Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da aieiebrase il Mer 20 Mar 2013 - 10:06

ho disputato ultimamente tre partite "serie" al meglio dei 2 set e mi sono reso conto che inizio veramente a giocare dopo una buona mezzora di partita.
Ho incontrato degli avversari con i quali spesso perdo nella classica ora di gioco ed il risultato è stato per tutti uguale, sotto il primo set e vittoria per 2 a 1.
La cosa strana è che è stato un "crescendo" i colpi entravano sempre con più facilità, il servizio migliorava continuamente, e più questo succedeva e più aumentava la fiducia la mente era libera ed i colpi uscivano da soli.
Anche dopo un errore o un doppio fallo non avevo quella "contrazione psicologica" che porta inesorabilmente al "braccino" ed a pensare troppo con la conseguenza di giocare contratto e di sbagliare perchè si ha paura di sbagliare.
Come ho già avuto modo di dire pratico un altro sport dove curo molto la preparazione fisica, basti pensare che come riscaldamento di solito faccio una 20na di minuti di esercizi a corpo libero, talvolta dopo una corsetta di 3/4 Km.
Nel tennis il poco tempo a disposizione non mi consente di riscaldarmi come si deve, si entra in campo, qualche palleggio al centro, qualche palleggio da fondo, si prova il servizio e si parte...... ma forse questo per me è poco, anche a livello di testa, ho bisogno di averla sgombra, di far lavorare il corpo senza pensare a quello che devo fare (posizione, apertura, impugnatura ecc ecc...) deve venire tutto naturalmente.... e ciò accade dopo una buona mezzora di partita..... Sarò mica diesel? Very Happy
Scherzi a parte, considerando che di solito gioco "a tempo" qualcuno ha qualche suggerimento per iniziare subito ad entrare in partita?
Ringrazio anticipatamente tutti per i consigli che vorrete darmi......

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da MaurizioV il Mer 20 Mar 2013 - 14:49

Giocare male all'inizio perché si è freddi è normale, e più si va avanti con l'età più i tempi si allungano, almeno nel mio caso.

i pro fanno un serio riscaldamento prima di entrare in campo, i 10 minuti che precedeno il match sono poco più di un pro-forma

se non hai un compagno che ti faccia riscaldare palleggiando 15/20 minuti, puoi comunque fare esercizi di riscaldamento prettamente fisico, il libro di Brad Gilbert "Winning ugly" dà dei suggerimenti su questo.

Per esempio suggerisce di entrare in campo o comunque su un campo e correre seguendo le linee esterne del campo dando sempre spalle alla rete, in questo modo per completare il giro si farà una corsetta in avanti, una laterale verso destra, una indietro e una laterale verso sinistra. Fai 4/5 giri in questo modo, piano all'inizio e via via accelerando, per riscaldare le gambe, poi qualche esercizio di stretching.

Dopo potresti passare alle braccia/spalle facendo qualche esercizio con gli elastici, elastici non troppo duri.

A questo punto dovresti avere i muscoli già caldi e anche se non hai palleggiato, vedrai che nel complesso riuscirai a muoverti meglio e quindi a colpire meglio la palla.

Nel palleggio di riscaldamento preoccupati di muoverti in modo preciso e reattivo, con tanto di step, (non come fanno alcuni che si riscaldano da fermi) facendo attenzione a giocare lungo, sempre oltre la metà campo avversaria, meglio sbagliare in lunghezza che in..."cortezza", se ti accorgi di giocare corto analizza quello che stai facendo e aggiusta il tiro, per così dire. Non trascurare di fare qualche colpo al volo e soprattutto di provare i colpi sopra la spalla, prova degli smash.

MaurizioV
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 07.02.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: mah! 4.5 ITR?
Racchetta: Pro Kennex Ki 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da marti il Mer 20 Mar 2013 - 17:20

all'ultimo torneo al quale ho partecipato la mia avverasria durante il riscaldamento non ne buttava una di là, oppure mirava direttamente ai teloni.
ovviamente dal primo 15 in poi si è ben guardata dallo sbagliare.
non credo che lo abbia fatto apposta (avrebbe avuto poco senso e poi la conosco bene)
però io quando abbiamo iniziato il match ero veramente fredda (non è una scusa, poi dal secondo set in poi mi sono messa a giocare bene) però io avverto sempre l'esigenza di fare un riscaldamento continuo in modo da "sentire" la palla.

l'ideale sarebbe trovare qualcuno che ci faccia palleggiare 15-20 minuti prima del match ma vuoi per i tempi ristretti vuoi per la mancanza di campi liberi spesso è impossibile

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da aieiebrase il Mer 20 Mar 2013 - 18:04

@marti ha scritto:
l'ideale sarebbe trovare qualcuno che ci faccia palleggiare 15-20 minuti prima del match ma vuoi per i tempi ristretti vuoi per la mancanza di campi liberi spesso è impossibile

Purtroppo il problema è spesso quello del tempo, nelle partite "serie" al meglio dei 2 set (non faccio tornei ma diciamo che faccio lo "sparring" a chi li gioca) riesco a giocare ed ad entrare nel match, ma mi ci vuole tempo.... durante le partite "ludiche" con un ora solo di campo a disposizione è un mezzo disastro e viste le mie caratteristiche spesso non riusciamo neppure a finire il set.......
Per quanto riguarda il riscaldamento fisico con la bella stagione non dovrei avere problemi, ma quello che mi manca è.... non so come definirlo..... entrare nel gioco con la testa..... Nel tennis ci sono dei movimenti e degli automatismi che "mi entrano in circolo" dopo un pò.... forse è anche dovuto all'altro sport che pratico..... la mia testa ha bisogno di capire che sto giocando a tennis prima di comandare il corpo come si deve.....
Forse l'unica soluzione sarebbe proprio quella di poter palleggiare più a lungo prima di iniziare la partita...... o forse sarebbe opportuno non essere una "schiappa" o come direbbe il vecchio Sonny.... una Pippa Scatenata Very Happy Very Happy

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da alba77 il Mer 20 Mar 2013 - 19:37

Anch'io soffro questo problema e non è questione id temperatura esterna.
E' questione più che altro di reattività, sia di percezione che fisica.

Poi noto che se sono fredda il servizio è davvero lento. Al braccio manca quell'elasticità e quindi velocità e quel po' di esplosività.

Mica si può sempre partire da un set sotto?!?
Spero di risolvere.
Ora col maestro farò un po' di lavoro di velocità dei piedi - speriamo bene.

Appunto credo che anche esercizi in merito servano


alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da MaurizioV il Ven 22 Mar 2013 - 9:33

@aieiebrase ha scritto:Per quanto riguarda il riscaldamento fisico con la bella stagione non dovrei avere problemi, ma quello che mi manca è.... non so come definirlo..... entrare nel gioco con la testa.....

la stagione non centra molto, per poter giocare bene dall'inizio la muscolatura deve essere calda nel senso che deve essere già entrata in temperatura attraverso una giusta attività, mica perché è stata esposta al sole

fare una corretta serie di esercizi prima di giocare (e si dovrebbe farli inizialmente anche se c'è poi la possibilità di palleggiare per 20 minuti con uno sparring) permette di entrare in campo con la giusta reattività e già "sbloccati" (oltre che a evitare di farsi male)

la testa centra solo per quanto riguarda l'atteggiamento da assumere nei riguardi dell'incontro, ma quello è un discorso a parte e che inizia ancora prima del riscaldamento

MaurizioV
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 07.02.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: mah! 4.5 ITR?
Racchetta: Pro Kennex Ki 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da aieiebrase il Ven 22 Mar 2013 - 10:05

@MaurizioV ha scritto:
@aieiebrase ha scritto:Per quanto riguarda il riscaldamento fisico con la bella stagione non dovrei avere problemi, ma quello che mi manca è.... non so come definirlo..... entrare nel gioco con la testa.....

la stagione non centra molto, per poter giocare bene dall'inizio la muscolatura deve essere calda nel senso che deve essere già entrata in temperatura attraverso una giusta attività, mica perché è stata esposta al sole

fare una corretta serie di esercizi prima di giocare (e si dovrebbe farli inizialmente anche se c'è poi la possibilità di palleggiare per 20 minuti con uno sparring) permette di entrare in campo con la giusta reattività e già "sbloccati" (oltre che a evitare di farsi male)

la testa centra solo per quanto riguarda l'atteggiamento da assumere nei riguardi dell'incontro, ma quello è un discorso a parte e che inizia ancora prima del riscaldamento

Mi riferivo alla bella stagione solo per il fatto che avrei la possibilità di avere più tempo e di eseguire il riscaldamento all'aperto..... so benissimo che se ti stendi a prendere il sole..... non significa che hai la muscolatura calda Very Happy
Il problema è sopratutto il tempo a disposizione..... Comunque, giusto per fare un esempio, ieri sono entrato in campo (libero) un pò prima.... stretching, esercizi su spalle, avambracci, polsi, schiena gambe.... qualche minuto di corda.... quasi mezzora di palleggi (seguendo i tuoi consigli, ergo molto reattivo) e partitella con un ottimo 4.3 che fa sanguinare le palline..... dopo i rimanenti 30 minuti il punteggio era di 3 pari..... 1 breack per parte e con tutti i game conclusi dopo i vantaggi..... A parte la preparazione fisica, quello che mi ha fatto veramente bene sono stati i 30 minuti di palleggi.... ho bisogno di entrare nei meccanismi.... non è una questione di testa o di approccio alla partita.... è una questione di "connessione" mente/corpo che mi permetta di trovare gli automatismi....... Mi servirebbero delle indicazioni affinchè questo tempo di "connessione" si accorciasse perchè non tutti ti concedono un tempo così lungo per palleggiare...... non c'è niente da fare... non sono nemmeno "diesel"... sono a "vapore" Very Happy Very Happy

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da MaurizioV il Ven 22 Mar 2013 - 12:17

@aieiebrase ha scritto:A parte la preparazione fisica, quello che mi ha fatto veramente bene sono stati i 30 minuti di palleggi....

il riscaldamento fisico fa la sua parte eccome, anche a livello di reattività mentale, certo che se poi lo puoi anche perfezionare con del palleggio, tanto meglio, ovviamente.

Il fatto è che spesso, specialmente nel caso dei tornei, la disponibilità di campi per riscaldarsi non c'è, ecco che allora il riscaldamento "fisico" diventa fondamentale anche perché è praticabile in spazi che non siano necessariamente il campo da tennis

permettimi un unico appunto: come prima cosa dovresti riscaldare le gambe, che sono muscoli molto grandi e aiutano a far entrare in temperatura un po' tutto il corpo (lo dico perché da come scrivi ho l'impressione che le abbia tenute per ultime) e al limite, se proprio hai poco tempo/possibilità, scalda quelle come unica cosa

MaurizioV
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 07.02.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: mah! 4.5 ITR?
Racchetta: Pro Kennex Ki 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da aieiebrase il Ven 22 Mar 2013 - 15:49

@MaurizioV ha scritto:
@aieiebrase ha scritto:A parte la preparazione fisica, quello che mi ha fatto veramente bene sono stati i 30 minuti di palleggi....

il riscaldamento fisico fa la sua parte eccome, anche a livello di reattività mentale, certo che se poi lo puoi anche perfezionare con del palleggio, tanto meglio, ovviamente.

Il fatto è che spesso, specialmente nel caso dei tornei, la disponibilità di campi per riscaldarsi non c'è, ecco che allora il riscaldamento "fisico" diventa fondamentale anche perché è praticabile in spazi che non siano necessariamente il campo da tennis

permettimi un unico appunto: come prima cosa dovresti riscaldare le gambe, che sono muscoli molto grandi e aiutano a far entrare in temperatura un po' tutto il corpo (lo dico perché da come scrivi ho l'impressione che le abbia tenute per ultime) e al limite, se proprio hai poco tempo/possibilità, scalda quelle come unica cosa

Ti ringrazio per i consigli ed a questo punto ritengo doverosa una precisazione che forse potrebbe tornarti utile anche a te sopratutto se fai tornei ed hai bisogno "di entrare in temperatura" in poco tempo.
Come ho scritto nel post pratico un altro sport dove la preparazione fisica è fondamentale, non ti tedio su cosa mi ha spinto a prendere la racchetta in mano, ma il tennis mi sta sempre più appassionando e quando faccio qualche cosa cerco sempre di farla al meglio sopratutto se c'è passione........
quando eseguo il riscaldamento degli arti superiori e del tronco non sto fermo sulle gambe, tutti gli esercizi vengono fatti eseguendo dei piccoli balzelli sulle punte dei piedi, diciamo un soft step, occorre una buona coordinazione..... ma quella non mi manca... in questo modo il corpo entra tutto in temperatura e riesco a far lavorare tutti i muscoli... finisco con un lavoro di "scioglimento" con 3 minuti di corda.... in questo modo in 10 minuti sei pronto a livello fisico per iniziare il palleggio...... Il problema mi si presenta in fase di gioco dove devo trovare gli automatismi e non pensare a quello che devo fare e per questo mi occorre tempo..... ti faccio un paio di esempi stupidi.... far avanzare il piede sinistro prima di tirare il rovescio è una cosa che mi viene naturale solo dopo un pò che palleggio.... così come mi viene facile puntare con il sinistro la pallina prima di colpirla di dritto ma mi devo sforzare affinchè lo stesso braccio sinistro segua la rotazione del busto distante dal corpo.... sono tutti retaggi dovuti al pugilato.... avanzare con il sinistro significa cambiare guardia ed a quel punto si innescano dei meccanismi mentali che non mi consentono di aprire il colpo,... così come "aprire" sul dritto è come essere senza "guardia"...... però tutto questo dopo una 20ma di minuti di palleggio svanisce..... è come se il mio cervello si rendesse conto che sto giocando a tennis ed allora si innescano gli automatismi........
Ti ringrazio ancora per i consigli e mi scuso se talvolta sono prolisso ma su questo forum ho trovato davvero tante persone appassionate e competenti e siccome come dice il buon Sonny, mi ritengo una Pippa Scatenata, ogni suggerimento è prezioso per cercare di migliorare......

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da MaurizioV il Ven 22 Mar 2013 - 16:54

ci mancherebbe, il forum è fatto per fare due chiacchiere

da quello che scrivi ho l'impressione che tu abbia intrapreso questo sport da non molto tempo, se così fosse, questo spiegherebbe almeno in parte la difficoltà a trovare gli automatismi all'inizio, ma è una cosa che con tempo migliora - anche se poi il tempo quando diventa troppo fa l'effetto contrario, io da ragazzo ci mettevo un amen a mettere a piombo i colpi, adesso mi ci vuole sempre un po' Rolling Eyes

MaurizioV
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 07.02.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: mah! 4.5 ITR?
Racchetta: Pro Kennex Ki 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: CONSIGLI SU RISCALDAMENTO/APPROCCIO AL MATCH

Messaggio Da aieiebrase il Ven 22 Mar 2013 - 17:40

@MaurizioV ha scritto:ci mancherebbe, il forum è fatto per fare due chiacchiere

da quello che scrivi ho l'impressione che tu abbia intrapreso questo sport da non molto tempo, se così fosse, questo spiegherebbe almeno in parte la difficoltà a trovare gli automatismi all'inizio, ma è una cosa che con tempo migliora - anche se poi il tempo quando diventa troppo fa l'effetto contrario, io da ragazzo ci mettevo un amen a mettere a piombo i colpi, adesso mi ci vuole sempre un po' Rolling Eyes

ci sei andato vicino.... ho ripreso questo sport da non molto tempo.... ho però iniziato a giocare con la maxima torneo de luxe... calzoncini corti (ma non da tennis)....un filo teso in mezzo alla strada (e neppure tanto dritta) ed asfalto sotto i piedi..... qualche partitella in campo.... una decina di lezioni.... qualche altra partita..... poi altre passioni.... e dopo quasi 30 anni mi ritrovo di nuovo con la racchetta in mano.... ritrovo amici al circolo.... qualche "anima pia" perde tempo con me e mi da consigli preziosi.... e io cerco di ripagare impegnandomi.... devo dire che non sono "bellissimo" da vedere ..... ma me la cavo (ovviamente con tutti i miei limiti) abbastanza bene..... e sopratutto mi diverto.... che è la cosa fondamentale......

aieiebrase
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 19.11.12

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum