Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

L'aspetto mentale nel tennis

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da wetton76 il Ven 29 Mar 2013 - 16:42

Ripeto un discorso affrontato molte altre volte, ma vorrei dedicarci una discussione specifica (magari esiste già nel forum, ma non l'ho trovata adesso).

Quanto conta l'aspetto mentale nel tennis?

Dal mio punto di vista, a qualsiasi livello si giochi, la chiave per vincere un match è proprio l'aspetto psicologico.

Quanto ci aiuta a esprimere il miglior gioco la concentrazione, la tranquillità, il fatto di non recriminare su un punto giocato prima, il pensare sempre positivo.
E allora perchè non farlo sempre?
Semplice, a volte capita la giornata storta e nonostante i buoni propositi, per varie cause, non si pensa a giocare a tennis ma ad altro!!!

Ho rivisto proprio ieri il quarto di finale degli US Open del 1987 tra McEnroe e Lendl. Lendl all'epoca numero 1 del mondo e Mac intorno alla decima posizione, che si giocava in quella partita tutta la stagione.
McEnroe comincia tenendo bene i suoi turni di servizio, giocando tra l'altro un punto fantastico che vale da solo quasi il biglietto (fà una volè smorzata dove Lendl arriva per miracolo e poi correndo all'indietro recupera la pallina e la mette di spalle nell'unica parte di campo non coperta da Lendl), e poi? Gioca dei game disastrosi, in uno addirittura si consegna a Lendl con vari doppi falli, sbaglia smash e volè "semplici" per lui (con uno di questi errori perde infatti il primo set). Secondo me, a parte certamente alcuni meriti di Lendl (i suoi famosi passanti e top-spin lob), McEnroe ha ceduto proprio di testa!

Ecco il video per chi fosse interessato:
http://www.youtube.com/watch?v=eMaeabpig14

wetton76
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 871
Località : bufalotta-talenti-conca d'oro (Roma)
Data d'iscrizione : 01.06.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: giocatore di club
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da theking97 il Lun 1 Apr 2013 - 1:54

Ti straquoto! Guarda murray, ora sará un pò migliorato ma ti ricordi quanto si innervosiva contro i vari federer, nadal, djokovic, per poi perdere? Se tu rimani calmo e concentrato giochi bene, se t innervosisci è ovvio che ti deconcentri e poi finisci per sbagliare

theking97
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 9
Data d'iscrizione : 26.03.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da albs77 il Mar 2 Apr 2013 - 10:21

ci sono scuole di pensiero diverse: probabilmente ora arriva Veterano e ti dice di andare a fare cesti(riassumendo) che è solo un problema di mancanza di fiducia nei propri colpi dovuto a carenza tecnica, non tenuta di testa.

Secondo me è entrambe le cose: se non hai fondamentali solidi come roccia ti si propone sempre un filo di ansia, che ti richiede un livello di concentrazione maggiore per poter eseguire colpi puliti e precisi.

Quindi nonostante il basso livello, la testa governa: se ti gira male e ti viene a mancare la concentrazione e soprattutto la calma, è facile colpire decentrato o arrivare male perchè troppo teso.

Poi c'è il discorso tattico che ,secondo me, è esclusivamente ad appannaggio della serenità mentale, che se viene a mancare ti fa prendere decisione poco ponderate, e di solito sbagliate.

imho.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da johnmcenroe96 il Mar 2 Apr 2013 - 11:22

Quoto, da quest'Anno, ( Febbraio 2013 ) ho sperimentato una nuova tattica mentale ( che qualche risultatino iniziale lo sta dando, speriamo ), per non innervosirmi, parlare da solo, fare smorfie, urli, insulti a me stesso, ecc, quando finisce il punto, anzi, anche durante, per giocare in assoluta tranquillità, penso ad altro, solitamente penso al Milan e tutto quello che lo riguarda ( i miei Occhi brillano a volte ) e sono super calmo, glaciale quando gioco. Ritorando a ciò che diceva Albs, a me invece la super concentrazione al punto e di conseguenza al punteggio genera tanto nervosismo e tensione. Io dunque faccio l'opposto, penso ad altro, tanto nello scambio devi solo pensare all'algoritmo " Se A si trova in B allora tira in C " pensando a tutt'altro. Ho finito Match, di Torneo, senza che il mio avversario sentisse mai la mia voce o intuisse una espressione facciale, tant'è che a fine partita mi han chiesto come mai ero così timido, ma invece era tutta tattica !!!!

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da FedEx il Mar 2 Apr 2013 - 11:25

Se pensando al Milan sei calmo e glaciale come Crudeli... Rolling Eyes affraid

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da johnmcenroe96 il Mar 2 Apr 2013 - 11:29

Ahahahahahahahahahahaahahahahahahaahhahahahahah Tiziano
No dai, veramente, aiuta in una maniera incredibile a rimanere calmi ! Ti consiglio di provarci, a meno che tifi Inter, in quel caso pensa ad altro.....

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da FedEx il Mar 2 Apr 2013 - 11:30

Ehm....appunto... Rolling Eyes Embarassed

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Osyris il Mar 2 Apr 2013 - 11:32

Tiziano is the best! cheers cheers

Osyris
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Età : 32
Località : Varese
Data d'iscrizione : 16.08.11

Profilo giocatore
Località: Varese
Livello: Raccatapalle [4 ITR variabile]
Racchetta: Head IG Instinct MP; Wilson Tempest High Beam; Head Comp Constant Beam, Wilson Pro Open BLX (2011), Wilson NBlade, Wilson Blade 98 (16x19 - 2013). Tutte custom.

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da johnmcenroe96 il Mar 2 Apr 2013 - 11:37

Anzi, a volte alcuni giocatori soffrono un pò di più quando vedono che dall'altra parte della reta non c'è neanche una minima reazione.
Si, assolutamente, Tiziano è il Migliore !!!!!

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Veterano il Mar 2 Apr 2013 - 22:50

Ad alti livelli di gioco la testa puo fare la differenza,a bassi livelli conta poco niente.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da dado*77 il Mar 2 Apr 2013 - 23:11

Grande Tiziano Crudeli!!! Pippo Miooooooooo!

dado*77
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 276
Età : 39
Località : Casale Monferrato (AL)
Data d'iscrizione : 17.03.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Yonex Regna_Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Ospite il Mar 2 Apr 2013 - 23:40

@Veterano ha scritto:Ad alti livelli di gioco la testa puo fare la differenza,a bassi livelli conta poco niente.

vet non sono d'accordo, anche a bassi livelli conta ,eccome

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Veterano il Mar 2 Apr 2013 - 23:55

Ognuno ha il suo punto di vista .e ogni punto di vista e' rispettabile.Pero' punto di vista a parte guardiamo i risultati,siamo sicuri che la testa a livello amatoriale o di quarta che piu o meno e' la stessa cosa conti tanto........mah sara' che io di testa non ne ho mica tanta,e la quarta me la sono passata senza dover far funzionare la testa piu di tanto,in quarta ci va una tecnica solida,la testa serve a far capire quando si tira il vincente dell anno sui teloni o quando si sbaglia per incapcita' tecnica dopo tre o quatro scambi senza essere pressati,di andare a fare cesti ed allenarsi come si deve................poi ognuno creda quello che vuole.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da otello69 il Mer 3 Apr 2013 - 10:49

La mia personale opinione è che facciamo un po' di confusione sul significato di "testa". La testa a cui si pensa quando si parla di giocatori professionisti nulla ha a che vedere con quella che serve per noi pippaioli di quarta. In quarta usare la testa vuol dire (metto solo alcuni esempi tanto per capirsi):

- non sparare un vincente da dietro la riga di fondo al secondo scambio

- ricordati di guardare la palla

- ricordati di non stare fermo come un baccalà mentre aspetti la pallina

- non farti innervosire dall'avversario

- pensa a un punto per volta

- se ci riesci NON pensare proprio

insomma tutte cose utili a non farti buttare via la partita quando invece te la potresti giocare/vincere, tutte cose più o meno superflue in presenza di base tecnica e fisica adeguata (e in questo senso credo stia il suggerimento di Vet, che personalmente condivido in pieno, di andare ad allenarsi)...la testa che usano i pro credo sia proprio un'altra cosa

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Andras il Mer 3 Apr 2013 - 11:25

E' tutta una questione di equilibrio. Ci sono volte che in campo ad inizio partita "dormo" e mi sveglio solo dopo due o tre Madonne tirate come Dio comanda. Ci sono volte che in campo sono nevrastenico e comincio a giocar bene solo dopo che mi sono calmato. Va da se che nessuna delle due condizioni iniziali è ideale. Fare la figura del gentleman e perdere 6/1 6/1 o fare la figura del caso psichiatrico e perdere con lo stesso risultato penso siano entrambe delle circostanze da evitare. Equilibrio, appunto

Andras
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 872
Età : 45
Località : Ferrara
Data d'iscrizione : 29.08.11

Profilo giocatore
Località: Ferrara
Livello: mi son ritirato che ero appena diventato 4.3
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Osyris il Mer 3 Apr 2013 - 16:12

La condizione psicologica è determinante, in ogni essere umano, sia nello sport che altrove. Il tennis è prima di tutto un gioco, poi eventualmente una competizione (ed a volte un lavoro, per i più fortunati/prestanti/talentuosi). In qualità di "gioco", deve (o dovrebbe) essere sempre affrontato come tale, a partire dai bimbi di 5 anni, sino al numero 1 ATP.
Ovviamente i problemi della vita, il proprio carattere, difficoltà nella sfera privata o lavorativa ecc. possono influire sul nostro umore, così come un carattere irascibile reagirà in modo differente rispetto ad una persona più pacata.
A tal proposito ricordo cosa diceva sempre il mio maestro quando iniziai a scimmiottare i miei primi passi sui campi, ad 11 anni, con una fiammante Dunlop per principianti della quale andavo fiero: "non me ne frega niente se la vostra squadra del cuore ha vinto lo scudetto ieri oppure vi è morto il gatto. Siete in campo, state giocando a tennis. Conta solo questo. Siete solo voi e la pallina. Quella pallina è tutto il vostro mondo in questo preciso momento! E divertitevi!"
Non ho mai apprezzato fino in fondo la sua durezza... ma oggi credo avesse pienamente ragione... Wink
Del resto, giocare è un'attività che dovrebbe essere piacevole e divertente, così come lo si fa da bambini. Per questo motivo, svolgendola da adulti dovrebbe essere una ragione in più per ritrovare il bambino che è in noi e non lasciarlo mai morire.

OT: l'ho rivisto di recente il "vecchio maestro" oggi cinquantenne...sempre un ammasso di muscoli, allenatissimo, abbronzatissimo e soprattutto con la stessa simpatia... Laughing

Osyris
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 130
Età : 32
Località : Varese
Data d'iscrizione : 16.08.11

Profilo giocatore
Località: Varese
Livello: Raccatapalle [4 ITR variabile]
Racchetta: Head IG Instinct MP; Wilson Tempest High Beam; Head Comp Constant Beam, Wilson Pro Open BLX (2011), Wilson NBlade, Wilson Blade 98 (16x19 - 2013). Tutte custom.

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da Sonny Liston il Mer 3 Apr 2013 - 16:15

@Osyris ha scritto:


OT: l'ho rivisto di recente il "vecchio maestro" oggi cinquantenne...sempre un ammasso di muscoli, allenatissimo, abbronzatissimo e soprattutto con la stessa simpatia... Laughing

Azzo!

Se solo fossi simpatico, e sapessi giocare a tennis, potrei essere io! Razz

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da aieiebrase il Mer 3 Apr 2013 - 16:40

entrata a gamba tesa..... ma penso che faccia parte dell'aspetto mentale......
Chiedo lumi ad un quesito al quale non so rispondere
come mai tutti (io per primo), dal pippaiolo nc al semiprofessionista ed ogni tanto anche qualche fab4, dopo aver mandato l'avversario a recuperare una palla in tribuna che te la appoggia comoda comoda per chiudere..... con tutto il campo a disposizione..... andiamo a mirare la riga più lontana e spesso (talvolta per qualcuno) buttiamo la palla fuori?.
Lo so perfettamente, e me ne rendo conto ogni volta che faccio una caz.....a del genere, che quando ho mandato il mio avversario a sbattere nel telone mi basta appoggiare la palla per fare punto, ed allora perchè spesso, troppo spesso, mi rendo conto che era così semplice dopo aver mandato la palla fuori...... aspetto mentale?...... o mente contorta?

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da RaTPlayer il Mer 3 Apr 2013 - 17:09

Secondo me quello che descrivi te è una questione di soglia di attenzione, cerco di spiegare cosa intendo.

Se stai per tirare un colpo difficile, tipo vuoi tentare un vincente da fondo campo in contro piede, sapendo che devi piazzare la palla in quella mattonella per non veder tornare la palla, allora poni estrema attenzione a tutto quanto, il tuo livello di concentrazione è massimo, il colpo può riuscire come no, ma magari non sbagli di 2 metri, sbagli di quei 20 centimetri che possono fare la differenza tra fuori-vincente-palla recuperata dall'avversario.

Quando invece ti sei aperto il campo, il tuo cervello si imposta in modalità "colpo scontato", il tuo livello di concentrazione e la convinzione su quello che stai facendo si abbassa, il tuo margine mentale si allarga e li vengono fuori i disastri.

Il trucco è pensare a quelle palle come le più difficili e quelle che richiedono maggiore concentrazione.


RaTPlayer
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Età : 34
Località : Livorno
Data d'iscrizione : 29.01.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: quale livello?
Racchetta: 2x yonex ai 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da aieiebrase il Mer 3 Apr 2013 - 18:09

@RaTPlayer ha scritto:
Quando invece ti sei aperto il campo, il tuo cervello si imposta in modalità "colpo scontato", il tuo livello di concentrazione e la convinzione su quello che stai facendo si abbassa, il tuo margine mentale si allarga e li vengono fuori i disastri.

Il trucco è pensare a quelle palle come le più difficili e quelle che richiedono maggiore concentrazione.


cercherò di fare tesoro di queste parole..... mai più colpi scontati.... rimane il quesito.... perchè se sono sicuro di fare il punto piazzando la palla ad un metro dall'out miro e cerco di buttarla a 10 cm ?

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da RaTPlayer il Mer 3 Apr 2013 - 18:13

... Hai paura che se ti tieni margine quello corre e te la recupera? Wink
Quello che ti passa per la testa lo puoi sapere solo te. La prossima volta che ti capita, analizza a caldo la situazione e chissà, magari trovi la risposta.

RaTPlayer
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Età : 34
Località : Livorno
Data d'iscrizione : 29.01.13

Profilo giocatore
Località:
Livello: quale livello?
Racchetta: 2x yonex ai 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aspetto mentale nel tennis

Messaggio Da aieiebrase il Mer 3 Apr 2013 - 18:45

@RaTPlayer ha scritto:... Hai paura che se ti tieni margine quello corre e te la recupera? Wink
.


deh.... sai 'osa e gioo tutti i giorni con ferrer....... 'un ti dìo mette una palla 'dove ciarriva anco la zoppa di montenero... ma quando hai picchiato una musata sur telone.... a voglia di bè òva !!! se te la metto a mezzometro dalla riga... e un l'agguanti nemmeno cor ciaìno (anco se ci metti la proma e 'r 75 pinasco) lol! lol! lol!

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum