Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Ultime dal mercatino
Ultimi argomenti
» le varie prince graphite
Oggi alle 20:45 Da seneca85

» Ferrer e Babolat
Oggi alle 20:44 Da Zirro

» Blade 2017
Oggi alle 20:27 Da Eiffel59

» Head Graphene Touch Extreme MP
Oggi alle 20:09 Da Eiffel59

» budello Klip Legend
Oggi alle 19:11 Da napav

» Babolat Tonic+ 1.35 su Blade98s?
Oggi alle 19:08 Da napav

» Ultra tour cv
Oggi alle 18:17 Da fa

» Km/h e tensione corde
Oggi alle 17:46 Da VANDERGRAF

» corde per ezone ai 100
Oggi alle 16:40 Da Paolo070

» YONEX TENNIS FANS CLUB...sei appassionato Yonex? Ti aspettiamo..
Oggi alle 16:39 Da fa

» EZone 2017
Oggi alle 16:35 Da pasky76

» Consiglio dunlop force 100
Oggi alle 15:55 Da fabioborg

» Black code 4s
Oggi alle 15:40 Da poppo

» Pure drive 2018
Oggi alle 15:31 Da enzo65

» Corde per Yonex Ezone DR 100
Oggi alle 15:09 Da fa

» Pacific Poly Power Pro ATP 1.25
Oggi alle 14:41 Da adip89

» Corde per gomito dolente e ki15 300
Oggi alle 14:40 Da Eiffel59

» Quali corde per la Boris Becker Delta Core London?
Oggi alle 14:01 Da Eiffel59

» Sito FilippoGiannini.it affidabile ?
Oggi alle 13:25 Da Paolone

» scelta corda per wilson burn 100s
Oggi alle 12:37 Da Raffica

» Progetto digitale in ambito Tennis
Oggi alle 12:32 Da c3rb3rus

» Head Calfskin Leather Grip
Oggi alle 11:19 Da davenrk

» Aiutatemi perché non ci capisco più nulla
Oggi alle 11:02 Da VANDERGRAF

» Pro Kennex Q+ Tour 300 2017
Oggi alle 10:12 Da Fedolester

» TenniStalker.it - cerca tutti i risultati dei match di tennis amatoriali direttamente dai tabelloni FIT
Oggi alle 9:38 Da emish89

» Differenze tra wilson pro staff LS e LS black
Oggi alle 8:50 Da Eiffel59

» Corde su Head Graphene Touch Extreme MP 2017
Oggi alle 8:40 Da zne74

» Maxima Balance Torneo
Oggi alle 8:29 Da davenrk

» anteprima head hawk touch
Oggi alle 8:25 Da Eiffel59

» Lime 4 & Lime Rough
Oggi alle 7:44 Da Eiffel59



I postatori più attivi del mese
Eiffel59
 
nw-t
 
Alex
 
VANDERGRAF
 
fa
 
Attila17
 
Paolo070
 
kingkongy
 
Alex100
 
gabr179
 

Link Amici

Web stats powered by hiperstat.com


19698 Utenti registrati
187 forum attivi
661514 Messaggi
New entry: LavonRei

vademecum per dritto inside-in e inside-out

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Lun 8 Apr 2013 - 17:12

Promemoria primo messaggio :

volevo chiedervi (la richiesta è ovviamente rivolta agli esperti vet e kk e anche a tutti coloro che vogliono contribuire) se potete postare un video che dimostri (magari in contemporanea confrontandoli) i diversi modi di approccio/posizionamento/gioco di piedi/collocazione nei due diversi dritti da eseguire a sinistra (per i destrorsi) il dritto inside-in (anomalo) e dritto inside-out (sventaglio)

ve lo chiedo perchè mi rendo conto che i due colpi sono molto imprecisi (con il dritto anomalo spesso la palla rimane troppo centrale) e con lo sventaglio la traettoria è profonda ma mai troppo a uscire

se ci sono video che analizzano i diversi aspetti e differenze ben vengano...grazie!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso


Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Mar 9 Apr 2013 - 17:00

POSIZIONE DEL CORPO ALL'IMPATTO NEL DRITTO INSIDE OUT:qui l'impressione per me è che il corpo debba essere più vicino alla palla, lo swing meno ampio e obbligatoriamente la palla colpita mentre ANCORA SALE O ALMENO ALL'APICE; se ritardo ho come l'impressione di perdere la direzione e il colpo

POSIZIONE DEL CORPO ALL'IMPATTO NEL DIRITTO INSIDE IN: qui l'impèressione è diversa;swing più ampio e maggiore distanza tra corpo e palla;maggiore spazio per la brtacciata (non so se sono chiara)



ho buttato giù delle impressioni che avverto nel campo: siete liberi di allertare la neuro!!!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da Veterano il Mar 9 Apr 2013 - 17:15

Apetta un attimo che a forza di fare passi incrociati side step e bungy jumping sono caduto per terra.
avatar
Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2148
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Mar 9 Apr 2013 - 17:20

mentre ti ingarbugli ho deciso di ringraziarti

vd prossimo 3d!!!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da kingkongy il Mar 9 Apr 2013 - 17:21

Marti bella... Sul footwork io generalizzavo, perché c'è una propensione naturale, c'è il caso, il fatto che ogni palla e' un caso a se'.

Per le "sensazioni" tra in e out....quelle son tutte tue...però lo swing dovrebbe essere lo stesso. A logica e' così: perché son differenti?
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12537
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da rossano il Mar 9 Apr 2013 - 17:32

sì ma... ame non la date a bere...qui tra Marti e Kingkongy, c'é del tenero...
avatar
rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 854
Età : 42
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da Veterano il Mar 9 Apr 2013 - 17:34

http://www.youtube.com/watch?v=0B1lORsq2Dw&feature=player_embedded

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=7Ncw_CuvaAY

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Vu9_dWGG8Ls

Allora tanto per farti capire i discorso dei passi e delle posizioni.

Nel primo video Rogerino fa due side step un passo incrociato all'indietro e si mette in semi open.

Nel secondo video Nicolino fa un side step ed un passo incorciato per raggiungere la palla e gurda un po la stance e bella chiusa,che quando si deve avvanzare e' la stance migliore.

Terzo video Raffaele invece fa due zonpetti laterali e colpisce in posizione aperta.

Percio' da questi video ne posso dedurre che in avvanzamento e meglio cercare di copire in posizione chiusa,negli altri casi in posizione aperta.Poi come dicevo prima, le tecniche di avvicinamento possono essere diverse,tutto dipende da cosa devo andare a colpire r di quanto tempo ho a disposizione.IL tuo percepire piu o meno avanti l'impatto sulla palla e la distanza dal corpo da essa,funziona un po come per il dritto normale solamente che sei in una posizione del corpo differente dal classico dirtto dal lato giusto.Ora il problema e' quando colpisco inside in o inside out.........quando ???? eh eh eh
avatar
Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2148
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da kingkongy il Mar 9 Apr 2013 - 17:34

naaaaaa! Il 3D è per ringraziare Vet.... hihihihiihih
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12537
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Mar 9 Apr 2013 - 17:41

@rossano ha scritto:sì ma... ame non la date a bere...qui tra Marti e Kingkongy, c'é del tenero...

io per kk sono jessica lange sia chiaro!!!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Mar 9 Apr 2013 - 17:51

@Veterano ha scritto:http://www.youtube.com/watch?v=0B1lORsq2Dw&feature=player_embedded

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=7Ncw_CuvaAY

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Vu9_dWGG8Ls

Allora tanto per farti capire i discorso dei passi e delle posizioni.

Nel primo video Rogerino fa due side step un passo incrociato all'indietro e si mette in semi open.

Nel secondo video Nicolino fa un side step ed un passo incorciato per raggiungere la palla e gurda un po la stance e bella chiusa,che quando si deve avvanzare e' la stance migliore.

Terzo video Raffaele invece fa due zonpetti laterali e colpisce in posizione aperta.

Percio' da questi video ne posso dedurre che in avvanzamento e meglio cercare di copire in posizione chiusa,negli altri casi in posizione aperta.Poi come dicevo prima, le tecniche di avvicinamento possono essere diverse,tutto dipende da cosa devo andare a colpire r di quanto tempo ho a disposizione.IL tuo percepire piu o meno avanti l'impatto sulla palla e la distanza dal corpo da essa,funziona un po come per il dritto normale solamente che sei in una posizione del corpo differente dal classico dirtto dal lato giusto.Ora il problema e' quando colpisco inside in o inside out.........quando ???? eh eh eh

tutto molto chiaro (ma quella di rogerino credo che per me resti infattibile!!!!)

quello di rogerino mi sembra difficilissimo perchè è quasio in arretramento (o almeno così mi sembra)

quello di nole è in avanzamento (e come dice sempre il mio magister la close è sempre molto utile se non obbligata in questa situazione)

raffaele ha un approccio più simile a quello che cerco di fare io spesso.

i tuoi esempi sono chiarissimi:non esiste una sola soluzione dipende dalla situazione da come arriva la palla (se profonda, più corta, piu o meno angolata) e da come si è posizionati

la questione che poni è poi fondamentale:quando giocare inside in o inside out perchè in genrale l'inside in (tra destrorsi) dovrebbe essere un colpo di chiusura

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Mer 10 Apr 2013 - 9:43

@kingkongy ha scritto:Marti bella... Sul footwork io generalizzavo, perché c'è una propensione naturale, c'è il caso, il fatto che ogni palla e' un caso a se'.

Per le "sensazioni" tra in e out....quelle son tutte tue...però lo swing dovrebbe essere lo stesso. A logica e' così: perché son differenti?

no kk non mi sono spiegata io.lo swing è identico ma avverto akcune differenze che provo a spiegare:

nel colpire inside out ho come la sensazione di dovere NECESSARIAMENTE colpire se non in anticipo comuqnue quano la palla è all'apice proprio per ottenere una traettoria a uscire e forse per questo ho anche la sensazione che il movimento debba essere diciamo più accorciato, ovvero (ma è sicuramente una esigenza tutta mia) devo compattare apertura e swing in generale tenendo in preparazione il braccio maggiormente attaccato al corpo. è una mia sensazione o forse una mia esigenza quindi può darsi che sia sbagliata.

per l'inside in invece trovo che non sia per forza obbligatorio colpire inticipo o all'apice (anche se ovviamnete colpire prima garantisce maggiore efficacia); nel mio caso preparazione e movimento possono essere più ampi anche se in questo caso devo stare più attenta a coordinare il finale con anche e spalle perchè se quelle scappano ...addio controllo della traettoria.

ribadisco sono sensazione che io ricollega all'efficacia o meno del colpo e soprattutto alla traettoria che fornisco alla traettoria nel senso che se (nella mia testa almeno) avverto queste sensazioni la traettoria del colpo diviene più precisa

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da albs77 il Gio 11 Apr 2013 - 12:07

tra i vari accorgimenti aggiungo farsi prestare una blx six one 95 (2011) e fare i buchi per terra affraid
avatar
albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1246
Età : 39
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: pacific X feel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da kingkongy il Gio 11 Apr 2013 - 12:38

Marti...è davvero un aspetto psicologico o, di contro, un certo modo di vedere le cose.
Diciamo che, giocare di dritto sul lato rovescio, presuppone un buon footwork e un vantaggio acquisito nello scambio...non è che le sensazioni che descrivi son dovute NON tanto alla posizione, quanto al "tipo di palla"?
Mi spiego. Potrei scommettere che son gli stessi riferimenti che hai (invertiti, lungo linea/incrociato) quando giochi una palla in avanzamento perché debole o frutto del tuo gioco.
È forse quel mezzo passetto dentro il campo?
Ci starebbe anche, visto che colpire con la palla ascendente e' indice di "propensione in avanti", di "pressione" e che per superare la rete -geometricamente e psicologicamente - devi accentuare lo spin...

Non c'è proprio nulla di male se hai sensazioni e riferimenti diversi per i vari colpi! Ci mancherebbe! Basta che il risultato ci sia.
Vedi però di non trovarti in difficoltà con la distanza dalla palla e di non aggiustare troppo con il braccio: allora si' che c'è l'errore. Pertanto....tanti piccoli step di aggiustamento. Tutto qui.
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12537
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da marti il Gio 11 Apr 2013 - 15:36

@kingkongy ha scritto:Marti...è davvero un aspetto psicologico o, di contro, un certo modo di vedere le cose.
Diciamo che, giocare di dritto sul lato rovescio, presuppone un buon footwork e un vantaggio acquisito nello scambio...non è che le sensazioni che descrivi son dovute NON tanto alla posizione, quanto al "tipo di palla"?
Mi spiego. Potrei scommettere che son gli stessi riferimenti che hai (invertiti, lungo linea/incrociato) quando giochi una palla in avanzamento perché debole o frutto del tuo gioco.
È forse quel mezzo passetto dentro il campo?
Ci starebbe anche, visto che colpire con la palla ascendente e' indice di "propensione in avanti", di "pressione" e che per superare la rete -geometricamente e psicologicamente - devi accentuare lo spin...

Non c'è proprio nulla di male se hai sensazioni e riferimenti diversi per i vari colpi! Ci mancherebbe! Basta che il risultato ci sia.
Vedi però di non trovarti in difficoltà con la distanza dalla palla e di non aggiustare troppo con il braccio: allora si' che c'è l'errore. Pertanto....tanti piccoli step di aggiustamento. Tutto qui.

messaggio ricevuto kk!!!le senzazioni mi aiutano spesso e non è detto che poi corrispondano ad un modo effettivo di fare le cose......è un pò come quando per aiutarmi a fare i top mi metto a pensare al sederone dell'elefante.non è che ho un pachiderma in campo ma l'idea mi aiuta eeeeehhhhhhhhh

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da universe_mb il Mer 22 Mag 2013 - 15:59

scusate se mi intrometto in questo thread, ma ho anche io dei dubbi tecnici sul diritto a sventaglio e pur leggendo tutto quello che avete scritto, non ho trovato ancora delle risposte soddisfacenti (eh si, sono molto pignolo...)...

dunque dunque: il mio problema è che vedendo i vari video dei pro che giocano questo colpo, in particolare RF, noto due cose che tecnicamente differenzia questo colpo da un normale diritto:
(1) all'impatto il peso è sempre portato "sulla palla", come da manuale, e per fare questo il piedino destro dà un "calcetto" all'indietro, come per bilanciale la racchetta che sta andando in avanti.
(2) il punto di impatto mi sembra leggermente arretrato rispetto ad un normale diritto... e questo mi torna perché così facendo la racchetta impatta con un angolo leggermente aperto (non mi riferisco all'angolo del piatto corde, ma all'angolo tra il braccio e la racchetta) che facilita la traiettoria ad uscire.

Il punto che mi risulta difficile da digerire è il (1). Ma credo anche che sia la chiave per questo tipo di colpo e vi spiego le mie motivazioni. Se volessi semplicemente giocare un dritto dal lato sinistro del campo, verso il lato destro del campo avversario, potrei tranquillamente posizionarmi "come se" il campo stesso fosse ruotato e dovessi giocare un colpo lungolinea. Ossia mi troverei in linea con la traiettoria che voglio dare alla palla e applicherei la stessa medesima esattissima tecnica di ogni diritto "normale".
Quello che invece i pro sembrano fare, è mantenere una preparazione "normale" e poi modificare la traiettoria della racchetta e conseguentemente il bilanciamento del corpo, per poter ottenere una traiettoria ad uscire, che nella maggior parte dei casi ha anche una certa dose di spin laterale che spinge in fuori ancora di più la palla.

Cosa ne pensate?
Guardate questo video... http://youtu.be/AqQu0DOLnXs

avatar
universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 36
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da chiros il Mer 22 Mag 2013 - 16:49

Che l'ho visto fare ai Pro ma penso sia difficilissimo controllare la traiettoria a uscire. Io spingo nella direzione di dove miro e vado sul sicuro.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 958
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da Veterano il Gio 23 Mag 2013 - 14:23

Ciao universe diciamo che per eseguire il dritto del linh che hai postato ci va gia' una buona dose di tecnica e capacita' motoria.Comunque e' una forma come un altra di colpire il dirtto anomalo,tutto dipende dal tempo che si ha.Ora con questo tipo di footwork e di movimento sei molto veloce pero' poi gestire e controllare il corpo e di conseguenza il colpo non e' cosi facile.La preparazione e' la stessa di qualsiasi colpo di dritto,e la racchetta non canbia nessuna angolazione o percorso.E' il corpo che deve mettersi bene per riuscire a colpire bene la palla.Ora con questo tipo di movimento ti muovi molto velocemente ma devi saper controllare bene l'equilibrio,perche' come vedi il colpo e' fatto in equilibrio precario.Lo stesso dritto si puo fare molto piu semplicemente,non e¡ che per forza bisogna farlo come fanno i pro,se dovessi giocare un dritto anomalo la soluzione che vedi nel video sarebbe l'ultima che adotterei,ossia la faccio ma devo valutare bene la situazione,se entro su una palla veloce che ritengo attaccabile allora il movimento potrebbe essere quello che vedi,ma se la palla e¡ piu abbordabile opterei per una soluzione meno rischiosa,a livello di piedi e di bilanciamento,si la solulzione che si vede e molto bella anche stilisticamente ma calcolando che saltando su una ganba la spinta della suddetta e poca e andando con il corpo sulla destra anche il peso non lo scarichi come si deve e' un colpo do ve ci va molto braccio.Io opterei per una soluzione piu semplice e per un entrata meno complicata.
avatar
Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2148
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: Wilson Blade 104

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da universe_mb il Gio 23 Mag 2013 - 14:44

ok, quindi in sostanza, a meno di non arrivare ad un livello tecnico/fisico che mi permetta di avere una "quasi certezza" di fare un vincente inside-out, è meglio che mi sposto in maniera tradizionale e "oriento" il corpo per tirare in quella direzione, facendo il mio solito dritto.

Ho scritto tutto quel poema solo per capire quali fossero i vantaggi nell'eseguirlo in quella maniera... se i pro lo fanno così, è perché deve essere il metodo più efficace, no?
avatar
universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 36
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da kingkongy il Gio 23 Mag 2013 - 14:56

Universe...quello è uno sventaglio in sospensione con il piede esterno subito in appoggio per recuperare posizione dopo un forte e veloce spostamento laterale. Il piede destro "esce dietro" per liberare la rotazione del busto: come nota Vet e' una sbracciata.
Non è un colpo facilissimo... Al limite si può ragionare quale sia lo stance per tirarlo "normalmente" e per dare side spin (che hai già intuito).
avatar
kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12537
Età : 52
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da universe_mb il Gio 23 Mag 2013 - 15:03

@kingkongy ha scritto: [...] con il piede esterno subito in appoggio per recuperare posizione [...]

che scemo, non avevo pensato al "dopo"... scratch scratch scratch

si vede che sono ancora un novellino... non riesco ancora a pensare almeno a due colpi alla volta, e quindi all'importanza della fase del recupero e riposizionamento ottimale...ma ci sto lavorando!
avatar
universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 36
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Re: vademecum per dritto inside-in e inside-out

Messaggio Da universe_mb il Sab 25 Mag 2013 - 19:32

Mi è riuscito!!!!! cheers cheers cheers
Finalmente oggi, in un tie-break di fine allenamento gioco un discreto rovescio diagonale in top, il mio amico risponde più corto e morbido... e allora ci provo! Con la "tecnica del piedino destro all'indietro"...vincente!!! sono rimasto sorpreso anche io, visto che mi sarei aspettato una palla in rete o sul telone...
devo dire che la cosa che mi ha impressionato (al di là del risultato che può benissimo essere stato casuale) è che con il calcetto a bilanciare la racchetta mi viene natuale il portare il peso del busto sulla palla, nonostante lo spostamento di preparazione sia "ad allontanarsi dalla palla"... insomma ho il feeling di riuscire a dar più peso alla palla... domani proverò a farlo come esercizio per vedere se confermo queste sensazioni...
avatar
universe_mb
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 160
Età : 36
Località : Como
Data d'iscrizione : 15.07.12

Profilo giocatore
Località: Cadorago (Como)
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Wilson Pro Staff 97 (315gr)

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum