Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it
Ultimi argomenti
» Desidero una Prince... e nient'altro!
Oggi a 0:44 Da Alessandro

» Riscaldamento per l'ora di corso con pista atletica
Oggi a 0:41 Da Ghio83

» Disattivazione account utente "Sonny Liston"
Oggi a 0:17 Da Alessandro

» Corde per Radical Flexpoint liquidmetal os (arancione e nera)
Oggi a 0:08 Da Andrea Pedussia

» NUOVA TFIGHT ANTICIPAZIONI?
Ieri a 23:33 Da giococlassico75

» CHIARIMENTO DOVUTO
Ieri a 23:26 Da Alessandro

» Differenze tra DR100 e SV100??
Ieri a 23:20 Da Ivanlendl

» Vendo Head Lynx 1,25 gialle
Ieri a 23:13 Da iamwill

» Tecnifibre XR1 vs XR3
Ieri a 23:05 Da infinitejest

» Corde per Radical Pro (Graphene XT)
Ieri a 22:48 Da Francesco Bill Mohammadi

» Yonex VCore SV
Ieri a 22:23 Da kent08

» Nuovo regolamento federale 2018 per le promozioni!
Ieri a 22:14 Da Sonny Liston

» corde per Q Tour 300
Ieri a 22:13 Da vfalini

» Textreme tour 100p 18x20
Ieri a 22:02 Da drichichi@alice.it

» Prince Warrior 100 ESP vs Prince Tour 100T ESP
Ieri a 21:59 Da drichichi@alice.it

» Misure: io 25 cm. E voi?
Ieri a 21:47 Da Kmore

» PRINCE TENNIS FANS CLUB...sei appassionato Prince? Official Thread
Ieri a 21:38 Da fa

» Palle per allenamento
Ieri a 21:29 Da Attila

» ASD, TESSERAMENTO E AFFITTO CAMPI
Ieri a 21:11 Da Karinda

» Questa sera si iniziaaa !!!!
Ieri a 20:36 Da LucALn668

» coppia Wilson Blade 104 PINK L2
Ieri a 20:16 Da giascuccio

» Corde su aeropro drive gt 2013
Ieri a 19:41 Da rebs

» [TO] VENDO Mantis 300PS II
Ieri a 18:09 Da Fra884

» Racca usata .... help
Ieri a 16:37 Da danielebrini

» Principiante che ama il top spin
Ieri a 16:36 Da danielebrini

» Palle senza peso e grado di decontrazione.
Ieri a 16:28 Da drichichi@alice.it

» Decontrazione muscolare e peso dell'attrezzo
Ieri a 16:26 Da drichichi@alice.it

» Come giocare decontratti?
Ieri a 16:25 Da drichichi@alice.it

» racchetta pesante si o no? (pro staff federer)
Ieri a 16:09 Da infinitejest

» Pro Kennex Q+ Tour 300 2017
Ieri a 15:36 Da drichichi@alice.it



Link Amici

Web stats powered by hiperstat.com


19220 Utenti registrati
188 forum attivi
644243 Messaggi
New entry: C.mine

Federer, quanto durerà?

Pagina 1 di 40 1, 2, 3 ... 20 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Rogi... gioie o dolori ?

Messaggio Da Ospite il Lun 19 Set 2011 - 15:30

per la gioia dei fans di Rogi...


Ma davvero Rogi sta invecchiando cosi´ male?




L'8 agosto 2011 Roger Federer da Basilea ha compiuto 30 anni. Traguardo significativo per la sua vita personale, secondo alcuni anche sportiva, visti i risultati definiti da molti deludenti. Lo stesso campionissimo dopo la sconfitta con Djokovic a Flushing Meadows ha apertamente detto di "aver avuto stagioni migliori". Ma come hanno gestito questa "anzianità anagrafica" gli altri big del decennio 2000? Siamo andati a verificare come Andre Agassi e Pete Sampras si sono comportati nella stagione in cui hanno raggiunto i 30.

Nota bene: la statistica tiene conto dei risultati raggiunti negli Slam e nei Master 1000, all'epoca Master Series. Ogni match vittorioso nei primi, da 2 punti; nei secondi 1 punto. Ecco i risultati dello studio.

Pete Sampras: 35 punti. Pistol Pete, classe 1971, nell'anno 2001 raggiunge "solo" la finale dello Us Open, persa contro Agassi. Negli Slam non va oltre gli ottavi in Australia e a Wimbledon, mentre il Roland Garros è disastroso, con un misero secondo turno. Non va meglio nei Master, dove arriva in finale solo a Indian Wells, vincendo in tutto altri 4 incontri negli altri tornei.

Andre Agassi: 40 punti. Meglio dello storico rivale fa Agassi, classe 1970, che nel 2000 vince subito a Melbourne, e poi arriva in semifinale contro Rafter a Wimbledon. La finale arriva anche nella MAsters Cup di Lisbona, sconfitto da Kuerten. Negli altri tornei poco o nulla da segnalare, a parte la semifnale di Miami. Pessimi Roland Garros e Us Open, con due secondi turni.

Roger Federer: 55 punti (stagione ancora in corso). Semifinale in Australia e allo Us Open (sconfitte con Djokovic, poi vincitore), finale contro Nadal a Parigi, quarti di finale gettati al vento dopo essere stato avanti di 2 set con Tsonga a Londra. Rispetto agli altri due colleghi, Roger si comporta meglio anche nei Master 1000, dove vince almeno una partita in ogni torneo (semi a Indian Wells, Miami e Madrid). E manca ancora qualche mese alla fine della stagione.

La statistica, che come tutto ciò che si basa sui freddi numeri ha dei limiti, mostra un Roger Federer che raggiunge migliori risultati rispetto ad Agassi e Sampras nel 30esimo anno di vita. Vero è che il livello generale di questi ultimi anni è (parere personale) superiore rispetto a quello di fine anni '90 e primi anni 2000, quindi il traguardo è ancor più significativo, al di là di infortuni che hanno debilitato i due americani nell'anno considerato. Non siamo qui a sindacare se Roger sia il GOAT. Certo è che criticarlo in questo 2011 è legittimo fino ad un certo punto, perchè i risultati sono stati mediamente superiori rispetto ad altri numeri 1 in questa fase della loro carriera, arrivando quasi sempre nel clou dei tornei, e mantenendo una tecnica forse irraggiungibile per tutti. Se poi fenomeni come Novak Djokovic e Rafa Nadal riescono nell'impresa di superarlo, dopo anni di sconfitte, tanto di cappello, ma per poter essere paragonati a lui non basta collezionare coppe in quantità industriale.

Fonte: TW (n.d.r.)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Lun 19 Set 2011 - 16:27

Bell'articolo. Grzie Roberto.
Il fatto è che RF fisicamente sta benissimo e dispiace vederlo non conquistare il possibile tuttora per lui a causa della sua sazietà in parte e remissività nei momenti difficili dirante il match.
La sua voglia di vincere ancora, secondo me, sarà più teorica che dettata dal più profondo e inconscio ed ecco la spiegazione al non lottare anche arrivando al traguardo o quasi.
Credo che la molla che può far scttare la grinta possa essere il suo orgoglio e se si sente ferito dalle ultime celebri sconfitte e il modo in cui le ha subite, potrebbe cambiare qualcosa.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da saltatempo il Mar 20 Set 2011 - 0:48

Bellissimo articolo. Come non essere d'accordo??
il fatto è che il Re ci ha abituato troppo bene negli scorsi anni.. al punto da far passare per deludenti e disastrosi risultati che per molti (quasi tutti) sarebbero eccezionali.. secondo me da Murray in giù qualunque giocatore al mondo firmerebbe col sangue per fare una finale, due semi e un quarto nei Majors, e tre semi nei Master 1000 (con ancora 2 Master 1000 e il Master's di fine anno da giocare)...
sono risultati che dispiacciono perchè arrivati in condizioni fisiche ancora ottime, nonostante il trentennio appena compiuto (e secondo voi quelli che adesso lo battono ci arriveranno a 30 anni da n 3 del seeding??!?! guardate come stanno già adesso a 25 scarsi...), e in un momento, secondo me, di maturità tecnica invidiabile.. ha ritrovato una solidità notevole sul rovescio e un servizio su livelli altissimi e costanti..e poi a chi non farebbe piacere vedere il Maestro, vecchietto e interprete di un tennis che (Ahimè e ahinoi) non c'è più, dare lezioni ai giovani picchiatori robotici fatti con lo stampino dell'ultima generazione?? concordo con quanto già detto sul fatto che il problema è mentale, ma questa purtroppo è una storia vecchia.. se Roger fosse stato forte di testa quanto di braccio ne avrebbe vinti 40 di slam, e il tennis sarebbe stato ribattezzato "quel gioco che faceva Federer"...
io spero personalmente che vinca ancora molto, ma sono consapevole anche che Federer va gustato, a prescindere dai risultati.. perchè anche nelle giornate di luna storta, quelle in cui perde male dal Berdych o dallo Tsonga di turno è comunque sempre in grado di regalarci almeno 4/5 colpi a partita, di quelli che ci lasciano con quella faccia stupita e quell'espressione che dice "guarda questo cosa ha fatto...", colpi che gli altri Fab 3 (o 2 e mezzo) e non solo, non si sognerebbero nemmeno di provare...

saltatempo
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 14
Data d'iscrizione : 22.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Mar 20 Set 2011 - 15:43

Che Roger sia l' antidoto all' uovo o alla bolla?



da UBITennis (n.d.r.)

Roger Federer alla stregua di...Nelson Mandela

Che Roger Federer fosse una personalità particolarmente rispettata ed ammirata, non solo nell'ambiente del tennis ma in tutto il mondo, era risaputo. Ma che potesse finire alle spalle del solo Nelson Mandela, in uno studio globale condotto in 25 paesi su un campione di oltre 50.000 persone, era sinceramente inaspettato. Nella Leader RepTrak 2011, che ha valutato la reputazione nel mondo di 54 tra le più importanti personalità nel settore della politica, dell'economia, della cultura e dello sport, Federer ha preceduto personaggi del calibro di Bill Gates, Steve Jobs, Oprah Winfrey e Bono Vox, risultando il primo tra gli sportivi davanti al giocatore di baseball dei New York Yankees, Derek Jeter (16°). Poi il cestista dei Miami Heat, Lebron James (23°) ed il calciatore dei Los Angeles Galaxy, David Beckham (24°). Il presidente della Reputation Institute (la società che ha condotto lo studio), il dottor Charles Fombrun, ha dichiarato: "I risultati dello studio della Reputation Institute confermano che la gente rispetta coloro che partecipano alle attività filantropiche, aldilà della loro notorietà. I primi due classificati, Mandela e Federer, hanno legami emotivi con il Sudafrica, ed entrambi donano il loro tempo ed i loro soldi per il miglioramento della regione e della sua gente. I loro sforzi sono encomiabili." Il 30enne svizzero è, dal 2003, particolarmente attivo nell'ambito benefico, mediante la propria fondazione, la Roger Federer Foundation, attiva in Svizzera, Etiopia, Tanzania, Malawi, Zambia, Zimbabwe e Sudafrica attraverso progetti che favoriscano lo sviluppo dell'educazione e dello sport.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da CorriCorrado il Mar 20 Set 2011 - 15:51

Bell'articolo!



Ti chiedo questo: Quanti giocatori più vecchi di lui ci sono ancora nel circuito? Ho la sensazione che nei top 100 si contino sulle dita della mano. Ma posso sbagliare...

CorriCorrado
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Età : 39
Località : Piacenza
Data d'iscrizione : 29.04.11

Profilo giocatore
Località: Piacenza
Livello: ITR 3.0
Racchetta: Slazenger xPRO 323

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Mar 20 Set 2011 - 15:58


CC

...e passi che sei appena tornato dalle vacanze...
...e passi che sei "disinformato" sulle malattie dei campioni... Wink
ma non mi hanno ancora autorizzato a pubblicare l' Enciclopedia " 3 Errex"

Very Happy

@CorriCorrado ha scritto:Bell'articolo!

Ti chiedo questo: Quanti giocatori più vecchi di lui ci sono ancora nel circuito? Ho la sensazione che nei top 100 si contino sulle dita della mano. Ma posso sbagliare...

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Llodra.883 il Mar 20 Set 2011 - 16:17

peccato Very Happy

Llodra.883
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 199
Età : 20
Località : Viterbo
Data d'iscrizione : 23.06.11

Profilo giocatore
Località: Viterbo
Livello: 5 ITR
Racchetta: BLX 6.1 tour pro room pittata nera, 2 BLX 6.1 tour custom, Head prestige midsize flexpoint

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Ven 23 Set 2011 - 15:28

E intanto Federer rinuncia a Shanghai per prendere fiato:
http://www.passionetennis.com/t11645-atp-1000-shanghai#173966

Ci tocca aspettare Basilea Sad

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Dom 16 Ott 2011 - 10:55

Intervista da L'Equipe/TWI (n.d.r.)


Federer: ´Il ritiro non mi spaventa
...anche se penso a quel momento da 4 anni´





Per la prima volta dal 2002 non hai vinto uno Slam in questa stagione.
Ti pesa questo?
Potrebbe essere un anno molto duro da accettare, ma non mi sento frustrato. Non devi pensare più di tanto alle sconfitte ma devi guardare avanti.

Guardare avanti, cosa vuol dire per te dal momento che sei considerato il giocatore migliore di tutti i tempi?
Vuol dire che la stagione non è ancora conclusa. Ho saltato la trasferta asiatica dopo aver giocato la sfida di Davis in Australia, ma adesso sono pronto per affrontare il resto della stagione. Ci sono ancora obbiettivi importanti per me, a cominciare dal torneo nella mia città, Basilea e il Master di Londra...Credo che sarò molto affamato di vittorie all'Australian Open, e sono sicuro che se continuo a lavorare duramente e sto bene fisicamente, questi fattori pagheranno. Non avevo queste sensazioni da molto tempo ed è bello provarle nuovamente.

Raggiungere nuovamente il top e i tuoi livelli di gioco altissimi è una sfida, e sembra che per te sia una forza che ti guida nella tua vita....
Una sfida? Una forza che guida la mia vita? Non credo sia così, anzi....E' una sfida quando devi raggiungere qualcosa per la prima volta. Quando ci sei riuscito, giochi per la gioia di far vedere che sei il migliore nel tuo "lavoro", e per vincere, ma non devi dimostrare più nulla. Questo però cambia quando ti trovi ad affrontare l'ultima parte della tua carriera. Non puoi e non devi accontentarti solo di questo. I dubbi sulle mie abilità aumentano ad ogni sconfitta, anche se non mi sento così distante dagli altri. In questo caso possiamo parlare di "sfide". Tu vuoi dimostrare a te stesso e a tutti gli altri che sei in grado di vincere ancora uno Slam e per fare questo devi battere Rafa, Djokovic ma anche Murray perchè credo che lui sia in grado di batterci tutti e tre.

Pensi che sei in grado di vincere ancora uno Slam?
Non ho scelta. Quando tu hai raggiunto certi livelli, come ho fatto io, non puoi accontentarti di trascorrere una stagione sul tour perdendo al secondo turno ogni settimana! Non penso a battere dei giocatori in particolare, ma semplicemente cerco di fare del mio meglio con quello che ho a disposizione, prendendo sempre in considerazione le circostanze.

Di quali circostanze parli?
A 30 anni gestisci la carriera in modo diverso rispetto a quando ne hai 25. E' normale, adesso ho anche una famiglia. Questo comporta un'organizzazione più complicata rispetto al 2004, per esempio, quando viaggiavo solo con Mirka. In quel periodo era molto più facile organizzarsi, andavo dove volevo ogni settimana. Oggi è molto diverso. Non è facile organizzare tutto con due bambine che viaggiano sempre insieme a noi. Ma non mi lamento. Al contrario, mi piacciono i cambiamenti. Amo trovare delle soluzioni ai problemi che si presentano.Vivacizza la situazione. Sarebbe triste, se pensi ai sogni che avevi da bambino, vivere la vita di un tennista svolgendo sempre la stessa routine perchè è come una sorta di sistema che ogni giorno viene messo in discussione. Quando mi alleno alle 8 del mattino, sono felice. Se servirà o meno non importa, io cerco sempre di fare il mio meglio.
Certo, se questo produce risultati io mi sento più forte nella mia mente.

Infatti, cerchi di evadere dalla routine quotidiana?
Esattamente. Cerco di trovare ispirazione da posti diversi. Proprio per questo motivo mi sono allenato per un pò in Sardegna, per esempio, poi in Svizzera - sto in questi giorni considerando l'ipotesi di un allenamento in altura - poi in Qatar o a Dubai. Quest'anno per la prima volta, ho preparato gli Us Open per due settimane al Grasshoper Club a Zurigo, all'aperto. Poteva essere rischioso perchè il clima non era mite ma alla fine ha funzionato. Una volta ho preparato l'Australian Open a casa di Tony Roche a Sydney...Mantenere sempre la stessa routine sarebbe sicuramente più facile ma alla fine posso dire a me stesso: " Che esperienze sono stato di provare nella mia vita" e questo è molto bello.

Guardiamo i tuoi record, oltre i 16 Slam: quanti record hai battuto!! 23 semifinali consecutive negli Slam, etc... E spesso questo si dimentica. Ti fa arrabbiare?
Le persone dimenticano, si, ma parliamo nuovamente di questo, quando per esempio, un ragazzo come Djokovic fa delle cose straordinarie. I media danno uno sguardo ai libri della storia del tennis e pensano:" Guarda Federer ha già fatto questo nel 2005 o non ricordo quando". Le persone che dimenticano fortunatamente sono poche, ma penso che quando mi ritirerò sarà il momento giusto per ricordare quello che sono riuscito a fare. Quest'estate ho parlato con David Nalbandian a Cincinnati. A un certo punto lui mi chiese: " Tra il 2004 e il 2006 quante partite hai perso?" Io colto di sorpresa non lo ricordavo e risposi:" Non lo so: è un tuo lavoro andarlo a scoprire" (tra lo Us Open 2004 e Indian Wells 2007 Federer ha vinto 201 partite e perse solo 10).Quelli erano anni incredibili. Ho sconfitto 26 volte dei giocatori che erano nella top ten e ho vinto 24 finali. Ogni volta che andavo in finale riuscivo a vincere!

Forse questa è la ragione per cui ci sono continue domande sul fatto che sei "SOLO" numero 3 al mondo dietro Djokovic e Nadal.Ti dà fastidio?
Si e no. Approvo il ranking ATP, ma allo stesso tempo mette molta pressione ai giocatori. Molte volte consente ai giornalisti e alle persone di avere degli argomenti di discussione.Tuttavia però impedisce di concentrarsi sui giocatori che stanno più indietro nel ranking. Pensiamo erroneamente che c'è un giocatore al vertice e poi dietro viene tutto il resto e non è semplice per gli altri.

Hai detto che il passare del tempo non ti spaventa. E l'idea di dover porre fine alla tua carriere ti spaventa?
No. Ho iniziato a pensare al momento che avrei dovuto smettere di giocare circa 4 anni fa. Dopo tutto quello che ho fatto, avrei potuto ritirarmi in pace con me stesso. Sono orgoglioso della mia carriera e so che mi rimangono ancora molti anni da vivere una volta che avrò smesso di giocare. Spero di essere in grado di realizzare parecchie cose con la mia fondazione o magari in altri settori. Quindi la fine di tutto questo non mi spaventa. In più ho una famiglia e avrò più tempo da dedicare ad essa anche se già dedico molto tempo.

Da adolescente eri molto timido ma allo stesso tempo molto ribelle. Sei diventato un uomo di vedute ampie e molto rilassato: come sei diventato così?
Non so a che età le persone diventano meno timide. Ma quando hai 16 anni è normale che tu sia timido, infatti le ragazze che hanno la tua stessa età non amano trascorrere molto tempo con te. Le ragazze sono 2 o 3 anni più mature dei ragazzi della loro stessa età. Io ero un tennista e trascorrevo del tempo con le ragazze; quando me ne piaceva qualcuna ero molto insicuro. Con il passare del tempo il fatto di aver conosciuto tantisime persone e l'aver avuto intorno a me persone adulte mi hanno aiutato a superare la timidezza.

E l'aspetto ribelle del tuo carattere?
Un giorno nel 2001, decisi che non avrei più protestato e aperto bocca su un campo da tennis. Ma mi sono reso conto che ero troppo calmo e non ero più me stesso sul campo da tennis e per questo avevo dei risultati altalenanti. Nel 2003,a Wimbledon ho pensato: "Piaccio agli altri proprio per il mio carattere e io mi sento bene così come sono. Qualunque cosa accada, questo è quello che mi serve sul campo". Da quel momento i risultati mi hanno dato ragione e sono stato in grado di concentrarmi solo sul mio tennis, il resto è stato tutta una conseguenza...


C'è un rapporto tra la tua sconfitta al primo turno nel 2003 al Roland garros e il tuo primo titolo a Wimbledon? Una sorta di ribellione?
Contro Horna dopo aver perso il primo set, ho detto a me stesso:" Come posso vincere questa partita? E anche se fossi stato in grado di vincerla,è impossibile giocare altre 6 partite al meglio dei 5 set". Ero numero 6 al mondo e non ero pronto per giocare 7 partite al meglio dei 5 set. Provavo quasi vergogna di me quindi mi sono detto: "Perchè giochi il Roland Garros se non sei capace di vincere 7 partite di seguito?" Penso che mentalmente ero davvero un topo.

In che senso?
Beh, molto piccolo e senza cervello..(risata). Tuttavia alla fine ho imparato molto da quell'esperienza perchè i media svizzeri avevano iniziato a criticarmi e quindi mi sono detto:" Bene non leggerò nessuno quotidiano". Per un mese mi sono concentrato solo sugli allenamenti e alla fine hanno pagato.

Cos'è per te il tennis. Un'espressione di se stessi? Una strada per cercare di superare se stessi? O un battaglia tra due uomini come nel pugilato?
Penso che sia una combinazione di tutti questi fattori. E' per questo che amo tantissimo questo sport, sa anche essere molto televisivo. Dal vivo però è molto eccitante, perchè gli stadi non sono così enormi; è vero c'è tanta gente ma l'atmosfera è ancora molto intima. Gli spettatori vedono bene i giocatori, le loro espressioni, noi sentiamo ogni minimo rumore e alla fine come nel pugilato ci scambiamo una rispettosa stretta di mano come per dire:" E' stata una grande partita e ti sono grato per avermi fatto esprimere al meglio".

Paul Annacone, il tuo coach, paragona la tua vita ad un'opera di Shakespear divisa in 4 "atti": la vocazione, la vittoria contro Sampras a Wimbledon, le prime vittorie negli Slam e lo status di leggenda sportiva vivente....Il quinto atto quale sarà secondo te?
Un altro titolo dello Slam. O la medaglia olimpica a Wimbledon. La medaglia olimpica nel singolare è qualcosa che ancora non ho ma i Giochi Olimpici hanno rappresentato per me sempre qualcosa di straordinario.


Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Lun 17 Ott 2011 - 15:58

Grazie dell'intervista Rob.
La 1ª metà un po' scontata, che dice le stesse cose...
Molto bella la 2ª parte

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Lun 17 Ott 2011 - 16:23



purtroppo, pero', dopo ben 432 settimane, Rogi esce dai Top 3, sorpassato da Andy Murray, anche se solo di 45 punticini.
Solo Ivan Lendl era riuscito a " fare meglio", restando al top per 520 settimane.


(photo ATP)

Ma...il ranking 2011 non si chiude oggi, e solo i prossimi tornei possono fornirci altri elementi... Wink



Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Lun 17 Ott 2011 - 16:37

Però Roberto, Visto che Federer salta Stoccolma e Murray Valencia ci troveremo dopo Basilea con -250 punti Neutral , ammesso che Roger vinca il torneo di casa

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Lun 17 Ott 2011 - 16:42

... tutti margini risibili ... a favore dell' uno e/o dell' altro.

Tanto vale goderci senza patemi gli ultimi tornei del 2011 per approdare al Master di Londra che ci dara' maggiori i non si fermera' li', anche perche' ha piu' volte dichiarato che il suo obiettivo e' Londra 2012 Wink



Ultima modifica di errex il Lun 17 Ott 2011 - 16:45, modificato 1 volta

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Lun 17 Ott 2011 - 16:45

Io spero che ci sia almeno anche nel 2013 e chissà... 2014. Le bimbe non saranno ancora in età scolastica nel 2014 e se lo potrà permettere a patto che ci siano le altre condizioni.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da archery57 il Mar 18 Ott 2011 - 17:28

Avevo un po' di nostalgia del RE così ho cercato un filmato "degno" per la gioia dei suoi tanti sostenitori...



Uno spassoso commento al video recita:
When children go to sleep at night, they check under their bed for the boogieman.
When the boogieman goes to sleep at night, he checks under his bed for Chuck Norris.
When Chuck Norris goes to bed at night, he checks under his bed for Roger Federer.

archery57
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2222
Età : 59
Località : Padova
Data d'iscrizione : 24.05.11

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR 3.5
Racchetta: 2 x Wilson Six One 95, 2 x Wilson Pro Staff Classic 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da DrDivago il Mar 25 Ott 2011 - 11:08

Chissà se RF si allena ancora così...


_____________________________________________________________
ball on the line...

DrDivago
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 6449
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Mar 25 Ott 2011 - 11:24

... nel frattempo..."studia" da Senatore



Vota Roger...Vota Roger!

Ieri la Confederazione Elvetica è andata alle urne per rinnovare le due camere, e la corsa per il Senato è stata arricchita da una candidatura involontaria di Roger Federer. Purtroppo o per fortuna, però l’ex-re del tennis mondiale non è riuscito ad aggiungere una poltrona di Senatore al Trono del tennis da lui lungamente occupato.

Per chi si stesse chiedendo se siamo impazziti, la risposta è un secco no. La storia è vera, per quanto Roger non abbia di certo fatto nulla per lanciarsi in una corsa verso la Camera Alta. Il Senato svizzero viene infatti eletto mediante un curioso sistema secondo il quale i nomi dei candidati non compaiono prestampati sulle schede, ma qualsiasi cittadino elvetico può venire eletto.

Sfruttando questa opportunità, un appassionato dell’ex numero uno del mondo Roger Federer ha pensato bene di aprire un gruppo Facebook dedicato a proporre e supportare la candidatura di Roger per il Canton Svitto (o Schwyz), in cui il campione di Basilea ha recentemente spostato la residenza per motivi fiscali.

Il gruppo invita a “Non votare per un candidato ufficiale, ma scrivere Roger Federer, Wollerau, tennis player” (W0llerau è la città in cui Roger ha spostato la residenza) in un misto tra antipolica e venerazione per un eroe sportivo definito un esempio per la sua abilità sportiva, spirito di squadra, spirito e modestia.

Non sappiamo quanti dei 565 membri del gruppo risiedano nel Cantone e siano in età per votare, ma alla fine i voti per Federer sono stati solo 132, evidentemente insufficienti per conquistare uno dei due seggi senatoriali per lo Schwyz, che conta oltre 140.000 abitanti. Per la cronaca, ci sarebbero voluti circa 18.000 voti per guadagnare un posto in Senato. Chissà che questa candidatura goliardica non sia l’anteprima di un tentativo reale per Roger, ovviamente quando avrà appeso la racchetta al chiodo.

T.it (n.d.r.)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Sab 29 Ott 2011 - 18:55





Federer:
´ Non sono Superman ma una persona normale che gioca un buon tennis´

Roger Federer, gli Swiss Indoors cominciano Lunedì. Ma i tifosi hanno ancora davanti ai loro occhi i due match point contro Djokovic a New York. Per quanto tempo ci hai pensato?
Per due giorni ho continuato a pensarci e quel momento tornava sempre nella mia mente. Avrei dovuto giocarmela in modo diverso? Cosa avrei potuto fare diversamente? Sarei dovuto arrivare al quinto set? Sono domande che fai a te stesso e ne discuti con il tuo team. Poi c'era l'appuntamento di Davis. Dovevo giocare sull'erba, ho fatto diverse interviste con i media e c'erano anche i match da giocare. Dopo aver fatto tutto questo pensavo soltanto a rilassarmi.

La Coppa Davis è stata come una medicina?
Mi ha aiutato molto. Diventa più dura accettare sconfitte come quelle se non giochi per 6 settimane di seguito. La Coppa Davis in quel momento è stata come una rete che mi ha catturato.

Poi hai avuto delle vacanze lunghe.
Non molto. Dopo la Coppa Davis ci siamo concessi due settimane di vacanza. Poi ho cominciato a Dubai la preparazione fisica e gli allenamenti in campo.

Raramente ti capita di avere così tanto tempo per riposarti. Cosa hai fatto durante le vacanze?
Forse ho fatto cinque flessioni ma poi dopo averle fatte sentivo già che mi facevano male i muscoli (ride). Sono andato a fare jogging due volte e ho giocato un paio di volte a tennis con Mirka. Questo è tutto. Faccio già abbastanza sport con le gemelline.

Andy Murray è diventato numero 3 al mondo con la sua striscia vincente di successi. E' qualcosa che ti fa male?
No, no, affatto. Se consideravo questo grave avrei giocato in Asia e avrei cercato di difendere il numero 3. Non mi importa se sono numero 3 o 4. Ovviamente qui a Basilea sarò testa di serie numero 3 e non 2. Quindi questo vuol dire che potrei giocare teoricamente contro Djokovic già in semifinale. Ma è peggio rispetto al dover incontrare Murray? Non credo. Per me è importante non avere infortuni e prendere le decisioni giuste.

Nadal ha perso 6 volte con Djokovic in questa stagione. Sembra che sia diventato un problema. Vedi dei punti in comune con la rivalità Federer- Nadal?
La situazione per Rafa è differente. Sei volte consecutive è molto, certo, ma Rafa ha battuto Djokovic tante volte prima che accadesse questo. All'inizio della mia carriera io avevo la sensazione che certi avversari non li potevo proprio battere. Da quando invece Rafa è diventato professionista non ha perso più di due volte dallo stesso avversario. Per lui è una cosa nuova ed è una situazione più dura per lui di quanto lo sarebbe stato per me.

Quanto sono importanti queste considerazioni quando vedi una stella come Marco Simoncelli morire così brutalmente?
Questo rende quello che ti ho appena detto relativo. Nel tennis non c'è niente di pericoloso. Però noi prendiamo molti aerei e quindi sei consapevole che potrebbe
sempre accadere qualcosa. Durante il mio ultimo volo ho visto un film su Ayrton Senna. Una settimana dopo c'è stato l'incidente di Simoncelli. Posso solo immaginare come Valentino Rossi e Thomas Luthi si sentono.Rimarrà impresso per sempre nelle loro menti.


Hai sentito Rossi?
Ho mandato un messaggio al quale lui ha subito risposto. Se posso offrire un minimo di supporto sono sempre pronto a farlo.

Hai ricevuto 132 voti nel Canton Svitto alle elezioni di Domenica?
Si, ce l'avevo quasi fatta (risata).

Credi di cambiare qualcosa nella tua strategia politica la prossima volta? Non c'era alcun poster con la tua faccia in giro.
Non sapevo neppure che si potesse scrivere il mio nome.

Quindi non hai ambizioni politiche come Safin in Russia?
La Svizzera non è la Russia. Onestamente mi sono messo a ridere quando ho sentito dei voti per me. Non sapevo nemmeno fosse possibile. Forse la prossima volta convincerò alcuni colleghi a votarmi.

Wallace qualche tempo fa scrisse che vedere giocare te era come un'esperienza religiosa. Il paragone religioso è qualcosa che ti spaventa?
Le persone spesso sono inclini a cercare il nuovo Superman: non deve essere vulnerabile, non deve piangere. Sono contento che in Svizzera c'è molta più moderazione per tali ideali. Io mi vedo come una persona normalissima che può giocare un tennis molto buono. Sono anche fiero che io piaccio agli svizzeri così come sono perchè per me la Svizzera è molto importante. Per questo motivo il torneo di Basilea è uno dei tornei più importanti dell'anno per me. Certamente mi piace molto Wimbledon e mi diverto ma non perderò mai il legame con il mio Paese.

E' da un anno che lavori con Annacone. In che modo è riuscito ad aiutarti durante questo periodo?
Mi ha aiutato soprattutto tatticamente. Ha inserito nei miei allenamenti nuovi dettagli e la sua comunicazione con Severin Luthi è veramente molto buona. L'aspetto comunicativo tra loro due all'inizio mi preoccupava molto.

Quali sono le tue priorità per il 2012?
Sto ancora pianificando il tutto. Ho già confermato i tornei in Qatar e Rotterdam. Non so ancora se giocherò il primo turno di Coppa Davis, ma farò di tutto per giocarlo. Ecco perchè mi sono recato in Australia dopo gli Us Open. Ma è importante per me includere nel programma alcune pause.

E' un progetto giocare con Martina Hingis il doppio misto?
Non c'è ancora niente di deciso. Ho bisogno di parlare con lei e sapere se è davvero interessata. Il resto si chiarirà in un futuro immediato.

Ultimamente molte persone hanno detto che hai perso il momento giusto per ritirarti. Cosa pensi di questo?
Sono delle cose che sento raramente. Di solito viene fuori quando perdo e pertanto non attribuisco grande importanza. Questo non cambierà il mio amore per il tennis.
E' il mio corpo che decide per quanto tempo giocherò e ho intenzione di rimanere nel tour ancora per lungo tempo.


Non sai davvero quando avverà il tuo ritiro?
Non ho alcun programma di ritiro. Quando raggiungi una certa età è come se ci fosse un orologio che inizia a scandire il tempo.E' chiaro che quel momento prima o poi arriverà. E' quasi come una donna. Una volta che è incinta, partorirà. E' solo questione di tempo.

da TWI (n.d.r.)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Mer 2 Nov 2011 - 8:46

... ieri al






Roger Federer vince lo Swiss Indoors History Award


E' un Roger Federer elegantissimo quello che ha fatto il suo ingresso sul campo centrale di Basilea.
Lo svizzero è stato premiato con lo Swiss Indoors History Award, premio assegnato al campione elvetico dai fans e che lo ha incoronato miglior giocatore di sempre nel torneo di Basilea. Molti i momenti toccanti della cerimonia: allo svizzero sono stati fatti vedere i momenti in cui ha alzato il trofei ma anche quelli un pò meno belli, come ad esempio quando appena ventenne scoppiò in lacrime dopo aver perso la finale contro Henman. Federer ha dichiarato: " L'anno prima di questa finale ne avevo giocata un'altra e la persi in 5 set da Enqvist. Allora pensai che l'anno dopo avrei sicuramente vinto perchè ci ero andato molto vicino ma invece persi nettamente in 3 set da Henman. In quel momento mi sono messo a piangere perchè pensavo che non avrei mai vinto questo torneo. Quando ho vinto nel 2006 venivo da una stagione fantastica ed è stato molto emozionante. Quando invece mi diedero una WC nel 1998 ero stato sorteggiato contro Agassi e la gente mi prendeva in giro perchè pensava che non avrei fatto un game. Ma poi ho vinto 5 games quindi non è andata malissimo"

Durante la cerimonia presente anche Pierre Blanchard, l'uomo che realizza ritratti in 2 minuti. Federer ha scherzato in francesce dicendogli: " Me ne hai già fatti due e tra un pò non saprò più dove metterli!"

Sul maxischermo proiettati anche i messaggi registrati dagli ' sconfitti'. Queste le loro parole:

Wilander: " Complimenti Roger. Tu sei il migliore giocatore di sempre e lo meriti"

Sampras: " Ehi Roger sono Pistol, complimenti per essere diventato il numero 1 anche nel tuo Paese. Divertiti perchè è sempre un piacere guardarti. Ci vediamo presto"

Borg: " Non sono sopreso più per quello che riesci a raggiungere, per me tu sei il migliore giocatore di sempre e fidati che non sono il solo a pensarlo. Ti auguro il meglio non solo per quanto riguarda il tennis ma soprattutto per la vita"
TWI (n.d.r.)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da archery57 il Mer 2 Nov 2011 - 10:28

Borg: "Non sono sopreso più per quello che riesci a raggiungere, per me tu sei il migliore giocatore di sempre e fidati che non sono il solo a pensarlo. Ti auguro il meglio non solo per quanto riguarda il tennis ma soprattutto per la vita"

archery57
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2222
Età : 59
Località : Padova
Data d'iscrizione : 24.05.11

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR 3.5
Racchetta: 2 x Wilson Six One 95, 2 x Wilson Pro Staff Classic 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da Ospite il Sab 5 Nov 2011 - 10:45

... Via Federer ...





La città di Bienne, in Svizzera, ha voluto onorare il grande campione elvetico intitolando una via a suo nome.
A Bienne, infatti, si trova la Federazione Nazionale Svizzera di tennis. Si tratterebbe della strada che congiunge la sede della Swiss Tennis ai nuovi impianti sportivi degli Stades de Bienne. Il sindaco di Bienne, Erich Fehr, ha confermato che, dopo alcune esitazioni, il manager di Roger, Tony Godsick ha accettato la proposta. Il primo cittadino ha inoltre dichiarato che non c’era nessuna intenzione commerciale legata all’avvenimento. Resta comunque il fatto che si tratta di un omaggio molto raro reso ad una personalità sportiva (e non solo) ancora in vita.
UbiTennis (n.d.r.)

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 6 Nov 2011 - 22:48

oggi per la quinta volta roger si e' aggiudicato il torneo di basilea....casa sua in pratica.....alla premiazione s'e' commosso,gli veniva da piangere pensando nn so a che cosa,si e' trattenuto per i fotografi soltanto,ho sempre visto una persona molto sensibile alle emozioni,cosa che lo rende molto umano,ma a volte questa cosa l'ha fregato in campo...cmq se la puo' ancora giocare ancora con chiunque,se scende in campo SEMPRE con determinazione e con la voglia di vincere ancora qualcosa,lasciando andare il braccio,giocando d'attacco senza stare li' a palleggiare troppo,perche' se la mette cosi' contro rafa o nole perde in partenza.....GRANDE ROGER.....C'MOOOONNNNN

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10006
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da alba77 il Dom 6 Nov 2011 - 23:13

Ho visto la premiazione in diretta in streaming, davvero toccante il momento in cui si è commosso. Un uomo dal tennis stellare e umanamente in carne ed ossa king

Speriamo che dopo un 2011 così privo di risultati per lui, ora trovi più fiducia, si sblocchi e che accenda la micia di una lunga serie positiva di tornei vinti, anche importanti come i Masters di fine anno, GS e perché no, anche le olimpiadi e se continua così c'è ancora tanto da regalare a se stesso, al tennis e a noi che possiamo seguirlo.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2842
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da DrDivago il Dom 6 Nov 2011 - 23:17

Forse l'ho già detto da qualche altra parte, ma Roger Federer è stato l'unico motivo per cui Nole non ha realizzato il Grande Slam quest'anno, l'unico che è riuscito a battere il serbo quando era al 100%... avrà pure 30 anni e probabilmente non tornerà più n°1 del Ranking ATP, ma un altro paio di Slam li vince...

_____________________________________________________________
ball on the line...

DrDivago
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 6449
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.net

Tornare in alto Andare in basso

Re: Federer, quanto durerà?

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 6 Nov 2011 - 23:31

@DrDivago ha scritto:Forse l'ho già detto da qualche altra parte, ma Roger Federer è stato l'unico motivo per cui Nole non ha realizzato il Grande Slam quest'anno, l'unico che è riuscito a battere il serbo quando era al 100%... avrà pure 30 anni e probabilmente non tornerà più n°1 del Ranking ATP, ma un altro paio di Slam li vince...
e l'ultima volta pure aveva il match in tasca roger contro nole,quei due match point li sta ancora sognando mi sa...un dritto in risposta di nole che se lo prova altre duecento volte nn gliene viene manco mezza(un dritto potente incrociato sulla riga quasi sul match point avversario eh...)..spero si alleni molto il re per regalarci altre gioie

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10006
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 40 1, 2, 3 ... 20 ... 40  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum