Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da alex8mm il Mer 13 Feb 2013 - 23:55

Il mio compagno-avversario di tennis più frequente è un "ragazzo" di 30 anni, del paese vicino al mio.
Dico "ragazzo" perchè io, che ormai vado per i 49, uno di 30 lo vedo ancora come un ragazzo.
Cmq si discuteva nel dopo-partita sul fatto che i suoi compagni abituali di tennis siano tutti over 35 e spesso over 40.
Non ci avevo mai pensato, e me l'ha fatto notare lui: almeno qui, nelle mie zone, chi pratica tennis a livello "normale" è tipicamente attorno ai 40 anni, anche sui 45-50 o più in là con l'età....oppure sono ragazzini al di sotto di 20 anni, che hanno iniziato quando andavano alle Scuole Elementari, sono cresciuti nel segno di Federer e Ivanisevic e se provi a fare una partita con loro ti asfaltano perchè picchiano da fondocampo come dei fabbri.
La generazione tennistica "intermedia, quella, per intenderci, dai 25 ai 35 anni, è quasi inesistente. Quelli che sono nati e cresciuti quando furoreggiavano i paninari, le auto turbocompresse e il Craxismo dettava legge, attualmente sono rari come le mosche bianche, sui campi da tennis.....sarà che negli anni '80 la popolarità del nostro sport aveva toccato i suoi minimi, spentasi la stella di Panatta & C, oppure, come diceva non so' più chi, che il tennis, strano a dirsi, ma acquista popolarità nei periodi di crisi economica, cmq la scelta del mio compagno di giocare sopratutto con "vecchietti" come me non è una preferenza ma una diretta conseguenza della scarsità di praticanti attorno ai 30 anni.
E' una cosa locale del savonese, oppure anche a voi, dalle vostre parti, siete più o meno messi sullo stesso piano? What a Face

alex8mm
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 326
Età : 52
Località : Millesimo (Val Bormida, Savona)
Data d'iscrizione : 07.07.12

Profilo giocatore
Località: Millesimo (Savona)
Livello: Fantozziano
Racchetta: Yamaha EOS RZ - Dunlop Biomimetic 300plus - Yonex Ti-RD80

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da vdario il Gio 14 Feb 2013 - 0:30

E’ una riflessione che ho fatto spesso anch’io.

Nel mio circolo mi trovo nella tua stessa identica situazione (anche se nella mia esperienza personale abbasserei un po' la fascia d'età incriminata): in 4 anni di frequentazione non credo di aver mai giocato con un ragazzo che sia nella fascia di età 20-30, ma solo con over 35 o under 20.

Mi sono dato 2 spiegazioni:

1) Nei circoli piccoli di provincia (come il mio) ci vanno principalmente amatori; il tennista che sa giocare, nella fascia 20-30 si può considerare all’apice della sua carriera agonistica, e forse preferisce iscriversi nel circolo importante della città, dove trova avversari/compagni di allenamento all’altezza e maestri che sono abituati a gestire agonisti;

2) La maggior parte delle persone che fa sport in Italia passa dal calcio: finché vai alle superiori puoi benissimo fare due sport contemporaneamente, calcio e tennis nel nostro caso (magari uno più seriamente e l’altro come passatempo), ma arrivati a 20 anni, con il lavoro o l’università e la moltiplicazione degli impegni, ci si concentra su uno solo dei due.
Arrivati sui 35-40 non si può continuare a giocare a calcio a livello agonistico, e spesso, pur di sentirsi ancora giovani e continuare ad assaporare la competizione, si riprende la racchetta in mano. La maggioranza dei 35enni – 40enni con cui gioco sono ex calciatori e buona parte di loro aveva giocato a tennis da adolescente. Il ragionamento si basa sempre sulla mia osservazione interna al mio club, quindi non ha un fondamento statistico, ma a naso penso che il discorso possa essere esteso anche a una buona parte degli altri circoli.

Quindi in sostanza non credo che esista un buco generazionale fra tennisti italiani nati negli anni ’80, ma semplicemente che in un paese come il nostro, in ogni epoca, in quella fascia di età ci sono meno tennisti che nella fascia degli immediatamente più giovani e degli immediatamente più vecchi.

vdario
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 257
Età : 31
Data d'iscrizione : 15.05.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.4 FIT
Racchetta: Dunlop Aerogel 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da Marcotop65 il Gio 14 Feb 2013 - 6:23

Ragazzi, dimenticate l'effetto dei media nella questione. Per un bel po' di annetti il tennis si poteva vedere solo a pagamento, divenendo uno sport d'elite, perche' la visione era preclusa ai novizi, o semplicemente interessati, ed era solo di chi gia' conosceva il tennis !
Adesso con il canale Passione Tennis sul digitale terrestre qualcosa e' migliorato.
Sempre che non lo facciano diventare a pagamento...

Marcotop65
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4406
Età : 51
Località : Lavinio
Data d'iscrizione : 29.08.12

Profilo giocatore
Località: Lavinio
Livello: 20 metri s.l.m.
Racchetta: Radical Intelligence 107

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da alain proust il Gio 14 Feb 2013 - 6:44

ho notato la stessa cosa. e la mia storia personale conferma questo trend apparente.
ho giocato tanto nell'adolescenza (periodo liceale) e sino agli inizi dell'università. poi ho smesso e iniziato di nuovo intorno ai 40.
il motivo per molti è che da bambino o ragazzo riesci a trovare il tempo e la voglia , gli impegni sono abbastanza limitati con la scuola. poi o sei davvero impallato e continui ad oltranza, oppure appena hai altri pensieri (università, ragazze, feste, lavoro, famiglia) e a volte poca disponibilità economica, specie nei primi anni lavorativi, abbandoni e ti ritrovi a riiniziare quando hai una vita più stabile.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da lucioa il Ven 15 Feb 2013 - 8:53

io penso sia un discorso legato al tipo di gioco che è individuale.
tra gli 8/16 anni si fa calcio e tennis come secondo sport oppure anche come primo ma sei scarrozzato dai tuoi genitori che ti spingono a fare sport
tra i 17/30 si esce in compagnia di amici e si pensa alle ragazze e per evitare l'isolamento si gioca solo a calcio. per continuare a giocare a tennis devi essere convinto di tuo.
dai 30 in poi sei accasato e gli amici si vedono solo nel week e manco sempre se poi hai figli. per cui torna la voglia di giocare e dato che molti si trovano nella tua stessa situazione di voler riprendere ecco che ci sono in giro un bel pò di giocatori over 30. me compreso che ne ho 41...

lucioa
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 829
Età : 45
Data d'iscrizione : 15.09.11

Profilo giocatore
Località: Milano sud
Livello: FIT 4.3
Racchetta: Aeropro no cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da ace59 il Ven 15 Feb 2013 - 8:59

Quoto e porto un esempio
Al mio circolo si fa il torneo sociale sia open che over
15 anni fa l'over era >40 anni , il torneo di quest'anno l'over era >55 perche' se no i due tabelloni sarebbero coincisi
in compenso la scuola tennis ha circa 140 ragazzi da 5 a 15 anni

ace59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3377
Età : 57
Data d'iscrizione : 29.06.11

Profilo giocatore
Località: treviso
Livello: fit 4.2
Racchetta: 1 PT57A pj MP , 1 PT57E pj MP l , 2 prestige MP , 1 PK Ki5 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da FedEx il Ven 15 Feb 2013 - 14:15

@alex8mm ha scritto:....oppure sono ragazzini al di sotto di 20 anni, che hanno iniziato quando andavano alle Scuole Elementari, sono cresciuti nel segno di Federer e Ivanisevic e se provi a fare una partita con loro ti asfaltano perchè picchiano da fondocampo come dei fabbri.

Ecco, in questo mi ritrovo...(anche se ho iniziato dopo, e ovviamente senza l'ultima parte)

FedEx
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6636
Età : 18
Località : Venexia
Data d'iscrizione : 18.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: PPP
Racchetta: 2x Head i.Radical MP, Head Radical Tour TT 630 blacked out, Head YT IG Prestige S, Wilson n-Code nPro Team silver label

Tornare in alto Andare in basso

Situazione a Torino

Messaggio Da bulko345 il Sab 2 Mar 2013 - 19:35

Anche da me stessa storia... tanti over 40 come me e pochi giovani...x giovani la fascia tra i 25 e i 40. Devo dire che spesso gioco con persone più vecchie di me... io ne ho quasi 45...

bulko345
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 09.03.12

Profilo giocatore
Località: Torino
Livello: 4.3 fit
Racchetta: wilson (devo decidere quale)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Esiste un "buco generazionale" di praticanti del tennis in Italia?

Messaggio Da giuntaman il Sab 2 Mar 2013 - 20:24

Fino a quando il fisico regge e gli impegni lo consentono la maggior parte preferisce giocare a calcio e fare palestra...

quando poi aumentano gli acciacchi, e diventa difficile mettere insieme 10 persone si finisce per passare ad altri sport.. come il tennis che e' molto semplice da organizzare

giuntaman
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2026
Età : 39
Località : Frankfurt
Data d'iscrizione : 03.06.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: I.T.R. 3.5
Racchetta: Dunlop BM 200 plus

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum