Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Adolfo il Sab 9 Mar 2013 - 20:05

Salve gente, è da un paio di mesi che mi cruccio per un continuo alto e basso del mio livello tennistico, negli ultimi mesi sono passato da aver stracciato avversari molto forti, a prestazioni pietose contro avversari molto abbordabili, e non sono mai riuscito a avere un minimo controllo sulla cosa.
Passavo da focalizzarmi sullo split step, a fare attenzione a tenere le diagonali, a colpire la palla senza farla scendere, ma ogni volta subivo sempre questo andamento molto aleatorio del mio livello di tennis senza riuscirne a cavarne capo.
Qualche giorno fa decido di rispolverare il mitico "zen e l'arte di giocare a tennis", do una letta qui e la fino ad una parte che avevo già letto in passato e che avevo applicato per un pò di tempo, prima di farla cadere nel dimenticatoio: l'importanza del focalizzare totalmente l'attenzione sulla palla.
Oggi gioco con un ex c4, un tipo con qualche chiletto di troppo ma con un toppone di dritto di primo livello e un rovescio lungo linea niente male, decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca.
Dopo una prima fase di adattamento da parte mia, noto subito una differenza enorme nei colpi di chiusura. Mi sono accorto che prima quando mi trovavo una palla molle a metà campo, magari a mezza altezza, la mia attenzione era presa più a guardare il punto dove mettere la palla, o a guardare i movimenti del mio avversario, e questo mi portava molte volte a distrarre la mia attenzione e a sbagliare il colpo.
Oggi su questi colpi ero un'orologio (alla fine ho preso pure i complimenti da parte del mio avversario), più difficile era la chiusura, più me ne infischiavo e concentravo la mia attenzione solo e soltanto sulla palla, non mi curavo di tutto quello che succedeva attorno, ma solo e soltanto della palla.
Alla fine ho vinto 7-5 6-1 avendo dominato gran parte del match e con una marea di vincenti, credo proprio di aver trovato la chiave di volta del mio tennis , e volevo condividere con voi questa esperienza, non sia mai che sia utile a qualcun'altro. Vi terrò aggiornati Wink

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da vecchiofrak il Sab 9 Mar 2013 - 21:06

@Adolfo ha scritto:Salve gente, è da un paio di mesi che mi cruccio per un continuo alto e basso del mio livello tennistico, negli ultimi mesi sono passato da aver stracciato avversari molto forti, a prestazioni pietose contro avversari molto abbordabili, e non sono mai riuscito a avere un minimo controllo sulla cosa.
Passavo da focalizzarmi sullo split step, a fare attenzione a tenere le diagonali, a colpire la palla senza farla scendere, ma ogni volta subivo sempre questo andamento molto aleatorio del mio livello di tennis senza riuscirne a cavarne capo.
Qualche giorno fa decido di rispolverare il mitico "zen e l'arte di giocare a tennis", do una letta qui e la fino ad una parte che avevo già letto in passato e che avevo applicato per un pò di tempo, prima di farla cadere nel dimenticatoio: l'importanza del focalizzare totalmente l'attenzione sulla palla.
Oggi gioco con un ex c4, un tipo con qualche chiletto di troppo ma con un toppone di dritto di primo livello e un rovescio lungo linea niente male, decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca.
Dopo una prima fase di adattamento da parte mia, noto subito una differenza enorme nei colpi di chiusura. Mi sono accorto che prima quando mi trovavo una palla molle a metà campo, magari a mezza altezza, la mia attenzione era presa più a guardare il punto dove mettere la palla, o a guardare i movimenti del mio avversario, e questo mi portava molte volte a distrarre la mia attenzione e a sbagliare il colpo.
Oggi su questi colpi ero un'orologio (alla fine ho preso pure i complimenti da parte del mio avversario), più difficile era la chiusura, più me ne infischiavo e concentravo la mia attenzione solo e soltanto sulla palla, non mi curavo di tutto quello che succedeva attorno, ma solo e soltanto della palla.
Alla fine ho vinto 7-5 6-1 avendo dominato gran parte del match e con una marea di vincenti, credo proprio di aver trovato la chiave di volta del mio tennis , e volevo condividere con voi questa esperienza, non sia mai che sia utile a qualcun'altro. Vi terrò aggiornati Wink

Se, oltre a questo, riesci anche a stare basso, avrai risolto la maggior parte dei tuoi problemi tennistici !!
Due cose, semplici, semplici, che, la maggior parte di noi, fa fatica ad applicare, ma che darebbero risultati esaltanti !!

vecchiofrak
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 726
Età : 54
Località : Albinia (GR)
Data d'iscrizione : 11.01.10

Profilo giocatore
Località: Albinia (GR)
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Donnay Pro One Os Ext

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da ...SoloSeGiocAdriano il Sab 9 Mar 2013 - 21:59

@vecchiofrak ha scritto:
@Adolfo ha scritto:Salve gente, è da un paio di mesi che mi cruccio per un continuo alto e basso del mio livello tennistico, negli ultimi mesi sono passato da aver stracciato avversari molto forti, a prestazioni pietose contro avversari molto abbordabili, e non sono mai riuscito a avere un minimo controllo sulla cosa.
Passavo da focalizzarmi sullo split step, a fare attenzione a tenere le diagonali, a colpire la palla senza farla scendere, ma ogni volta subivo sempre questo andamento molto aleatorio del mio livello di tennis senza riuscirne a cavarne capo.
Qualche giorno fa decido di rispolverare il mitico "zen e l'arte di giocare a tennis", do una letta qui e la fino ad una parte che avevo già letto in passato e che avevo applicato per un pò di tempo, prima di farla cadere nel dimenticatoio: l'importanza del focalizzare totalmente l'attenzione sulla palla.
Oggi gioco con un ex c4, un tipo con qualche chiletto di troppo ma con un toppone di dritto di primo livello e un rovescio lungo linea niente male, decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca.
Dopo una prima fase di adattamento da parte mia, noto subito una differenza enorme nei colpi di chiusura. Mi sono accorto che prima quando mi trovavo una palla molle a metà campo, magari a mezza altezza, la mia attenzione era presa più a guardare il punto dove mettere la palla, o a guardare i movimenti del mio avversario, e questo mi portava molte volte a distrarre la mia attenzione e a sbagliare il colpo.
Oggi su questi colpi ero un'orologio (alla fine ho preso pure i complimenti da parte del mio avversario), più difficile era la chiusura, più me ne infischiavo e concentravo la mia attenzione solo e soltanto sulla palla, non mi curavo di tutto quello che succedeva attorno, ma solo e soltanto della palla.
Alla fine ho vinto 7-5 6-1 avendo dominato gran parte del match e con una marea di vincenti, credo proprio di aver trovato la chiave di volta del mio tennis , e volevo condividere con voi questa esperienza, non sia mai che sia utile a qualcun'altro. Vi terrò aggiornati Wink

Se, oltre a questo, riesci anche a stare basso, avrai risolto la maggior parte dei tuoi problemi tennistici !!
Due cose, semplici, semplici, che, la maggior parte di noi, fa fatica ad applicare, ma che darebbero risultati esaltanti !!

Sì è vero, rimanere bassi è una di quelle cose che spesso non si curano. Guardavo una volta una lezione di Paul Annacone che sottolineava quanto fosse importante la postura bassa durante il gioco, per qualunque tipo di giocatore. E per farlo quale giocatore ha mostrato indicandolo come l'esempio migliore per quel tipo di aspetto? Il grande Jimmy Connors Smile

...SoloSeGiocAdriano
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1391
Località : Rego Park, Queens, New York
Data d'iscrizione : 26.01.12

Profilo giocatore
Località: New York
Livello: ...of our elaborate plans, the end
Racchetta: tsl 325 escape easy

Tornare in alto Andare in basso

Concordo al 101%

Messaggio Da Tibia il Dom 10 Mar 2013 - 15:08

@Adolfo ha scritto:Salve gente, è da un paio di mesi che mi cruccio per un continuo alto e basso del mio livello tennistico, negli ultimi mesi sono passato da aver stracciato avversari molto forti, a prestazioni pietose contro avversari molto abbordabili, e non sono mai riuscito a avere un minimo controllo sulla cosa.
Passavo da focalizzarmi sullo split step, a fare attenzione a tenere le diagonali, a colpire la palla senza farla scendere, ma ogni volta subivo sempre questo andamento molto aleatorio del mio livello di tennis senza riuscirne a cavarne capo.
Qualche giorno fa decido di rispolverare il mitico "zen e l'arte di giocare a tennis", do una letta qui e la fino ad una parte che avevo già letto in passato e che avevo applicato per un pò di tempo, prima di farla cadere nel dimenticatoio: l'importanza del focalizzare totalmente l'attenzione sulla palla.
Oggi gioco con un ex c4, un tipo con qualche chiletto di troppo ma con un toppone di dritto di primo livello e un rovescio lungo linea niente male, decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca.
Dopo una prima fase di adattamento da parte mia, noto subito una differenza enorme nei colpi di chiusura. Mi sono accorto che prima quando mi trovavo una palla molle a metà campo, magari a mezza altezza, la mia attenzione era presa più a guardare il punto dove mettere la palla, o a guardare i movimenti del mio avversario, e questo mi portava molte volte a distrarre la mia attenzione e a sbagliare il colpo.
Oggi su questi colpi ero un'orologio (alla fine ho preso pure i complimenti da parte del mio avversario), più difficile era la chiusura, più me ne infischiavo e concentravo la mia attenzione solo e soltanto sulla palla, non mi curavo di tutto quello che succedeva attorno, ma solo e soltanto della palla.
Alla fine ho vinto 7-5 6-1 avendo dominato gran parte del match e con una marea di vincenti, credo proprio di aver trovato la chiave di volta del mio tennis , e volevo condividere con voi questa esperienza, non sia mai che sia utile a qualcun'altro. Vi terrò aggiornati Wink

Ogni buon maestro insegna che la parte più importante di ogni colpo è "il punto d'impatto" ( di solito "guardare la palla"), bastasse quello saremmo tutti campioni, ma tanti sembrano non andare oltre.

Focalizzarsi sulla palla, dimenticare tutto quello che sta intorno, fissare il punto d'impatto anche dopo aver colpito, non preoccuparsi dove rimbalzerà la palla, per godere di due vantaggi inconsci: EQUILIBRIO e DECONTRAZIONE.

La prova sono le chiusure sulle "mozzarelle", occhi dalla palla molle al campo e... se va bene è fuori, di solito in rete: fregato dalla frenesia.

Tirare senza mirare sembra una pazzia, ma il campo è immobile, perchè preoccuparsi se hai già la palla in movimento? Imparare a colpire e contare "uno" dopo l'impatto, prima di alzare lo sguardo: questo è il segreto, sapere che giochi più "leggero" e meglio di prima.

Ciao.

Tibia

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da comparetto69 il Dom 10 Mar 2013 - 21:08

Scusate cosa intendete per rimanere basso??? Piegare le gambe???

comparetto69
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 144
Età : 47
Località : terracina (LT)
Data d'iscrizione : 03.01.13

Profilo giocatore
Località: terracina
Livello: 4.2 fit
Racchetta: quella di Nole prima, ma il gomito non era d'accordo ora Pro Kennex

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Adolfo il Dom 10 Mar 2013 - 22:11

rimanere basso vuol dire reggerti sempre sui quadricipiti e mai sulle ossa.
Questo, affiancato ad un buon gioco di piedi, ti permette di colpire la palla sempre alla sua altezza, piegandoti con le gambe nel caso in cui fosse effettivamente bassa, e non facendolo se dovesse essere alta.
Per quello che sto sperimentando al momento, rimanere focalizzati totalmente sulla palla, agevola anche il fatto di approcciarla per bene, incluso il rimanere bassi se necessario e prendere la giusta distanza.

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da albs77 il Lun 11 Mar 2013 - 10:59

io ho notato che su di me, quando vedo che non ci sto con gli appoggi e sbaglio tutti i timing, funziona benissimo il giochetto del "campo-su", anche se lo considero ottimo per la costanza ma un pò carente in fatto di tattica,
diciamo che con quell'esercizio mentale si tende a giocare passivo, a colpire la palla con una discreta precisione e basta, il che è già comunque una gran cosa al mio livello.

Sicuramente meglio il verde-giallo-rosso, ma è più complesso da attuare

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Adolfo il Lun 11 Mar 2013 - 11:15

@albs77 ha scritto:io ho notato che su di me, quando vedo che non ci sto con gli appoggi e sbaglio tutti i timing, funziona benissimo il giochetto del "campo-su", anche se lo considero ottimo per la costanza ma un pò carente in fatto di tattica,
diciamo che con quell'esercizio mentale si tende a giocare passivo, a colpire la palla con una discreta precisione e basta, il che è già comunque una gran cosa al mio livello.

Sicuramente meglio il verde-giallo-rosso, ma è più complesso da attuare

guarda anche io tempo fa ho provato esercizi del genere ma come hai fatto intendere tu questi sono più esercizi da provare in palleggio per allenare l'attenzione e il timing, in una partita dove conta il punteggio secondo me tendono invece a distrarti un pò dal contesto del match.

Invece devo dire che, anche in un match, il fatto di porre tutta la propria attenzione sulla palla e di osservarla per bene, tenendo ben presente il gioco che si vuole fare, ma senza staccare mai gli occhi da questa sia quando arriva e sia quando la si sta colpendo, da i suoi frutti.

Rispetto al mio primo post ieri ho giocato un altro match di un torneo di circolo, e mi sono accorto che nonostante non fossi in una delle mie migliori giornate, sono riuscito comunque a condurre il gioco, a spostare per bene l'avversario e a sbagliare pochissimo, e tutto questo mi ha permesso di portare il match a casa senza particolari patemi.

PS: naturalmente ci sono sempre le giornate in cui facciamo fatica a incanalare la nostra attenzione su qualcosa, ma secondo me se ci si inizia a provare con metodicità, alla fine ci si allena pure su quello Razz

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Veterano il Lun 11 Mar 2013 - 12:08

Adesso incominciamo ad andare daccordo.Poche cose ma ben fatte,alla fin fine vedi che per vincere una partita basta fare poco ma bene.Altro che tattiche e strategie.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1999
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Raffus il Lun 11 Mar 2013 - 12:26

@Tibia ha scritto: Ogni buon maestro insegna che la parte più importante di ogni colpo è "il punto d'impatto" ( di solito "guardare la palla"), bastasse quello saremmo tutti campioni, ma tanti sembrano non andare oltre.

Focalizzarsi sulla palla, dimenticare tutto quello che sta intorno, fissare il punto d'impatto anche dopo aver colpito, non preoccuparsi dove rimbalzerà la palla, per godere di due vantaggi inconsci: EQUILIBRIO e DECONTRAZIONE.

Tirare senza mirare sembra una pazzia, ma il campo è immobile, perchè preoccuparsi se hai già la palla in movimento? Imparare a colpire e contare "uno" dopo l'impatto, prima di alzare lo sguardo: questo è il segreto, sapere che giochi più "leggero" e meglio di prima.


quanto devo lavorare su queste tre cose... EQUILIBRIO...DECONTRAZIONE...DIREZIONE (inteso come mirare)...

Raffus
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1823
Età : 35
Data d'iscrizione : 31.08.12

Profilo giocatore
Località: MB
Livello: 4.2
Racchetta: ULTRA 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Adolfo il Lun 11 Mar 2013 - 17:58

@Veterano ha scritto:Adesso incominciamo ad andare daccordo.Poche cose ma ben fatte,alla fin fine vedi che per vincere una partita basta fare poco ma bene.Altro che tattiche e strategie.

si Vet hai totalmente ragione, a volte uno cerca di spaccare il capello in due su alcune cose e non si accorge delle voragini da far mancare la terra sotto ai piedi che ha su altre (in questo caso l'essere focalizzati totalmente sulla palla e sul colpo che si sta eseguendo).

Sono molto curioso di reincontrare il salumiere dell'altra volta in questa mia versione da meditatore/monaco buddista... se ricapita ti farò sicuramente sapere com'è andata Wink

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da fedezeta il Dom 17 Mar 2013 - 22:56

D'ora in avanti guardero sempre la palla quando la colpisco,lo prometto

fedezeta
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 418
Età : 30
Località : reggio emilia
Data d'iscrizione : 28.05.12

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: Meno di 0
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da albs77 il Mar 19 Mar 2013 - 9:35

@Adolfo ha scritto:
@Veterano ha scritto:Adesso incominciamo ad andare daccordo.Poche cose ma ben fatte,alla fin fine vedi che per vincere una partita basta fare poco ma bene.Altro che tattiche e strategie.

si Vet hai totalmente ragione, a volte uno cerca di spaccare il capello in due su alcune cose e non si accorge delle voragini da far mancare la terra sotto ai piedi che ha su altre (in questo caso l'essere focalizzati totalmente sulla palla e sul colpo che si sta eseguendo).

Sono molto curioso di reincontrare il salumiere dell'altra volta in questa mia versione da meditatore/monaco buddista... se ricapita ti farò sicuramente sapere com'è andata Wink

ho sperimentato le stesse tue sensazioni, senza alcun bisogno di esercizi di attenzione.
Proprio come dici tu, attenzione e decontrazione... probabilmente la mia miglior prestazione di sempre, o forse la seconda.

Aggiungo un ulteriore aspetto che secondo me ha influito tantissimo: la sicurezza dei colpi e la calma.

la sicurezza dei propri colpi è fondamentale per poter sgomberare la mente: troppe volte avevo la testa invasa da pensieri negativi sulla riuscita del colpo. Per fortuna una lezione di emergenza il giorno prima della partita mi ha rimesso in carreggiata il rovescio , grazie ad una semplice correzione dell'impugnatura , roba di mezzo centimentro, ma che mi ha fatto ritrovaer il movimento con tutte le sue belle sensazioni.

La calma invece mi è servita per arrivare bene sulla palla: uno dei miei problemi è la fretta. troppa attivazione, troppa furia, quando gioco con gente che gioca più lento vado completamenet fuori tempo, ste palle sembra che non arrivino mai e sbaglio la distanza con il punto di impatto.

Ecco la calma più totale,assenza di qualsivoglia ansia, mi ha permesso di adattarmi al ritmo di gioco e di effettuare le preparazioni nel momento giusto.

Purtroppo non so dire come sono riuscito a raggiungere questo stato mentale: sicuramente la ritrovata sicurezza nei colpi mi ha giovato, ma credo centri molto anche quel pelo di agonismo che è subentrato nel momento in cui mi sono riscaldato con il palleggio con il mio acerrimo avversario del club Twisted Evil

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1186
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da AndyZ il Mar 19 Mar 2013 - 12:05

decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca

Sperimentato anch'io ieri questo aspetto, in cerca di qualche soluzione per riuscire a stabilizzare il mio gioco e........ non posso che ringraziarti Adolfo.. veramente da un minimo aspetto trascurato, dipende gran parte del tuo gioco..

La calma invece mi è servita per arrivare bene sulla palla: uno dei miei problemi è la fretta. troppa attivazione, troppa furia, quando gioco con gente che gioca più lento vado completamenet fuori tempo, ste palle sembra che non arrivino mai e sbaglio la distanza con il punto di impatto

Altro grande problema anche per me Albs, ma credo che tanto sia dovuto ancora alla poca esperienza...

Ho capito che il tennis è tutto un'ottimizzazione dei tempi..
1)APERTURA: farla il prima possibile, che consenta di essere sempre pronti all'impatto, concedendoci il tempo di focalizzarsi su altri aspetti
2)DISTANZA: che con il braccio bello teso, consente l'impatto perfetto della palla e quindi la riuscita del colpo
3)OCCHI SULLA PALLA e OCCHIATINA ALL'AVVERSARIO

.. e soprattutto, come avete detto un pò tutti, le GAMBE, sempre attive e con una postura bella bassa..

Sbaglio ragazzi??

AndyZ
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 41
Età : 28
Data d'iscrizione : 03.11.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: Work in progress
Racchetta: Wilson Pro Open blx 2012

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Adolfo il Mar 19 Mar 2013 - 12:31

@AndyZ ha scritto:
decido di sperimentare la focalizzazione completa sulla palla, inizio ad osservarla per tutto il tragitto e inizio a tenerla d'occhio quando transita sulle corde della mia racca

Sperimentato anch'io ieri questo aspetto, in cerca di qualche soluzione per riuscire a stabilizzare il mio gioco e........ non posso che ringraziarti Adolfo.. veramente da un minimo aspetto trascurato, dipende gran parte del tuo gioco..

Prego Andy, in attesa di trovare un maestro serio (Vet aspetto ancora quel numero!) questo forum mi sta dando tanto ed il minimo che posso fare e ricambiare Smile

Confermo che da quando faccio attenzione a questo aspetto, riesco ad esprimere sempre il mio tennis al massimo o quasi delle mie possibilità.
Poi è naturale che se becchi "la bestia" prendi comunque le mazzate (vero angelo?? Laughing), però almeno esci dal campo soddisfatto e consapevole di non aver regalato nulla Razz

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3307
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da angelocarbone il Mar 19 Mar 2013 - 12:44

E si Adolfo! La mia testa e' più forte della tecnica, ma mi piace scoprire la pecca tecnica del mio avversario!!! ... Poi la tecnica non è così tanto male!!! Da rifare ancora!!!!

angelocarbone
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1927
Età : 47
Località : roma
Data d'iscrizione : 03.06.09

Profilo giocatore
Località: roma
Livello: 4.5 itr
Racchetta: wilson blade 16x19 2015

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da fuma87 il Lun 1 Apr 2013 - 17:31

Eh che è troppo veloce , non è per niente facile Evil or Very Mad.
Io ogni tanto stecco e devo scoprire la causa, può essere che non guardo la palla( e purtroppo la maggior parte delle volte è cosi), oppure cerco di fare un movimente troppo veloce e perdo il timing. Le volte che provo a concentrarmi sul guardare la palla mi sento un po' spaesato, perchè ok rimanere con lo sguardo fisso sul punto dove più o meno la si impatta, però VEDERLA proprio... io non riesco a vederla... Laughing

fuma87
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 398
Località : Lecco prov.
Data d'iscrizione : 01.11.11

Profilo giocatore
Località: brianza
Livello: I.T.R 3.0
Racchetta: Yonex E-zone Ai100; V-core XI98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da alegrandslam il Lun 1 Apr 2013 - 19:55

per esperienza personale posso solo che confermare la teoria che guardando la palla è tutta un altra storia... in positivo ovviamente... e infatti perchè dire il contrario?!?!?
posso picchiare la palla senza paura di sbagliare e difficilmente infatti sbaglio... guarda caso quando sbaglio è perchè perdo di vista la palla e infatti subito dopo sbrocco e mi ripeto: guarda la palla..guarda la palla..guarda la palla... come un matto.. Very Happy

alegrandslam
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1583
Età : 27
Data d'iscrizione : 23.08.11

Profilo giocatore
Località: lazio
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Pistol_Pete il Lun 1 Apr 2013 - 20:13

@Adolfo ha scritto:rimanere basso vuol dire reggerti sempre sui quadricipiti e mai sulle ossa.

Questo spiega come mai i top players hanno i crampi ai quadricipiti. La corsa costituisce gran parte dell'affaticamento muscolare, ma i tuoi quadricipiti reggono il tuo peso per ore e ore...
Ovviamente correggetemi se dico caxxate...

Pistol_Pete
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 508
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da fuma87 il Lun 1 Apr 2013 - 20:37

reggersi sui quadricipiti equivale a piegare leggermente le ginocchia giusto? Basketball

fuma87
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 398
Località : Lecco prov.
Data d'iscrizione : 01.11.11

Profilo giocatore
Località: brianza
Livello: I.T.R 3.0
Racchetta: Yonex E-zone Ai100; V-core XI98

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Pistol_Pete il Lun 1 Apr 2013 - 20:40

Almeno per me sì. Se tieni le gambe tese il tuo peso viene sorretto dalle ossa e sei molto meno reattivo e pronto a muoverti...

Pistol_Pete
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 508
Data d'iscrizione : 19.06.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'importanza di focalizzarsi sulla palla

Messaggio Da Tibia il Mar 2 Apr 2013 - 12:54

[quote="AndyZ"]


Ho capito che il tennis è tutto un'ottimizzazione dei tempi..
1)APERTURA: farla il prima possibile, che consenta di essere sempre pronti all'impatto, concedendoci il tempo di focalizzarsi su altri aspetti
2)DISTANZA: che con il braccio bello teso, consente l'impatto perfetto della palla e quindi la riuscita del colpo
3)OCCHI SULLA PALLA e OCCHIATINA ALL'AVVERSARIO

.. e soprattutto, come avete detto un pò tutti, le GAMBE, sempre attive e con una postura bella bassa..

Sbaglio ragazzi??

Su apertura e ricerca della palla ( la distanza è conseguenza) sono d'accordo, anche se il braccio teso solo al punto d'impatto, ma scambierei l'ordine occhiatina all'avversario e occhi sulla palla.

Un volta focalizzata la palla non ti distrai più, trovi l'equilibrio e colpisci fissando il punto d'impatto con la testa ben ferma, perchè se ti fai prendere dalla fregola di guardare l'avversario o subito dove va la palla mentre colpisci, o sei TOP 10 ATP oppure ciao. Rolling Eyes

Già non è facile colpire una cosa che si muove, se poi non stai in equilibrio per trasferire la forza con la velocità sulla palla fai doppia fatica.

E' l'avversario che si deve preoccupare di dove tiri, non tu di dove sta lui. affraid

Fai cesti tirando senza guardare "subito" la direzione con velocità differenti, una palla dopo la rete, una metà campo, una a fondo, lungolinea, incrociato... sentirai la differenza.

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum