Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Mer 8 Mag 2013 - 10:25

Promemoria primo messaggio :

In un forum come questo, dove la sezione "racchette" è sempre piena di post ed aggiornamenti, ci tenevo a riflettere su alcuni argomenti che spesso dividono il forum..

Ma quanto ci sovrastimiamo come giocatori?abbiamo veramente un "complesso del dio"?
Cioè per farvi capire...merita il giocare(o desiderare) racchette dal piatto 90' e pese più di 330g quando tanti ancora non hanno ancora ne una buona solidità ne,per esempio, un footwork decente?


Questa riflessione e un vecchio topic mi hanno fatto arrivare ad un altra questione (che però è assolutamente collegabile al primo spunto)..in quel topic molti sostenevano che un giocatore di quarta dovesse giocare (dovesse era inteso nel senso "per avere vantaggi" ) con racchette profilate...che aiutano nei recuperi e sono più permissive(?).

Quindi ci sovrastimiamo come giocatori?usiamo attrezzi non adatti al nostro livello?sarebbe meglio usare attrezzi più permissivi e che facilitano il gioco?(profilate?che io non digerisco sinceramente..)



defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso


Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da mattiaajduetre il Ven 10 Mag 2013 - 15:37

Buon giorno
Ma anche no... non liquiderei così semplicisticamente la cosa anzi: sono più convinto che sia la combinazione di corda ( magari anche molto teaa e montata da troppo fempo ) e telaio leggero e rigido imputabile per i suddetti problemi.
Grazie della cortesia

mattiaajduetre
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 11931
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: deepest padan
Livello: deepest lev.: fired out
Racchetta: once pt57e, now... yonex's 2 better!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da Bomberman il Ven 10 Mag 2013 - 16:39

@defe88 ha scritto:
Ma quanto ci sovrastimiamo come giocatori?abbiamo veramente un "complesso del dio"?
Cioè per farvi capire...merita il giocare(o desiderare) racchette dal piatto 90' e pese più di 330g quando tanti ancora non hanno ancora ne una buona solidità ne,per esempio, un footwork decente?

Nella prima parte della mia vita tennistica, la mia compagna affidabile era questa:
http://tt.tennis-warehouse.com/showthread.php?t=342398
(mamma mia, come sono )

un telaio che oggi sarebbe "non facile".

Mi sovrastimavo ? Boh, giocavo in C, e tutta una serie di telai
concorrenti più moderni e permissivi per me erano ingiocabili perchè erratici e "casuali" nel feeling.

Oggi trovo le yonex vcore 97 "facilissime" a confronto delle graphite pro.

Telai troppo potenti per me sono ingiocabili, visto che sbraccio sempre al 100%, e telai più leggeri li trovo incosistenti, poco stabili e "giocattolosi".

E poi ho sempre pensato che i padelloni "perdonatutto", in realtà ti facciamo pagare poi il conto più salato mandando sì di là palla, ma mai come la volevi e dove la volevi tu.

P.s: Il "perdonatutto" potente ce l'ho pure io come riserva (due babo aero pro), ma lo uso sono quando gioco su palude e le palle sono ricoperte di argilla spessa 1 cm.

Bomberman
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 22.04.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Ero C1. Ora boh.
Racchetta: yonex vcore 97 tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Ven 10 Mag 2013 - 17:26

no bomberman ma mi ci metto anche io nella categoria di quelli che alla racchetta facile storgono il naso.. (gia vorrei passare ad un piatto piu piccolo e ho ricominciato solo da dicembre)

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Lun 20 Mag 2013 - 13:43

mi trovo imprigionato in un bivio tra il sovrastimarmi e scegliere una racchetta facile...

sono a questo bivio dopo aver scoperto di aver sbagliato il manico di 2 misure (troppo piccolo) e dopo aver ritrovato la mia vecchia dunlop che dovrebbe essere un piatto 95' Sad

ora sono nel dubbio se provare una radical o una 6.1 team...o rimanere su una 100...ahhah che casino

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da albs77 il Mer 22 Mag 2013 - 22:32

dopo la disastrosa sessione di oggi,posso dire cge avevi assolutamente ragione.devo cabiare le prestige con qualcosa di piu permissivo, non posso sempre viaggiare al 100%

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 22 Mag 2013 - 23:06

@mattiaajduetre ha scritto:Buon giorno
Ma anche no... non liquiderei così semplicisticamente la cosa anzi: sono più convinto che sia la combinazione di corda ( magari anche molto teaa e montata da troppo fempo ) e telaio leggero e rigido imputabile per i suddetti problemi.
Grazie della cortesia
dipende......nn sempre e' cosi'......a me le vecchie pure drive gt(300gr e roddick) mi hanno sfondato il braccio,la lite(con pochi gr di piombo) nessun problema......stessa cosa apd 300gr e 280gr= male al gomito......la lite nessun problema...........extreme ig 300gr qualche problemino con monofilo,le versioni leggere OS e la ig 2.0 da 260gr nessun problema.......quindi penso che ci siano proprio alcune racchette fatte di m....a che spaccano il braccio alla maggior parte delle persone.....la kblade per esempio,molto stabile ma "dura" e ha fatto parecchie vittime.........sul fatto delle corde vecchie...rigide....molto tirate ecc..... sono d'accordo,cosi' come le palline sgonfie

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da Cesare il Mer 22 Mag 2013 - 23:31

@abracadabra78 ha scritto:
@mattiaajduetre ha scritto:Buon giorno
Ma anche no... non liquiderei così semplicisticamente la cosa anzi: sono più convinto che sia la combinazione di corda ( magari anche molto teaa e montata da troppo fempo ) e telaio leggero e rigido imputabile per i suddetti problemi.
Grazie della cortesia
dipende......nn sempre e' cosi'......a me le vecchie pure drive gt(300gr e roddick) mi hanno sfondato il braccio,la lite(con pochi gr di piombo) nessun problema......stessa cosa apd 300gr e 280gr= male al gomito......la lite nessun problema...........extreme ig 300gr qualche problemino con monofilo,le versioni leggere OS e la ig 2.0 da 260gr nessun problema.......quindi penso che ci siano proprio alcune racchette fatte di m....a che spaccano il braccio alla maggior parte delle persone.....la kblade per esempio,molto stabile ma "dura" e ha fatto parecchie vittime.........sul fatto delle corde vecchie...rigide....molto tirate ecc..... sono d'accordo,cosi' come le palline sgonfie



Ciao Cla', sabato ritiro una Yonex rdis 200 versione 320 gr., so che tu l'hai avuta, era una racchetta confortevole? che corde usavi e a che tensioni? grazie.

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da abracadabra78 il Mer 22 Mag 2013 - 23:38

@Cesare ha scritto:
@abracadabra78 ha scritto:
@mattiaajduetre ha scritto:Buon giorno
Ma anche no... non liquiderei così semplicisticamente la cosa anzi: sono più convinto che sia la combinazione di corda ( magari anche molto teaa e montata da troppo fempo ) e telaio leggero e rigido imputabile per i suddetti problemi.
Grazie della cortesia
dipende......nn sempre e' cosi'......a me le vecchie pure drive gt(300gr e roddick) mi hanno sfondato il braccio,la lite(con pochi gr di piombo) nessun problema......stessa cosa apd 300gr e 280gr= male al gomito......la lite nessun problema...........extreme ig 300gr qualche problemino con monofilo,le versioni leggere OS e la ig 2.0 da 260gr nessun problema.......quindi penso che ci siano proprio alcune racchette fatte di m....a che spaccano il braccio alla maggior parte delle persone.....la kblade per esempio,molto stabile ma "dura" e ha fatto parecchie vittime.........sul fatto delle corde vecchie...rigide....molto tirate ecc..... sono d'accordo,cosi' come le palline sgonfie



Ciao Cla', sabato ritiro una Yonex rdis 200 versione 320 gr., so che tu l'hai avuta, era una racchetta confortevole? che corde usavi e a che tensioni? grazie.
ciao cesarone.....si abbastanza confortevole,solo il peso che nn riuscivo a gestire mi causava indolenzimenti muscolari......vari mono che nn ricordo a 23/22......bella racca cmq....

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da Cesare il Mer 22 Mag 2013 - 23:43

grazie Claudio, allora mettero' un mono da spin, usandola sulla terra quest'estate.. ho sentito che la racca ha anche una bella spinta, tu sempre fedele alle Blade nuove?

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da mattiaajduetre il Mer 22 Mag 2013 - 23:44

Cesare Buona sera
Beh infatti scrissi di combinazione di più fattori... magari lasciando corde eccessivamente tese e per troppo tempo potrebbero causare problemi anche con i telai che a suo parere le hanno giovato a braccio o polso.
Io qualche minimo problema con le cosidette " 300 x 100 " sentivo di averlo e l'ho risolto aggiungendo 15 grammi al manico e 6 in punta.
Grazie della gentilezza

mattiaajduetre
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 11931
Località : tosco.made.milza.seni.sange.(throu' all)
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: deepest padan
Livello: deepest lev.: fired out
Racchetta: once pt57e, now... yonex's 2 better!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da abracadabra78 il Gio 23 Mag 2013 - 0:04

@Cesare ha scritto:grazie Claudio, allora mettero' un mono da spin, usandola sulla terra quest'estate.. ho sentito che la racca ha anche una bella spinta, tu sempre fedele alle Blade nuove?
spinge spinge Smile ......la blade nn ce l'ho piu',e' che nn aggiorno piu' il profilo Razz .....sto giocando davvero poco

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da Cesare il Gio 23 Mag 2013 - 1:14

@mattiaajduetre ha scritto:Cesare Buona sera
Beh infatti scrissi di combinazione di più fattori... magari lasciando corde eccessivamente tese e per troppo tempo potrebbero causare problemi anche con i telai che a suo parere le hanno giovato a braccio o polso.
Io qualche minimo problema con le cosidette " 300 x 100 " sentivo di averlo e l'ho risolto aggiungendo 15 grammi al manico e 6 in punta.
Grazie della gentilezza

Assolutamente d'accordo,la precauzione di tagliare i monofili ogni 15 ore secondo me e' essenziale per prevenire problemi di tendiniti varie al braccio. per quanto riguarda i telai, io gli unici fastidi li ho provati quando ho usato racchette piu' lunghe del normale,forse perche' nell'esecuzione del rovescio ad una mano"strappavano" di piu, facendo sentire tutta la loro inerzia direttamente sul gomito. non so se e'una considerazione corretta, ma questa e' stata la mia sensazione.

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da mattiaajduetre il Gio 23 Mag 2013 - 7:25

Cesare buon giorno
Con racchette più lunghe? Questo è un dato interessante anche perché essendo meno diffuse se ne parla poco e sicuramente certi riscontri risaltano su telai più larghi e rigidi.
Grazie della cortesia

mattiaajduetre
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 11931
Località : tosco.made.milza.seni.sange.(throu' all)
Data d'iscrizione : 27.10.12

Profilo giocatore
Località: deepest padan
Livello: deepest lev.: fired out
Racchetta: once pt57e, now... yonex's 2 better!

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Gio 23 Mag 2013 - 9:21

io invece dopo l'ora di lunedì mi trovo sempre peggio con la mia racchetta ma non perchè non mi piaccia il bilanciamento ecc..per due motivi..uno misura manico sbagliata di circa due misure!e peso un po' leggero!
sono cose risolvibili come peso ma la misura del manico posso arrivare a fare uno "step" ma penso due misure non sia possibile senza perdere gli "angoli"!

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da spalama il Gio 23 Mag 2013 - 10:23

Premessa dovuta: il complesso del Dio è tipico di un tennista.

Il tennis è un gioco individuale che amplifica l'ego a volte nei suoi lati peggiori.

Inutile combattere questa deviazione mentale, bisogna conviverci e gestirla durante la partita soprattutto quando diventa autodistruttiva.

Ulteriore premessa: al di là di quello che pensa il nostro ego, prendiamo coscienza che chi più chi meno, siamo una massa di pippe scatenate.

Chiunque graviti nel pieno o nei dintorni della quarta categoria (quindi la stragrande maggioranza dei forumisti), pur giocando bene a tennis, è nei confronti del tennis vero, una sega galattica...

Anche chi sostiene di giocare solo per divertirsi e non fa tornei, che è un amatore ma gioca con i seconda....è una pippa scatenata ugualmente perchè il tennis è soprattutto confronto agonistico, non pura estetica. (a meno che non faccia l'allenatore, il maestro o istruttore, cioè non sia un professionista del settore).

Detto questo è chiaro che si può giocare con qualsiasi tipo di racchetta lo si ritenga opportuno.

Non c'è una regola.

L'unico parametro vero da prendere in considerazione non è nè il peso nè il bilanciamento ma lo swingweight che uno riesce a gestire.

Per il resto dovete valutare solo due cose in relazione al tennis che giocate:

- l'efficienza in partita dell'attrezzo, cioè se al momento giusto non rappresenti un impedimento a ciò che volete fare in relazione alla vostra tecnica (esempio: al terzo set dopo due ore magari con una racca da 360 grammi invece di giocare profondo tirate a metà campo, oppure con una racca da 300 grammi invece di chiudere il punto prendete la siepe a fondo campo).

- scegliete la racchetta che esalta di più i vostri punti forti (esempio: se avete un gioco fatto di servizio e dritto scegliete una roddick piuttosto che una federer con la quale si gioca benissimo il rovescio in back che magari è il vostro punto debole).

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Gio 23 Mag 2013 - 10:32

Per il resto dovete valutare solo due cose in relazione al tennis che giocate:

- l'efficienza in partita dell'attrezzo, cioè se al momento giusto non rappresenti un impedimento a ciò che volete fare in relazione alla vostra tecnica (esempio: al terzo set dopo due ore magari con una racca da 360 grammi invece di giocare profondo tirate a metà campo, oppure con una racca da 300 grammi invece di chiudere il punto prendete la siepe a fondo campo).

- scegliete la racchetta che esalta di più i vostri punti forti (esempio: se avete un gioco fatto di servizio e dritto scegliete una roddick piuttosto che una federer con la quale si gioca benissimo il rovescio in back che magari è il vostro punto debole).

verissimo..secondo te quanto è uno swingweight adeguato per un ragazzo di 25 anni che gioca 2/3 ore a settimana?

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da spalama il Gio 23 Mag 2013 - 10:55

fai delle prove ed ascolta il tuo braccio....non c'è una regola oppure un "secondo te".

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da Simonb il Gio 23 Mag 2013 - 10:57

Concordo con spalama. Io mi sono abituato ai 333 della ps90 e mi trovo bene, riesco a giocatrici anche più giorni di seguito. Eppure non sono un vichingo di 2m per 100kg!Smile è questione di feeling, movimento dello swing e resistenza

Simonb
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1627
Età : 26
Località : Bologna
Data d'iscrizione : 08.01.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: Boh!
Racchetta: Wilson PS90 - Yonex 89 - Volkl Ox10 Mid

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Gio 23 Mag 2013 - 11:00

si vabè su questo avete ragione da ragazzino giocavo con una racchetta impensabile se dovessi provarla adesso..

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da albs77 il Gio 23 Mag 2013 - 11:09

@spalama ha scritto:Premessa dovuta: il complesso del Dio è tipico di un tennista.

Il tennis è un gioco individuale che amplifica l'ego a volte nei suoi lati peggiori.

Inutile combattere questa deviazione mentale, bisogna conviverci e gestirla durante la partita soprattutto quando diventa autodistruttiva.

Ulteriore premessa: al di là di quello che pensa il nostro ego, prendiamo coscienza che chi più chi meno, siamo una massa di pippe scatenate.

Chiunque graviti nel pieno o nei dintorni della quarta categoria (quindi la stragrande maggioranza dei forumisti), pur giocando bene a tennis, è nei confronti del tennis vero, una sega galattica...

Anche chi sostiene di giocare solo per divertirsi e non fa tornei, che è un amatore ma gioca con i seconda....è una pippa scatenata ugualmente perchè il tennis è soprattutto confronto agonistico, non pura estetica. (a meno che non faccia l'allenatore, il maestro o istruttore, cioè non sia un professionista del settore).

Detto questo è chiaro che si può giocare con qualsiasi tipo di racchetta lo si ritenga opportuno.

Non c'è una regola.

L'unico parametro vero da prendere in considerazione non è nè il peso nè il bilanciamento ma lo swingweight che uno riesce a gestire.

Per il resto dovete valutare solo due cose in relazione al tennis che giocate:

- l'efficienza in partita dell'attrezzo, cioè se al momento giusto non rappresenti un impedimento a ciò che volete fare in relazione alla vostra tecnica (esempio: al terzo set dopo due ore magari con una racca da 360 grammi invece di giocare profondo tirate a metà campo, oppure con una racca da 300 grammi invece di chiudere il punto prendete la siepe a fondo campo).

- scegliete la racchetta che esalta di più i vostri punti forti (esempio: se avete un gioco fatto di servizio e dritto scegliete una roddick piuttosto che una federer con la quale si gioca benissimo il rovescio in back che magari è il vostro punto debole).

Mai parole più sagge.

Però ci aggiungerei un parametro oltre lo sw: la rigidità.
Ho recentemente acquistato due super racche che credevo perfette per me, come sw, pur sapendo che erano racchette molto agonistiche, sopra la mia portata, ma credevo fosse una questione di peso principalmente....

Il problema vero è che non spingono manco a prenderle a calci, penso proprio a causa di quel 62 di rigidità.
Ecco quindi che nonostante peso bilanciamento e sw ci possa stare dentro(difatti dopo due ore il mio braccio è perfetto) lo sforzo che mi viene richiesto dalla racca per andare di la è decisamente troppo per me.

O meglio: finchè sono al 100% ok, ma se comincio a giocare un pò più rilassato è già tanto se supero la rete. La palla sembra morire sulle corde, e si che ho montato un ibrido a 21/22, che dovrei bucare i teloni (che non ci sono più).

faccio prima a tirarla con le mani che con la racchetta.
Disperazione pure, anche perchè i teali sono di una bellezza disarmante, e rendersi conto di essere ben lontani dal poterli usare efficacemente ti fa sentire una pippa scatenata al quadrato.






albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Gio 23 Mag 2013 - 11:12

difatti dopo due ore il mio braccio è perfetto

beh questo è anche merito del 62 a rigidità..sicuro che non è il bilanciamento con il quale magari non ti trovi a spingere?

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da albs77 il Gio 23 Mag 2013 - 11:23

@defe88 ha scritto:
difatti dopo due ore il mio braccio è perfetto

beh questo è anche merito del 62 a rigidità..sicuro che non è il bilanciamento con il quale magari non ti trovi a spingere?

Oddio, potrebbe anche essere, però mi sembra strano.
Paragonate alla 6.1 95 che ho, che pesa di più ed è anche più bilanciata al manico, spingo di meno con le prestige.

La 6.1. è 66 di rigidità, la prestige 62.
però con la 6.1 dopo un ora non reggo più lo sw, con la prestige sono sempre fresco di braccio, è di gambe che mi ammazza Smile

comunque farò un ultimo tentativo mettendoci del piombo in testa, solo che poi rischio di superare la soglia dello sw gestibile.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da defe88 il Gio 23 Mag 2013 - 11:28

prestige mai provata, però ti tratti bene a racchette eh Wink

(se te ne intendi come sembra passa a darmi un consiglio ho aperto un topic nella sezione racchette bounce )

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da albs77 il Gio 23 Mag 2013 - 11:36

@defe88 ha scritto:prestige mai provata, però ti tratti bene a racchette eh Wink

(se te ne intendi come sembra passa a darmi un consiglio ho aperto un topic nella sezione racchette bounce )

Può darsi che sia il modello che ho preso io: le prestige recenti sono più rigide, e a quanto ho sentito spingono parecchio.

La mia spinge solo se spingi tu, non ti aiuta manco se le prometti un cambio corde ogni due ore, è incorruttibile la vigliacca. Very Happy

Comunque sia , non è che siano particolarmente difficili in se, non è la federer, ha statistiche da telai poco più che normali (le specifiche del mio modello sono quasi uguali a quelle della nuova prestige S, che dicono sia la prestige per tutti... per cui), è che non puoi permetterti di fare uno swing un pò più lento.

E' come se fosse tarata solo per tirare sassate geek


albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: Racchette- Il "complesso del dio" e l'eterno duello!

Messaggio Da albs77 il Mar 28 Mag 2013 - 9:19

forse forse ho trovato da fare uno scambio: scendo dall'olimpo degli dei per entrare nel paradiso terrestre degli amatori.

Dalla microgel prestige pro alla dunlop 500 tour.

tra l'altro da vedere è semplicemente la più bella racchetta che mi sia mai capitata tra le mani

speriamo di combinare

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum