Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Colpire la palla davanti al corpo

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Cesare il Mer 2 Gen 2013 - 1:15

Promemoria primo messaggio :

Parrebbe un fondamentale che molti danno per scontato, pero'mi chiedo: tutti quanti cerchiamo di farlo? perche' i benefici, e'indubbio, sono molteplici. In primo luogo,e' assai piu' probabile colpire la palla quando e' ancora in fase di ascesa, o quantomeno quando non ha ancora iniziato a scendere, e cio' fa parte del cosiddetto "gioco d'anticipo", si ruba maggiormente tempo all'avversario, e ci permette d'essere i primi a comandare lo scambio. Secondariamente, sempre a patto che la condizione fisica, vedi mobilita' sulle gambe, ce lo permetta, otterremo anche il vantaggio d'una maggio velocita' d'uscita di palla dal piatto corde,quindi teoricamente anche la possibilita' di mettere a segno un maggior numero di colpi vincenti. Colpire la palla davanti al corpo sempre, dovrebbe essere una delle prime regole da imparare , e da mettere in pratica a mio avviso.

Cesare
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4592
Data d'iscrizione : 31.10.09

Profilo giocatore
Località: reggio emilia
Livello: basso
Racchetta: 3 Volkl V1 Custom @ 315 grammi senza corde(2 Japan + 1 Mercedes Cup edition)

Tornare in alto Andare in basso


Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da ronwelty il Gio 3 Gen 2013 - 10:32

@defe88 ha scritto:ho capito quali sono i vantaggi del colpire la palla in avanti (guardare la palla, forza del colpo avversario sfruttata a proprio vantaggio ecc..) ma invece i rischi quali sono?

IMHO l'unico rischio che corri è di vincere qualche partita in più.. Very Happy
Un grazie spassionato a kk per i suggerimenti, è sempre un gran piacere.. Smile

ronwelty
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2259
Data d'iscrizione : 15.09.12

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.NC
Racchetta: Yonex Vcore Tour G 310

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da johnmcenroe96 il Gio 3 Gen 2013 - 10:34

Che ? Cosa ? Aspetta, credo di aver capito male.
1 - Anche se noi giocassimo contro Pietrangeli, noi con le nostre racchette e lui con la sua, ci farebbe cappotto. Detto questo, se noi ad Edberg gli diamo un telaio moderno, è numero 1/2 del Mondo, vince Wimbledon, non perde da Nadal.
@kingkongy ha scritto:Ne penso tutto il bene possibile perché funzionale anche all'abbinamento swing-materiali.
Servono movimenti dove la testa della racchetta deve viaggiare molto veloce e lo swing sta diventando compatto e meno disteso per le velocità degli scambi.
Si usano tutte le leve corte possibili, rinunciando (in parte) a quelle lunghe. Unica eccezione il servizio, dove l'atletismo consente leve lunghissime e palle non solo veloci ma anche molto lavorate.
La ricerca è verso la massima velocità al "fulcro", con una determinante azione di traslazione di energia e peso a livello di gambe.
L'analogia del pugile rende: la sventola esterna è tremenda se ti prende ma non è realizzabile sempre perché apre la guardia. Meglio i ganci e i diretti. Se portati "con l'anca" sono micidiali.
Tornando al tennis e ai materiali, con le racchette degli Anni '70 sarebbe stato un sucidio swingare come adesso! Mentre ora i compositi fanno funzionare molto meglio le corde e ottengono spin diabolici a "poco prezzo". Un cross da manuale, ai nostri tempi, lo eseguivano solo quelli davvero bravi, oggi un Quarta di buone capacità passerebbe con un dritto incrociato anche Edberg in discesa a rete...

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da spalama il Gio 3 Gen 2013 - 11:11

Sintetizzando:

colpire la palla davanti al corpo = maggiore velocità di palla con minore sforzo fisico e anticipo sul tempo del colpo di risposta dell'avversario, ergo conquista del campo e dominio dello scambio.

Questo vale sempre, con qualsiasi tecnica e con qualsiasi attrezzo si giochi.

Poi che oggi ci siano attrezzi che consentano di tirare missili anche facendo cadere la pallina quasi a terra è un'altra storia, ma ci vuole sempre un braccio allenatissimo per farlo.

Negli anni 70 questo paradigma era ancora più vero perchè si giocava piatto, si incontrava meglio la pallina dell'avversario che arrivava più pulita, si tirava più piano, e non c'era la preparazione fisica atletica che c'è ora nel tennis, quindi rubare anche un centesimo di secondo all'avversario significava fare punto quasi certo.

Oggi gli attrezzi consentono di giocare anche in altro modo ma che quello di colpire la palla davanti al corpo sia un principio sano e redditizio è fuori discussione.

Nel tennis moderno per farlo serve una ottima preparazione atletica, un senso della posizione in campo molto sviluppato, una buona tecnica, aperture rapidissime, occhio fermo sulla palla, senso dell'anticipo e di conseguenza un bel timing.

Abituarsi a giocare dietro la palla significa anche schiacciare la prospettiva del tennis del tuo avversario, non importa quanto tiri forte, trasformi il tennis in una partita frontale, senza che corri troppo dietro alla pallina che ti supera in diagonale e ti costringe ad andare all'indietro.

Fate tanto esercizio e che la forza sia con voi.

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 11:32

@spalama ha scritto:

Abituarsi a giocare dietro la palla significa anche schiacciare la prospettiva del tennis del tuo avversario



Azzo, Simo... affraid

Letta questa frase... credo che indosserò le MUTANDE DI GHISA, questa sera, per la partita!

Sono preparato al peggio!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da contropiede il Gio 3 Gen 2013 - 11:33

http://www.youtube.com/watch?v=_m7Aj5eFWaA&feature=player_embedded



Il tennis non puo' essere rigidamente codificato. Le stances, l'altezza della pallina, la posizione della pallina, la distanza della pallina,le prese gli effetti etc...etc...etc... come servono, quando servono. Bene mi direte: e la fluidità e il colpire in avanzamento.?. e le gambe piegate?questa è tutta un' altra storia. La mia amica Marzia G....è stata tra le prime 40 al mondo e le gambe non le piegava(perdonami Mazia). Non parlo dell'orrbile rovescio di john Mc perche' mi direbbero ah beh...ma quello era un genio..

Imparare i fondamentali poi gestire personalizzando, contestualizzando.....

Per fortuna siamo uomini e non macchine. Non ce niente di assoluto.. Anche colpire la palla in fase discendente ha un suo perche'. Non esiste la veritaà assoluta per fortuna. Amen. IMHO.Cool

Baci abbracci e buon anno a tutti

contropiede
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 477
Età : 62
Località : Milano
Data d'iscrizione : 23.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: pro kennex ki5 295 custom - pro kennex q5 295 gr. custom - dunlop 300 4d aerogel

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da spalama il Gio 3 Gen 2013 - 12:11

@Sonny Liston ha scritto:
@spalama ha scritto:

Abituarsi a giocare dietro la palla significa anche schiacciare la prospettiva del tennis del tuo avversario



Azzo, Simo... affraid

Letta questa frase... credo che indosserò le MUTANDE DI GHISA, questa sera, per la partita!

Sono preparato al peggio!

Ma va, lo sai che in questo periodo non la becco mai per tanti motivi....vieni sereno sarà un bell'allenamento come sempre.

E poi mi porto gli occhiali da sole, altrimenti contro la tua racchetta fluorescente è difficile giocare...

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 12:13

@Sonny Liston ha scritto:
@spalama ha scritto:

Abituarsi a giocare dietro la palla significa anche schiacciare la prospettiva del tennis del tuo avversario



Azzo, Simo... affraid

Letta questa frase... credo che indosserò le MUTANDE DI GHISA, questa sera, per la partita!

Sono preparato al peggio!

Beh, è questo il modo di ripresentarsi????
Nonno Sonny !!! Auguri in ritardo e bentornato. Abbraccio
Kk

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da spalama il Gio 3 Gen 2013 - 12:19

Per contropiede: non stiamo rigidamente codificando il tennis, ma non c'è dubbio che ci siano dei TRICKS che applicati ad un certo livello di apprendimento della tecnica aiutano a fare il salto di qualità.

Nessuno nega che funziona anche la CROCE SPAGNOLA e quindi colpire la palla tagliando il campo andando indietro e magari colpire quando la traiettoria è discendente.

Senza parlare di Roger Federer, ma del suo antagonista Nadal, anche per stile, vedendolo allenarsi dal vivo al Foro Italico, quando colpisce andando indietro tira un gran bel colpo di difesa, spesso con traiettoria arcuata e molto alta sulla rete, ma quando colpisce in avanti tira dei veri e propri missili impressionanti per profondità, velocità ed efficacia.

Quindi, quando potete ed avete il timing giusto, è inutile aspettare che la pallina cada in terra per colpire, colpitela mentre sale e questo vale per tutti.

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da contropiede il Gio 3 Gen 2013 - 12:26

@spalama ha scritto:Per contropiede: non stiamo rigidamente codificando il tennis, ma non c'è dubbio che ci siano dei TRICKS che applicati ad un certo livello di apprendimento della tecnica aiutano a fare il salto di qualità.

Nessuno nega che funziona anche la CROCE SPAGNOLA e quindi colpire la palla tagliando il campo andando indietro e magari colpire quando la traiettoria è discendente.

Senza parlare di Roger Federer, ma del suo antagonista Nadal, anche per stile, vedendolo allenarsi dal vivo al Foro Italico, quando colpisce andando indietro tira un gran bel colpo di difesa, spesso con traiettoria arcuata e molto alta sulla rete, ma quando colpisce in avanti tira dei veri e propri missili impressionanti per profondità, velocità ed efficacia.

Quindi, quando potete ed avete il timing giusto, è inutile aspettare che la pallina cada in terra per colpire, colpitela mentre sale e questo vale per tutti.

precisazione ineccepibile. quoto;)

contropiede
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 477
Età : 62
Località : Milano
Data d'iscrizione : 23.04.12

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: pro kennex ki5 295 custom - pro kennex q5 295 gr. custom - dunlop 300 4d aerogel

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da VICTORY il Gio 3 Gen 2013 - 13:06

Detto da uno che si dichiara in contropiede non e' poca cosa colpire la palla davanti! Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Eh che dire dell'importanza di guardare la palla mentre la si colpisce?

VICTORY
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 627
Località : MILANO
Data d'iscrizione : 20.11.11

Profilo giocatore
Località: MILANO
Livello: IN COSTANTE CRESCITA SINO AD ARRIVARE IN ATP
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 13:11

@spalama ha scritto:


E poi mi porto gli occhiali da sole, altrimenti contro la tua racchetta fluorescente è difficile giocare...



Mi hanno convocato ufficialmente come testimonial del Gay Pride, dopo aber visto le mie Bosworth... Cool

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 13:16

@kingkongy ha scritto:


Beh, è questo il modo di ripresentarsi????
Nonno Sonny !!! Auguri in ritardo e bentornato. Abbraccio
Kk



Bentrovato, KK...

Cercherò di dialogare rigorosamente SOLO con gli amici (che per fortuna sono molti)... Rolling Eyes

...evitando accuratamente di intervenire con chi non conosco, o peggio, con con chi mi sta sulle palle. Da tennis, ovviamente. Cool

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 13:51

Mi sfugge qualcosa... Cosa c'entra palla ascendente o discendente con il colpire la palla davanti al corpo? Colpo d'attacco o di difesa? Strategia o angoli?
Io intendo la nuda meccanica dello swing.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 13:55

@kingkongy ha scritto:Mi sfugge qualcosa... Cosa c'entra palla ascendente o discendente con il colpire la palla davanti al corpo? Colpo d'attacco o di difesa? Strategia o angoli?
Io intendo la nuda meccanica dello swing.

Provo a decodificare:

Normalmente, quando si colpisce una palla in fase discendente, quando è bassa, si usa molto Top Spin.

Per fare questo, con una grande "spazzolata" verso l'alto... si tende a colpire la palla non troppo avanti.

In caso conrario (colpendola avanti) si scaricherà una maggiore quantità di velocità orizzontale.

Ho detto una minkiata? Rolling Eyes

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da VICTORY il Gio 3 Gen 2013 - 14:10

No hai DETTO BENISSIMO...

VICTORY
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 627
Località : MILANO
Data d'iscrizione : 20.11.11

Profilo giocatore
Località: MILANO
Livello: IN COSTANTE CRESCITA SINO AD ARRIVARE IN ATP
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 14:21

@VICTORY ha scritto:No hai DETTO BENISSIMO...

Ti ringrazio... anche perchè il toppone è l'unica cosa che so fare decentemente! Razz

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 14:40

Minkiata non tantissimo... Diciamo una demi mikiett...
Prendi la racchetta, impugnala con il tuo grip abituale, di piazzi con il o i tuoi stance abituali, distendi il braccio alla geometria a te congeniale. Ora poni la racchetta ortogonale alla direzione della palla (facciamo parallela alla rete) e alzi e abbassi il braccio e...oppla' ecco la distanza DAVANTI al corpo al netto della traslazione in avanti.
Se una palla e' bassa e' necessaria una forte azione delle gambe.
Se la palla e' più lenta o lontano dalla rete dovrà esser spinta maggiormente...quindi...
Se la palla e' alta sopra la spalla...la spingi si', tantissimo, col corpo...ma tanto avanti, con quel grip...non ci arrivi "geometricamente".

Detto questo, il tema non era esattamente questo, ma il fatto di esser SEMPRE dietro la palla. Tanto o poco, e' questione di swing...
La grande spazzolata, come l'avete soprannominata, deve fare 30 metri di volo, non superare la rete e ciao... Vengo preso in giro perché dico che se insegnassero a tirare in continental...si tirerebbe meglio in western... Provate, provate hehehehe

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Sonny Liston il Gio 3 Gen 2013 - 15:22

@kingkongy ha scritto:Minkiata non tantissimo... Diciamo una demi mikiett...



Meggiu che ninte (dal genovese: meglio di niente)

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8049
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da VICTORY il Gio 3 Gen 2013 - 16:15

Sei un Mito King Kong!!!! Scusa Gozzilla ma la <> quale sarebbe?

VICTORY
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 627
Località : MILANO
Data d'iscrizione : 20.11.11

Profilo giocatore
Località: MILANO
Livello: IN COSTANTE CRESCITA SINO AD ARRIVARE IN ATP
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da benti77 il Gio 3 Gen 2013 - 16:52

Volevo solo dire che sareri curioso di vedere Un mazzolatore come Courier o un giocatore di anticipo come Agassi com le loro racchette anni 90 oggi, secondo me cambia molto poco...
Edberg non era il telaio a spingere poco, ma lui... I rivali tiravano bordate niente male, vedi la prima finale di Sampras aglius open, vinta da Edberg, ma con Pete che serviva a 200km/h

Poi sarà che non gioco piú come prima, che non sono un pro, ma dalla mia head dei '90 alla Pk o alla PD del mio amico non trovo questa enorme differenza in potenza

benti77
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 137
Età : 39
Località : Bellinzona (Ticino)
Data d'iscrizione : 27.11.12

Profilo giocatore
Località: Roma - Bellinzona
Livello: NC
Racchetta: PK Ki5 e vecchia Head Vision 660

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da nw-t il Gio 3 Gen 2013 - 17:23

@kingkongy ha scritto:
.....ma il fatto di esser SEMPRE dietro la palla. Tanto o poco, e' questione di swing...
La grande spazzolata, come l'avete soprannominata, deve fare 30 metri di volo, non superare la rete e ciao... Vengo preso in giro perché dico che se insegnassero a tirare in continental...si tirerebbe meglio in western... Provate, provate hehehehe
Grande Enri...x gl'ultimi 2 righi....Cool e x lo swing...cercate di fare lo swing del colpo più "sciolto" e fluido possibile...e farete viaggiare la palla senza il minimo sforzo.

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15459
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 18:37

Spiego subito la demi...perché, tanto, lo so che Nonno Sonny predica male ma razzola bene...hehehhehe Nel senso che fa cose - giuste - istintivamente (poi gliele spiego io...hehhehe).

Lasciamo stare per un attimo l'intervento di Benti...perché scritto sull'asse Roma-Bellinzona e, tra Panatta e Federer ...spezzeremo le reni al mondo...!

Al dunque.
Dietro la palla si gioca più o meno da oltre un secolo. Provate a servire davanti alla palla e vi pago una pizza!
Fino agli ultimi Anni Settanta la scuola tennistica planetaria non aveva grandi casini da risolvere: non esisteva il Forum di PassioneTennis. Ovvio!
Lo stance del dritto era quello: in asse con la direzione della palla; l'impugnatura era quella: continental; lo swing era quello: un bel cerchio e pammm! si colpiva la palla all'altezza (in tutti i sensi) del ginocchio sinistro in appoggio.
L'idea era quella di spingere con tutta la ciccia e brufoli del giocatore + l'energia cinetica generata dal movimento della racchetta. Il motto era l'unione fa la forza.
Si era "dietro il colpo"? Diciam di sì, appena appena; se sapevi giocare, sì.

Con gli Anni '80 arriva la "rivoluzione" (anche se non c'era ancora il Forum...che culez!).
Non cominciamo con l'ovo e la gallina...ma cambiano sia i materiali sia gli swing! Il rovescio a due mani viene sdoganato come "accettabile", si gioca "liftato" (in top non si diceva...), si lavorava un po' il servizio.
Le racchette? Nell'entusiasmo le hanno fatte un po' con tutto, pure con la ceramica degli orinatoi dell'Autogrill (da qui si capisce la mia avversione per le racchette colorate di bianco).

Però, porca palletta, 'sti nuovi padelloni facevano cose magiche! Prendi una Kramer normale e prova a tirare un passante che atterri nell'area di servizio...! E' ovvio che si faceva! Ma eri già classificato...ma anche bene... Tradotto: eri per lo meno un Terza attuale, ma di quelli buoni.
Nel senso che un NC anni Settanta quel colpo non lo sapeva fare e MAI lo avrebbe fatto in vita sua.
Ora, vecchi volponi...dai, ammettetelo che "almeno uno a partita" lo tirate! Ammettetelo o non scrivete più che "ve la fate con il 4.2 bravo del Club..."!!!!
Insomma se io avessi giocato con uno che mi incrociava così almeno una volta a partita....minimo lo guardavo storto!
<>.

Sarà merito dei materiali? Ma va!
Addirittura, quando ho visto per la prima volta entrare in campo uno con le Prince, un maestro è corso in segreteria torneo per chiedere l'espulsione.... Guardate che a voi manca un pezzettino di storia (tutta da ridere).

Torniamo all'uovo e alla gallina. Materiali da una parte e swing dall'altra.
Taglio corto sull'evoluzione e arrivo al Duemila e dintorni. Questa impugnatura continental non piace più! Ci credo: se vuoi toppare (non si dice più listare…) ti spacchi il polso, poi lo stanche è diventato frontale e, ancora, il polso, quello che sembrava ingessato, lo si può sfruttare come un "trampolino": basta piegarlo.

Lo stance aperto (generico) ha un sacco di vantaggi: spostamenti, recupero posizione, allungo e poi si parla di catena cinematica.
Kakkio è? Anziché il "tutti insieme", qualcuno si ispira agli sport di contatto e capisce che per generare energia è meglio sfruttare il sommarsi progressivo di masse e leve. Il tennis "scopre" muscoli e movimenti nuovi, nuove leve, nuovi swing!

E il grip? Il continental no!
Bisogna girare la racchetta, sempre di più. Perché? Perché si è dietro la palla e il fulcro del polso è davanti al corpo. Se tieni la racchetta in continental la faccia della racchetta guarda verso l'alto come una grondaia…
Ok, non faccio due cocomeri così sullo swing del dritto, ma se la palla è bassa o alta - essendo frontale il giocatore - non cambia tanto il punto d'impatto davanti al corpo.
La geometria del colpo cambia non appena l'angolo del gomito si allontana dal corpo. Ovvero puoi giocare con i famosi 90-90-90 gradi o interpretare lo swing moderno alla Federer.
E' una questione di compensazione e di angoli da rispettare o, se sei un campione, da "interpretare".

Sonny non ha detto una scemata sul "poco davanti" o il "molto davanti"….perché dipende da come giochi lo swing. Se è sempre lo stesso…ha detto una cavolatina…se cambia…e tiri a tutto braccio (e perde lo swing a "L")…cambiano gli angoli!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 18:44

scusate gli errori di battitura: non son riuscito a correggere!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da Ospite il Gio 3 Gen 2013 - 19:16

@kingkongy ha scritto:Spiego subito la demi...perché, tanto, lo so che Nonno Sonny predica male ma razzola bene...hehehhehe Nel senso che fa cose - giuste - istintivamente (poi gliele spiego io...hehhehe).

Lasciamo stare per un attimo l'intervento di Benti...perché scritto sull'asse Roma-Bellinzona e, tra Panatta e Federer ...spezzeremo le reni al mondo...!

Al dunque.
Dietro la palla si gioca più o meno da oltre un secolo. Provate a servire davanti alla palla e vi pago una pizza!
Fino agli ultimi Anni Settanta la scuola tennistica planetaria non aveva grandi casini da risolvere: non esisteva il Forum di PassioneTennis. Ovvio!
Lo stance del dritto era quello: in asse con la direzione della palla; l'impugnatura era quella: continental; lo swing era quello: un bel cerchio e pammm! si colpiva la palla all'altezza (in tutti i sensi) del ginocchio sinistro in appoggio.
L'idea era quella di spingere con tutta la ciccia e brufoli del giocatore + l'energia cinetica generata dal movimento della racchetta. Il motto era l'unione fa la forza.
Si era "dietro il colpo"? Diciam di sì, appena appena; se sapevi giocare, sì.

Con gli Anni '80 arriva la "rivoluzione" (anche se non c'era ancora il Forum...che culez!).
Non cominciamo con l'ovo e la gallina...ma cambiano sia i materiali sia gli swing! Il rovescio a due mani viene sdoganato come "accettabile", si gioca "liftato" (in top non si diceva...), si lavorava un po' il servizio.
Le racchette? Nell'entusiasmo le hanno fatte un po' con tutto, pure con la ceramica degli orinatoi dell'Autogrill (da qui si capisce la mia avversione per le racchette colorate di bianco).

Però, porca palletta, 'sti nuovi padelloni facevano cose magiche! Prendi una Kramer normale e prova a tirare un passante che atterri nell'area di servizio...! E' ovvio che si faceva! Ma eri già classificato...ma anche bene... Tradotto: eri per lo meno un Terza attuale, ma di quelli buoni.
Nel senso che un NC anni Settanta quel colpo non lo sapeva fare e MAI lo avrebbe fatto in vita sua.
Ora, vecchi volponi...dai, ammettetelo che "almeno uno a partita" lo tirate! Ammettetelo o non scrivete più che "ve la fate con il 4.2 bravo del Club..."!!!!
Insomma se io avessi giocato con uno che mi incrociava così almeno una volta a partita....minimo lo guardavo storto!
<>.

Sarà merito dei materiali? Ma va!
Addirittura, quando ho visto per la prima volta entrare in campo uno con le Prince, un maestro è corso in segreteria torneo per chiedere l'espulsione.... Guardate che a voi manca un pezzettino di storia (tutta da ridere).

Torniamo all'uovo e alla gallina. Materiali da una parte e swing dall'altra.
Taglio corto sull'evoluzione e arrivo al Duemila e dintorni. Questa impugnatura continental non piace più! Ci credo: se vuoi toppare (non si dice più listare…) ti spacchi il polso, poi lo stanche è diventato frontale e, ancora, il polso, quello che sembrava ingessato, lo si può sfruttare come un "trampolino": basta piegarlo.

Lo stance aperto (generico) ha un sacco di vantaggi: spostamenti, recupero posizione, allungo e poi si parla di catena cinematica.
Kakkio è? Anziché il "tutti insieme", qualcuno si ispira agli sport di contatto e capisce che per generare energia è meglio sfruttare il sommarsi progressivo di masse e leve. Il tennis "scopre" muscoli e movimenti nuovi, nuove leve, nuovi swing!

E il grip? Il continental no!
Bisogna girare la racchetta, sempre di più. Perché? Perché si è dietro la palla e il fulcro del polso è davanti al corpo. Se tieni la racchetta in continental la faccia della racchetta guarda verso l'alto come una grondaia…
Ok, non faccio due cocomeri così sullo swing del dritto, ma se la palla è bassa o alta - essendo frontale il giocatore - non cambia tanto il punto d'impatto davanti al corpo.
La geometria del colpo cambia non appena l'angolo del gomito si allontana dal corpo. Ovvero puoi giocare con i famosi 90-90-90 gradi o interpretare lo swing moderno alla Federer.
E' una questione di compensazione e di angoli da rispettare o, se sei un campione, da "interpretare".

Sonny non ha detto una scemata sul "poco davanti" o il "molto davanti"….perché dipende da come giochi lo swing. Se è sempre lo stesso…ha detto una cavolatina…se cambia…e tiri a tutto braccio (e perde lo swing a "L")…cambiano gli angoli!

sono d'accordo con la tua interpretazione, ma non consideri il fatto che una volta la continental era d'obbligo come dici tu ma c'erano motivi validi per la quale la si utilizzava come predefinita. Una volta il gioco era completamente diverso da oggi, dal servizio al dritto, al rovescio, era tutto poiettato in avanti , i gesti non erano spezzati ma continui, lineari, tutto in modo da agevolare la discesa a rete, (infatti la continental si usa anche come approccio a rete), addirittura il tennista piu forte della storia , giocava con le braccia a penzoloni, si il grande Rod, mano fatata, Laver, non metteva la mano al cuore, è come se abbracciava il campo con la mano libera come a dire, alla prima mi precipito a rete anche contro le leggi della fisica e chiamalo stupido, ha interpretato quel tipo di tennis meglio di tutti tanto da realizzare lo SLAM. Quindi l'abbandono della continental è una cosa normale, le racchette sono diventate dei tuttofare, piu leggere, e non ce piu bisogno di avere due motorini al posto delle gambe per fare serve and volley, si puo giocare da fondo tirando piu dentro e piu forte.

oggi giocare con continental è una follia, perchè non si riuscirebbe a contrastare la rotazione eccessiva data da queste nuove racchette, prova tu a mandare 5 dritti di fila di nadal con una continental!

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da johnmcenroe96 il Gio 3 Gen 2013 - 19:33

Ma no voi vi confondete. E' tutta una questione di confidenza, e Kennex, ti posso assicurare, che noi in Continental non ne mandiamo 5 di fila di dritto, è anche vero che Edberg sul veloce, batte Nadal, e gli manda palle in campo in Continental di dritto fidati

johnmcenroe96
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 982
Data d'iscrizione : 01.01.12

Profilo giocatore
Località: Scalea
Livello: 4.3
Racchetta: Wilson K Factor Blade 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Colpire la palla davanti al corpo

Messaggio Da kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 19:36

perché "NON considero"?

Considero eccome! Considero che 37 anni fa giocavo in continental e che oggi la uso per divertimento e per fare altre cose. Nel mio intervento cercavo proprio di "legare" i vari fattori. Infatti, lo swing di Nadal non si può fare con la continental: non ci sono gli angoli...

Intanto, ben arrivato.


Ultima modifica di kingkongy il Gio 3 Gen 2013 - 19:38, modificato 1 volta

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 9 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum