Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Peso, bilanciamento, sw & spin

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Sonny Liston il Lun 20 Ago 2012 - 12:06

Promemoria primo messaggio :

Ho abbandonato, per limiti anagrafici, i pesanti (e stupendi) telai OLD, per passare a più indulgendi profilati.

Ovviamente, avevo "sviscerato" gli agonistici in ogni loro sfaccettatura, per ottimizzare il mio gioco da "arrotino estremo".

Approcciando il mondo delle profilate, credo che molti pararmetri validi per le OLD, siano variati.

Voglio dire: vale la pena di appesantire una profilata per portarla vicino ad una OLD... oppure si otterrebbe una racca non controllabile, oltre che ingombrante?

Non varrebbe la pena, al limite, appesantirla solo al manico per ottenere una GRANDE velocità della testa... che possa trasformare la potenza intrinseca dell'attrezzo in grande spin?

Quale sarebbe la migliore configurazione per massimizzare la resa degli effetti rotatori usando una profilata?

Mi sta venendo il sospetto che la migliore configurazione sia quella di applicare solo qualche grammo di silicone al manico.

Mi trovo in un territorio nuovo... necessito di consiglio!

Che ne pensano lor Signori?



GRADITISSIMI gli interventi del Master e KK (oltre a quelli di tutti gli altri)... Cool

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Sonny Liston il Ven 24 Ago 2012 - 12:03

@kingkongy ha scritto:...solo in basso è meglio di "basso + medio-alto + alto-alto"...
Se è stronzetta così...figurati come sa essere polarizzata in testa....

Farotti sapere.

Anzi... ne parlerà Rafapaul (nel bene -spero- o nel male...) dopo la sfida impestata!

Sonny Liston
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 8044
Data d'iscrizione : 19.10.11

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 25 Ago 2012 - 9:09

@chiros ha scritto:Poi se volessi togliere peso ad una racchetta, lo toglierei al manico per avere maggiore massa sull'ovale, utile contro la pallina in arrivo.
Mi viene in mente la wilson fx ma mi fermo.
Dico solo che le case costruttrici sanno quel che fanno.

Sull'affermazione finale già avrei dei dubbi (ho la netta impressione che in certe ditte lavorino Dr. Jekyll e Mr. Hyde Rolling Eyes ) ma usare la Wilson Fx (magari la Kobra.. Very Happy) come riferimento mi sembra non stiracchiato..deppiù Shocked

Tirar via peso al manico? Già a livelli bassi lo fanno le ditte, ma guarda caso, non appena si sale di livello tecnico, il giocatore stesso scende, al 90% dei casi, a balance più verso il basso. Anche a livelli altissimi, basta guardare l'evoluzione di Murray.

Vorrà pur dire qualcosa...

Senza dimenticare che pippe oldstyle come il sottoscritto con un telaio con tutto il peso nell'ovale sarebbero escluse dai circoli per danni alle attrezzature esterne...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40412
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Kmore il Sab 25 Ago 2012 - 12:51

@Eiffel59 ha scritto:
@chiros ha scritto:Poi se volessi togliere peso ad una racchetta, lo toglierei al manico per avere maggiore massa sull'ovale, utile contro la pallina in arrivo.
Mi viene in mente la wilson fx ma mi fermo.
Dico solo che le case costruttrici sanno quel che fanno.

Sull'affermazione finale già avrei dei dubbi (ho la netta impressione che in certe ditte lavorino Dr. Jekyll e Mr. Hyde Rolling Eyes ) ma usare la Wilson Fx (magari la Kobra.. ) come riferimento mi sembra non stiracchiato..deppiù Shocked

Tirar via peso al manico? Già a livelli bassi lo fanno le ditte, ma guarda caso, non appena si sale di livello tecnico, il giocatore stesso scende, al 90% dei casi, a balance più verso il basso. Anche a livelli altissimi, basta guardare l'evoluzione di Murray.

Vorrà pur dire qualcosa...

Senza dimenticare che pippe oldstyle come il sottoscritto con un telaio con tutto il peso nell'ovale sarebbero escluse dai circoli per danni alle attrezzature esterne...

,,,ma ad esempio la radical ig pro 12, che se non sbaglio stai utilizzando, non e' bilanciata a 33 cm ?

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2656
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Sab 25 Ago 2012 - 13:46

@Eiffel59 ha scritto:
@chiros ha scritto:Poi se volessi togliere peso ad una racchetta, lo toglierei al manico per avere maggiore massa sull'ovale, utile contro la pallina in arrivo.
Mi viene in mente la wilson fx ma mi fermo.
Dico solo che le case costruttrici sanno quel che fanno.

Sull'affermazione finale già avrei dei dubbi (ho la netta impressione che in certe ditte lavorino Dr. Jekyll e Mr. Hyde Rolling Eyes ) ma usare la Wilson Fx (magari la Kobra.. ) come riferimento mi sembra non stiracchiato..deppiù Shocked

Tirar via peso al manico? Già a livelli bassi lo fanno le ditte, ma guarda caso, non appena si sale di livello tecnico, il giocatore stesso scende, al 90% dei casi, a balance più verso il basso. Anche a livelli altissimi, basta guardare l'evoluzione di Murray.

Vorrà pur dire qualcosa...

Senza dimenticare che pippe oldstyle come il sottoscritto con un telaio con tutto il peso nell'ovale sarebbero escluse dai circoli per danni alle attrezzature esterne...


Allora:
1) la mia affermazione sulle casecostruttrici era generale, così come era generale la domanda di Sonny sulle racchette che si costruiscono oggi per principianti, con peso basso e inerzia non bassa. Per me fanno benissimo.
2) Kobra come riferimento Smile ? Io non l'ho nominata! Ho scritto che avrei potuto parlare della tecnologia FX ma ho preferito tacere. Se volete parlo di come si progettano le sezioni resistenti alla torsione. Faccio solo notare che costruire sezioni particolari resistenti alla torsione è un discorso prettamente ingegneristico, tanto per tornare alla presunta incapacità delle case costruttrici.
3)basterebbe leggere quello che ho scritto per capire che tutto il discorso è basato sulle racchette per principianti. Che "c'azzecca" adesso il livello tecnico alto?
4) tutto il peso nell'ovale? Mai scritto pure questo .

Adesso per favore spiegami tu perchè le case costruttrici fanno racchette bilanciate in avanti (quindi con peso verso l'ovale) per le pippe e sbagliano. Sai, io sono convinto che non si possono fare racchette pesanti con inerzia bassa e quindi questa parte della domanda di Sonny è inconcepibile fisicamente. Però magari se mi farai capire, ti sarò grato.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 25 Ago 2012 - 16:07

1)Per te fanno benissimo, e per i fisiatri pure.
Ergo, a meno tu non sia un fisiatra, c'è qualcosa che mi sfugge.
Peso basso=minor resistenza a frequenze maggiori di vibrazione, a parità di tutti gli altri parametri. Inerzia alta=maggior propensione alla spinta propria del telaio. Però, pure maggior difficoltà a traslarlo nello spazio, specie in presenza di movimenti/rotazioni composite che il tennis moderno esige anche a livelli mediobassi come i nostri. Come se non bastasse, associato a rigidità solitamente elevate/molto elevate, tranne che su qualche modello nuovo od appena uscito.
Fanno benissimo? Idea tua. Fortunatamente nelle aziende esiste anche chi nei ritagli di tempo progetta come dio comanda, abbinando materiali ad alta tecnologia e conoscenza del gioco..ovvero..ingegneri che giocano a tennis.
E questo porta al punto...
2)La Kobra (FX) l'ho inserita io, proprio perchè era una tale troiata che pure in Wilson l'hanno rinnegata. Ma la stessa tecnologia FX, ottima sulla carta, nel 90% dei casi è stata un flop clamoroso. E sai perchè? Perchè chi l'ha pensata il tennis lo vede solo in TV , od al massimo come un lavoro come un altro (devono essere gli stessi che hanno progettato il Lockheed F104 Starfighter, soprannominato Widowmaker..Rolling Eyes). Progettare sezioni particolari resistenti alla torsione sarà pure un discorso prettamente ingegneristico, farlo fare ad un teorico porta a risultati come quello delle EZone, in cui per eliminare il famoso "doppio sweetspot" della Yonex che tanti fastidi creava a diversi giocatori, ne hanno creato uno come voluto..grande il 35% meno Shocked . Un ingegnere bravo ma ignorante della problematica fa solo danni. Non ho mai affermato che le case siano incapaci, solo di quando in quando danno ascolto a genialoidi che non hanno idea -se non su software tipo Catia e simili- di quale possa essere il risultato pratico della loro genialità. Quando mettono la persona "giusta", sia essa un garzone di lattaio o -meglio- un ingegnere, i risultati si vedono (se è per quello, pure nel caso opposto...).
3)"C'azzecca" in funzione all'uso di schemi di gioco via via più complessi anche a livelli bassi.
Il discorso cade se si parla di principianti totali che vogliono solo ributtare la palla di là.
Ma quello, con tutto il rispetto, non è tennis, è ciàpanò.
4)Che fai, giochi con le parole? Non è divertente, tranne forse che per te...

Le case costruttrici fanno quello che il mercato chiede, spesso pilotandolo abilmente. Sul fatto che anche le pippe odierne non giochino a ciapanò ma a costruire un abbozzo di schema di gioco, e che molte racchette moderne scelgano un approccio più semplice (e redditizio economicamente) invece di investire -in molti casi ma non in tutti, e per fortuna c'è anche chi la pensa diversamente- in studi un po' più mirati ho già espresso la mia opinione e non mi sembra caso ripetere.

In ultimo, non mi puoi chiedere di spiegare qualcosa non dando dei parametri precisi, troppo comodo...che possa essere fisicamente impossibile fare telai da 400 grammi con inerzie da 280 è ovvio, che non si possano fare telai da 330/340 grammi con inerzie "umane" (nell'ordine dei 305/315 punti) dovresti spiegarmi tu perchè è inconcepibile "fisicamente"...te ne sarei grato io Wink

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40412
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Frank71 il Sab 25 Ago 2012 - 17:12

Frank è tornato Laughing Laughing Laughing
Chiros eri tu che chiamavi con un cell a me sconosciuto? ero a Vienna...

Comunque io toppo pure con i piatti di legno

Frank71
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4542
Età : 45
Data d'iscrizione : 12.01.12

Profilo giocatore
Località: Latina...già Littoria Olim Palus
Livello: Basso...molto basso...
Racchetta: Head Graphene XT Prestige S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Sab 25 Ago 2012 - 18:01

@Eiffel59 ha scritto:1)Per te fanno benissimo, e per i fisiatri pure.
Ergo, a meno tu non sia un fisiatra, c'è qualcosa che mi sfugge.
Peso basso=minor resistenza a frequenze maggiori di vibrazione, a parità di tutti gli altri parametri. Inerzia alta=maggior propensione alla spinta propria del telaio. Però, pure maggior difficoltà a traslarlo nello spazio, specie in presenza di movimenti/rotazioni composite che il tennis moderno esige anche a livelli mediobassi come i nostri. Come se non bastasse, associato a rigidità solitamente elevate/molto elevate, tranne che su qualche modello nuovo od appena uscito.
Fanno benissimo? Idea tua. Fortunatamente nelle aziende esiste anche chi nei ritagli di tempo progetta come dio comanda, abbinando materiali ad alta tecnologia e conoscenza del gioco..ovvero..ingegneri che giocano a tennis.
E questo porta al punto...
2)La Kobra (FX) l'ho inserita io, proprio perchè era una tale troiata che pure in Wilson l'hanno rinnegata. Ma la stessa tecnologia FX, ottima sulla carta, nel 90% dei casi è stata un flop clamoroso. E sai perchè? Perchè chi l'ha pensata il tennis lo vede solo in TV , od al massimo come un lavoro come un altro (devono essere gli stessi che hanno progettato il Lockheed F104 Starfighter, soprannominato Widowmaker..Rolling Eyes). Progettare sezioni particolari resistenti alla torsione sarà pure un discorso prettamente ingegneristico, farlo fare ad un teorico porta a risultati come quello delle EZone, in cui per eliminare il famoso "doppio sweetspot" della Yonex che tanti fastidi creava a diversi giocatori, ne hanno creato uno come voluto..grande il 35% meno Shocked . Un ingegnere bravo ma ignorante della problematica fa solo danni. Non ho mai affermato che le case siano incapaci, solo di quando in quando danno ascolto a genialoidi che non hanno idea -se non su software tipo Catia e simili- di quale possa essere il risultato pratico della loro genialità. Quando mettono la persona "giusta", sia essa un garzone di lattaio o -meglio- un ingegnere, i risultati si vedono (se è per quello, pure nel caso opposto...).
3)"C'azzecca" in funzione all'uso di schemi di gioco via via più complessi anche a livelli bassi.
Il discorso cade se si parla di principianti totali che vogliono solo ributtare la palla di là.
Ma quello, con tutto il rispetto, non è tennis, è ciàpanò.
4)Che fai, giochi con le parole? Non è divertente, tranne forse che per te...

Le case costruttrici fanno quello che il mercato chiede, spesso pilotandolo abilmente. Sul fatto che anche le pippe odierne non giochino a ciapanò ma a costruire un abbozzo di schema di gioco, e che molte racchette moderne scelgano un approccio più semplice (e redditizio economicamente) invece di investire -in molti casi ma non in tutti, e per fortuna c'è anche chi la pensa diversamente- in studi un po' più mirati ho già espresso la mia opinione e non mi sembra caso ripetere.

In ultimo, non mi puoi chiedere di spiegare qualcosa non dando dei parametri precisi, troppo comodo...che possa essere fisicamente impossibile fare telai da 400 grammi con inerzie da 280 è ovvio, che non si possano fare telai da 330/340 grammi con inerzie "umane" (nell'ordine dei 305/315 punti) dovresti spiegarmi tu perchè è inconcepibile "fisicamente"...te ne sarei grato io Wink

---Bentornato Frank, ero io.---



Non sono io a giocare con le parole. Io parlo poco e men che meno del sesso degli angeli. Non mi va di fare polemiche. Lascio stare tutte le considerazioni che non sono nel merito della ultima domanda di Sonny Liston.

Visto che non sai rispondere in senso generale, lo farei volentieri io.
L'inerzia di un corpo solido in rotazione non è un numero fisso, come quelli che abitualmente mettete a fuoco nella vostra memoria. Varia a seconda di alcuni fattori che devono essere fissati prima del calcolo.
Se aggiungi massa, in generale l'inerzia aumenta. Non è vero che mettendo massa a 10 cm dal tappo, l'inerzia rimane invariata. Quello che calcolate voi è un caso particolare.
Racchette pesanti e con minore inerzia rispetto a racchette leggere e con maggiore inerzia potrebbero essere più faticose da gestire.
Siccome mettere un giusto garzone o lattaio al posto di uno scarso ingegnere secondo te può essere meglio, prova a darti la risposta. Se non hai le conoscenze di base, non ci arriverai mai. Se ci arrivi è perchè hai più cultura di un lattaio .

Io volevo portare un utile contributo ma mi è passata la voglia.
Rimani dell'idea che le case si affidino a persone incapaci, senza avere al loro interno fisici, ingegneri, chimici, tennisti e fisico-tennisti. A me non cambia nulla, a te forse sì.

Saluti.


PS
Non sono un fisiatra e non lo sei nemmeno tu. Io però lavoro molto con le vibrazioni e i loro effetti sugli uomini.
Ti sfugge che non è tanto la frequenza delle vibrazioni a provocare
infortuni ma soprattutto l'ampiezza. Questo è definito addirittura
dalla legge italiana ed europea. L'ampiezza delle vibrazioni si
riduce in molti modi, in piccola misura anche mantenendo una accettabile inerzia (mai parlato di alta) a fronte
di minor peso. Il minor peso serve chiaramente anche ad impedire altri
tipi di infortuni. Questo mi sembra importante e da sottolineare.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Sab 25 Ago 2012 - 18:36

Ovviamente l'esempio delle racchette e' stato costruito con i valori di inerzia usati abitualmente, perche' racchette piu' pesanti hanno in generale una inerzia maggiore.
Mi scuso per la poca chiarezza.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da kingkongy il Sab 25 Ago 2012 - 19:37

Chiros mi spieghi la frase "non e' tanto la frequenza delle vibrazioni ma soprattutto l'ampiezza...". Mi sfugge il senso "fisico" della frase. Pero' forse non ho capito cosa intendi.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12075
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Sab 25 Ago 2012 - 22:56

@kingkongy ha scritto:Chiros mi spieghi la frase "non e' tanto la frequenza delle vibrazioni ma soprattutto l'ampiezza...". Mi sfugge il senso "fisico" della frase. Pero' forse non ho capito cosa intendi.

Volentieri kk. Scrivo dal cell
Sicuramente sai gia' tutto. Quello che fap piu' male e' lo shock da impatto. Questo e' il senso fisico.
Semplificando le vibrazioni sono oscillazioni intorno alla posizione di equilibrio. Piu' sono ampie le oscillazioni e piu' dannoso e' l'impatto.
Fisicamente le vibrazioni sono dei vettori. Ho uno strumento per misurare anche le vibrazioni delle mani e braccia degli uomini che usano attrezzi come martelli pneumatici o decespugliatori. La legge fissa dei limiti da non superare solo per quanto riguarda l'intensita del vettore (in pratica l'ampiezza di prima).
Sono discorsi affascinanti. Pensa che le vibrazioni possono causare danni anche all'udito!

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Frank71 il Sab 25 Ago 2012 - 23:09

@Sonny Liston ha scritto:
Lan ha scritto:ma sonny tra tutti i telai benedetti che ci sono proprio la kobra ti dovevi prendere? E' la racchetta scartata per eccellenza, pure wilson non sa come si comporta sto attrezzo e tu la vai pure a customizzare.. Sonny secondo me sei fuori strada.. detto in maniera bonaria Wink

C'è sempre tempo per cambiare... Cool

Cmq provo i vari custom consigliati... Rolling Eyes

Ho sentore che la Kobra ha le ore contate...se non proprio i minuti Rolling Eyes

Giova' eppure con le T Flash 300 ti ritroveresti un' arma impropria tra le mani, rigida quanto serve e qualità 100 volte superiore alle PD Babbolatte....poi ci metti un grip in cuoio e peso in testa e diventa si letale Twisted Evil

Frank71
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4542
Età : 45
Data d'iscrizione : 12.01.12

Profilo giocatore
Località: Latina...già Littoria Olim Palus
Livello: Basso...molto basso...
Racchetta: Head Graphene XT Prestige S

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da kingkongy il Sab 25 Ago 2012 - 23:14

Ok Chiros, ma tu sai bene che le frequenze più dannose sono quelle sotto i 50 Hz e che le frequenze di risonanza dei telai e' più alta.
La chiave di lettura e' nell'insieme telaio+corda: e' qui che si generano i problemi. Addirittura il modo di tenere in mano la racchetta e la pressione esercitata sul grip sono determinanti.
Modificare i momenti d'inerzia di una racchetta, la massa inerziale, i punti di flessione, le risonanze, sono il pane quotidiano di Mario...pertanto e' difficile che non vi intendiate sugli aspetti scientifico-tecnologici...
Io e Mario abbiam discusso a lungo qui sul forum su come una racchetta sia un oggetto tridimensionale che si muove liberamente nello spazio....parli una lingua che intendiamo bene! Figurati chi se ne frega di giocare con il solo momento longitudinale... Non più tardi di una settimana fa parlavamo di biofibre e di molecole di Fuller: non mi pare una visione miope... Non credi?
Mario, nel suo intervento stava facendo delle considerazioni a mio avviso NON in contrasto con quanto da te asserito.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12075
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 25 Ago 2012 - 23:47

chiros, ma mi leggi o leggi soltanto quello che più ti aggrada?

Io parlo di frequenze delle vibrazioni e della loro ampiezza (nei telai) da quando qui dentro era un concetto manco mai sfiorato, e se c'è uno qui dentro che ha sperimentato/misurato (ovviamente non da solo e non su mia idea, ma in collaborazione con altri e su loro idea) in maniera pratica le frequenze dei maggiori telai odierni in decine di configurazioni sono io. Peccato però che tu non abbia citato il fatto che ciò che produce i maggiori danni in un fisico non preparato non sia la vibrazione "in sè" ma lo shock che deriva dal mancato assorbimento della stessa a causa di pesi più limitati e/o masse messe in posti in cui risultano inunfluenti alla riduzione, come alla fine del manico od all'altezza del punto nodale del telaio (trucchetti usati non di rado per dare una percezione di maggior potenza del telaio stesso..si "sente" la forza, ergo dev'essere tanta...). Una massa maggiore, od un miglior dispiegamento delle masse, rendono più difficile l'accelerazione delle stesse fino alla vibrazione, e non a caso un telaio più pesante, a parità di tutte le altre caratteristiche, risulterà fisicamente più "morbido" di uno più leggero...

Mi vieni a dire che aggiungendo "x" grammi a dieci cm dal fondo non è vero che l'inerzia rimane invariata. Ok, è vero. Ma ho mai affermato il contrario? Già non mi piace la definizione "standard" di inerzia (il mio fulcro è più basso dei 10 cm standard, ergo tale calcolo teorico per me e chi impugna come me è inesatto...)...

Nè ho mai affermato che un telaio più pesante con inerzia bassa non sia faticoso.."è" faticoso. ma a fronte di determinati stili di gioco -indipendentemente dal livello- ed in proporzione alle caratteristiche fisiche del giocatore, più redditizio.

E ti prego, non usare una mia battuta come una dichiarazione d'intenti...anche se il "garzone da lattaio" è, nella maggior parte dei casi, un tecnico di corde o telai, ma senza specifiche qualifiche universitarie...il Ron Rocchi (Wilson) della situazione, per intenderci.
Non a caso quando è stato bypassato sono usciti "gioielli" come la Kobra FX...

Sono stato anche in diversi centri studi di più aziende, e ti posso assicurare che non è affatto "rose e fiori" come vorresti far credere, visto che le ragioni dei tecnici più "concreti" spesso non si sposano né con le teorie dei "geni" nè -anche e soprattutto- con ragioni di marketing o peggio di budget.
E se rimango della mia idea perchè l'ho vista/sperimentata "anche" sulla mia pelle (chiedere info all'amico Beerbohm di Mantis Italia su da quanto tempo sto cercando di portare il mio progetto di telaio, o la ragione per la quale il boss di Mantis ha abbandonato il ruolo di capo progettista in Dunlop..Rolling Eyes): purtroppo in diverse aziende la figura del tecnico/giocatore manca, od esistono altre "gioiose" problematiche come il fatto di avere un centro ricerche e sperimentazione in Germania, gli ingegneri sulla linea di produzione perlopiù cinesi, il software generalmente francese od americano, il materiale spesso scadente (come mai per PT, TGK e TGT i fornitori sono tre diversi ed il materiale arriva da tre diverse nazioni anche se il modello "teorico" è identico?) ed altre facezie del genere...

Il problema non è in sè l'assenza/presenza di determinate figure, ma quanto le stesse sono coordinate/motivate ed in qualche modo (pesante..) spinte da logiche di mercato od economiche.

Infine..(e poi giuro che finisco.. Rolling Eyes) non mi far dire che nelle ditte esistono persone incapaci "in toto", perchè non l'ho mai affermato.
Ma "de facto", talvolta si creano situazioni in cui certe sinergie non funzionano -e si creano porcherie- ed in altre si, ed escono dei piccoli gioielli.
Meno oggi di un tempo (grazie alla delocalizzazione), ma ancora qualcosa di buono esce e sta per uscire.

P.S. se volevi portare un' utile contributo, nessuno ti vieta di farlo...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40412
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Dom 26 Ago 2012 - 1:00

Sapevo che avresrti continuato a non rispondere alle mie domande. Per questo voglio lasciare stare. Non mi servono temi su altri argomenti. Per carita', pure interessanti ma fuori dal mio discorso. Per forza non siamo in contrasto, caro kk.

Ultimo sforzo.
Visto che sei un maestro io pongo una domanda che e' la stessa posta da sonny liston. Ora la rigiro brevemente.
In uno swing di rovescio di una persona di corporatura media, come calcoleresti la distanza delle masse della racchetta dall'asse di rotazione? Quanto e' all'incirca secondo te?

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Dom 26 Ago 2012 - 1:04

Poi se vuoi parliamo di vibrazioni fino a morirne Very Happy

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Riki66 il Dom 26 Ago 2012 - 5:00

@chiros ha scritto:
In uno swing di rovescio di una persona di corporatura media, come calcoleresti la distanza delle masse della racchetta dall'asse di rotazione? Quanto e' all'incirca secondo te?
non ho idea dei calcoli ce ci sono dietro pero' ho notato che racchette piu' bilanciate in testa (es pd, dunlop500) anche se possono facilitarmi il dritto mi peggiorano lo swing di rovescio
la stessa cosa accade se aggiungo peso in testa, mi migliora il dritto, fino ad un certo aumento di sw anche il rovescio, poi se aggiungo ancora magari il dritto continua a migliorare mentre per il rovescio il limite viene prima, ad uno sw minore
c' e' una ragione scientifica a cio' o dipende solo dalla ma pippagine di rovescio? Embarassed
per contro pero' di rovescio tiro piu' forte andhe on sw minori afro

Riki66
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 587
Data d'iscrizione : 12.06.11

Profilo giocatore
Località: Verona
Livello: cintura gialla
Racchetta: Völkl V1 Classic

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da spalama il Dom 26 Ago 2012 - 9:43

Io sono favorevole al ritorno al legno!!!!

Non sapevamo niente all'epoca, a volte nemmeno con che corde veniva cordata la racchetta e la tensione.

Ci bastavano tre palline e ci si divertiva solo concentrandosi a migliorare i colpi, il movimento, il controllo e possibilmente a fare i punti........

Vibrazioni??? Non esistevano mica.
Peso??? Non c'era nemmeno scritto sopra, e non era un problema.
Nessuno e' mai morto e stiamo ancora giocando tutti a tennis.

Pero' mi manca il frassino, a volte il bambu', i rinforzi di graphite, l'odore del budello e dell'olio delle Hy o sheep che ti impestava casa......

Si fanno tanti bei discorsi interessanti in questo post e poi siamo fermi ancora alla concezione di telai riusciti come "piccoli gioielli" frutto di magiche alchimie e dosi di materiali, dimensioni, pesi e sw.

Il miglior telaio mid all time ed ancora in produzione: wilson pro staff 85
Il miglior telaio over all time ed ancora in produzione: prince graphite 110
Il miglior telaio midplus all time ed ancora in produzione: head pro tour 630 al pari di wilson pro staff classic 95

Varianti a queste? certamente quante ne volete........

babolat pure drive? Alias Pro kennex destiny

Tutta roba di decenni o ventenni fa, in alcuni casi anche trenta anni fa.

Il resto molta fuffa........

Vai su youtube e vedi il video di come in Head fanno le racchette e dici...azz...roba seria...ingegneri, software 3d, camici bianchi, camere freddo dove si conserva il carbonio.....poi vedi quello della fabbrica wilson in cina e storci la bocca di parecchio.....

Da ingegnere capisco che al di la' di telai pro stock fatti magari nella sede "farmaceutica" della head o degli altri marchi, e' difficile che da quella fabbrica cinese possa uscire roba di alta qualita'.
Avere due telai identici e' un'utopia..... e poi vorrei vedere la camera fredda dove stoccano il carbonio e come scelgono ed orientano le fibre di carbonio nell'assemblaggio del telaio.....

Piu' ci si spinge avanti nella ricerca tecnologica e peggio sara' purtroppo perche' le produzioni delocalizzate rispondono ad altre logiche economiche e non tecniche o tecnologiche.....tanta ricerca che poi va in fumo nell'assemblaggio in un processo in cui l'operato dell'uomo, le sue decisioni, le sue operazioni hanno ancora molto peso sul risultato finale.

Racchette piu' leggere perche' piu' facili??? Ma va'....costo di produzione inferiore maggiori margini....del tuo gomito o della tua spalla non frega nulla a nessuno.
Figurati a delle multinazionali...

La conoscenza della dinamica e biomeccanica del tennis e' ancora allo stadio zero.....gli unici libri esistenti americani sul materiale da tennis e la fisica partono da considerazioni teoriche di laboratorio escludendo il fatto che la racchetta e' corpo unico con il tennista quando si gioca a tennis, e che nell'impatto l'interazione e' tra il telaio, le corde la pallina, l'uomo, l'aria, e considerarli separatamente semplifica forse il problema teorico ma non risolve quello reale.

Aridatece le racchette di legno.......

Master hai progettato un telaio??? Facciamo una societa' di soci di passionetennis, finanziamo il progetto e realizziamolo.

Vorrai mica fare il Tom Avery italiano vero???

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da kingkongy il Dom 26 Ago 2012 - 10:24

Chiros....questa volta la domanda del fantakakkio l'hai posta per benino.... Hihih
Ci saranno non meno di sette assi di rotazione.... Quale desideri??? Very Happy

Domanda: visto che si tratta di cose interessanti...possiamo abbassare un filino i toni???

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12075
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Riki66 il Dom 26 Ago 2012 - 11:23

quoto in tutto il post di Spalama ed in particolare il sogno di poter provare il telaio/i "Eiffel59" Smile

Riki66
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 587
Data d'iscrizione : 12.06.11

Profilo giocatore
Località: Verona
Livello: cintura gialla
Racchetta: Völkl V1 Classic

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Kmore il Dom 26 Ago 2012 - 11:40

@spalama ha scritto:Io sono favorevole al ritorno al legno!!!!

Non sapevamo niente all'epoca, a volte nemmeno con che corde veniva cordata la racchetta e la tensione.

Ci bastavano tre palline e ci si divertiva solo concentrandosi a migliorare i colpi, il movimento, il controllo e possibilmente a fare i punti........

Vibrazioni??? Non esistevano mica.
Peso??? Non c'era nemmeno scritto sopra, e non era un problema.
Nessuno e' mai morto e stiamo ancora giocando tutti a tennis.

Pero' mi manca il frassino, a volte il bambu', i rinforzi di graphite, l'odore del budello e dell'olio delle Hy o sheep che ti impestava casa......

Si fanno tanti bei discorsi interessanti in questo post e poi siamo fermi ancora alla concezione di telai riusciti come "piccoli gioielli" frutto di magiche alchimie e dosi di materiali, dimensioni, pesi e sw.

Il miglior telaio mid all time ed ancora in produzione: wilson pro staff 85
Il miglior telaio over all time ed ancora in produzione: prince graphite 110
Il miglior telaio midplus all time ed ancora in produzione: head pro tour 630 al pari di wilson pro staff classic 95

Varianti a queste? certamente quante ne volete........

babolat pure drive? Alias Pro kennex destiny

Tutta roba di decenni o ventenni fa, in alcuni casi anche trenta anni fa.

Il resto molta fuffa........

Vai su youtube e vedi il video di come in Head fanno le racchette e dici...azz...roba seria...ingegneri, software 3d, camici bianchi, camere freddo dove si conserva il carbonio.....poi vedi quello della fabbrica wilson in cina e storci la bocca di parecchio.....

Da ingegnere capisco che al di la' di telai pro stock fatti magari nella sede "farmaceutica" della head o degli altri marchi, e' difficile che da quella fabbrica cinese possa uscire roba di alta qualita'.
Avere due telai identici e' un'utopia..... e poi vorrei vedere la camera fredda dove stoccano il carbonio e come scelgono ed orientano le fibre di carbonio nell'assemblaggio del telaio.....

Piu' ci si spinge avanti nella ricerca tecnologica e peggio sara' purtroppo perche' le produzioni delocalizzate rispondono ad altre logiche economiche e non tecniche o tecnologiche.....tanta ricerca che poi va in fumo nell'assemblaggio in un processo in cui l'operato dell'uomo, le sue decisioni, le sue operazioni hanno ancora molto peso sul risultato finale.

Racchette piu' leggere perche' piu' facili??? Ma va'....costo di produzione inferiore maggiori margini....del tuo gomito o della tua spalla non frega nulla a nessuno.
Figurati a delle multinazionali...

La conoscenza della dinamica e biomeccanica del tennis e' ancora allo stadio zero.....gli unici libri esistenti americani sul materiale da tennis e la fisica partono da considerazioni teoriche di laboratorio escludendo il fatto che la racchetta e' corpo unico con il tennista quando si gioca a tennis, e che nell'impatto l'interazione e' tra il telaio, le corde la pallina, l'uomo, l'aria, e considerarli separatamente semplifica forse il problema teorico ma non risolve quello reale.

Aridatece le racchette di legno.......

Master hai progettato un telaio??? Facciamo una societa' di soci di passionetennis, finanziamo il progetto e realizziamolo.

Vorrai mica fare il Tom Avery italiano vero???

Ma sencondo te l'OS 110 della Prince che si puo' acquistare oggi e' ancora valido considerando che viene costruito/assemblato chissa dove? Ed ancora: tra gli attuali modelli , sempre a tuo parere, quali sono qualitativamente migliori?

Kmore
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2656
Età : 53
Località : Torino
Data d'iscrizione : 25.09.11

Profilo giocatore
Località: Torino - sud - Sisport Fiat
Livello: O50 - 4.2 (obiettivo 2016 raggiunto: torno 4.1!!!!!!...a fine anno)
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da chiros il Dom 26 Ago 2012 - 12:10

@kingkongy ha scritto:Chiros....questa volta la domanda del fantakakkio l'hai posta per benino.... Hihih
Ci saranno non meno di sette assi di rotazione.... Quale desideri??? Very Happy

Domanda: visto che si tratta di cose interessanti...possiamo abbassare un filino i toni???

Domanda da fantaakkio...questo e' abbassare i toni?
Magari me lo dirai alla fine del discorso se avro' sbagliato. Tu mi puoi aiutare.
Basta schematizzare. Ora prendiamo una parte dello swing importante. Rotazione intorno alla spalla e asse di rotazione parallelo al terreno e parallelo alla rete per semplicita'. Racchetta con punta rivolta fuori dal campo e parallela alla rete ed al campo. La racchetta gira intorno alla spalla.
Fin qui sei d'accordo?
Applicando huygens-stainer l'inerzia della racchetta rispetto all'asse della spalla e' pari al momento di inerzia rispetto al centro di massa della racchetta piu' il prodotto della massa totale della racchetta per la lunghezza del braccio (sempre senza fare i sottili e senza pensare alla rotazione intorno al gomito) elevata al quadrato.
Se sei d'accordo passo alle considerazioni generali sulle ultime domande di sonny liston.

chiros
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 956
Data d'iscrizione : 24.11.09

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: Adolfo dice 4 ITR
Racchetta: Prince Classic Response 97

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da giascuccio il Dom 26 Ago 2012 - 12:14

Spalama, pienamente d'accordo con te, ma col legno ci giocherai tu e pochi altri.

Io ad esempio le poche volte che l'ho provato mi sembrava di partecipare alla sagra delle steccate.

E se c'è gente che stecca col 100 pollici (ma và?? ) col legno questo sport avrebbe la metà dei praticanti.

giascuccio
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1721
Età : 51
Località : Salerno
Data d'iscrizione : 10.12.08

Profilo giocatore
Località: Salerno
Livello: sublime
Racchetta: 2xVcore100s ; 2xRQS33

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da kingkongy il Dom 26 Ago 2012 - 13:37

Non sono d'accordo. Perché l'asse di rotazione principale e' "dentro" l'ombelico a livello di lombari. Quasi coassialmente c'e' il bacin che e' un altro piano.
In secondo luogo se il rovescio e' in top, il fulcro del polso scompone orgogonalmente l'asse di rotazione: per intenderci la racchetta con la sua massa inerziale viene accelerata nello spazio a 90 gradi rispetto alla posizione di impatto. Solo a pochi millesimi dall'evento il polso accelera la racchetta per riallinearla. In questa operazione deve superare il momento d'inerzia della racchetta con la componente della forza centrifuga che la spinge verso l'esterno.

Perché dico questo? Perché scherzavo con il fantakakkio? Perché e' un algoritmo bestiale e dove, se ci fai caso, la massa inerziale e i momenti d'inerzia si moltiplicano e si sovrappongono a go-go!
Pertanto, o semplifichiamo il discorso o non andiamo molto lontano...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12075
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da kingkongy il Dom 26 Ago 2012 - 13:42

Ma poi quali sono le "domande" ??? Very Happy

Mettiamoci d'accordo sui punti cruciali!!! Aiutooooo!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12075
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da spalama il Dom 26 Ago 2012 - 14:12

Il discorso sul legno era concettuale, quasi una provocazione ma anche no.

Nel golf e nel baseball lo hanno fatto questo passo, perche' nel tennis non si potrebbe?

Inoltre sono convinto che una ipotetica racchetta in legno, che sia laminata oppure lamellare, o chissa' come lavorata oggi, con l'utilizzo di resine moderne, o magari rivestite in graphite etcc... possano assolutamente funzionare ed anche bene.

Pro Kennex ci ha provato con le serie CORE ma la % di legno deve essere maggiore di quella di fibra secondo me, almeno per mitigare la potenza e la velocita' di gioco e tornare ad un gioco piu' umano e godibile.

In fondo, materiale a parte, le racchette di Sampras e Federer che hanno dominato gli ultimi 30 anni di tennis, hanno design, peso, dimensioni tipiche delle vecchie racchette di legno.

Per quanto riguarda la OS 110 non saprei se quelle attuali sono buone come le vecchie, pero' solo a guardarla in foto mi viene la lacrimuccia....



spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Peso, bilanciamento, sw & spin

Messaggio Da Stefano91 il Dom 26 Ago 2012 - 14:58

@spalama ha scritto:Il discorso sul legno era concettuale, quasi una provocazione ma anche no.

Nel golf e nel baseball lo hanno fatto questo passo, perche' nel tennis non si potrebbe?

Inoltre sono convinto che una ipotetica racchetta in legno, che sia laminata oppure lamellare, o chissa' come lavorata oggi, con l'utilizzo di resine moderne, o magari rivestite in graphite etcc... possano assolutamente funzionare ed anche bene.

Pro Kennex ci ha provato con le serie CORE ma la % di legno deve essere maggiore di quella di fibra secondo me, almeno per mitigare la potenza e la velocita' di gioco e tornare ad un gioco piu' umano e godibile.


Anche Lacoste ci ha pensato già più di un anno fa Wink Link qui

Stefano91
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 561
Età : 24
Località : MB
Data d'iscrizione : 26.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5 ITR
Racchetta: Wilson Six.One 95 18x20

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 4 di 8 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum