Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Reticenza.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Ven 20 Apr 2012 - 19:11

Zazzicando sul web mi è sbucata fuori questa parola: "reticenza" ovvero il momento in cui la pallina resta sulle corde.
Ora pensandoci un po' mi sono accorto che sul rovescio ad una mano sento che la pallina mi resta più sulle corde del Dritto e mi esce anche una palla più pesante. Ci sono degli accorgimenti da prendere per aumentare questo momento sul dritto?

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da kingkongy il Ven 20 Apr 2012 - 19:44

Prima di tutto devi eseguire un rito di iniziazione con tutte le palline della tua cosca. Dopo di che, in presenza delle corde, loro, palline d'onore, rimarranno mute. Reticenti sono!
Evidentemente, il rovescio gli piace di più del tuo dritto. Puoi cambiare corde, set up, ma se lo percepisci...vuol dire che son due swing differenti, uno più "omertoso" dell'altro... Mi capisti?

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Ven 20 Apr 2012 - 19:53

Miii ti capii. Ma pensai che vi fosse una qualche soluzione tecnica prima di dare la colpa alle corde e alla racchetta.
Penso che andrò di riti di iniziazione magari un po' di collante nelle corde!
Nono un attimo tornando seri possibile che di rovescio riesca a "entrare" più nella palla che nel dritto e quindi sia dato da questo la mia sensazione?

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da kingkongy il Ven 20 Apr 2012 - 20:18

Assolutamente si'!!!
Il Dwell Time e' figlio di telai progettati per questo (vedi Pt57 o H22) con flessibilità e pesi sostenuti e punti di flessione nei punti giusti. Altro genitore legittimo e' il set up con corde "budellose". Infine, ma non meno importante, c'è la coppia dritto-rovescio di genitori adottivi. Il tuo rovescio, probabilmente armonico e ben spinto dal corpo, ti restituisce sensazioni di qualità.
Se vuoi lo stesso di dritto... Migliora lo swing: mi sa che non ci sono grandi alternative...

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Ven 20 Apr 2012 - 20:50

Si è quello che voglio fare prima di andare a cercarmi una racchetta con il budello voglio avere una tecnica il più cristallina possibile.
Per esempio io di dritto cerco il top molto spesso e sento che la pallina la tocco appena mentre quando vado a cercare la botta piatta la sensazione che ho è che la palla resti più sulle corde. Ma come è possibile che mi riesca più il rovescio ad una mano che il dritto, magari il mio secondo nome è Gasquet Very Happy

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da kingkongy il Ven 20 Apr 2012 - 21:09

Perché il rovescio e' uno swing più "costruito". Probabilmente gli hai dedicato più attenzione.
Bello che tu ricerca "sensazioni" !!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Ven 20 Apr 2012 - 21:27

No. La mia storia tennistica è un po' strana da piccolo dai cinque agli undici anni ho giocato a tennis poi ho smesso e ora è un anno e mezzo che ho ripreso e ho diciassette anni. Nella prima vita tennistica avevo un dritto decisamente migliore del rovescio che giocavo a due mani ma ero stato impostato anche per una mano. Nella seconda vita tennistica invece vuoi che sono cresciuto fisicamente vuoi che non ho toccato la racchetta per molto tempo mi sono ritrovato a giocare in modo completamente diverso. Rovescio ad una mano a cui non ho mai dedicato ore di cesti da quando ho ripreso a giocare mentre il dritto è cambiato completamente la presa e tutto per farlo diventare più toppato solo che ho perso la sensazione della palla che mi resta nelle corde o meglio la ho ma non sempre come il rovescio.

Si lo Swing deve contare decisamente molto nel sentire queste sensazioni lui secondo te quanto la sentirà la palla sulle corde?



Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da kingkongy il Ven 20 Apr 2012 - 21:35

Per toppare molto ... Ovvio ... Serve dwell time... Il rovescio, comunque, tende a essere un movimento più " tondo ".

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Ven 20 Apr 2012 - 21:43

Comunque dimmi se devio o meno ma anche le gambe avranno di certo un ruolo fondamentale nell'aumentare il dwell time no?

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da kingkongy il Ven 20 Apr 2012 - 21:59

Sì, certo (detto prima). Il corpo e, soprattutto, il lavoro della parte bassa contribuiscono in maniera determinante alla costruzione sello spin (sia top, sia back o slice).
Non è solo questione di puro tocco.
Ma anche il grip...vuole la sua parte.

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da Juan Carlos Ferrero il Mer 13 Giu 2012 - 21:17

Doppia KK riapro questo post! Reticenza e punto d'impatto più vicino al corpo braccio piegato sento di più la palla, braccio disteso gira di più ma colpisco più lontano dal corpo. I pro se vogliono tirare una bordata prendono la palla più vicino al corpo io no quale è il mio problema? Smile

Juan Carlos Ferrero
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 23.12.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: Da definire.
Racchetta: Babolat Pure Drive Roddick 2009

Tornare in alto Andare in basso

Re: Reticenza.

Messaggio Da marti il Gio 14 Giu 2012 - 16:57

la reticenza è una sensazione tennistica evoluta.

mi spiego:quando siamo tennisticamente alle prime armi concentriamo la nostra attenzione sulla palla, sull'esecuzione del colpo, sul movimento o la direzione ma non ci concentriamo sulla sensazione della palla che percorre le corde.

solo acquisita una maggiore padronanza della tecnica iniziamo a diventare "sensibili" e a fare attenzione a questi aspetti che - sia chiaro - sono tutt'altro che marginali.

per quel che mi riguarda ho iniziato solo da poco a concentrami su questo aspetto grazie anche al maestro che insiste molto sulla percezione delle sensazioni quando si colpisce la palla:così nel topspin ho iniziato a "sentire "la palla spazzolata dalle corde.".una volta compreso il movimento ha preteso che durante l'impatto io chiudessi gli ochhi.sembrerà una follia ma colpire ad occhi chiusi mi ha aiutato ad acquisire percezioni che prima non avevo.

anche per me è stato più naturale nel rovescio che è il colpo più sicuro ma vi assicuro che la percezione delle corde che scivolano sulla palla rende più facile il colpo e migliora la tecnica

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum