Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Volkl Organi 8 - recensione - Rossano

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Volkl Organi 8 - recensione - Rossano

Messaggio Da rossano il Gio 14 Feb 2013 - 9:42



Incordata Monofilo 22-21 (sconosciuta la marca). In
specifica.


Servizio:


Sincera. Fa quello che gli chiedi di fare. Mi aspettavo un
Kick più graffiante, visto l’ovale rotondeggiante ed il bilanciamento in testa.
Ma forse, si deve caricare sulle gambe un po’ meglio, la racchetta c’entra
poco.


Gioco di
volo:



Si tende a pensare che il 16x18 non sia adatto. Ma forse in
seconda, che so, in terza. Per il mio livello, e quello dei miei avversari, la
manegevolezza è buona. La vole’ di chiusura del punto, è buona. Quella d’opposizione
e d’istinto: beh, in effetti, c’è di meglio, ma da una profilata 300gr. 100
pollici 25mm, accontentiamoci. Ho gradito molto il telaio dritto, costante a 25
mm. Mi dà sensazioni old stile, e meno effetto clava di altre racchette.


Da fondo
campo:



Alcuni veterani del forum del forum l’hanno definita l’unica
alternativa di una certa validità alla Pure Drive. No, non è l’unica, ma valida alternativa lo é. Non ho avuto la
sensazione di poter far male come con la blues, ma se sai giocare a tennis, nel
senso che sai tecnicamente come si fa a dare pressione, rotazione e profondità,
la Organix 8 di par suo certo non ti ostacola.


Confort:


Provata sono due ore in doppio. Troppo poco. Ma, per ora,
articolazioni OK. La racchetta è stabile, sensa rumoracci e vibrazioni. Qualità
tedesca. Promossa.


Impugnatura:


Simil HEAD, cioè l’ottagono non è regolare (tipo wilson,
babolat) ma leggermente rettangolare (spero di essermi spiegato). La misura L3 è
allineata agli standard. Nella norma, insomma. Per quanto attiene la LUNGHEZZA
dell’impugnatura, il bimane potrebbe gradire 1 cm in più (quello che ti regala
la Yonex, ad esempio), ma è cmq confortevole.


Estetica:


Niente di eccezionale. Se non avete un colore preferito,
oppure non siete quelli che la racchetta vi deve anche piacere esteticamente,
va bene. Naturalmente, dopo aver avuto la 100s per un anno abbondante, la livrea
delle altre non può certo entusiasmarmi.


In generale:



VromaX che me l’ha venduta, e che ho sentito al telefono, per
cercare di descrivermela mi ha detto, testualmente “…è facile…è una racchetta
facile…..eh….lo senti che è facile….”””. Non gli venivano in mente altri
termini migliori. Concordo con il giudizio. Facile e sincera. Poiché poco
conosciuta, poco distribuita, poco spinta dalla casa come sponsorizzazioni di
giocatori, allora passa un po’ in secondo piano. Io, come voi, cerco di spiegarlo
ai miei amici che, se due racchette a caso:


-
APD 2013;


-
Volkl Organix 8;


costano
di listino più o meno la stessa cifra, sui 150-160 euro, e Babolat però investe
una certa quantità di milioni di euro in Pubblicità, sponsorizzazioni e menate
varie, qualcosa in più o in meno te lo devi ritrovare nella qualità intrinseca
del telaio, nel suo controllo di qualità, nello studio di nuovi materiali e tecnologie.
Certo, alla Babolat c’è il ritorno economico, dei soldi spesi, e magari poi i
due ragionamenti si annullano, ma io la vedo così: al supermercato ci sono dei
buonissimi biscotti anche a 1,5 euro, buoni almeno come i Mulino Bianco da 3,5
euro….


La
Organix 8 è così: considerata una sottomarca da chi non la conosce. Ma buona
come le altre.

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: Volkl Organi 8 - recensione - Rossano

Messaggio Da rossano il Gio 14 Feb 2013 - 9:45

a proposito Mario, nel cassetto del comodino ho:
- Yonex Poli (verde fluorescente), 6m;
- Tecnifibre duramix;
- focus Hex 1.20.

Ce le vedi?
Mi dici un bell'ibrido (uno solo, risposta secca) in casa starburn per un quarta bassissimo, con poca apertura, qualche doppio ogni tanto e che rema tanto da fondo con molto cuore e poca tecnica?

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum