Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

servizio in due tempi

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 11:21

è un pò di tempo che la mia prima di servizio si inceppa ed è del tutto privo di fluidità:il mio maestro dice che il problema risiede nel fatto che scindo i due tempi (preparazione e movimento a colpire) questo perchè faccio una preparazione troppo veloce e poi raggiunta la posizione in trophy mi fermo per un pò prima di andare a colpire perdendo così ogni capacità di spinta .
il movimento del servizio invece è un movimento UNICO che consta di una prima parte più lenta (fino alla posizione a trofeo) e poi la seconda in cui si accelera.

per ovviare sto cercando di rallentare la preparazione basculando più lentamente nella preparazione, riducendo il movimento iniziale del braccio destro (un pò come faceva la dementieva)
al contempo ho però aggiunto o se vogliamo aumentato il mulinello della testa della racchetta dal trophy all'impatto con la pallina: quest' ultimo accorgimento mi ha permesso di fluidificare meglio le due fasi e unirle e devo dire che il miglioramento si vede.
mi è stato detto però che per ovviare al servizio in due tempi e renderlo più fluido esistono anche altri tipi di esercizi

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Adolfo il Mer 13 Mar 2013 - 11:39

prima di servire visualizza nella tua mente te stessa che esegue un servizio da manuale, resterai stupita dall'aumento della tua percentuali.

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3306
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Mer 13 Mar 2013 - 11:43

Marti vado a tentoni ehhh.Lo sai che non mi piace parlare molto del servizio,perche' credo che sia una cosa che vada vista direttamente sul campo per riuscire a capire bene cosa fare e valutare bene le cose.Comunque vediamo se riesco ad interpretare quello che ci racconti.ora parti veloce e poi stai troppo tempo in trophy pose,mai pensato che lanci troppo in alto a prescindere dalla velocita' di preparazione....oppure che ti addormenti un po troppo in trophy pose a prescindere,anche se lancii correttamente.Il movimento fluido non si crea solo con il braccio,ma con il sincronismo generale,dipendendo da quanto lancio alto dovro fermarmi di piu o di meno in trophy pose.Ora senza vederti chissa da dove parte realmente il problema........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da albs77 il Mer 13 Mar 2013 - 12:42

hai mai provato a pensare di fare uno smash da fondocampo invece che di servire? così per capire se è proprio il movimento in se che non ti viene o se è solo una questione psicologica legata al fatto di fare una cosa come vuole il manuale invece che come vuole il tuo corpo.

Io non sono certo un esperto, ma se un movimento proprio non mi viene come cercano di farmelo fare, non credo sia utile insistere in quella strada, piuttosto trovo un alternativa che mi porti allo stesso risultato.
Più che altro ascolterei il mio corpo e correggerei dove si può correggere.

Dolgopolov tira una roba inguardabile, ma fa i buchi in terra.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1183
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Mer 13 Mar 2013 - 13:07

Ho riletto il tuo post marti..........Dementievaaaaaaaa.......

http://www.youtube.com/watch?v=vS7Db2T_DKA

http://www.youtube.com/watch?v=2Mk7FeZWab8

O signur,lascia stare la Dementieva,se non per i colpi da fondo.....e forse una delle poche top ten,va be mettimoci anche la Bartoli,da non prendere proprio in considerazione per quello che riguarda il servizo.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Ospite il Mer 13 Mar 2013 - 13:12

non per forza il servizio deve essere un movimento unico. Può anche essere spezzato, anzi il più delle volte lo è, l'importante è che nella prima fase si immagazzini abbastanza energia nelle gambe da sprigionare poi sulla palla, di solito con l'avvicinamento del piede destro al sinistro, come fa ljubo o nadal, ma anche distaccato tipo federer. Visualizzare il servizio come movimento unico mi è difficile, l'unico che mi viene in mente è dolgopolov ma alza la palla bassissima e la colpisce in fasce ascendente e non è semplicissimo. Il lancio di palla influisce fino a un certo punto, se si è fatto bene il lavoro prima una palla lanciata più alta non dovrebbe creare problemi, se li crea significa che si è arrivati scoordinati e senza la giusta energia da sprigionare sulla palla. In genere quando si è nella trophy pose è bene focalizzare che la racchetta debba andare a finire sulla mano sinistra, io penso diversamente cioè so che deve finire lì e così, no che deve finire sulla mano sinistra.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da albs77 il Mer 13 Mar 2013 - 13:38

che poi ora che ci penso è normale che sia in due tempi.
Il lancio di palla è a tutt'altra velocità dal resto del movimento: è una fase di caricamento.

Secondo me semplicemente lanci la palla troppo alta e quindi perdi ogni energia accumulata nelle gambe, che per mia esperienza non dura più di due secondi.

Oppure non carichi proprio nessuna energia, cioè fai un servizio tipo catena cinetica che parte direttamente dal lancio palle, alla Paolo Canè.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1183
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Ospite il Mer 13 Mar 2013 - 13:49

più si lancia in alto la palla più la fase di caricamento va posticipata, come faceva hrbay o rafter, ma non è da prendere d'esempio perché occorre grande coordinazione, meglio un movimento alla federer, che ho visto imitare anche da gente non particolarmente dotata di tecnica, quindi alla portata di tutti e che non ha da invidiare niente a nessun altro movimento, anzi.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 14:44

grazie ragazzi per i contributi.
cerco però di essere più chiara sgomberando alcune incomprernsioni.

il problema della mancanza di fluidità credo che sia stata già individuata dal mio maestro, ma stiamo seguendo un programma e per ora non abbiamo approfondito, di comune accordo ce ne occuperemo più in là perchè ora ci sono un pò di tornei ravvicinati e sto facendo altri tipi di esercizi che non riguardano il servizio.
second magister il mio problema (la mancanza di fluidità e la conseguente "fatica" che avverto soprattutto ultimamente nel servizio) è dovuta ad un errata sequenza temporale, il lancio della palla è abbastanza giusto (posso sbaglaire a volte ma in difetto o perchè non imbrocco ore 12)
l'errore invece è che lancio parto in quarta con la preparazione e resto come sospesa prima di colpire con perdita della forza;insomma parto in quarta nella preparazione per poi quasi fermarmi o comunque rallentare nella fase pre impatto e post impatto;arrivo SCARICA all'impatto
a ciò si aggiunga comuqnue (e dò ragione a vet quando diceche i fattori possaono essere diversi e che può anche non c'entrare il solo braccio) che il faccio il foot up (avvicino il piede destro al sinistro) ma a volte in modo un pò robotico invece di sfrattarne la spinta.
per cercare più fluidità e armonia sto cercando di rallentare tutta la preparazione a cominciare dal basculamento che precede il lancio di palla e mi trovo molto bene da quando ho "aumentato" il mulinello che precede l'impatto (mi sembra di aver sbloccato la testa della racchetta che così arriva "in corsa" sulla palla)
non so se ho chiarito

ps:albs77 a me è stato spiegato che il movimento del servizio è UNICO ma a due velocità:non si sono soste al box ma un inizio lento e un'accelerata dal pre impatto in poi
vet:grazie per i video:il servizio della dementieva non lo prendo per esempio (del resto è stato un porblema per tutta la sua pur fulgida carriera) era solo per citare un esempio di preparazione "abbreviata";ma anche a me non piace

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Mer 13 Mar 2013 - 15:09

Be in pratica ti sei gia risposta da sola,si parte lenti e si accellera.....prepara lentamente e segui lenta e sincronizzata con le due braccia,poi quando lasci la palla scateni l'inferno......se di baseil movimento con il braccio va e' solo un problema di sincronizzazzione,e di lancio palla che non deve esere tanto alto,valuta il tuo punto ideale con il bracio racchetta in estensione,ecco la palla non deve uperare questo punto in latezza quando lanci piu di una decina di cm,che poi ci sia chi lancia molto alto o meno a livello pro non me ne puo' fregar de meno,se lanci troppo alto la palla in fase di caduta accellera piu velocemente e non va assolutamente bene.Vedraia che se incominci a lanciare il giusto e a coordinare il movimento braccio che lancia con il braccio racchetta,vedrai che il movimento sara' per forza piu fluido,Se lanci il giusto il tempo di reazione dalla fase di stallo in cui ti trovi dovra¡ per forza di cose essere piu rapido e di conseguneza piu fluido.Se lanci piu alto.ma quanto piu in alto ???? anche il tempo di esecuzione dovra' essre piu lento,e li incominciamo ad andare a toccare troppe componenti che potrevvero aggiustarti una cosa ma peggiorqare l'altra.Dai vedrai che ci arrivi non ti preoccupare.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 15:16

e che mi dici dei piedi?
io ho come l'impressione di usare male il foot up nel senso che non riesco a coordinarmi bene se non avvicino il piede destro al piede sinistro ma ho come l'impressione (confermata in realtà da chi mi ha visto) che io non sfrutti appieno l'energia dal terreno.
sto cercando sensazioni che mi aiutino a trarre energia dal terreno (kk:ricordi la carezza al pachiderma per il topspin di dritto??quella si che mi aveva aiutato!!)
l'obiettivo (mia dichiarato in realtà) per me è quello di dare pesantezza alla palla aiutandomi proprio dalle gambe;mentre con i colpi a rimbalzo un pò ci riesco nel servizio non sfrutto questa componente

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 15:47

Ecco il famoso 3d che è arrivato Marti!
Io avevo il tuo stesso problema però non trovavo la trophy ma scendevo subito per il mulinello ed aspetavo il momento a salire. Inutile dire che era peggio che stare su perché avevo sprecato tutta l'energia.
Allora il maestro contro la mia indole e volontà mi ha costretto a servire appunto come la Dementieva. Occhio Vet - quando dico come la Dementieva intendo visivamente per rendere l'idea, la fase con racchetta su che aspetta e fa solo la parte finale. Io non mi trovavo per niente anche se uscivano palle migliori rispetto a prima e lui mi ha risposto di fare in quel modo e dopo aver automatizzato di usare i due tempi - tanto sono cmq 2 tempi - come hai scritto anche tu - 1a fase leeenta e la 2a veloce. Facendo alla Dementieva per modo di dire eliminavo la 1a fase e non rischiavo id sbagliare i tempi. Dopo sono tornata al mio movimento con l'apertura.
Comunque il tutto eseguito con quella famosa impugnatura ex continental (quella del back) che da come ho capito tu non usi perché ce l'hai più aperta affraid Quindi pian piano sono arrivata a servire molto meglio, degnamente di una 4.5 direi però sarà che spingevo di più e non ne ero del tutto abituata ma non ero più in grado di andarmi a fare 150 servizi perché la spalla si affaticava più facilmente perché comunque spingevo più di forza anche se davo la frustrata col braccio. Sui colpi di volo alti non mi ero mai trovata tanto a mio agio da trovare la decontrazione e ne ero consapevole.

Di colpo nel giro di 3 settimane scarse, senza nemmeno riuscire a fare almeno un cesto da 100 servizi, tutti i miei problemi al servizio sono scomparsi con una lezione dove il maestro vedendo i disastri con lo smash mi ha impostato l'impugnatura "moderna" continental, quella di partenza del rovescio monomane, la così famosa eastern di rovescio con una presa pistol esageratissima che cmq ho un po' rientrato abituandomi, cmq con il palmo della mano che si "sdraia" sul manico.
.... Poi mulinello del tutto abolito e rivisto il gesto di caduta con la racchetta che scende tra il corpo e la linea immaginaria del braccio destro abbassato. Spero che sia chiaro visivamente.

La cosa è valida sia per lo smash che per il servizio ma ovviamente nel primo caso l'apertura è corta in su mentre nel 2° uno fa come vuole.
Ovviamente all'inizio era tutto stano ma ora riesco a servire che tengo la racchetta leggerissima prima dell'impatto ma anche durante stringo appena per non farmela scappare. Tanto sul colpo da fermi la palla è lenta quindi la racchetta non va da nessuna parte.

Si è talmente comodi che le gambe scendono da se e spingono ed è facile anche colpire in fase aerea, diciamo col salto.
Gli effetti vanno ancora meglio di prima. Lo slice va alla stragrande - oggi ho finalmente allenato il servizio con calma dopo la lezione col maestro e ho servito 2 palle slice centrali da sinistra che hanno preso talmente bene l'effetto che il 2° rimbalzo è stato sul proseguire della linea immaginaria che divide il quadrato destro del capo nei pressi della linea di fondo o poco dopo, Lo slice da destra se ne va con una bella curva e basta - non ci sono punti di riferimento per descriverlo. Prossimo passo - trovare la piena sicurezza e aggiungere il kick
Ecco secondo me i servizi devono avere il 2o rimbalzo molto oltre la linea di fondo ma mi consola il fatto di essere comunque una donna.
Provo a chiedere al maestro delle delucidazioni. Voi KK e Vet che ne dite comunque? Per una donna qual'è l'obiettivo?

Hehe - è mancata la premessa che il lancio di palla corretto ci permette di rimanere bilanciati e composti.

@Adolfo ha scritto:prima di servire visualizza nella tua mente te stessa che esegue un servizio da manuale, resterai stupita dall'aumento della tua percentuali.
Questo l'ho sperimentato recentemente su consiglio dell'istruttore e davvero la palla và dove vuoi come traiettoria. Puoi mandarla a rete o lunga ma la traiettoria e l'effetto sono quelli che vanno da sè, a te resta solo metterci la velocità di braccio.
Ci vuole tantissima concentrazione e questo aiuta a rimanere attenti, ma appena lo fai senza addentrarti profondamente nella sensazione sbagli tutto. Ora mi tocca riuscirci nei colpi durante lo scambio ma è più difficile essendoci meno tempo e il tutto dev'essere un lampo - magari pian piano lo si automatizza.


alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 15:57

si alba quella dell'impugnatura è un altro mi problema;non uso una continetal ma un'impugnatura più aperta che impedisce l'escursione del polso e alla fine oltre a rischiare di farmi male la palla non viaggia più di tanto. e in più fare slice o kick è praticamente impossibile

tu sei riuscita a cambiarla in poco tempo?io ho l'impressione di non dare il 5 alla palla con l'impugnatura chiusa

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 16:11

@Veterano ha scritto:...e di lancio palla che non deve esere tanto alto,valuta il tuo punto ideale con il bracio racchetta in estensione,ecco la palla non deve uperare questo punto in latezza quando lanci piu di una decina di cm,....
Vet, esattamente quello che disse il mio maestro, perché lanciavo alto, quando mi cominciò a introdurre l'apertira "Dementieva" - "Devi lanciare basso e colpire la palla nel momento in cui si ferma in aria prima di cominciare a scendere - in effetti è lì che si sfrutta il massimo della velocità, senza nominare il rischio alla Dolgo che per noi è comunque un azzardo. Con i troppi cambiamenti mi sono concentrata poco sull'impatto nel punto morto ma ora che tutto è così facile mi ci rifocalizzo

@marti ha scritto: e che mi dici dei piedi?
l'obiettivo (mia dichiarato in realtà) per me è quello di dare pesantezza alla palla aiutandomi proprio dalle gambe;mentre con i colpi a rimbalzo un pò ci riesco nel servizio non sfrutto questa componente

Per me (non come opinione ma come sensazione) il foot up è come stare sul bordo di un grattacielo e fare un passo in avanti - cioè un suicidio nel timing. Io servo a piattaforma con i piedi larghi e visto che l'idea di seguire più avanti qualche 1a a rete non mi dispiace per ora sto bene così.
Per la pesantezza mi ricongiungo al discorso di prima - la spazzolata è più violenta, la copertura di polso è migliore e il tutto genera rotazione che dà peso alla palla. Prima invece anche se veloce (per modo di dire) mi usciva una palla completamente piatta.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 16:23

@marti ha scritto:si alba quella dell'impugnatura è un altro mi problema;non uso una continetal ma un'impugnatura più aperta che impedisce l'escursione del polso e alla fine oltre a rischiare di farmi male la palla non viaggia più di tanto. e in più fare slice o kick è praticamente impossibile

tu sei riuscita a cambiarla in poco tempo?io ho l'impressione di non dare il 5 alla palla con l'impugnatura chiusa

Allora, io quando cominciai da piccola, mi insegnarono il servizio con la continental (quella del back) e anche se non ero riuscita a imparare a servire decentemente la mia impugnatura è stata sempre quella.
Il problema era che anche negli ultimi 2 anni e mezzo che ho ripreso a giocare pur migliorando il servizio, oltre ai problemi descritti sopra la racchetta nel momento dell'impatto mi si girava in mano, pregiudicandomi a volte anche la pronazione immagino, andavo a salire dopo la caduta col piatto che si girava verso la palla proprio perché mi scivolava l'impugnatura - tutto un disastro insomma. Io lo attribuivo alla debolezza che ho nel "lavorare in alto" e nel mollare la presa.

Il maestro come ho scritto mi ha impostato il cambiamento 3 settimane fa, quasi una sono stata ferma per l'affaticamento, sabato scorso per la prima volta ho servito un po' di più con mio marito facendo 12 game (7-5) al servizio solo io e prevalentemente S&V - causa del campo che non era ancora preparato per la stagione calda (era l'ultimo rimasto da sistemare e ovviamente non ho pagato Smile ).
Al 1° impatto non riuscivo a tenere la racchetta che mi sembrava pesasse 2 kg ma le palle passavno oltre la rete e anche se non mi ci trovavo di mio stupore erano anche veloci, quindi pensando "quello era stato il momento peggiore e già servivo così bene, immaginiamo dopo imparato", così ho facilmente trovato la motivazione ad abituarmi e sono contenta di esserci riuscita in così poco tempo. Ora altro che presa che scappa o non salda. La tengo leggerissima e la racchetta è come incollata sul palmo che ci si sdraia.



alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 16:26

a me il foot up dà l'impressione di recuperare qualche cm in altezza.
mi hanno detto che è la scuola spagnola ad averlo introdotto per i giocatori iberici che spesso erano un pò più bassi.
non so se sia vero e in ogni caso è un argomento puramente accademico nel senso che il foot up c'è chi lo usa e chi non a seconda di come si trova (per fare due nomi a caso nadal la usa e federe no)
dipende da come uno si trova
in ogni caso io sono alla ricerca di una sensazione che mi aiuti a traslare l'energia da terra alla mano
non mi manca la coordinazione nel senso che piedi e braccio impatto sono coordinati, avvicino il piede al momento giusto ma è un movimento......scolastico....che non contribuisce a dare forza al colpo...
mesi fa un ragazzo (un 2.6 che mi ha fatto palleggiare per una mezz'ora mi ha detto che non avanzo con l'anca sinistra al momento del pre impatto, quando mi inarco) ma per ora l'anca voglio lasciarla stare.
già devo pensare a piedi e a impugnatura non vorrei mettere troppa carne al fuoco, altrimenti altro che fluidità!!!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 16:41

Marti, io proprio perché no neseguo il foot-up sui piedi potrei dirti poco.
Il discorso anca lo conoscevo in teoria dal forum e in passato le folte che l'ho usata mi ha giovato ma poi il gesto non era automatico e avevo tanti altri problemi più importanti.

Posso solo trasmetterti la mia sensazione che secondo me col foot up viene amplificata.
Il mio piede destro prima di lanciare la palla sta indietro che appena tocca il suolo, mentre sto proprio per lanciare appoggio quel piede e alleggerisco il sinistro. Poi più o meno tra la trophy pose e la caduta della racchetta correttamente come ho spiegato sopra, senza mulinello, scendo con le gambe e si caricano accumulando l'energia del terreno e mentre la racchetta comincia a salire per l'impatto salgono anche le gambe e quella destra sospinge in alto, ma è la velocità della racchetta in realtà e la ricerca di colpire la palla più in alto che ti fa salire rapidamente e senza renderti conto come, fai scattare la molla. Non è che salti di proposito ma è come nel diritto una conseguenza nel colpire la palla più in alto ed essendo la molla carica parte da sè. Ovviaemnte io che parlo di molle e salti, forse staccherò di 5 cm ma la sensazione la sento come l'ho descritta.
Tanto l'altezza del salto è dovuto alla forza ed esplosività della molla. Prendi delle penne e smontale prendendoci le molle delle ricariche trova la più debole e la più forte. Abbassale giù e lascia - vedrai quale salta di più. Uguale - se noi donne non abbiamo le gambe forti ed esplosive stacchiamo poco.



alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 16:52

@alba77 ha scritto:Marti, io proprio perché no neseguo il foot-up sui piedi potrei dirti poco.
Il discorso anca lo conoscevo in teoria dal forum e in passato le folte che l'ho usata mi ha giovato ma poi il gesto non era automatico e avevo tanti altri problemi più importanti.

Posso solo trasmetterti la mia sensazione che secondo me col foot up viene amplificata.
Il mio piede destro prima di lanciare la palla sta indietro che appena tocca il suolo, mentre sto proprio per lanciare appoggio quel piede e alleggerisco il sinistro. Poi più o meno tra la trophy pose e la caduta della racchetta correttamente come ho spiegato sopra, senza mulinello, scendo con le gambe e si caricano accumulando l'energia del terreno e mentre la racchetta comincia a salire per l'impatto salgono anche le gambe e quella destra sospinge in alto, ma è la velocità della racchetta in realtà e la ricerca di colpire la palla più in alto che ti fa salire rapidamente e senza renderti conto come, fai scattare la molla. Non è che salti di proposito ma è come nel diritto una conseguenza nel colpire la palla più in alto ed essendo la molla carica parte da sè. Ovviaemnte io che parlo di molle e salti, forse staccherò di 5 cm ma la sensazione la sento come l'ho descritta.
Tanto l'altezza del salto è dovuto alla forza ed esplosività della molla. Prendi delle penne e smontale prendendoci le molle delle ricariche trova la più debole e la più forte. Abbassale giù e lascia - vedrai quale salta di più. Uguale - se noi donne non abbiamo le gambe forti ed esplosive stacchiamo poco.



hai reso l'idea, alba.
in effetti l'avvicinamento del piede destro dovrebbe amplificare ma io ancora non ho questa sensazione probabilmente piego troppo poco le gambe prima di distendermi a colpire la palla

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 16:57

Più pighi le gambe, più carichi la molla.
Però devi stare nel timing e coordinazione di tutto e se le gambe sono molto deboli se scendi molto già non risali più. Comunque la leggerezza nella gambe a salire la sento perché lanciando la racchetta in alto è come se mi si spingese poi tutto il corpo in su e l gambe non ne risentono, però è pur vero che non scendo oltre le mie possibilità

PS: quando arrivano gli altri ragazzi avranno bisogno di tuttala serata per leggere il nostro dialogo Very Happy comunque spero che le sensazioni siano utile a tutti quanti.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Mer 13 Mar 2013 - 17:04

@alba77 ha scritto:Più pighi le gambe, più carichi la molla.
Però devi stare nel timing e coordinazione di tutto e se le gambe sono molto deboli se scendi molto già non risali più. Comunque la leggerezza nella gambe a salire la sento perché lanciando la racchetta in alto è come se mi si spingese poi tutto il corpo in su e l gambe non ne risentono, però è pur vero che non scendo oltre le mie possibilità

PS: quando arrivano gli altri ragazzi avranno bisogno di tuttala serata per leggere il nostro dialogo Very Happy comunque spero che le sensazioni siano utile a tutti quanti.

credo che il "trucco" per trasferire peso da terra sulla palla sia dosare il tutto:
scendere ma non troppo coordinando il tutto in estensione.
alla fine per una volta mi viene più facile farlo che dirlo!!!!!

PS: si alba !!!li facciamo impazzire kk e vet e compagnia cantante:tutta la sera a leggersi i nostri messaggi!donne diaboliche Twisted Evil

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Mer 13 Mar 2013 - 19:59

Ragazzine cattive.........ho letto tutto........ma ora vado a pappare vediamo se dopo cena rieco a buttare giu qualcosa per fare un po il punto della situazione.....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da alba77 il Mer 13 Mar 2013 - 20:21

@Veterano ha scritto:Ragazzine cattive.........ho letto tutto........ma ora vado a pappare vediamo se dopo cena rieco a buttare giu qualcosa per fare un po il punto della situazione.....
Buon appetito Vet Embarassed
Spoiler:
Twisted Evil Very Happy

Spero che le mie sensazioni siano giuste e di non aver scritto delle eresie (già che siamo in tema religioso con il nuovo Papa Francesco)

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Mer 13 Mar 2013 - 21:19

Allora ho bisogno di tempo e di mente fresca per tirare giu qualcosa di decente.Comunque riassumendo , i punti chiave del servizio sono: la posizione di caricamento,la spinta delle gambe, la rotazione esterna-interna del braccio attorno alla spalla e la rotazione del tronco, lancio di palla a ore 12, e la flessione della mano intorno al polso .Facile no......dai domani vediamo se ho tempo per chiarirmi e chiarire le idee........

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da Veterano il Gio 14 Mar 2013 - 11:40

Bueno vediamo un po se riesco a essere un po piu' chiaro.

Allora marti per il tuo tipo di servizio il passettino in avanti e' fondamentale.E' un movimento piu lungo nel senso che devi dare tempo al piede che fa il passettino di posizionarsi e caricare.IL lancio palla e' funzionale al passettino,nel senso che quando lascio la palla ??,quando ho fatto il passettino,il lancio deve essrer preciso non solo direzionalmente parlndo ma anche in altezza.come dicevo a racchetta distesa devi lanciare non piu in lato di 10 cm,perche' essendo questa posizione piu' precaria alivello di equilibrio del corpo non puoi permetterti di starci troppo tempo,e non solo,ti ritroveresti di nuovo nella solita situazione di aspettare troppo la palla e perdere in fluidita.Parliamo di sensazioni dei piedi,pensa un po a come cerchi gli appoggi per un dritto,chiaramente non e' la stessa cosa trattandosi di due colpi totalmente diversi,pero anche qua gli appoggi li devi sentire,e devi sentire che le gambe caricano.Chiaramente come tecnica e' un po piu difficile perche' come dicevo sei legata alla funzionalita' del passettino,e del lancio palla che deve esserer piu' preciso rispetto ad un altro tipo di servizio.Ora a livello potenza ti da qualcosa in piu' a discapito di una complessita esecutiva maggiore,se vedessi che non sei il massimo nella gestione dell equilibrio non ti farei sicuramente usare questo tipo di tecnica.La preparazione che fai tu di da piu' fluidita rispetto ad un gesto abbreviato tipo dementieva,giusto quello che dice alba,la presa eve esserer morbida e la forza non e' necessaria specialmente parlando del movimento quando scende la racchetta,la racchetta si lascia andare giu e basta.Quali sojno i vantaggi di questa preparazione lunga,fluidita' e velocita a discapito pero' della precisione,movimento corto uguale a meno tempo a disposizione uguale a movimento piu' preciso.Ora parliamo di spinte.

Come dicevo prima per poter spingere correttamente devo arrivare a questa posizione di caricamento avendo un assetto stabile e ben bilanciato,poi dali in avnati parte tutta la catena.Ora tutta la catena serve per spingere.ma una cosa molto importatne e che il braccio deve girare veloce,non forzato,veloce.le sensazioni marti sono piu o meno quell che hai quando giochi il dritto in rilassamento,parliamo della prima palla piatta,poi per ottimizzare il tutto si deve cercare di valorizzare o migliorare le tue carattereistiche,nel senso che magari spingi molto con il braccio e poco con le gambe,oppure non usi la rotazione del tronco come si deve,insomma bisogna cercare di far collaborare un po tutte queste leve,la racchetta deve viaggiare veloce e poi si sitemano le spinte,l'importante e che tutte collaborino a generare energia.

Ora non ce una regola sul quale mi posso basare per faricare le gambe,devo trovare un po io quanto spingere o meno,come dice alba se vai troppo giu' poi ce il rischio che non riesci piu a salire,se lo fai troppo poco spingi poco o niente.Ora dopo aver parlato di piedi e spinte parliamo di equilibrio,tutto spinge ma devo mantenre l'equilibrio mentre spingo se mi sbilancio rischio di vanificare tutta la spinta e di conseguenza vanifico l'esecuzione del colpo.Percio¡ oltre a controlare le varie spinte devo controllare il bilanciamento delle tali per non perdere equilibrio.Occhio alla testa che deve rimanere il piu stabile possibile.

Alba la spalla visto che dici che e' affaticata devi rinforzarla magari con un po di palestra,perche' e da li che passa tutta l'energia che crea il movimento del tronco e non solo ,la spalla crea anche energia,e per quanto tu giochi rilassata ed il tuo movimento sia pulito la spalla deve essere ben allenata per non avere problemi di affaticamento e di infortuni.

Per essere piu completi ci andrebbero veramente piu di quattro righe ma alla fine ritengo che andare troppo sul tecnico possa creare piu confusione,e fare piu danni del dovuto.Nel senso che in pratica sul campo e meglio parlare poco ma fare degli esempi visivi che tolgono tutti i dubbi che qualcosa di mal scritto o mal interpretato possono creare.

Non so se ho saltato qualcosa,tra un momento mi tocca scendere in campo eh eh eh,se ci sono dei dubbi o delle domande sono qua per cercare di aiutarvi sempre nel llimite del possibile,con tutti i limiti dello stare solo dietro la scrivania e non poter intervenire direttamente sul campo.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1993
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: servizio in due tempi

Messaggio Da marti il Gio 14 Mar 2013 - 15:38

grazie vet!!!!!!!!
sei preziosissimo;non sai quanto i tuoi consigli siano importanti per me.
ho un maestro per me molto bravo che però non ama parlare troppo dei dettagli tecnici;per sua predisposizione preferisce farmi arrivare alle cose con piccoli step senza dirmi troppe cose.è un metodo che mi piace perchè dà molta importanza alle sensazioni più che alle "costruzioni" di un colpo e cerca di far diventare se non proprio istintivo comunque naturale un gesto tecnico.
a me va bene questo metodo e vedo i risultati (anche se ho passato e sto passando alti e bassi)
devo dire però che "a bocce ferme" mi piace meditare un pò sulle cose tecniche e parlare con te (come del resto con kk alba e tutti i ragazzi) mi aiuta.

ora stacco un pò mai poi rileggo il tuo bellissimo mess sul servizio e se ti va approfonisco (sono capocciona io !!!!)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum