Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Impattare in "ascesa"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Alessandro il Ven 6 Feb 2009 - 9:43

Ultimamente prendo delle lezioni private per colmare le mie lacune, e sono rimasto in dubbio circa il consiglio che mi è stato dato: colpire la palla durante la sua ascesa, ovvero anticipare la palla subito dopo il rimbalzo, mentre sale, circa a metà del suo percorso tra l'impatto col terreno e la massima altezza raggiunta, per poter sfruttare al meglio l'energia scaturente dalla velocità della palla.
L'istruttore di prima invece mi diceva di impattare al punto + alto per garantire la pallina dentro il campo.
Quale la cosa + giusta?

_____________________________________________________________

Alessandro
Amministratore
Amministratore

Numero di messaggi : 2748
Età : 39
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Head Graphene Touch Pro - Fischer Black Granite N°1

http://www.passionetennis.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Eros il Ven 6 Feb 2009 - 10:01

ciao alessandro,

bè se riesci a imparare a giocare di anticipo è tutto di guadagnato, pensa ad agassi!
il rischio (e te lo dico perchè si tratta di un mio problema) è che giocando in questa maniera si impara sì a sfruttare l'energia dell'avversario per rimandare di là dei siluri, però non si impara a "spingere".

io gioco un po' in questo modo e con un avversario che ha la palla pesante vado a nozze, ma con chi mi tira le classiche "mozzarelle" faccio fatica a dare velocità alla palla e a cambiare ritmo. Insomma il rischio è di adattarsi benissimo alla velocità di palla dell'avversario ma di non controllare direttamente il gioco e di avere una velocità tua.

altro problema è che se ti trovi uno che pesta come un fabbro, voglio vederti ad andare a prendere la palla di controbalzo?!

dovresti chiedere al maetro se per lui questo è il gesto tecnico perfetto (quello che devi meccanizzare) o se è solamente un espediente per farti trovare il tempo sulla palla...

(tutto ciò ovviamente secondo me! attendo conferme o smentite)
ciao

Eros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 906
Età : 41
Data d'iscrizione : 05.12.08

Profilo giocatore
Località: Melzo/Milano
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Antaniserse il Ven 6 Feb 2009 - 11:36

@Alessandro ha scritto:
Ultimamente prendo delle lezioni private per colmare le mie lacune, e sono rimasto in dubbio circa il consiglio che mi è stato dato: colpire la palla durante la sua ascesa, ovvero anticipare la palla subito dopo il rimbalzo, mentre sale, circa a metà del suo percorso tra l'impatto col terreno e la massima altezza raggiunta, per poter sfruttare al meglio l'energia scaturente dalla velocità della palla.
L'istruttore di prima invece mi diceva di impattare al punto + alto per garantire la pallina dentro il campo.
Quale la cosa + giusta?

Come sempre la risposta è: dipende.

Il punto più alto di un toppone carico, è una palla rapida sopra la spalla, ingestibile; quindi qui vale senz'altro il discorso di anticipare.

Se però invece di essere un bel top spin, la palla rimbalza alta e lunga perchè è una delle "mozzarelle" di cui parla Eros, allora non hai nessuna energia da sfruttare, se vuoi spingerla tu, la controlli meglio aspettando che scenda un po' dopo l'apice.

Anticipare un back tagliente, specie se vuoi annullare o invertire la rotazione, vuol dire colpire un controbalzo molto rischioso; qui, se possibile, meglio aspettare il punto più alto, quando la palla "galleggia" un attimo.

Antaniserse
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 542
Età : 43
Località : Genova
Data d'iscrizione : 26.11.08

Profilo giocatore
Località: Genova
Livello: ITR 4.0 FIT 4.2
Racchetta: Yonex VCore Tour 97 310g, Vantage 100'' 310g

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Skorpion il Ven 6 Feb 2009 - 16:28

In teoria il punto ideale di impatto è all'altezza del fianco (da terra per ognuno cambia in base alla statura chiaramente) poco sopra il livello della rete, dato che quasi mai l'avversario da una palla "perfetta" da colpire bisogna muoversi, andare a prenderla e colpirla in modo da simulare queste condizioni ideali di tiro. Però l'anticipo spesso presuppone il possedere colpi di chiusura perchè non è raro il caso in cui ci si ritrova a giocare molto dentro al campo. Se anticipo la prima cosa che penso è: "se sbaglio vengo preso di infilata" oppure devo ripiegare dietro la linea di fondo. In generale colpendo la palla in salita viene un bel tiro ma si deve colpire comunque una palla mediamente più veloce e quindi da controllare con maggiore attenzione e più tecnica soprattutto rispetto ad un colpo normale dovendo preparare mentre la palla vola ed essere pronti a battere subito non appena rimbalza, la riuscita dipende dal livello di impostazione.

Skorpion
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1109
Data d'iscrizione : 09.12.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5 Autovalutazione
Racchetta: Babolat Aero pro drive 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Alessandro il Ven 6 Feb 2009 - 17:50

Probabilmente il suo consiglio era centrato sul tipo di lavoro che facevamo al cesto; ovviamente in partita dovranno considerarsi molti altri fattori e casistiche, così come descritto sopra da voi stessi.
Ma è l'impressione mia, o più si anticipa e più si dovrebbe giocare in topspin per scavalcare di sicuro la rete?

_____________________________________________________________

Alessandro
Amministratore
Amministratore

Numero di messaggi : 2748
Età : 39
Località : Acireale (CT)
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località: Acireale (CT)
Livello:
Racchetta: Head Graphene Touch Pro - Fischer Black Granite N°1

http://www.passionetennis.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da Skorpion il Ven 6 Feb 2009 - 18:09

@Alessandro ha scritto:Probabilmente il suo consiglio era centrato sul tipo di lavoro che facevamo al cesto; ovviamente in partita dovranno considerarsi molti altri fattori e casistiche, così come descritto sopra da voi stessi. Ma è l'impressione mia, o più si anticipa e più si dovrebbe giocare in topspin per scavalcare di sicuro la rete?
Dipende dalla profondità e dal rimbalzo del tiro avversario. Comunque in generale se ti sale oltre il nastro vai a nozze da qualsiasi posizione del campo e puoi giocare ogni colpo anticipando sia piatto che coperto o arrotato mentre se rimane bassa o bassissima a quel punto la distanza dalla rete diventa fondamentale; quanto più sei vicino più devi toppare o giocare di tocco ed indirizzamento. Prima di tutto è importante l'altezza a cui si batte la palla. Diceva Kramer "al livello della rete od un palmo sopra tira senza pensare" ... non so se hai notato che i maestri dicono spesso non farla scendere!" Laughing

Skorpion
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1109
Data d'iscrizione : 09.12.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 3.5 Autovalutazione
Racchetta: Babolat Aero pro drive 2013

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da clemclem il Sab 7 Feb 2009 - 9:54

cercare di anticipare il colpo qualsiasi esso sia da qualsiasi parte del campo offre un'innegabile vantaggio ,rubi il tempo all'avversario, togli quel tanto che basta per non fargli toccare la palla .
prima si impara and anticipare poi naturalmente bisogna mettere in pratica sul campo .
offre anche il vantaggio di giocare sfruttando la velocità di palla dell'avversario come dice bene luca.
per quel che mi riguarda il primo approccio che ho avuto con il maestro sull'anticipo l'abbiamo fatto su un classico colpo di chiusura lo sventaglio di dritto a uscire sul rovescio dell'avversario. qui praticamene sei obbligato ad anticipare in quanto sei dentro il campo ,devi tirare forte e devi prendere tempo all'avversario.
poi si fanno i lavori da fondo campo che ti permettono di stare piu vicino alla riga di fondo e quindi perdi molto meno campo.
penso che l'anticipo ha bisogno di un'ottima forma atletca , devi sempre cercare la palla molto velocemente , e ti permette di fare un notevole salto di qualità.
imho.
ciaooo clem

clemclem
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 689
Data d'iscrizione : 17.11.08

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0 fit 4.4
Racchetta: head mg radical pro con 6 gr piombo nel manico

Tornare in alto Andare in basso

Re: Impattare in "ascesa"

Messaggio Da rossano il Dom 1 Mar 2009 - 21:53

Saro' sintetico, anche perchè gente più esperta di me ha già detto tutto:
Se riesci a giocare come Agassi, bene. E' il sogno di molti, me compreso.
Se la percentuale di errori non forzati, però, diventa importante, forse è meglio un gioco classico. O no?

rossano
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 846
Età : 41
Località : Fasano
Data d'iscrizione : 14.02.09

Profilo giocatore
Località: Fasano
Livello: FIT: 4.6 O35
Racchetta: Yonex DR100

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum