, quando conviene incordare a 4 nodi o 2 nodi e perche'?
Grazie.
Ciao;)

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 10 Nov 2013 - 13:20

@DAVIDE72 ha scritto:Vorrei che Eiffel mi spiegasse con termini tecnici come e perche'  incordare a 4 nodi e' sempre preferibile, anche nel caso non si voglia differenziare le tensioni tra verticali ed orizzontali.
Poi vorrei sapere per quale motivo un telaio si dovrebbe sfibrare gia' dopo pochissime incordature, perdipiu' a tensioni non elevatissime: ho sempre pensato che incordando a 2 nodi, lo stesso spezzone di corda "tira" in manieta omogenea su tutto il telaio, perdendo tensione nel tempo in maniera altrettanto omogenea, e sento il piatto corde piu' omogeneo ed elastico, mentre a 4 nodi ci sono appunto 2 nodi in piu', che introducono elementi di rigidita' addizionale. Insomma, quando conviene incordare a 4 nodi o 2 nodi e perche'?
Grazie.
Ciao;)
chi l'ha detto che e' sempre preferibile?a 4 nodi(o 2 nodi atw) si incorda solo quando le verticali finiscono in basso,stop. Io a volte lo faccio anche in altre racche(male cmq non fa),ma solo per comodita',per nn avere troppa corda in mezzo ai piedi e in ogni caso differenzio sempre(tranne nelle racche con piatto molto largo o con buconi) anche coi due nodi,perche',anche se solo per le prime ore,il piatto per forza di cose risulta un pelo piu' morbido,avendo tirato le orizzontali un kg meno(ma va!).....cmq la cosa importante e' non incordare a 2 nodi quando le verticali finiscono in basso,fare bene i nodi e seguire due-tre regole per incordare bene,il resto sono tutte cazzate.......infatti aggiungo che ci facciamo un sacco di seghe mentali,io per primo...quando dovremmo imparare a buttare la palla di la' un po' piu' decentemente Very Happy

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da DAVIDE72 il Dom 10 Nov 2013 - 13:41

Grazie Abra, e come si fa a capire, avendo una racchetta senza corde, se le verticali finiscono in basso? C'entra forse quante coppie di fori ci sono nel passacorde della gola/cuore? Ad esempio alcune takke hanno 6 fori, altre (come la Radical Graphene Pro) ne hanno 8...

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da Joefalchetto il Dom 10 Nov 2013 - 17:19

Ho parlato all'incordatore del club dove gioco (non è quello delle Sonic Pro Edge) e gli ho detto di questa faccenda.. Mi ha risposto che secondo lui i 4 nodi potevano essere necessari per la prima incordatura ma che dopo non ci sarebbero stati problemi (in ogni caso la prima incordatura in assoluto era stata fatta dal venditore, l'ho presa da tenniswarehouse). Sta di fatto che comunque gli ho fatto montare delle Signum Pro Firestorm 1.20 a 23 kg e mi ci trovo decisamente bene!

Joefalchetto
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 13
Età : 22
Località : San Donà di Piave
Data d'iscrizione : 22.04.13

Profilo giocatore
Località: San Donà di Piave
Livello: ..Lentamente in crescita
Racchetta: Wilson N-code 6.1 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 10 Nov 2013 - 17:45

@DAVIDE72 ha scritto:Grazie Abra, e come si fa a capire, avendo una racchetta senza corde, se le verticali finiscono in basso? C'entra forse quante coppie di fori ci sono nel passacorde della gola/cuore? Ad esempio alcune takke hanno 6 fori, altre (come la Radical Graphene Pro) ne hanno 8...
certo...dipende da quello e da quante corde hanno....con 6 fori(in cui si inizia dal basso a incordare) e 16 corde verticali finiscono in basso per esempio

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da DAVIDE72 il Dom 10 Nov 2013 - 23:14

Ok, capito. Ad esempio, io ho parecchie racchette che hanno 3 coppie di fori, quindi si inizia dalla gola, e 16 verticali, che quindi finiscono in basso. E in un pattern con 18 verticali (18x20) e 3 coppie di fori nella gola vorrebbe dire quindi che le verticali finiscono in alto, in questo caso si puo' incordare e 2 nodi?
Comunque, ai corsi Irsa, se uno chiede cosa succede alla racchetta altrimenti, cosa gli rispondono? Che il piatto corde cosi' e' sbilanciato? (non direi...), che la racchetta si sfibra prima? Che la racchetta ha meno controllo? Che si modifica lo sweetspot? In pratica, qual e' la spiegazione tecnica precisa per cui nell'esempio che hai fatto e' meglio incordare a 4 nodi?
Sai, ti devo confessare che ci sono stati diversi casi in cui mi sono trovato addirittura meglio con il 2 nodi, e non di poco, avevo la sensazione che il piatto corde fosse piu' omogeneo e regolare nella risposta. Poi devo dire che ho visto e provato decine e decine di telai di diversi anni fa, incordati con il classico 2 nodi, che non erano per nulla sfibrati, non vibravano minimamente ed erano a mio avviso perfetti. Infine, osservando i grommet di una volta, si nota che difficilmente erano presenti 4 fori allargati per il 4 nodi, come se il costruttore incoraggiasse implicitamente il 2 nodi...o forse la nuova tendenza del 4 nodi (intesa come stessa corda per tutta l'incordatura, non 2 corde diverse ovviamente) ha preso piede nei tardi anni 2000? O forse semplicemente i telai di una volta erano molto piu' robusti (e pesanti) di quelli odierni, e spesse volte costruiti "braided", quindi resistevano a tutto ed erano naturalmente piu' longevi?
Boh! Vorrei ricevere argomentazioni inoppugnabili, prima di andare dal mio incordatore e "pretendere" a tutti i costi un piano di incordatura invece che un altro, tutto qui (fermo restando che ho grande fiducia in Abra e nella sua competenza, perche' dice sempre le sue opinioni fuori dai denti e con sincerita').
Un caro saluto.
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: Corde Head Sonic Pro Edge eterne?

Messaggio Da Eiffel59 il Lun 11 Nov 2013 - 10:57

@joe, le Head Graphene a fori condivisi come la tua Prestige S vanno obbligatoriamente incordate a 4 nodi, pena il decadimento della garanzia, punto e basta. Non esiste una "prima incordatura" ed un "dopo". L'azienda riconosce come unico pattern approvato quello a 4 nodi.

@DAVIDE, un 18x20 con sei fori nella gola finisce inevitabilmente in alto, ma se è una Head va incordato nondimeno a 4 nodi.
Non so cosa dicano ai corsi Irsa, ma confido siano le stesse cose omologate dette in quelli ERSA.

-piatto corde sbilanciato: meccanicamente senza ombra di dubbio, anche se può essere avvertito in maniera più o meno marcata col variare di corde/tensione/telaio e propensione al lavoro di fabbro ferraio del giocatore (leggi "braccio di ghisa") oltrechè di qualità del lavoro (specie di nodi e weaving).
-racchetta che si sfibra prima? Si, anche se in maniera pure in questo caso variabile rispetto a tutti i parametri espressi prima. Per il telaio, è diverso avere due spezzoni di corda che interagiscono in momenti e dinamiche diverse piuttosto che un solo spezzone che causa continui passaggi di sforzo da un punto all'altro dello stesso in maniera non uniforme.
-racchetta che ha meno controllo: sul breve, dipende dalla corda e da come interagisce coi due tipi di montaggio; sul lungo termine, sicuramente si, perchè la perdita si diffonde su tutto il piatto corde, e tale fatto si nota tanto più si colpisce "forte": essendo il punto d'impatto più distante dai punti d'ancoraggio (nodi), lo sforzo per cmq aumenta col passare per tempo perchè c'è più "cedimento" della corda.
-si modifica lo sweetspot: certamente. E sotto questo aspetto, per molti giocatori può costituire un vantaggio, come per altri uno svantaggio. Facile rendersene conto con un test sul campo...e questo si ricollega col tuo "sentire" i due nodi "migliori" al tuo gioco: ovvio che può essere, e sta a te scegliere se utilizzare tale metodo sul tuo telaio se questo non lo prevede o lo nega.
@DAVIDE72 ha scritto: Poi devo dire che ho visto e provato decine e decine di telai di diversi anni fa, incordati con il classico 2 nodi, che non erano per nulla sfibrati, non vibravano minimamente ed erano a mio avviso perfetti
Hai detto giusto alla fine..a tuo avviso. Peccato che non sia così nella realtà...
1)non erano per nulla sfibrati: i telai si iniziano a sfibrare nel momento stesso in cui si monta la prima incordatura, indipendentemente da due o quattro nodi e pattern vari ed eventuali. Ergo non farnetichiamo...
2)non vibravano minimamente: vedi sopra. Specie su telai montati da vent'anni (in cui non solo il telaio è cambiato, ma pure le corde sono una "cosa" diversa da quant'erano in origine...). Ogni telaio vibra, a frequenze più o meno alte e prolungate variabili rispetto a tutti i parametri sopra esposti.

I telai "di una volta" si facevano spesso con soli quattro grommet allargati (ergo per "due nodi") per una miriade di ragioni: macchine incordatrici con una sola pinza esterna e starting/flying clamp non all'altezza che rendevano possibile solo tale montaggio, indubbiamente maggior robustezza e quindi per converso "difficoltà di foratura" con i macchinari del tempo e non ultimo la mancanza di studi approfonditi sulle meccaniche del telaio durante e dopo l'incordatura: i primi studi seri, alla fine degli anni '80, portarono alla nascita dei telai e delle macchine per incordare "moderni" e delle diverse tecniche di  incordatura.

Parlare di "nuova tendenza" per i 4 nodi dopo gli anni 2000 è errato, visto che appunto dall'87 in poi si è iniziato ad usarli più spesso sulle racchette in grafite (sul legno già si faceva, ed alcuni telai come la mitica Max 200 G o le Yonex serie R c'erano ben più di 4 grommet doppi...).

C'è però un'ultima cosa da considerare, "sempre" con corde delicate come budelli o multi, ma spesso anche con alcuni mono di ultima generazione (o sagomati/ruvidi). Nel "due nodi" (indipendentemente se "classico" oppure ATW) la parte in cui si concentra la maggior quantità di impatti è quella che è stata fatta scorrere in tutti i passaggi delle verticali, e che ha subito un ulteriore usura/sfregamento/frizione/arricciamento durante il montaggio delle prime orizzontali, ancor più se il weaving non è (od è mal) eseguito. Tutto ciò può essere semplicemente evitato, ancor prima di iniziare...

Pensaci Wink

E noi sei tu a dover giustificare le ragioni di questa scelta, semmai l'incordatore o chi si definisce tale. Se "pretendi" un'incordatura perchè -in base a test- ti trovi meglio con quella, deve farla e punto. Semmai può consigliare, opinare, giustificare...ma se sei convinto di quel che fai, deve eseguire il tuo ordine di lavoro...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40511
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum