Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Schemi di gioco.

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Schemi di gioco.

Messaggio Da MikeF18 il Lun 23 Lug 2012 - 20:04

Promemoria primo messaggio :

Salve a tutti! Smile
Nelle due prime partite assolute in un torneo ho perso raccimolando soltanto 7 giochi.. Ho perso molti game ai vantaggi per colpa della concentrazione, ma non mi sentivo al di sotto del loro gioco ( erano 2 4.4 ), insomma riuscivo a giocarmela. Ovviamente però molte volte la spuntavano loro. Riflettendoci a freddo, so di aver perso perchè non avevo le idee chiare su cosa fare..ero troppo attendista..la mia domanda è questa: Siccome sono un giocatore aggressivo ( il mio fisico non mi permette di remare più di tanto ) volevo sapere schemi di gioco che magari usate voi stessi nelle partite...non lo so esempio banale: palla a metà campo gestibilissima-palla corta e colpo successivo pallonetto.

Insomma qualunque schema o serie di coli che vi permetta di comandare il punto (avversario permettendo) e giocare attaccando.

Spero di essermi spiegato bene Razz

MikeF18
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 888
Data d'iscrizione : 15.01.12

Profilo giocatore
Località: Mugello
Livello: 4.nc
Racchetta: Wilson blade 98s

Tornare in alto Andare in basso


Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Gio 2 Ago 2012 - 14:18

@spalama ha scritto:Mah..io quello che vedo sui campi è che arrotolo tanti bei giocatori bimani semplicemente giocandogli il back lungo e basso sul rovescio.

E vendo anche tanti ex giocatori over che hanno la stessa impostanzione classica far fuori baldi giovani forzuti che giocano tutto a duemila proprio con tante variazioni sul rovescio facendoli diventare matti.

Solo che prima si insegnava il tennis biologico al naturale ora si insegna il tennis biomeccanico "dopato" (non insenso farmaceutico...anche se alcuni dubbi li nutro su tanta gente)
Praticamente ti ha gia risposto Penna nei post precedenti.Tu ti stai basando su un gioco che vedi al momento e magari su un giocatore che non ha ancora una tecnica matura,e poi su dei top player che probabilmente non saranno ripetibili.
Comunque cerchaimo di chiarire le cose,quando incominci ad insegnare tennis non sai chi hai davanti,parliamo di ragazzini,nel senso che potresti anche avere il futuro Nadal,ma questo non lo sai,chiaramente.Da cosa parti, ad insegnare,dalle basi,che sono dritto ,rovescio e servizio.Bene la base per costruire il tennis non e' il rovescio slice.
Detto questo,bisogna poi confrontarsi con la realta' del tennis,nel senso che ormai,'e visto che non sappiamo quali siano le potenziali di chi abiamo davanti,le si mette la raccheta in mano per insegnare il rovescio bimane,perche' si sa che in un futuro da top player il bimane e' il rovescio che mi dara' piu solidita'.L'ideologia di base e' questa,poi se si vede che il ragazzo non lo digerisce o che magari e' un po piccolino di statura,o che per diversi motivi e' piu portato per il monomane si fanno altri tentativi, e si puo passare tranquillamente al monomane.Ma anche se ipoteticamente il ragazzo incomincia con il rovescio a una mano,no si puo impostare slice.Lo slice resta una variazione e come tale va introdotta nel gioco ed allenata,che poi fino alla terza categoria ci si possa fare fortune con tale rovescio e magari anche esclusivamente con quello,il discorso finisce li.IO ti garantisco che nella nostra scula tutti i ragazzini bimane che hanno fatto un certo percorso,sanno giocare il rovescio in slice molto bene.Tutto dipende dal percorso che hai fatto o che stai facendo.Poi ripeto non so come sia la realta in italia,ma alla fin fine non credo che si distachi molto dal mio ragionamento.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Gio 2 Ago 2012 - 14:43

Mah, la questione e' se insegni lo slice...o insegni uno schema difensivo o di attacco con lo slice/chop o in chip...
Non e' importante, secondo me, insegnare il colpo ma insegnarne la "filosofia". Non vedo perché non scommettere sullo slice...se funziona...anche in un match importante. Il chop o lo slice son colpi come il dritto in diagonale: non ci può essere una pregiudiziale.
E qui ritorno sulla questione materiali e nuovi swing. Con le velocità d'esecuzione attuali ...anche le diagonali cominceranno a perdere un po' di dominio: le uscite sono sempre piu' fantasiose. E se gli angoli di risposta e di attacco si ampliano...si deve cercare un sistema per "chiuderli". Come? Gioco piu' profondo (al quale si risponde con swing sempre piu' difficili in anticipo) e con palle meno attaccabili. Ci stanno anche i chop esasperati...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da spalama il Gio 2 Ago 2012 - 14:48

Che fino alla terza categoria puoi giocare lo slice ed oltre no prova a dirlo a Steffi Graf che col rovescio slice ci ha vinto tutto non a me......

E' chiaro che il colpo base da insegnare è il rovescio da sotto e non il back, forse non ci siamo capiti, oppure mi sono spiegato male io, io contesto la vostra ideologia di insegnamento del tennis.

Ma chi te l'ha detto che in un futuro da top player il rovescio bimane è più solido se gli ultimi venti anni di tennis dimostrano il contrario in quanto a vittorie importanti ed in quanto a numeri uno del mondo?

State riducendo il tennis a pura mediocrità tecnica e sola eccellenza fisica.

Mediamente oramai giocano tutti uguali perchè il tennis che insegnate è quello, e secondo me è una scelta di comodo basata molto di più sulla quantità del lavoro ripetitivo che sulla qualità tecnica dei colpi.

La realtà del tennis di oggi non è un'entità astratta, siete voi insegnanti i primi attori e responsabili di quello che sta accadendo, non le industrie che producono gli attrezzi e che li alleggeriscono per massimizzare i margini (stesso prezzo meno materiale meno costo = più guadagno).

La Schiavone vince il RG e fa finale l'anno dopo giocando il rovescio ad una mano con una AeroProDrive.....e quindi ma di che parliamo?

Sempre in amicizia chiaramente.....utilizzo il tono polemico per non annoiare chi legge e stimolare un pò di sana riflessione sfruttando la presenza e la competenza delel opinioni di un maestro di tennis in Spagna, che è la scuola tennistica più in voga al momento.

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Gio 2 Ago 2012 - 15:18

King il problema e che lo slice in un match importante almeno che tu non sia Roger Federer non ti fa vincere la partita.Comunque non sono per niente daccordo,ma ci ritornere mo su.Adesso devo andare ad insegnare la diagonale in campo eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Gio 2 Ago 2012 - 15:31

Rispondo "biblico": ...e se troveremo un solo uomo probo non distruggeremo Sodoma e Gomorra".
Grazie Roger!!!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da spalama il Gio 2 Ago 2012 - 16:03

Ah mbè ci vorrà mica Piero Angela per insegnare la diagonale??????.....

"Oggi giochiamo incrociato.....quello è il birillo...chi lo colpisce più volte ha vinto.....forza....apri...piegati e via.....lascia andare la racchetta come se volessi lanciarla verso il birillo.....facciamo tutto il cesto così....raccogliamo ed ora facciamo l'incrociato di rovescio....stesse regole...."

Un'ora, 25-30 euro in tasca del maestro e passa la paura.......eh????

Non mi avrete mai....... .......

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da otello69 il Gio 2 Ago 2012 - 17:40

La mia impressione sulla base dell'esperienza di questi ultimi 2 anni e mezzo di ritorno al gioco e' questa.

Premessa per chiarire il contesto: l'ultimo anno di liceo smetto di giocare a tennis (ero nulla piu di un buon nc con prospettive al massimo di diventare un buon vecchietto c4/c3 ma veramente nulla di piu). A fine 2009 riprendo in mano la racchetta dopo oltre 20 anni di stop vero senza mai toccare neanche una palla. 2010 primo anno di tornei da nc, basta tirarla di la, 2011 secondo anno di tornei primi turni ancora abbastanza facili con quello che e' sempre stato il mio gioco, variazioni serve&volley back etc etc...gia' l'anno scorso mi accorgo che nei turni col tabellone a cavallo tra la quarta e la terza non basta più, trovi avversari molto solidi e se non hai un palleggio bello deciso e profondo con palla lavorata soccombi, altro che variazioni...ergo la mia tecnica e il mio modo di giocare non sono piu sufficienti...attenzione, in primis la tecnica perche' se ti prendono a pallate quando fai un gioco "vario" vuol dire che non sei abbastanza solido pur nelle variazioni. Nell'estate del 2011 mi metto li a migliorare lo scambio da fondo, cerco di rendere sempre piu malefico il dritto e complice il fatto di essere mancino la cosa paga. Un infortunio mi stronca nel bel mezzo di un torneo a una manciata di punti da 4.1. Quest'anno lavoro ancora di piu per consolidare lo scambio da fondo e il classico "uncino" di dritto da mancino cercando in torneo variazioni sul tema della diagonale di dritto profonda e arrotata a far uscire l'avversario dal campo. Funziona molto di piu del mio gioco vario di prima e anche i risultati lo dimostrano.

La morale, almeno in base alla mia esperienza di pippa colossale, e' che la base per affrontare i tornei al mio livello e' avere uno scambio da fondo in grado di mettere il difficolta' l'avversario, le variazioni pagano fino a un certo punto a meno di essere molto superiori all'avversario. Solidita' e consistenza da fondo per,poi entrare in campo quando l'avversario accorcia mi stanno pagando il resto da usare col contagocce. Il ragazzino che impazzisce quando tiri il back sul suo rovescio a due mani lo trovi fino a un certo livello poi devi avere un back veramente molto malefico o in alternativa un gioco di variazioni e palle senza peso, corte etc etc veramente di qualche categoria superiore...gioco che vorrei avere ma non sono abbastanza bravo jocolor

otello69
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2762
Età : 47
Località : Pavia - Milano
Data d'iscrizione : 12.02.10

Profilo giocatore
Località: Pavia - Milano
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: TGK 260.1 xl

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Gio 2 Ago 2012 - 17:45

Ok 5 minuti di tempo e poi scapo di nuovo,allora tecnicamente parlando il rovescio a due mani ,scuola spagnola a parte e moda del momento a parte,si insegna perche' e' piu facile da imparare e ti permette di piu nel senso che e' meno rigido sotto tutti i punti divista,apartire dal punto d'impatto,fino alla posizione dei piedi,col bimane giochi in open col monomane no,percio' tutto questo si riduce ad avere piu facilit'a di posizionamento nel bimane,cosa che invece e' per forza di cose piu rigida nel riovescio monomane.Percio¡ il bimane ti permette di colpire palle giocate in una posizione non prorpio perfetta con una maggior possibilita' di esito che il monomane.Altro vantagio del bimane non devi perforza cambiare impugnatura,ma puoi usare una presa per il dritto,Per giocare il mono devi avere un bel braccio per riuscire a sfruttare tutte le potenzialita che il mono ti offre,e una presa bella ferma,e spessso i bambini quando cominciano riescono a mala pena a sollevare la racchetta.La risposta al servizio,e' piu efficace,e ti da una possibilita' di riuscita magiore quando devi contrstare dei servizi potenti,ma prorpio all ivello di centrare bene la palla,se con il mono non la centri bene la risposta va sula luna,il bimane ti permette di giocare di la anche una palla non prorpio ben centrata,e poi ritornando al timing per riuscire a centrare bene una palla e colpirla bene avanti con il rovescio a una mano devo avere un timing perfetto,e se vedi per la magior pate delle volte saro costretto ad utilizzare lo slice per difendermi,Il bimane e' semplicemente piu facile e permissivo rispetto al monmane.
Bueno scappo di nuovo vediamo se priam o poi riesco a finire il ragionamento eh eh eh

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Gio 2 Ago 2012 - 17:52

attendo...anche se, così come la stai mettendo...mi sa che andiamo incontro a un altro equivoco... hehehhehehehehhe

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Gio 2 Ago 2012 - 21:05

basta equivoci.......pero¡ se comoscete qualche tecnico , che abbia una buona esperienza chiedete e vedete cosa vivrisponde,se poi pensate che sia solo ip che ho determinate idee.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Gio 2 Ago 2012 - 22:05

Aspetta Vet-usto! Hihihihi
Io stavo introducendo un tema...partendo da una mia personale opinione.
Partiamo dall'OPINIONE:
Non ha significato insegnare "un" colpo (che poi sono una famiglia di colpi come chip, chop, drop, slice) ma, al contrario, e' importante insegnare un gioco o una serie di sequenze con il back.
Perché?
Perché, come dice Vet, non si sa chi e' il tuo allievo e dove può arrivare.
Perché insegnare un colpo significa indirizzare, in partenza, il futuro non-creativo prospect. Insegnare un modo di giocare significa lasciare aperte tutte le porte.

TEMA lanciato.
I materiali, secondo me, potrebbero suggerire un'evoluzione tecnica che e' già in corso: swing piu' veloce con telai piu' leggeri/agili.
La proposta di discussione era se le nuove traiettorie di palla decreteranno schemi tattici differenti, con una minor importanza delle diagonali e un gioco sempre piu' di anticipo.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da spalama il Ven 3 Ago 2012 - 9:47

Nessun professionista o quasi nessuno gioca con telai leggeri/agili e molti di loro utilizzano telai di vecchissima concezione pitturati come quelli in vendita ora nei negozi.

Inoltre quando ero bambino io ho inziato a giocare con una Snauwaert Monaco Junior di legno e poi con una Bancroft Junior che ho ancora e che pesano quasi come le racchette dei professionisti di ora!!!!

Eppure si insegnava il rovescio ad una mano, ora invece che esistono racchette per bambini suddivise addiruttra per età di gioco con dei pesi ridicoli c'è l'esigenza di farli giocare a due mani così tengono meglio la racchetta, hanno più forza.

Adesso poi i bambini sono tutti ormonati e noi che mangiavamo la carne una o due volte alla settimana, e solo la domenica il pollo con le patate dovevamo sopportare il peso delle racchette di legno dal piatto piccolissimo.......

Vedevo gli allenamenti che facevano quelli "grandi" e mi spaventavo....

Quelli classificati (alcuni B ed altri C) si allenavano in un campo 2 a rete e due a fondo campo....dove stà la novità?

Che quelli a fondo campo servivano fortissimo e quelli a rete dovevano giocare la volè sul loro servizio.....

In un campo da pallavolo invece si metteva un telone sulla rete che arrivava fino a terra e si faceva giocare il top spin sopra la rete di pallavolo alla cieca, cioè chi stava dall'altra parte vedeva la pallina solo dopo che aveva oltrepassato la rete ed in più non poteva vedere il movimento del giocatore avversario.

In un altro campo c'erano delle attrezzature dedicate esclusivamente al servizio, dei bersagli tipo tiro con l'arco dove ti esercitavi a cercare la direzione e la precisione del servizio, dei piccoli canestri saldati a a tre metri di altezza sui paletti della rete di recinzione per esercitare il lancio di palla, nel senso che ti mettevi la sotto e dovevi lanciare la pallina in verticale all'interno del canestrino facendo il movimento a campana, ed altre soluzioni creative di questo tipo.

Quando andavamo in giro a fare tornei però, e mi succede anche ora, eravamo riconoscibili per il bel gioco e la pulizia dei movimenti.

Quando entravamo in campo il maestro ci metteva in fila sulla riga del corridoio, ci ispezionava uno ad uno, la racchetta doveva stare sul petto tenuta con le braccia conserte, ci spiegava la lezione, ci raccontava i risultati delle partite di torneo che avevano fatto i nostri amici, e poi tutti in campo a giocare lungolinea o incrociato (parliamo del 1976-78), oppure a sviluppare il tema della lezione.

Si giocava con la lanciapalle che faceva delle sequenze spaventose (leggetevi il libro di Agassi), quando arrivarono le prime telecamere il maestro ci riprendeva e ci faceva rivedere i colpi, altro che videoanalisi che va di moda adesso, parlo di almeno 30 anni fa......

Ecco ho visto e fatto cose che ora non vedo più.

Vedo solo una gran confusione in campo, esercizi ripetitivi, maestri appanzati e scojonati che stanno passivamente ai cestini e stanno più attenti ai movimenti delle mamme a bordo campo.... pig che a quelli dei figli in campo.

Mi pare che manchi proprio il discorso passionale e creativo e sono molto preoccupato per il mio sport perchè Federer prima o poi smetterà anche lui ed all'orizzonte non si vede luce, non mi pare ci sia speranza di vedere la bellezza estrema di quel tennis classico applicato alla modernità odierna, che contrasta e vince contro l'ARMATA DEI CLONI....

Aspettando il Ritorno dello Jedi vorrei dei maestri Kenobi per i piccoli apprendisti del tennis.

spalama
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 572
Data d'iscrizione : 21.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: 4.2 FIT / I.T.R. 5.0
Racchetta: in prova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Ven 3 Ago 2012 - 10:16

Spalama...chiedi conferma a Mario/Eiffel: i telai si stanno alleggerendo. Non ho detto che tutti giocan a 300 grammi...ma che sia un trend si'.

E' per questo che e' interessante.


kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da b52_ste il Ven 3 Ago 2012 - 10:20

Ah però spalama, il vostro allenatore faceva per caso "Hartman" di cognome? Very Happy

Scherzo ovviamente, notevoli gli allenamenti, mi incuriosisce soprattutto quello per il top con la rete da pallavolo "oscurata"... inventiva notevole! Cool

Chiaro che bisogna distinguere tra chi il tennis lo fa solo per divertimento e attività sportiva (come facevo io), e gli agonisti... nel primo caso va benissimo un allenamento più "soft", mentre nel secondo, beh, sangue e sudore! Smile Mi ricordo sempre il mio primo allenatore di Judo (sport che, ahimè, ho interrotto per infortunio) mi diceva: ora è divertente, ma se volete passare ad agonisti basta che me lo dite e vi PROMETTO che vi divertirete meno! Shocked

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Ven 3 Ago 2012 - 10:21

E quello che dici sulla "scuola" lo condivido con tristezza: manca amore e professionalità. Mancano idee, manca anche coraggio.
E i bambini/ragazzi lo percepiscono.
Così come sentono che non c'e' spazio per il "loro" tennis...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Ven 3 Ago 2012 - 11:40

Ma si Spalama,in giro se ne vede di tutti i colori,ma non solo nel tennis,poi dipende dove vai a vedere.Anche qua ce ne per tutti i gusti,non credere che siano rose e fiori.ma questo fa parte dell gioco,ce il posto dove si impara a gicoare a tennis e il posto dove si butano i soldini.Io ho gli stessi tuoi ricordi ehhh,pero mi ricordo che proprio perche' non riuscivo ad essere solido con il rovescio ad una mano,mi avevano cambiato al bimane,e devo dire che e' stata un po la mia fortuna,e ho visto i miglioramenti,poi adesso che non mi alleno praticamente piu,e gli annetti incominciamno a pesarmi,rimpiango di non avere un rovescio ad una mano solido come il bimane,si ci palleggio e quando faccio lezioni gioco monomane,ma se devo fare sul serio bimane ah lo slice lo so giocare ehhh,con l'infelicita delle mie ginocchia e della mia schiena,ma questo e' un altro discorso.
Comunque una volta quando giocavamo noi i tempi erano piu lenti,nel senso che adesso a 16 anni si fanno gia' i futures,una volta a 16 anni magari incominciavi a fare i tornei di B o di C,insomma ce meno tempo e si comincia prestoqua i bambini prendono gia la racchetain mano a 4 anni e qualcuno a tre quandp ho cominciato io avaveo 6 anni e molti della mia generazione incominciavano a 8- 10 e anche un pelino piu avanti,e il bimane e' piu veloce da imparare e da gestire specialmente per un bambino di tre o quattro anni.Poi come dicevo si valuta un po,non e che siamo alla gestapo,ce' un periodo dove si fanno asperimenti ehhhhh e da li si vede e si decide.Per il resto spalama cosa vuoi che ti dica......prutroppo il nostro tennis ed il modo di vedere il tennis e' cambiato,e si e' cercato di standardizzare il piu possibile,seguendo determinati canoni,che siano piu produttivi per tutti.Se poi facciamo un discorso individuale sono daccordo con te.Comunque per ritornare indietro la Graf,visto che l'ho vista allenarsi da te metri,il top spin di rovescio lo giocava con la stessa efficacia del rovescio slice ehhhhh,poi il perche' non lo usasse in partita bisognerebbe chiederlo a lei.....
Onestamente dei materiali non mi interesso molto,anche perche' credo che fino ad un certo livello anche se giocassi con una padella il risultato sarebbe lo stesso,non e' la rachetta o la corda che fanno il giocatore,aiutano sicuramente,ma non fanno il giocatore.IL discorso che faceva jack kramer ,cioe' che il peso della rachetta devi poterlo gestire,facilmente.
Poi non credo che a livello pro il peso sia cambiato molto,sempre telai pesanti sono,ma che ci sia una tendenza ad alleggerirli credo prorpio di si.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Penna il Ven 3 Ago 2012 - 11:57

Beh....vi parlo per esprienza personale: tornato sui campi er avivo il ricordo di come eravamo....ma le prendevo di santa ragione!!Poi piano piano ho cominciato a capire........ho cominciato a capire che per i fronzoli non c'è più spazio....per il bello non c'è più spazio......!!!Devi essere solido, aggressivo ma fare un gioco in percentuale, veloce e potente.......!!!O lo sei o man mano che cresce la giostra ti fai male!!!Ieri ad esempio le ho buscate perchè volevo giocare alla Federer......ho fatto punti bellissimi ma tanti, troppi errori!!Attacco e a rete........beh...una volta sbagli l'attacco una volta la volè...e la frittata e fatta!!Se avessi fatto il mio gioco mettendomi da fondo a randellare avrei vinto ma volevo divertirmi anche se alla fine è stato brutto sentirsi dire "ma come hai giocato oggi?"!Sei stato uno scriteriato, folle!!!e si perchè la partita la ho persa da solo!!!A me piace e come l'estetica, la classe, l'eleganza ed un gioco spumeggiante...ed a chi non piace? Ma deve anche essere redditivo altrimenti..............!!Quanti lo sanno fare ad ogni livello?Pochi, pochissimi e quei pochi sono dei Maradona del tennis!!Quindi dei fuoriclasse con tocco e braccio/a super!!Gli altri? beh devono accontentarsi (si fa per dire) di un gioco redditivo ed il meno rischiso possibile!!!Tutto qua!!Bisogna essere realisti!!!Solidità, pesantezza e potenza e qualche divagazione sul tema!!!E' bello? si diversamente bello!!!è semplicemente un gioco diverso dettato dai tempi e dalle esigenze, leggi attidudini, di ciascuno!!!!!Fare lo splendido non rende: tutto qua!!!

Penna
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 431
Età : 47
Località : purtroppo......terrestre
Data d'iscrizione : 13.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: picchiatore
Racchetta: head extreme ig mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da kingkongy il Ven 3 Ago 2012 - 13:02

Ok, ci stiamo girando in tondo con punte autobiografiche.
Il problema, pero' e' un altro. Vediamo se mi spiego.

Se uno come me, malato di tecnica e di peli spaccati in quattro e, allo stesso tempo sostenitore della creativita' scrive nel proprio profilo "racchetta: quella che c'e'"...un motivo ci sarà, no?

Il tema che cerco di introdurre e': io, Kk, vedendo giocare, vedendo alcune scelte sui materiali, penso che nell'arco di un paio di anni, il tennis cambierà. Cambierà "li' in alto"... Come sarà il tennis "in basso". E quali i grandi filoni (tecnici, tattici, didattici) di sviluppo?
Mi piacerebbe anche che Mario/Eiffel partecipasse, perché lui dispone di un osservatorio privilegiato sul mondo dell'agonismo e dell'industria (che lo alimenta...).

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Ven 3 Ago 2012 - 14:29

@Penna ha scritto:Beh....vi parlo per esprienza personale: tornato sui campi er avivo il ricordo di come eravamo....ma le prendevo di santa ragione!!Poi piano piano ho cominciato a capire........ho cominciato a capire che per i fronzoli non c'è più spazio....per il bello non c'è più spazio......!!!Devi essere solido, aggressivo ma fare un gioco in percentuale, veloce e potente.......!!!O lo sei o man mano che cresce la giostra ti fai male!!!Ieri ad esempio le ho buscate perchè volevo giocare alla Federer......ho fatto punti bellissimi ma tanti, troppi errori!!Attacco e a rete........beh...una volta sbagli l'attacco una volta la volè...e la frittata e fatta!!Se avessi fatto il mio gioco mettendomi da fondo a randellare avrei vinto ma volevo divertirmi anche se alla fine è stato brutto sentirsi dire "ma come hai giocato oggi?"!Sei stato uno scriteriato, folle!!!e si perchè la partita la ho persa da solo!!!A me piace e come l'estetica, la classe, l'eleganza ed un gioco spumeggiante...ed a chi non piace? Ma deve anche essere redditivo altrimenti..............!!Quanti lo sanno fare ad ogni livello?Pochi, pochissimi e quei pochi sono dei Maradona del tennis!!Quindi dei fuoriclasse con tocco e braccio/a super!!Gli altri? beh devono accontentarsi (si fa per dire) di un gioco redditivo ed il meno rischiso possibile!!!Tutto qua!!Bisogna essere realisti!!!Solidità, pesantezza e potenza e qualche divagazione sul tema!!!E' bello? si diversamente bello!!!è semplicemente un gioco diverso dettato dai tempi e dalle esigenze, leggi attidudini, di ciascuno!!!!!Fare lo splendido non rende: tutto qua!!!
Bravo penna vedo che a forza di prenderle facendo lo splendido hai imparato la lezione Very Happy Very Happy

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Veterano il Ven 3 Ago 2012 - 14:30

@kingkongy ha scritto:Ok, ci stiamo girando in tondo con punte autobiografiche.
Il problema, pero' e' un altro. Vediamo se mi spiego.

Se uno come me, malato di tecnica e di peli spaccati in quattro e, allo stesso tempo sostenitore della creativita' scrive nel proprio profilo "racchetta: quella che c'e'"...un motivo ci sarà, no?

Il tema che cerco di introdurre e': io, Kk, vedendo giocare, vedendo alcune scelte sui materiali, penso che nell'arco di un paio di anni, il tennis cambierà. Cambierà "li' in alto"... Come sarà il tennis "in basso". E quali i grandi filoni (tecnici, tattici, didattici) di sviluppo?
Mi piacerebbe anche che Mario/Eiffel partecipasse, perché lui dispone di un osservatorio privilegiato sul mondo dell'agonismo e dell'industria (che lo alimenta...).
La prossima volta che vedo il mio "boss" le chiedo cosa ne pensa.Lui qualcosina in piu di me ne sa Very Happy Very Happy

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1998
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Penna il Ven 3 Ago 2012 - 16:25

Bravo penna vedo che a forza di prenderle facendo lo splendido hai imparato la lezione



e ci macherebbe.........sai quante ne ho prese!!!ahahahahahah!!Ieri mi sono proprio voluto divertire!!Tutto a mille: dritti a sventaglio, piattoni da urlo, passanti tirati a tutto braccio, attacchi da tutto campo, rovesci da paura sulla diagonale!!!palle corte....battuta e volè!!Bene risultato? 64 63 ma non per me!!a me resta il ricordo dei punti più belli..ah quello si.............!!!Di norma lo batto 60 60!!!Come cambierà il tennis? secondo me diventerà ancora più veloce con angoli più stretti!!! in alto sarà da urlo e per uomini missili!!!!Le donne però mostreranno ancora per anni una tecnica ed una tattica più vicine alla nostra........!!!!Perchè? alleggeriamo ancora gli attrezzi, creiamo corde ancora più performanti....e vedremo cosa da matti!!!Io spero che ci sia un ritorno al passato mettendo dei freni alla evoluzione tecnica!!Così come è successo in F1!! Ma.....purtroppo le case costruttrici...i poteri forti del nostro sport...sono in piena lotta!!Mi chiedo......dove sia la federazione internazionale!!Possibile non si possa intervenire? A me quelle partite solo battuta e risposta fatte di tre scambi non piacciono!! ma o sei Nadal, Federer, Djoko o prova te a stare dietro a quelle pallate!!!! mah non so....lo spin di sicuro sarà più accentuato.....ed è una logica conseguenza come impugnature più estreme!!Di rovescio poi.....secondo me si andrà verso un rovescio libero insegnando sia il mono che il bimane ed i giocatori dovranno per necessità alternarli in partita!!!ma........questa è la mia idea del tennis del futuro!!!!ma io non sono un .........mago......per cui.........!!!jocolor

Penna
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 431
Età : 47
Località : purtroppo......terrestre
Data d'iscrizione : 13.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: picchiatore
Racchetta: head extreme ig mp

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da Zagreus60 il Ven 3 Ago 2012 - 17:21

KK, il tennis cambierà ancora certamente ma difficilmente sarà più godibile perché è facile immaginare che la velocità crescerà. A meno di intervenire su dimensioni e pesi di palline o addirittura di ridimensionare i campi da tennis è facile prevedere superman di due metri menare botte da orbi con scambi brevissimi da fondo campo. Più in generale saranno fondamentali il servizio, lo smash, e colpi "definitivi" di dritto e di rovescio. Vivremo però un mondo dominato dall'automazione nel quale avrà poco importanza la fantasia e molta importanza l'ottimizzazione delle risorse disponibili. Dunque anche il tennis sarà velocissimo e gli scambi diverranno una rarità. Probabilmente le regole andranno riviste per aumentare la spettacolarità. Le donne, a mio modestissimo avviso, ridurranno l'attuale gap e forse non ci saranno più le categorie femminili anche perché con la tecnologia sarà sempre più facile tirare più forte. Ma, come diceva Aldo dei Nomadi cantando Guccini, "noi, noi non ci saremo!". Very Happy

Zagreus60
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1130
Età : 56
Località : Reggio Calabria
Data d'iscrizione : 28.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0
Racchetta: Blade 98 16X19 - Prince Rebel 98

Tornare in alto Andare in basso

Re: Schemi di gioco.

Messaggio Da alain proust il Ven 3 Ago 2012 - 18:04

si è spesso parlato in passato di eliminare la seconda di servizio. credo che già solo questa modifica regolamentare porterebbe immediatamente ad un aumento degli scambi e ad una spettacolarizzazione della partita.
questa modifica profonda nel regolamente porterebbe grandi cambiamenti nella condotta della partita, molti giocatori che si reggono sul servizio credo che perderebbero decine di posizioni, altri le guadagnerebbero. o forse no, chissà.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 6 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum