Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Schemi di gioco.

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Schemi di gioco.

Messaggio Da MikeF18 il Lun 23 Lug 2012 - 20:04

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti! Smile
Nelle due prime partite assolute in un torneo ho perso raccimolando soltanto 7 giochi.. Ho perso molti game ai vantaggi per colpa della concentrazione, ma non mi sentivo al di sotto del loro gioco ( erano 2 4.4 ), insomma riuscivo a giocarmela. Ovviamente però molte volte la spuntavano loro. Riflettendoci a freddo, so di aver perso perchè non avevo le idee chiare su cosa fare..ero troppo attendista..la mia domanda è questa: Siccome sono un giocatore aggressivo ( il mio fisico non mi permette di remare più di tanto ) volevo sapere schemi di gioco che magari usate voi stessi nelle partite...non lo so esempio banale: palla a metà campo gestibilissima-palla corta e colpo successivo pallonetto.

Insomma qualunque schema o serie di coli che vi permetta di comandare il punto (avversario permettendo) e giocare attaccando.

Spero di essermi spiegato bene Razz

MikeF18
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 888
Data d'iscrizione : 15.01.12

Profilo giocatore
Località: Mugello
Livello: 4.nc
Racchetta: Wilson blade 98s

Tornare in alto Andare in basso


Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da nw-t il Dom 29 Lug 2012 - 11:59

@spalama ha scritto:Guarda Vet che non e' polemica la mia, parliamo da due punti di vista differenti.

Qui ci sono tanti amatori, che probabilmente proprio per il fatto di esserlo, sia per scelta che no, quello step di cui parli di acquisire solidita' sulle diagonali lo hanno gia' fatto, e qualcuno lo ha superato qualcun altro no.

Chiaro che di fronte a tanti post e quesiti che si pubblicano mi verrebbe voglia di rispondere "paga un buon maestro, migliora i tuoi punti deboli, lavora molto di piu' sui tuoi punti forti, etc etc.."

Ma per quanto giusto sarebbe banale, i forum servono anche per dare del vero valore aggiunto, per fornire risposte immediate che magari non si trovano scritte sui libri.

Qui c'e' un NC che gioca con due 4.4. e le prende e chiede qualche schema per poter vincere una partita di torneo.

Gli possiamo rispondere di mettersi sulla diagonale di dritto?????

A parita' di livelli, io che sono 4.1. e me la cavo, quando gioco con un mio amico 3.4. ti giuro che l'ultima cosa che faccio e' quella di mettermi sulla diagonale di diritto perche' mi sotterra.

Cerco con ogni mezzo di girare il gioco.

Inoltre come dici tu, gli attrezzi di adesso ti consentono di giocare dei dritti anomali pazzeschi e quindi anche cercando di inchiodarlo sul rovescio a volte mi arrivano delle sassate di dritto ugualmente.

Ci sono tanti giocatori che oramai giocano il dritto da ogni parte del campo, grazie alla loro mobilita', dunque il discorso della diagonale di dritto vale fino ad un certo punto.

Col rovescio bimane oramai poi, molti tirano delle sassate addirittura ben piu' veloci dei loro dritti che spesso girano molto.

Non so sei hai letto OPEN il libro di Agassi ma li sta scritto che il colpo che fa la differenza nel tennis moderno e' il rovescio lungolinea, proprio perche' ti consente di uscire dalla diagonale peggiore.

Ripeto: i tuoi consigli vanno bene per coloro che devono fare un percorso agonistico, su questo forum siamo degli agonisti per il piacere di giocare e confrontarci, passare il tempo, non perche' vogliamo sfondare nel tennis ma piuttosto e' il tennis che ci ha gia' sfondato, sia le tasche che i muscoli ed il cervello.

Io lavoro e quando la sera riesco a giocare, sempre di corsa e sempre con poca serenita' in testa, dopo una giornata di lavoro pesante, l'ultima cosa che voglio fare scendendo in campo e' mettermi a giocare duecento palle sulla diagonale di dritto o di rovescio, lavorando con i birilli le coppelle e quanto altro.

Giocare significa anche divertirsi, scaricare i nervi, buttare via delle tossine e muoversi un po' dopo una giornata magari passata al chiuso di un ufficio a rispondere a tonnellate di mail inutili.

Bene...premesso questo....per portare a casa qualche partita non mi resta che individuare le zone di gioco deboli del mio avversario e macinarlo piano piano su queste.

Se ti servono i soldi vai al BANCOMAT vero?

Beh spesso il rovescio del mio avversario e' il mio BANCOMAT.....quando mi serve il punto vado proprio in quella direzione, e se fosse il dritto il colpo peggiore vedo di sicuro sul suo dritto.

Chiaramente ho esagerato, anche io ogni tanto mi prendo un break col mio maestro e facciamo qualche cesto di palle a tema, ma senza esagerare.



Da quotare x intero... la penso alla stessa maniera.

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15464
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 12:04

Esatto, ci vuole consistenza perche' sparare palliate qua e la non paga, anzi e la partita si vince imponendo un gioco che sia solido (che può anche essere di tirare sempre profondo e correre per 3 ore di seguito). Nell' ultimo torneo che ho giocato ho incontrato un 4.4 che mi ha fatto dei vincenti spettacolari da farmi rimanere li come una statua...ma non ha fatto neanche un game. Chiaramente e' un caso limite ma solo per dire che non basta tirare e sperare che l'altro sbagli. Ricordo sempre che parlo di avversari piu o meno dello stesso livello, quando la differenza e' significativa questo non vale piu e quoto spalma che dice che quando gioca con un terza forte mica si mette a martellare la diagonale...

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 29 Lug 2012 - 14:27

@otello69 ha scritto:
@abracadabra78 ha scritto:
@Veterano ha scritto:Il problema e' che in questo caso parlando di un mancino hai mal interpretato quello che ho detto.
La cosa piu Naturale e che un mancino vinca la sua diagonale di dritto contro il rovescio dell 'avversario,il dritto e quello che deve comandare e che fa la differenza.Nadal essendo mancino imposta il su gioco con la diagonale del suo dritto,niente di piu niente di meno.Il gioco si imposta sul dritto e la diagonale del dritto e quella piu importante..
mi spiace ma ti sbagli vet......nadal contro federer usa proprio la "tattica" di giocargli il toppone di dritto sul rovescio,da ogni parte del campo lo cerca,mi sembra molto chiara questa cosa e sul fatto delle tattiche a livello di quarta,senza scrivere dei tapiri consiglierei di giocare sempre sul colpo peggiore dell'avversario e tirare dove c'e' piu' spazio nel campo magari facendo una discesa a rete per chiudere il punto,senza troppe pippe mentali,poi ovvio che se si sta fisicamente meglio dell'avversario piu' o meno a pari livello si portano a casa le partite

Abra, lo pensavo anche io fino all'anno scorso...ma quest'anno giocando contro ottimi quarta (quelli che poi vincono i tornei) ho dovuto constatare che non basta piu giocare sul colpo peggiore e tirare dove c'e' campo. Trovi avversari molto solidi (per il nostro livello intendo) e se aspetti l'errore non forzato (che trovi alla grande fino a livello 4.3) semplicemente perdi e pure male. Il tema di vet sul comandare la diagonale e aspettare che l'altro accorci per entrare e' passaggio (almeno a mio modesto parere per quello che ho visto, quindi non e' per forza la verita' oggettiva) obbligato a meno che ci sia una evidente differenza di livello tra i due avversari. Quindi vendi i fioretti che hai a centinaia nella borsa e comprati due PD fiammanti Very Happy
le pd(lite) le ho gia'....e' il braccio che manca...ne hai uno(buono,quindi nn il tuo...) da prestarmi? Laughing

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 15:09

Il giorno in cui riuscirai a tirare su una delle mie Roddick con 20gr di silicone nel manico e 18 in punta ti offro cena e "copertina" dove vuoi tu Very Happy

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 15:12

A parte gli scherzi vedrai che hai ancora spazio per migliorare e gia' dall'anno prossimo incontrando da subito gente piu forte tirerai su il tuo livello e solo a sentir dire diagonale ti tirerai su come un pugile suonato al suono del campanello...poi certo che se vuoi fare serve&volley con le PD... Very Happy

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Dom 29 Lug 2012 - 15:13

@nw-t ha scritto:
@spalama ha scritto:Guarda Vet che non e' polemica la mia, parliamo da due punti di vista differenti.

Qui ci sono tanti amatori, che probabilmente proprio per il fatto di esserlo, sia per scelta che no, quello step di cui parli di acquisire solidita' sulle diagonali lo hanno gia' fatto, e qualcuno lo ha superato qualcun altro no.

Chiaro che di fronte a tanti post e quesiti che si pubblicano mi verrebbe voglia di rispondere "paga un buon maestro, migliora i tuoi punti deboli, lavora molto di piu' sui tuoi punti forti, etc etc.."

Ma per quanto giusto sarebbe banale, i forum servono anche per dare del vero valore aggiunto, per fornire risposte immediate che magari non si trovano scritte sui libri.

Qui c'e' un NC che gioca con due 4.4. e le prende e chiede qualche schema per poter vincere una partita di torneo.

Gli possiamo rispondere di mettersi sulla diagonale di dritto?????

A parita' di livelli, io che sono 4.1. e me la cavo, quando gioco con un mio amico 3.4. ti giuro che l'ultima cosa che faccio e' quella di mettermi sulla diagonale di diritto perche' mi sotterra.

Cerco con ogni mezzo di girare il gioco.

Inoltre come dici tu, gli attrezzi di adesso ti consentono di giocare dei dritti anomali pazzeschi e quindi anche cercando di inchiodarlo sul rovescio a volte mi arrivano delle sassate di dritto ugualmente.

Ci sono tanti giocatori che oramai giocano il dritto da ogni parte del campo, grazie alla loro mobilita', dunque il discorso della diagonale di dritto vale fino ad un certo punto.

Col rovescio bimane oramai poi, molti tirano delle sassate addirittura ben piu' veloci dei loro dritti che spesso girano molto.

Non so sei hai letto OPEN il libro di Agassi ma li sta scritto che il colpo che fa la differenza nel tennis moderno e' il rovescio lungolinea, proprio perche' ti consente di uscire dalla diagonale peggiore.

Ripeto: i tuoi consigli vanno bene per coloro che devono fare un percorso agonistico, su questo forum siamo degli agonisti per il piacere di giocare e confrontarci, passare il tempo, non perche' vogliamo sfondare nel tennis ma piuttosto e' il tennis che ci ha gia' sfondato, sia le tasche che i muscoli ed il cervello.

Io lavoro e quando la sera riesco a giocare, sempre di corsa e sempre con poca serenita' in testa, dopo una giornata di lavoro pesante, l'ultima cosa che voglio fare scendendo in campo e' mettermi a giocare duecento palle sulla diagonale di dritto o di rovescio, lavorando con i birilli le coppelle e quanto altro.

Giocare significa anche divertirsi, scaricare i nervi, buttare via delle tossine e muoversi un po' dopo una giornata magari passata al chiuso di un ufficio a rispondere a tonnellate di mail inutili.

Bene...premesso questo....per portare a casa qualche partita non mi resta che individuare le zone di gioco deboli del mio avversario e macinarlo piano piano su queste.

Se ti servono i soldi vai al BANCOMAT vero?

Beh spesso il rovescio del mio avversario e' il mio BANCOMAT.....quando mi serve il punto vado proprio in quella direzione, e se fosse il dritto il colpo peggiore vedo di sicuro sul suo dritto.

Chiaramente ho esagerato, anche io ogni tanto mi prendo un break col mio maestro e facciamo qualche cesto di palle a tema, ma senza esagerare.



Da quotare x intero... la penso alla stessa maniera.
Nessun problema Spalama siamo qua per fare quattro chiacchere.......
comunque riguardo al tuo discorso sul cambio tattica perche il terza che ti prende a pallate,senza andare a cercare schemi e tattiche, che non so fino a che punto ti possano aiutare,non sarebbe piu semplice mettersi li a lavorare per costruirsi un dritto che possa tenere con un avversario che al momento ti domina da quel lato li,le basi ci sono magari basta costruirisi un dritto piu pesante ed alzare un po il livello di complessita di palla,no ???? inoltre il dritto e' il tuo colpo piu forte perche' cercare di impelagarsi in cose che tanto alla fine non ti porteranno a vincere la partita.Poi che uno non abbia voglia tempo e chi piu ne ha piu ne metta ci puo anche stare,il succo del discorso e mio punto di vista e che posso dover tentare nuovi schemi quando mi rendo conto che il mio avversario è il piccolo Federer e sulla diagonale di dritto fa quello che le pare, ma non posso dover tentare nuovi schemi solo perchè sono tecnicamente impreparato a reggere una dignitosa diagonale con un avversario mediocre. In questo secondo caso devo migliorare il mio tennis non la mia strategia, perchè se in condizioni normali non sono in grado di tenere una diagonale con solidita' e consistenza devo tirarmi su le maniche, sudare sul campo, e soppratutto lavorare sui colpi.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 29 Lug 2012 - 15:27

@otello69 ha scritto:Il giorno in cui riuscirai a tirare su una delle mie Roddick con 20gr di silicone nel manico e 18 in punta ti offro cena e "copertina" dove vuoi tu Very Happy
ah...mi sono dimenticato di dirti che le mie pd lite sono 350 nude,fuori specifica.....erano forse stanchi i cinesi e hanno "sforato" leggermente.....escono dei tocchi alla santoro....quello di "mi manda santoro",ma che avevi capito.... Laughing

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 15:58

Certo che alla "Reunion" in quel di Pavia mancavano solo le tue lite...poi adesso che sei diventato un vecchio cagnaccio di quarta...

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 29 Lug 2012 - 16:01

@otello69 ha scritto:Certo che alla "Reunion" in quel di Pavia mancavano solo le tue lite...poi adesso che sei diventato un vecchio cagnaccio di quarta...
porca miseria davvero.......ma alla fine n'e' valsa la pena,al torneo ho preso punti preziosi per poterti raggiungere a fine anno,sempre che tu nn diventi 3.2 affraid

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 18:00

Mi sa che dovrai mettermi il sale sulla coda...l'anno prox passo 4.1, in realta' avrei i punti per 3.4 ma Oldest si "contraria" se sono sopra di lui e mi ha dato 15mila euro per rimanere in quarta...ciò non toglie che se ci dai dentro passiamo insieme e poi ci contendiamo i tornei della provincia milanese Very Happy

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Dom 29 Lug 2012 - 18:03

Quindi comincia ad allenarti sulla diagonale del dritto!!!!!!!!!!!!!! Che Vet ha ragione, con una bella palla profonda, pesante e arrotata vai alla grande, c'e' gente che senza rovescio (ma con due gambe così) fa sfracelli

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da nw-t il Dom 29 Lug 2012 - 18:19

@otello69 ha scritto:..... in realta' avrei i punti per 3.4 ma Oldest si "contraria" se sono sopra di lui e mi ha dato 15mila euro per rimanere in quarta..
Azz...ma quanto spende...mi sà che s'è venduto tutti i 7 nani del giardino + Bianca...Belen x i 15.000 ...

nw-t
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 15464
Data d'iscrizione : 24.04.10

Profilo giocatore
Località: Terra di nessuno
Livello: Riesco a buttarla di là...benino...
Racchetta: HEAD TGT 312.1 Prestige Grafene Rev Pro XL 69 cm

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 29 Lug 2012 - 23:51

@otello69 ha scritto:Quindi comincia ad allenarti sulla diagonale del dritto!!!!!!!!!!!!!! Che Vet ha ragione, con una bella palla profonda, pesante e arrotata vai alla grande, c'e' gente che senza rovescio (ma con due gambe così) fa sfracelli
ma io nn ho bisogno di allenarmi sulla diagonale.....metto il pilota automatico e fa tutto lui,nn ho voglia di faticare Laughing

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da spalama il Lun 30 Lug 2012 - 9:28

Io ho premesso che sto dando un cosiglio ad un 4NC che si trova ad affrontare i tornei lottando fino ai 4.4.

Se saliamo di livello tutto diventa più complesso e complicato.

Inoltre non confondete l'ottica dell'allenatore-maestro con quella del coach a bordo campo.

Se ti trovassi a vedere la partita di questo ragazzo e ti chiedesse disperato al cambio campo "cosa devo fare?" gli rispondereste "devi migliorare la tua diagonale di dritto?"

Se lui non se n'è accorto da solo io gli direi "cercagli il rovescio...(oppure il dritto se peggiore del rovescio)"

Oppure "non dargli ritmo spezza il gioco, non farci a pallate" altro errore grossolano che si commette quando abbiamo davanti un giocatore di pressione che gioca una palla bella tesa......

Oppure "non adeguarti al suo gioco altrimenti non hai scampo, gioca sciolto, mettigli pressione ed accorcia lo scambio" quando ghai davanti un pallettaro maledetto.....

In partita sono queste le soluzioni più banali da adottare ed i consigli da dare a chi al cambio campo ti chiede disperato "non so che fare dimmi qualcosa...".

Poi finito il match gli si può dire di farsi un ora col maestro per aumentare la solidità sulla diagonale di dritto di rovescio, per lavorare i colpi di raccordo con la rete, la seconda palla di servizio, imparare la palla corta, etc....

Salendo di livello inizia ad essere più importante la solidità nel tenere il palleggio, la profondità dei colpi, e spesso "tirare forte e sulle righe" nemmeno basta come consiglio per vincere.

E poi se ragiona così Nadal contro Federer non vedo perchè non lo debba fare un 4NC contro un 4.4.....

Portando il discorso all'estremo, dovendo giocare contro Gasquet probabilmente preferirei giocare sulla diagonale di dritto piuttosto che su quella di rovescio, ma dovessi incontrare Sampras hai voglia a migliorare la diagonale di dritto prima di poterlo mettere in difficoltà.

Inoltre non si parla mai abbastanza del servizio e della risposta al servizio che sono i colpi fondamentali per iniziare los cambio e farlo girare subito come vogliamo noi.

Lo stesso Agassi nel suo libro ti dice che rispondendo da destra, qualora ti servano sul rovescio devi rispondere sempre lungolinea, e quando rispondi da sinistra e ti servono sul rovescio devi sempre rispondere incorciato sul rovescio dell'avversario, adesso poi venitemi a raccontare che Agassi temeva di giocare contro qualcuno sulla diagonale di dritto ed avete vinto voi.....

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da b52_ste il Lun 30 Lug 2012 - 9:46

@Veterano ha scritto:
Per il resto che dici sulla schiettezza che ho nel parlare,credimi sul forum sono un tenerone.....in campo si fa cosa ti dico e basta.........alla fin fine mi paghi per migliorare e per imparare a giocare a tennis e visto che il maestro sono io zitto e mettiti a lavorare Very Happy Very Happy Very Happy se fai cosa ti dico e ti impegni sicuro che migliori,se no incomincia pure a provare con le strategie e le tattiche e vediamo dove arrivi e quanto migliori.

Peccato che tu sia in spagna, Vet! saresti il mio coach ideale Smile

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Penna il Lun 30 Lug 2012 - 11:09

Beh secondo me e per non fare il ruffiano avete raggione tutti e tre: KK, Veterano e Spalama!!!Perchè? Beh è veoro che se non hai diagonali solide col cavolo che vinci soprattutto salendo di categoria ed è vero che devi avere una diagonale di dritto molto forte altrimenti ti fai la bua!!questi tirano mazzolate alla cecata e se non sai tenerle con palle pesanti e lavorate......beh torni a casa in men che non si dica!!!E' vero anche che giocare sul punto debole dell'avversario fa fare tanti bei punticini!!! ma come ci giochiamo? lo facciamo giocare da fermo o gli facciamo giocare il suo colpo fetecchia in movimento? beh meglio la seconda e per questo torniamo alle beneamate diagonali!!!Rammento il post su tattica e tecnica e la conclusione fu che senza tecnica la tattica non si può nemmeno mettere in campo!!!!Uscire da una diagonale con un colpo che mette in difficoltà l'avversario è fondamentale e se non hai la tecnica giusta......regali tanti olè all'avversario!!! In conclusione secondo me avete raggione tutti e tre!!!Il tennis è uno sport complesso........è come sempre occorre un pò di tutto e questo in ogni livello di gioco!!!Io sulla diagonale del dritto ci faccio fortune........e su quella di rovescio....mi difendo ed attacco solo su palle molto comode!!!preferisco spostarmi di dritto...quando posso ma lo faccio ppraticamente per chiudere!!!In Somma...a me hanno insegnato .....che esistono delle regole tattiche da seguire e tuttto il resto è fantasia........ma se non hai gl attrezzi giusti .......non vai da nessuna parte!!!Ci passo ore su quelle diagonali....chiedendo sempre qualcosa in più!!!Ps il piedino va meglio ma ora ...avendo caricato con i pesi il trnco non potendo giocare mi fa male la spallaaaaaaaa!!per fortuna e solo un indolenzimento ma....tso proprio diventando un vecchietto...rinco..................!!!!!

Penna
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 431
Età : 47
Località : purtroppo......terrestre
Data d'iscrizione : 13.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: picchiatore
Racchetta: head extreme ig mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Lun 30 Lug 2012 - 16:19

Vedi penna il punto di vista di Spalama e' rispettabile.
Il mio e' un po diverso ,ma non e' perche' penso da Coach o da ex giocatore di B,solo che le mie esperienze come giocatore ed ora come insegnante mi hanno fatto maturare una certa filosofia.
Alla fine di tutta la discussione che hai avuto tu in passato ne e' saltato fuori che senza tecnica la tattica non si puo neanche mettere in campo.
Bene la mia filosofia incomincia da li.
Ora pero' bisognerebbe dare un valore a questa tecnica da dove poter incominciare.............e a questo punto mi piacerebbe sentire un po cosa ne pensate a proposito, dai che magari ne esce qualcosa di interessante......
Un saluto e buon tennis.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Lun 30 Lug 2012 - 18:11

Il problema, secondo me,....è di visione.
Perdonami Vet, ma questo Forum non è esattamente un vivaio di talenti brufolosi ai quali puoi imporre o elencare - assertivo - le regole di base alla formazione di un buon tennista (a livello agonistico).
Posso immaginare che in te scattino dei riflessi condizionati, un po' come il martelletto sulle ginocchia dato dal medico...però...bisogna anche adeguarsi alle circostanze.
Se uno mi chiede consigli sul servizio, che faccio, gli dico che a 15 anni, con la Kramer di legno servivo fisso sopra i 160 Km/h (misurati) ???
Appurata l'importanza della diagonale di dritto...possiamo discutere per ore se il tennis del futuro lavorerà più sulle bisettrici o sui quadranti. Ok, però chiacchieriamo io, te e altri 4... Ma a un Quarta interessa capire cosa è una bisettrice e cosa significa "stare bene in campo".
Posso massacrare di post ogni partecipante al forum sul fatto che la solidità sono le fondamenta...ma se voglio dire qualcosa di sensato a un cinquantenne...gli parlo di "varianti", ovvero da come uscire dallo scambio, piuttosto che sbattergli in faccia che lui "non scambia"...
Se uno è in difficoltà nella risposta al servizio, che gli dico? Incrocia profondo? Io, con un pizzico di realismo, gli dico: rispondi centrale che, tra l'altro, è la risposta più tecnica, oltre che quella più alla sua portata (ovvero che ha un minimo di probabilità di funzionare anche se non è un back profondo o un top carico).
Fino ad ora non mi ci son mai messo a dare consigli di questo genere...perché, a mio avviso, è una mancanza di rispetto nei confronti dei loro maestri che li seguono ogni settimana e che, magari, hanno un programma didattico specifico. A te piacerebbe che a fine lezione, una TUA lezione, un emerito sconosciuto prendesse sotto braccio il TUO allievo e gli spiegasse che l'anca se la può scordare e che deve solo tirare 20 palle in diagonale?
Eh, eppure non sto dicendo un'assurdità! Perché qui, di gente in queste "condizioni" ce n'è tanta....
Questo non vuol dire che il tuo contributo o quello di altri non sia importante, costruttivo e "maieutico". Tutt'altro!!!! Il contributo che puoi portare tu è prezioso.
Però, mi permetto di fare una nota: ragiona sull'effetto di quello che dici...qui sei come un trapezzista senza rete. Ovvero devi fare un salto perfetto. Una risposta, un commento tecnico non soggetto a errate interpretazioni. Il tutto senza conoscere casi singoli, senza essere in campo, senza "storia". Senza possibilità di correzioni....
Sei come sulla Luna: vedi una partita e devi mandare un commento con un razzo. Prima di tutto il razzo ci mette un po' a fare la strada; in secondo luogo ne hai uno solo perché siamo in regime di spending review; terzo, vedi la seconda parte della partita e tu, invece ne hai commentato solo i primi 3 game...
Un abbraccio sincero.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da MikeF18 il Lun 30 Lug 2012 - 21:21

Non mi sono connesso per un po' e ho perso tutti questi post!! Shocked

Come ha detto KK, tutti da quanto ho letto, avete ragione, o meglio, ognuno mi ha dato uno spunto...Tranquillo Veterano, ci pensano già i miei maestri a farmi fare in ogni allenamento esercizi duri ed estenuanti su direzionare i propri colpi, e lavorare sul lungolinea e incrociato...e il gioco incrociato è stato proprio il primo suggerimento degli insegnanti...cioè giocare incrociato di diritto e appena l'avversario accorcia entrare lungolinea ( e viceversa di rovescio ). Sono d'accordo che sia l'ABC del tennis.

Il fatto è che nella mia esperienza, non mi è bastato. Sarà forse perchè quelle due partite le ho giocate con due mancini, e già lì sono entrato nel panico/confusione. E ho provato a concentrarmi, non sbagliare e tenere le diagonali, ma loro non mi permettevano niente, cioè ero quasi inerme..proprio perchè non sapevo cosa fare..dato che non riuscivo ad entrare troppo facilmente.

Per questo come hanno detto già in molti, ho bisogno del piano 2, 3 ,4 ...

Per quanto riguarda la tecnica non è eccelsa, ma riesco a fare più o meno tutto in maniera standard

MikeF18
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 888
Data d'iscrizione : 15.01.12

Profilo giocatore
Località: Mugello
Livello: 4.nc
Racchetta: Wilson blade 98s

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da b52_ste il Mar 31 Lug 2012 - 9:27

Proprio ieri sera partitella amichevole con collega di lavoro... che dimostra il fatto che ogni partita è a se stante!!! Parto con la convinzione di "inchiodarlo" sulla diagonale del dritto, per poi attaccarlo appena accorcia... funziona tutto per qualche game, dopodichè devo avergli fatto entrare "in palla" il dritto e ha cominciato a tirare delle rasoiate strette che mi mettevano in grande difficoltà, e a venire a rete... fortunatamente sono riuscito ad uscire dallo schema mentale prefissato, a capire che per la serata col dritto avevo praticamente chiuso, ed ho cominciato a giocare sulla diagonale di rovescio... lui accortosi della cosa ha provato a rimediare giocando sul mio dritto, ma in quel caso gliela tiravo centrale, senza offrirgli nessun angolo, per poi riportarmi sul rovescio... risultato: 6-1 6-2 per me! Cool

Secondo me questa è la dimostrazione che è sempre sbagliato "inchiodarsi" su delle tattiche predefinite, e bisogna avere la mente elastica per adattarsi ad ogni situazione, se avessi continuato ad insistere sul suo dritto sarei stato spazzato via senza ritegno!

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Mar 31 Lug 2012 - 9:45

Bravo b52! Il tennis sa essere maledettamente darwiniano....
A vincere le partite non e' quello piu' forte, piu' intelligente o quello con i colpi migliori ma il giocatore che si adatta piu' velocemente alle avversità.
Lo diceva anche la gallina di fronte al T Rex... Cocco..gnammm!!!! Very Happy Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12081
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da b52_ste il Mar 31 Lug 2012 - 10:20

@kingkongy ha scritto:Bravo b52! Il tennis sa essere maledettamente darwiniano....
A vincere le partite non e' quello piu' forte, piu' intelligente o quello con i colpi migliori ma il giocatore che si adatta piu' velocemente alle avversità.
Lo diceva anche la gallina di fronte al T Rex... Cocco..gnammm!!!! Very Happy Very Happy

Fat semo... Rolling Eyes Very Happy Very Happy Very Happy

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Mar 31 Lug 2012 - 15:29

@kingkongy ha scritto:Il problema, secondo me,....è di visione.
Perdonami Vet, ma questo Forum non è esattamente un vivaio di talenti brufolosi ai quali puoi imporre o elencare - assertivo - le regole di base alla formazione di un buon tennista (a livello agonistico).
Posso immaginare che in te scattino dei riflessi condizionati, un po' come il martelletto sulle ginocchia dato dal medico...però...bisogna anche adeguarsi alle circostanze.
Se uno mi chiede consigli sul servizio, che faccio, gli dico che a 15 anni, con la Kramer di legno servivo fisso sopra i 160 Km/h (misurati) ???
Appurata l'importanza della diagonale di dritto...possiamo discutere per ore se il tennis del futuro lavorerà più sulle bisettrici o sui quadranti. Ok, però chiacchieriamo io, te e altri 4... Ma a un Quarta interessa capire cosa è una bisettrice e cosa significa "stare bene in campo".
Posso massacrare di post ogni partecipante al forum sul fatto che la solidità sono le fondamenta...ma se voglio dire qualcosa di sensato a un cinquantenne...gli parlo di "varianti", ovvero da come uscire dallo scambio, piuttosto che sbattergli in faccia che lui "non scambia"...
Se uno è in difficoltà nella risposta al servizio, che gli dico? Incrocia profondo? Io, con un pizzico di realismo, gli dico: rispondi centrale che, tra l'altro, è la risposta più tecnica, oltre che quella più alla sua portata (ovvero che ha un minimo di probabilità di funzionare anche se non è un back profondo o un top carico).
Fino ad ora non mi ci son mai messo a dare consigli di questo genere...perché, a mio avviso, è una mancanza di rispetto nei confronti dei loro maestri che li seguono ogni settimana e che, magari, hanno un programma didattico specifico. A te piacerebbe che a fine lezione, una TUA lezione, un emerito sconosciuto prendesse sotto braccio il TUO allievo e gli spiegasse che l'anca se la può scordare e che deve solo tirare 20 palle in diagonale?
Eh, eppure non sto dicendo un'assurdità! Perché qui, di gente in queste "condizioni" ce n'è tanta....
Questo non vuol dire che il tuo contributo o quello di altri non sia importante, costruttivo e "maieutico". Tutt'altro!!!! Il contributo che puoi portare tu è prezioso.
Però, mi permetto di fare una nota: ragiona sull'effetto di quello che dici...qui sei come un trapezzista senza rete. Ovvero devi fare un salto perfetto. Una risposta, un commento tecnico non soggetto a errate interpretazioni. Il tutto senza conoscere casi singoli, senza essere in campo, senza "storia". Senza possibilità di correzioni....
Sei come sulla Luna: vedi una partita e devi mandare un commento con un razzo. Prima di tutto il razzo ci mette un po' a fare la strada; in secondo luogo ne hai uno solo perché siamo in regime di spending review; terzo, vedi la seconda parte della partita e tu, invece ne hai commentato solo i primi 3 game...
Un abbraccio sincero.
Ciao King, e certo che se parlassimo a quattrochi credo che potrmmo intenderci molto piu rapidamente che con tutti sti papriri che scriviamo comunque ragionando su quest tuo post e sui mie post precedenti,chiaramente ho una visone un po diversa dalla tua,ma non poi cosi tanto.........forse a volte estremizzo un po ma anche tu lo fai,ma su 5000 post che ci sono,anche perche' non entro sempre e costantemente nel forum a bachettare tutti,sui consigli che si danno e dando giudizi in merito.In questo caso ho solo espressouna mia opinione,visto che si parlava di tattiche e schemi,ma mi permetti per una volta che entro in merito ad una discussione di dire,la pura verita' e non di girarci intorno......poii consigli situazionali dati vanno bene per magari risolvere il problemino del momento ,ma ogni tanto permettimi di dire che risolvendo quel problemino non hai risolto il vero problema del tuo gioco,che in quarta categoria e a livello amatoriale si chiama tecnica.
IL caso del nostro amico b52 per esempio puo essere mal interpretato se non chiarito come si deve,e tutto giusto ma
parte da una base,l'adattamento alla situazione non deve essere una costante del tuo gioco,se no non imparerai mai a giocare a tennis,ti devi basare sui tuoi punti forti,e costruire i tuoi schemi su quei punti,se segui solo in base a come tira il vento,non farai altro che non avere mai delle tue certezze sul quale basarti.IL cambio di schema ci sta,ma quando vedi che non funziona il tuo, ci sono le diagonali per quello ed e' quello che ha fatto b52all inizio.
Tecnica e tattica a parte in quarta e aquesti livelli ce gante che continua a spaccarsi la testa per riuscire a trovare la strategia giusta,ma non sa neanche che tiipo di tennista e' lui.
Poi che si risponda in base ai dati che si hanno in mano e si cerchi di dare una risposta il piu sensata possibile va bene,ma prima di cercare cose strane e vaneggiare su tattiche fantascientifiche,cercate di capire che tipo di tennista siete voi,e lavorate su per costruire la vostra tattica, i vostri schemi, e certo che poi dovrete studiare anche un po,perche' ci sono delle basi tattiche fondamentali gia scritte da imparare,se si vuole dare un minimo senso al gioco.Se no paragonando il tutto ad una squadra di basquet sarebbe come mandarli in campo senza schemi e dirgli adattatevi al gioco,tanto gli schemi non servono piu di tanto,con il risultato di mandarli in campo tutte le volte con una consfusione tiotale,e anche avendo dei potenziali limitarli nel cercare di adattarsi la avversario.
Poi chiaro che il tennis e' uno sport situazionale e devi adattarti,sempre,perche' non ti arrivera mai una palla uguale all altra,ma non puoi basare il tuo gioco sull adattamento.Devi avere delle certezze,e adssso non parlo solo di tecnica,ma parlo di capire chi sie tu veramente nel campo da tennis,o chi vuoi essere e questo devi averlo ben chiaro in mente e cercarlo veramente.
Pe terminare i consigli situazionali vanno anche bene,ma non dimentichiamoci da dove bisogna cominciare.
Un saluto e buon tennis.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Mar 31 Lug 2012 - 15:42

@b52_ste ha scritto:Proprio ieri sera partitella amichevole con collega di lavoro... che dimostra il fatto che ogni partita è a se stante!!! Parto con la convinzione di "inchiodarlo" sulla diagonale del dritto, per poi attaccarlo appena accorcia... funziona tutto per qualche game, dopodichè devo avergli fatto entrare "in palla" il dritto e ha cominciato a tirare delle rasoiate strette che mi mettevano in grande difficoltà, e a venire a rete... fortunatamente sono riuscito ad uscire dallo schema mentale prefissato, a capire che per la serata col dritto avevo praticamente chiuso, ed ho cominciato a giocare sulla diagonale di rovescio... lui accortosi della cosa ha provato a rimediare giocando sul mio dritto, ma in quel caso gliela tiravo centrale, senza offrirgli nessun angolo, per poi riportarmi sul rovescio... risultato: 6-1 6-2 per me! Cool

Secondo me questa è la dimostrazione che è sempre sbagliato "inchiodarsi" su delle tattiche predefinite, e bisogna avere la mente elastica per adattarsi ad ogni situazione, se avessi continuato ad insistere sul suo dritto sarei stato spazzato via senza ritegno!
Si e' sbagliato inchiodarsi sul delle tattiche predefinite,ma sono quelle che devi usare come base,poi che la partita prenda una piega differente da quella che tu hai immaginato e programmato e' un altro discorso e devi riuscire ad adttarti,e per quello ci sono le diagonali.Si vede che sei stato piu bravo tu a dominare il gioco anche sulla diagonale di rovescio edi uscirne quasi sempre a tuo vantaggio.Ma di base avresti impostato il tuo gioco sul tuo colpo piu debole?????sempre ammesso che lo sia,poi magari sei piu sicuro con il rovescio, e allora tutto il mio discorso va a farsi friggere.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Mar 31 Lug 2012 - 15:55

Poi se hai vinto 6-1 6-2 mi sembra di capire che non avevi poi cosi bisogno di tattiche particolari,ma solamente di tenre le diagonli meglio del tuo avversario,e ritorniamo alle basi......

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2001
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Mar 31 Lug 2012 - 15:58

@Veterano ha scritto:Poi se hai vinto 6-1 6-2 mi sembra di capire che non avevi poi cosi bisogno di tattiche particolari,ma solamente di tenre le diagonli meglio del tuo avversario,e ritorniamo alle basi......

In effetti...

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum