Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Dom 3 Mar 2013 - 11:40

Domandone,
secondo voi, miei illustri colleghi, in quarta, è mediamente più vincente un gioco morbido e tutte le sue sfumature ( Dai lobboni al SV ) oppure un gioco violento, Courier Style ? Dire nel mezzo non vale Very Happy
Quindi, una morbida Eastern o una rocciosa Western ?
E così via...

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da kingkongy il Dom 3 Mar 2013 - 11:54

Duro col cuore tenero.
Che ne so!!!!! John, ogni tanto sei un po' Marzulliano... Hihihihi
Non riesco nemmeno a immaginare le due categorie kantiane. Troppe differenze e modi di vivere il tennis: basta leggere il decalogo di Nonno Sonny per ritrovare tanti tipi umani. Tra l 'altro son pregi e difetti di tutti noi!
Credo valga solo la solita frase saggia della nonna: l'importante e' la salute... Perché per alcuni e' vincere, per altri divertirsi.... Ma se non stai bene...NON GIOCHI!!!
Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Dom 3 Mar 2013 - 12:00

Solo un pò marzulliano ? Ahahahaha
Appunto, tra le categorie che ci sta descrivendo Sonny, c'è ne una che ha un efficacia maggiore ?

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da kingkongy il Dom 3 Mar 2013 - 12:09

No no no no! Non ci casco! Prrrrrr!
I personaggi in cerca d'autore del Nonno sono felici e "orgoglioni" !
Tu cerchi la Pietra Filosofale del tennis! Mi spiace, hai sbagliato citofono, birbantello!!!
Very Happy Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Dom 3 Mar 2013 - 12:12

Senza quella come si fa ? A me servono soluzioni mistiche !!!!!

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da DrDivago il Dom 3 Mar 2013 - 12:45

Concordo con lo Scimmione... secondo me non esiste la pietra filosofale e non valgono in senso assoluto regole di transitività (se A batte B e B batte C allora A batte C agevolmente).
Io credo che ognuno debba trovare il tipo di gioco che gli dà più soddisfazioni (considerazione "estetica" o "pragmatica" a seconda del carattere), e poi adatti quello in base alla giornata/superficie/avversario.

DrDivago
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6416
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Dom 3 Mar 2013 - 13:15

Ma ci sarà, un Carattere, mediamente più efficace di altri, Quale è ?

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da kingkongy il Dom 3 Mar 2013 - 13:53

Ok, il carattere secondo me, più consono e': "quello che non si prende troppo sul serio".
Così amici e parenti ti sopportano meglio. Se vinci non la fai pesare troppo e, se perdi, non fai godere come un opossum l'avversario.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da pink floyd il Dom 3 Mar 2013 - 14:06

secondo me, ci vogliono gambe buone, ed essere poco fallosi, sono piu' i punti sugli errori dell'avversario, che i vincenti, almeno fino ai 4.4

dopo qualche vincente in piu' ci vuole

pink floyd
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1616
Età : 53
Località : brianza
Data d'iscrizione : 04.05.12

Profilo giocatore
Località: brianza
Livello: 4.2
Racchetta: head radical tour ----- dunlop max 200G ( 1983 )

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da lolloroma il Mer 6 Mar 2013 - 12:51

non bisogna sbagliare...butta la palla di la' in 4 e vai tranquillo....quelli che picchiano e non sbagliano...dopo un po' passano in 3 (di solito)

lolloroma
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 389
Località : Roma
Data d'iscrizione : 04.02.13

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Mer 6 Mar 2013 - 12:52

Ehehehehe sarebbe troppo facile così Smile

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da MaurizioV il Mer 6 Mar 2013 - 15:25

dipende da quello che si sa fare

un quarta generalmente non è capace di giocare né di tocco né di potenza...

MaurizioV
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 119
Data d'iscrizione : 07.02.13

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: mah! 4.5 ITR?
Racchetta: Pro Kennex Ki 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da Adolfo il Mer 6 Mar 2013 - 15:43

@MaurizioV ha scritto:dipende da quello che si sa fare

un quarta generalmente non è capace di giocare né di tocco né di potenza...

Quoto. Quelli che per noi quartaioli sono dei "tiri potenti" in realtà sono delle quaglie assurde, basta riprendersi e rivedersi per rendersene conto Exclamation

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3306
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da marti il Mer 6 Mar 2013 - 17:09

secondo me nel mondo quarta più che potenza e tocco (assenti o sporadici per lo più) servono regolarità e gambe;un mix di di costanza e pazienza.
premia di più un gioco regolare e profondità di palla.due fondametale solidi e pochi regali all'avversario

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da fedmex il Mer 6 Mar 2013 - 18:09

Dico la mia da osservatore ( vincente ) e da giocatore ( perdente ). La costante che ho notato. L'unica costante. La sola costante....la fiducia.
Ho visto in due anni di tutto. E devo dire che è l'unico sport dove ho visto così tante miserie umane rappresentate. Qualcuno ha sostenuto che il giorno che chiuderanno i campi da tennis, riapriranno i manicomi. Beh sottoscrivo.
Ma per tornare a bomba: fiducia. E' qualcosa che si avverte. In quarta basta ( ed è qui il difficile ) avere un proprio "gioco" ( parolona ) e una propria strategia di impostazione della partita ( anche semplici candelotti ) per vincere mediamente.
Ho visto gente vincere e soprattutto distruggere di soli candelotti, altri giocare di controbalzo metro dentro il campo e impugnatura a martello. Altri serve and volley continuo.
Non c'è storia. In quarta nessuno distrugge nessuno. tutti hanno gambe e vogliono vincere. Il discorso mentale è diverso e troppo lungo: metti in fiducia un quarta con un minimo ( ma minimo ) di preparazione atletica e si gioca tutte e ripeto tutte le partite.
Il punto è quello: la fiducia. Quanti di noi giocano rilassati? Quanti di noi hanno fiducia nei propri colpi? Quanti di noi sono in grado di tirare seriamente e continuativamente 5 rovesci in top di seguito? E quanti di noi hanno la fiducia di giocare anche 20 minuti di rovesci in top per poi tirare un rovescio lungolinea appena decente?
Viceversa
Perchè tanti con tecnica approssimativa vincono?
Perchè i loro colpi belli o brutti sono efficaci. Ed efficaci vuol dire - a seconda poi del livello - che arrivano SEMPRE di qua più o meno controllati e forti.
Si parla di solidità, di essere consistenti.
Ok. Dammi un muro o macchina lanciapalle. Dammi tutti i pomeriggi liberi. Chiunque colpendo migliaia di palline comincerebbe a vincere poi in partita. Perchè avrebbe fiducia nei colpi.E avrebbe la testa più libera. E si muoverebbe meno contratto pensando di meno ai colpi e di più alla dinamica del punto.
Invece: " oggi il dritto non mi entra"o " non riesco a fare il mio gioco" o " me le tira tutte in back e io lo odio". Morale? Inutile dirla, la sapete. Mentalmente ci si avvita in se stessi perdendo la bussola. Gambe di legno, aperture ad minchiam, punto di impatto random, movimento che globalmente sembra durare 20 secondi da quanto è lento e bloccato. Aumenta la paura di sbagliare e mentalmente si pensa di "rallentare": ma non nel modo giusto ma all'opposto senza alcuna fluidità ma solo con movimenti contratti.
E la colpa è mia/nostra. A 40 anni non si apprende. Punto. E' già dura a 16.
Il risultato è un papocchio pseudo-federiano ( perchè da coglione quale sono non guardo nieminen o tsonga, no l'imbecille guarda lo svizzero che è anche l'unico con stile irripetibile e doti fisiche inarrivabili ) che riesce una volta su 5 quando va bene. E le altre quattro? Magari la palla va di là. Ma come? Con quale ratio e quale astratto pericolo per il merdoso con la fascia muratti che ansima come il trenino sul bernina?
Ergo ( imho ).
Trovare sicurezza nei colpi. Trovare un proprio dritto e/o un proprio rovescio. Meccanizzarlo provandolo 100000000 volte.
Lasciare perdere youtube e soprattutto federer.
p.s.
Poi quelli che fanno il salto sono quelli che transitano per poco o niente in quarta. I terza forti sono un'altra cosa: colpiscono sempre e forte. Se colpisci o sempre o forte puoi pascolare in terza ma non essere un terza forte.
E lì ( e ancor più in seconda ) vale in effetti il discorso a>b b>c a>c.
In quarta non è detto anzi i pronostici vengono sovvertiti quasi di norma.
Sorry per la lunghezza.
Federico

fedmex
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1732
Data d'iscrizione : 13.10.10

Profilo giocatore
Località: Chiavari
Livello: disastro ( ma in crescita)
Racchetta: Donnay Pro 1 GT biturbo

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Mer 6 Mar 2013 - 18:15

D'accordissimo, ci hai svelato la pietra filosofale della 4° Categoria, la Fiducia ! Quoto appieno !

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da marti il Mer 6 Mar 2013 - 18:41

quoto anch'io fedmex.
non per niente in un altro post vet mi diceva che devo conoscermi tennisticamente per acquistare capacità tecnica.
conoscermi e avere fiducia
sottoscrivo!chapeau

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da marti il Mer 6 Mar 2013 - 18:44

rettifico ..per acquistare capacità tattica (non tecnica!!!)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da gilgamesh il Mer 6 Mar 2013 - 18:49

bellissima!

gilgamesh
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 813
Località : firenze
Data d'iscrizione : 18.05.12

Profilo giocatore
Località: firenze
Livello: 4.3 fit
Racchetta: Donnay pro one os ext.

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da albs77 il Gio 7 Mar 2013 - 12:48

@fedmex ha scritto:Dico la mia da osservatore ( vincente ) e da giocatore ( perdente ). La costante che ho notato. L'unica costante. La sola costante....la fiducia.
Ho visto in due anni di tutto. E devo dire che è l'unico sport dove ho visto così tante miserie umane rappresentate. Qualcuno ha sostenuto che il giorno che chiuderanno i campi da tennis, riapriranno i manicomi. Beh sottoscrivo.
Ma per tornare a bomba: fiducia. E' qualcosa che si avverte. In quarta basta ( ed è qui il difficile ) avere un proprio "gioco" ( parolona ) e una propria strategia di impostazione della partita ( anche semplici candelotti ) per vincere mediamente.
Ho visto gente vincere e soprattutto distruggere di soli candelotti, altri giocare di controbalzo metro dentro il campo e impugnatura a martello. Altri serve and volley continuo.
Non c'è storia. In quarta nessuno distrugge nessuno. tutti hanno gambe e vogliono vincere. Il discorso mentale è diverso e troppo lungo: metti in fiducia un quarta con un minimo ( ma minimo ) di preparazione atletica e si gioca tutte e ripeto tutte le partite.
Il punto è quello: la fiducia. Quanti di noi giocano rilassati? Quanti di noi hanno fiducia nei propri colpi? Quanti di noi sono in grado di tirare seriamente e continuativamente 5 rovesci in top di seguito? E quanti di noi hanno la fiducia di giocare anche 20 minuti di rovesci in top per poi tirare un rovescio lungolinea appena decente?
Viceversa
Perchè tanti con tecnica approssimativa vincono?
Perchè i loro colpi belli o brutti sono efficaci. Ed efficaci vuol dire - a seconda poi del livello - che arrivano SEMPRE di qua più o meno controllati e forti.
Si parla di solidità, di essere consistenti.
Ok. Dammi un muro o macchina lanciapalle. Dammi tutti i pomeriggi liberi. Chiunque colpendo migliaia di palline comincerebbe a vincere poi in partita. Perchè avrebbe fiducia nei colpi.E avrebbe la testa più libera. E si muoverebbe meno contratto pensando di meno ai colpi e di più alla dinamica del punto.
Invece: " oggi il dritto non mi entra"o " non riesco a fare il mio gioco" o " me le tira tutte in back e io lo odio". Morale? Inutile dirla, la sapete. Mentalmente ci si avvita in se stessi perdendo la bussola. Gambe di legno, aperture ad minchiam, punto di impatto random, movimento che globalmente sembra durare 20 secondi da quanto è lento e bloccato. Aumenta la paura di sbagliare e mentalmente si pensa di "rallentare": ma non nel modo giusto ma all'opposto senza alcuna fluidità ma solo con movimenti contratti.
E la colpa è mia/nostra. A 40 anni non si apprende. Punto. E' già dura a 16.
Il risultato è un papocchio pseudo-federiano ( perchè da coglione quale sono non guardo nieminen o tsonga, no l'imbecille guarda lo svizzero che è anche l'unico con stile irripetibile e doti fisiche inarrivabili ) che riesce una volta su 5 quando va bene. E le altre quattro? Magari la palla va di là. Ma come? Con quale ratio e quale astratto pericolo per il merdoso con la fascia muratti che ansima come il trenino sul bernina?
Ergo ( imho ).
Trovare sicurezza nei colpi. Trovare un proprio dritto e/o un proprio rovescio. Meccanizzarlo provandolo 100000000 volte.
Lasciare perdere youtube e soprattutto federer.
p.s.
Poi quelli che fanno il salto sono quelli che transitano per poco o niente in quarta. I terza forti sono un'altra cosa: colpiscono sempre e forte. Se colpisci o sempre o forte puoi pascolare in terza ma non essere un terza forte.
E lì ( e ancor più in seconda ) vale in effetti il discorso a>b b>c a>c.
In quarta non è detto anzi i pronostici vengono sovvertiti quasi di norma.
Sorry per la lunghezza.
Federico

fenomenale.
Andrebbe messo come Faq in testa al forum, per tutti le domande che un quarta si pone.

Ok la diagnosi ce l'abbiamo, è la cura che manca.
Non credo basti colpire migliaia di palline, c'è qualcosa che sfigge per l'assimilazine corretta di un colpo, e non so cos'è.

Come lo spieghi il perdere un movimento? come si fa a dimenticare , a livello sensoriale, qualcosa che si è già imparato, magari da anni?
Nel tennis succede (a me perlomeno) di continuo.

C'è il periodo del dritto, del rovescio e del servizio. A rotazione. Un incubo infinito.
Un anno e mezzo fa quando ho ripreso il maestro mi disse che il mio colpo migliore era il rovescio, che lo facevo proprio bene(ed era vero).

oggi , dopo un anno e mezzo di maestro, è il mio colpo peggiore.

Non ha senso. uno dovrebbe migliorare, non regredire.

p.s. e quando dico peggiore non lo dico in relazione al dritto o al servizio di oggi. Peggiore rispetto a quello che era anni fa.

albs77
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1180
Età : 38
Data d'iscrizione : 29.11.11

Profilo giocatore
Località: Oriago di Mira
Livello: itr 4
Racchetta: Pacific Xfeel tour

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da Zagreus60 il Gio 7 Mar 2013 - 14:06

In quarta si gioca a scacchi non a tennis. Manca la sicurezza nei colpi la capacità fisica di tradurre in gesto quello che hai in mente. E allora è chiaro che giocare significa divertirsi ma al tempo stesso avere la capacità di immaginare quello che tu sei in grado di fare e che il tuo avversario non sa fare con la stessa efficacia. Qualcuno gioca per potersi dire "sono riuscito a fare quel colpo" e se anche perde va bene così, altri invece sono soddisfatti solo se vincono e sono capaci di giocare candellotti per due ore convinti di aver giocato benissimo se il punteggio gli è favorevole.
Personalmente mi sento bene se alla fine di una partitella sento di avere imparato qualcosa in più e di aver fatto globalmente qualcosa in più della volta precedente. La gestione della partita, delle proprie emozioni, dei propri colpi a disposizione, della propria tenuta atletica, in generale, però, per vincere, sono gli elementi essenziali perché il minestrone venga bene.

Zagreus60
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1130
Età : 56
Località : Reggio Calabria
Data d'iscrizione : 28.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0
Racchetta: Blade 98 16X19 - Prince Rebel 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Mar 2013 - 16:28

@Zagreus60 ha scritto:In quarta si gioca a scacchi non a tennis. Manca la sicurezza nei colpi la capacità fisica di tradurre in gesto quello che hai in mente. E allora è chiaro che giocare significa divertirsi ma al tempo stesso avere la capacità di immaginare quello che tu sei in grado di fare e che il tuo avversario non sa fare con la stessa efficacia. Qualcuno gioca per potersi dire "sono riuscito a fare quel colpo" e se anche perde va bene così, altri invece sono soddisfatti solo se vincono e sono capaci di giocare candellotti per due ore convinti di aver giocato benissimo se il punteggio gli è favorevole.
Personalmente mi sento bene se alla fine di una partitella sento di avere imparato qualcosa in più e di aver fatto globalmente qualcosa in più della volta precedente. La gestione della partita, delle proprie emozioni, dei propri colpi a disposizione, della propria tenuta atletica, in generale, però, per vincere, sono gli elementi essenziali perché il minestrone venga bene.

Infatti in quarta o almeno in larga parte di questa categoria non si gioca ancora a tennis.Una volta un C4 che incominciava a saper giocare a tennis si poteva gia' incominciae a chiamare giocatore.Ma eravamo appena agli inizi della scala gerarchica.Purtroppo il tennis non e' spesso considerato come si deve dai praticanti,essendo uno sport una preparazione fisica adeguata e di base,come doverbbero essere di base tutti i fondamentali per riuscire a capire,giocare.ed interpretare questo sport.Ora possiamo definire di saper giocare a tennis solo perche corriamo dietro una pallina ma senza avere una base tecnica e fisica che ci permetta un minimo di sapere e cercare di dare una logica a quello che stiamo facendo ??? La mia risposta e' no.Si gioco a tennis perche' ho lar acchetta in mano so le regole e cerco di arrabattarmi come posso per buttare la palla al di la della rete e di farla rimanere in campo,ma in realta non ci so ancora giocare e senza seguire un determinato percorso non ci sapro' mai giocare.IL percorso al quale mi riferisco non e' solo andare dal maestro e fare la lezioncina ma e' una e vera propria ricerca di se stessi.Nel senso che devo fare un percorso tecnico che mi permetta di riuscire ad esprimere una tattica di gioco,e bisogna costruire tutto cio' imparando a conoscere bene se stessi ,cercando di sfruttare i prorpi punti forti e la propria natura tennistica.

Chiaramente il maestro ti puo' aiutare in questo percorso,ma l'unico che puo' veramente decidere chi essere nel campo sei solo tu.

In una altro 3d si parlava di come giocare contro uno che gioca affettando tutto quello che gli passa davanti,sia con il dritto che con il rovescio.ecco quando parliamo di tattiche da usare a momentum mi viene il mal di mare.Perche capisco da subito che chi mi fa questa domanda non ha ancora capito chi e' sul campo da tennis e cosa deve fare.Non me ne voglia l'autore del 3d in questione.Se so chi sono sul campo da tennis e so quale sia il mio gioco ed im miei punti forti,non ho bisogno di chiedere consigli a nessuno,Nel senso che ho inquadrato l'avversario e devo essere capace di collocarlo in una serie di schemi che io sono in grado di eseguire.Se mi fa ste smorzate e continua da affettare e' perche' io gli permetto di farlo....e non ce nessuna tattica che mi serve,mi servono dei colpi piu pesanti in modo che lui questo slice di rovescio e di diritto faccia una fatica bestia per poterlo giocare,devo saperlo muovere a dovere e chiudere quando e necessario.Magari devo anche sapere dove mettere la palla corta che mi prorpone quando arrivo per forza di cose a 1000 in recupero e dove mettermi a copriire per giocare il colpo seguente.Purtroppo per un tennis decente non ce spazio per la fantasia,ma per la consistenza.E la consistenza si allena sul campo,tatticamente a questi livelli non bisogna mica essere dei mostri,si incomincia a cercare solidita sulle diagonali,che non vuol dire solo sbagliare poco,ma muoversi come si deve in riverca palla ed in conseguente copertura di campo,sapere quando e' conveninete uscirne o quando non e' produttivo restare su una diagonale e cambiare gioco,e se cambio dove devo mettere la palla,sapere quando devo attaccare o quando devo difendermi e come farlo.Vuol dire stare bassi,vuol dire fare lo split step ,insomma tutto questo vuol dire incominciare a giocare a tennis.Purtroppo il cambiare tattica a seconda del avversario a livello quarta vuol dire non avere la piu' pallida idea di come si gioca a tennis,troppo spesso a questi livelli dove niente e' importante e tutto lo e' si cerca di sopperire a delle carenze tecniche cercando la tattica piu' giusta.Ora le risposte tra i forumisti che hanno una classifica di quarta decente tipo Spalama sono state ben poco tattiche,ma molto tecniche e parliamo di 4.1 non di seconda categoria....ossia le risposte sono state una conseguenza logica di un giocatore che sa gia' chi e' ha un potenziale tale da poter esprimere un gioco suo,un quarta come spalama la smorzatina non te la fa giocare,perche' ti pressa e ti muove quel tanto che basta per farti andare sempre fuori giri,e lui che comanda il gioco,e se ce la smorzatina a meta campo si arriva e si chiude il punto.Altro che tattica....allora Spalama (scusa se ti prendo come esempio) cosa' ha in piu' rispetto agli altri quarta......stessa categoria ehhhh......provate a pensarci......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1990
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da johnmcenroe96 il Gio 7 Mar 2013 - 17:08

Il Suo gioco. Allora facciamo tutti Servizio e Volèe e abbiamo il nostro gioco Very Happy

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da Veterano il Gio 7 Mar 2013 - 17:13

E si sarebbe bello.....magari in quarta fai servizio.....e guardi come ti passano.....

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1990
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: 4° Categoria : Gioco morbido o duro ?

Messaggio Da Adolfo il Gio 7 Mar 2013 - 17:14

@johnmcenroe96 ha scritto:Il Suo gioco. Allora facciamo tutti Servizio e Volèe e abbiamo il nostro gioco

be il discorso di Vet è giustissimo, se guardi ad esempio LLodra, il suo gioco è S&V e lo fa con tutti, a prescindere se vince o perde.
Qui il problema non è quello che dice Vet, ma il "target" a cui si rivolge, cioè i Giocatori con la G maiuscola, categoria a cui mi piacerebbe appartenere ma a cui forse non apparterrò mai, visto che sono un degno rappresentante di un altra categoria... quella delle PIPPE SCATENATE Embarassed

_____________________________________________________________

Adolfo
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 3306
Data d'iscrizione : 07.10.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4
Racchetta: Wilson Pro Open BLX

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum