Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

"Questione di Feeling..."

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Mer 3 Apr 2013 - 12:47

Promemoria primo messaggio :

Salve dopo il mio post sul "rovescio monomane" torno a postare in questa sezione. Wink

Specifico subito che parlerò di opinioni e sensazioni personali volte a chiedere consigli per migliorare il mio tennis.

Veniamo appunto alla "questione di feeling"...

Ormai ho ricominciato a giocare da Dicembre (dopo uno stop di 12 anni circa) e mi comincio già a divertire; ovvero tengo un minimo di scambio, provo qualche vincente(non assoluto ma tirato diciamo ad un buon 80%), di rovescio ormai riesco almeno a non perdere i punti in modo idiota e sorprendentemente ho una buona predisposizione alla palla corta... (tutto rapportato al mondo dei 4 ovvio)


Il problema qual'è? MIGLIORARE ovviamente! (e chi è che vuole stare fermo) Smile

E vorrei modificare diciamo proprio il mio punto di forza (ovvero quello di quasi tutti i tennisti) il DIRITTO

Ogni tanto ho la sensazione di perderne un po' il controllo quasi andando "fuori giri" e nonostante io non mi lamenti del mio dritto non mi da diciamo sempre ottime sensazioni proprio a livello di mano...

Diciamo che il timing ce l'ho e mi è rimasto da i miei ormai "vecchi" anni di lezioni!
Quindi quello che vorrei mi aiutaste a migliorare è che il mio dritto è molto PIATTO e la mia impugnatura non mi soddisfa(proprio a livello del feedback che mi da):

ecco la mia impugnatura più o meno

Magari se giocassi meno piatto e più arrotato aumenterebbero le mie sensazioni positive e magari potrei forzare anche di più Wink
Ciao e Grazie!

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso


Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:06

@kingkongy ha scritto:Beh, per me è chiaro Defe. Quello che dici ha assolutamente senso.
Ritorno un po' sulla questione proprio tornando al feeling.
Un buon maestro lavora su stance e impugnatura contemporaneamente e lo fa in relazione al singolo allievo. Le sue sensazioni e attitudini influenzano molto le scelte.
Poi, se la crescita tecnica è completa...l'allievo deve imparare a far tutto: tutti i colpi, tutti gli stance, tutte le impugnature. Questo non significa creargli confusione ma....come dice il titolo "creare feeling". Feeling nel sentire le differenze, per capire meglio fantaggi e opportunità, per migliorare i propri movimenti.
L'importante è avere una "visione", poi, insieme - maestro e allievo - decidono.

Aaaah prezioso KK!
è proprio questo il punto, giocare meglio! Smile (E io voglio arrivarci e poi migliorarmi ancora ahah)

Comunque quello che hai detto te è proprio quello che intendevo io..io ho ricominciato dopo anni con il mio vecchio rovescio bimane che ormai facevo in modo penoso..e il maestro mi ha fatto provare il monomane e mi ha messo su un rovescio "onesto" con il quale posso anche variare un po' il gioco Smile altro che omologarsi! Wink

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:07

@Crisidelm ha scritto:Non ho dubbi. king Smile E invece vedo un mucchio di gente giocare in modo pietoso in semi-western...
È chiaro, è un grip più difficile da imparare e controllare rispetto ad una Continental o ad una Eastern. Guidare una Cinquecento è più facile che guidare una Gallardo, ma sicuramente quando impari a guidare la seconda non c'è dubbio che la prima venga brutalmente sverniciata in partenza.

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 10:09

Guida su uno sterrato di campagna la Gallardo, e poi vedi se non vorresti una Cinquecento...

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:11

Il problema è che le nuove racchette non sono più uno "sterrato", ma una pista asfaltata. Anni fa sarebbe stato da matti giocare in Semi-Western con quelle racchettine di legno, ma ora...

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:12

@kingkongy ha scritto:Beh, per me è chiaro Defe. Quello che dici ha assolutamente senso.
Ritorno un po' sulla questione proprio tornando al feeling.
Un buon maestro lavora su stance e impugnatura contemporaneamente e lo fa in relazione al singolo allievo. Le sue sensazioni e attitudini influenzano molto le scelte.
Poi, se la crescita tecnica è completa...l'allievo deve imparare a far tutto: tutti i colpi, tutti gli stance, tutte le impugnature. Questo non significa creargli confusione ma....come dice il titolo "creare feeling". Feeling nel sentire le differenze, per capire meglio fantaggi e opportunità, per migliorare i propri movimenti.
L'importante è avere una "visione", poi, insieme - maestro e allievo - decidono.
Perdona l'insistenza, ma defe88 si è chiaramente lamentato del suo dritto, ritenendolo troppo piatto (in maiuscolo e grassetto). Cosa consigliargli se non di scendere di grip?

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da kingkongy il Gio 4 Apr 2013 - 10:12

Non lo so KoC, non mi son mai posto il problema "uovo-gallina" o se sia più difficile usare una o l'altra. Di sicuro, in continental, per fare certe cose "...ci vuole orecchio. Anzi, parecchio", per rendere un tributo a Jannacci.
Diciamo che per sverniciare la 500 ci vuol poco. Sverniciare una 500 nel traffico...è dura! hihiihihiihihiihihi

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 10:13

Ma ora se sei bravo ci riesci comunque, se invece il tuo unico pensiero è picchiare la pallina...E in ogni caso, molte partite, anche oggi, specie fra i Quarta (ma non solo) è più simile a una corsa di campagna che a una gara di F1...

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da kingkongy il Gio 4 Apr 2013 - 10:14

Koc, cosa consigliarli? Tre mesi di maestro...ovviamente !!!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:14

RAGAZZI non andiamo OT chi se ne frega di gallardo e cinquecento..tennisti vecchi e tennisti nuovi....quoto il mio primo topic per tornare in tema..

Specifico subito che parlerò di opinioni e sensazioni personali volte a chiedere consigli per migliorare il mio tennis.

a me di essere moderno non me ne può fregare di meno sennò non sceglievo il rovescio monomane ahah Wink

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:15

Va be' ragazzi in effetti ho scritto messaggi a sufficienza. Non voglio stare qui a sostenere le mie tesi criticando quelle altrui. Ho dato la mia opinione, è giusto che voi diate le vostre e defe88 alla fine terrà conto di tutto e si regolerà di conseguenza.

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 10:17

E quindi prova a cambiare grip; come dicevi, è questione di feeling. Magari alla fine ti sentirai meglio giocando con la semi-western, o addirittura la Full-Western, oppure magari alla fine sentirai che dopo tutto la Continental è quella che fa per te. Sulle sensazioni altrui, non si può dire nulla. Certo, senza averti mai visto giocare, io non mi permetto di dire che devi arrivare a giocare in Semi-Western...

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:18

Koc, cosa consigliarli? Tre mesi di maestro...ovviamente !!!!

si però essendo un forum che nella scelta e nei modi di eseguire il rovescio mi ha aiutato molto mi fa piacere sentire le "scuole di pensiero" (a parte gli affetti da racchettite ahahah)

Va be' ragazzi in effetti ho scritto messaggi a sufficienza. Non voglio stare qui a sostenere le mie tesi criticando quelle altrui. Ho dato la mia opinione, è giusto che voi diate le vostre e defe88 alla fine terrà conto di tutto e si regolerà di conseguenza.

no guarda sono gradite le opinioni e i dibattiti di tutti!

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:20

Magari alla fine ti sentirai meglio giocando con la semi-western, o addirittura la Full-Western, oppure magari alla fine sentirai che dopo tutto la Continental è quella che fa per te.

Oh bravo, certo!alla fine sceglierò quella con cui mi troverò meglio tutto lì. Smile
(però mi piace quando dibattete ahah Wink )

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:27

Ti dico un'ultima cosa. Prima hai parlato di dritto troppo piatto, poi di sensazioni. Secondo me è un po' una coperta corta: da una parte c'è il feeling, dall'altra l'efficacia del colpo. Non puoi mantenere lo stesso buon feeling che hai in Continental passando subito ad una Semi-Western, altrimenti sarebbe troppo facile no? Risolveresti il problema e non perderesti il feeling. E invece no, come t'ho detto è una coperta corta.
La teoria (non io, la teoria) insegna che più scendi di grip, meno il tuo dritto sarà piatto. A questo punto chiediti se per te vale la pena o meno perdere almeno un anno di tempo per abituarti ad una Semi-Western pur di avere un dritto più vario e, IMHO, più efficace.

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da kingkongy il Gio 4 Apr 2013 - 10:34

Defe, se si tratta di chiacchierare su vantaggi e svantaggi, su opportunità, su risvolti tecnici...porca puzzola! io mi ci butto. Parlo per ore, scrivo enciclopedie, sorrido, scherzo, mi faccio prendere in giro e ricambio con entusiasmo.

La questione è se dalla chiacchiera vuoi passare alla parte operativa. Io, allora, alzo le mani e dico: no, non è giusto che io cerchi di convincerti. Perché? Perché non sono il tuo maestro e non sono lì, con te, a bestemmiare e a sorridere!
E' proprio questione di rispetto e metodo...nei tuoi confronti (soprattutto). Non che qualcuno lo abbia fatto, assolutamente: tutti quelli che partecipano alla chiacchiera fanno solo del bene. Imparo anche io tanto! Tutti imparano, anche Vet impara. Si impara a capire la gente, le "pieghe della mente".

Io, però, essendo uno che ha bestemmiato tanto con i propri maestri per ricercare chimere e perfezioni tecniche poi, purtroppo, inutili perché non sono Federer (!!!!)... dico solo: "Avendo sbagliato tanto io, invito gli altri a non ripetere i miei errori e, in ogni caso, lavorare con un maestro accorcia i tempi ed evita problemi di difficile soluzione".

tutto qui...mica è Vangelo!!!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:40

@kingkongy ha scritto:Defe, se si tratta di chiacchierare su vantaggi e svantaggi, su opportunità, su risvolti tecnici...porca puzzola! io mi ci butto. Parlo per ore, scrivo enciclopedie, sorrido, scherzo, mi faccio prendere in giro e ricambio con entusiasmo.

La questione è se dalla chiacchiera vuoi passare alla parte operativa. Io, allora, alzo le mani e dico: no, non è giusto che io cerchi di convincerti. Perché? Perché non sono il tuo maestro e non sono lì, con te, a bestemmiare e a sorridere!
E' proprio questione di rispetto e metodo...nei tuoi confronti (soprattutto). Non che qualcuno lo abbia fatto, assolutamente: tutti quelli che partecipano alla chiacchiera fanno solo del bene. Imparo anche io tanto! Tutti imparano, anche Vet impara. Si impara a capire la gente, le "pieghe della mente".

Io, però, essendo uno che ha bestemmiato tanto con i propri maestri per ricercare chimere e perfezioni tecniche poi, purtroppo, inutili perché non sono Federer (!!!!)... dico solo: "Avendo sbagliato tanto io, invito gli altri a non ripetere i miei errori e, in ogni caso, lavorare con un maestro accorcia i tempi ed evita problemi di difficile soluzione".

tutto qui...mica è Vangelo!!!!
Hai senz'altro ragione, però allora a cosa serve aprire questi topic se poi tanto possiamo avere ragione tutti e nessuno e solamente lui e il suo maestro decideranno? Tanto vale che defe88 parli col suo maestro e basta allora.
Forse avrò sbagliato ad usare troppo l'imperativo ("scendi", "cambia"), ma io ripeto che riporto solo nozioni di teoria. Non voglio certo costringerlo a cambiare grip, ma permettimi di dirgli che se resta in Continental per non perdere il feeling allora il dritto troppo piatto di cui si lamenta non lo migliorerà mai. Penso siamo tutti d'accordo che in Continental certe rotazioni te le sogni no?


Ultima modifica di The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:42, modificato 2 volte

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:40

@kingkongy ha scritto:Defe, se si tratta di chiacchierare su vantaggi e svantaggi, su opportunità, su risvolti tecnici...porca puzzola! io mi ci butto. Parlo per ore, scrivo enciclopedie, sorrido, scherzo, mi faccio prendere in giro e ricambio con entusiasmo.

La questione è se dalla chiacchiera vuoi passare alla parte operativa. Io, allora, alzo le mani e dico: no, non è giusto che io cerchi di convincerti. Perché? Perché non sono il tuo maestro e non sono lì, con te, a bestemmiare e a sorridere!
E' proprio questione di rispetto e metodo...nei tuoi confronti (soprattutto). Non che qualcuno lo abbia fatto, assolutamente: tutti quelli che partecipano alla chiacchiera fanno solo del bene. Imparo anche io tanto! Tutti imparano, anche Vet impara. Si impara a capire la gente, le "pieghe della mente".

Io, però, essendo uno che ha bestemmiato tanto con i propri maestri per ricercare chimere e perfezioni tecniche poi, purtroppo, inutili perché non sono Federer (!!!!)... dico solo: "Avendo sbagliato tanto io, invito gli altri a non ripetere i miei errori e, in ogni caso, lavorare con un maestro accorcia i tempi ed evita problemi di difficile soluzione".

tutto qui...mica è Vangelo!!!!

Si guarda a me i tuoi interventi ( e anche quelli degli altri) fanno sempre piacere Wink

Detto questo visto che parliamo di vantaggi/svantaggi...vi chiedo una cosa (che non so se riesco a spiegare chiaramente): ma un gioco più "arrotato" consente un po' meno rischi di errori o invece li favorisce?

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 10:44

Dipende dalla testa che sta sopra (si spera) il braccio: anche se hai un gioco arrotato efficace (intendo tecnicamente eseguito come si deve) ma poi in partita vuoi "sparare" sempre e comunque....ma appunto, là il problema è di testa (che alla fine, è comunque quella che conta di più anche nel tennis). Ovviamente, se arrivi ad avere una solidità tecnica adeguata, arrotare i colpi ti dà più confidenza nel buttare di là la pallina ma sempre dentro il campo avversario.

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da The King of Clay il Gio 4 Apr 2013 - 10:44

All'inizio sbaglierai di più per il semplice fatto che non sei abituato, ma poi un gioco più arrotato secondo me ti fa sbagliare di meno, perché la palla passa più alta sopra la rete e grazie alla rotazione tende ad atterrare prima in campo (limitando il rischio di finire lunga).

The King of Clay
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 88
Età : 25
Località : Roma
Data d'iscrizione : 23.03.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 3.5
Racchetta: Head YouTek Graphene Instinct MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da contropiede il Gio 4 Apr 2013 - 10:55

Ti posso parlare della mia esperienza.
Giocavo il diritto in Continental, Con una stance closed (la gamba destra oltre la perpendicolare -sono mancino).
Sette anni fa dopo uno stop di qualche anno ho deciso di affidarmi ad un maestro.
Mi ha insegnato a usare la easter e le stance piu' aperte (non sono arrivato alla open totale, ma non mi sto ponendo il problema)
Ci ho messo un bel po' a trovare "naturale" la eastern. In dinamica mi andava da sola la presa in Continental, anche perchè usavo molto il back di dritto.
Oggi gioco (da poco) con Eastern/semi-western in modo naturale. IlBack di diritto lo uso istintivamente solo nei recuperi difficili.
Ho lottato contro prese e movimenti innaturali e nuovi, ma oggi riesco a diverirmi di più anche con tennisti piu' giovani e moderni ed anche ad affaticarli.
Vista la tua età e la tua voglia di crescere tennisticamente, ti consiglio senz'altro di imparare prese e stance del tennis attuale. (con maestri bravi)
Per inciso: la western per me è un pianeta improponibile, funzionalmente, fisiologicamente, esteticamente. Ma alla mia eta', e con il mio fisico poco prestante, me ne puo' fregar di meno. Oltretutto per il mio tipo di tennis, con la semi-western, le rotazioni che prende la pallina sono piu' che sodisfacenti

contropiede
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 477
Età : 62
Località : Milano
Data d'iscrizione : 23.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: pro kennex ki5 295 custom - pro kennex q5 295 gr. custom - dunlop 300 4d aerogel

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 10:59

ti ringrazio..sono mancino anche io..per adesso so solo dire che "proverò" (anche se il Yoda mi insegna che non c'è provare ma fare o non fare ahah) e comunque il mio unico intento è che il mio diritto mancino faccia male poi l'impugnatura è solo un mezzo con cui arrivare a quell'intento Smile

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 11:00

Defe88, non te la prendere, ma già quando scrivi "il mio unico intento è che il mio diritto mancino faccia male" mi scadi. L'intento che dovresti avere è fare punto, non fare male...

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 11:04

@Crisidelm ha scritto:Defe88, non te la prendere, ma già quando scrivi "il mio unico intento è che il mio diritto mancino faccia male" mi scadi. L'intento che dovresti avere è fare punto, non fare male...

allora è dall'inizio che provochi un po' ma stavolta ti devo proprio correggere...non so se scherzi o non hai capito il "fare male"??

defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da Crisidelm il Gio 4 Apr 2013 - 11:08

No, defe, cercherò di spiegarmi: anche passando a una presa che ti dia più rotazioni, ci sarà molta gente a cui comunque il tuo dritto non farà male, nel senso, non soffriranno rotazioni e lunghezza e rimbalzo che darai alla pallina. Ma ciò nonostante, anche a costoro puoi/potrai fare punto con il dritto, semplicemente, faccio un esempio, capendo che in alcuni casi è meglio variare gli angoli a mezza velocità invece che cercare di tirare sempre forte e lungo al centro.

Crisidelm
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2479
Età : 41
Località : Bassa Piave (VE)
Data d'iscrizione : 25.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex V-Core Tour 89 - Yonex RQiS 1 Tour XL 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da kingkongy il Gio 4 Apr 2013 - 11:08

Cris, mica parlava di tennis! Lui vuol proprio far male all'avversario! Se gli tira la racchetta in faccia con la continental stampa il piatto corde. In western prende di spigolo le gengive...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Questione di Feeling..."

Messaggio Da defe88 il Gio 4 Apr 2013 - 11:11

avevo capito che avevi inteso il discorso come fare male fisicamente ahahahahah


defe88
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1213
Età : 28
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 08.12.12

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: Tra un top4 e un n.c. (più verso l' n.c.)
Racchetta: Dunlop Biomimetic M3.0 ; Wilson K Factor Pro Team

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum