Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

corda per slazenger challenge 1 320 tour

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da slazenger il Gio 11 Mar 2010 - 23:23

Sono un pò confuso,c'è chi mi consiglia un mono,chi un multi,chi calibri sottili chi il contrario.Qualcuno mi potrebbe dire che tipo di corda è più indicata per questo telaio?Grazie.

slazenger
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 23
Età : 47
Data d'iscrizione : 18.01.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: slazenger open 300-slazenger challenge tour 320-dunlop aerogel 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da MassimoM il Ven 12 Mar 2010 - 7:19

Ciao,
non è facile consigliarti una corda senza sapere quante volte a settimana giochi? Rompi spesso le corde? usi molta rotazione(hai un pattern 16/20)?
Se usi molte rotazioni ti consiglio monofilo con calibro sottile(pentagonale,esagonale ecc....) 1.18 max 1.24(tecnifibre black code), Se vuoi più sensazioni di palla, più confort prova un multifilo tra 1.24 max 1.30 di calibro(tecnifibre x-one biphase, tecnifibre TGV, excel babolat).
In ultimo se vuoi conservare un buon spin e un ottimo confort, prova ibridi o tra x-one/black code(o altri mono/multi) o più sensazioni di palla Budello/multifilo.

MassimoM
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 49
Età : 27
Località : roma
Data d'iscrizione : 19.02.10

Profilo giocatore
Località: ROMA
Livello: 4NC
Racchetta: Coppia Artengo 920 SBS2

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Eiffel59 il Ven 12 Mar 2010 - 7:43

Slaz, quanto scritto (concordo con Massimo) è un po' poco..la corda non va ottimizzata solo al telaio, ma pure allo stile/livello/frequenza di gioco del suo utilizzatore...dacci più info..e vedrai che i consigli si sprecano Wink

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40387
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da slazenger il Ven 12 Mar 2010 - 16:54

Chiedo scusa, vi ho dato pochi dati.Il mio livello di gioco,secondo la scheda di autovalutazione itr,è 3.5-4.0.Gioco prevalentemente da fondo con qualche discesa a rete,dritto poco arrotato e rovescio in back.Gioco un paio di volte alla settimana e rompo poco le corde.Grazie di nuovo.

slazenger
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 23
Età : 47
Data d'iscrizione : 18.01.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: slazenger open 300-slazenger challenge tour 320-dunlop aerogel 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 13 Mar 2010 - 7:16

mmh, forse col tuo stile di gioco la Challenge non è la scelta più indicata essendo la sorellina "serve and volley" della Aerogel 300 4D...comunque, ideale un multi sensibile comne gli ubiqui TF (X-One, NRG2, TGV), Babolat (Xcel Power/Premium), Wilson (NXT/NXT Tour) e tensioni tra i 24 ed i 28 kg...più verso questi ultimi giocando da dietro..

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40387
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da slazenger il Sab 13 Mar 2010 - 11:49

Ti ringrazio Eiffel,pensi che l'aerogel 300 4d sia più adatta al mio stile di gioco?Te lo chiedo perchè uso anche una aerogel 300 (no 4d),finchè lo scambio è lento mi trovo bene,quando aumenta il ritmo la trovo poco stabile,mentre la challenge,forse perchè più pesante,la sento più stabile e riesco a dare più profondità ai colpi.La 300 l'ho appesantita con 3 grammi ad ore 9 e 3 ad ore15,secondo te potrei fare altre modifiche per aumentarne la stabilità e la profondità dei colpi.Grazie

slazenger
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 23
Età : 47
Data d'iscrizione : 18.01.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4.0
Racchetta: slazenger open 300-slazenger challenge tour 320-dunlop aerogel 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 13 Mar 2010 - 12:52

Aumentare la piombatura a 5 grammi per lato, e mettere pure 2 grammi in punta...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40387
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da DAVIDE72 il Sab 11 Feb 2012 - 23:41

@slazenger ha scritto:Chiedo scusa, vi ho dato pochi dati.Il mio livello di gioco,secondo la scheda di autovalutazione itr,è 3.5-4.0.Gioco prevalentemente da fondo con qualche discesa a rete,dritto poco arrotato e rovescio in back.Gioco un paio di volte alla settimana e rompo poco le corde.Grazie di nuovo.

Mi permetto di consigliarti il Polyfibre TCS, e' un monofilo non composto da co-poliestere, ma e' fatto di polietilene modificato molecolarmente, che rispetto ai vari co-poly ha un ottimo tocco, buona potenza e controllo. Unica avvertenza, siccome e' fatto di polietilene, tende a perdere piu' tensione dei mondo nei primi giorni/ore, quindi ti consiglio di tenerne conto nella scelta della tensione: direi un 4 nodi a 26 verticali e 25 orizzontali, e cerca di trovare un incordatore che faccia nodi Pro Knot, piccoli e stretti.
Se ti chiedi che differenza ci puo' mai essere tra 2 nodi e 4, ti dico che con i 4 nodi i piani di cordatura verticale ed orizzontale lavorano in modo piu' indipendente, ed hai maggior controllo sulla direzione della palla; i 4 nodi perdono un po' piu' tensione inizialmente rispetto ai 2, ma dopo il primo calo fisiologico, mantengono la tensione meglio e piu' a lungo, quindi va bene per uno come te che rompe raramente le corde: il 2 nodi puo' essere utile a chi rompe quasi subito le corde (entro 6 ore), a questo tipo di giocatore non interessa la perdita di prestazionedelle corde dopo qualche ora, perche' le rompe prima, gli nteressa di piu' la tenuta in tensione, che nel 2 nodi e' un po' migliore solo per le prime ore.
Comunque il vantaggio del polietilene e' che "non muore di colpo" come i co-poly.
Ciao e buon tennis.
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da DAVIDE72 il Sab 11 Feb 2012 - 23:58

@DAVIDE72 ha scritto:
@slazenger ha scritto:Chiedo scusa, vi ho dato pochi dati.Il mio livello di gioco,secondo la scheda di autovalutazione itr,è 3.5-4.0.Gioco prevalentemente da fondo con qualche discesa a rete,dritto poco arrotato e rovescio in back.Gioco un paio di volte alla settimana e rompo poco le corde.Grazie di nuovo.

Mi permetto di consigliarti il Polyfibre TCS, e' un monofilo non composto da co-poliestere, ma e' fatto di polietilene modificato molecolarmente, che rispetto ai vari co-poly ha un ottimo tocco, buona potenza e controllo. Unica avvertenza, siccome e' fatto di polietilene, tende a perdere piu' tensione dei mondo nei primi giorni/ore, quindi ti consiglio di tenerne conto nella scelta della tensione: direi un 4 nodi a 26 verticali e 25 orizzontali, e cerca di trovare un incordatore che faccia nodi Pro Knot, piccoli e stretti.
Se ti chiedi che differenza ci puo' mai essere tra 2 nodi e 4, ti dico che con i 4 nodi i piani di cordatura verticale ed orizzontale lavorano in modo piu' indipendente, ed hai maggior controllo sulla direzione della palla; i 4 nodi perdono un po' piu' tensione inizialmente rispetto ai 2, ma dopo il primo calo fisiologico, mantengono la tensione meglio e piu' a lungo, quindi va bene per uno come te che rompe raramente le corde: il 2 nodi puo' essere utile a chi rompe quasi subito le corde (entro 6 ore), a questo tipo di giocatore non interessa la perdita di prestazionedelle corde dopo qualche ora, perche' le rompe prima, gli nteressa di piu' la tenuta in tensione, che nel 2 nodi e' un po' migliore solo per le prime ore.
Comunque il vantaggio del polietilene e' che "non muore di colpo" come i co-poly.
Ciao e buon tennis.
Davide

Ah, dimenticavo il calibro della corda: 1,25 mm
Ciao.
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Ivan il Dom 12 Feb 2012 - 2:29

Ciao Slaz, ti confondo un pò le idee dai: Very Happy
Tra Slaz 320 e Aerogel 300 4d ho preferito Slaz perchè la sentivo più stabile ed il colpo più pastoso e preciso, mentre la Dunlop aveva molte più vibrazioni e non l'ho amata tanto (entrambe con monofilo mediocre 20/21).
Deciso questo ho trovato un ottimo gioco e comfort con ibrido (grande consiglio di Eiffel!!), ma ad un certo punto con l'aumento della velocià di palla la sensazione è di avere una rete per le farfalle e ricevere sassate dagli avversari.

Passato al monofilo ho perso in sensibilità e comfort ma guadagnato in potenza e in tutte quelle situazioni in cui il tuo avversario ha la palla che viaggia.

Ho provato Black Code 1.18 (tirata 24/23) che ha un'ottima spinta, un buon comfort ed è morbido, ma il tocco è così così, devi avere un braccio sensibile. Corda che non ho amato le prime ore ed ho rivalutato le ore successive. Ha una buona durata e nell'arco della sua vita di lavoro è sempre valida. Alla fine non schianta.
Contemporaneamente ho provato Solinco Tour Bite 1.20 (tirate 24/23 per paragonare con BC). Per me è fenomenale: controllo favoloso e colpi che partono alla grande. La sensazione è di avere un altro livello di controllo. Devi avere un bel braccio però, perchè è più rigida e se sei in giornata così e così ti vanno tutte a metà campo dell'avversario e ti prendi cmq sassate Very Happy Very Happy quindi passi alla BC che è più morbida spinge di più e ti allunga quei due metri sufficienti per tenere a fondo l'avversario Basketball Basketball
La sensazione di giocare con sta corda però è incredibile, da provare assolutamente. A fine vita attiva schianta di colpo e torni a casa con un "braccio così" e son dolori Sad come adesso che sto sul divano con pollice che mi fa male e il braccio affaticato. (d'altronde le pippe con la Solinco..)
Nei prossimi giorni proverò la Stessa TB però 1,18 tirata un kg in meno 23/22
Adesso proverò calibro 1.18 tirato 23/22, un kg in meno per vedere come funziona.
Anch'io gioco volentieri da fondo come te, ogni tanto quando mi costringo a costruire il punto provo anche ad andare a rete e non disdegno né una corda né l'altra per gioco di volo. Come sopra BC un po più facilina.
Spero ti possa aver dato degli spunti, cmq:
Viva SLAZ 320, grandi soddisfazioni, aaaaaahhhhh che gioia del giuoco cheers cheers

Mi sorge un quesito per Mario e chi ha Slaz 320: oggi per la prima volta dopo un anno e mezzo ho sentito l'esigenza di avere la racchetta ancora più pesante nel swing sul dritto, la sensazione è che se fosse più pesante avrebbe più inerzia quando colpisco e riuscirei ad essere più potente e forse avere più controllo sulle fucilate degli avversari.
Cosa devo fare: customizzare con piombi in testa e silicone manico? Come per non fare danni? Sarei tentato di provare, ma non so verso che direzione andare all'inizio.
Ciao grazie!
Iv

Ivan
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 43
Data d'iscrizione : 17.10.10

Profilo giocatore
Località: Mi
Livello: 4.4 Fit
Racchetta: Slazenger Tour 320

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Eiffel59 il Dom 12 Feb 2012 - 6:24

Per "non fare danni" inizia con 3 grammi in testa e tre nel manico, e giudica come va. Se l'aumento di peso ti garba ma la spinta non aumenta a sufficienza, raddoppia solo in testa....

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40387
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da DAVIDE72 il Dom 12 Feb 2012 - 7:21

@Ivan ha scritto:Ciao Slaz, ti confondo un pò le idee dai: Very Happy
Tra Slaz 320 e Aerogel 300 4d ho preferito Slaz perchè la sentivo più stabile ed il colpo più pastoso e preciso, mentre la Dunlop aveva molte più vibrazioni e non l'ho amata tanto (entrambe con monofilo mediocre 20/21).
Deciso questo ho trovato un ottimo gioco e comfort con ibrido (grande consiglio di Eiffel!!), ma ad un certo punto con l'aumento della velocià di palla la sensazione è di avere una rete per le farfalle e ricevere sassate dagli avversari.

Passato al monofilo ho perso in sensibilità e comfort ma guadagnato in potenza e in tutte quelle situazioni in cui il tuo avversario ha la palla che viaggia.

Ho provato Black Code 1.18 (tirata 24/23) che ha un'ottima spinta, un buon comfort ed è morbido, ma il tocco è così così, devi avere un braccio sensibile. Corda che non ho amato le prime ore ed ho rivalutato le ore successive. Ha una buona durata e nell'arco della sua vita di lavoro è sempre valida. Alla fine non schianta.
Contemporaneamente ho provato Solinco Tour Bite 1.20 (tirate 24/23 per paragonare con BC). Per me è fenomenale: controllo favoloso e colpi che partono alla grande. La sensazione è di avere un altro livello di controllo. Devi avere un bel braccio però, perchè è più rigida e se sei in giornata così e così ti vanno tutte a metà campo dell'avversario e ti prendi cmq sassate Very Happy Very Happy quindi passi alla BC che è più morbida spinge di più e ti allunga quei due metri sufficienti per tenere a fondo l'avversario Basketball Basketball
La sensazione di giocare con sta corda però è incredibile, da provare assolutamente. A fine vita attiva schianta di colpo e torni a casa con un "braccio così" e son dolori Sad come adesso che sto sul divano con pollice che mi fa male e il braccio affaticato. (d'altronde le pippe con la Solinco..)
Nei prossimi giorni proverò la Stessa TB però 1,18 tirata un kg in meno 23/22
Adesso proverò calibro 1.18 tirato 23/22, un kg in meno per vedere come funziona.
Anch'io gioco volentieri da fondo come te, ogni tanto quando mi costringo a costruire il punto provo anche ad andare a rete e non disdegno né una corda né l'altra per gioco di volo. Come sopra BC un po più facilina.
Spero ti possa aver dato degli spunti, cmq:
Viva SLAZ 320, grandi soddisfazioni, aaaaaahhhhh che gioia del giuoco cheers cheers

Mi sorge un quesito per Mario e chi ha Slaz 320: oggi per la prima volta dopo un anno e mezzo ho sentito l'esigenza di avere la racchetta ancora più pesante nel swing sul dritto, la sensazione è che se fosse più pesante avrebbe più inerzia quando colpisco e riuscirei ad essere più potente e forse avere più controllo sulle fucilate degli avversari.
Cosa devo fare: customizzare con piombi in testa e silicone manico? Come per non fare danni? Sarei tentato di provare, ma non so verso che direzione andare all'inizio.
Ciao grazie!
Iv

Puoi anche provare 2 grammi in testa (fai una striscia molto corta, non lunga, magari sovrapponi due pezzetti da un lato e dall'altro delle corde), per sfruttare al massimo il punto della testa piu' lontano dal manico ed ottimizzare il momento d'inerzia.
Poi, per aumentare di pari passo la stabilita' del telaio, metti 2 grammi ad ore 3 e ore 9; se pero' vedi che fai molta piu' fatica a "coprire" il colpo, cioe' ad uscire velocemente con la testa della racchetta sopra la pallina, allora sposta i 2+2 grammi da ore 3 a ore 4, da ore 9 a ore 8, e se non e' ancora sufficiente, allora aggiungi 5 grammi al manico.
Fammi sapere come ti trovi, ciao.
P.s.: la Tour 320 ce l'ho anch'io... Wink
Ciao.
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Ivan il Mer 15 Feb 2012 - 14:00

Grazie per i consigli, non resta che procurarmi i grammi!

Davide cosa significa da un lato e dall'altro delle corde? Ora porto il 3d stampato con me al negozio
così mi fanno la traduzione (ripetente che sono) Very Happy
Usi la 320 con qualche grammo qua e là o ti trovi bene così?

Non che debba "per forza" fare chissà quale custom, solo mi chiedevo se posso riuscire a sfruttare ancora meglio l' attrezzo che già trovo soddisfacente.

D'altronde il braccino che mi ritrovo non è certo quello di Rafa quindi neanche posso pretendere di avere in mano un semaforo per spingere di più Very Happy Very Happy







Ivan
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 43
Data d'iscrizione : 17.10.10

Profilo giocatore
Località: Mi
Livello: 4.4 Fit
Racchetta: Slazenger Tour 320

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Ivan il Mer 15 Feb 2012 - 14:04

Pardon ho visto adesso come hai customizzato, non avevo riletto il 3d per rinfrescarmi le idee Rolling Eyes


Ivan
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 43
Data d'iscrizione : 17.10.10

Profilo giocatore
Località: Mi
Livello: 4.4 Fit
Racchetta: Slazenger Tour 320

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da DAVIDE72 il Mer 15 Feb 2012 - 23:32

@Ivan ha scritto:Grazie per i consigli, non resta che procurarmi i grammi!

Davide cosa significa da un lato e dall'altro delle corde? Ora porto il 3d stampato con me al negozio
così mi fanno la traduzione (ripetente che sono) Very Happy
Usi la 320 con qualche grammo qua e là o ti trovi bene così?

Non che debba "per forza" fare chissà quale custom, solo mi chiedevo se posso riuscire a sfruttare ancora meglio l' attrezzo che già trovo soddisfacente.

D'altronde il braccino che mi ritrovo non è certo quello di Rafa quindi neanche posso pretendere di avere in mano un semaforo per spingere di più Very Happy Very Happy







Ti dico una cosa: immagina di mettere ad esempio 4 grammi in testa, normalmente si taglia un pezzo da 4 grammi, facciamo lungo 4 centimetri ( solo per esempio...), lo si taglia longitudinalmente, ricavando cosi' 2 strisce sempre lunghe 4 centimetri, ma larghe ciascuna la meta', e si attaccano in testa, all'interno dell'ovale, da una parte e dall'altra delle corde.
Il problema e' che, piu' e' lunga la striscia, piu' influenza (negativamente) la velocita' di rotazione della testa per coprire il colpo e mantenere la pallina dentro il campo. Ma se tu tagli ancora a meta' le 2 strisce da 4 cm, ne ricavi 4 da 2; a questo punto ne attacchi 2 una sull'altra su un lato della testa, ed idem sull'altro lato. In questo modo hai un momento d'inerzia impercettibilmente piu' elevato, perche' il peso dei 4 gr. complessivi e' ancor piu' concentrato in un punto grande la meta' e quindi ancor piu' coincidente con il punto di massima distanza della testa dal manico (ore 12 precise).
In aggiunta, la testa della racchetta ruota piu' facilmente su un asse (ore 12 della testa) piu' piccolo ma con massa relativa piu' concentrata e meno "spalmata" su un'area elevata della testa.
Un'altra indicazione, di genere differente: in genere il bambino che sotto sotto alberga ancora in noi (guai se un giorno sparisse, perderemmo lo stupore e l'entusiasmo della vita) tende ad associare un peso elevato di una racchetta ad un concetto di qualita'.
Ad esempio, se vai in un negozio per comprare una racchetta di un certo modello e marca, in esposizione ce ne sono 10 uguali, salvo che non pesano tutte uguali (ad esempio il controllo qualita' e tolleranze di Head e' disastroso...), se non hai nessun problema di sopportazione del peso, tendi a scegliere la racchetta piu' pesante, anche solo di 2/3grammi...in realta' il fattore maggiormente responsabile di queste differenze di peso tra telai omologhi, e' spesso dovuto alla quantita' di collante utilizzato per la fabbricazione del telaio, quindi e' impossibile che ci sia "piu' grafite", ma solo piu' colla! Io ho 40 anni suonati, ma ti assicuro che incorrevo in questo errore fino a pochi mesi fa! Il fatto e' che se un telaio e' dichiarato 320 grammi senza corde, e' meglio scegliere tra dieci quello che piu' si avvicina a quella cifra, definita sul campione "madre", quindi si presume con la quantita' giusta di collante. Quindi se uno pesa 323 e un altro 327, scelgo 323, perche' quei 4 grammi di differenza li posso gestire come mi pare, non aggiungendoli e mettendoli dove ne ho bisogno, quindi ho piu' possibilita' di customizzazione e meno limitazioni di peso.
Ovviamente tra 317 e 323 scelgo sempre 323, perche' almeno il quantitativo di colla so che e' almeno sufficiente.
In merito ai tuoi quesiti, io sulla mia Tour 320 ho fatto un giro di nastro sull'ovale ( da una parte e dall'altra, naturalmente), ma non ho usato quelli spessi Wilson o Babolat, per intenderci, che appesantirebbero di troppi grammi l'ovale e modificherebbero troppo il bilanciamento quasi perfetto della racchetta; ho invece usato il normale nastro nero adesivo da elettricista, enormemente piu' leggero, coprendo l'ovale da ore 8 a ore 4. Globalmente ho cosi' aggiunto circa 5/6 grammi distribuiti omogeneamente, ed il nastro svolge anche la funzione non trascurabile di proteggere la racchetta da graffi ed abrasioni. In piu', essendo estremamente sottile, non penalizza l'aerodinamicita' del telaio, a differenza dei nastri proteggiracchetta tradizionali e molto piu' costosi. Aggiungo inoltre che smorza anche alcune leggere risonanze residue del telaio, ma non cosi' tanto da farlo diventare troppo "sordo" e "morto".
Fai solo attenzione a non coprire con esso l'esterno delle corde, altrimenti tutte le volte che reincordi saresti costretto a riapplicarlo.
La Tour 320 e' un attrezzo molto raro tra le agonistiche moderne, non per via del peso, non per il pattern corde, ne' per le dimensioni dell'ovale. La caratteristica particolare e' la concentrazione di una notevole massa non in testa, non al manico, ma nel CUORE, baricentro dell'attrezzo.
Cio' significa che la racchetta era gia' bilanciata al cuore senza corde, ma con l'aggiunta delle corde e della nastratura, il bilanciamento e' riuscito a rimanere al cuore ugualmente. La customizzazione che ho fatto e' la seguente: telaio nudo senza corde e senza cellophane intorno al manico = 323 grammi; corde Polyfibre TCS (giallo brillante, calibro 1,25 mm) = 14 grammi; nastratura perimetrale con nastro nero opaco da elettricista ( costo irrisorio, pratico e molto aderente) = 6 grammi; riempimento dell'intero manico, mediante introduzione dal tappo del fondello di cotone idrofilo bianco, spinto con cura e pazienza fino in fondo mediante un punzone d'acciaio (asta in acciaio per infilzare la carne e fare uno spiedino) + dischetto modellato di plastilina da idraulico color grigio a chiudere il tutto, contro cui si chiude premendo il tappo, smorzato cosi' da eventuali microrisonanze causate da possibili "giochi" che si possono verificare nel tempo, o per difetti di produzione. La ragione del cotone e' che all'interno il manico e' del tipo cavo, senza schiuma espansa di riempimento: il cotone e' leggero, smorza pochissimo le risonanze spurie, ma lascia passare quelle "buone", fatte di sensibilita' e "nervosita'", aumentando il senso di solidita'senza appesantire o smorzare troppo come fa il silicone. Peso stimato del cotone utilizzato = 7 grammi.
Peso del dischetto di plastilina = 5 grammi.
Peso complessivo della racchetta finita e customizzata, con grip sintetico bianco di serie, manico 4 e 3/8 = 355 grammi. Il bilanciamento e' passato da 31,5 cm del telaio originario senza corde e modifiche, a 32 cm finita.
Nell'aria il movimento e' velocissimo, durante dritto, rovescio ad una mano e servizio la racchetta accelera molto velocemente, ma anche in modo estremamente progressivo e graduale, senza scatti o scalini di velocita', questo e' di grande aiuto nel calcolare l'impatto sempre al momento giusto, ed aiuta molto a non commettere l'errore di anticipare troppo o arrivare in ritardo all'impatto.
Nonostante l'ottima maneggevolezza, il senso di avere in mano un "concentrato" di massa estremamente solido e stabile e' molto forte, merito della massa al cuore che rende ogni movimento veloce, carico di inerzia, di direzionalita', precisione e stabilita'.
Insomma, questa racchetta riesce ad unire i vantaggi inerziali dei telai xl da almeno 70 cm, senza averne le controindicazioni a livello di maneggevolezza, la massa delle agonistiche pure alla facilita' delle cosiddette "300 grammi", la giusta rigidita' (64) e "cattiveria" con la giusta sensibilita' e morbidezza nell'impatto, la potenza, la capacita' di variare il gioco con accelerazioni, con il tocco nei colpi ricamati. Quando la usi ti sembra di conoscerla da sempre, invece ti accorgi che sono passati solo 2 minuti...il bello e' che ogni volta e' sempre meglio.
Spero di esserti stato di aiuto con le mie esperienze personali...ah, dimenticavo, l'ho fatta incordare a 4 nodi, 26,5 kg verticali e 25,5 kg orizzontali, calcolando una leggermente maggiore perdita di tensione iniziale dovuta al 4 nodi, ad una perdita di tensione del Polyfibre maggiore della media, che poi si stabilizza ( tra una settimana stimo che il piatto corde avra' una tensione equivalente a un 24/23 kg.
Buon tennis a te e a tutti, ciao!
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da Ivan il Gio 16 Feb 2012 - 0:39

Grande Davide! Non mi aspettavo tanto, grazie! sunny cheers

Per quanto riguarda il bambino dentro di noi: se non lo avessimo non saremmo qui a parlare di grammi, corde, swing, impatto pastoso, silicone e cotone idrofilo! lol!

Quando ho preso la coppia di 320 (ottobre 2010) ero ancora digiuno di esperienza di gioco, tattica, materiali e ancora non avevo variato così tanti compagni di gioco, quindi sono arrivato in negozio e dopo aver provato le racchette che a sensazione mi ispiravano e che il negoziante mi ha consigliato di provare sono giunto al LEI

La sensazione è stata proprio quella che dici: "Quando la usi ti sembra di conoscerla da sempre, invece ti accorgi che sono passati solo 2 minuti...il bello e' che ogni volta e' sempre meglio."
Riprendendo il 3d di Alvaro potrebbero usare la tua frase come headline pubblicitario!!! Very Happy Very Happy

Quando ho acquistato la prima ho incordato ibrido su consiglio di Mario e per un pezzo ho reimparato a giocare.
Poi avversari con velocità di palla e conoscenza del gioco mi hanno aiutato a capire che il monofilo per me era più adatto. Riesco a toppare meglio e a reggere maggiormente gli scambi.
Da qualche mese sto provando varie corde per imparare a gestire nuove sensazioni di gioco.

Il voler aggiungere grammi è quasi un capriccio, uno sfizio, ma questa cosa del cotone mi ha proprio lasciato.. What a Face affraid
Ora mi tocca provare eh! bounce
Una delle due racche della coppia ha qualche vibrazione da un pò, niente di fastidioso e smorzarne alcune potrebbe essere positivo.

Per quanto riguarda il peso iniziale della racchetta.. Bhe non la sapevo quella della colla Very Happy Very Happy
Ho preso la prima senza sapere esattamente quanto pesava, a dire il vero non ricordo, e quando un mese dopo ho preso la sorellina, in negozio hanno cercato la racchetta che avesse il peso e il bilanciamento più vicino alla prima. Alla fine ci sono 3 grammi di differenza tra l'una e l'altra. E nel gioco non sento differenze notevoli.

Non sapevo nemmeno che il manico è vuoto. Domanda: il disco di plastilina come lo fai e dove lo applichi?

Intanto grazie ancora per tutte le info e i consigli. Nei prox mi procuro materiale e chiedo consulenza per fare un lavoro fatto come si deve!!

Viva il club 320!! Più ci gioco e più scopro nuove possibilità. cheers

Prossimamente ti chiederò un pò di opinioni su corde, tensioni e sensazioni che producono.

Iv





Ivan
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 43
Data d'iscrizione : 17.10.10

Profilo giocatore
Località: Mi
Livello: 4.4 Fit
Racchetta: Slazenger Tour 320

Tornare in alto Andare in basso

Re: corda per slazenger challenge 1 320 tour

Messaggio Da DAVIDE72 il Gio 16 Feb 2012 - 8:11

Togli il tappo, prendi la plastilina (la vendono in strisce da 50 cm a 3€ nei negozi di idraulica), ne strappi un pezzetto, lo pesi con una bilancia elettronica da cucina finche' non pesa 5 grammi, lo modelli con le mani a forma di dischetto piatto, poi lo metti a chiusura appena prima del tappo Slazenger di chiusura, e il gioco e' fatto.
Per le corde sempre a disposizione...
Ciao!
Davide

DAVIDE72
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 432
Età : 44
Località : BOLOGNA
Data d'iscrizione : 09.01.12

Profilo giocatore
Località: BOLOGNA
Livello: NC
Racchetta: Troppe per poterle elencare

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum