Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da pink floyd il Lun 7 Gen 2013 - 22:43

i vari discorsi sui 2 temi precedenti, sono contradittori, fra 2 pensieri di vedute, anche perche' si dice che non c'e' tempo x pensarci

mentre x il sevizio , si parte da fermo.

quanto dipende dalla frustata , e quanto dal resto, x fare un bel servizio veloce ?

kk, veterano, kennex, spalma, ecc . ecc . siete i benvenuti bounce bounce

pink floyd
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1616
Età : 53
Località : brianza
Data d'iscrizione : 04.05.12

Profilo giocatore
Località: brianza
Livello: 4.2
Racchetta: head radical tour ----- dunlop max 200G ( 1983 )

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da benti77 il Lun 7 Gen 2013 - 23:20

E=mc^2 Wink
La velocità la puoi prendere come ti vien piú comodo, ma tutto di spalla lo vedo complesso

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Veterano il Lun 7 Gen 2013 - 23:38

Diciamo che il servizio si veste un po sulla persona e sulle sue capacita' fisiche.
L'altezza e' un fattore determinante ma non solo,Nel servizio tutto il corpo e' partecipe dell esecuzione del colpo.Per svilupparlo come si deve si fa vermente un lavoro specifico basato sulle caratterisitiche dell individuo.Insomma non e solo una cosa che determina l'efficacia del servizio.Partiamo dalla posizine dei piedi, al caricamento delle gambe,alle spalle,al gomito al polso,al lavoro degli addominali.Senza poi metttere in comto quanto sia importante il lancio palla.
Insomma ci sono delle basi tecniche ma biosgna vedere le caratteristuche fisiche e capacita di movimento del soggetto in questione.Ce chi ha una facilita' nel caricare la spalla ,ma ha `poca velocita d'esecuzione,ce chi invece e molto veloce ma ha una spalla poco retroativa,insomma ce ne per tutti,La bravura di chi insegna e saper valutare per bene cosa funziona e cosa no,e cercare di mettere insieme tutte queste spinte per fare funzionare a dovere il servizio.Che poi si spinga di piu da un lato o dall altro non ha molta importanza,sicuramente certi deficit si possono miglorare con l'allenamento,ma certi sono poco mgilorabili proprio per le caratteristiche fisiche del individuo.A questo punto visto come e' il soggetto che sia ha davanti si fara' un lavoro specifico per cercare di rendere il colpo il piu efficace possibile.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Veterano il Lun 7 Gen 2013 - 23:44

Volevo corregere un errore ma mi sono incasinato......bueno sara' un post che fara' numero eh eh eh.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da kingkongy il Mar 8 Gen 2013 - 0:50

....mi sembra assolutamente chiaro, anche se a volte mi sembra di leggere Speedy Gonzales Very Happy
....fa molto "esotico"! C'è gente che parla così apposta per far colpo, tu invece lo fai sul serio! In spiaggia a Rimini rimorchieresti come un dragamine!!!
Hihihihi
Tornando semiseri, hai fatto un bellissimo intervento! C'è un concentrato di tecnica vera ... che è disarmante, come e' sempre disarmante la qualità .
Complimenti Vet!!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Cesare il Mar 8 Gen 2013 - 1:39

Chissa' perche'ma uando si parla d'impedimenti nel produrre un efficace e rapido caricamento della spalla nel servizio,mi viene in mente Pippo Volandri, che ha sempre avuto una sorta di blocco dell'articolazione scapolo-omerale penalizzante ai fini dell'esecuzione di questo fondamentale. Mi son sempre chiesto se questo tipo di problema poteva essere risolto in qualche modo, o proprio non c'era niente da fare

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ivan il Mar 8 Gen 2013 - 3:37

A me da un pò viene naturale saltare con entrambe le gambe andando in elevazione dritto verso l'alto a piè pari..

mi da la sensazione di controllare meglio e di salire più verso l'alto, di conseguenza controllo bene la pronazione del polso ed ho proprio l'idea di essere in controllo del colpo.



Questo a discapito della potenza, anche se tutto sommato da quando salto un pochino più in alto la mia velocità di palla è aumentata.

Si comprende o dico bestialità?

Ivan
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 142
Età : 44
Data d'iscrizione : 17.10.10

Profilo giocatore
Località: Mi
Livello: 4.4 Fit
Racchetta: Slazenger Tour 320

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da benti77 il Mar 8 Gen 2013 - 6:40

Vittima dell'insonnia da fuso orario dico la mia.
Quanto indicato da Veterano è ineccepibile, però ovviamente non va sul dettaglio di alcuni movimenti, in quanto dare consigli senza conoscere il giocatore non è profesionalle e da istruttore (come se mi chiedi di progettarti una struttura su un forum, ho qualche dubbio nel risponderti...), ma siccome io sono un dilettante che si diverte posso azzardarmi Smile, inoltre magari formisco spunti per correzioni o suggerimenti.

Per impripere potenza serve come sempre l'uso del corpo, quindi una ottima oscillazione dalla gamba posteriore a quella anteriore nel colpire, unita ad una velocità nella parte finale dello swing, che può essere più o meno ampio (giocatori pro hanno stili diversi infatti).

Il saltello, l'ho praticato quando avevo 20 anni e giocavo sempre, in perfette condizioni fisiche e tecniche. Non mi serviva ad aumentare la potenza, ma a prendere la rete con velocità, difatti lo accoppiavo più ai colpi in kick o slice che a quelli di potenza piatti.
Prima di colpire inarcavo un pò la schiena per darmi spinta, quindi un buon giocatore poteva capirlo (vedi Agassi e la storia della lingua di Becker Very Happy).
Di contro mi causava fatica maggiore e una minore potenza del colpo, cosa ragionevole se pensi che stacchi il corpo da terra e devi spingere maggiormente di schiena.

Per potenziare il servizio piatto, mia arma principale con la quale raggiungevo i 200km/h (boooo seee yuyuyuyu, crederci o no è stata la sorpresa di tanti amici che non volevano dar credito a chi giocava con me) tirato perlopiù internamente a punire posizioni avverse al mio gioco di serv&volley, tutto stava nella respirazione in fase di preparazione del colpo, con leggera oscillazione sulla gamba posteriore, quindi al lancio della palla seguiva il movimento consueto, con accelerazione e spostamento del corpo in avanti, ma senza sbilanciarsi troppo. Per colpire più alto (son solo 180 e tanta voglia di crescere) usavo l'estensione degli arti (ora per me proibitiva causa tendiniti al gomito), e impattavo sempre in fase ascendente della pallina.

Non trascuriamo poi il lancio della pallina, che deve esseere non stortignaccolo, tanto vale allenarlo a vuoto, lanci e la palla deve ritornare davanti a te, non sei te che devi inseguirla !

Infine il polso, è fondamentale per direzionare e chiudere il colpo, ma non è un movimento esagerato.

Ora se ho sparato molte cavolate prego di correggermi, in fondo è più difficile spiegare che giocare !

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da fede il Mar 8 Gen 2013 - 8:03

@benti77

Benvenuto in questo mondo di 'malati'....!!!
Non ti avevo ancora incontrato on the court, ma solo in acqua!!!

fede
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1513
Data d'iscrizione : 15.09.10

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: 4 itr 4.2 fit
Racchetta: yonex vcore 100 Si

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da benti77 il Mar 8 Gen 2013 - 8:07

@fede ha scritto:@benti77

Benvenuto in questo mondo di 'malati'....!!!
Non ti avevo ancora incontrato on the court, ma solo in acqua!!!

Hai finito co sti tornei ?!?!? una sciatina nel weekend ?
Poi una volta ci organizziamo per fare anche due tiri così mi massacri per bene Very Happy

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da j_buckley83 il Mar 8 Gen 2013 - 23:23

ma questo lancio di palla per forza dritto davanti al piede? io, mancino, la lancio in avanti ma sempre un po' a sinistra! per qualche motivo il lancio mi riesce più regolare e l'impatto migliore....ci sono casi noti tra i pro di un lancio del genere?

j_buckley83
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 07.12.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ospite il Mer 9 Gen 2013 - 0:34

Nel servizio vale sempre il discorso degli emisferi , solo che qui il discorso è diverso perchè il servizio come dice bene pink floyd è un colpo a se, ovvero non è influenzato, tranne la piccola ceduta di energia per il riposizionamento post finale, piccolissimo emisfero(questa non ve la spiego) ma vi dico che vale un 2 per cento buono che si sottrae all'esecuzione in toto del movimento. Il servizio non è un colpo continuo, come potrebbe essere il dritto o il rovescio, è un colpo fatto di varie fasi( lo scopo finale sara quello di renderlo il piu continuo possibile). Ognuna di queste fasi rappresenta un emisfero che puo essere piccolo o meno dalla nascita, (vedi teoria gia enunciata). Alcune fasi potrebbero essere addirittura mancanti, cioè in alcuni soggetti vi è proprio la mancanza di emisferi, quindi il movimento manca di una fase o anche piu (movimento iniziati da sopra la spalla). Gli emisferi sono appunto di capienza differente ma in maniera minore rispetto alle differenze che potrebbero esserci nel dritto. Per farsi che il movimento risulti continuo occorre lavorare a gradi su ogni emisfero, prima sulla posizione della gamba sinistra, sul rimbalzo della palla a terra, sullo spostamento del peso sulla gamba destra, sul lancio di palla, sull'avvicinamento della gamba destra alla sinistra o sull'arresto della gamba destra, sul piegamento delle gambe, sull'indicazione della palla con la mano, sul non far scendere la mano fino all'impatto, sulla posizione della racchetta alta pre impatto, sulla scioltezza dell'impatto, sul finale della racchetta sulla mano sinistra. Queste sono le fasi, qualcuno le prime fasi non le possiede, non ha questi emisferi, non so se sia un bene o un male, perchè non averceli in qualche modo riduce la difficolta del gesto, ma se in possesso di tutte le fasi(emisferi) e sfruttate il gesto diventa di gran lunga piu efficace. Ogni parte va allenata. Ogni giocatore divide la percentuale totale come piu meglio crede. Cioè dedica ad esempio un 2 per cento al peso sulla gamba sinistra, un 1 per cento al rimbalzo della pallina, un 10 per cento allo spostamento del peso sulla gamba destra, un 20 per cento al lancio di palla, un 10 per cento all'indicazione della palla e al mantenimento della mano fino all'impatto, un 6 per cento al mantenimento della testa alta della racchetta, un 30 per cento al caricamento delle gambe nelle 2 posizioni possibili, un 20 per cento alla scioltezza dell'impatto e un 13 per cento al finale - a cui bisogna sottrarre 2 punti. Queste in genere sono le mie disposizioni di materia nei miei vari emisferi che sono di capienza pressoche tutti uguali. Nei tennisti professionisti succede la stessa cosa. Va detto che ogni giocatore sceglie su cosa puntare del movimento, ce a chi piace pensare, cioè dedicare piu materia ad una cosa piuttosto che ad un altra, e tralascia altre parti, c'e chi mette materia prettamente all'impatto, chi al lancio di palla, chi al finale e cosi via. I giocatori professionisti, quelli che servono bene, gli isner, i karlovic e anche quelli come federer raggiungono la miglior combinazione possibile per se stessi delle percentuali di materia nei vari emisferi e solo cosi riescono a servire quei missili che vedete in televisione. Un giocatore di club invece dosa male queste percentuali di materia e il suo movimento risulta difettoso qualche esempio o molto spezzato, squilibrato , poco efficace.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ljubo il Mer 9 Gen 2013 - 1:17

kennex ha scritto:Nel servizio vale sempre il discorso degli emisferi , solo che qui il discorso è diverso perchè il servizio come dice bene pink floyd è un colpo a se, ovvero non è influenzato, tranne la piccola ceduta di energia per il riposizionamento post finale, piccolissimo emisfero(questa non ve la spiego) ma vi dico che vale un 2 per cento buono che si sottrae all'esecuzione in toto del movimento. Il servizio non è un colpo continuo, come potrebbe essere il dritto o il rovescio, è un colpo fatto di varie fasi( lo scopo finale sara quello di renderlo il piu continuo possibile). Ognuna di queste fasi rappresenta un emisfero che puo essere piccolo o meno dalla nascita, (vedi teoria gia enunciata). Alcune fasi potrebbero essere addirittura mancanti, cioè in alcuni soggetti vi è proprio la mancanza di emisferi, quindi il movimento manca di una fase o anche piu (movimento iniziati da sopra la spalla). Gli emisferi sono appunto di capienza differente ma in maniera minore rispetto alle differenze che potrebbero esserci nel dritto. Per farsi che il movimento risulti continuo occorre lavorare a gradi su ogni emisfero, prima sulla posizione della gamba sinistra, sul rimbalzo della palla a terra, sullo spostamento del peso sulla gamba destra, sul lancio di palla, sull'avvicinamento della gamba destra alla sinistra o sull'arresto della gamba destra, sul piegamento delle gambe, sull'indicazione della palla con la mano, sul non far scendere la mano fino all'impatto, sulla posizione della racchetta alta pre impatto, sulla scioltezza dell'impatto, sul finale della racchetta sulla mano sinistra. Queste sono le fasi, qualcuno le prime fasi non le possiede, non ha questi emisferi, non so se sia un bene o un male, perchè non averceli in qualche modo riduce la difficolta del gesto, ma se in possesso di tutte le fasi(emisferi) e sfruttate il gesto diventa di gran lunga piu efficace. Ogni parte va allenata. Ogni giocatore divide la percentuale totale come piu meglio crede. Cioè dedica ad esempio un 2 per cento al peso sulla gamba sinistra, un 1 per cento al rimbalzo della pallina, un 10 per cento allo spostamento del peso sulla gamba destra, un 20 per cento al lancio di palla, un 10 per cento all'indicazione della palla e al mantenimento della mano fino all'impatto, un 6 per cento al mantenimento della testa alta della racchetta, un 30 per cento al caricamento delle gambe nelle 2 posizioni possibili, un 20 per cento alla scioltezza dell'impatto e un 13 per cento al finale - a cui bisogna sottrarre 2 punti. Queste in genere sono le mie disposizioni di materia nei miei vari emisferi che sono di capienza pressoche tutti uguali. Nei tennisti professionisti succede la stessa cosa. Va detto che ogni giocatore sceglie su cosa puntare del movimento, ce a chi piace pensare, cioè dedicare piu materia ad una cosa piuttosto che ad un altra, e tralascia altre parti, c'e chi mette materia prettamente all'impatto, chi al lancio di palla, chi al finale e cosi via. I giocatori professionisti, quelli che servono bene, gli isner, i karlovic e anche quelli come federer raggiungono la miglior combinazione possibile per se stessi delle percentuali di materia nei vari emisferi e solo cosi riescono a servire quei missili che vedete in televisione. Un giocatore di club invece dosa male queste percentuali di materia e il suo movimento risulta difettoso qualche esempio o molto spezzato, squilibrato , poco efficace.

Cioè, ma fai sul serio? Se definisci una cosa emisfero, per definizione non sono più di due. Tu stai moltiplicando gli emisferi del cervello umano e addirittura stai sostenendo che l'homo sapiens sapiens avrebbe non per ogni colpo del tennis, ma addirittura per ogni singola fase di un colpo di tennis un emisfero specifico che vi presiede. Ognuno di questi emisferi avrebbe inoltre una capienza e potrebbe essere ora più grande ora più piccolo dalla nascita (ma sì, buttiamoci dentro anche un po' di genetica).

Stai dicendo delle cose assurde per chiunque abbia una qualche minima nozione di anatomia e fisiologia cerebrale.
Un po' come se mi mettessi a dire che l'essere umano è un ruminante dotato di più stomaci. Le tue affermazioni non sono meno gravi.

Mi spiace, ma con 'sta storia degli emisferi credo che tu ti sia giocato tutta la tua credibilità di fronte al forum.

Ljubo
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 54
Data d'iscrizione : 20.03.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da benti77 il Mer 9 Gen 2013 - 7:23

Scusa Kennex ma t'ho perso pure io.
Pensavo, speravo, che parlassi di emisferi come attitudine, ma mi sa che sei andato oltre !

Tornando al topic, il lancio della pallina in teoria dovrebbe essere influenzato dal tipo di servizio, kick, piatto o slice.
Poi piccole variazioni personali sono logiche, anche sul colpire in fase ascendente, quando inverte il moto o ridiscende...
Insomma sarebbe come dire che Messi corre strano quindi é na segaccia Very Happy, ma forse ha un emisfero enorme per il calcio e uno piccolo per la corsa !!!

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da rossano il Mer 9 Gen 2013 - 8:04

Ma non somiglia un po' a Wik sta storia?

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da perro il Mer 9 Gen 2013 - 8:30

mamma mia che due emisferi.. anzi quattro in quanto emi Smile

perro
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 582
Data d'iscrizione : 03.05.12

Profilo giocatore
Località: Savona
Livello: X
Racchetta: sposato

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ospite il Mer 9 Gen 2013 - 11:22

in effetti parlare di emisfero anche per cio che compone l'emisfero non è corretto. Vediamo il significato etimologico di emisfero: "La parola emisfero significa letteralmente "mezza sfera" e si riferisce alla metà di una sfera divisa da un cerchio massimo; è un tipo particolare di porzione sferica." Quindi in realta gli emisferi sono due, uno che controlla la parte destra del corpo e uno la parte sinitra. Da qui, uno che controlla il rovescio e uno la parte del dritto. Poi all'interno dei due emisferi ci sono delle aree, che potrei chiamare in qualsiasi modo che prima erroneamente ho chiamato piccoli emisferi( si capiva meglio in quanto sono delle locazioni di materia); in quello del dritto vi alloggiano il servizio, il dritto, la volee di dritto, il back di dritto. In quello del rovescio alloggiano il rovescio in entrambe le esecuzioni, una o due mani, il back di rovescio e la volee di rovescio. Queste aree o piccole sfere lavorano come detto in precedenza, se alleni un parte l'altra ne risentira per via dell'inutilizzo (il meccanismo è piu complesso, andate a rivedere la teoria).
Queste aree che compongono i due emisferi non comunicano tra di loro nemmeno se fanno parte dello stesso emisfero, quindi la volee di dritto non è influenzata dal dritto ne dal servizio e viceversa, stessa cosa per l'emisfero del rovescio. Quest'area non so dove si trova, potrebbe occupare uno spazio piccolissimo o piuttosto grande in qualsiasi zona del cervello. Io vi sto descrivendo il meccanismo non la componentistica, quindi non concentratevi sull'hardware ma piu sul software.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da benti77 il Mer 9 Gen 2013 - 11:34

Scusa se mi permetto, ma te lo hanno mai spiegato come funziona il cervello ?
No perché a meno che tu sia un neurochirurgo molto informato e sai cose non disponibili a noi mortali, mi sa che stai rendendo un abbaglio a livello di anatomia.

http://www.news-medical.net/health/Human-Brain-Structure-(Italian).aspx

Il braccio destro, che tu lo muova a sinistra o a destra dell'asse è sempre controllato dall'emisfero sinistro.
Ora non mi dire che siccome cambia la gamba che sta davanti si incrociano le lame boomerang degli emisferi....

con questa chiudo e non rispondo ulteriormente in quanto ci si approssima al flame con un troll

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da ace59 il Mer 9 Gen 2013 - 11:40

@benti77 ha scritto:

con questa chiudo e non rispondo ulteriormente in quanto ci si approssima al flame con un troll

136 messaggi in 5 giorni = 27,2 messaggi al giorno affraid e nessuna informazione circa se stesso Suspect

quoto benti

ace59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3377
Età : 57
Data d'iscrizione : 29.06.11

Profilo giocatore
Località: treviso
Livello: fit 4.2
Racchetta: 1 PT57A pj MP , 1 PT57E pj MP l , 2 prestige MP , 1 PK Ki5 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da chiros il Mer 9 Gen 2013 - 11:47

@rossano ha scritto:Ma non somiglia un po' a Wik sta storia?

L'unica cosa che assomiglia è l'aggressione verso di me. Però i modi di porsi e di scrivere sono completamente diversi. Questo mi sembra un ragazzino. In ogni caso amen.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da kingkongy il Mer 9 Gen 2013 - 13:18

In effetti Chiros ha subìto un attacco verbale davvero disdicevole.
Uso questo tono formale, forse un po' inedito per il mio avatar qui sul Forum, ma è proprio per rimarcare l'anomalia.
Parlo di anomalia ma, anche in precedenza, alcuni mesi fa, si erano verificati episodi poco gradevoli, come nel caso di Errex che, non a caso, si è allontanato dalla comunità, presumo definitivamente. Un'assenza passata sotto traccia per la delicatezza della persona, ma che, a mio avviso, dovrebbe far riflettere, visto il suo impegno a fornire un "servizio" informativo a tutti noi, ripagato con messaggi infastiditi o pseudoironici, molto "pseudo".

Come diceva Oscar Wilde: "Gli uomini solgono chiamare esperienza i propri errori". Bene, vediamo di trarre una "morale" da tutto questo.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ospite il Mer 9 Gen 2013 - 13:53

@kingkongy ha scritto:In effetti Chiros ha subìto un attacco verbale davvero disdicevole.
Uso questo tono formale, forse un po' inedito per il mio avatar qui sul Forum, ma è proprio per rimarcare l'anomalia.
Parlo di anomalia ma, anche in precedenza, alcuni mesi fa, si erano verificati episodi poco gradevoli, come nel caso di Errex che, non a caso, si è allontanato dalla comunità, presumo definitivamente. Un'assenza passata sotto traccia per la delicatezza della persona, ma che, a mio avviso, dovrebbe far riflettere, visto il suo impegno a fornire un "servizio" informativo a tutti noi, ripagato con messaggi infastiditi o pseudoironici, molto "pseudo".

Come diceva Oscar Wilde: "Gli uomini solgono chiamare esperienza i propri errori". Bene, vediamo di trarre una "morale" da tutto questo.

kingkongy mi sono gia scusato con chiros, non era mia intenzione offenderlo.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ospite il Mer 9 Gen 2013 - 13:56

@benti77 ha scritto:Scusa se mi permetto, ma te lo hanno mai spiegato come funziona il cervello ?
No perché a meno che tu sia un neurochirurgo molto informato e sai cose non disponibili a noi mortali, mi sa che stai rendendo un abbaglio a livello di anatomia.



Il braccio destro, che tu lo muova a sinistra o a destra dell'asse è sempre controllato dall'emisfero sinistro.
Ora non mi dire che siccome cambia la gamba che sta davanti si incrociano le lame boomerang degli emisferi....

con questa chiudo e non rispondo ulteriormente in quanto ci si approssima al flame con un troll

nn è quesione di hardware, è questione di software. Tu usi la ferrari, sai come guidarla anche senza conoscere il suo funzionamento hardware, non conosci la sua componentistica fisica, pero la guidi meglio di un meccanico laureato. la macchina è l'hardware, il pilota il software

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da Ospite il Mer 9 Gen 2013 - 14:57

Kennex, mi associo anche io alla richiesta di avere qualche informazione su di te.
Hai fatto molti interventi, con idee non sempre ortodosse.
Gioverebbe alla tua credibilità qualche informazione di più sul tuo conto.

Corri altrimenti il rischio di sembrare un troll.

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: dopo lo stance,e il colpire davanti, parliamo del servizio

Messaggio Da chiros il Mer 9 Gen 2013 - 15:15

kennex ha scritto:
@kingkongy ha scritto:In effetti Chiros ha subìto un attacco verbale davvero disdicevole.
Uso questo tono formale, forse un po' inedito per il mio avatar qui sul Forum, ma è proprio per rimarcare l'anomalia.
Parlo di anomalia ma, anche in precedenza, alcuni mesi fa, si erano verificati episodi poco gradevoli, come nel caso di Errex che, non a caso, si è allontanato dalla comunità, presumo definitivamente. Un'assenza passata sotto traccia per la delicatezza della persona, ma che, a mio avviso, dovrebbe far riflettere, visto il suo impegno a fornire un "servizio" informativo a tutti noi, ripagato con messaggi infastiditi o pseudoironici, molto "pseudo".

Come diceva Oscar Wilde: "Gli uomini solgono chiamare esperienza i propri errori". Bene, vediamo di trarre una "morale" da tutto questo.

kingkongy mi sono gia scusato con chiros, non era mia intenzione offenderlo.

Davvero? Non me ne sono accorto. Comunque l'offesa era chiaramente voluta.
Roba passata ormai, accetto le scuse ora. Ci tenevo soprattutto per far mantenere nel forum un sano ambiente.
Devo anche dire che nei concetti di Kennex ci sono fondi di verità.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum