Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Il tennis dei poveri

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il tennis dei poveri

Messaggio Da Adolfo il Gio 1 Ago 2013 - 12:49

Volevo segnalare questo bell'articolo:

http://www.federtennis.it/DettaglioNews.asp?IDNews=64601

grazie.

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da kingkongy il Gio 1 Ago 2013 - 13:03

Bellissimo. Affresco di grande grazia e passione. Dedicato a tutti quelli che vogliono fare tennis agonistico e a tutti quelli che guardano con il naso infilato tra le maglie della rete.

GRAZIE ADOLFO.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da nw-t il Gio 1 Ago 2013 - 13:13

Bello davvero...cheers  x Matteo (Trevisan) confermo già da junior aveva un dritto che non lasciava scampo...era una frustata...uguale a quello di Roger quando era al TOP...

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15458
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 1 Ago 2013 - 13:40

Articolo interessante (anche se sono cose che, chi ama il tennis, conosce).

Mi è piaciuto un commento di un lettore, che posto in rosso:

è bene però ricordare che se quei ragazzi stanno lì su quei campi a cercare di far decollare una carriera, sono comunque persone fortunate, che evidentemente hanno alle spalle una famiglia che può supportarli. E se non andrà come deve andare, troveranno altro da fare nella vita.
Sono altri gli eroi che lottano quotidianamente per portare il pane a casa.

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da ace59 il Gio 1 Ago 2013 - 13:46

......e Federer non e' 77.000.000 di volte piu' bravo di Trevisan!
da non far leggere alla scuola tennis , o forsr si ?

ace59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3377
Età : 57
Data d'iscrizione : 29.06.11

Profilo giocatore
Località: treviso
Livello: fit 4.2
Racchetta: 1 PT57A pj MP , 1 PT57E pj MP l , 2 prestige MP , 1 PK Ki5 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da Adolfo il Gio 1 Ago 2013 - 13:47

Io mi chiedo: ma tra un Gimeno Traver e un Trusendi c'è davvero tutta questa differenza? se giocano contro 10 volte come finisce? Smile

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da gio2012 il Gio 1 Ago 2013 - 14:10

l'ho letto stamane, avevo giusto tre racchette in mano due mie una di mia figlia: mi sono chiesto che facevo io a 23 anni... lavoravo per permettermi gli studi... studiando notti e week end, niente vacanze tennis o altro. Quindi preferisco considerare quelli descritti dei fortunati, condividendo il quote di Sonny, visto che con li tennis questi ci campano. Mi piacerebbe però vedere un talento sponsorizzato dalla federazione, visto che sono €€ di tutti.

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da riccardino il Gio 1 Ago 2013 - 14:16

@Sonny Liston ha scritto:Articolo interessante (anche se sono cose che, chi ama il tennis, conosce).

Mi è piaciuto un commento di un lettore, che posto in rosso:

è bene però ricordare che se quei ragazzi stanno lì su quei campi a cercare di far decollare una carriera, sono comunque persone fortunate, che evidentemente hanno alle spalle una famiglia che può supportarli. E se non andrà come deve andare, troveranno altro da fare nella vita.
Sono altri gli eroi che lottano quotidianamente per portare il pane a casa.

Già. L'articolo è bello e ci va fatta la tara.
Ma a me ha ricordato una chiacchierata tra due maestri e, in particolare, la frase: "il rischio è di spendere mezzo milione e ritrovarsi con un B3". Ricordo di aver pensato che, se puoi spendere mezzo milione per il sogno di tuo figlio, dubito che in caso di insuccesso questi si dovrà mettere a portare secchi di malta sotto il sole.

Ciò non toglie che un po' più di equità nelle ripartizioni dei montepremi andrebbe messa in atto, non solo proclamata...

riccardino
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1469
Data d'iscrizione : 07.11.12

Profilo giocatore
Località: Ferrara
Livello: In costante peggioramento
Racchetta: Züs Custom 100.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da FedEx il Gio 1 Ago 2013 - 14:19

@gio2012 ha scritto:l'ho letto stamane, avevo giusto tre racchette in mano due mie una di mia figlia: mi sono chiesto che facevo io a 23 anni... lavoravo per permettermi gli studi... studiando notti e week end, niente vacanze tennis o altro. Quindi preferisco considerare quelli descritti dei fortunati, condividendo il quote di Sonny, visto che con li tennis questi ci campano. Mi piacerebbe però vedere un talento sponsorizzato dalla federazione, visto che sono €€ di tutti.

Quoto in pieno.
Quel che non hanno fatto prima (cioè studiare, perchè fino ai 16 anni scommetto che per loro il tennis era più un divertimento che un lavoro, nonostante l'agonismo) sono costretti a farlo adesso (giustamente), con tanti sacrifici.
Quindi secondo me, solo uno sprovveduto non calcolerebbe tutti questi rischi prima di fare una scelta simile...

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da gio2012 il Gio 1 Ago 2013 - 14:45

yes...

ma che differenza c'è rispetto al lavoro "normale"? ... abbiamo dei manager con stipendi milionari e degli impiegati che a stento arrivano a fine mese e troviamo tutto ciò normale, quindi perché trasfigurare la fatica fisica del tennista che ha poco talento in un'icona su cui impietosirsi? 

[ho esagerato? perché se ho esagerato ditemelo!! Smile]

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da mattiaajduetre il Gio 1 Ago 2013 - 15:35

Buon pomeriggio
Aggiungiamo qualche riga all'articolo? ????
Diciamo che un ragazzo dell'età di davide e che da ragazzino ci giocava contro anche vincendo e ha fatta tutta la trafila in contemporanea si ritrova che a poco più di vent'anni deve smettere per motivi non solo suoi...
Va dal suo maestro e gli dice che manco gli può pagare i due anni arretrati e qualcuno gli trova un posto come impiegato...
Come commentare la cosa? Che è passato dall'inferno o che ha avuto in dono un sogno durato quasi quindici anni?
Non sto parlando di eroi sportivi e assolutamente non parlo degli eroi nella vita ( per me le due categorie esistono: sono molto diverse ma esistono )


Buona giornata a tutti

mattiaajduetre
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 11973
Località : tosco.made.milza.seni.sange.(throu' all)
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: deepest padan
Livello: deepest lev.: fired out
Racchetta: once pt57e, now... yonex's 2 better!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da fedmex il Gio 1 Ago 2013 - 16:00

quotone Sonny e non occorre aggiungere altro

fedmex
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1733
Data d'iscrizione : 13.10.10

Profilo giocatore
Località: Chiavari
Livello: disastro ( ma in crescita)
Racchetta: Donnay Pro 1 GT biturbo

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da Adolfo il Gio 1 Ago 2013 - 16:06

Ragazzi non funziona proprio così.
A volte (molte volte) la famiglia fa enormi sacrifici per supportare il figlio (avevo sentito che ad esempio i genitori di Janowicz si erano venduti il negozio e impegnato la casa). Pensate a mettervi nei panni di un 20enne che vive nell'inferno dei futures, a "giocare" con tutta questa responsabilità e aspettative alle spalle, che quando perde due partite di fila nonriesce neanche a guardare il padre negli occhi... io penso che sarei molto più spensierato ad andare a scaricare malta!! Smile

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da kingkongy il Gio 1 Ago 2013 - 16:14

Non ci sono solo i 23 enni, anzi, lo sbarramento vero è ben prima. E ci sono ragazzi che si fermano perché i genitori hanno finito la benzina, altri che non hanno "l'X factor tennistico", altri che ce l'hanno ma son gestiti male.
Insomma, diciamo che se fai il calciatore, l'atterraggio di emergenza lo rimedi anche. Ma, se fai il tennista, ti ritrovi con un pugno di mosche in mano, un sogno spezzato e un avvenire dove la società ti fa a pezzi. Giustamente? Non lo so, ma ci sono ragazzi, storie, aneddoti che ti accartocciano il cuore.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da kingkongy il Gio 1 Ago 2013 - 16:22

Comunque, non per rispondere a gio2012 ma per chiacchierare, non vedo in giro grandi figure ieratiche, icone o totem. Quell'articolo è da leggere ad alta voce in ogni scuola o accademia...come "deterrente".
Non credo che un ragazzo benestante sia più da punire e sanzionare rispetto a uno col conto in banca con pochi zeri e tanti decimali. Un fallito è un fallito, senza distinzioni classiste o sociologiche.
Arrivano a 25 anni senza un futuro? Questo è il problema, non altro. E' un bene per i ragazzi che si avvicinano al tennis? Funziona il vivaio "made in Italy"?
Questo articolo sorprende eccome che sia stato pubblicato sul sito federale: per me è più un atto d'accusa che un'elegia di sudore e terra rossa.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da Adolfo il Gio 1 Ago 2013 - 16:39

Io non parlerei in nessun caso di "falliti" però, i falliti sono altri.

Se un ragazzo a 25 anni si rende conto che non può andare oltre il numero 1000 ATP, ha comunque fatto una grande impresa ad arrivarci al 1000 ATP, e poi può raccogliere bagagli e bagaglini e riciclarsi in qualcos'altro.

Un mio ex maestro di tennis (ex 2.3 che ha cercato invano di buttarsi nel mischione dei tornei ma non ha ingranato) si è comprato casa al mare in sardegna con barca annessa, io da "laureato" faccio fatica a comprarmi una punto, chi è il "fallito" tra i due? molti non indicherebbero certo lui Laughing

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da FedEx il Gio 1 Ago 2013 - 16:45

Probabilmente allora tutti quei soldi li ha fatti facendo il maestro (ovviamente facendosi pagare in nero, come tutti).Smile Laughing 

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da gio2012 il Gio 1 Ago 2013 - 16:54

un'operazione di autoaccusa probabilmente mirata a chiedere più soldi al CONI o ministero dello sport, ci può anche stare... 

mi mancano le storie dei talentuosi senza soldi che avrebbero potuto farmi pensare che forse dobbiamo preoccuparci di far avere più soldi ai tennisti, qui tutti riportano che il movimento agonistico è dominato da benestanti... che faccio mi faccio raccapricciare il cuore per chi ha sempre un posto in cui rifugiarsi? ed andando oltre che faccio mi sbatto per far avere più soldi ai tennisti quasi pro ben sapendo che è in larga maggioranza un gruppo di benestanti? 
no, il vivaio made in Italy non funziona, è in mano ai benestanti che non è detto che siano competenti
l'ideale è che un 25enne abbia tutte le opzioni di futuro, non solo quelle di calciatore o velina (o tennista), se fosse così ognuno troverebbe il suo

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da gio2012 il Gio 1 Ago 2013 - 16:58

ha ragione FedEx, che tristezza i pagamenti in nero... roba da ladri

gio2012
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1540
Località : Torino
Data d'iscrizione : 31.10.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da FedEx il Gio 1 Ago 2013 - 17:03

@gio2012 ha scritto:ha ragione FedEx, che tristezza i pagamenti in nero... roba da ladri

Soprattutto per i maestri di tennis privati...
Stanno in campo 13-14 ore al giorno per 30 euro all'ora... fatevi un po' di conti...

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da perro il Gio 1 Ago 2013 - 18:19

[b style="color: rgb(0, 0, 0); font-family: Noteworthy; font-size: 18px; font-weight: bold; line-height: 24px; -webkit-tap-highlight-color: rgba(26, 26, 26, 0.296875); -webkit-composition-fill-color: rgba(130, 98, 83, 0.0976563); -webkit-composition-frame-color: rgba(191, 107, 82, 0.496094); "]Se fosse possibile vivere la vita al contrario alla Woody Allen sarebbe tutto più facile.[/b]
[b style="color: rgb(0, 0, 0); font-family: Noteworthy; font-size: 18px; font-weight: bold; line-height: 24px; -webkit-tap-highlight-color: rgba(26, 26, 26, 0.296875); -webkit-composition-fill-color: rgba(130, 98, 83, 0.0976563); -webkit-composition-frame-color: rgba(191, 107, 82, 0.496094); "]Si nasce 70enni con una bella pensione e tanto tempo libero in questa fase si imparano i primi rudimenti tennistici da un buon maestro e si fanno doppietti salute in cui si creano solide basi nel gioco al volo. Dopo qualche anno si incomincia a lavorare e con 50 / 55 anni sul groppone con un ottimo stipendio ci continua ad allenare con il fisico che supporta sempre di più le solidissime basi tecniche (ormai sono 20 di tennis mica bazzecole..) arrivano i 35 se il talento c'è e abbiamo fatto le formiche accumulando una discreta fortuna ci facciamo tessera fit e tornei open sbaragliando la concorrenza a 28/27 conviene licenziarsi e dedicarsi a futures e challeger per globo cominciando a macinare punti e vittorie con un fisico sempre più scattante e meno sensibile agli incontri ravvicinati e ad infortuni e con 50 anni di esperienza tennistica alle spalle, a fine carriera prevederei la vittoria a wimbledon a 15 anni sbaragliando l'ormai datato record di Boris. Da bimbo attorno ai 6 anni mi farei i centri estivi fit umiliando regilarmente il maestro federale nella partitella di fine giornata. Manterrei l'orgasmo come atto conclusivo..[/b]

perro
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 581
Data d'iscrizione : 03.05.12

Profilo giocatore
Località: Savona
Livello: X
Racchetta: sposato

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da perro il Gio 1 Ago 2013 - 18:25

Se fosse possibile vivere la vita al contrario alla Woody Allen sarebbe tutto più facile.
Si nasce 70enni con una bella pensione e tanto tempo libero in questa fase si imparano i primi rudimenti tennistici da un buon maestro e si fanno doppietti salute in cui si creano solide basi nel gioco al volo. Dopo qualche anno si incomincia a lavorare e con 50 / 55 anni sul groppone con un ottimo stipendio ci continua ad allenare con il fisico che supporta sempre di più le solidissime basi tecniche (ormai sono 20 di tennis mica bazzecole..) arrivano i 35 se il talento c'è e abbiamo fatto le formiche accumulando una discreta fortuna ci facciamo tessera fit e tornei open sbaragliando la concorrenza a 28/27 conviene licenziarsi e dedicarsi a futures e challeger per globo cominciando a macinare punti e vittorie con un fisico sempre più scattante e meno sensibile agli incontri ravvicinati e ad infortuni e con 50 anni di esperienza tennistica alle spalle, a fine carriera prevederei la vittoria a wimbledon a 15 anni sbaragliando l'ormai datato record di Boris. Da bimbo attorno ai 6 anni mi farei i centri estivi fit umiliando regilarmente il maestro federale nella partitella di fine giornata. Manterrei l'orgasmo come atto conclusivo..

perro
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 581
Data d'iscrizione : 03.05.12

Profilo giocatore
Località: Savona
Livello: X
Racchetta: sposato

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da riccardino il Gio 1 Ago 2013 - 22:33

@perro ha scritto:Se fosse possibile vivere la vita al contrario alla Woody Allen sarebbe tutto più facile.
Si nasce 70enni con una bella pensione e tanto tempo libero in questa fase si imparano snip...

Very Happy

riccardino
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1469
Data d'iscrizione : 07.11.12

Profilo giocatore
Località: Ferrara
Livello: In costante peggioramento
Racchetta: Züs Custom 100.

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da mattiaajduetre il Ven 2 Ago 2013 - 7:49

Buon giorno
Visto lo stato delle casse  i.n.p.s.e le ultime leggi della riforma 2011...
Bah..... si nasce settantenni con la Very Happy  " speranza " Very Happy  di una buona pensione... perché se non decidi di integrarla personalmente....affraid 

Buona giornata

mattiaajduetre
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 11973
Località : tosco.made.milza.seni.sange.(throu' all)
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: deepest padan
Livello: deepest lev.: fired out
Racchetta: once pt57e, now... yonex's 2 better!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il tennis dei poveri

Messaggio Da steno68 il Mar 6 Ago 2013 - 16:52

@FedEx ha scritto:Stanno in campo 13-14 ore al giorno per 30 euro all'ora... fatevi un po' di conti...
Suvvia, non diciamo castronerie adesso, dai...

Ad esempio togliendo il campo qua da me i maestri oscillano tra i 17 e i 22 euro, ma sopratutto non fanno 13 ore di lezioni private al giorno.
Ci sono i corsi dei ragazzi, dei bambini, i tempi morti, i campi estivi (in cui si paga 40 euro... a settimana) etc.

Quelli più giovani poi si divertono ancora nei tornei FIT e quelli meno giovani nei tornei a squadre, con le loro spese e i loro tempi.
Insomma, non mi appaiono certo come professionisti che guadagnano 8.000 euro al mese...

steno68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 359
Età : 48
Località : Friuli
Data d'iscrizione : 22.03.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: FIT 4.2
Racchetta: Babolat Pure Drive Plus 2015, Head Prestige XT S

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum