Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da albythegame il Lun 18 Giu 2012 - 7:55

Io mi sto facendo l'idea ( che alla fine credo sia corretta ) che i giocatori professionisti NON abbiano UNA SOLA impugnatura per tutti i loro colpi , ma che semplicemente tengano un impugnatura "preferita" per il palleggio ( cosiddetta "impugnatura da palleggio" ) che è quella che spesso vediamo negli allenamenti "presi da dietro" su youtube .
In partita la cambiano a seconda della palla che arriva loro e in base alla potenza/spin che intendono imprimere .
Indi per cui non mi sorprenderei a veder Federer giocare con una Semi-western , ne a veder Berdych o chessoio Monfils , Tsonga , Agassi , giocare con una Eastern.

Credo che i pro sappiano giocare con tutte le impugnature , sia di diritto , che di rovescio , come di servizio Smile

Siete d'accordo ?

albythegame
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 30.01.12

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.4 FIT
Racchetta: Babolat Pure Drive GT

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da Veterano il Lun 18 Giu 2012 - 12:09

Bisogna vedere cosa vuol dire "giocare",anche io so giocare con tutte le impugnature,ma ho la mia preferita,cioe' semiwestern,poi visto che ho imparato a giocare anni fa posso usare anche una estern in certi casi,la western non la digerisco molto,ma se proprio devo mettermi a remare da fondo contro il re dei toppatori allora che western sia.Pero anche se sono pro non e' detto che pur sapendo giocare con tutte le imugnature su tutte le impugnature abbiano dei colpi da pro e non e' che a ogni palla decidono quale impugnature utilizzare,si cerca sempre di mantenere ll'impugnatura piu sicura di base ed e' quello che fanno anche i pro,che poii ogni tanto per situazione di gioco o perche' ne si costretto causa poco tempo per cambiare presa si possa,sempre ammeso che lo sappiano fare e non e' detto ehhhh cambiare ci sta,ma non si cambia ad ogni colpo in base a quello che ti arriva.

Veterano
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1999
Data d'iscrizione : 20.06.10

Profilo giocatore
Località: Spagna
Livello: ex b3
Racchetta: babolat pure drive cortex

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da Mr Lybra il Lun 18 Giu 2012 - 14:28

@albythegame ha scritto:Io mi sto facendo l'idea ( che alla fine credo sia corretta ) che i giocatori professionisti NON abbiano UNA SOLA impugnatura per tutti i loro colpi , ma che semplicemente tengano un impugnatura "preferita" per il palleggio ( cosiddetta "impugnatura da palleggio" ) che è quella che spesso vediamo negli allenamenti "presi da dietro" su youtube .
In partita la cambiano a seconda della palla che arriva loro e in base alla potenza/spin che intendono imprimere .


Siete d'accordo ?

Sì.

Mr Lybra
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 426
Età : 30
Località : Quarto D'Altino
Data d'iscrizione : 18.08.11

Profilo giocatore
Località: Quarto D'Altino (VE)
Livello: 4.2
Racchetta: Wilson Pro open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da kingkongy il Lun 18 Giu 2012 - 14:59

alby... è un discorso davvero troppo generico e "pericolosetto"...hehheheh Però affascinante.

Un giocatore eclettico e molto tecnico, è capace di "giocare" ...per giocare. Scusa il ...gioco di parole... hehehhehehe
Ok, la smetto!
Arrivo al dunque. Oggi Federer ha voglia di tirare piatto. Impugna continental ed è tutto contento. Poi arriva una palla carica e, senza cambiare impugnatura, gira il polso e gioca in continental un top spaventoso.
Standing ovation. Fine del gioco.
Magari era una scommessa oppure era un esperimento...ma sul serio: una cosa che aveva in testa e voleva a tutti i costi provarla. Voleva provare fino a che livello poteva giocare con quella impugnatura e quale effetto faceva il lavoro sulla palla e le sensazioni che riceveva in cambio.
Giocare un toppone in continental non è impossibile. Però non è che uno si diverta molto, perché il polso di sicuro non è tanto d'accordo... Poi, le geometrie complessive dello swing cambiano tanto e non è proprio il massimo fissare un movimento (e una memoria muscolare).

La sfortuna è che mentre gioca Federer c'è un suo fan che mette on line il filmato e tutti pensano che stia meditando una "fondamentale svolta tecnica".

Sul rovescio, per esempio, che, secondo me, si presta ancor di più a "interpretazioni" DA CAMPIONI...è un punto interrogativo. Uno vuole allenarsi a rispondere alla sassata di servizio: che impugnatura sceglierà, magari qualcosa che vada bene anche per il dritto? Si tiene il "Piano B" pronto in tasca? Non cambia niente della sua impostazione di base? E' un rovescio da back che fa anche il top? (tanto per dire)... Booooohhhhh???????

Un altro discorso sarebbe anche su "quanto in cima" impugnano... Un paio di centimetri di leva, ogni tanto, la si ruba...soprattutto sul servizio. Se cambia il grip cambia anche lo Sw... Vabbé, qui spacchiamo il capello in quattro.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da DrDivago il Lun 18 Giu 2012 - 16:32

@kingkongy ha scritto:
Un altro discorso sarebbe anche su "quanto in cima" impugnano... Un paio di centimetri di leva, ogni tanto, la si ruba...soprattutto sul servizio. Se cambia il grip cambia anche lo Sw... Vabbé, qui spacchiamo il capello in quattro.
Su questo sinceramente non avevo mai riflettuto (a parte impugnare la racchetta un filo più in fondo quando devo servire)... illuminaci, scimmione! study

DrDivago
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6416
Età : 29
Località : Deep NE
Data d'iscrizione : 31.05.10

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR: 4.5 ca
Racchetta: 2x Angell TC105 RA70 DOC CUSTOM

http://www.zeroquaranta.it/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Una mia opinione sul discorso : "Con quale impugnatura gioca ..."

Messaggio Da kingkongy il Lun 18 Giu 2012 - 18:02

Beh, qui entriamo nell'esoterico. O, meglio, io porto la mia esperienza datata fine Settanta e inizi Ottanta.

Inutile dire cher era un tennis differente e non ho idea di come si sia evoluta la scuola di base e quella agonistica. Forse, su questo punto, Veterano ha qualcosa da raccontare.

Quello che dico è da prendere con le pinze, ovvero da non imitare. Sapete TUTTI benissimo che quando si parla di grip...io dico sempre che è "area privata, personale ed esclusiva" del maestro.
Questo non per "pigrizia" nei commenti, ma perché io la ritengo davvero un'area (ovvero non solo la presa meccanica) estremamente delicata, fatta di sfumature e di effetti domino concatenati tra di loro.
Una minore tensione del grip porta a incredibili benefici in termini di velocità, efficienza etc etc ...non mi dilungo hehehheheheheh

Allora, la "faccenda" grip "mobile" nasce dalla grande passione di allora per il Serve & Volley. Tutti tiravamo delle botte da paura, tiravamo in allenamento vasche da bagno di palline in slice, in kick, in come ti pare, anche con la faccia della racchetta del rovescio (per scommessa).

Pur di guadagnare qualcosina in più si usava di tutto...customizzazioni e set up compresi. Ma se metti un ferro da stiro in testa alla racchetta...vai bene con il serve...ma un po' malino con il volley.

La soluzione era grippare in maniera differente la racchetta. "Sul tappo" per il serve per poi ritornare a una "certa" normalità per il resto. Diciamo che non solo era "non-malvista" (dai maestri) questa tecnica ma anche "tollerata" per giocare a tutto campo con una certa "libertà".
Non era per nulla una tecnica di scuola, sia chiaro!
Era una "licenza poetica" per l'agonismo.

Il fatto era che lo Sw personale-individuale era davvero pesante. Tu immagina di mettere una racchetta già bella tosta come quelle di allora (sopra i 360 grammi bilanciate avanti e/o zavorrate) sul Diagnostic ma di morsettarla con il fulcro a 5 cm dal tacco anziché i canonici 10. Diventa una XXL come lunghezza del telaio con un momento d'inerzia che non ti dico...

Questo era un aspetto MOLTO poco gradito dai maestri che ci tenevano alla salute degli allievi...ma eravamo una banda di monellacci.
La cosa però non era poi così stupida. Era solo imprudente.

Non era stupida perché dopo un paio d'ore di match e di botte...un ritorno a un grip più umano e a uno SW umano "regalava" un po' di respiro.
Diciamo che ora come ora, con gli angoli e i piani degli swing carichi di effetti, sarebbe una pratica ancor più ricca di insidie. Con swing più piatti ...ci sta ancora un po' di "allegria" nel grip.

Tieni conto di una cosa non indifferente: se non sei in grande forma...sei abbastanza in difficoltà, perché il contatto con la palla deve essere sempre molto preciso e pulito. Farsi male è un attimo.
Il pro è che il grip è molto più leggero e delicato: la racchetta la tieni in mano con tre dita appena (come ha notato in un suo intervento Veterano). Questo significa sensibilità massima nel gioco di tocco e un forte rilassamento muscolare che porta a una maggiore velocità e a una migliore trasmissione dell'energia nella catena cinematica.

Che sia chiaro, per noi era il "turbo", anche quando si voleva "esagerare". In sostanza è un'istigazione a delinquere.
Ah, guarda i grandi del "tocco" e dimmi dove appoggia il cuscinetto del palmo della mano (lato mignolo, per intenderci)....
hehehhehehe

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12080
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum