Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Variazioni di gioco o schema fisso...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da defe88 il Dom 22 Set 2013 - 16:22

Dilemma tecnico/tattico, impostando una partita ognuno di noi ha modi e tattiche di gioco totalmente differenti...d'altronde le differenze sono le cose più belle delle sfide sportive.
La mia idea di gioco principale è quella di giocare più decontratto possibile a livello fisico e tecnicamente cercare di ampliare la mia "faretra" di colpi in modo da avere nuove "freccie" al mio arco...ecco questa varietà di colpi proprio perchè la mia idea di gioco sono le "variazioni" cioè alternare un gioco solido da fondo ad uno slice ogni tanto, ad un rovescio incrociato ad un dritto in top ecc...tutto questo cercando di giocare con i piedi nel campo o quasi!


Discutendo con due amici viene fuori che loro invece giocano secondo schemi fissi ovvero:

-uno fa ... Servizio ---> Dritto (che poi vorrei vedere se li viene sempre..)
-mentra l'altro gioca principalmente con i topponi di dritto cercando anche gli inside/out (se si dice così )


Detto questo quando mi hanno chiesto te che schemi usi mi sono trovato un po' spiazzato, nonostante forse l'unico pregio che mi riconosco è quello di cercare il colpo giusto per la giusta situazione.

Ma è preferibile (ai fini del risultato) giocare con uno schema fisso (cosa che loro mi hanno dato come certa) o si può anche cercare un gioco vario con diversi colpi e strategie?? Neutral Neutral Question Question 

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da andreatennis98 il Dom 22 Set 2013 - 16:56

Ovviamente la migliore cosa sarebbe un idea tecnico/tattica di base, anche meglio averne di più(un piano A un piano B e un piano C) così se qualcosa non va sai cosa fare, o comunque ogni tanto cambi per non dare punti di riferimento al tuo avversario. 
Detto ciò per schema si intende come si ha intenzione di impostare il gioco (topponi sul rovescio (Nadal) diagonale rovescio e poi entrata in lungolinea(djokovic)) sono delle idee base da applicare nella fase interlocutoria dello scambio con il fine di acquistare campo per poi riuscire a chiudere, quindi a meno che il tuo amico non serva come raonic e abbia il dritto di federer la vedo dura fare servizio e dritto (soprattutto a livello di quarta)

Comunque più si sa variare tipo di gioco e colpi e più facilmente si può destabilizzare l'avversario, se poi sai fare la scelta giusta al momento giusto (di solito il punto debole di chi ha un repertorio troppo vasto eè questo) sei apposto

andreatennis98
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2398
Età : 18
Località : Bagheria(Palermo)
Data d'iscrizione : 10.07.13

Profilo giocatore
Località: Bagheria(Palermo)
Livello: 4.5 FIT
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da defe88 il Lun 23 Set 2013 - 10:39

andrea intanto grazie della risposta visto che sei l'unico che mi ha cagato ahhaahh Very Happy
Scherzi a parte i miei amici dicevano che variare troppo il gioco non mi darebbe un netto vantaggio in partita mentre uno schema brevettato si...booh vedremo Smile

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da Kirillov il Lun 23 Set 2013 - 13:12

boh.. a livelli bassi penso che lo schema più valido sia "una palla di qua e una palla di là" cercando di sbagliare meno possibile. La variante delle vecchie canaglie da Circolo tennis è smorzata-pallonetto-smorzata Neutral

Kirillov
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 66
Località : Cattolica
Data d'iscrizione : 09.05.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da andreatennis98 il Lun 23 Set 2013 - 13:25

Mah .... 
Secondo me uno che sa variare il gioco è avvantaggiato rispetto ad uno che invece che gioca sempre allo stesso modo perché sa fare solo quello, proprio per il fatto che si ha sempre una seconda scelta poi il punto è saper fare la scelta giusta.
Comunque da quel che ho capito tu vuoi giocare un gioco vario, giusto?
Ma qual'è la tua strategia per guadagnare campo? Perché giocare vario è un conto, ma le tue scelte devono avere un perché, chiunque può mettersi ad alternare top, back e via discorrendo ma se lo si fa senza logica non si ottiene nulla...
Qual'è il tuo gioco? Alternare top e back per non dare ritmo all'avversario e appena accorcia entri e prendi la rete?? No perché mi sto confondendo non vorrei equivocare quel che dici

andreatennis98
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2398
Età : 18
Località : Bagheria(Palermo)
Data d'iscrizione : 10.07.13

Profilo giocatore
Località: Bagheria(Palermo)
Livello: 4.5 FIT
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da defe88 il Lun 23 Set 2013 - 14:25

mi piace variare si hai ragione però diciamo che essendo mancino per prendere campo la giocata più sicura che ho è l'incrociato di dritto sul rovescio avversario...in quel modo prendo spesso campo per la giocato successiva

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da Veterano il Lun 23 Set 2013 - 17:02

@defe88 ha scritto:mi piace variare si hai ragione però diciamo che essendo mancino per prendere campo la giocata più sicura che ho è l'incrociato di dritto sul rovescio avversario...in quel modo prendo spesso campo per la giocato successiva
Ecco e allora e da li in avanti che ti servono le variazioni,cioe' quando ti giocano una palla attaccabile,potrai decidere cosa fare, e li si tratta di semplice scelta,sapendo fare un po tutto puoi scegliere.Cosa differente se parliamo di variazioni da fondo,che siano intese come variazioni di ritmo o di tipo di colpo,sempre basandoti sulle logiche e geometrie del gioco e sui tuoi punti di forza.Chiaro che piu frecce hai nella tua bisaccia usandole come si deve potrai rendere il tuo gioco meno prevedibile.
Occhio al "voler " giocare con i piedi dentro il campo.Dicendo questo mi puoi far capire che sei propenso ad attaccare,pero' il giocare con i piedi dentro il campo non e' una decisione che si prende e ci si impone, ci si impone di andare ad attacare la palla per diagonali e non aspettarla, edi coplirla senza farla scendere,ma e' una conseguenza di cosa fai tu per riuscire a metterli dentro il campo sti piedi, oppure una situazione di gioco,dove non ne puoi fare a meno.Nemmeno Agassi giocava sistematicamente con i piedi dentro il campo,si lo faceva piu di altri,perche' si e' allenato sin da bambino ad attacare la palla.resta il fatto che anche lui entrasse con i piedi dentro il campo quando poteva farlo,percio' occhio a valutare bene le cose e a mantenere una distanza tale dal fondo che ti permettano di non dover giocare sistematicamente di controblazo.Poi ben vengano le variazioni........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1991
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da defe88 il Lun 23 Set 2013 - 17:13

no vet mi sono espresso male, intendevo che entro volentieri quando posso...sempre eh sarebbe un bel sogno ma chi ce la fa? Very Happy

E sulle variazioni da fondo che mi dici?anche se il maestro mi dice (e io seguo a mo di avemaria ahha)che il tennis si gioca sulle diagonali e tra le due che ho a disposizione direi che il dritto (mio) --> rovescio (avversario) è la miglior scelta...però il gusto di vatriare un bel back lungolinea ad un incrociato mi rimane Very Happy

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Variazioni di gioco o schema fisso...

Messaggio Da gianlugi1978 il Lun 23 Set 2013 - 19:16

In linea di massima cerco sempre di imporre il mio gioco, fatto di topponi soprattutto sul rovescio avversario aspettando che quest'ultimo accorci, per poi entrare in campo. Ovviamente, la tattica cambia anche in funzione dell'avversario. Una cosa importante che ho capito da non molto e che, comunque, mi sta dando grandi risultati è quella di giocare i punti importanti facendo la cosa che riesce più facilmente e naturalmente, senza cercare di strafare. Mi spiego meglio: fino a qualche tempo fa, sui punti più importanti cercavo di fare qualcosa di diverso, come ad esempio un ace se battevo, oppure una risposta vincente, cosa sbagliatissima, poichè, la tensione del momento, mi portava spesso a perdere il punto facendo, al contrario un doppio fallo o rispondendo fuori. Ora, invece, cerco di fare qualcosa di collaudato e semplice: una prima a velocità ridotta in kick sul rovescio per poi giocare il colpo successivo in sicurezza dall'altra parte oppure rispondo lungo e al centro. Non faccio punto direttamente, ma vi assicuro che la resa di una tattica del genere è altissima!!!

gianlugi1978
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1411
Età : 38
Località : Palagiano (Ta)
Data d'iscrizione : 30.06.10

Profilo giocatore
Località: Palagiano (Ta)
Livello: 4.2
Racchetta: Tecnifibre TFight 315 Ltd 16X19

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum