Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Downshifting...ci avevate mai pensato?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Downshifting...ci avevate mai pensato?

Messaggio Da Ospite il Mer 3 Feb 2010 - 12:02

ADESSO BASTA
dal sito dell' autore

Il primo manuale sul downshifting scritto da chi è riuscito a cambiare la sua vita (senza essere ricco di famiglia o vincere al SuperEnalotto). (eBook qui)

“Finora abbiamo pensato che ci fosse solo un modo di guadagnare soldi e lavorare, cioè il nostro. Non è così.” (pag 130)

“Per l’avvio della vostra nuova vita avrete bisogno di un buon avvocato. Vi dirà cosa fare, come tutelarvi in anticipo, cosa aspettarvi. La strategia iniziale vale il 50 per cento dell’azione. Questa per la libertà, signori, non è una scampagnata per buontemponi. È una guerra.” (pag 179)

“Cento, mille uomini così e il potere è spacciato.” (pag 44)

Ultimamente non si fa che ascoltare proclami del tipo: Voglio viaggiare un po’, prendo un anno sabbatico. Smetto di lavorare: in Thailandia c’è un’isoletta dove non c’è nessuno e si vive con poco. Ho deciso, apro un bar sulla spiaggia, in un’insenatura praticamente inaccessibile…

All’ora dell’aperitivo, un po’ dovunque, fioriscono i progetti più straordinari, e l’adrenalina scorre libera e feconda. Solo qualche anno fa tutti volevano diventare ricchi, e oggi tutti vogliono smettere. Perché?

Va detto che, spesso, tutti noi scambiamo le intenzioni con le fantasie, i sogni alla moda con la vita vera. Quando l’effetto degli aperitivi sfuma si va solo a dormire un po’ intronati. La mattina dopo, torniamo a lavorare. Con qualche frustrazione in più…

Anche se non è un’impresa semplice, tuttavia, realizzare questo cambio di vita è possibile. Si possono rompere gli indugi, si può riuscire a diventare uomini liberi (almeno molto più liberi di ora). E’ possibile farlo, soprattutto, senza vincite milionarie o l’aiuto di papà.

In tanti stanno cambiando vita, e il fenomeno dilaga. Ecco perché questo manuale, per capire come si può fare.

Scritto in modo veloce, profondo, colmo di esempi, citazioni, racconti reali, indiscrezioni, Adesso Basta di Simone Perotti (in libreria per i tipi di Chiarelettere) racconta una storia vera, la sua, mettendo tutto sul tavolo: i dubbi e i pericoli nascosti, i momenti di difficoltà e gli entusiasmi, il sogno e il progetto. Corredato da tabelle di budget, ma senza dimenticare le insidie socaili e psicologiche, Adesso Basta è soprattutto una mappa per non sbagliare, per non dover tornare indietro una volta partiti. Lasciare il lavoro e cambiare vita è una scelta che può rivelarsi fatale, oppure costituire la realizzazione del sogno di una vita.

Cambiare vita si può, basta capire in che modo, quando, con quali denari, quali realistiche speranze di rivoluzionare tutto in modo positivo e senza trovarsi nei guai.


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum